Page 1

ANNO I - N° 215 - GIOVEDì 2 DICEmbrE 2010 - DIstrIbuzIONE GrAtuItA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - Fax 0776.325688 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIOrNALE sAtIrICO

GOSAF, REALTA’ STRAVOLTA www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO AI PARCHEGGIATORI A quei 15 automobilisti che hanno parcheggiato l’auto in divieto di sosta provocando il caos ieri mattina davanti la stazione ferroviaria di Cassino per un bus navetta delle ferrovie dello Stato che non riusciva a girare intorno alla piccola piazza per diverse auto parcheggiate lungo i marciapiedi. Sono dovuti intervenire i vigili urbani guidati dal comandante Angelo Tomasso che hanno provveduto a far rimuovere con un carro attrezzi 15 auto. Un lavoro di trasporto che ha richiesto parecchio tempo mentre l’autobus con i viaggiatori a bordo, scesi dal treno proveniente da Roma e diretti a Napoli, ritardava la partenza.

L’OSCAR DEL GIORNO AL CONSORZIO DI BONIFICA Per la disponibilità mostrata dal presidente Franco Mastronicola del Consorzio di bonifica nella sistemazione dell’area delle fonti del gari dietro la chiesa madre. Il commissario Pagliuca ha risposto a Mastronicola rigraziandolo della collaborazione. “Accolgo con favore -ha scritto - la disponibilità in merito alla bonifica delle Fonti del Gari.Il sopralluogo recentemente effettuato dai tecnici comunali ha evidenziato come tale intervento, rientrante nell’ordinaria manutenzione e non ancora realizzato per la situazione meteorologica in atto, risulti essere non eccessivamente gravoso. “

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


REGIONE Parere favorevole della commissione Agricoltura: “Strumento per lavoratori in difficoltà”

Legge infestazioni, ok da Regione ROMA - Parere favorevole dalla commissione Agricoltura del Consiglio regionale del Lazio alle “Misure di intervento a favore delle piccole e medie imprese agricole per la prevenzione ed eradicazione di fitopatie e infestazioni parassitarie”. La proposta di legge, primo firmatario il presidente della commissione Francesco Battistoni (Pdl), ha ottenuto il via libera nella seduta odierna a maggioranza. È la prima ad ottenere parere favorevole in commissione Agricoltura. “Si tratta di uno strumento concreto a favore di tanti agricoltori in difficoltà – ha commentato Battistoni a margine della seduta – in particolare penso a quelli della provincia di Latina, falcidiati dalla batteriosi del kiwi, ma anche a quanti subiscono i danni provocati dalla cinipide del castagno. È una concreta risposta per sostenere i produttori colpiti anche perché l’assessore Birindelli ha già dichiarato la disponibilità a stanziare 500 mila euro per il prossimo anno al fine di aiutare i produttori colpiti da fitopatie e infestazioni”. Adesso la proposta di legge passerà all’Aula per l’approvazione definitiva, relatrice di maggioranza Gina Cetrone (Pdl) e di minoranza Mario Perilli (Pd). Il testo della proposta licenziato oggi prevede contributi che la Regione potrà concedere a quei produttori che abbiano subito danni a causa di malattie o infestazioni per le quali non esistano altri metodi di lotta. Presupposto per l’erogazione degli aiuti sarà l’adozione di uno specifico programma pubblico di prevenzione, controllo ed eliminazione radicale di determinate fitopatie o infestazioni.Potranno beneficiare

2 ANNO I - N° 215 gIOvedì 2 dIcembre 2010

Campidoglio, ok ad assestamento bilancio

dei contributi le imprese che abbiano provveduto all’abbattimento e eventuale distruzione di colture infette o infestate da organismi parassitari, secondo le prescrizioni del Servizio fitosanitario regionale. Il contributo non potrà superare il cento per cento della perdita subita, commisurata al valore di mercato delle colture distrutte e all’eventuale diminuzione di reddito dovuta a obblighi di quarantena, difficoltà di reimpianto o coltivazione. È stata inserita, nella proposta di legge, l’istituzione di un apposito capitolo di bilancio, sulla cui valorizzazione nel corso della prossima manovra finanziaria regionale era stata

chiamata ad esprimersi – nelle precedenti sedute – l’assessore Angela Birindelli. Erano state infatti sollevate preoccupazioni sulla copertura finanziaria del provvedimento, in particolare dai banchi della minoranza, i cui due esponenti presenti alla seduta di oggi – Mario Perilli e Tonino D’Annibale, entrambi Pd – si sono astenuti. “Siamo favorevoli all’indirizzo della legge – aveva dichiarato Claudio Moscardelli (Pd) già il 3 novembre, all’inizio dell’iter – ma ci riserviamo un miglioramento del testo in Aula”. Hanno partecipato alla seduta odierna Gina Cetrone, Raffaele D’Ambrosio (Udc) e Roberto Buonasorte (La Destra).

ROMA - Dopo una maratona durata cinque giorni «con tanto di lavori notturni» l'Aula Giulio Cesare ha dato via libera all'assestamento di Bilancio, una manovra che ammonta a 29 milioni per la parte corrente e a 193 milioni per gli investimenti. La delibera è stata approvata con 30 voti a favore e tredici contrari. Nel dettaglio, i fondi della parte corrente sono così suddivisi: 1,2 milioni per l'urbanistica, 600 mila euro per l'assistenza alloggiativa temporanea Casa S. Bernardo, 7,2 milioni per il sociale, 5 milioni per il Teatro dell'Opera, ma legati alla presentazione di un piano industriale e alla salvaguardia dei livelli occupazionali, 600 mila euro serviranno al turismo e circa 7 mila per le periferie oltre a 200 mila per i centri culturali.Per gli investimenti sono state finanziata alcune opere come l'acquisto di 10 treni della linea B della metropolitana il cui valore ammonta a 150 milioni. Arrivano poi 13,4 milioni per la viabilità e 2 per gli interventi di riqualificazione delle pendici del Pincio. Altri 10 milioni serviranno per gli espropri dei piani di zona, 5,5 per le opere di urbanizzazione, 2 per l'ambiente e il verde, e circa 6 milioni per la manutenzione urbana. Alla proposta di delibera sono stati presentati circa 5mila emendamenti da parte dell'opposizione. Un atteggiamento che il presidente della Commissioni Bilancio, Federico Guidi, ha definito «ostruzionismo fallimentare, sia nel merito che nel metodo, fuori luogo, con l'unico scopo di ritardare l'approvazione a danno della città». «La maggioranza ha tenuto un comportamento contradditorio e noi non siamo contenti della discussione in Aula», ha detto Alfredo Ferrari del Pd.

Appia Antica, rapina in villa

Delitto Olgiata, Alberica voleva divorzio

ROMA - Furto da 100 mila euro, la scorsa notte, in una villa in via Papirio Carbone, sull'Appia Antica, a Roma. I ladri hanno rubato un'autovettura, quadri e gioielli, all'interno dell'abitazione dove i proprietari dormivano con i figli. Una volta svegliatisi, i proprietari della villa hanno dato l'allarme. Sulla vicenda indagano i carabinieri dell'Eur.

ROMA - Alberica Filo della Torre, la nobildonna romana uccisa nella sua villa dell'Olgiata il 10 luglio 1991, intendeva divorziare dal marito Pietro Mattei. Lo afferma, in una denuncia alla procura di Roma, Emilia Parisi, ex moglie dell'imprenditore David Halfon, ed ex amante di Mattei.


REGIONE Vertice ieri al ministero dell’Economia con il governo. Polverini: “Lo aspettavamo da tanto”

Federalismo, incontro tra regioni ROMA - Incontro ieri al ministero dell’Economia tra governo e Regioni. Un vertice, a lungo richiesto dai governatori, che oggi ha dovuto affrontare anche la bozza di decreto legislativo sul Federalismo presentata ieri in Consiglio dei ministri che prevede “sanzioni politiche” per chi spende troppo o male. “Era un incontro che chiedevamo da tanto tempo - ha detto la governatrice del Lazio Renata Polverini -. E va sottolineata la presenza così importante di membri dell’esecutivo”. All’incontro erano infatti presenti, oltre al padrone di Casa Giulio Tremonti, anche quello dei Rapporti con le Regioni Raffaele Fitto, delle Riforme per il Federalismo Umberto Bossi e della Semplificazione Roberto Calderoli. “Una composizione in grado di rispondere alle richieste che

abbiamo reiterato” ha detto la Polverini. Le Regioni hanno chiesto all’esecutivo di tornare alla fiscalizzazione del trasporto pubblico locale che è stata can-

cellata dalla manovra oltre alla questione che riguarda il tetto del patto di stabilità. “Dal governo non c’è stata una risposta negativa alle nostre istanze, anzi,

il ministro Tremonti insieme ai colleghi di governo ha detto che valuteranno insieme ai tecnici le proposte che abbiamo avanzato. Non c’è stata una risposta positiva ma c’è, da questo momento, la possibilità di lavorare per dare delle risposte rispetto ai temi che la manovra da un lato e il decreto sul federalismo dall’altro hanno comunque posto all’attenzione della Conferenza delle Regioni”. Una delegazione, ha poi detto la governatrice, che premia le Regioni: “Stiamo trattando di temi importanti per la vita dei cittadini. Attendiamo i risultati degli incontri tra i tecnici delle Regioni e speriamo di arrivare ad una soluzione”. E sull’ipotesi che un governatore possa essere mandato a casa in caso di sforamento dei conti della sanità la governatrice del Lazio ha detto che “nell’ambito

della responsabilità degli amministratori ci possiamo stare tutti. Io ho ereditato una situazione talmente complessa e complicata che credo che lavorando come stiamo lavorando possiamo solo migliorare la situazione”. E sull’ipotesi contenuta nel decreto che un governatore possa essere destituito la posizione della governatrice laziale è critica: “Altra cosa è invece procedere con un decreto di così forte impatto anche costituzionale, perché bisogna vedere se rientra nell’ambito che la costituzione assegna anche in questo caso in assenza di un confronto con i presidenti delle Regioni, dei sindaci e dei presidenti delle Province”. Parlando della sua Regione la Polverini ha detto che “mi pare che nel Lazio possiamo soltanto migliorare la situazione” dei conti della sanità.

