Issuu on Google+

Cassino calcio, Tedesco si fa avanti

Molestie via e-mail, sentenza choc

CASSINO - La squadra di calcio di Cassino verso l’esclusione. Ultimo appello del primo cittadino Bruno Scittarelli a Clodomiro Murolo perché completi l’iscrizione della squdra al campionato di II Divisione. Intanto è pronta una cordata di imprenditori e professionisti, capitanata dall’ex patron, Giuseppe Tedesco, per evitare che il Cassino scompaia dal calcio. PAG.15

CASSINO - Con una sentenza davvero sconcertante la Suprema Corte di Cassazione ha ribaltato una sentenza pronunciata in primo grado dal Tribunale di Cassino in merito ad una vicenda fatta di molestie sessuali via e-mail. Mentre, infatti, a Cassino il molestatore era stato condannato, eppure pensantemente, i giudici di terzo grado lo hanno assolto. PAG. 7

ANNO I - N° 106 MARTEDì 06 LuGLIO 2010 DISTRIbuzIONE GRATuITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel. e Fax 0776.278040 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

I BUGIARDI

www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO A CLODOMIRO MUROLO Perché insiste nel non voler iscrivere la squadra di calcio del Cassino al campionato di II divisione. Il patron dice di non avere i soldi per pagare l’iscrizione ma se lo è ricordato soltanto un mese dopo la fine del campionato di calcio, quando invece aveva annunciato di voler fare una squadra per salire in prima divisione. Murolo non ha ancora spiegato i motivi di questo improvviso ripensamento. Con il suo gesto lascia un’intera città senza un importante titolo sportivo, arrecando un grave danno anche all’economia locale, che va a colpire soprattutto gli alberghi ed i ristoranti della città martire.

L’OSCAR DEL GIORNO ALLA FIAT Grande successo sabato e domenica presso lo stabilimento Fiat Cassino per la “Giulietta Family day”. Alla dirigenza aziendale va il merito di aver organizzato in maniera magistrale un evento che sicuramente servirà a rilanciare il marchio torinese e la produzione cassinate in tutta Italia e nel mondo. Il managment della Fiat Cassino è stato abile nel saper portare nel nostro sito una produzione aggiuntiva che fa la differenza sul mercato dell’auto.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione Pedaggio Fiumicino la rivolta del sindaco Canapini: “E’ assurdo e improponibile” FIUMICINO - ''Il pedaggio sulla Roma Fiumicino è assurdo e improponibile''. Lo afferma in una nota il sindaco Mario Canapini, che aggiunge: ''Qualcuno dovrebbe informare il Presidente dell'Anas che l'arteria, oltre ai passeggeri provenienti o diretti allo scalo aeroportuale, serve giornalmente circa trentamila addetti al sistema aeroportuale, una città, Fiumicino appunto, con settantamila abi-

ECONOMIA

Saldi, il caldo non frena gli acquisti ROMA - Il caldo afoso del weekend non ha frenato i romani, corsi nei negozi, negli outlet e nei centri commerciali per il primo weekend di saldi estivi. ''Gli affari hanno ripreso un buon ritmo'', osserva il presidente della Federabbigliamento-Confcommercio Roma, Roberto Polidori. ''La stagione primavera estate 2010 ha segnato un +8% rispetto allo scorso anno ed un +2,5% di fatturato per quanto riguarda i saldi estivi, almeno fino ad oggi.Insomma, ci siamo mantenuti in linea con i fatturati dello scorso anno e questo, dato il periodo non brillante dell'economia, è già' un successo''. Va osservato inoltre che, a causa del caldo torrido, gli acquisti si sono concentrati nelle ore del tardo pomeriggio di sabato, con dei veri e propri picchi tra le 17.00 e le 20.00, e poche transazioni nelle ore mattutine.

tanti molti dei quali pendolari ed assorbe molto del traffico del XIII Municipio diretto a Roma in alternativa alla Via del Mare ed alla Cristoforo Colombo''. ''La città - continua Canapini - è collegata alla Capitale solo con la Roma-Fiumicino poiché la Via Portuense è totalmente inadeguata a sopportare ingenti flussi di traffico''. ''Una decisione del genere - sottolinea il sindaco - provoche-

rebbe danni seri all'economia del territorio e costituirebbe un onere finanziario insostenibile per le decine di migliaia di lavoratori pendolari''. W conclude: ''Bene ha fatto il Presidente Polverini a condividere l'iniziativa di Zingaretti e Melilli. Condivido pienamente la proposta del Presidente della Provincia di Roma di mobilitare i sindaci ed invito tutti i colleghi ad aderire all'appello di Zingaretti''.

Assemblee regionali, Boni neopresidente Eletto per acclamazione. E’ già ai vertici del Consiglio lombardo (ASCA) - L'assemblea plenaria della Conferenza dei presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome ha rinnovato i propri organi. Davide Boni è stato eletto per acclamazione. Boni, presidente del Consiglio regionale della Lombardia, 48 anni, già assessore al Territorio e all'urbanistica della Regione Lombardia e presidente della Provincia di Mantova, sostituisce Monica Donini. Francesco Cascio (Sicilia) ed Eros Brega (Umbria) sono i due vicecoordinatori. Sono stati designati nel Comitato di coordinamento della Conferenza, oltre al Coordinatore ed ai Vice Coordinatori:Vincenzo Folino (Basilicata), Francesco Talarico (Calabria), Onofrio Introna (Puglia), Claudia Lombardo (Sardegna), Alberto Monaci (Toscana), Clodovaldo Ruffato (Veneto). Rosario Monteleone (Liguria), Michele Picciano (Molise) e Valerio Cattaneo (Piemonte), costituiscono il Collegio dei

Revisori dei Conti. All'interno del Comitato paritetico (composto da 15 membri, di cui 5 in rappresentanza del Senato, 5 della Camera e 5 delle Assemblee regionali) sono stati nominati, oltre al Coordinatore Boni: Nazario Pagano (Abruzzo), Matteo Richetti (EmiliaRomagna), Edouard Ballaman (Friuli Venezia Giulia), Giovanni Kessler (Provincia di Trento). E' stato inoltre convenuto di individuare dei Presidenti capofila su specifiche tematiche di grande rilievo istituzionale: Federalismo Fiscale (Mario Abbruzzese, Lazio); Affari europei e internazionali (Vittoriano Solazzi, Marche); Valutazione e controllo e Comunicazione/Corecom (Onofrio Introna, Puglia) e Difesa Civica e Pari Opportunita' (Giovanni Kessler, Provincia di Trento). Chi è Davide Boni Davide Boni, eletto oggi Coordinatore della Conferenza presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Pro-

vince autonome, è nato a Milano il 19 settembre 1962 ed è sposato con due figli. Ha conseguito il diploma di perito industriale ed e' un libero professionista, ha svolto l'attività di amministratore unico dal 1980 al 1993 presso un'azienda di commercio alimentare, prima di intraprendere l'attività politica che lo ha portato alla carica di presidente della Provincia di Mantova, dal 1993 al 1997. È stato Capogruppo della Lega Nord nel Consiglio provinciale di Mantova

e consigliere comunale a Borgoforte (MN), rivestendo poi i seguenti incarichi: segretario provinciale della Lega Nord di Mantova dal 1992 al 1993, responsabile nazionale enti locali padani dal 1997 al 2000, coordinatore enti locali padani federali dal 1998 al 2000 e coordinatore della segreteria politica federale dal 1999 al 2000. Eletto nell'aprile 2000 Consigliere regionale per la circoscrizione di Milano, è stato Presidente del gruppo consiliare ''Lega Lombarda - Lega Nord - Padania'' e componente delle Commissioni consiliari Affari istituzionali e Programmazione e Bilancio. Riconfermato nel 2005, ha rivestito l'incarico di assessore al Territorio e Urbanistica per l'intera legislatura. Dal 1 gennaio 2006 ha assunto la carica di Presidente dell'Agenzia Interregionale per il fiume Po. Rieletto per la terza volta, dall'11 maggio 2010 e' Presidente del Consiglio regionale della Lombardia.

Roma fiction fest, la kermesse ricorda Taricone Steve della Casa: “Un amico al quale dedico questa edizione” ROMA - Si è aperta con un saluto a Pietro Taricone la conferenza stampa che ha dato il via ufficiale al RomaFictionFest, la kermesse delle serie tv giunta quest'anno alla quarta edizione. A ricordare l’attore è stato il direttore artistico del festival, Steve Della Casa: ''un amico - ha detto - a cui dedico simbolicamente questa quarta edizione e

2 ANNO I - N° 106 mArtedì 06 luglIO 2010

mando a Kasia Smutniak (compagna di Taricone) un abbraccio forte''. Presenti alla conferenza stampa anche il presidente della Fondazione Rossellini, Francesco Gesualdi, e tre ospiti illustri: Michael Vartan per ''Hawthorne'', Mark Wootton per ''La La Land'' e Gabriel Garko per ''Il Peccato e la vergogna''. Gesualdi ha

rinnovato la sua gratitudine ai tre enti che hanno aiutato e sostenuto il RomaFictionFest in questi anni: la Regione Lazio, l'Apt e la Camera di Commercio, sottolineando ''l'importanza di Industry, settore del festival ormai consolidato che permette attraverso la coproduzione con l'estero l'esportazione dei nostri prodotti''.

Saldi, sei arresti e due denunce

Trovato con distintivi della polizia, arrestato

ROMA - Sei arresti e due denunce. E' questo l'esito dei controlli dei Carabinieri in occasione dei saldi estivi in corso a Roma. Una 44enne, pregiudicata, è stata bloccata in via Condotti dopo aver rubato una borsa griffata del valore di 550 euro. In un negozio del Forum Termini 3 giovani nomadi hanno rubato il portafogli a un cliente che stava scegliendo una camicia. In via Prati Fiscali una 34enne romena è stata fermata per furto di diversi profumi.

ROMA - I carabinieri di Civitavecchia, hanno arrestato nella notte un cittadino italiano P.R. 27enne, pregiudicato, per possesso ingiustificato di segni distintivi dei corpi di Polizia. I militari, a seguito del controllo di un'auto sospetta, hanno trovato nella disponibilità del conducente un porta tessera munito di placca dei "carabinieri" ed uno senza placca della "guardia di finanza". Nei confronti del finto collega sono subito scattate le manette.


regione “Straordinari i primi 100 giorni” E’ il bilancio della Polverini. Zingaretti: “I giudizi lasciamoli ai cittadini” ROMA - «Un grande impegno: presto faremo un bilancio di tutte le iniziative che abbiamo fatto e delle grandi difficoltà che abbiamo trovato, che sono superiori a quelle che immaginavamo di trovare». Così la presidente della Regione, Renata Polverini, ha risposto sui primi cento giorni dalla sua elezione. «A queste difficoltà - ha proseguito - si è aggiunta una discussione, che in queste ore è ancora molto calda, sulla manovra; è una Regione che con il piano di rientro ed il tetto del Patto di stabilità aggiunge altri problemi a quelli delle altre Regioni. Direi quindi cento giorni difficili ma straordi-

nari c'è un grande affetto dalle persone, un grande dibattito politico ma anche grande comprensione da parte dei cittadini che hanno chiaro in mente che faremo delle cose importante ma insieme a queste anche qualche sacrificio». Giudizio opposto quello del presidente della Provincia di Roma Zingaretti: «È bene che i giudizi li diano i cittadini». Poi la Polverini è intervenuta di nuovo sulla manovra: «Se avremo un altro incontro, e sono certa che lo avremo, allora si dovrà essere tutti quanti insieme: il Governo deve ascoltare assieme a noi anche le Province e i

La Sapienza, protesta di prof e ricercatori ROMA - «Con le azioni di protesta non bisogna danneggiare gli studenti». A pronunciare il suo «no» al blocco degli esami è il rettore dell'università La Sapienza Luigi Frati, contestato da diversi docenti, ricercatori e studenti durante il suo intervento a una conferenza stampa dei presidi delle facoltà umanistiche, riuniti in un aula dell'ateneo. «Rispetto la mobilitazione di una settimana dei docenti -ha aggiunto- e ritengo che fin dal '94 ci sia stata una

contrazione dei fondi destinati all'università, soprattutto alla ricerca scientifica. Ma mi auguro che non si vada avanti con un blocco degli esami per tutto il mese. Ci sono studenti che chiedono di fare gli esami», ha spiegato Frati mentre qualcuno dalla platea riunita in aula magna ha gridato vergogna. Frati ha definito «folkloristiche» le iniziative di protesta annunciate dai docenti, come gli esami a lume di candela e in strada la prossima settimana.

Comuni visto che la scorsa settimana abbiamo sottoscritto un documento unitario». «Credo ha aggiunto - che ci siano spazi per contribuire alla manovra, ma dobbiamo evitare che ci sia una eccessiva penalizzazione dei servizi, che significa penalizzare i cittadini». A chi le faceva notare che il ministro Tremonti sembra fermo sulle sue posizioni, Polverini ha risposto: «Lui deve fare una manovra che risponda in termini di saldi a ciò che ci chiede l'Europa. Credo che un po’ di buon senso possa ricondurre ad una discussione serena all'interno dei saldi ma evitando che siano le Regioni a pagare di più».

