Issuu on Google+

Un fiume di persone in strada per l’Ittierre

Processo Marinalba, parla Fortini

Chiedono certezze i lavoratori dell’azienda di moda di Pettoranello del Molise che, ieri mattina, sono scesi in piazza per protestare ed hanno sfilato, per ore, lungo le strade di Isernia, con la speranza solo di essere ascoltati. “Sentiamo cosa hanno da dire i nostri politici” , hanno urlato, attraversando le strade cittadine.

Nell’aula della Corte d’Assise di Campobasso quello di ieri è stato il giorno di Ignazio Fortini. L’ennesima udienza del processo per l’omicidio di Marinalba Costa Silva, uccisa nel marzo del 2008 nel suo appartamento di Isernia, con le dichiarazioni dell’unico indagato, ha vissuto forse il momento più importante dell’ultimo periodo.

ANNO III - N° 26 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - tel 0865.414168 email: lagazzettaisernia@alice.it

L’OSCAR DEL GIORNO AI MANIFESTANTI

Ittierre, un cul de sac?

Non è stato solo il primo sciopero in 23 anni di Ittierre, è stato anche un grido d’allarme e se vogliamo una prova di forza. Per questi motivi, l’oscar del giorno va ai dipendenti dell’azienda di Pettoranello, che per difendere il proprio lavoro hanno manifestato per le strade di Isernia, cominciando a far sentire la propria voce. L’oscar, quindi, va a quanti hanno dato la vita per l’economia molisana, a quanti hanno visto il loro futuro occupazionale sgretolarsi sotto i propri occhi e anche a quanti volevano passare “al contrattacco” già da tempo. Un riconoscimento a tutti i lavoratori, riusciti in pochi giorni a portare in strada sigle sindacali, politici, amministratori, studenti e semplici cittadini, che hanno compreso a pieno che in gioco c’è il futuro di una regione.

IL TAPIRO DEL GIORNO AI DIRIGENTI ITTIERRE

C’erano tutti a manifestare a fianco dei lavoratori della Ittierre; politici, sindacalisti, studenti, pensionati e cittadini. Tutti, tranne i dirigenti dell’azienda di moda. Forse sanno già che tra i 500 tagli predisposti nel piano industriale, non figurano certo i loro nomi. Tranquilli come sempre sono entrati puntuali (forse?) in ufficio e hanno ignorato cosa stesse accadendo nelle strade di Isernia. Ai dirigenti così ligi al lavoro, tanto da non poter essere solidali con chi è meno fortunato e va avanti con poche centinaia di euro al mese, va il nostro tapiro del giorno.

www.lagazzettadelmolise.it

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


13a