Shout Sister Shout! Restaurato il “Magnifico Cratere” Al Quirinale dall’11 dicembre Lo swing a Roma ROMA - Da giovedì 2 a domenica 5 il Palacavicchi di Roma ospita Shout Sister Shout!, evento di swing dance che grazie a dj italiani e stranieri, ad alcuni dei migliori insegnanti della scena mondiale e alle band italiane più spettacolari permetterà di tornare indietro nel tempo, vivendo la musica e la cultura dagli anni ‘20 ai ’40. In programma lezioni di swing per tutti i livelli, dai primi passi al livello Invitational e il Primo Campionato Italiano di JItterbug, sullo sfondo di tre serate di musica dal vivo con un'enorme pista da ballo a disposizione. Il weekend prevede stage di ballo per tutti i livelli - anche per principianti - tenuti da alcuni dei migliori insegnanti del mondo: Kevin & Jo, Sharon & Juan, Nathan & Evita, Max & Annie, Thomas & Alice, Andy & Aurore, oltre che dal grandissimo Chazz Young, ballerino di Tap, figlio dell'indimenticabile Frankie Manning. La musica dal vivo sarà firmata da Emanuele Urso the King of Swing and his Band, The NP Big Band, The Billy Bros Jumpin' Orchestra, The Luise Hot Jazz Trio. Gli show vedranno in pista i due gruppi spettacolo più famosi del mondo: i Killer Dillers ed i Ninjammerz (per la prima volta in Italia).

ROMA - Le relazioni attive da tempo in ambito culturale tra l’Italia e la Serbia hanno permesso un importantissimo restauro: quello dell’ormai celebre “Magnifico Cratere”, grande vaso bronzeo databile alla fine del VI secolo a.C., emblema della collezione greca del Museo Nazionale di Belgrado. Pervenuto in Italia nel 2007 per la mostra “Balkani.Antiche civiltà tra il Danubio e l’Adriatico”, allestita presso il Museo Archeologico Nazionale di Adria, il cratere è stato successivamente oggetto di studio e di restauro grazie all’impegno scientifico e tecnico della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma in accordo con la direzione del Museo Nazionale di Belgrado e al supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Dopo circa tre anni di lavori condotti dalla Soprintendenza romana unitamente ai tecnici del Centro Nazionale Ricerche di Roma e di Pisa, dell’università “La Sapienza”, Dipartimento di Scienze della Terra e Dipartimento di Chimica, dell’istituto Superiore Conservazione e Restauro del ministero per i Beni e le attività culturali e la collaborazione dello staff scientifico serbo, il cratere è oggi finalmente restaurato, visibile in tutto il suo splendore, superbo manufatto di un’officina

PD di Gaeta, eletto Scinicariello

Ostiense, picchiato per aver difeso ragazza

GAETA - E' stato eletto segretario Emiliano Scinicariello, con il voto di 24 membri del direttivo contro i 6 che sostenevano la candidatura di Augusto Narducci. Non si sono presentati, come del resto avevano preannunciato, gli altri 8 membri del direttivo, tra i quali il delegato regionale nonché assessore comunale ai lavori pubblici Cosmo Di Perna.

ROMA - Un ragazzo di 15 anni è ricoverato in ospedale con fratture multiple alle braccia e al viso causate da un pestaggio fuori una discoteca di via Libetta, all’Ostiense. Il minore, che è incensurato e studente, è stato vittima di una brutale aggressione da parte di almeno tre individui, forse più grandi di lui, che l’hanno picchiato con calci e pugni.

greca attiva tra la fine del VI e l’inizio del V secolo a.C. Il pubblico potrà ammirarlo dall’11 dicembre al 6 febbraio 2011 al palazzo del Quirinale in occasione della mostra “L’Italia e il restauro del Magnifico Cratere. Capolavori del Museo Nazionale di Belgrado” curata da Louis Godart. Ritrovato a Trebeniste, nei pressi di Ocrida, da una missione archeologica jugoslava nel 1931, il “Magnifico Cratere” è documento altissimo della toreutica greca arcaica, insieme ad un analogo recipiente proveniente dalla medesima necropoli, ora presso le collezioni del Museo Archeologico di Sofia, in Bulgaria. Insieme al più noto e gigantesco “Cratere di Vix”, ritrovato e conservato in Francia, quello di Belgrado appartiene ad un ristrettissimo gruppo di vasellame bronzeo da mensa giunto fino a noi. La sua eccezionalità artistica è inoltre incrementata dalla presenza del treppiede, unicum non riscontrabile altrove. Questo, l’alto collo e le due grandi anse a volute e il piede del cratere, presentano una raffinata decorazione ottenuta per fusione ed incisione, composta da elementi figurati – gorgoni, cavalieri e cavalli in corsa e cani-, geometrici e vegetali, propria della migliore produzione artistica della Grecia ancora arcaica.

3 ANNO I - N° 215 gIOvedì 2 dIcembre 2010


prOVINCIA Iannarilli con l’acqua alla gola Per le tariffe idriche entro fine anno vanno convocate Consulta ed assemblea dei sindaci FROSINONE – Il presidente della Provincia di Frosinone Antonello Iannarilli è chiaro:“Non ho mai chiesto il commissariamento dell'Ato”. Il capo dell'amministrazione provinciale ha voluto anche precisare che è impegnato a cercare una soluzione alla vicenda della tariffa idrica che, per l'anno in corso, è stata definita solo in modo “provvisorio” e che ora espone i comuni - rifatti i calcoli - ad un'ulteriore richiesta di danni (anche per il 2010) da parte gestore idrico Acea Ato 5 che già ha avanzato pretese per oltre 40 milioni d'euro relativamente agli anni dal 2003 al 2007. Le intenzioni di trovare una proposta tariffaria che salvi capre e cavoli (cioè tuteli i cittadini per un servizio non sempre soddisfacente e sia anche remunerativa per gli investimenti di Acea) da parte di Iannarilli ci sono tutte ma, per adesso, i successivi e ne-

cessari passaggi amministrativi non sono stai attuati. Non è stata ancora convocata la Consulta che dovrebbe stabilire la tariffa da dover poi far approvare - ammesso che si ottenga una maggioranza valida - dall'assemblea dei sindaci. Il tutto da fare in breve tempo, almeno entro la fine dell'anno se non si vuol rischiare di essere commissariati o, peggio, dover rispondere dei danni causati al gestore. Ma questa è solo una prima parte, perché c'è poi da rivedere il piano tariffario per gli anni successivi e definire, in un modo o nell'altro (ma quello prescelto parrebbe essere un'azione risarcitoria davanti al tribunale) la situazione pregressa con la stessa Acea. Insomma, una vera e propria corsa contro il tempo (almeno che qualcuno non abbia già tutto pronto dentro un cassetto). Una corsa in cui lo starter non ha ancora dato il via mentre il

timer continua inesorabilmente a scorrere. Nel frattempo, sulla complessa vicenda è intervenuto anche il coordinamento provinciale dell'Acqua Pubblica. “L'onorevole Iannarilli, di concerto con la Consulta dei Sindaci - rimproverano al presidente dal coordinamento -, invece di dare seguito all'esplicito mandato con cui l'Assemblea dei Sindaci chiedeva, ormai quasi un anno fa, di verificare le condizioni per la risoluzione per colpa del contratto, preannuncia la determinazione della tariffa per l'anno 2010 a 1,21 euro a metro cubo. Se l'onorevole Iannarilli si fosse degnato di ascoltare oltre ai suoi sodali e ai suoi tecnici, anche questo Coordinamento (è dal giorno del suo insediamento che, benché richiesta, attendiamo una convocazione), probabilmente si sarebbe

risparmiato una simile cantonata. Infatti, dopo gli errori commessi nel 2007 dai suoi predecessori, ci saremmo aspettati che l'onorevole Iannarilli non vi ricadesse, almeno non così platealmente. Quando, infatti, si fa riferimento al pronunciamento del Consiglio di Stato che ha definitivamente sancito l'irretroattività delle tariffe, si fa riferimento alla sentenza relativa al caso in cui l'ATO della Sardegna (che è unico per l'intera regione), a dicembre del 2005 aveva inopinatamente stabilito le tariffe per l'anno 2005. Cambiando regione e anno, perché dovrebbe cambiare il risultato? Cosa dire: se l'Assemblea dei Sindaci dovesse avallare una simile decisione è già pronto il ricorso al TAR e, se è per questo, è già scritta la sentenza, ma questa volta nessuno potrà accampare scusanti e lamentare di essere stato indotto nell'errore”.

Colantonio denuncia l’assenza “Ascolta la Ciociaria” approda di Giorgio al Consiglio provinciale all’ateneo di Tor Vergata ROCCASECCA - “All’elenco dei più pericolosi latitanti, va aggiunto anche il sindaco di Roccasecca Giovanni Giorgio”. La mettono sull’ironia i due esponenti del centrodestra Antonio Colantonio e Bernardo Forte. “Latitante non certo per crimini mafiosi,anche se è facile avvicinare il suo modo di amministrare, non certo alla luce del sole,con le tecniche e i costumi delle riunioni carbonare. Ma non è di questo che vogliamo parlare stavolta”. I due consiglieri di minoranza si riferiscono alla seduta dell’ultimo consiglio provinciale, dove erano in discussione tre punti che avevano anche un interesse per la città di Roccasecca e per isuoi abitanti. Per questo motivo,oltre alla naturale presenza di Colantonio, consigliere della maggioranza del presidente Iannarilli,è stato presente anche il consigliere Forte,“ancora una volta a testimoniare l’attenzione ai problemi del mio paese”,ha spiegato l’esponente del Pdl. L’assise provinciale era chiamata a dibattere su tre punti molto importanti:la stabilizzazione del personale lsu, il piano di dimensionamento scolastico e la sospensione della Cosap. Tutti argomenti che riguardano da vicino la città di

4 ANNO I - N° 215 gIOvedì 2 dIcembre 2010

Roccasecca. “Ancora una volta, come nel caso del piano dei rifiuti – spiegano Colantonio e Forte – il sindaco di Roccasecca, che è un consigliere provinciale e che dovrebbe partecipare alle sedute del consiglio per difendere i cittadini che lo hanno votato, preferisce restare a casa, preferisce darsi alla latitatanza, preferisce tradire il mandato a cui l’hanno chiamato gli elettori che l’hanno votato.Sarebbe meglio che si dimettesse dal ruolo, così entrerebbe in consiglio un nuovo consigliere che veramente vuole svolgere il ruolo per cui è stato scelto dai cittadini”. “Per fortuna che c’è chi pensa veramente ai cittadini di Roccasecca – continuano i due consiglieri – La maggioranza che governa la Provincia,nei cui banchi siedono l’assessore Abbate e il consigliere Colantonio, ha votato la stabilizzazione degli lsu, un provvedimento che interssa circa una decina di nostri concittadini,ha deliberato per il piano di dimensionamento scolastico che a Roccasecca istituisce un Istituto omnicomprensivo con elementari, medie e istituto di Ragioneria, per cui i ragazzi che nel loro percorso di studi non vorranno spostarsi dal paese, potranno farlo e ha votato anche la sospensione della tassa Cosap,un gabella odiosa che dalle nostre parti colpisce molti cittadini”.