Al Bambin Gesù, nuovo dipartimento emergenza All’inaugurazione anche il sindaco Alemanno ROMA - L'ospedale pediatrico Bambin Gesù ha da ieri un nuovo dipartimento di emergenza e accettazione, un'inaugurazione che arriva dopo 14 mesi e che migliorerà l'offerta di una struttura che con i suoi 55 mila accessi annui è la più rilevante risposta di Pronto soccorso ed emergenza pediatrica del paese. A spiegarlo nel corso della cerimonia è stato il presidente, Giuseppe Profiti, insieme al sindaco di Roma Alemanno, al presidente della Provincia Zingaretti e al presidente della Regione Renata Polverini. Tra le innovazioni del Dea, ha spiegato Profiti, ricordando che i lavori sono costati 2,5 milioni di euro, un'area per l'Osservazione

breve intensiva, una soluzione intermedia tra il ritorno a casa dopo la diagnosi al Pronto soccorso e il ricovero ospedaliero che consente prestazioni più efficienti e quindi un ottimale utilizzo delle risorse: «l'Obi - ha spiegato Profiti - rappresenta una opportunità per evitare il rischio di rientri a casa troppo tempestivi o di ricoveri inappropriati». Si tratta di una struttura da 230 metri quadri con 12 posti letto di cui tre per neonati. Altra novità a livello nazionale un percorso esclusivamente dedicato alle maxi emergenze chimiche. «È un passo avanti verso la sanità intelligente che combatte l'ospedalizzazione sbagliata ha

commentato Alemanno - e in particolare in relazione ai bambini per cui c'è bisogno di una cura particolare anche nell'approccio. Il Bambin Gesù è una vera punta di eccellenza anche a livello nazionale». «Ora il Bambin Gesù - ha detto - si arricchisce di una struttura che va in quel processo di deospedalizzazione che all'interno della rivoluzione sanitaria stiamo operando in tutto il sistema che da qui a qualche anno sarà una eccellenza nazionale: non posso accettare che una regione come il Lazio con punte di eccellenza come il Bambin Gesù sia ricordata solo perché assorbe il 60% del debito sanitario nazionale».

A Tarquinia nuovi servizi che valorizzano la città Zappalà: nel Lazio il più grande patrimonio storico dell’umanità ROMA - Un portale, una guida turistica, piantine nei punti strategici, un info point. Così Tarquinia coccola i suoi turisti, valorizzando le diverse attrazioni della città e delle aree circostanti. Ieri a Palazzo Vitelleschi la presentazione del nuovo abito turistico di Tarquinia alla presenza dell'assessore regionale al Turismo, Stefano Zappalà.

Il portale www.tarquiniaturismo.it, è facile da utilizzare e contiene tutte le informazioni sulla città, sulla sua storia e sui servizi. Le cartine con le informazioni sono distribuite nel tessuto urbano; l'info point non tralascia neanche il rapporto umano diretto con i turisti. ''Nel Lazio - spiega l'assessore - c'e' il più

grande patrimonio storico architettonico dell'umanità ed è nostro compito farlo conoscere, trasformarlo in opportunità di crescita''. ''Per questo - continua - ho ritenuto importante essere qui a Tarquinia perché questa modalità di lavoro è quella che vorremmo trasformare da iniziativa delle singole comunità in un sistema Lazio.

Ruba in un bar arrestato italiano

Tratta di schiave due gli arresti

ROMA - I carabinieri della stazione di Santa Marinella, nella notte di ieri l’altro hanno arrestato un cittadino italiano D.M.A. 20enne, pregiudicato, responsabile di furto aggravato in un esercizio commerciale. I militari, hanno sorpreso il giovane ancora all'interno del bar, dal quale era già stata asportata la cassa. L'arrestato sarà processato con rito direttissimo.

ROMA - I carabinieri della Compagnia di Anzio hanno sgominato due romeni che facevano tratta do ragazze dell’Est per indurle alla prostituzione, dal litorale laziale alla stessa Capitale. L'autorità romena, che sulla banda ha emesso dei provvedimenti restrittivi, ha richiesto l'estradizione degli arrestati. Sia il 23enne che il 41enne devono scontare 18 anni di carcere.

3 ANNO I - N° 106 mArtedì 06 luglIO 2010


provincia Cassintegrati, la Provincia sta lavorando ad un bando per impiegarli nella giustizia 120 posti nei tribunali e nelle procure di Frosinone e Cassino con i soldi del fondo sociale europeo

FROSINONE – In un periodo di forte crisi economica e lavorativa come quello attuale, bisogna arrangiarsi anche con un poco di fantasia per far coesistere due esigenze: aumentare i posti di lavoro, senza gravare eccessivamente sulle casse pubbliche. Proprio in linea con tale assunto e riprendendo analoghe esperienze portate avanti, con successo, in altre parti d’Italia, l’amministrazione provinciale di Frosinone e il Tribunale di Frosinone, stanno studiando un progetto per impiegare i lavoratori attualmente cassintegrati negli uffici giudiziari del territorio, in particolare i due Tribunali e le due Procure, di Frosinone e di

Cassino. E’ l’amministrazione provinciale che si è assunta il compito di mettere a punto il bando. Certo, un bando. Perché i lavoratori in cassaintegrazione, in mobilità e in cassaintegrazione in deroga sono tantissimi e quindi occorrerà fare una selezione. Non solo, verranno utilizzati i denari del Fondo sociale europeo, dunque la selezione è d’obbligo. Antonello Iannarilli, il presidente della Provincia, ha subito accolto l’invito del presidente del Tribunale di Frosinone, Tommaso Sciascia, e ha messo ala lavoro gli uffici provinciali. Per ora hanno formalizzato le richieste di personale la procura di Frosinone, chiedendo 22 unità

lavorative e il tribunale di Cassino, altre 35, per un totale di 57. Aspettando i dati degli altri due enti, il totale si dovrebbe attestare a circa 120 persone. Dovrebbe trattarsi di personale impegatizio, quindi anche da formare attraverso un idoneo percorso di acquisizione di competenze. I lavoratori verrebbero impiegati negli uffici giudizioari per circa un anno. Veniamo alle cifre: la Provincia dovrebbe “investire” un budget complessivo pari a circa 500mila euro. Su ogni lavoratore verrà impiegata una cifra pari a circa 4mila euro. Ognuno percepirà, oltre all’assegno di disoccupazione, anche una integrazione al reddito attraverso il

fondo provinciale. Dunque, uno stipendio completo e poi la possibilità di svolgere un lavoro vero e acquisre un importante bagaglio di esperienze. L’unica pecca, purtroppo, è la durata del progetto: un anno, al massimo. Però, l’esperimento potrebbe ripetersi con costanza negli anni, ovviamente con turnazione del personale. In questo caso, si assicurerebbe agli uffici finazniari una idonea dotazione di persone che svolgono alcune mansioni, attualmente scoperte. “Ci è sembrata un’ottima idea quella proposta dal presidente del Tribunale di Frosinone – ha sottolineato il presidente Iannarilli – subito ho allertato gli uffici provinciale che si sono messi al lavoro. Ora occorrerà limare le procedure di avvio del progetto. Una volta completato l’iter, si potrà procedere. Seguendo la strada già tracciata dalla provincia di Roma o da simili esperienze in Piemonte e in Lombardia”.

Anche per l’onorevole Fiorito la giunta Iannarilli si può cambiare

FROSINONE – L’attuale composizione della giunta provinciale, uscita fuori lo scorso anno, proprio in questi giorni, a seguito del successo dopo 15 anni del centrodestra a palazzo Gramsci, con la

coalizione guidata da Antonello Iannarilli, proprio non va. E a dirlo, non sono gli esponenti della minoranza, ma il fuoco amico. Coloro che quell’esecutivo lo hanno avallato e vi hanno anche dei compagni dentro. Ovvero gli appartenenti al partito di maggioranza della coalizione, il Popolo delle Libertà. Ricordiamo che il Pdl ciociaro è un partito fortissimo quando si tratta di raccogliere voti, ma poi al suo interno è diviso in almeno tre componenti: quelal di Antonello Iannarilli, quella di Franco Fiorito e quella di Mario Abbruzzese e Alfredo Pallone. Le ultime elezioni regionali sono state e sono ancora l’argomento del contendere perché hanno stabilito gerarchie e aspettaive da parte dei vari

leader. Tutte le aspettative, da un certo periodo a questa parte, si stanno concentrando sulla composizione della giunta provinciale. Nei giorni scorsi propio la componente a palazzo Gramsci che fa riferimento ad Abbruzzese, composta da sei consiglieri e un assessore ha reclamato maggiore visibilità, in pratica un assessorato, da destinare a Ennio Marrocco. Posizione ribadita anche dal vicecoordinatore regionale del Pdl, Alfredo Pallone. Ora tocca ad un’altra componente, quella di Fiorito, mettere in discussione l’esecutivo provinciale. Proprio il capogruppo regionale del Popolo delle Libertà entra in gamba tesa: “Se lo chiede Pallone il cambiamento, altrettanto posso fare io. Forte di

27mila voti”. Dunque, un “attacco” concentrico e che viene da più parti alla giunta che governa la Provincia, soprattutto un attacco ad Antonello Iannarilli. In ballo, in tutto questo scatenarsi di attacchi, anche la composizione del coordinamento provinciale del Pdl e la nomina negli enti intermedi. Sembra un gioco ad incastro. Il riempimento di una casella, determinerà anche il successivo. Da quale si partirà? E chi sarà il prescelto ad entrare e il trombato ad uscire? Per quanto riguarda la giunta provinciale, tutti danno in uscita Giuseppe Paliotta, che dopo l’abbandono del Mcl di Mario Giannadrea e il passaggio nel Pdl, non ha più consiglieri di riferimento. Però, tutto è ancora in discussione.

“Bike sharing”, la bicicletta per rendere più vivibili le città di Isola, Sora, Frosinone e Cassino FROSINONE – In questo periodo di cosidetto “fare le pulci” all’amministrazione Scalia, capita anche di trovare, depositati negli uffici, progetti di per se apperzzabili, ma mai attuati. E’ il caso del cosidetto “bike sharing”, la bici in città, che avrebbe dovuto svolgersi nella città di Sora e Isola del Liri, scelte perché in pianura. Il progetto mirava a promuovere la cultura della bicicletta in città, per sostituire l’uso della macchina e rendere più vivibile e meno inquinate le nostre cittadine. Certamente un’idea molto positiva, promossa nel 2007 dall’assessorato ai trasporti, guidato allora da Roberto Di Ruscio. La Provincia aveva stanziato una cifra pari a 40mila euro per l’acquisto delle biciclette. Leamministrazioni comunali avrebbe dovuto fornire l’energia elettrica. Le postazioni di deposito delle biciclette furono posizionate, ma delle biciclette nemmeno l’ombra. Del progetto, di cui ha condiviso la bontà, si è interessato il nuovo delegato ai trasporti, l’assessore Gabriele Picano.

4 ANNO I - N° 106 mArtedì 06 luglIO 2010

L’attivissimo Picano, impegnato in questi giorni anche a promuovere altre iniziative sulla sicurezza stradale rivolte ai giovani, ha ripereso le carte in mano, come si suol dire, ha convocato i comuni di Sora e Isola del Liri e ha risolto il problema. A Isola il progetto partirà il 7 luglio, per Sora un pò più in là. Ma non si è efrmato qui Picano. Infatti, l’assessore oltre a impegnarsi per rendere stabile e a regime l’inziativa a Sora e Isola, vuole molto di più. Vuole portare il Bike sharing anche nella parte bassa di Frosinone, certamente terreno adatto, ma soprattutto vuole esportare l’iniziativa nella sua città, a Cassino, soprattutto per metterla a disposizione degli studenti universitari che dalla zona della stazione ferroviaria, si recano alla Folcara. “Ho già parlato con l’Università per creare una sorta di percorso ciclabile che costeggi il fiume dalla stazione alla Folcara”, ha spiegato Picano. Dunque, a breve, potremo vedere anche nella città martire

sfilare un torpedone di bici, che potrebbero anche decongestionare il traffico e rendere l’aria più respirabile. Ottima intuizione, assessore Picano.

Confindustra lancia l’allarme contraffazione

“L’ospedale di Frosinone sarà Dea di II livello?

FROSINONE – Si parlerà degli effetti negativi del fenomeno della contraffazione per l’economia e per le aziende, domani a Roma, presso gli uffici di Confindustria. Presenti anche gli esponenti ciociari, che lamentano gli effetti di questa industria parallela, che riduce la competitività delle produzioni italiane. “E’importante – spiega il presidente di Confindustria Frosinone,Marcello Pigliacelli – poter contare su azioni di prevenzione e repressione coordinate”.

