Page 1

ISERNIA Il neopresidente ha incontrato i dirigenti della Provincia

Visita informale di Mazzuto a via Berta ISERNIA - Nella calda mattinata di ieri, il neo eletto presidente della Provincia Pentra Luigi Mazzuto si è recato a Palazzo Berta per una visita informale allo staff di vertice ed ai Dirigenti dei vari settori della Provincia Isernina. Non è mancata l’occasione per esprimere nuovamente il suo grazie alla cittadinanza che lo ha largamente sostenuto in

questa tornata elettorale, e la stessa è valsa per annunciare l’obiettivo del suo lavoro in qualità di Rappresentante unico della Provincia. “Bisogna far conoscere la nostra Provincia, attraverso delle azioni comunicative importanti. Si punta senz’altro alla crescita economica della Provincia, del suo pil, lo faremo con un lavoro di squadra a

Aveva con sé armi e droga, 46enne in manette VENAFRO - Detenzione abusiva ed alterazione di armi, simulazione di reato e detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. Di tutti questi reati deve rispondere un 46enne di Venafro arrestato nella tarda nottata tra martedì e mercoledì. Nella stessa operazione è stata denunciata anche un’altra persona per spaccio di droga. Una terza è stata segnalata alla competente Prefettura ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/90. Durante la notte i militari operanti, nel corso di servizio predisposto per il contrasto in materia di sostanze stupefacenti, hanno controllato il terzetto. Sottoposti a perquisizione uno di essi risultava avere a seguito 10 grammi di hashish. Un altro del gruppo deteneva una modica quantità appena acquistata dal primo. Da tale controllo è scaturita la perquisizione domiciliare nell’abitazione dell’arrestato. Lì è stato rinvenuto un fucile calibro 12 che, originariamente era legalmente detenuto ma era stato denunciato più di un anno fa come rubato. Sempre in casa dell’arrestato è stata trovata una carabina ad aria compressa non denunciata ed uno sfollagente. Da ciò e scaturito l’arresto di quest’ultimo che è stato associato presso la casa circondariale di Isernia. Vivip

14 ANNO II - N° 132 GIOVEDÌ 11 GIUGNO 2009

Campionato del salame, due molisane in finale ISERNIA - Sono la Soppressata di Castel del Giudicee la Soppressata di Frosolone. Sfideranno altri 22 prodotti di 13 regioni. In gara solo i salumi buoni, naturali, senza additivi e con una lista degli ingredienti certa e trasparente. La premiazione il 25 a Treviso in camera di commercio.

tutti i livelli di governo locali, e i risultati ottenuti ci danno fiducia”. La visita ufficiale, ci sarà tra qualche giorno, e in quella occasione saluterà tutti gli amministratori di Palazzo Berta, perché “si parte da chi lavora in questa Provincia” conclude il presidente Mazzuto e saluta quanti erano accorsi ad accoglierlo. C.I

Il voto e la trappola dei collegi Alcuni comuni hanno difficoltà ad eleggere propri consiglieri ISERNIA – Elezioni provinciali. Contestazioni e malumori nei 24 collegi di riferimento. Le incongruenze nascono dal fatto che in molti collegi manca la rappresentanza in consiglio, per le regole imposte a suo tempo nella ripartizione dei collegi da parte di Attilio Peluso Socialista, presidente della provincia pentra dal 31 luglio 1990 al 9 maggio 1995. Fu lui infatti a determinare i collegi portando molta acqua al suo mulino: Sesto Campano. Infatti cosa è successo nel corso degli ultime legislature? La rappresentanza del collegio di Sesto Campano comune a viaggiare senza accorpamenti ad altri comuni per formare i collegi, ha sempre avuto un rappresentante alla provincia, mentre altri collegi come Montaquila per esempio, mancava di un rappresentante provinciale da oltre 25 anni. Il nervo scoperto è determinato dal risultato di queste ultime elezioni provinciali, addirittura vi saranno in consiglio 4 rappresentanti del collegio di Sesto Campano. Si tratta degli eletti o rientranti con le nomine assessorili per i singoli partiti In maggioranza: Gino Taccone (Pdl), Franco Martone ( Alleanza per il Molise), Aldo Cicerone( Alleanza Di Centro Pionati). All’opposizione: Gennaro Macera (Idv). Ben quattro contro collegi quali Fornelli, Macchia D’Isernia e Sant’Agapito che non ne hanno nemmeno

uno. Per la questione delle percentuali succede che chi realizza magari 400 voti ottenendo nel suo collegio il 25% dei consensi è superiore ad un altro candidato che ha ottenuto magari 500 voti e una percentuale nel suo collegio del 16%. Secondo molti candidati non eletti è questa una legge da rivedere. Bisognerebbe adeguare i collegi al numero reale degli abitanti in una conditio che possa non discriminare dal punto di vista numerico nessun comune o intere aree, che vengono spesso lasciate senza rappresentanza provinciale. La questione si pone in questi termini: se un candidato deve concorrere solo sul suo comune di riferimento è normale che ottiene più consensi e percentuali elevate, mentre chi si trova a concorrere in collegi formati da più comuni è assolutamente

svantaggiato; deve muovere più amministrazioni , porre in essere accordi complessi che difficilmente possono essere rispettati, in questo modo diminuiscono le percentuali di eleggibilità. Con molta probabilità nel corso di questa legislatura ci saranno delle novità importanti. Nelle more dell’approvazione della proposta di legge sulla riduzione dei consiglieri, prevista dal Federalismo; vale a dire, la riduzione della metà dei consiglieri provinciali da 24 a 12, come previsto per le province al di sotto dei 100.000 abitanti, costringerà il nuovo presidente Luigi Mazzuto a rimodulare e ridurre anche i collegi da 24 a 12. Sarà questa l’occasione opportuna per rimodulare i collegi da un punto di vista politicoaritmetico per offrirea la possibilità di garantire ai 52 comuni nei futuri 12 collegi una rappresentatività provinciale, senza favoritismi e shovnismi che hanno caratterizzato la stesura degli attuali collegi pentri. E’inammissibile da un punto di vista politico amministrativo che comuni anche grandi non abbiano nessuno che possa rappresentarli direttamente e che possa portare in consiglio i problemi sia di ordinaria che di straordinari amministrazione che nel corso dei prossimi cinque anni si troveranno ad affrontare. P.Tonti

“Neuropsichiatria nel territorio ” POZZILLI - Si è concluso l’Ecm dedicato al tema della “Neuropsichiatria nel territorio” organizzata dal prof Mario Manfredi, vicepresidente dell’Istituto Neurologico Mediterraneo Neuromed. L’importante corso di formazione rivolto a medici ed infermieri si è svolto presso l’aula magna del Polo didattico ed ha visto impegnati e maggiori esperti del settore

Pagina_14_15_IS:Layout 1.qxd  

Campionato del salame, due molisane in finale Il neopresidente ha incontrato i dirigenti della Provincia Alcuni comuni hanno difficoltà ad e...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you