FROSINONE - Dopo lo storico concerto effettuato a Praga, la rassegna “Ascolta la Ciociaria” è di scena a Roma alle ore 17,30 di venerdì 3 dicembre, presso l’Auditorium “E. Morricone” dell’Università di Tor Vergata che ha patrocinato l’evento. Il direttore artistico M° Francesco Marino presenta il concerto: “Interessante è il programma che propone, da parte della pianista Manuela Scognamiglio, l’esecuzione de L'Isle joyeuse di Debussy, del Gaspard de la nuit e La Valse di Ravel, la Gymnopédie 1 e Gnossienne 1 di Satie. Peculiarità della manifestazione è la realizzazione di prime esecuzioni di brani scritti da autori contemporanei come Solve et coagula di Giorgio Nottoli, Take this life di Riccardo Santoboni, CONTRaddizioni di Francesco Marino, Near the nature 1 di Danilo Santilli e Tracce nella memoria di Giovanni Costantini. Ciò denota l’accattivante sovrapposizione di suoni elettronici, performance

audio-video e brani della scuola pianistica francese dei primi anni del Novecento.” L’assessore alla cultura della Provincia di Frosinone Antonio Abbate dichiara: ”Dopo i successi conseguiti all’estero, con i concerti effettuati in Canada e Praga, Ascolta la Ciociaria rientra in Italia, con un importante evento presso l’Università di Tor Vergata, a testimonianza di un progetto artistico di grande valenza culturale”. Dunque, ancora una possibilità di una vetrina fuori dei confini provinciali per la rassegna musicale Ascolta la Ciociaria, nata dalla proficua collaborazione tra il Conservatorio e l’amministrazione provinciale, grazie all’intesa tra il maestro Marino e l’assessore Abbate. La manifestazione itinerante sta riscuotendo un enorme successo in termini di partecipazione e di apprezzamento per le performance artistiche e sicuramente andrà ripetuta anche il prossimo anno.

“Collaboriamo”,cambi alverticedegliimprenditori

Sì del Pd alla campagna sui ticket per disabili

FROSINONE-CambioalverticenelComitatointerassociativodeigiovaniimprenditori“Collaboriamo”.IlComitato,costituito dai giovani imprenditori di Confindustria Frosinone, Federlazio, Unione Artigiani, Confcommercio, Coldiretti, ANGA-ConfagricolturaeAGIA-CIA.ComeCoordinatore,a GiovanniTurriziani,giovane imprenditore di Confindustria Frosinone,è succeduto Cristian Mancini di Confcommercio, mentrealViceCoordinamento,GiovanniPloccodiFederlazio hapresoilpostodiGioacchinoFerdinandidiColdiretti.

FROSINONE - Anche la Federazione PD provinciale aderisce alla campagna online lanciata dal Gruppo PD regionale contro i tagli ai servizi di riabilitazione e l'imposizione del ticket per le persone disabili voluti dalla Giunta Polverini. “Una petizione online a cui è doveroso aderire e che invitiamo tutti a sottoscrivere, fa sapere il segretario in pectore Lucio Migliorelli.


prOVINCIA Il Consiglio della stabilizzazione L’assise approva l’atto di indirizzo per i precari. Ok al Piano scolastico e sospensione Cosap FROSINONE – Un consiglio provinciale con grandi novità, quello che è andato in scena nella tarda serata di martedì e prolungatosi fino a notte inoltrata. Un consiglio, però, che ha prodotto decisioni molto interessanti soprattutto per i precari e i contribuenti ciociari. Stiamo parlando della stabilizzazioni degli Lsu e della sospensione anche per il 2011 della Cosap. L’inizio della seduta è stato dedicato alla passerella per il nuovo assessore ai trasporti, Ennio Marrocco, salutato da tutti i colleghi del consiglio. A lui gli auguri di un buon lavoro. Stesso rituale per Silvio Tagliaferri, il nuovo consigliere entrato in seno all’assise. Tuttavia non sono state solo rose e fiori, la minoranza ha posto un problema politico in merito al rimpasto. Nel senso che il cambio non è stato solo frutto di un accordo amichevole,

ma din uno scontro interno tra le varie anime del Pdl, dopo che il presidente aveva annunciato “urbi et orbi”, che mai avrebbe cambiato la sua compagine governativa. Comunque, hanno salutato Picano per l’impegno e per il suo nuovo ruolo. Si è passato poi a dibattere sul Piano di dimensionamento scolastico. A relazionare, l’assessore alla pubblica istruzione Gianluca Quadrini che ha puntualizzato tutti i punti della riforma. Qui sono iniziate le polemiche con la minoranza, che ha criticato molte scelte, ma alla fine è stato approvato con i voti della maggioranza e sono stati bocciati tutti gli emendamenti della minoranza. La polemica più forte si è accesa sul punto relativo agli lsu e alla loro stabilizzazione. Maggioranza e minoranza se la sono

data di santa ragione, a livello dialettico naturalmente, sul provvedimento. La maggioranza ha accusato il centrosinistra di aver ingannato per 15 anni i precari, di averli utilizzati e poi buttati a mare. Il centrosinistra ha risposto criticando la scelta, non come intenzione, ma perché non crede che ci possa essere la copertura finanziaria e che si rischia di far saltare i conti dell’ente. Iannarilli ha rassicurato sul provvedimento perché ci saranno i fondi messi a disposizione da parte della Regione Lazio. Comunque, è stato approvato un atto di indirizzo dal consiglio, ora sta ai dirigenti e alla giunta approvare gli atti successivi. Grande approvazione per la decisione si è registata in sala. Infatti erano presenti molti lsu, che dopo la decisione che li riguardava se ne sono andati soddisfatti.

Finalmente per loro un Natale all’insegna della gioia e della serenità: avranno il posto di lavoro. Ultima decisione importante: la sospensione della Cosap anche per l’anno prossimo. Pure in questo caso la minoranza non ha approvato la decisione. Perché potrebbe intervenire la Corte dei Conti e chiedere il ripristino della tassa con gli arretrati. Torriero del Ps ha detto testualmente: “Rimettetela ad un euro, ma fatela pagare”. Per questo al momento dela votazione ha abbandonato il posto in consiglio e si è messo di lato, così non ha partecipato al consiglio. Dunque, un’assise importante, governata con polso e destrezza da parte del presidente Iannarilli. In trionfo il consigliere Colantonio, è lui l’idolo degli ex, a questo punto, lavoratori socialmente utili in servizio a palazzo Gramsci.

Scalia: aeroporto di Frosinone? “Via Sancti Benedicti”, Basta completare il mio progetto il progetto diviene realtà FROSINONE - “Colgo con grande soddisfazione il fatto che le associazioni rappresentative delle categorie produttive abbiano indicato, nella riuscitissima manifestazione di ieri, la realizzazione dell'aeroporto di Frosinone quale intervento infrastrutturale prioritario. Sul punto, però, debbo replicare alle parole del Presidente Iannarilli che, rivolgendosi a me, ha detto che avrei lasciato solo un progetto preliminare”. È quanto dichiara in una nota il consigliere regionale del PD Francesco Scalia in risposta alle affermazioni del Presidente della Provincia Antonello Iannarilli, all’indomani del dibattito svoltosi su iniziativa delle associazioni provinciali rappresentative delle categorie produttive. “Ebbene, a parte che il progetto preliminare di un'opera di grande complessità come un aeroporto non è poca cosa, comprendendo oltre alla progettazione dell'opera, anche la fattibilità ambientale, la compatibilità aeronautica ed il master plan con il conto economico e finanziario della gestione, è da sottolineare che nella procedura di finanza di progetto l'Amministrazione deve limitarsi alla sola

progettazione preliminare. Saranno infatti i privati partecipanti alla gara a dover realizzare la progettazione definitiva, così come impone il codice degli appalti. In realtà, per l'acquisizione dei pareri sul progetto è stata convocata dalla Regione nell'ottobre dell'anno scorso la conferenza di servizi. Questa è ferma dal febbraio 2010, quando la regione ha chiesto ad ADF (società della quale la Provincia è socia di maggioranza) di presentare le proprie deduzioni alle osservazioni esposte dagli altri enti partecipanti alla conferenza. Da allora ADF e la Provincia tacciono, impedendo la conclusione dell'iter autorizzativo. La stessa procedura di Valutazione Ambientale Strategica è ferma per l'inerzia di ADF e dell'Amministrazione Provinciale. E' sufficiente completare questo iter – continua Scalia – perché possa essere bandita la gara per l'affidamento della concessione di costruzione e gestione dell'aeroporto, avendolo la Regione già localizzato a Frosinone. Spero che il nuovo Presidente di ADF, Picano, riprenda il percorso da dove si è interrotto”.