FROSINONE – Secondo Francesco Scalia, dopo la presentazione del Piano sanitario della Regione Lazio, da parte del governatore Renata Polverini, sarà difficile che il nuovo ospedale di Frosinone possa diventare un Dea di II livello, ossia un nosocomio con reparti e macchinari altamente specialzizati per ogni tipo di emergenza. “Se con l’istituzione delle macroaree, Frosinone è accorpato a Roma, Asl Rm/A e Asl Rm/G, il Dea già c’è: è il policlinico Umberto I”.


provincia De Angelis:“Fine all’emergenza ciclo dei rifiuti in tutta la provincia” Nel prossimo consiglio sarà approvato il programma pre-Ato per superare l’emergenza della discarica di Cerreto FROSINONE – E’ giunta al capolinea l’era dell’emergenza del ciclo dei rifiuti in provincia di Frosinone. Ad annunciarlo, il vicepresidente dell’amministrazione provinciale, con delega all’ambiente, Fabio De Angelis. “Nel prossimo consiglio provinciale presenteremo il programma preAto che sancirà un approccio diverso alla gestione del ciclo dei rifiuti andando a modificare il clima di emergenza e creando un ciclo integrato. L’obiettivo è quello di individuare un sito permanente adibito a discarica revocando il piano dettato dall’emergenza varato dall’amministrazione Scalia nell’aprile 2004. Tra i traguardi della Provincia anche la bonifica delle discriche dismesse dei Panaccioni a Cassino. Il vicepresidente De Angelis si sofferma soprattutto sul sitema di individuazione della discrica provinciale dei rifiuti di Roccasecca, in località Cerreto, sottolinenando

come sia stato un provevdimento figlio delle’emergenza: “L’ordinanza del 28 novembre 2002 parla proprio di procedimento in deroga, a causa della situazione di emergenza. Fermo restando che una volta terminata l’emergenza, la realizzazione e gestione della discarica definitiva comprensoriale a servizio del sistema di smaltimento della Provincia di Frosinone deve avvenire attraverso procedure che garantiscano un confronto concorrenziale tra gli operatori. L’ordinanza regionale ha anche sovvertito una graduatoria provinciale, redatta da una commissione, che poneva Giuliano di Roma al primo posto. Riguardo la graduatoria, anche qui, ci sarebeb da dire molto: sull’accoglimento delle domande fuori tempo, sulla esclusione di siti già gravati da impianti a servizio di Colfelice, sulla presenza a Cerreto di importanti corsi d’acqua. La Regione

poi, con la setssa ordinanza, si impegnava, una volta superata l’emergenza, a seguire la procedura ordinaria per la progettazione e realizzazione e gestione dell’intera discarica definitiva comprensoriale della Provincia, ma non vi ha dato mai attuazione”. Ora ci penserà l’amministrazione provinciale targata Antonello Iannarilli a rimettere le cose a posto. Finalmente, si sperà, finirà l’agonia per le popolazioni del basso Lazio, che già hanno pagato un tributo molto pesante sul tema rifiuti. Roccasecca, Colfelice,San Giovanni Incarico, assolutamente vanno escluse da ipotesi di nuove discariche. Questo territorio ha già dato, ha dato in deroga a determinati requisiti, ora basta. E’ tempo che l’emergenza rifiuti venga risolta una volta per sempre, seguendo i criteri stabiliti dalla normativa, derogando solo su un aspetto: basta discariche nel sud della provincia,

Cris alla “Ceprano Coperture” Trina chiede la concertazione

FROSINONE – Aria di crisi aziendale alla Ceprano coperture. Dopo che era stato decisa la cassa integrazione per un anno nel settembre del 2009 e oggi si è passati alla mobilità, continua lo sciopero dei lavoratori.

L’assessore provinciale alle attività produttive Francesco Trina ha chiesto la convocazione urgente di un tavolo di concertazione e confronto con l’azienda e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil e Usb presso l’assessorato al lavoro della Regione Lazio. Intanto l’amministrazione provinciale si è impegnata a riunire le parti in attesa della convocazione ufficiale della Regione Lazio. L’assessore Trina ha anche partecipato ad un incontro tenutosi a Ceprano, alla presenza dei rappresentanti della proprietà, confronto richiesto a seguito dell’apertura della procedura di mobilità per quaranta dipendenti dell’azienda che produce laterizi. La proprietà si è mostrata alquanto bend disposta al dialogo e quindi alla possibilità di un accordo, oltre a confermare la disponibilità a investire nello stabilimento ciociaro.

Tuttavia Trina ha scritto alla Regione. La situazione è davvero delicata: si intravedono spiragli che fanno ben sperare per il futuro dei lavoratori, ma di fatto a oggi nulla è stato concordato, tanto meno sottoscritto, per cui la questione resta aperta e irrisolta. E non è stato rimosso il presidio pacifico degli operai davanti ai camcelli, le maestranze attendono un segnale significativo dall’azienda prima di interrompere la protesta: “La Provincia, quele organo di coordinamento del territorio – spiega l’assessore Trina – sta facendo di tutto per cercare di mettere davanti allo stesso tavolo i vari attori interessati alla vertenza: Regione, sindacati e azienda. Speriamo nella risoluzione positiva e speriamo soprattutto di poter continuare ad assicurare un futuro lavorativo ai dipendenti”.

Offerta per professionista di medicina del lavoro FROSINONE – Sull’albo pretorio dell’amministrazione provinciale di Frosinone, e sul sito istituzionale (www.provincia.fr.it) è affisso un bando ad evidenza pubblica con il quale l’ente cerca un medico a cui affidare il servizio di assistenza e di medicina del lavoro. Il testo dell’avviso, “Avviso pubblico per affidamento del servizio di medico competente per lo svolgimento delle prestazioni ed adempim. di sorveglianza sanitaria ai sensi del d. lgs 9 aprile 2008

n. 81”, parla espressamente di un appalto finalizzato all’affidamento della gestione delle attività correlate agli adempimenti, previsti dall’art. 41 D.Lgs. 81/08 e ss.mm.ii., finalizzati a garantire il rispetto di tutte le prescrizioni in materia di sicurezza e prevenzione dai rischi sui luoghi di lavoro, meglio specificati nell’art. 8 del presente disciplinare; la collaborazione con il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (d’ora in poi R.S.P.P.) ed il Datore di La-

voro (d’ora in poi D.d.L.) per l’organizzazione e la gestione del servizio di prevenzione e protezione e per la pianificazione, la programmazione e lo svolgimento delle attività di formazione ed infoxrmazione nei confronti del personale dipendente. L’appalto, una volta aggiudicato, durerà per tre anni, a far data dal primo ottobre 2010. Il bando rimarrà affisso fino al 22 luglio prossimo. La cifra complessiva che spetterà al professionista è di 90mila euro.

basta discariche nel triangolo ColfeliceRoccasecca-San Giovanni Incarico

Auto blu, i dati al ministero di Brunetta FROSINONE – Tra i provvedimenti adottati dal ministro Brunetta per razionalizzare la spesa nel comparto del pubblico, c’è anche una disposizione per razionalizzare l’uso della auto blu, le vetture di servizio a disposizione degli enti. Il responsabile del dicastero della funzione pubblica ha commissionato al Formez un censimento proprio per sapere quante sono le vetture in questione. Finora hanno risposto soltanto il 31% delle circa 9mila amministrazioni centrali e locali interessate. 147 amministrazioni centrali su 401 e 2716 su 8820 amministrazioni locali. Tra gli enti virtuosi, sia l’amministrazione provinciale di Frosinone che il comune capoluogo. Hannom trasmesso i dati relativi alle auto “blu blu”, a disposizione delle autorità politiche e di rappresentanza, quelle “blu” a disposizione dei dirigenti e con autista e quelle “grigie” dei dipendenti per attività di servizio. C’è tempo per mettersi in regola fino al 7 luglio, trasmettendo i dati. In provincia ancora non l’hanno fatto l’Apt, l’Asl di Frosinone e Equitalia. Aspettiamo ancora aòcuni giorni per sapere con precisione quante sono e quanto costano le auto di servizio. Anche per questo altro spreco della pubblica amministrazione è prevista una bella cura dimagrante. Speriamo che i soldi risparmiati per le vetture di rappresentanza possano essere reimpiegati in altri tipi di attività come i servizi sociali, la viabilità, la cultura, il tempo libero.


cassino Comune: raffica di candidati a sindaco Crisi, il consiglio aggiornato a venerdi per mancanza del numero legale CASSINO- E’ stato aggiornato a venerdi sera il consiglio comunale convocato per ieri sera. Non c’era il numero legale. Intanto la consigliatura guidata dal sindaco Bruno Scittarelli sta per finire tra le polemiche all’interno del Pdl e già si profilano candidati e liste per la primavera del 2011. Sono numerosi i pretendenti alla successione di Scittarelli. Almeno una decina per ora. Nel centrodestra sarebbero almeno tre i possibili candidati. Ci aspira l’attuale vice sindaco Michele Nardone sostenuto da una

buona fetta di Alleanza nazionale, dal sindaco di san Giorgio a Liri Modesto Della Rosa e da altri. Lo stesso Scittarelli starebbe preparando un paio di liste civiche per poi dirottarle sul candidato più convincente. Mario Abbruzzese lo ha promesso sia a Carmelo Palombo di Forza Cassino che a Giuseppe Sebastianelli, ex Forza Italia. Poi ci sono le associazioni e i comitati civici che hanno indicato il giudice Paolo Taviano come candidato a sindaco. Ci sono i Verdi guidati dall’avvocato Giuseppe Martini.

Molto variegato poi il centrosinistra dove gli aspiranti sono diversi ma nessuno emergente. Non nasconde le proprie aspirazioni l’avvocato Giuseppe Golini Petrarcone sostenuto dall’Italia dei valori e dal consigliere regionale Anna Maria Tedeschi che lui ha aiutato in campagna elettorale. A dar man forte all’Idv è arrivato dal Pdci Ernesto Cossuto. Lotta nel Pd dove gli aspiranti sono Tullio Di Zazzo, Attilio Perna e Tommaso Marrocco. Nel Psi ci aspirano Alessandro Varone ma anche chi sta vicino all’ex segretario Luigi Russo. Tra i candidati del centrosinistra anche Tommaso Marrocco, capogruppo del Pd. Alle polemiche così risponde l’esponente politico:“Ho deciso di lasciare da parte le polemiche interne che hanno una propria sede istituzionale per essere sedate e di stare invece nelle piazze e nelle strade della mia città. Col risultato che la gente impara ad apprezzare non solo te, ma anche la politica che porti avanti. Tutto questo non vorrebbe dire che mi sono “autocandidato”, come ha scritto un giornale, semmai starebbe a significare che sono stati i cassinati a “candidarmi” e in maniera del tutto naturale. Più obiettivamente quello che colgo in maniera evidente, in ogni caso e in tutta la città, è la gran voglia di voltare pagina, di porre fine allo spettacolo indecoroso del governo cittadino e di mandare a casa tutti gli artefici della mortificazione delle ambizioni e delle belle speranze di Cassino. La mia squadra sta con me perché ha deciso di ripartire da chi ritiene degno e capace di rappresentarla. Anche gli altri facciano così, e stavolta vedo che tutto il centrosinistra è già sulla buona strada”.

Fiat / Per un giorno parco giochi

Saldi di stagione

Successo del Giulietta Day

Partenza promettente

CASSINO - Debutto fosforescente per la Giulietta che si è materializzata sabato sera tra le nuvole artificiali mosse da due danzatori sul palco del centro sportivo della Fiat di Piedimonte San Germano davanti a 15 mila persone in attesa del concerto di Fiorella Mannoia. Un debutto che ha aperto il “Giulietta Family Day” in onore della nuova vettura dell’Alfa Romeo realizzata nella fabbrica di Cassino. “Il merito della riuscita di questa nuova auto – ha detto il direttore Antonio Cesare Ferrara – è di voi dipendenti e di tutti coloro che lavorano per questo progetto. La Giulietta si affianca alle altre vetture prodotte qui da voi.” E poi la voce incantata della Mannoia ha preso il sopravvento. E per tutta la giornata di ieri la fabbrica è rimasta aperta per i familiari dei quattromila dipendenti tra musica, giocolieri, trampolieri, clown, sculture di palloncini, maghi e mangiafuoco. Più di diecimila persone hanno af-

6 ANNO I - N° 106 mArtedì 06 luglIO 2010

follato i viali e le officine dello stabilimento trasformate in postazioni del divertimento.Tra queste il giro in trenino nel centro presse mentre a lastratura la festa dei bambini con i robot, le caricature e le bande musicali. Nell’officina di verniciatura i visitatori hanno potuto ammirare la Ferrari di formula 1 e l’area baby mentre nel montaggio lo show room dell’Alfa Romeo, il balcone di Giulietta e Romeo (per le foto ricordo), la rappresentazione teatrale “Giulietta e Romeo”, la sfida delle mani e la strada dello sport. Poi alle 17 l’arrivo delle vetture d’epoca dell’Alfa Romeo riunite per il centenario del marchio del biscione. E in serata la visita dell’Abate di Montecassino dom Pietro Vittorelli che ha avuto parole di apprezzamento per la Giulietta. In mattinata i dirigenti Ferrara e Falcolini avevano consegnato un diploma e un orologio ricordo a circa 400 dipendenti andati in pensione con oltre trenta anni di anzianità in Fiat.

