Issuu on Google+

IL RISORGIMENTO E L’UNITÀ D’ITALIA


L’Italia nel 1815


IL RISORGIMENTO I protagonisti dell’unità d’Italia

Camillo Benso, conte di Cavour: vuole che l’Italia diventi una monarchia

Giuseppe Mazzini: vuole che l’Italia diventi una repubblica


1860 Giuseppe Garibaldi guida la spedizione dei Mille. Con i Garibaldini conquista tutta l’Italia meridionale.

Garibaldi entra a Napoli il 7 settembre 1860 (dipinto di Antonio Licata).


1861 Viene proclamato il Regno d’Italia

Vittorio Emanuele II diventa Re d’Italia

La bandiera tricolore della famiglia Savoia diventa la bandiera del Regno d’Italia


1870 I bersaglieri piemontesi conquistano Roma.

Porta Pia oggi: il monumento al bersagliere


Roma capitale d’Italia

Il Quirinale diventa la residenza del re Vittorio Emanuele II

Il Vaticano diventa la residenza del papa Pio IX


LA PRIMA GUERRA MONDIALE (1914-1918)


Nel 1914 scoppia la Prima guerra mondiale.


Si combatte e si muore nelle trincee‌


La guerra in alta montagna‌


Papa Benedetto XV condanna la guerra come “inutile strageâ€? e rivolge un appello alle potenze perchĂŠ pongano fine ai combattimenti


‌le vittime sono migliaia‌


Tra le vittime, molti corpi sono rimasti senza nome: a Roma, viene portato il corpo di un “Milite Ignoto�.


Il FASCISMO


1922 Benito Mussolini, fondatore del fascismo, prende il potere con l’aiuto delle “squadre” armate. Inizia la “dittatura”: l’Italia non è più libera.


Le “squadre” fasciste picchiano gli oppositori

Uno “squadrista” fascista col manganello


‌le violenze dei fascisti contro chi era contrario al fascismo


Il deputato socialista Giacomo Matteotti viene ucciso perchÊ aveva denunciato le violenze fasciste (1924). Il suo corpo viene ritrovato nei pressi dall’attuale Stadio Olimpico.


Nel 1936 Mussolini si allea con Hitler


…e nel 1938 proclama le “leggi razziali”: gli ebrei sono considerati inferiori e vanno separati dagli italiani

Sulle vetrine dei negozi ebrei appaiono scritte “razziste”


Il 16 ottobre 1943 gli ebrei di Roma vengono arrestati e deportati ad Auschwitz.


Bambini ebrei e zingari nel campo di sterminio di Auschwitz


8.000 ebrei italiani muoiono nei campi di sterminio


Molti ebrei italiani trovano rifugio nei conventi. A Roma, nella chiesa di San Bartolomeo all’Isola Tiberina se ne salvano 400‌


LA SECONDA GUERRA MONDIALE (1939-1945)


Il 1°settembre 1939 scoppia la seconda guerra mondiale: dura fino al 1945.

I tedeschi invadono la Polonia e tutta l’Europa


Molte cittĂ  vengono distrutte dai bombardamenti aerei


Nel 1943 anche Roma viene bombardata


Il papa Pio XII va ad aiutare le vittime nel quartiere romano di S. Lorenzo


25 aprile 1945: gli americani liberano l’Italia… la guerra è finita!


6 agosto 1945: gli americani colpiscono la cittĂ  di Hiroshima, in Giappone, con la bomba atomica. La guerra finisce in tutto il mondo: il mondo ritrova la pace.

Hiroshima rasa al suolo


Le vittime sono oltre 60 milioni di morti


L’ITALIA REPUBBLICANA


L’Italia dopo la seconda guerra mondiale


2 giugno 1946: gli italiani votano. Nasce la Repubblica Italiana: tornano la democrazia e la libertĂ .

Enrico De Nicola, primo Presidente della Repubblica Per la prima volta votano anche le donne.