FROSINONE - Nasce in Ciociaria il cammino delle abbazie all’interno della via Sancti Benedicti. Quel percorso che san Benedetto iniziò nel 525 da Subiaco per arrivare a Montecassino, dove fondò il monastero che porta il suo nome. Nasce con i soldi della Regione Lazio e l’impegno di Provincia e Cai di Frosinone, insieme per un progetto «intorno al quale ne ruotano moltissimi altri». L’assessore provinciale alla cultura, Antonio Abbate, non nasconde come gli obiettivi del cammino siano anche quelli di una rinascita economica. C’era lui, ieri mattina in Provincia, per la firma della convenzione con il Cai e la presentazione dell’intero progetto. C’era lui e c’erano i colleghi di giunta Massimo Ruspandini e Francesco Trina (rispettivamente delegati al turismo e alle attività produttive), il dirigente del settore Di Sora, l’ingegnere della Provincia Carla Traversari e Luigi Scerrato e Goffredo Sottile, presidente del Cai di Frosinone e vicepresidente nazionale del Club Alpino Italiano. Il percorso andrà da Trevi nel Lazio a Cas-

sino (per arrivare a Subiaco si punterà a trovare un accordo con la Provincia di Roma) ed è stato finanziato per 250.000 euro dalla Regione Lazio e 62.500 dalla Provincia. L’opera è già stata appaltata ed oggi ci sarà la firma della convenzione per la direzione dei lavori. Sarà il cammino delle abbazie, che toccherà le più note Trisulti, Casamari e Montecassino ma anche scorci sconosciuti, anche badie non ancora inserite nei percorsi turistici. Come quella di San Sebastiano, restaurata da poco attraverso la Fondazione presieduta da Carlo Fragomeni e che è una struttura splendida, proprio a confine tra i territori di Veroli e Alatri. E poi le montagne, gli scorci meravigliosi degli Ernici, «quella montagna dolce adatta a tutti gli escursionisti», come ha sottolineato il vicepresidente del Cai parlando di un cammino che ha una valenza religiosa ma anche qualcosa di più. Un cammino che potrà essere percorso anche a cavallo o in bicicletta e in cui il contatto con la natura sarà essenziale.


CASSINO Bagarre totale invece nel centrosinistra, alla ricerca di candidati e unità

Nardone:”Lavorare per ricompattare il Pdl in vista delle elezioni comunali”

CASSINO - Il sindaco di Roma Gianni Alemanno in un convegno a Cassino ha lanciato la proposta al Pdl di candidare a sindaco l’avvocato Michele Nardone. A Sora il

presidente della regione Mario Abbruzzese ha lanciato nella corsa al comune l’assessore provinciale Tersigni di provenienza di Forza Italia. Due candidature valide nei

due più importanti comuni del frusinate. Ora deve essere il partito a livello regionale e provinciale a fare proprie queste indicazioni. Due ottime scelte, per Cassino e per Sora, per ammissione sia di Alemanno che di Abbruzzese. Se a Sora la situazione è più lineare a Cassino, invece, c’è una situazione incerta all’interno del Pdl per la frattura determinatasi nella maggioranza di centrodestra che ha portato a luglio scorso allo scioglimento del consiglio comunale. Una divisione politica fra Scittarelli e Abbruzzese che sta portando alla nascita di tante liste civiche. E proprio venerdi Abbruzzese al Boschetto terrà una riunione con i componenti di queste liste per fare una prima conta. Scittarelli, invece, riunirà i suoi amici all’Edra hotel il

10 dicembre. Due riunioni dalle quali poi poter trarre delle indicazioni utili anche per l’individua-

“Il primo passo è quello di riconciliare le diverse componenti del partito, cosa importantissima per puntare alla vittoria delle comunali dell’anno prossimo. Bisogna fare scelte giuste” zione del candidato a sindaco. Nessuno però parla a nome del Pdl. L’unico è, invece, l’avvocato

Michele Nardone, ex assessore ed ex vice sindaco, che nelle sue iniziative politiche parla a nome del Pdl e lavora per la riunificazione delle diverse componenti. “Questa unità di forze – dice- è importante per poter vincere le elezioni comunali del prossimo anno. Perciò auspico una riconciliazione fra le parti e che si arrivi a fare scelte giuste.” Intanto è sempre bagarre nel centrosinistra per la situazione critica del Pd. Il neo segretario Polselli si trova a gestire un partito in declino e con la patata bollente delle primarie. Il Pd, a parte Marrocco, non ha candidati di rilievo e allora cerca di sfuggire a questa consultazione in attesa di altri alleati con un candidato ritenuto vincente.

REGIONE/ Annalisa D’Aguanno Stazione/ Rimosse “In atto risanamento finanziario” dai vigili 15 auto CASSINO - “La politica regionale sta rimettendo a posto i conti ed ogni imprenditore dovrebbe apprezzare la serietà di un’amministrazione che ha posto il risanamento finanziario in cima ai propri compiti”: la sottolineatura viene dal consigliere regionale del Pdl, Annalisa D’Aguanno, a margine del recente confronto promosso dagli imprenditori della provincia di Frosinone. “Il problema vero – aggiunge – oggi è una carenza di risorse di fronte al quale le scelte della politica hanno margini sempre più esigui di manovra. Ecco perché non ritengo giu-

6 ANNO I - N° 215 gIOvedì 2 dIcembre 2010

sto e soprattutto utile che si approntino ipotetici banchi degli imputati e degli accusatori di fronte ad una crisi che colpisce tutti indistintamente”. “Quanto alla politica inefficiente o, peggio, corrotta – sottolinea l’onorevole D’Aguanno – le sedi giudiziarie e quelle istituzionali o politiche sono i luoghi deputati. Noi eletti ed amministratori del territorio non ci siamo mai tirati indietro rispetto alla responsabilità di analizzare e scegliere. E chi mi conosce sa bene come le infrastrutture ed il sostegno al tessuto produttivo siano da sempre state ai primi posti

della mia agenda di lavoro insieme al sostegno delle fasce più deboli della nostra comunità”.

CASSINO - Caos ieri mattina davanti la stazione ferroviaria di Cassino per un bus navetta delle ferrovie dello S t a t o c h e n o n r i u s c i va a g i r a r e i n t o r n o a l l a p i c c o l a piazza per diverse auto parcheggiate lungo i marciapiedi. S o n o d ov u t i i n t e r ve n i r e i v i g i l i u r b a n i g u i d a t i d a l c o m a n d a n t e A n g e l o To m a s s o c h e h a n n o p r ov ve d u t o a f a r r i m u ove r e c o n u n c a r r o a t t r e z z i 1 5 a u t o. U n l avo r o d i trasporto che ha richiesto parecchio tempo mentre l’aut o b u s c o n i v i a g g i a t o r i a b o r d o, s c e s i d a l t r e n o p r ove niente da Roma e diretti a Napoli, ritardava la partenza. I vigili, Bruno Leonardi e Antonio Caramadre, hanno poi multato anche 30 auto parcheggiate in sosta vietata. Protes te p oi ieri p om eriggio dei p rop rietari delle au to che al ritorno da Roma non le hanno più trovate. Per loro il pagamento di 80 euro per il ritiro presso il deposito Lanni in via Sferracavalli e la multa. Colpa anche del progetto di rifacimento della piazza che ha ristretto gli spazi davanti la stazione oltre alle strade d’accesso e con i marciapiedi troppo bassi.

Banca allagata a Cassino

Il Liri esonda a Sora e Pontecorvo

CASSINO - Un problema alla conduttura idrica e la banca di RomaUniCredit allagata. Sarebbe questa la causa dell'allagamento alla banca di via Secondino Pagano e che ha tenuto i Vigili del Fuoco del distaccamento di Cassino impegnati per alcune ore, consentendo poi la normale ripresa delle attività.

CASSINO - La piena del fiume Liri mette in allarme e intorno a mezzogiorno i piani bassi delle abitazioni sono invasi dall'acqua. Allarme a Sora per l’uscita dagli argini del fiume Liri nella zona di Santa Lucia. Le piogge di questi giorni, ed in particolare delle ultime ore, hanno fatto crescere le preoccupazioni.


cassinate Racconta frottole sulla Gosaf ma non dice ai suoi concittadini che a Cassino ce l’ha portata lui

E Sebastianelli fa pure lo “gnorri” CASSINO - A Cassino si dice: "Curnut e mazziat" per intendere che, oltre al danno viene aggiunta anche la beffa. Ed è in questo modo che Giuseppe Sebastianelli ha fatto i cassinati, "curnut e mazziat". Forse rischiamo di essere anche ripetitivi, come il Giornale con la storia di Fini e Montecarlo, ma proprio per difendere i cassinati, le loro ragioni, la loro dignità, non possiamo tacere sull'ennesima dichiarazione - truffa che l'ex assessore all'urbanistica, l'ex consigliere di maggioranza di Tullio Di Zazzo prima, e Scittarelli poi, vorrebbe propinare alla gente di Cassino, che a differenza di Sebastianelli, non sa come far quadrare i conti a fine mese. Pensate dove è arrivato il coraggio di Sebastianelli: ha inviato un comunicato stampa dove punta l'indice contro la Gosaf, contro le bollette di ricalcolo della Tarsu, e con una serie di motivazioni tecniche che ovviamente non sono farina del suo sacco, cerca di difendere le ragioni dei cassinati, cospargendosi addirittura il capo di cenere in vista delle feste di Natale. Che fegato. Sebastianelli nel suo delirio scritto, non fa il minimo cenno al fatto che la Gosaf a Cassino ce l'ha portata lui, la sua

maggioranza, la gente con cui ha condiviso le sciagurate sorti di questa città. Sebastianelli fa lo gnorri, ma non dice che la Gosaf sta vessando i cittadini dal 2003, sta incassando centinaia di migliaia di euro, soldi del sudore della fronte della gente di Cassino, che a differenza sua si alza la mattina alle 5, se non prima, per guadagnare 1000 euro al mese. Sebastianelli fa la pecorella, ma dove stava quando la Gosaf metteva le mani nelle tasche dei cassinati? All'opposizione? No. Era in giunta, era in consiglio comunale a votare a favore di queste estorsioni autorizzate. Oggi si presenta, e dice che la Gosaf non va bene, spiega a modo suo che ci stanno per l'ennesima volta rubando le gocce del nostro sangue. Non spiega perchè la Gosaf è arrivata a questo punto, chi ce l'ha fatta arrivare, chi gli ha retto il gioco, nulla di nulla. A mantenere la mano a Sebastianelli ci pensano i giornali di regime, per 30 euro di prevenduti propinano sulle loro pagine le bugie di Sebastianelli, le sue mistificazioni, i suoi logorroici imbrogli. Questa è la situazione dell'informazione a Cassino,

dove chi può pagare si permette il lusso di sparare cazzate a destra e a manca. E i due giornali sono della stessa pasta di Sebastianelli, perchè loro la realtà la conoscono, sanno benissimo che se oggi la Gosaf fa come gli pare è anche colpa di Sebastianelli che a Cassino la Gosaf ha portato. Ma noi che non siamo nel libro paga di nessuno, lo denunciamo, gridiamo ad alta voce di non stare a sentire Sebastianelli, o quanto meno lo stesso dica cose sensate, dica che è pentito, che si vergogna di aver fatto parte di una squadra che faceva gol nella sua stessa rete. Niente di tutto questo. Sebastianelli si ostina nel voler prendere in giro i cassinati, nel voler a tutti i costi carpire la loro buona fede, con il solo scopo di spuntare una candidatura a sindaco. Ma il sindaco di questa città, dovrà farlo una persona seria, sincera, specchiata, non uno come lui che tira la pietra e nasconde la mano. Chiudiamo infine con un suggerimento ai lettori: quando leggete i quotidiani locali non date troppo poeso alle dichiarazioni dei politici e a quello che cercano di farvi intendere perché la realtà è ben diversa. Ignazio Annunziata

Pontecorvo, si teme per la piena del Liri

Il borsino

PONTECORVO E’ piena emergenza a Pontecorvo dove l’onda di piena del fiume Liri è attesa in queste ore per le piogge abbondanti. Il fiume ieri era esondato a Sora uscendo dagli argini nella zona di Santa Lucia. Il fiume Liri che attraversa la città, ingrossato dalle piogge di questi giorni, era sotto stretta osservazione fin da lunedìi sera e,

MARIO COSTA E' l'unico del Pd a cui è rimasto un po' di amor proprio. E' pronto a cedere il suo posto da dirigente di partito ad un giovane. Una correttezza unica, una grande dignità, ed un gran senso di appartenenza al partito. Bravo Mario.