CASSINO - Partenza promettente dei saldi per i negozi di abbigliamento e di calzature di Cassino. Già dalla prima mattinata c’è stato un affollamento di clienti soprattutto nei negozi con capi griffati e dai prezzi che prima del 3 luglio erano elevati. Adesso con gli sconti dal 30 al 50 per cento, dicono i commercianti di corso della repubblica, i prezzi sono scesi e i clienti arrivano più facilmente. “I clienti- dice Claudio Dell’Ascenza, uno dei titolari della catena di negozi Shopping - sono attirati dalla qualità dei prodotti e quindi dai prezzi adesso ribassati. Nelle settimane scorse il tempo incerto non aveva aiutato a far vendere i capi d’abbigliamento estivi, con il caldo è più facile e più conveniente spendere.” Bene i negozi del centro, un po’ penalizzati quelli periferici dove i prezzi sono sempre inferiori e quindi il saldo attira di meno. Folla anche nei negozi dei due centri commerciali, gli Archi e Panorama.

Scittarelli ”Sono disponibile al confronto e a rivedere le richieste dei ribelli” CASSINO - In attesa di approvare il bilancio di previsione il sindaco Bruno Scittarelli ha lanciato un nuovo messaggio al gruppo dei ribelli a sedersi intorno ad un tavolo e a rivedere le posizioni per evitare la fine anticipata della consigliatura. “Ritengo – scrive Scittarelli in un documento- necessario ed indispensabile ribadire una volta per tutte che il sottoscritto, nell’interesse dei cittadini e della prosecuzione dell’azione amministrativa, scongiurando l’arrivo di una gestione commissariale, ha fatto proprie ed ha condiviso il riassetto amministrativo dell’Ente così come chiaramente evidenziato nel documento sottoscritto dai 7, oltre che da altri 9 consiglieri ed assessori comunali, e trasmesso ai vertici regionali e nazionali del PDL. Quel documento, evidentemente ad eccezione dell’aspetto legato alla posizione della presidenza del Consiglio, che come è noto spetta direttamente agli organi superiori del PDL, è, da me e dalla restante compagine amministrativa di maggioranza, ritenuto idoneo a dare uno scossone alla macchina amministrativa al fine di assicurare alla città un finale di legislatura proficuo ed attento alla soluzione delle problematiche più urgenti. Spero che questo chiaro messaggio di disponibilità, e non di arroccamento come si tende a far credere all’opinione pubblica, sia raccolto da tutta la compagine di maggioranza e soprattutto da chi veste la casacca del PDL, nel solco dell’indirizzo pervenuto dal Coordinamento Regionale del Partito.” In sostanza il sindaco si dichiara disponibile a rivedere l’assetto della giunta, la rotazione delle deleghe ma anche la rotazione di alcuni dirigenti e funzionari comunali.

Premio Montale a studentessa di Minturno

La Polonia vince il torneo della pace

CA S S I N O - Un premio per i giovani talenti e per le eccellenze nel mondo della scuola. E’ il Concorso Letterario Un autore da riscoprire dedicato a l’Ultimo Montale promosso dal Liceo Classico Carducci di Cassino e patrocinato dalla Banca Popolare del Cassinate. Il concorso è stato vinto da Valeria Di Siena del Liceo Scientifico Alberti di Minturno.

CASSINO -La squadra giovanile della Polonia batendo la Francia ha vinto il torneo di calcio della pace organizzato a Cassino dall’associazione Aprocis di Antoine Tortolano. Terza la formazione italiana formata da giovani calciatori del cassinate. Anche questa terza edizione ha registrato un notevole successo per la partecipazione delle squadre e di tifosi. Alla fine premi per tutti.


cassinate I cittadini sono stufi di farsi prendere in giro da Murolo, Scittarelli e compagni

Cassino calcio, l’indifferenza sta uccidendo la squadra In mezzo a baccano e bugie una sola verità: del sodalizio sportivo frega a pochi CASSINO - Per una mera questione di chiarezza, una cosa in premessa bisogna dirla: il nemico numero del calcio a Cassino, è l'indifferenza dei cassinati. Le motivazioni sono tante, e parlarne occuperebbe l'intera pagina. Noi vogliamo parlarvi invece, dei tre soggetti principali di questa ennesima pantomima sulla squadra del Cassino Calcio: Clodomiro Murolo, presidente del sodalizio azzurro, il sindaco Bruno Scittarelli e i tifosi, un'avanguardia di un centinaio di giovanotti che urlano e strepitano ma all'atto pratico manco si fanno l'abbonamento. Clodomiro Murolo è il presidente, insieme a lui, ci sono il fratello Vittorio vice della Salernitana Calcio, e Filippo, noto costruttore di origini abbruzzesi: a Cassino ha realizzato decine e decine di palazzi e altre opere, tra cui il teatro Manzoni dove già ci piove dentro. Murolo ha chiuso i battenti, rimangiandosi le pro-

messe fatte ai tifosi e alla città, e per le sue manìe di grandezza, indebitando la società di almeno 1,5 milioni di euro. Ha cambiato 4 squadre in un anno, manco Berlusconi lo ha mai fatto, per non dare 200 mila euro a Peppe Tedesco suo ex socio, se ne è pappate almeno il doppio in avvocati, perizie, e altre cose del genere. Come dicevamo, la città ha adeguatamente ricompensato negli anni la famiglia Murolo di Castel di Sangro, concedendo varianti al Prg, permessi, licenze e tanto, tanto altro da farli arricchire. Ora Clodomiro si svincola, gli imprenditori non lo aiutano. E perchè dovrebbero farlo? Per mantenere il salotto del Salveti la domenica con tanto di ragazze coccodè? Il secondo attore è Bruno Scittarelli. Non sai mai quando scherza o quando è serio, almeno quando si parla di calcio. Conoscendolo, siamo

certi che le promesse a Murolo le ha fatte eccome, a partire dalla famosa cittadella dello sport, e poi incontri veri e presunti con gli imprenditori, telefonate ed altro. In realtà a Scittarelli del calcio non gliene frega assolutamente nulla. E' legittimo. Ma almeno non prendesse per i fondelli l'opinione pubblica. I tifosi. Quelli visti sabato scorso sono quattro gatti: un manipolo di ragazzini, a cui vanno aggiunti una decina di perdigiorno appesantiti dal quotidiano fancazzismo. Anche tra i tifosi qualche conto non torna: protestano in cento, e poi gli abbonamenti al Cassino sono una ventina. Segno che anche gli ultras hanno un concetto tutto personale di idea e azione. La città comunque non ha risposto al loro appello, i problemi sono tanti, in fondo Murolo sta bene, Scittarelli come tutti i politici sta ancora meglio, e poi, diciamoci la verità, i cassinati sono stufi di farsi prendere in giro. Da tutti, Murolo e Scittarelli compresi.

Strade di campagna, intervento di Danella PONTECORVO - Strade periferiche in condizioni precarie. facendosi portavoce delle sollecitazioni dei cittadini il cosnigliere comunale, Patrizia danella, ha inviato una nota al sindaco in cui chiede interventi imme-

diati. “Dopo aver già comunicato di recente lo stato precario di un´altra strada in località Melfi - si legge nell’interrogazione - Contrada Noci Giunte, lo stato di degrado in cui versa la strada situata sul lato sinistro rispetto alla provinciale che collega Pontecorvo a Roccasecca e che costeggia l´ex scuola in località Melfi Inferno. A seguito di numerose segnalazioni di cittadini, la scrivente si è recata sul posto ed ha potuto osser-

vare lo stato di degrado del manto stradale su cui di recente si rilevano erbe di ogni genere al centro della strada stessa che in più punti presenta buche anche di grandi dimensioni. È evidente l´assenza di manutenzione. Inoltre la zona è bagnata da un rigagnolo semistagnante che scorre più in basso rispetto alla menzionata strada, e che è pressoché sommerso da vegetazione spontanea lasciata libera di crescere, a discapito della salubrità dei luoghi, protetta da

instabili e arrugginite transenne apposte lì, pare, da molti anni. Per i motivi di cui sopra, lo scrivente Consigliere chiede il rifacimento dei tratti di strada deteriorati o, nel caso non sia possibile, di procedere all´eliminazione della pericolosità delle buche con interveti immediati in attesa dei lavori necessari. Si chiede inoltre la bonifica del menzionato rigagnolo e dei luoghi circostanti, oltre alla messa a norma delle transenne arrugginite di cui sopra”.

Molestie on line: la Cassazione ribalta sentenza di Cassino CASSINO - Le e-mail offensive non sono molestie perché la legge non prevede il fatto come reato: questo ha deciso la Corte di Cassazione, con la sentenza 24510. Le associazioni anti stalking rimangono sconcertate dalla decisione. La Cassazione continua a stupire con una sentenza emblematica che sostanzial-

mente dice che se le molestie arrivano via e-mail non c'è reato. La Corte di Cassazione ha ribaltato a sorpresa una sentenza del Tribunale di Cassino che condannava un uomo di 41 anni di Cassino (Frosinone) al pagamento di una multa di 200 euro per aver spedito ad una ragazza una e-mail che conteneva

S. Giovanni Incarico, al via l’estate 2010 SAN GIOVANNI INCARICO - Intrattenimento, Spettacolo, Sport e Cultura, i quattro ingredienti che renderanno l’ Estate Sangiovannese 2010 indimenticabile.Tanti saranno, infatti, gli appuntamenti durante i mesi estivi,tutti sotto il patrocinio della Regione Lazio, dalla Provincia di Frosinone e dell’Unione di Comuni “AnticaTerra di Lavoro”. Le manifestazioni partiranno il 17 luglio con lo spettacolo di danza della Fashion Dance di Antonio Fraccola.

"apprezzamenti gravemente lesivi della dignità e dell'integrità personale e professionale" del convivente dela destinataria. Spiega la Cassazione: "L'invio di un messaggio di posta elettronica, come una lettera spedita tramite il servizio postale, non comporta, a differenza della telefonata, nessuna immediata

interazione tra il mittente e il destinatario, né intrusione diretta del primo nella sfera delle attività del secondo". La preoccupazione delle associazioni anti stalking è che questa sentenza della Cassazione faccia venire in mente ai molestatori che essere "web stal-

Tedeschi: Fardelli avanza proposte inaccettabili COLFELICE - “E’ inaccettabile e fuori da ogni rispetto della normativa vigente la proposta avanzata da Cesare Fardelli, presidente della SAF, il quale richiede che il sito di Colfelice sia autorizzato a gestire i rifiuti radioattivi con livello di pericolosità 1 e 2 (i livelli complessivi sono 3)” . Lo dichiara in una nota Anna Maria Tedeschi, consigliere regionale dell’Idv contro il presidente Saf.

ker" sia meno grave che molestare per telefono o di persona. Intanto in Italia il numero di chi molesta e fa "web stalking" aumenta, e i tragici fatti di cronaca recente insegnano che è meglio non sottovalutare il problema.

7 ANNO I - N° 106 mArtedì 06 luglIO 2010


Magliocchetti: bilancio comunale virtuale

Straziante addio a Valentina e Laura

FROSINONE- Una disamina attenta e puntuale del bilancio di previsione del 2010 attraverso la quale il consigliere comunale di minoranza, Danilo Magliocchetti, aattacca duramente l’Amministrazione Marini. Secondo l’esponente del Pdl il documento contabile varato dalla Giunta comunale di Frosinone sarebbe virtuale e per nulla rispondente alla realtà. PAG.11

FROSINONE -Un funerale straziante quello che è stato celebrato ieri pomeriggio nella Chiesa del Sacro Cuore a Frosinone per dare l’ultimo saluto a Valentina e Laura le due giovanissime ragazze decedute all’alba di sabato a seguito di un incidente avvenuto nel territorio comunale di San Pietro Infine, in provincia di Caserta. Moltissimi i messaggi lasciati dagli amici di Facebook. PAG. 11

ANNO I - N° 106 MARTEDì 06 LUGLIO 2010 DISTRIbUzIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO ALLA PROTEZIONE CIVILE

Per l’attenzione con cui in questi giorni sta monitorando il caldo torrido che si sta abbattendo sulla provincia di Frosinone. Nel Comune capoluogo che, peraltro, risulta tra le 13 città italiane più calde, la Protezione civile ha installato delle particolare apparecchiature che permettono di monitorare l’afa ed i picchi di umidità, che poi sono quelli che rendono il caldo davvero insopportabile, nei diversi momenti della giornata. Oltre a ciò vengono individuate anche le zone dove sembra che il sole picchi di più. Di qui gli appelli ad anziani e bambini a non uscire durante le ore più calde della giornate e a bere molti liquidi oltre al fatto di mangiare frutta e verdura.

