Issuu on Google+

Anno 2 - N. 181

LA JUVENTUS HA UN MATRI IN PIÙ: BATTUTI I VIOLA - NELLO SPORT

€ 0,50 - Mercoledì 26 ottobre 2011

Bossi a tarda sera a Palazzo Grazioli: Esecutivo appeso a un filo. La Lega non vuole interventi sulle pensioni. Oggi il premier atteso a Bruxelles, ma che dirà?

Il lumbard governa il Governo

LA CITTÀ

GIUNTA COMUNALE

Silurato Pasculli tensione con Emiliano Il rimpiazzo è pronto, l’Idv ne ha l’identikit. Difficile non pensare che si tratti del segretario provinciale Giacinto Forte. Intanto c’è tensione col sindaco Michele Emiliano.

APPALTI 2007

Visitatori in Fiera ma sono Guardie di Finanza Continuano i controlli della GdF sulla Fiera. Ieri è stata acquisita la documentazione relativa alla gara per gli allestimenti degli stand per le manifestazioni del 2007.

Di Mauro e servizi alle pagg. 2 e 3 DANNI IN LIGURIA

MALUMORI

Fibrillazioni nel Pd: domani incontro con Vendola

Maltempo: adesso tocca al Sud a pag. 5 BANKITALIA

Un pentito tira in ballo Schifani a pag. 5

CORIANO

Simoncelli è tornato a casa l’abbraccio della sua gente

LA CRISI DELL’AUTO

Visco: “Io credo nei punti di forza italiani” a pag. 9

PROCESSO MORI

a pag. 6

Marchionne: “Allarme per l’Europa” a pag. 6

a pag. 19

AL SAN PAOLO

Uno spiazzo tra le case: terra di nessuno Un grande spiazzo tra le case. Nulla di più che una grande discarica che ammorba i residenti di via Ciusa al San Paolo. La denuncia di un cittadino che non ne può più.


2

Mercoledì 26 ottobre 2011

politica

Bersani “consiglia” Maroni: staccate la spina o dopo pagherete il conto alle elezioni

GOVERNO

L’opposizione va con i piedi di piombo sulla possibilità di una crisi di governo, convinta che, come dice Antonio Di Pietro, “la Lega della poltrona romana tornerà indietro sulle pensioni”. Ma il Pd prova a convincere sulla necessità di una nuova fase politica il ministro Roberto Maroni, che con i democratici dialoga da sempre. “Così non si può andare avanti, se voi non staccate la spina poi pagherete il conto alle elezioni”, è l’analisi di Pier Luigi Bersani.

INTESA fRAGILE, LA LEGA: LE PENSIONI NON SI TOCCANO

In Ue con l’“accordino” Bossi minaccia la crisi MileNa Di MaUro

U

n’intesa fragile fragile con la Lega accompagnerà Silvio Berlusconi nel suo viaggio di oggi a Bruxelles, preceduto dall’arrivo in Ue di un documento “minimal” di cui si discuterà oggi a Bruxelles”. “Il governo rischia, le pensioni non si toccano”, ha puntato i piedi ancora ieri sera Umberto Bossi, dopo una giornata di ostinato mutismo da parte di tutti i colonnelli del Carroccio. Un accordo comunque al ribasso viene scritto durante il vertice di maggioranza dal premier al quale il Senatur si guarda bene dal prendere parte. Per la Lega le pensioni di anzianità non si toccano e su quelle di vecchiaia non sono possibili che minuscoli aggiustamenti. L’intesa tra Berlusconi e Bossi si regge piuttosto sulla comune volontà di controbattere punto per punto all’Europa, spiegando con fierezza che l’Italia ha già fatto abbastanza, ha un sistema previdenziale sostenibile e assai più stabile di quello altri partner europei che non hanno alcun diritto di metterci dietro alla lavagna. Per tutto il giorno il premier ragiona sul modo di tenere insieme i veti di Bossi con le attese di impegni sulla crescita dell’Europa. L’intesa è scritta sulla sabbia e l’ipotesi che il governo possa cadere è più che concreta, come ammette sconsolato lo

aria tesa fra Silvio Berlusconi e Umberto Bossi

stesso ministro Altero Matteoli. In molti, nella maggioranza, si convincono che le prospettive di una crisi ci siano tutte. “La Lega aspetta che a bocciare Berlusconi sia l’Europa per poi aprire la partita vera, quella della crisi”, confida un ministro pidiellino. “Ora vediamo cosa dice l’Europa”, dice infatti a sera il Senatur, dopo aver ripetuto per tutto il giorno che “Quello dell’Europa