CONSORZIO DI BONIFICA VALLE DEL LIRI Canali e canaloni sono pieni di immondizie e sterpaglie, tanto che le copiose pioggia fanno tracimare acqua in continuazione e in diverse zone di Cassino. Sarebbe ora di intervenire prima che accada qualcosa di grave.

EMILIO IANNETTA Non vuole più fare politica, è nauseato dalle bagatelle della sinistra e della destra, e ha deciso di non candidarsi. Noi vogliamo che ci ripensi, i suoi tanti elettori non possono perdere un punto di riferimento importante come lui. Onesto ed affidabile.

FLORINDO BUFFARDI E' un tipo molto attivo, ed è persona simpatica e gradevole, ma le sue decisioni andrebbero quanto meno condivise con i commercianti di Cassino. Con tutti, non solo una parte. Faccia ammenda.

per questo, le zone a rischio erano state rinforzate da sacchi di terra. I timori si sono concretizzati poco dopo mezzogiorno di ieri nella località Santa Maria dove i piani bassi delle case sono finite sott’acqua. Squadre di vigili del fuoco di Frosinone e volontari della protezione civile, stanno lavorando per limitare i danni.

di giovanni trupiano

CHI SALE

Droga, in manette ad Aversa due cassinati

Borse di studio, i genitori si mobilitano

CASSINO - L’altra sera i carabinieri di Aversa hanno arrestato ad un posto di blocco, a bordo di una Smart, A.D., 26 anni, di Teverola, e P. B., 21 anni, di Cassino, entrambi incensurati. Il controllo dei carabinieri sta per volgere al termine, quando i militari si insospettiscono per il comportamento tenuto dai due giovani ed hanno scoperto la droga nella vettura.

CASSINO - Una mobilitazione generale contro la Regione Lazio. La stanno rpedisponendo i genitori degli alunni vincitori di borse di studio che non vedono ancora erogati gli assegni da parte della Pisana. A parlare è Daniela Pontone, rappresentante dei genitori, la quale asserisce che si sta negando il diriutto allo studio dei ragazzi.

CHI SCENDE

7 ANNO I - N° 215 gIOvedì 2 dIcembre 2010


CASSINO BPC, finanziamenti ai giovani imprenditori

CASSINO - Un progetto studiato da Banca Popolare del Cassinate e Università degli Studi di Cassino, ma per il quale era necessario trovare il giusto contesto. Da qui è nato il format BPC OFFICINA DELLE IDEE, presentato e inaugurato ufficialmente proprio con l’incontro di oggi. L’idea è quella di creare un ambiente informale, sereno ed equilibrato nel quale, in un contesto amicale e in un’atmosfera basata, innanzitutto, sulle relazioni personali, ci sia lo spazio e il tempo per discutere idee e progetti, studiare soluzioni, individuare strumenti utili per promuovere lo sviluppo del territorio. Una serie di incontri itineranti, ospitati nelle varie sedi istituzionali di chi

decide di accettare la sfida di un laboratorio aperto e in continua evoluzione. BPC OFFICINA DELLE IDEE è stata l’occasione per presentare la “prima idea” proposta dalla BPC e dall’Università di Cassino: un progetto speciale destinato alla “prima idea” dei giovani imprenditori. PRIMA IDEA, infatti, è l’iniziativa con la quale la Banca Popolare del Cassinate mette a disposizione un plafond di 1.000.000 di euro destinato a finanziare 20 progetti da 50.000 euro ciascuno, da rimborsare in 10 anni, per sostenere il progetto di giovani imprenditori che vogliano realizzare idee innovative che abbiano preventivamente ricevuto un vaglio di fattibilità economico-tec-

nica da parte di un organismo di promanazione universitaria, bancaria e del mondo imprenditoriale. L’obiettivo è quello di mettere al servizio della crescita del tessuto imprenditoriale locale le competenze tecniche di matrice accademica dell’Università di Cassino e le competenze di natura economico-finanziaria - collegate anche alla conoscenza delle caratteristiche del territorio - della Banca Popolare del Cassinate. Per garantire pari opportunità nell’accesso al credito tra uomini e donne, il 30% del plafond è destinato ad iniziative legate all’imprenditoria giovanile femminile. Il plafond di euro 50.000 per singolo progetto potrà essere raddoppiato se l’iniziativa imprenditoriale prevede un impiego di forza lavoro superiore alle 5 unità lavorative con contratti a tempo indeterminato o determinato non inferiore a 18 mesi. I progetti di BPC OFFICINA DELLE IDEE e l’iniziativa PRIMA IDEA sono stati discussi da tutti gli intervenuti, che si sono mostrati particolarmente entusiasti e interessati. Ad introdurre l’incontro, il Presidente della BPC Donato Formisano e il Rettore dell’Università di Cassino Prof. Ciro Attaianese, che, insieme, hanno presentato l’iniziativa.

A Villa Santa Lucia Ufficio postale rapinato Bottino 50mila euro CASSINO - Ancora un colpo all’ufficio postale di Villa Santa Lucia. In due, ieri mattina poco dopo le 9, hanno aspettato che gli agenti di custodia depositassero il danaro necessario per il pagamento dlle pensioni e sono intervenuti pistole in pugno. Il bottino sarebbe compreso tra i 50 mila e i 100 mila euro, ma i funzionari delle poste stanno ulimando i conteggi. Del caso se ne stanno occupando i carabiniei della stazione di Piedimonte e della compagnia di Cassino. L’ufficio non è nuovo a simili blitz. Nel paese collinare i malviventi sono intervenuti, almeno in una circostanza, armati di martelli. La tattica è sempre la stessa, i malviventi aspettano che gli uffici vengano riforniti di soldi dalle guardie giurate e poi entrano in azione. A inizio mese, inoltre, le casse sono ben fornite per via del

pagamento delle pensioni Inps. Armati di pistola, in due, questa mattina hanno fatto irruzione nell’ufficio postale portando vi un bottino sostanzioso. Gli impiegati stanno facendo ancora i conti necessari per quantificarlo m pare si aggiri tra i 50 mila e i 100 mila euro. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri della stazione di Piedimonte San Germano.


SPORT CALCIO SERIE C FEMM.

Il Cassino femminile impatta 0 a 0 a Monterosi sprecando numerose occasioni

Azzurre, pari con rammarico Branca:“Paghiamo la mancanza di personalità e la poca cattiveria agonistica” CASSINO - La compagine azzurra femminile non è riuscita ad ottenere la terza vittoria consecutiva. Nell’ultimo impegno esterno di domenica la Di paolo e compagne hanno impattato zero a zero sul campo del Monterosi, allungando comunque la striscia di risultati positivi e compiendo un piccolo ma al contempo prezioso balzo in avanti in classifica. “E’ stato un pareggio bugiardo quello ottenuto a Monterosi - commenta con un pizzico di rammarico il mister Emiliano Branca - dal momento che il Cassino ha tenuto per tutta la durata dell’incontro saldamente in mano il pallino del gioco, creando diverse occasioni che non siamo riu-

sciti a sfruttare come accaduto in analoghe circostanze. Uno zero a zero decisamente bugiardo, che non ha premiato la squadra che sul terreno di gioco ha mostrato superiorità tecnica e supremazia territoriale, senza però dimostrarsi cinica quando si è trattato di concretizzare la mole di gioco prodotta”. Ed è proprio questo il punto sul quale il tecnico cassinate focalizza la sua attenzione. La compagine azzurra ha mostrato, come avvenuto spesso negli impegni esterni, una fragilità nell’approccio psicologico alla gara che non le consente di ottenere lo stesso ruolino di marcia realizzato finora negli impegni casalinghi, nei quali la Castelli e

compagne hanno sempre vinto, anche contro formazioni d’alta classifica. “Alla fine, paradossalmente, avremmo anche potuto perdere sull’unica azione pericolosa confezionata dalle padrone di casa - aggiunge mister Branca

- che sugli sviluppi di un calcio d’angolo hanno sfiorato la rete della beffa. Purtroppo abbiamo pagato la mancanza di personalità e di cattiveria agonistica che questo gruppo ha palesato dall’inizio della stagione. Negli impegni esterni partiamo sem-

pre in sordina e stiamo lavorando proprio per limare questi che sono i difetti fisiologici di una squadra giovane che ha tanta voglia di imparare crescendo insieme. Domenica arriverà un altro banco di prova importante: se vogliamo mantenere una posizione di classifica medio alta occorre una scossa contro l’ostica squadra del Fiano Romano, reduce da tre sconfitte consecutive”. In vista del probante impegno di domenica, le condizioni del bomber Matrundola tengono in apprensione il tecnico azzurro, che spera di poter contare sull’apporto della nuova arrivata Antonella Circio, trequartista ex Formia con una buona esperienza nel torneo di serie C. a.m.