IL TAPIRO DEL GIORNO A STEFANO GIZZI

Vada pure per la polemica che, quand’anche appare pretestuosa, rientra nel gioco delle parti, ma quando la stessa assume connotazioni strumentali, allora davvero bisogna avere il buon senso di fare un passo indietro e capire che momento e oggetto del contendere sono sbagliati. L’idea del sindaco di Ceccano di istituire un’isola pedonale nel centro storico del paese, soprattutto per migliorare la qualità della vita dei residenti, è divenuta motivo di aspro scontro tra il primo cittadino, appunto, ed il rappresentante della minoranza, Stefano Gizzi. Va detto che nelle intenzioni del sindaco l’idea dell’isola pedonale si inserisce non solo nel tentativo di migliorare la qualità della vita dei residenti, ma anche in quello di rendere Ceccano a portata di tutti, soprattutto nelle serate estive.

SI BOCCHEGGIA

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


Frosinone Approda in Ciociaria il monitoraggio dei laghi. Sotto la lente di Legambiente quello di Posta Fibreno

Goletta verde fa tappa a Frosinone FROSINONE - Fa tappa oggi a Frosinone la quinta edizione della “Goletta dei Laghi” di Legambiente, la campagna di monitoraggio scientifico e informazione per la tutela degli ecosistemi lacustri realizzata anche grazie al contributo del Coou (Consorzio Obbligatorio Oli Usati) e per le tappe del Lazio dalla Provincia di Roma-Assessorato alle Politiche del Territorio e alla Tutela Ambientale. La Goletta si fermerà nella nostra regione sino adomani, dopo le tante iniziative realizzate tra Albano, Nemi, Bracciano, Bolsena e Turano. Molte le attività in programma, tra banchetti informativi, visite guidate, passeggiate, regate, incontri e degustazioni per sensibilizzare sulle specificità e criticità di ogni singola situazione (anche con l'assegnazione delle poco ambite bandiere nere ai nemici dell'ambiente). Nel frattempo, i tecnici del laboratorio mobile condurranno l'attività di prelievo, i cui risultati saranno presentati proprio nell’ultimo giorno di permanenza nel corso di una conferenza stampa che si terrà nella sede di Legambiente Lazio (viale Regina Margherita, 157). L'appuntamento della giornata odierna a Frosinone è, alle 16, presso la sala consiliare (viale Mazzini), dove si terrà un convegno sul tema: “Acqua bene comune, dalla carenza idrica al Referendum”.

All’incontro presso la sala consiliare parteciperanno Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio; Michele Marini, Sindaco di Frosinone; Francesco Raffa, assessore all'Ambiente del Comune di Frosinone; Viviana Valentini, portavoce Goletta dei Laghi e Severo Lutrario, referente provincia di Frosinone per la Campagna referendaria Acqua pubblica. Con l'occasione sarà fatto il punto anche sulle criticità che interessano i bacini lacustri del frusinate e in particolare la Riserva naturale del lago di Posta Fibreno. “I laghi - si legge in un comunicato diramato da Legmabiente per annunciare l’arrivo di Goletta verde nel cOmune capoluogo della Ciociaria - sono luoghi di straordinaria importanza naturalistica, storica e culturale attorno ai quali si condensano valori e memorie condivise da intere comunità. L'obiettivo di Legambiente è quello di difendere questo patrimonio di inestimabile valore: occhi puntati quindi su depuratori mal funzionanti, scarichi abusivi, inquinamento, cementificazioni selvagge, consumo del suolo e cattiva gestione delle coste che minacciano la salute degli ecosistemi lacustri. Ma ogni tappa sarà anche un’occasione per ribadire un deciso No sia al ritorno del nucleare che alla privatizzazione dell'acqua, oltre che per sostenere e promuovere

“Sicurezza in moto” snobbata dalle istituzioni FROSINONE - L'”Asd Fast Riders” di Fabio Perciballi e l'Automobile Club Frosinone tracciano un bilancio della prima manifestazione congiunta “Sicurezza in moto”. I risultati sono stati discreti anche se

dagli organizzatori arriva un appello rivolto alle istituzioni locali ad essere più presenti e de cise nel supporto di iniziative volte alla salvaguardia delle vite umane (soprattutto giovani) e un appello alle

i buoni esempi di gestione delle coste e il turismo sostenibile, segnalando le località più virtuose che sono state inserite nella Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano”. Va dteto che Legamebinte è molto sensibvile nei confronti delle problematiche ambientali della provincia di Frosinone d a tempo sat portando avanti tutta una serie di iniziative tese proprio al miglioramento della qualità della vita dei cittadini e della tutela dell’ambiente circostante. Adesso, infatti, tramite il monitoraggio di Goletta verde sarà possibile verificare lo stato delle acque del lago di Posta Fibreno che rappresenta una delle risorse e delle riserve più belle ed affascinanti della nostra provincia. Ma attualmente Legambiente è impegnata anche su un altro fronte, quello relativo all’inquinamento della valle del sacco che anni fa fece una strage degli allevamenti e delle colture locali. Proprio nei giorni scorsi si è aperto il processo contor i presunti colpevoli di quell’inquinamento e Legambiente si è costituita parte civile. la richiesta inoltrata dall’associazione ambientalista non si riferisce soltanto al risarcimento dei danni a favore di allevatori e coltivatori, ma anche di un impegno serio da parte di chi eventualmente verrà ritenuto colpevole, di bonificare l’intera area.

nuove generazioni ad essere più disponibili agli imput che arrivano da istituzioni, associazioni e strutture che tentano di insegnare la cultura della vita e del rispetto delle regole per il bene di tutti. Nonostante la mancanza di supporto delle istituzioni locali che all'ultimo minuto hanno fatto mancare il proprio aiuto, e nonostante il clima infausto che prima con l'afa e poi con una burrasca improvvisa ha segnato il weekend, la manifestazione presso il Fornaci Village di Frosinone ha comunque portato a casa alcuni risul-

tati. Sono stati effettuati corsi teorici e pratici per ragazzi dai 14 anni in su di sicurezza in moto e tenuti dalla Pilota di Superbike "Lety 5" (Letizia Marchetti, unica donna a concorrere - e con ottimi risultati- al campionato nazionale Superbike contro colleghi uomini). L'ACI era presente con lo stand del Centro Guida Sicura ACI SARA, con tanto di istruttore e simulatore di guida su moto.Un ringraziamento di cuore da parte degli organizzatori agli sponsor, senza i quali nulla di tutto ciò sarebbe stato possibile.


Frosinone Le salme della diciottenne e della ventenne di Frosinone sono giunte nel primo pomeriggio di ieri dall’obitorio di Venafro. Gremita dentro e fuori la Chiesa del S. Cuore per le esequie

L’addio straziante a Laura eValentina le ragazze decedute per un incidente FROSINONE - Si sono svolti ieri pomeriggio presso la Chiesa Sacro Cuore di Frosinone i funerali di Laura Tamburrini e Valentina Mattacola, le due ragazze di Frosinone di 20 e 18 anni decedute sul colpo a seguito di un incidente stradale avvenuto alle prime luci dell’alba di ieri lungo la strada statale che collega San Pietro Infine (Caserta) a Venafro (Insernia), poco dopo la galleria Nunziata Lunga. Rientravano da una serata trascorsa presso la discoteca “Crazy Life” di Venafro, dove erano solite andare, quando la loro auto, una Peugeot 206, è andata a schiantarsi contro un pino, in un tratto già tragico per molti giovani . All’interno della vettura erano presenti anche altre due ragazze di Frosinone ed Isola del Liri, A.G. di 15 anni e V.S. di 19 che sono state trasportate presso l’ospedale Santissimo Rosario di Venafro (la 15enne) ed al Santa Scolastica di Cassino (la 19enne) ma successivamente trasferita presso un nosocomio romano. Le condizioni delle due ragazze sono gravi e la loro prognosi è riservata. La minorenne è stata sottoposta anche ad un delicato intervento chirurgico. I corpi di Laura Tamburrini e Valentina Mattacola, che vivevano nella parte bassa del capoluogo ciociaro (in via Landolfi e

Corso Francia) sono partite nel primo pomeriggio di ieri dalla camera mortuaria dell’ospedale “Veneziale” di Isernia per giungere nel capoluogo ciociaro dove i loro amici le attendevano. Alcuni di loro hanno dedicato alle due ragazze un gruppo all’interno del social network Facebook (nella foto l'immagine che hanno voluto "regalare" alle due ragazze) in cui si leggono messaggi di cordoglio e di affetto. “...Due angeli volati via questa mattina dopo una delle loro serate – si legge nella presentazione del gruppo, fondato dagli amici più cari - ...due persone UNIKE...due ragazze con tanta voglia di vivere,di divertirsi sempre con il sorriso sulle labbra...sempre disposte a sacrificarsi per gli amici... "Dove andiamo ci facciamo riconoscere" questo era il NOSTRO motto...ve lo ricordate?noi non lo scorderemo MAI... Non riusciremo mai a renderci conto veramente di quello ke è successo...cosi all'improvviso...senza neanke darci l'ultimo saluto...o almeno l'ultimo abbraccio...l'ultimo bacio AMIKE NOSTRE. Dovevamo andare a ballare insieme ieri sera,ma poi non si è fatto più niente.. avevamo deciso di andare sabato prossimo... E ora?!?!Il destino ci ha divise... E con chi andremo l'anno prossimo a Ibiza?! Come faremo

Teatro comunale, Mastrangeli: “Un’altra promessa al vento” FROSINONE - “!I lavori per realizzare il nuovo teatro comunale di Frosinone sono stati aggiudicati oramai da diversi mesi e ad oggi non si vede l’inizio”. Esordisce così il consigliere di minoranza del Pdl, Riccardo Mastrangeli, accusando l’Amministrazione Marini di aver avviato un’altra incompiuta. “Ad inizio del nuovo anno - continua Mastrangeli annunci e promesse (guarda caso non mancano mai) assicuravano che da lì a poco sarebbe stato avviato il cantiere. Oramai siamo arrivati a luglio ma nessuna

traccia di cantiere si può scorgere in prossimità del Casaleno. Nell’ultimo consiglio comunale il Sindaco Michele Marini ha promesso che, ad agosto, aprirà il cantiere. Siamo di fronte all’ennesima promessa da marinaio? Sperando che non sia così ed augurandoci che i lavori, una volta iniziati, vengano portati a termine nei tempi prestabiliti, la domanda a cui mai nessuno ha risposto in maniera completa e rassicurante è la seguente: siamo sicuri che il primo lotto definito funzionale sia effettivamente tale? Non vorremmo insomma trovarci da qui ad un anno all’inaugurazione di una scatola vuota, cioè inutilizzabile. Il secondo lotto che fine ha fatto? E il terzo previ-

senza di voi?!Senza le canzoni cantate a sguarciagola?!?!Senza la carbonara delle 3 di notte?!? Senza il vostro luminoso sorriso e le interminabili chiacchierate?! Non riusciremo mai a rispondere a queste domande senza di voi... Sappiamo solamente che avete lasciato un vuoto incolmabile dentro di noi... Ora le parole non bastano più..il nostro dolore è troppo grande per spiegarlo così... Ci mancherete tanto...- concludono.” E ieri pomeriggio la Chiesa del Sacro Cuore era gremita di giovanissimi ancora increduli per quanto accaduto. Va anche detto che domenica scorsa in Corso Francia, i festeggiamenti in onore di Santa Maria Goretti sono stati sospesi in segno di rispetto verso le famiglie delle due giovani vittime della strada. La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio delle forze dell’ordine. Ad allertare i sanitari del 118 sono stati alcuni ragazzi di Venafro che si trovavano a transitare lungo la strada assistendo al tragico evento. Sul posto anche i Vigili del Fuoco e gli agenti della Polizia Stradale per i rilievi del caso. Le cause del tragico schianto sono ancora da accertare ma al momento è da escludersi l’abuso di alcool.

sto per completare l’opera? Perché non si è proceduto con la progettazione e l’aggiudicazione degli altri due lotti? Forse mancano le risorse economiche? Non vorremmo trovarci di fronte ad una sorta di riedizione dello Stadio Casaleno, dove lo stadio di fatto non è mai entrato realmente in funzione. Tornando sui tempi persi in tutti questi mesi, val la pena ricordare che lo slittamento in avanti dell’inaugurazione del cantiere comporterà di conseguenza anche ritardi nel riprogrammare una stagione lirica e teatrale degna di questo nome. Oramai da anni il teatro è scomparso dal capoluogo. E’ evidente che oramai sarà così anche l’anno prossimo. Una fetta importante di cultura è stata spazzata via per incapacità amministrative e così gli amanti del genere teatrale sono costretti nella stagione invernale a lunghi andirivieni con la Capitale”.

