Issuu on Google+

ANNO II - N° 229 VENERDÌ 16 OTTOBRE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Soldi agli editori dei giornali

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A ENZO LUONGO Un damerino della stampa locale, direttore di Primo Piano, uno che “non si sporca le mani” perché non fa parte di guerre e non conosce linee editoriali (non sa nulla: per capirci, ignora perfino il lavoro del suo editore), dopo aver denigrato quanti rispondevano alla violenza scatenata da Ciarrapico e da Di Bello bollandoli per beghe tra giornalisti e redazioni concorrenti, ebbene questo vero superpartes dell’informazione locale cosa fa? Al primo attacco a lui da parte di Nuovo Molise, risponde con una bomba, accusando Ciarrapico di aver ‘fregato’ i contributi statali all’editoria. Cosa forse vera, per carità, ma la domanda è un’altra. Come mai quando si trattava di altri il damerino si scandalizzava accusandoli di innescare guerre di cui non avrebbe fatto mai parte (il giovane dalla schiena dritta, senza macchia) e ora che si tratta di lui risponde più che piccato? Per questo gli consegniamo il tapiro alla coerenza.

L’OSCAR DEL GIORNO A MARIO PIETRACUPA Discutendo di legge sull’editoria, il consigliere regionale e vice segretario nazionale ADC, Mario Pietracupa, ha giustamente fatto alcune considerazioni e legittimamente avanzato dubbi e perplessità. “Ben vengano i sussidi alla stampa - ha detto in sintesi purchè si dia stabilità ai lavoratori, purchè si dia un minimo di decoro al lavoro degli addetti all’informazione”. Nulla di sbagliato, anzi, la questione è considerata di fondamentale importanza da tutti gli operatori del settore che annaspano in un territorio senza risorse e senza mercato per mandare avanti i quotidiani. Nulla di strano, dunque, se non fosse che queste parole provengono dalla bocca del cognato di Aldo Patriciello, della famiglia cioè a cui fa capo TVI Teleisernia, forse la tv più più sconclusionata del mondo in tema di assunzioni dei giornalisti. Bene farebbe, Pietracupa, a guardare in casa sua prima di emettere sentenze, per questo gli consegniamo l’oscar alla coerenza.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


01a