CALCIO ECCELLENZA

Sora ringrazia il bomber Simeoli che tiene i bianconeri di Luiso aggrappati alla vetta SORA - Può essere definita “la vittoria del cuore” quella che il Sora ha ottenuto prepotentemente sul campo del Tomei contro il Terracina. Domenica la formazione bianconera, privata della guida del tecnico Luiso, espulso durante la gara col Lariano, ha strappato i tre punti in palio da un terreno di gioco avverso e a tratti impraticabile. Il prato, messo a dura prova in settimana dalle piogge pesanti, non ha aiutato i giocatori ad esprimersi, al contrario ha più volte ostacolato gli scambi e le verticalizzazioni su entrambi i fronti. Già nei primi minuti, il Sora si porta in avanti creando pericoli alla difesa tirrenica, e dopo solo nove minuti passa in vantaggio grazie ad un’intuizione di De

Robertis, che su un rinvio lancia verso la porta uno scalpitante Simeoli. L’attaccante non si lascia scappare l’occasione, aggancia sulla tre quarti ed entra in area depositando la palla in rete alla destra di Fusco. La gara si mette quindi in discesa, e i bianconeri sembrano gestire il vantaggio rischiando anche di raddoppiare. Ma tra le fila avversarie un attento Medoro riceve palla al limite, si accentra e lascia partire un sinistro a girare che si piazza alle spalle dell’incolpevole De Robertis. E’ 1-1, la partita si assesta minuto dopo minuto su livelli agonistici poco esaltanti, causa anche la difficoltà di gestire la circolazione della palla su un terreno ostile. A far discutere però torna pre-

potentemente il tema arbitrale. Il signor Sanfilippo, al 22° del secondo tempo, giudica da espulsione un intervento falloso di Ferreyra a centrocampo, a pochi secondi da un brutto episodio ai danni del Sora, sul quale aveva però sorvolato. La formazione del vice Iannicola non accusa il colpo, e alla prima occasione trova il vantaggio grazie ad un super Simeoli. In inferiorità numerica la squadra volsca ha dato prova di grande freddezza e caparbietà, afferrando con i denti le occasioni capitate. La posta in gioco era troppo alta, le vittorie in mattinata della capolista Frascati e di San Cesareo esercitavano pressione sul risultato della gara, che non poteva e non doveva prescindere dalla vittoria.

Hernanes alla carica: ”Lotteremo per il vertice”

Galliani non nasconde di puntare su Balotelli

«La nostra mentalità è chiara: dobbiamo pensare di partita in partita, cercando di restare in vetta il più a lungo possibile. E alla fine vedremo quale sarà la nostra posizione. Di sicuro arriveremo in un posto che ci renderà felici». Hernanes, il 'Profeta' della Lazio, non vuole sentire ancora la parola scudetto, ma è pronto a scommettere su un campionato di vertice per la sua squadra.

Adriano Galliani non ritiene verosimile che il Manchester City di Mancini voglia privarsi dopo solo qualche mese di Mario Balotelli, ma assicura che se questo dovesse avvenire, il Milan sarebbe in prima fila per tentare di ricostituire in rossonero l'accoppiata Ibrahimovic-Balotelli, eventualità che il fuoriclasse svedese non ha fatto mistero di gradire molto.

Le difficoltà non sono mancate, e a conclusione di una partita giocata sul fisico e sugli episodi, ecco arrivare la seconda espulsione per i sorani. Stavolta è Ascione a prendere anticipatamente la via dello spogliatoio, causando le proteste del pubblico e della panchina bianconera. Ma quel che conta è che al fischio finale il Sora possa gioire per la vittoria ritrovata, per la sostanza mostrata in campo e per la conclusione positiva di un pomeriggio che sembrava avviato su un binario morto. a.p.

9 ANNO I - N° 215 gIOvEdì 2 dICEMbRE 2010


ANNO i - N° 215 - giOvedì 2 dicembre 2010 - distribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - Fax 0776.325688 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNALe sAtiricO

CON L’ACQUA ALLA GOLA www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO A MICHELE MARINI Era nell’aria e tutti sapevano che la relazione sul Conto consuntivo del Comune di Frosinone avrebbe rivelato le falle di una gestione politico-amministrativa che fa acqua da tutte le parti. E così è stato. In Consiglio comunale il sindaco Marini non è stato in grado neppure di fornire i numeri, vale a dire di specificare cosa è stato speso, quanto hanno incassato le casse comunali e le previsioni delle operazioni economiche che dovrebbero essere operate di qui a breve. Insomma, un disastro, a dimostrazione di una gestione inefficiente di cui lo strumento contabile è immagine speculare. Il sindaco deve, comunque, rendicontare non solo le opposizioni ma i suoi concittadini di quello che hanno speso e di ciò che hanno incassato, e deve farlo subito.

L’OSCAR DEL GIORNO AI VIGILI DEL FUOCO In questi giorni di allerta meteo il Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Frosinone sta lavorando 24 ore su 24 su più fronti. Non solo interventi per allagamenti di strade e abitazioni, e ancora interventi per rimuovere rami di alberi dalle strade, ma anche interventi necessari per lo straripamento dei fiumi, in modo particolare Liri ed Aniene. Il tutto con una cronica carenza di uomini e di mezzi che da anni viene denunciata e che, proprio nei giorni scorsi, è stata ribadita a conferma del fatto che se stavolta non verranno adottati proveddimenti i pompieri avvieranno la loro protesta.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


frosinone Danilo Magliocchetti stigmatizza l’operato dell’esecutivo in merito al Conto Consuntivo

“Una Giunta inadempiente” La discussione in Consiglio,secondo l’esponente pidiellino,ha rivelato inefficienze a iosa FROSINONE - “Sulla discussione in aula del Conto Consuntivo la Giunta Marini continua ad essere inadempiente. Siamo infatti arrivati alla fine del 2010 e della verifica rispetto alle previsioni, ai programmi e ai progetti presentati nel Bilancio preventivo e di quanto è stato effettivamente realizzato nel corso dello scorso anno ancora non si parla”. Così il Consigliere Comunale di Frosinone Danilo Magliocchetti. “Il Conto Consuntivo infatti rappresenta lo strumento fondamentale per valutare l’efficienza, l’efficacia e

l’economicità dell’azione amministrativa del Comune e ad oggi il Sindaco non ha ancora deciso quando iniziare il confronto sui numeri reali, cioè su quanto concretamente è stato speso e incassato”. “Ricordo - prosegue Magliocchetti - che l’art. 243, comma 6 del TUEL prevede per l’inosservanza del termine di Legge l’assoggettamento, in via provvisoria, alla condizione di Ente strutturalmente deficitario fino all’approvazione dello stesso e che la mancata approvazione del rendiconto nel termine di Legge è sintomatica di

una gestione finanziaria sicuramente anomala che potrebbe determinare ricadute negative per l’operatività dell’Amministrazione, come l’inapplicabilità dell’eventuale avanzo di amministrazione (art. 186 TUEL) e l’impossibilità di ricorrere all'indebitamento. A questo punto, visto il significativo ritardo nella presentazione in aula del documento, risulta fondamentale sapere se l’organismo dei Revisori dei Conti ha rilasciato il prescritto parere, ai sensi del Decreto Lgs. 267/2000 (Testo Unico delle Leggi sull’ordinamento degli Enti Locali) e suc-

cessive modifiche e integrazioni, in ordine al Conto Consuntivo 2009 dell’Amministrazione Comunale di Frosinone ed eventualmente come mai questo parere tarda ad arrivare. Una volta portato il aula il documento contabile sarà poi importante sapere e capire, vista la disastrosa situazione finanziaria dell’Ente, quanto l’amministrazione ha realmente incassato per oneri di urbanizzazione rispetto alle previsioni di entrata, il vero buco nero di questo Comune, o ad esempio quanto è stato speso per incarichi e consulenze esterne”.

Ferrovia Roma-Frosinone Ticket per i disabili Il Pd aderisce al progetto De Angelis: una desolazione FROSINONE - Anche la Federazione PD provinciale aderisce alla campagna online lanciata dal Gruppo PD regionale contro i tagli ai servizi di riabilitazione e l'imposizione del ticket per le persone disabili voluti dalla Giunta Polverini. "Una petizione online a cui è doveroso aderire e che invitiamo tutti a sottoscrivere",fa sapere il segretario in pectore Lucio Migliorelli. "Si tratta di vessazioni ingiuste, che colpiscono le fasce più deboli e svantaggiate della popolazione, contravvenendo al principio del diritto alla salute. Per citare i contenuti della petizione,i tagli disposti dal provvedi-

2 ANNO I - N° 215 gIOvedì 2 dIcembre 2010

mento della Polverini riducono i servizi ed allungano la lista di attesa per prestazioni riabilitative necessarie ed urgenti. Persone con gravi disabilità, ricoverate o in cura presso i centri riabilitativi diurni, sono costrette a pagare un ticket pari al 30% per prestazioni sanitarie essenziali per il proprio recupero o per arginare i processi degenerativi legati alla propria condizione. Le famiglie già duramente provate dai pesanti costi e sacrifici che l'assistenza di un figlio disabile comporta, andrebbero meglio sostenute da un'efficiente e forte rete di servizi.

FROSINONE - “L'inchiesta fatta da Altroconsumo disegna un quadro della tratta Frosinone-Roma davvero desolante: treni sporchi e sovraffollati, sedili strappati, bucati, ritardi cronici, toilettes impraticabili”. Questo il primo commento dell'eurodeputato Francesco De Angelis in merito al servizio diramato da Altroconsumo sui trasporti regionali.“Non esiste solo l'Alta Velocità" - dice De Angelis -. Gli altri binari, quelli più frequentati e che sono a servizio dei pendolari, studenti o lavoratori, sono completamente dimenticati. I tagli che ci sono stati anche in questo settore hanno comportato un servizio sempre peggiore, dove aumentano i passeggeri ma il numero delle carrozze resta lo stesso oppure è

addirittura diminuito, e dunque è un'impresa riuscire a trovare un posto a sedere; dove i ritardi non sono l'eccezione ma l'abitudine. Quante persone sono costrette a subire i ritardi di ore ed ore, con il rischio di saltare un esame o di arrivare in ritardo sul posto di lavoro? Per non parlare delle stazioni fantasma, ridotte così da ingenti tagli al personale, dove è impossibile trovare una biglietteria, una indicazione, un pannello degli arrivi e delle partenze. E' inconcepibile che ai giorni nostri i viaggiatori siano costretti ad usufruire di un servizio così scadente. Non si può pensare sempre e solo a fare cassa e a risparmiare, bisogna garantire dei livelli minimi di servizio, a tutela dei consumatori”.