Magliocchetti: il bilancio comunale è virtuale FROSINONE - "Che il bilancio 2010 e le relative previsioni di entrata fossero solo virtuali lo avevo evidenziato qualche giorno fa, ora dopo aver letto anche la relazione da parte dell’Organo di revisione, prendo atto che non sono il solo a sostenerlo". Così in un comunicato il Consigliere Comunale del PdL di Frosinone, Danilo Magliocchetti. "Infatti - prosegue -, nel documento di bilancio che verrà discusso in aula consiliare prossimamente, su due grandi cespiti di entrata, ovverosia il recupero tributario e gli oneri di urbanizzazione, c’è confusione totale con previsioni di entrate, dallo stesso Collegio dei revisori, definite ottimistiche. Ma veniamo al dettaglio. Sul recupero tributario l’Amministrazione comunale, a fronte di una previsione di entrata nel 2009 di 400.000 euro ha effettivamente incassato zero. Si avete capito bene zero euro.In virtù di questo incasso assolutamente rilevante, nella previsione per il 2010 ci si avventura addirittura a stimare 700.000 euro di recupero

tributario. Il Collegio a tal fine, coerentemente dico io, rileva che “la previsione risulta eccessivamente generica e probabilmente ottimistica, in confronto alle risultanze del 2009 (zero incassi) ed invita l’ente a porre in essere ogni e qualsiasi attività di recupero tributario e a monitorare gli effettivi accertamenti di recupero operando tempestive e congrue variazioni in diminuzione”. Ma vi è di più. Sempre nella relazione dell’Organo di revisione, proprio nella parte dedicata ai proventi degli oneri concessori, questo mistero buffo dell’Amministrazione cittadina, si evidenzia tutta l’approssimazione nella gestione di questa importantissima fonte, a questo punto potenziale, di entrata per l’Ente di Viale Mazzini. Il Collegio, infatti, di fronte a una previsione di incasso di 4.000.000 di euro, ha chiesto chiarimenti agli uffici preposti e la risposta è stata così definita dai Revisori “appare evidente la consueta genericità delle affermazioni riportate, non sussiste alcun dettaglio nu-

merico e nessuna elencazione dalle quali possa essere evinto l’importo indicato e inserito in bilancio, esiste una evidente confusione tra cassa e competenza e tra accertamenti e incassi, la previsione appare incongrua eccessiva e in definitiva con condivisibile”. Per queste considerazioni il Collegio, nelle conclusioni, evidenzia come le previsioni concernenti gli oneri concessori non possano essere considerate attendibili con profili di certezza ed obbiettività ed invita l’ente, per riequilibrare il tutto, a variare il piano di alienazione e valorizzazione del patrimonio. In parole povere i Revisori dicono all’Amministrazione: le entrare previste degli oneri di urbanizzazione, visto come le avete gestite in passato, sono solo virtuali, provate a vendere i beni del comune per provare a incassare qualche cosa di concreto. Ecco in questo modo viene gestito il bilancio di previsione 2010 del Comune di Frosinone e qualcuno avrà anche la sfacciataggine di chiederci di votarlo".

Afa, Frosinone figura tra le 13 città più calde

Centro assistenziale Opera consegnata

FROSINONE - Frosinone figura tra le 13 città italiane verso cui già a partire da ieri le temperature si alzeranno notevolmente tanto da indurre la Protezione Civile a segnalare lo stato di allerta. Un allerta a livello 2 in cui si prevede una temperatura di 35 gradi, insieme a Firenze. Migliore la situazione a Genova e Rieti con 34 gradi mentre a Verona i gradi saranno ben 36.

FROSINONE - “Sabato mattina è stata consegnata l’opera, il 15 luglio entrerà in funzione – ha esordito il Sindaco Michele Marini – Quello del recupero dell’ex inceneritore comunale è stato un lavoro encomiabile realizzato da questa Amministrazione.La spesa è stata di circa 500.000 euro,divisa a metà tra Comune di Frosinone e Regione Lazio. Il sito di via Armando Fabi, dismesso da anni, è stato riconvertito in una struttura destinata a Centro Servizi Socio Assistenziali”.

11 ANNO I - N° 106 mArtedì 06 luglIO 2010


frusinate Consiglio comunale “fiume” a Paliano L’assise dovrà esaminare sette punti PALIANO - Si terrà venerdì 9 luglio, alle ore 18.00, in seduta ordinaria, si terrà in prima convocazione presso la nuova Sala Consiliare in Piazza Sandro Pertini, la riunione del Consiglio Comunale per discutere il seguente ordine del giorno: lettura ed approvazione verbali seduta precedente; Ratifica Deliberazione di Giunta municipale numero 110 del 17/06/2010 avente per oggetto “Variazione di Bilan-

cio annuale e pluriennale”; Regolamento per la concessione di contributi ad Enti, Associazioni e comitati permanenti operanti nel campo culturale, turistico, sportivo ricreativo e del tempo libero – Esame ed approvazione; Legge Regionale 11 Agosto 2009 n. 21 “Misure straordinarie per il settore edilizio ed interventi per l’edilizia residenziale sociale” – Determinazioni.; Società di trasformazione urbana Svi-

luppo Selva” S.p.a. – Aumento di Capitale; Commissione edilizia comunale – Modifica ed integrazione composizione; ) A d e s i o n e Campagna Mondiale per l’attribuzione del Premio Nobel per la Pace 2011 alle Donne Africane; Scioglimento convenzione di segreteria tra il Comune di Paliano ed il Comune di Serrone; Convenzione di Segreteria tra il Comune di Paliano e il Comune di Acuto. – Esame ed approva-

breve partiranno gli interventi. I cittadini sono preoccupati per la presenza di ratti e zanzare ma sono pure preoccupati per gli interventi da attuare nel centro della città. Tale preoccupazione fa ogni anno puntualmente in piena estate intervenire l'amministrazione comunale. Ritorna così il problema dei mosche, ratti, pulci e zanzare che viene affrontato sempre allo stesso modo e in ritardo. Lotta alle zanzare che si potrebbe trasformare in una pratica negativa e non positiva per la salute dei cittadini alla lungo andare. L'immissione poi nell'aria di molecole che combattono pulci e zanzare ma che distruggono gli insetti utili che si cibano in grande quantità di zanzare come i pipistrelli. Interventi con principi attivi che in-

Disinfestazione: a Veroli i cittadini si preoccupano VEROLI - Una lettera a parte al sindaco di Veroli con la quale Domenico La Posta, ambientalista candidato alle ultime elezioni comunali di Veroli, del 2009, esprime le proprie perplessità e quelle dei cittadini di Veroli in merito agli imminenti interventi di derattizzazione e disinfestazione che dovrebbero riguardare il centro storico della cittadina. “L'Assessore all'Ambiente del Comune di Veroli scrive La Posta in una nosta stampa - fa sapere che ci sarà a breve una disinfestazione del centro storico della città. E' stata già prodotta una determina e a

Raccolta differenziata, a Patrica il servizio non convince tutti PATRICA - “Il servizio di raccolta differenziata, presentato come fiore all’occhiello dell’amministrazione Belli, si sta rivelando l’ennesimo flop – dichiara il gruppo consiliare di Patrica Rinasce- infatti, sta ricevendo in questi giorni continui reclami da parte dei cittadini. In particolare le lamentele riguardano la carenza di buste, consegnate dal comune nei mesi scorsi e necessarie per differenziare le diverse tipologie di rifiuti”. Non si placano le polemiche sul servizio di raccolta differenziata dei rifiuti inaugurato da qualche tempo nel Comune di patrica. I cittadini, infatti, sembrano non trovare grossi miglioramenti da un servizio che presenterebbe lacune e per questa ragione il gruppo consiliare “Patrica Rinasce” lancia strali a Belli & co. “In alcune famiglie - continua la nota diramata dalle minoranze - le buste sono già terminate e, a seguito di richieste, diversi cittadini sarebbero stati invitati a comperarle a proprie spese, vista l’indisponibilità del comune a fornirne di nuove. Altre gravi carenze riguardano gli orari di raccolta, spesso variabili nel corso della

12 ANNO I - N° 106 mArtedì 06 luglIO 2010

zione. Una seduta fiume, pertanto, quella prevista per il Consiglio comunale di venerdì prosismo a paliano anche se, con molta probabilità, gran parte della diuscussione verterà sull’approvazione del bilancio di previsione 2010. Un argomento molto atteso soprattutto da parte ci cittadini i quali sperano che nel nuovo documento contabile l’Amministrazione comunale non prevederà un aumento delle tasse.

settimana, e la discontinuità del servizio che a volte resta fermo per due o più giorni consecutivi, con sacchetti riversati nelle strade da cani e gatti randagi e conseguenze facilmente immaginabili dovute al gran caldo estivo. Alcuni residenti hanno poi manifestato le proprie perplessità riguardo alle modalità con cui vengono separati i rifiuti, considerato che al momento della raccolta vengono trasportati sullo stesso mezzo i sacchetti di diverse tipologie. In tal senso chiediamo maggiori rassicurazioni al comune, affinché faccia le opportune verifiche e chiarisca al più presto. Patrica Rinasce continua a sostenere, inoltre, che sarebbe opportuno prevedere il ritiro dell’indifferenziato almeno due o tre volte a settimana soprattutto nei primi mesi in cui le famiglie devono abituarsi al nuovo sistema di raccolta. Per garantire un servizio davvero funzionante è necessario lo sforzo congiunto da parte di tutti, ma il buon esempio dovrebbe giungere proprio dall’amministrazione comunale, iniziando con il rispetto degli orari di raccolta e la fornitura adeguata di sacchetti per famiglia”.

Sull’isola pedonale si infiamma lo scontro CECCANO - Continua,lo scontro tra il primo cittadino Antonio Ciotoli e il consigliere di minoranza Stefano Gizzi. Da una parte, la scelta compiuta dal sindaco Ciotoli di emettere un'ordinanza per cercare di migliorare la qualità della vita degli abitanti della zona alta della città, è arrivata dopo poche ore da un altro intervento del primo cittadino stesso che aveva respinto le accuse venute proprio da Gizzi. Quest'ultimo, infatti, aveva definito la situazione del centro cittadino al limite,descrivendo piazza XXV luglio comeTerra di nessuno.

vece di migliorare peggiorano la situazione e con le zanzare e le pulci che potrebbero diventare resistenti ai prodotti immessi nell'aria. Fare solo interventi in piena estate senza una seria politica d'informazione, tutto l'anno, verso i cittadini potrebbe vanificare l'operato, disinfestazioni che potrebbero portare invece probabili conseguenze dopo moltissimi anni sulla salute soprattutto dei bambini. Quello che potrebbe fare invece l'Amministrazione comunale oltre ad informare tutto l'anno è di fare una ordinanza che vieti di abbandonare rifiuti che fanno aumentare la presenza di ratti e di invitare di coprire recipienti che permettono l'accumulo di acqua come ad esempio i sottovasi, di mettere a dimora fiori che allontanano gli insetti dannosi, di svuotare di continuo i sottovasi e di installare cassette nei giardini che attirano pipistrelli. In conclusione per combattere le zanzare non basta la sola lotta chimica che fa spendere un po' di soldi e non risolve il problema”.

Ad Alatri rivive l’antico rito della trebbiatura ALATRI - E’ giunta alla nona edizione la rievocazione del rito della trebbiatura. dSi tratta di una manifestazione molto seguita che riscopre e rievoca le tradizioni di una volta, dei campi e delle coltivazioni tra gioia, divertimento, sudore, fatica. La Festa della trebbiatura anche quest'anno si terrà - dal 7 al 18 luglio prossimi - nella località di Santo Stefano, un angolo di tranquillità e pace in contrada Pignano, al confine tra Alatri e Veroli, nel cuore della Ciociaria. Una festa che è, a suo modo, un inno al passato, spesso accantonato o addirittura dimenticato, ma che rappresenta la base della nostra identità. La trebbiatura era infatti un vero e proprio rito che coinvolgeva nelle diverse mansioni un gran numero di persone: anche i bambini partecipavano attivamente al lavoro preparando il fil di ferro per la legatura delle balle di paglia durante la pressatura. I giorni della trebbiatura erano allora caratterizzati dal lavoro intenso che iniziava al mattino per terminare la sera, ma c'era anche lo spazio per molta allegria: durante il lavoro veniva consumato del vino, sia per lenire il fastidio della polvere che per vincere il caldo. Le attività venivano svolte con l'ausilio di mac-

chine, oggi considerate veri e propri mezzi d'epoca: trebbiatrici risalenti agli anni '40 e '50, messe in funzione da mani esperte, per dare la dimostrazione di un lavoro rimasto in voga fino agli anni '70. Uomini, donne e bambini, molti in costume ciociaro, entusiasmeranno il pubblico, coinvolgendolo nelle stesse operazioni di mietitura e trebbiatura, arrivando poi a gustare il pane appena sfornato, fatto con il grano raccolto. Il caldo dell'estate ricrea poi l'atmosfera giusta per la rievocazione di un'antica tradizione che vede partecipi giovani e meno giovani. Il programma delle giornate prevede anche, oltre al lavoro, giochi e spettacoli musicali. La manifestazione avrà inizio con la mietitura a mano con strumenti e macchine d'epoca e costumi tradizionali. Seguirà la trebbiatura sempre con varie macchine d'epoca. Nelle serate di festa si potranno degustare piatti tradizionali in un'atmosfera di allegria con balli e canti sull'aia. Non è quindi sbagliato affermare che la «Festa della trebbiatura» esalti l'estate, ruotando attorno ad un momento che, un tempo, era un motivo di aggregazione. Un evento davvero interessante per chi è appassionato di tradizioni.