Il Parlamento


1°Gennaio 1948: entra in vigore la

COSTITUZIONE ITALIANA regola la convivenza tra i cittadini Alcuni articoli: - L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. - Tutti i cittadini sono eguali davanti alla legge, hanno diritto al lavoro e hanno il dovere della solidarietà - La scuola è per tutti. - La Repubblica è una e indivisibile - Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge. - Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica secondo le condizioni stabilite dalla legge. - L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali…


Alla guida della Repubblica Italiana è Alcide De Gasperi: è tra i primi a pensare ad un’Europa unita.


Il Partito comunista italiano è sconfitto e diventa il maggior partito di opposizione, alla guida delle lotte degli operai e dei contadini. Il nuovo ordine democratico permette ai partiti di discutere senza l’uso della violenza.

Palmiro Togliatti, capo del Partito


Un sindaco straordinario a Firenze:

Giorgio La Pira (1951-1958 / 1961-1965)


La Pira è un grande amico dell’Africa, in particolare di Lèopold Sédar Senghor, presidente del Senegal.


Un papa straordinario: Giovanni XXIII (1958-63)


Giovanni XXIII convoca il Concilio Vaticano II (1962-1965): la Chiesa cattolica si apre al mondo.


Dopo la morte di Giovanni XXIII (3 giugno 1963), PAOLO VI (1963-78) proclama il 1°gennaio “Giornata mondiale della pace”.


1968: la protesta degli studenti


7 febbraio 1968 Andrea Riccardi inizia la Comunità di Sant’Egidio. Con un gruppo di studenti liceali, sull’esempio della prima comunità cristiana e di San Francesco, vuole essere famiglia di Dio, ascoltare e mettere in pratica il Vangelo accanto ai poveri. La Comunità comincia il doposcuola con i bambini delle baracche del Cinodromo, a Roma.


TEMPI DIFFICILI (1970-1980)


In Italia c’è la crisi economica. Gli operai protestano per difendere il posto di lavoro.


12 dicembre 1969: una bomba scoppia nella Banca Nazionale dell’Agricoltura, a Milano (Piazza Fontana)


Il Presidente del Consiglio, Aldo Moro, è rapito dalle Brigate Rosse (16 marzo 1978)


Il corpo di Moro è ritrovato il 9 maggio in Via Caetani, al centro di Roma.


16 ottobre 1978 Viene eletto papa Giovanni Paolo II


L’ITALIA E L’EUROPA


L’Europa


7 febbraio 1992 nasce l’Unione Europea


Il Parlamento Europeo a Strasburgo, in Francia


L’Italia è membro dell’Unione Europea


La Comunità di Sant’Egidio crede che l’Italia possa fare molto per la pace nel mondo… 4 ottobre 1992 Grazie alla mediazione della Comunità di Sant’Egidio, a Roma, al Ministero degli Esteri è firmata la pace per il Mozambico dopo 16 anni di guerra civile.


1°gennaio 2002 L’€uro diventa moneta unica


14 novembre 2002 Giovanni Paolo II visita il Parlamento italiano: rilancia il valore dell’Italia in Europa e nel mondo e invita a superare le divisioni.


Il Mondo: Nord ricco e Sud povero


La lettera di Yaguine e FodĂŠ (28 luglio 1999)

Chiedono aiuto all’Europa


2002 - Il Governo italiano riceve i Presidenti dei Parlamenti degli Stati africani.


Nel 2007, a Roma, si svolge la V Conferenza internazionale per “Dream”, promossa dalla Comunità di Sant’Egidio


Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano riceve Andrea Riccardi con i Ministri della Giustizia africani partecipanti al Convegno “Africa for life” per l’abolizione della pena di morte, promosso dalla Comunità di Sant’Egidio (2009).


Grazie al lavoro della Comunità di Sant’Egidio e di altre organizzazioni italiane, i Paesi africani hanno cominciato ad abolire la pena di morte. Giorgio Napolitano parla ai ministri africani, alla presenza di Andrea Riccardi.

Il Presidente Giorgio Napolitano saluta Clotilde Niragira, Ministro della Giustizia della Repubblica del Burundi


L’Italia è un ponte…


…tra l’Europa e l’Africa


Italia politica