IVerdi di Serrone alla Costituente ecologista

Sora, nuove deleghe per Cesare Gabriele

SERRONE - Angelo Bonelli Presidente dei Verdi, sarà presente alla costituente ecologista della Provincia di Frosinone e dei Monti Prenestini sabato 4 dicembre alle ore 9.30 a Serrone. "E' un appuntamento importantissimo dichiara Piero Pera - per gli ecologisti questo di Serrone. La Provincia di Frosinone è devastata sotto l'aspetto ambientale nel suo complesso.

SORA - Il Sindaco di Sora, al fine di assicurare migliore funzionalità dell’azione politico-amministrativa e l’esercizio dell’attività di controllo sulla esecuzione degli atti dell’Ente, ha conferito all’Assessore Comunale Cesare Gabriele, la delega nelle materie seguenti: Edilizia; Urbanistica e governo del territorio; Riqualificazione periferie e borgate; Finanza di progetto e grandi opere.


frosinone Il 20 dicembre prossimo nel quartiere Scalo si terrà la prima fiera natalizia

Per Natale tutti a Corso Lazio Si tratta di un’iniziativa ideata ed organizzata dalla III Circoscrizione FROSINONE - Il 20 dicembre tutti a Corso Lazio per la prima fiera natalizia dello scalo. A darne notizia è l'A.N.V.A. Confesercenti (organizzatore e gestore della fiera) per mezzo del suo presidente Tolassi Fiorino. "Il progetto di una fiera a Corso Lazio non è cosa nuova e a dire il vero nasce dalla III Circoscrizione e più precisamente dai consiglieri Colasanti (oggi assessore al commercio) e Forestiero. Due anni fa mi venne presentata l'idea ma tecnicamente non fu possibile la realizzazione per mancanza dei dovuti tempi necessari all'ap-

provazione e più in generale all'iter buricratico. Quest'anno, il consiglio di III Circoscrizione ha dato il proprio placet in maniera unanime - e di questo ringrazio il consigliere Forestiero per aver ripresentato il progetto, il presidente Turriziani Colonna che non ha fatto mancare il contributo della maggioranza su una proposta proveniente dall'opposizione ed infine l'assessore Colasanti che hanno fatto si che il tutto si potesse realizzare". Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e come sarà organizzata. L'area interessata sarà, appunto, Corso Lazio nel tratto

Oggi ancora allerta meteo Fiumi sotto osservazione SORA - FROSINONE - Il maltempo di questi giorni ha causato diversi disagi che tenderanno ad aumentare in questi giorni. Dopo lo straripamento dell’Aniene che ha visto la fuoriuscita del fiume in particolare lungo l’area di Tr e v i n e l L a z i o, i e r i m a t tina a dare problemi è stato il fiume Liri in particolare a Sora e nel Sorano d o v e i Vi g i l i d e l F u o c o sono stati impegnati per ore a prosciugare le acque

f u o r i u s c i t e d a l f i u m e. La Protezione civile ha lanciato l’allerta anche nel capoluogo con piogge sparse a tratti diffuse con r ove s c i a n c h e i n t e n s i p r e visti nella giornata di ieri e in quella di oggi. Previsti anche isolati temporali con relativo elevato rischio idro-geologico ed idraulico ed il possibile superamento della soglia d'allarme nei va l o r i i d r o m e t r i c i . E ’ s t a t o di allerta.

privo di abitazioni (dall'altezza del giardino dei cinque sensi sino alla rotatoria - come mostrato in disegno). Le carreggiate interessate saranno entrabmbe ed i banchi espositivi saranno dislocati in maniera tale che la lunga aiuola preesistente fungerà da separatore di corsia. L'area individuata permetterà di ospitare circa 70 banchi espositivi e, considerato l'alto numero di pre-adesioni già pervenute, probabilmente sarà reso necessario anche l'utilizzo di una seconda area (già individuata nel parcheggio prossimo alla rotatoria).

Gruppo Vona, settore edilizio in forte crescita nel 2009 FROSINONE - Sull'autorevole allegato “Classifiche 2010” del mensile Costruire, il Gruppo Vona registra un successo segnando + 39% di fatturato rispetto all’anno precedente e conquistando la posizione n.101 tra tutte le imprese italiane con fatturato superiore ai 10 milioni di euro. Il dato che emerge dalle Classifiche relative ai bilanci 2009, pubblicate per il venticinquesimo anno di seguito dall’autorevole rivista di settore, è confortante per il Gruppo che,nonostante l’annata nera per il settore edilizio, tiene testa alla crisi facendo registrare ben 7 posizioni in più rispetto allo scorso anno. Secondo quanto rilevato dall’’Osservatorio Congiunturale sull’Industria delle Costruzioni, curato dall’Ance,il clima di incertezza che

La musica ciociara a Tor Vergata

Don Vagge consigliere ecclesiastico Coldiretti

FROSINONE - Dopo lo storico concerto effettuato a Praga,la rassegna“Ascolta la Ciociaria”è di scena a Roma alle ore 17,30 di domani,presso l’Auditorium“E.Morricone”dell’Università diTor Vergata che ha patrocinato l’evento. Il direttore artistico M° Francesco Marino presenta il concerto:“Interessante è il programma che propone, da parte della pianista Manuela Scognamiglio, l’esecuzione de L'Isle joyeuse di Debussy”.

FROSINONE - Don Carlo Vagge, indicato dalVescovo Spreafico, quale nuovo consigliere ecclesiastico provinciale della Coldiretti di Frosinone.“Ringraziamo il Vescovo – ha detto Lisi – per aver accolto la nostra richiesta ed aver indicato il nuovo consigliere ecclesiastico con il quale, sono certo, organizzeremo più di qualche approfondimento in merito alla nostra azione in Ciociaria”.

sta attraversando il Paese,tuttora non risparmia il settore delle costruzioni:la crisi,originata negli Stati Uniti e acuitasi nell’ultima parte del 2008, ha prodotto un impatto rilevante sul settore delle costruzioni per tutto il 2009, ampliando l’intensità della recessione già in atto nella seconda metà dell’anno precedente. Secondo lo studio i fattori di crisi avrebbero sottratto, nel periodo 2008-2010, all'evoluzione prevista del volume degli investimenti in costruzioni circa 10,8 punti percentuali.Anche il dato Istat relativo al 2009 conferma che gli investimenti in costruzioni sono diminuiti del 7,7% in termini reali rispetto all’anno precedente, dato che si mantiene sostanzialmente stabile nel primo semestre del 2010 che chiude con un calo dell’7,1.

3 ANNO I - N° 215 gIOvedì 2 dIcembre 2010


Meteo

ORARI

SORA

MESSE ABBAZIA DI MONTECASSINO

TRENI

MATTINO

CASSINO ROMA

POMERIGGIO SERA NOTTE

FROSINONE

CASSINO

MATTINO

MATTINO

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

La ricetta Torta brulé al limone Versate la farina, il sale, lo zucchero al velo e il burro tagliato a cubetti e leggermente ammorbidito in una ciotola, quindi iniziate ad impastare. Unite il tuorlo fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo con il quale formerete un panetto che coprirete con della pellicola trasparente e metterete in frigorifero per almeno 40 minuti, quindi estraete dal frigorifero la base della torta e stendetela con un matterello. Imburrate una tortiera del diametro di 24 cm e foderatela con la sfoglia ottenuta, quindi bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta coprite la pasta con un disco di carta forno che riempite con dei legumi secchi. Infornate la base della torta per circa 20 minuti o fino a che i bordi della base sono diventati dorati. Mentre la base è in forno ponete le uova in una ciotola, assieme allo zucchero e montate gli ingredienti ottenendo un composto gonfio e spumoso. Grattate la buccia dei limoni e spremete il loro succo. Unite la buccia grattugiata dei 6 limoni e il succo filtrato di soli 2 limoni. Mescolate per bene. Montate leggermente la panna ed incorporatela con una spatola al composto di uova: mettete il composto ottenuto in frigorifero coperto con della pellicola per almeno un’ora. Estraete la crema dal frigo, mescolatela. Nel frattempo portate il forno a 180°; a questo punto estraete la base dal forno, togliete la carta e i legumi secchi, lasciate leggermente intiepidire e poi spennellate il fondo con dell’albume. Mettete di nuovo la base in forno per 5 minuti, affinché prenda colore anche il fondo. Quindi infornate a 130 gradi per circa un’ora o fino a che non vedrete colorire la superficie della torta. Estraete quindi la torta al limone dal forno e lasciatela raffreddare, dopodiché toglietela dallo stampo, cospargetela con metà dello zucchero al velo e caramellatela con un cannello da cucina, poi ripetete la stessa operazione con lo zucchero rimasto, quindi servite la torta brulè al limone.

INGREDIENTI: Farina (165 gr); Burro (130 gr); Sale (un pizzico) Uova (1 tuorlo); Zucchero (a velo, 65 gr); Limoni (6); Panna (250 ml); Uova (per farcire, 8); Zucchero (350 gr).

Numeri utili EMERGENZA 112 113 115 118 1515 800116

CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE SANITA’

OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA

0776 39291 0776 311123 0776 21058 0776 3941 0776 301222 0776 24422

NUMERI UTILI

COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

0776 2981 0776 311529 0776 2991 0776 32091 0776 3081 888088

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

ROMA CASSINO 5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

CASSINO NAPOLI 1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

NAPOLI CASSINO

5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

4.20 5.18 5.51 6.08 6.16 7.50 11.35 12.14 12.20 14.50 15.49 16.50 18.45 19.50

6.30 7.10 7.46 8.11 8.11 9.48 13.25 14.31 14.31 16.55 17.50 18.50 20.13 21.50

ORE

9.00 10.30 12.00

S.GERMANO (CHIESA MADRE)

ORE

8.30 11.00 19.00

S. PIETRO ORE

7.30 10.00 11.30 18.00

S.ANTONIO ORE

9.30 12.00 19.00

SAN GIOVANNI ORE

7.30 11.00 19.00

SAN BARTOLOMEO

APPUNTAMENTI

FROSINONE,

CINEMATEATRO ARCI

03 DICEMBRE

IX edizione del cinema d’essai presenta:

SAN BASILIO (CAIRA)

GORBACIOF

ORE

10.00

Marino Pacileo, detto Gorbaciof a causa di una vistosa voglia sulla fronte, è il contabile del carcere napoletano di Poggioreale. La sue passioni sono il gioco d'azzardo e la giovane Lila, figlia del cinese che mette a disposizione il tavolo per le carte. Quando scopre che l'uomo ha contratto un debito che non può pagare, Gorbaciof decide di prendersi cura della ragazza e, per farlo, dapprima sottrae dei soldi dalla cassa del carcere poi accetta di partecipare ad altre, più pericolose, attività. La settima regia cinematografica di Stefano Incerti è un film che, per alcuni connotati, si direbbe un esordio. Non è così, ma la gestazione è durata degli anni e il partorito, suo malgrado, reca le tare della sofferenza fetale. Ma torniamo ai connotati. Il film è costruito interamente attorno al protagonista, un personaggio studiato nei dettagli, piazzato dentro un intreccio codificato e riconoscibile, che permette da un lato l'esercizio di stile - certamente riuscito - e, dall'altro, ribadisce l'esistenza di una proficua via italiana al genere, ricca di sfumature inedite, ancora tutte da esplorare.