Provoca incidente e fugge via SORA - A Sora, nella notte tra sabato e domenica, i carabinieri del nucleo operativo radiomobile della locale Compagnia, nel corso di un servizio appositamente predisposto per il controllo del territorio, hanno tratto in arresto un cinquantottenne di Sora, perché a seguito di sinistro stradale, ha causato lesioni guaribili in cinque giorni a due ragazze del luogo,non prestando soccorso alle giovani e fuggendo via dal luogo dell'incidente.


Meteo

ORARI TRENI

CASSINO

MATTINA

CASSINO ROMA

POMERIGGIO SERA NOTTE SORA

FROSINONE

MATTINA

MATTINA

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

La ricetta

Lumaconi alla parmigiana Cominciate l'esecuzione dei lumaconi alla parmigiana con la realizzazione del sugo. Tritate l'aglio e tagliate le olive a rondelle. Fateli soffriggere in una casseruola dove avrete fatto scaldare i quattro cucchiai di olio d'oliva. Dopodiché aggiungete la polpa di pomodori. Lasciate cuocere il sugo, mescolandolo di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Intanto preparate le melanzane, tagliatele a rondelle spesse circa due cm e poi tagliatele a cubetti: friggetele in una padella. Una volta che i cubetti si saranno dorati scolateli dall'olio e metteteli ad asciugare su un piatto ricoperto di carta assorbente. Intanto tagliate a cubetti anche la mozzarella e mettete a cuocere i lumaconi in acqua bollente precedentemente salata. Scolate la pasta molto al dente, mettetela in una ciotola e conditela con metà del sugo. Cospargete il fondo della teglia con dell'olio e disponete uno strato di lumaconi, continuate cospargendo con metà delle melanzane. Continuate con i cubetti di mozzarella e con le foglie di basilico spezzate a metà con le dita terminate con una spolverata di parmigiano grattugiato.Proseguite con un altro strato di lumaconi a cui aggiungerete tutti gli altri ingredienti e terminate con il sugo. Infornate per 35-40 minuti a 160 gradi. Sfornate i lumaconi alla parmigiana e servite immediatamente.

Tempi preparazione: ---> 20 min Cottura: ------> 35 min N.persone: ----------> 4 Difficoltà: ----> bassa

Ingredienti: Lumaconi (500 gr); Burro (1 noce); Olio d’oliva (3-4 cucchiai); Mozzarella di bufala (400 gr); Melanzane (2 medie); Parmigiano Reggiano (120 gr); Basilico (20 foglie); Sale (q.b.).

Numeri utili EMERGENZA 112 113 115 118 1515 800116

CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE SANITA’

0776 39291 0776 311123 0776 21058 0776 3941 0776 301222 0776 24422

OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA NUMERI UTILI

COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

0776 2981 0776 311529 0776 2991 0776 32091 0776 3081 888088

ORARI MESSE

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

CASSINO NAPOLI

ROMA CASSINO 5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

NAPOLI CASSINO 4.20 5.18 5.51 6.08 6.16 7.50 11.35 12.14 12.20 14.50 15.49 16.50 18.45 19.50

ABBAZIA DI MONTECASSINO ORE 9.00 10.30 12.00

6.30 7.10 7.46 8.11 8.11 9.48 13.25 14.31 14.31 16.55 17.50 18.50 20.13 21.50

S.GERMANO (CHIESA MADRE)

ORE 8.30 11.00 19.00

S. PIETRO ORE 7.30 10.00 11.30 18.00

S.ANTONIO ORE 9.30 12.00 19.00

SAN GIOVANNI ORE 7.30 11.00 19.00

AUTObUS CASSINO - FROSINONE 6.30 7.00 8.15 11.25 14.10 CASSINO - SORA 6.15 8.30 14.10 16.20 17.05 19.01 22.15 CASSINO - GAETA 4.56 6.00 7.01 8.00 8.21 9.16 11.16 12.41 13.10 14.15 15.31 16.31 17.46 19.36 CASSINO - ROMA 6.00 8.30

SAN BARTOLOMEO

APPUNTAMENTI Cassino

ORE 8.30 11.00 18.00

18/23/24 luglio

Ad allietare le calde serate estive, tornano anche quest’anno a Cassino, nel magnifico Teatro Romano, tre importanti appuntamenti con il divertimento e la cultura inseriti nella variegata rassegna di CASSINO ARTE 2010. La rinnovata scelta di spettacoli d’indiscutibile qualità consolida il progetto di sensibilizzazione sul territorio avviato nella scorsa edizione che tende unicamente ad aumentare la visibilità della Rassegna valorizzandola. Selezionati per offrire alla cittadinanza un momento di svago ma anche di piacevole intrattenimento, gli spettacoli teatrali curati da Mara Fux, abbracciando dalla commedia moderna, al recital, alla drammaturgia contemporanea, confermano l’intento di valorizzazione e promozione di un sito classico attraverso l’allestimento di eventi culturali che soddisfino il gusto di quanti più spettatori possibili. Ancora una volta qualità, originalità e cultura vengono evidenziate nella scelta di una rosa di spettacoli attualmente in circuitazione, presenti in importanti festival e persino meritevoli di attenzione internazionale. A conferma dell’intento di permettere a quante più persone di assistere alle rappresentazioni l’organizzazione ha aggiunto al promesso ribasso dei biglietti d’ingresso fissato per tutti gli spettacoli a € 15,00, uno speciale biglietto a € 9,00 per gli studenti, per gli iscritti alle associazioni culturali teatrali e musicali nonché per gli iscritti al CUT il Centro Universitario Teatrale che sotto la direzione artistica di Giorgio Mennoia da anni opera a favore della promozione dell’attività teatrale. Novità assoluta introdotta per la prima volta nella rassegna è invece il connubio con la Iperclub Vacanze che al termine di ciascuno spettacolo con una semplice estrazione tra i presenti, trasformerà il biglietto d’ingresso in un Buono di Soggiorno Vacanza, da utilizzare con la propria famiglia o con amici.

SAN BASILIO (CAIRA)

ORE 10.00

SAN GIOVANNI (SANT’ANGELO IN TH.)

ORE 8.30 11.00

TURNI FARMACIE SABATO 03 LUGLIO

RICCIUTI

DOMENICA 04 LUGLIO

EUROPA

LUNEDI’ 05 LUGLIO

S.ANNA

MARTEDI’ 06 LUGLIO

EUROPA

MERCOLEDI’ 07 LUGLIO

RICCIUTI

GIOVEDI’ 08 LUGLIO

PRIGIOTTI

VENERDI’ 09 LUGLIO

RICCIUTI

Stasera in tv su Rete 4 (ore 23:15)

Straziami, ma di baci saziami

(commedia - 1968)

Marino Balestrini, barbiere originario di Alatri, si invaghisce di Marisa Di Giovanni, una ragazza conosciuta durante una gita a Roma. Mario si trasferisce a Sacrofante, nelle Marche, il paese di Marisa, e la conquista. Poiché però il padre di lei nega il suo consenso alle nozze, i due decidono di suicidarsi sotto a un treno, ma l'intervento del macchinista sventa il proposito. Morto il padre, niente sembra opporsi alla felicità dei due giovani, ma Adelaide, proprietaria della pensione in cui alloggia Marino, insinua nella mente di lui sospetti sul passato di Marisa. Offesa, la ragazza abbandona il paese per raggiungere Roma. Scoperta la verità, Marino va a Roma dove cerca Marisa inutilmente, finché, rimasto senza lavoro, non decide di gettarsi nel Tevere. La foto del suo salvataggio finisce sui giornali e capita sotto gli occhi di Marisa. La ragazza va a trovarlo in ospedale, ma ormai è troppo tardi: ha sposato con un altro, un sarto sordomuto. Ai due giovani amanti, baciati dalla fortuna grazie al gioco del Lotto non rimane che ordire un piano per sbarazzarsi del terzo incomodo, ma... Regia di Dino Risi, con Nino Manfredi, Ugo Tognazzi, Moira Orfei, Pamela Tiffin, Livio Lorenzon e Pietro Tordi.

A D N AGE o n i s s Ca

13 ANNO I - N° 106 MARTEDì 06 LUGLIO 2010


sport CALCIO SERIE B

Le prime mosse in entrata riguardano l’arrivo del giovane Sansone(ex Pescina) da Siena

Frosinone, un tris di acquisti Da Torino invece presto in Ciociaria il centrocampista Bottone ed il laterale Colombo FROSINONE - Un tris di acquisti apre la stagione di calciomercato canarina per quanto concerne gli affari in entrata. Non si tratta certo di colpi da novanta, forse quelli che si sarebbero aspettati i tifosi canarini più esigenti e critici nei riguardi di una politica societaria improntata sull’austerity che, dopo le partenze di Troianiello e

Basha con destinazione Siena e Bergamo, è corsa subito ai ripari regalando a mister Guido carboni un esterno di centrocampo in forza al Lanciano. Si tratta di Gianluca Sandone, esterno di centrocampo classe 1987, di proprietà del Siena che a sua volta lo prelevò dal Pescina Valle del Giovenco in Seconda Divisione. La passata

Il laterale destro Colombo(sx) con la maglia granata

stagione Sansone ha chiuso la sua esperienza con la Virtus Lanciano metterndo a segno cinque reti nelle ventisette occasioni in cui è stato mandato in campo: arriverà in Ciociaria con la formula della comproprietà il primo acquisto del Frosinone 2010/2011, al quale faranno compagnia altri due rinforzi provenienti da Torino. Rientrati dai rispettivi prestiti (Cluj e Triestina), il centrocampista Davide Bottone (24) e il laterale destro Riccardo Colombo (27), di proprietà del Torino, sono in procinto di approdare al Frosinone. Lo ha confermato il ds granata Gianluca Petrachi nel corso dell'intervista rilasciata a "La Stampa": probabile il passaggio a titolo definitivo per Colombo, possibile la comproprietà per quanto riguarda Bottone. Intanto per le operazioni in uscita il Kapfenberger, società neo promossa in Bundesliga, la serie A austriaca, ha annunciato

Gianluca Sansone l’ingaggio di Elsneg per la prossima stagione. Il comunicato dell’avvenuto trasferimento della punta è apparso nella mattinata di ieri sul sito internet ufficiale del club. Probabile che dietro ci sia la società del Salisburgo che ha deciso di forzare la mano dopo il tira e molla degli ultimi giorni. L’arrivo a Frosinone di Max Hagmayr e Roberto Sistici, i due procu-

ratori di Elsneg, è previsto infatti solo martedì. In quella occasione gli agenti dell’attaccante incontreranno presso la sede del Frosinone in via Marittima il presidente Stirpe e il direttore Ortoli e solo allora verrà concluso l’affare che porterà per un anno in prestito Elsneg al club austriaco, con il rammarico di aver rifiutato lo scorso anno, ben 400mila euro dalla Sampdoria per la metà del cartellino di un giocatore che non si è riusciti a valorizzare dal punto di vista tecnico. Il Frosinone segue da vicino nche Mariano Arini (23), jolly di centrocampo dell'Aversa Normanna, società casertana che milita nel torneo di Seconda Divisione. L'agente del giocatore, da tre stagioni in granata, dive ha accumulato grande esperienza denotando una crescita fisica e mentale da giocatore di categoria superiore, avrebbe gà incontrato la dirigenza canarina per discutere l'affare.

