Issuu on Google+

Isole pedonali? Spariraranno da lunedì

Ener, Fratipietro chiede di ritirare il bando

CAMPOBASSO - Le notizie non sono ancora ufficiali ma i beninformati di Palazzo San Giorgio dicono che la ‘speri mentale’ riapertura del traffico di Piazza Pepe e via Ferrari partirà dal 26 aprile. Subito dopo San Giorgio. PAG 8

CAMPOBASSO - Alla fine il presidente della Commissione urbanistica, Mario Fratipietro, ha ufficialmente chiesto al dirigente dell’Urbanistica di ritirare il bando Ener che ha creato imbarazzo all’interno della maggioranzsa. PAG 7

ANNO III - N° 90 MERCOLEDÌ 21 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione-Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: Poligrafica Ruggiero srl - 83100 Avellino - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO AD ALESSANDRO PASCALE

L’oscar del giorno va ad Alessandro Pascale presidente della commissione Commercio del Comune di Campobasso che sta portando a termine il progetto dell’osservatorio, sul commercio appunto. Organismo che serve per scattare la fotografia del settore in città, da troppo tempo in apnea. Secondo Pascale, che tra l’altro è un addetto ai lavori, mettendo insieme le associazioni di categoria e facendo un lavoro di squadra è più semplice affrontare i problemi e trovare soluzioni idonee per fare sempre meglio e per evitare l’effetto domino delle serrate. Soprattutto in centro città.

IL TAPIRO DEL GIORNO ALL’ITALIA DEI VALORI

Tornano a dialogare solo oggi che sono tutti perdenti. I partiti del centrosinistra, in particolare Pd e Idv, stanno riflettendo sulla mancata unità della coalizione, e adesso che il deludente esito delle amministrative pesa come un macigno, anche i dipietristi si convincono che così non si va da nessuna parte. Ecco perché al prossimo tavolo politico saranno invitati anche i rappresentanti di Costruire democrazia (Romano) e Partecipazione democratica (Astore). La prima delle due costole dell’Idv fu esclusa prima del voto proprio perché era solo un movimento e non un partito. E’ evidente che la sconfitta ha insegnato il valore dell’umiltà.

Di Dario lascia “Ma gli operai sono in buone mani” www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


01a