SAN GIOVANNI (SANT’ANGELO IN TH.) ORE

8.30 11.00 CASSINO

FARMACIE

STASERA IN TV Rai 3, ore 21.05

MILLION DOLLAR BABY

ORE

8.30 11.00 18.00

VENERDI’ 03 DICEMBRE

COSTA

SABATO 04 DICEMBRE

RICCIUTI

DOMENICA 05 DICEMBRE

S.BENEDETTO

LUNEDI’ 06 DICEMBRE

PRIGIOTTI

MARTEDI’ 07 DICEMBRE

EUROPA

MERCOLEDI’ 08 DICEMBRE

COSTA

GIOVEDI’ 02 DICEMBRE

S.ANNA

(drammatico - 2004)

Il film mostra la trentenne Maggie Fitzgerald irrompere nella vita dell'anziano manager di pugilato Frankie Dunn, un uomo senza illusioni, ma privo di rancori. L'energia vitale della donna riesce a contagiare il riluttante Frankie, visto che la giovane vuole ad ogni costo diventare campionessa di pugilato. Non più tanto giovane per quello sport violento, Maggie ha una spinta interiore capace di travolgere ogni resistenza. Frankie vede in lei, pur senza ammetterlo, la figlia che non vede ormai da troppi anni. Inizia così il loro sodalizio. Anche il vecchio ex-pugile Scrap, che è diviso tra amicizia e risentimento per Frankie, si unisce al progetto di trasformare la ragazza in un pugile di qualità, in un lasso di tempo proibitivo. Regia di Clint Eastwood, con Clint Eastwood, Hilary Swank, Morgan Freeman.

ANNO I - N° 215 - gIOVEdì 2 dICEMbRE 2010


SPORT BASKET LEGADUE

Il coach, dopo la sconfitta interna con Verona, non ha più alibi: deve solo vincere

Veroli, Cavina sulla graticola Zeppieri: “I nuovi arrivati non rendono, pensiamo prima di tutto alla salvezza” VEROLI - La Prima Veroli è in piena crisi d’identità oltre che di risultati. La sconfitta casalinga rimediata contro la modesta Verona ha mandato su tutte le furie il presidente Zeppieri, che non si era esaltato dopo la parentesi vittoriosa della settimana precedente evidenziando le lacune che non consentono alla sua veroli di ambire ad un torneo di vertice, come invece avventuto nella passata stagione. Quella con Verona è stata la debacle del non ritorno per la squadra giallorossa, almeno per quella pensata in estate. Il sesto ko in nove gare di campionato è infatti sufficiente per prendere per definitiva la debolezza di questo gruppo.

Anche il presidente Leonardo Zeppieri ha deciso che è arrivato il momento di dire basta. Basta con questi risultati. E basta con questa squadra. Il presidente giallorosso, dopo un incotro preliminare con il dg Bartocci, ha fissato un faccia a faccia con il coach

cavina, al quale, forse, verrà concessa l’ultima chance. O riesce a tirare fuiori la squadra da questa brutta situazione, oppure rischierà di non mangiare il panettone in ciociaria. Zappieri su cavina è stato chiaro: “Su di lui non possiamo ancora prendere decisioni drastiche, anche perché non abbiamo la sicurezza che esonerando Cavina la squadra migliorerà, perché è stata costruita male e un altro coach non so se riuscirà mai a raddrizzarla”. Ma in caso di sconfitta pure nella trasferta di Casalpusterlengo, domenica prossima, la valutazione circa l’opportunità del cambio di panchina potrebbe cambiare: “A Casalpusterlengo si deve

vincere, chiariamolo subito. Nel caso in cui, viceversa, si perdesse, è ovvio che sarebbe un’ulteriore conferma di qualcosa che non va. Avevo detto due settimane fa che dopo la decima giornata avrei fatto un bilancio e, certo, una sconfitta porterebbe più peso a certe

GIOVANILI FROSINONE

GIOVANILI FROSINONE

La Roma troppo forte per la Primavera Per sabato attesa la corazzata Reggina TRIGORIA – Roma amara per i ragazzi di De Angelis, che escono sconfitti con un punteggio troppo severo per quanto visto in campo. I canarini, nonostante tengano bene il campo al cospetto della compagine giallorosa, sicuramente una delle protagoniste sia del girone che della fase finale, vengono puniti proprio nella fase finale della partita, quando il pareggio sembrava concretizzarsi. La partita, anche se agonisticamente molto intensa, non regala grosse occasioni da rete, con le difese che prevalgono sugli attacchi. L’inizio vede i capitolini partire forte con alcune incursioni di Dieme, che creano un po’ di apprensione alla difesa gialloblù. Al quarto d’ora ci prova anche Thiam ma senza fortuna. I canarini controllano e cercano di ripartire con azioni in velocità, ma senza creare grossi pericoli per Pigliaceli e compagni. Col passare dei minuti i romani prendono le redini del centrocampo, ma le occasioni scarseggiano. L’inizio della ripresa è sulla falsa riga del

nostre considerazioni”. Si sta guardando al mercato perché, con l’obiettivo cambiato dalla promozione alla salvezza, la sostituzione dei giocatori più deludenti è diventata un’esigenza anche dal punto di vista economico: “Dobbiamo pensare al budget e certi giocatori che gravano sulla società in modo pesante coi loro stipendi non possiamo permetterceli se dobbiamo puntare alla salvezza. Per salvarsi servono giocatori che sgrugnano, mentre quelli che abbiamo non sono abituati alle lotte della bassa classifica. Anche da Brkic e Binetti ci attendevamo un apporto diverso. Questao andazzo deve cambiare, a cominciare dalla sfida di Casalpusterlengo”.

primo tempo, però col passare dei minuti i giallorossi allentano la pressione e i ragazzi di De Angelis cercano di approfittarne, prima con un tiro fuori di Ucchino, poi con Ialongo, Altobelli e Maisto, ma senza grosse fortune. All’80° l’episodio decisivo: azione sulla destra di Dieme, la difesa canarina non riesce ad allontanare il pallone che ritorna ancora a Dieme, che dal limite indirizza un rasoterra molto angolato su cui Scarsella, coperto, pur tentando la parata, non può far nulla. I gialloblù su buttano all’attacco, lasciando ampi spazi ai giallorossi e su una tipica azione di contropiede è ancora Dieme che sfruttando una spizzata di Montini si presenta davanti a Scarsella e lo batte in uscita (92°). Al fischio finale volti sconsolati tra i canarini per una sconfitta troppo pesante. Prossimo e ultimo turno per i ragazzi di De Angelis prima della sosta per le festività, è per sabato 4 dicembre quando a Supino arriverà un’altra delle grandi del girone, la: Reggina.

Ok gli Allievi che regolano di misura anche la Cavese SUPINO – Prestazione senz’altro convincente e vittoria preziosissima da parte dei ragazzi di Mister Grimaldi al cospetto di una Cavese determinata che ha mostrato di meritare la zona alta della classifica attualmente occupata. Al 23° il Frosinone si porta in vantaggio con il gol di Campagna che poi risulterà essere decisivo dell’intero incontro: Manzo riceve palla sulla trequarti avversaria, controllo e verticalizzazione precisa per il capitano che con un morbido pallonetto dal limite sorprende De Luca in uscita. I ragazzi della Cavese non si scompongono e si fanno rivedere al 33° con Russo che, servito sulla corsa da Anastasio, entra in area a destra e da buona posizione lascia partire un tiro troppo debole. Al rientro in campo le due formazioni trovano ad accoglierle una fitta pioggia che certo non agevolerà lo sviluppo del gioco e lo spettacolo. Le sostituzioni finiscono col dar ragione al Frosinone che passa ad un più folto centrocampo a 5 concedendo così fino al termine una sola occasione alla Cavese con Pellegrino che al 70° dal limite dell’area incrocia bene il suo tiro di destro, sfiorando il palo con Palombo disteso in tuffo. I ragazzi del Frosinone ottengono un successo importantissimo contro una diretta concorrente per la zona play off e dovranno prepararsi ad un’altra partita difficile domenica prossima nella trasferta di Sorrento.

Grosseto, tre giocatori in fuga verso Pisa

Il Frosinone tornato subito al lavoro

Secondo quanto riportato dai colleghi di TuttoLegaPro.com, il direttore sportivo del Pisa Vincenzo Minguzzi sarebbe vicino a conseguire l'ingaggio di ben tre giocatori del Grosseto di Francesco Moriero in gennaio: il difensore centrale Massimo Melucci (32), il centrocampista Luigi Consonni (33) e il centravanti Marco Guidone (24).

Torna subito a lavorare il Frosinone dopo il recupero con il Pescara.Il gruppo è stato diviso in due con chi ha preso parte alla partita di ieri che ha lavorato in piscina e in palestra. Chi invece ieri non è sceso in campo si è regolarmente allenato sul campo de Il Casale, svolgendo lavoro atletico e partitelle.Cariello,che ieri non è sceso in campo per una defezione, ha lavorato in piscina e nel pomeriggio si sottoporrà ad una visita di controllo a puro scopo precauzionale.

5 ANNO I - N° 215 GIOVEDì 2 DIcEmBRE 2010


lagazzettacassino021210a  

IL TAPIRO DEL GIORNO AI PARCHEGGIATORI L’OSCAR DEL GIORNO AL CONSORZIO DI BONIFICA ANNO I - N° 215 - GIOVEDì 2 DICEmbrE 2010 - DIstrIbuzIONE...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you