VOLLEY SERIE A2

Globo Sora, una chiamata inattesa per Roberti L’opposto sarà la riserva di lusso di Darraidou: “Ritrovo voglia e motivazioni, non deluderò” SORA - Andiamo alla scoperta di uno dei tanti volti nuovi della Globo, impegnata in una campagna di rafforzamento in cui la società sorana sta recitando la parte della protagonista assoluta. Parleremo oggi di Salvatore Roberti, nato ad Anzio (Rm) il 30 luglio 1983, e cresciuto come opposto nelle giovanili del Velletri assieme a una nidiata di talenti come Gabriele Maruotti e Antonio De Paola. A 18 anni ha fatto il suo esordio in serie B2 tra le fila del Minturno, l’anno seguente e per 2 stagioni consecutive ha schiacciato a Zagarolo dove ha conquistato la promozione in B1. Poi, a seguirsi sono arrivati altri club importanti come Grottazolina-Ascoli Piceno, Ostia e ultimo, non in ordine di importanza, Atripalda. Le sue caratteristiche tecniche Salvatore ce le sintetizza così: “non essendo altissimo, perché misuro 191 cm, sono più bravo sulla palla spinta. Comunque, nonostante l’altezza, sono un buon saltatore”. Roberti aveva già avuto modo di conoscere personalmente Sora nell’anno della storica promozione in serie A2, 2008/2009, da avversario. “Non ho mai gio-

14 ANNO I - N° 106 mARtEdì 06 LugLIO 2010

cato con nessuno dei miei nuovi compagni di squadra; alcuni li ho affrontati da avversari come Capitan Scappaticcio. Mario mi ha sempre impressionato per la sua astuzia di gioco. - prosegue Roberti - È una garanzia e mi lascia sempre sbigottito ogni qual volta osservo la velocità dei suoi palloni. Poi conosco Enrico Libraro, sia per la sua fama e bravura atletica che lo precedono, essere tra i più forti schiacciatori italiani della serie A2 non è poco, sia perché è fratello di Antonio, il mio ormai ex palleggiatore ad Atripalda. Sono convinto che a Sora farò bene perché mi impegnerò con tutto me stesso, ma soprattutto che a 27 anni avrò ancora l’opportunità di crescere e imparare”. Poi Salvatore Alberti parla dei retroscena che lo hanno portato a divenire un giocatore della Globo. “Ho ricevuto una chiamata inaspettata. Dall’altra parte del telefono c’era un gentile signore che si presentava – Ciao! Sono Alberico Vitullo, Direttore Sportivo della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora -. Non ci potevo credere, per la prima volta nella mia vita avevo rice-

vuto una proposta da uno dei migliori club della serie A2. Dopo i primi attimi di grande gioia nella mia testa hanno cominciato ad alternarsi tantissime domande che mi hanno portato a indagare razionalmente sul mio essere atleta. Il dubbio più grande che mi assaliva, quello che determinava in me l’incertezza, era il fatto di non essere più un ragazzino atleticamente parlando e cambiare categoria a 27 anni mi incuteva un po’ di timore. Alberico Vitullo mi ha spronato affinché valutassi bene le mie potenzialità e mi ha fatto capire che lui in queste ci credeva. Così, dopo la grande lezione di vita che ho imparato da questo piccolo ma grande passaggio esperienziale, ho deciso di concedermi un po’ di fiducia e di andare a Sora. Devo ringraziare tantissimo Alberico Vitullo perché ha creduto in me più di quanto lo avessi mai fatto io. E così, tra la iniezione di fiducia che mi ha infuso il Ds e la nuova regola dei due stranieri in campo che, per me come per molti altri giocatori italiani, farà aprire nuovi importantissimi scenari, ho trovato il coraggio di mettermi di fronte a un’altra grande sfida della mia

L’opposto Salvatore Roberti vita che però prevederà una regola importante che mi sono imposto: l’affronterò sempre e soltanto con tanta umiltà e tanto buon duro lavoro. Voglio vivere questa stagione, nuova per me in tutti i sensi, con molta umiltà e soprattutto con tanta voglia di lavorare, poi se ci sarà spazio ben venga! Affronterò ogni allenamento come fosse una finale importante e se ce ne sarà bisogno e verrò chiamato in campo, spero di dare il miglior contributo possibile alla mia squadra. Senza togliere nulla a nessuno cercherò di sfruttare al massimo la mia opportunità”.

Adriano sbarca a Roma “Siamo da scudetto”

Atlanta, ancora lontano il ritorno di Tiribocchi

Alla fine Adriano è arrivato a Roma. Il volo Alitalia AZ333 proveniente da Parigi con l'attaccante a bordo è atterrato all'aeroporto di Fiumicino alle ore 14.30 e venti minuti dopo il brasiliano, in t-shirt bianca e jeans e accompagnato dal cugino, è uscito, destinazione Trigoria, mostrando un largo sorriso: “Siamo da scudetto? Mi pare di sì”.

Secondo indiscrezioni di mercato raccolte da Tuttomercatoweb, negli ultimi giorni ci sarebbe stato un incontro tra l'Atalanta e il procuratore di Simone Tiribocchi per cercare di venirsi incontro sulle rispettive esigenze, ma le parti non sarebbero ancora vicine. . Intanto, però, su Tiribocchi c'è da registrare l'interesse di Sassuolo, Cesena e Chievo.


sport CALCIO LEgA PrO

L’ex patron disposto a riprendere le redini della società se Murolo perfezionerà l’iscrizione

Cassino, il ritorno di Tedesco Il sindaco Scittarelli:“Mi appello al presidente affinchè non disperda il titolo sportivo” CASSINO - Il Cassino si avvia mestamente a sparire dal calcio professionistico dopo quattro tornei di fila disputati in Seconda Divisione. La situazione societaria è a dir poco drammatica, quando ormai restano pochi giorni per completare l’iscrizione al prossimo campionato. Il presidente Clodomiro Murolo, nella conferenza stampa improvvisata domenica mattina, ha confermato di non voler procedere a formalizzare

L’ex patron azzurro Tedesco

l’iscrizione entro sabato prossimo. Scadrà il 10 luglio infatti il termine ultimo per le società inadempienti, le quali, a seguito del parere negativo della Covisoc che giungerà domani, avranno la possibilità di inoltrare ricorso presentando la documentazione mancante entro le ore tredici di sabato prossimo. Murolo si è ancora una volta lamentato di non aver ricevuto risposta da parte degli amministratori e degli imprenditori locali al grido d’aiuto lanciato in netto ritardo. A stretto giro di posta è arrivata la risposta del sindaco Scittarelli alla polemica innescata da Clodomiro Murolo di domenica in conferenza stampa che aveva detto di “aver avuto risposta zero dal Comune”. Scittarelli ha così spiegato: ”Sono rimasto sorpreso dalle parole di Murolo perché io ho fatto il possibile per trovare gli imprenditori a dargli un aiuto economico. Se questi non sono intervenuti non è colpa mia. Murolo sa benissimo qual è la posizione di queste persone. Lui doveva fare l’iscrizione e poi sarebbero intervenuti per la gestione del nuovo campionato. Murolo questo non lo ha fatto. Perciò non ho alcuna colpa.

Sulla vicenda degli abbonamenti, stessa cosa. Raccogliendo ora una somma qualsiasi di abbonamenti da parte di consiglieri e assessori non avremmo risolto un bel nulla. Gli abbonamenti sarebbero arrivati dopo ed anche parecchi.” Scittarelli ha lanciato un ultimo appello a Murolo. “Invito il presidente – ha detto – a completare l’iter dell’iscrizione perché così sarà più facile per me intervenire sulla Banca popolare del cassinate e su un gruppo di imprenditori e professionisti”. Il sindaco ha anche precisato che Murolo non ha firmato la convenzione per la gestione degli impianti sportivi e che il Comune ha realizzato tutti i lavori allo stadio per renderlo agibile mettendo a disposizione della società gli altri campi. Clodomiro Murolo, sempre nella conferenza domenicale, si era lamentato delle somme pignorate in Lega e di quelle bloccate a seguito del risarcimento vinto in tribunale dall’ex patron Giuseppe Tedesco. E proprio ieri sera è arrivata la richiesta esplicita da parte di Tedesco il quale, in una conferenza stampa presso il suo studio, si è detto disposto a rinunciare alla cifra

L’attuale presidente del Cassino Clodomiro Murolo che gli spetterebbe da Murolo qualora quest’ultimo provvedesse ad espletare gli adempimenti per l’iscrizione per poi farsi da parte come dice di voler fare sia lui, sia il padre Filippo. I due vecchi contendenti si titrovno quindi, a distanza di un anno e mezzo, in una situazione completamente capovolta: la palla passa quindi a Clodomiro

CALCIO MErCATO

POST FALLIMENTO

Primo colpo per l’Isola Liri di Grossi: dalla Lazio arriva il portiere Iannarilli “Dimostrerò tutte le mie potenzialità” ISOLA DEL LIRI - Arriva il primo cquisto per la compagine di Grossi. Si tratta di Antony Iannarilli (20) chepassa a titolo temporaneo dalla Lazio ai biancorossi, formazione della provincia di Frosinone, militante in Seconda Divisione. Il portiere classe '90, dopo una stagione vissuta tra prestazioni di assoluto spessore con la maglia della compagine biancoceleste e diverse convocazioni con la prima squadra, ha firmato questa mattina, all'interno del Centro Sportivo di Formello, il contratto che lo legherà alla società cacannacqua. Non avrebbe avuto senso trattenerlo a Roma, avrebbe affrontato l'ennesima stagione alle spalle di Muslera e Berni, le possibilità di giocare sarebbero state pochissime. Giusto, quindi, che un giovane di livello, con grandissime potenzialità e con ampissimi margini di crescita come lui, vada a fare esperienza al-

trove. Di lui parlano tutti un gran bene. Dall'ormai ex preparatore dei portieri della Primavera (passato alla Roma), Guido Nanni, suo grande maestro, a quello della prima squadra,

Iannarilli in biancoceleste Adalberto Grigioni, passando per i compagni di squadra, dai più piccoli ai più grandi. Una dose importante di fiducia che non può che caricare ancor di

Murolo, il solo che potrà decidere se far sparire il Cassino mettendo la società in liquidazione, oppure provvedere a formalizzare l’iscrizione prima di uscirne una volta per tutte cercando di porre rimedio a tutti gli errori commessi , dimostrando amore e passione per i colori azzurri. Proprio come fece Ciro Corcione. A.M.

più lo stesso Iannarilli in vista dell'inizio di una nuova avventura: "Sono contento e voglioso di cominciare questa esperienza il prima possibile - ha dichiarato in esclusiva ai microfoni de lalaziosiamonoi.it l'estremo difensore-. Avevo richieste anche da Celano e da alcune formazioni di prima divisione, ma ho preferito scegliere l'Isola Liri. Ho la possibilità di riavvicinarmi a casa (Antony vive in provincia di Frosinone, ndr) e questo ha influito in maniera particolare sulla mia scelta. La mia speranza è quella di dimostrare il mio valore al di fuori delle mura di Formello, di crescere e di tornare a vestire la maglia della Lazio. So di poter dare tanto, ora sta a me dimostrarlo. Ringrazio la Lazio e l'Isola Liri per l'opportunità che mi hanno concesso, voglio ripagare la loro fiducia. Un grazie particolare va naturalmente a mister Sesena, a mister Nanni e a tutti i miei compagni”.

Gallipoli in Eccellenza Ecco come si può fare per non sparire del tutto Il nuovo Gallipoli ripartirà dal campionato di Eccellenza pugliese. Una strada che potrebbe essere intrapresa anche da eventuali nuovi dirigenti del Cassino, se davvero, com’è ormai quasi certo, Murolo dovesse non iscrivere la squadra al prossimo campionato di Seconda Divisione. I giallorossi ricominceranno dall’Eccellenza: questa la decisione presa dall'assemblea generale dell'associazione "Il mio Gallipoli", tenutasi ieri mattina presso il salone della locale parrocchia di S.Antonio da Padova. La nuova entità giuridica, ideata e presieduta dall'imprenditore locale Attilio Caputo, erediterà il titolo sportivo della società che fu di Barba e D'Odorico e che si avvia verso il fallimento. Al momento, l'associazione conta una settantina di iscritti e le quote raccolte I tifosi del Gallipoli si aggirano sui 7000 euro. Il termine ultimo per l'iscrizione della squadra al campionato di Eccellenza è fissato al prossimo 16 luglio, entro il quale dovrà essere costituita l'associazione sportiva dilettantistica che rileverà il titolo sportivo del Gallipoli.

I due premi si fondono nel Pallone d’Oro Fifa

Buffon torna alla luce: “Mi sono tolto un peso”

Non più due vincitori (che spesso coincidevano). Non più due premi calcistici. Basta competizione fra Pallone d'oro e Fifa World Player: i due premi si unifica, e a partire dal 10 gennaio prossimo ci sarà un solo vincitore. Il premio diventa il Pallone d'Oro Fifa, e sarà organizzato congiuntamente da France Football, rivista francese che ha inventato il premio nel 1956, e la federazione internazionale, che dal 1991 aveva lanciato il FWP.

"Forse l'intervento poteva anche esser fatto prima - spiega il portiere della Juve e della Nazionale -. Comunque penso e spero di poter allungare la carriera, azzurro compreso. Tornerò quando sarò perfettamente guarito". Lo ha detto il portiere della Juventus, Gianluigi Buffon, lasciando la clinica milanese La Madonnina dove ieri sera è stato sottoposto a un intervento per la rimozione di un'ernia discale-lombale.

15 ANNO I - N° 106 MArTEdì 06 LugLIO 2010



lagazzettacassino060710a