Issuu on Google+

SPETTACOLI Luciano Mastrocola: “Fallen è un disco di transizione, il prossimo nel 2010”

Suona il fragore del silenzio Il rumore del fiore di carta, ha pubblicato l’album “Fallen” in Giappone di Charles N. Papa CAMPOBASSO - Nel fragoroso mondo dello spettacolo, dove sgomitare e urlare sono la costante per chi vuole apparire, non c è spazio per chi del silenzio ne fa un’arma ancora più dirompente. Per chi ascolta musica oggi, diventarne fruitore è molto facile, basta sapere come scaricarla, senza spese e a scapito degli autori e di tutto l’indotto (distributori, negozianti, siae, corrieri). Da q u a s i vent’anni il cd ha soppiantato il vinile e la radio ‘gestisce’ il successo di una canzone grazie a scambi commerciali con le major. Da tutto questo bailamme ne sono fuori Il rumore del fiore di carta, (in seguito IRDFDC) gruppo molisano che con il secondo disco “Fallen” (dicembre 2007) ha raggiunto il mercato giapponese. Per restare nel convenzionale e usare una definizione d’uso comune, la loro musica si può chiamare post-rock-sperimentale. Ed è un tuffo nel passato, perchè il disco, autoprodotto, è un doppio in vinile. Tutt’altra cosa. Avere tra le mani non un 12” da discoteca, ma due lp con le tracce delle canzoni (sette), vedere una suite su un unico lato, riporta ai concept album di gente come Yes o Pink Floyd. IRDFDC giunge al secondo album “Fallen” senza porsi particolari problemi legati a produttori ingordi o manager assatanati di live. “E’ un disco autoprodotto - spiega Luciano Mastrocola con noi in redazione- perchè la nostra filosofia ci impone di fare da soli, per ora. Siamo molto contenti di come vanno le cose e del riscontro che abbiamo nel mondo. Aprire la casella mail ogni volta, diventa un momento di sorprese e conferme che, quello che stiamo facendo, dà emozioni”. Restringere con una definizone la

musica de IRDFDC significa non rendere merito alla bravura e alla tecnica del quintetto molisano. “Non abbiamo bisogno di entrare in heavy rotation in radio -

spiega Luciano - non aspiriamo a vette altissime, noi stiamo facendo e suonando la musica che ci piace”. Fallen è un disco di transizione,

Musica jazz stasera in giardino CAMPOBASSO - Questa sera dalle 20:30 nel giardino dell’enoteca Vinalia in via Mazzini a Campobasso, concerto dei Blue Time: Donato Cimaglia, Marco Mancini, Nicola Corso, Chiara Izzi. L’inaugurazione del giardino verrà accompagnata dalla degustazione di vini della cantina Donnafugata.

ha qualcosa del precedente Origami 62 e ha già qualcosa del prossimo, terzo album già in lavorazione. La scelta musicale, strumentale con qualche testo quà e là, fa de IRDFDC un gruppo che fugge dal banale, che si fa ascoltare comodamente seduti su una polt r o n a , sorseggiando il drink preferito, in penombra. Che potrebbe ess e r e colonna sonora di molti film. Tipo 21 grammi con sean Penn: “Si ma anche di molti altri” ribatte subito Luciano, esperto anche di cinema. Fallen è un passaggio lieve, leggero, in una giornata uggiosa, triste, arrabbiata. La musica del doppio vinile si mescola alle ansie e inquietudini del momento e le fa venire fuori senza far male. Ma a voler spiegare la musica de IRDFDC? “Ma non saprei cosa dire - dice Luciano - risponderei ascoltati il disco. Non si può trascrivere quello che si fa perchè si ha la passione di farlo. Oggi non ci campi con la musica, soprattutto per quella che facciamo noi. Infatti abbiamo tutti un lavoro. Ci vorrebbe il motivo

Brevi

per crederci in modo tale, da abbandonare i lavori che abbiamo ora, per inseguirne uno da inventarsi”. E avrebbero tutto da guadagnarci, visto che IRDFDC ha ricevuto plausi da tutto il globo, e dall’Italia in ogni posto dove ha suonato. Il sogno di Luciano? Vedersi suonare dal vivo. IRDFDC sono: Luciano Mastrocola, Nazario Graziano, Antonio Giambattista, Alessandro Mastrocola, Alessandro Salzmann.

BOJANO - Domani al mamamè live Stereoplastica. TERMOLI - Domani alle 22:00 al Pozzo dolce live dei Planar evil. Sabato 23 i Tools of torture. Organizza Collettivo HC. CAMPOBASSO - Domani il duo chitarristico De Simone-Belnudo per la rassegna “Musicalmente” alla biblioteca Albino in via Garibaldi. CAMPOBASSO - Domani “Ti racconto un libro” presenta presso la biblioteca Albino Bruno Tinti alle 18:30 CAMPOBASSO - Domenica 24 maggio parraocchia S.Antonio di Padova Coro polifonico femminile “Samnium concentus” e “Quod libet”.

Live per lʼAbruzzo ISERNIA - Ancora concerti in beneficenza per le popolazioni terremotate in Abruzzo, questa volta organizzata dalla Presidenza della Regione Molise in collaborazione con Ecletnica Pagus. L’evento si terrà questa sera (ore 20:00) presso Le Cave Cantieri Culturali e domani sera (ore 20:00) presso l’Aula Magna dell’Università degli studi del Molise in via De Santis a Campobasso. Saliranno sul palco Ecletnica pagus, Riserva Moac, Il circolo vizioso della farfalla, Duilio vigliotti, Il tratturo, Percussioni ketoniche.

La sposa perplessa in doppia serata FERRAZZANO - Tre eventi teatrali a cominciare da questa sera. Oggi e domani sul palco del Tfs “La sposa perplessa” di e con Palma Spina. Dal 26 al 28 “La vendetta e il racconto” di Adelchi Battista con Marco Caldoro. Dal 15 al 19 “L’azione integra dell’integrazione”. Info 0874487552.

17 ANNO II - N° 99 VENERDÌ 1 MAGGIO 2009


Pagina_02_Primo Piano:Layout 1.qxd