è un colpo contro Berlusconi”. Intanto, a tutti gli esponenti della Lega viene chiesto di cancellare comparsate in TV. Bossi è poi esplicito sull’ipotesi di governi di salvezza nazionale per fare le riforme: “Noi non li sosteniamo”, dice chiudendo a chi parla di un esecutivo Schifani o di un governo Letta. Per tutto il giorno si rincorrono voci su una spaccatura nel Carroccio tra i

fedelissimi di Bossi, preoccupati che staccando la spina non si vada al voto con il “porcellum” ma ci si trovi di fronte ad un governo tecnico per le riforme, ed i seguaci di Roberto Maroni, assai più propensi a staccare la spina anche se si dovesse arrivare ad un governo di salvezza nazionale, che consentirebbe al Carroccio un anno di robusta campagna elettorale sventolando la bandiera della difesa delle pensioni. Tanto che Maroni passa buona parte del suo tempo chiacchierando con i leader del Pd, da Pierluigi Bersani ad Enrico Letta. Il Capo dello Stato Giorgio Napolitano si sgola intanto sostenendo che governo e Parlamento “devono compiere tutte le scelte necessarie e definire le decisioni annunciate”. E a sera, il segretario del Pdl Angelino Alfano, si sforza di vedere tutto rosa dal bianco salotto di Bruno Vespa, a “Porta a Porta”. “Speriamo di aver individuato con la Lega un punto di equilibrio in grado di dare risposte all’Europa anche sulle pensioni - dice -. Anche oggi si è dimostrato che tiene il rapporto fra due partiti che assicurano stabilità e riforme al Paese. L’unità si è raggiunta con la decisione di rispondere puntualmente all’Europa con le cose fatte e con le cose che intendiamo fare per la stabilità dei conti e un tasso di crescita il più alto possibile”.

IL SENATUR DETTA LA LINEA IN DIfESA DEI LAVORATORI DEL NORD

il carroccio non molla sulla riforma le pensioni di anzianità non si toccano ma si tratta sui 67 anni. la lega convoca i suoi deputati alla camera per dare la linea. Si va avanti nella difesa dei lavoratori del Nord che dopo tanti anni di lavoro hanno diritto ad andare in pensione: anche perché, fanno notare alcuni parlamentari leghisti, non

è agendo su questi capitoli di spesa che si promuove lo sviluppo. il dibattito nella lega sembra invece esserci acceso sulla possbilità di una caduta del governo. Bossi avrebbe accarezzato l’idea di “staccare la spina” ma non vuole essere lui a provocare la fine del governo guidato dal cavaliere.

richiaMo Di NapolitaNo

“Servono risposte concrete”


3

Mercoledì 26 ottobre 2011

Cgil, Cisl e Uil si dicono nettamente contrari alla riforma: le pensioni non si toccano, i lavoratori dipendenti hanno già dato, è la loro posizione, pur con dei distinguo. Bonanni (Cisl, nella foto), chiede che prima il governo dia l’esempio e metta in campo la patrimoniale, venda il patrimonio pubblico e riduca i costi della politica. Angeletti (Uil) non esclude, “se necessario”, l’eventualità di scendere in piazza. La Camusso (Cgil) parla di “accanimento” non accettabile.

BRUxELLES

PolItca

I sindacati contrari alla riforma previdenziale: “I lavoratori dipendenti hanno già dato”

“NESSUNA UMILIAzIONE, NORMALE SORvEGLIANzA tRA PARI”

L’Europa attende Silvio con l’ansia del contagio ENRIco tIBuzzI

I

Il tempo è scaduto. Bisogna agire ora: “Servono risposte concrete”. Giorgio Napolitano guarda con crescente preoccupazione alla situazione del Paese e prova a rimettere ordine tra diritti e doveri dell’Italia in Europa definendo subito “inopportune e sgradevoli” quelle espressioni di “scarsa fiducia sull’Italia” mostrate con quel “sorrisino” da Sarkozy e la Merkel domenica sera. Ma sconti al governo non intende farli

n un’Europa mai così vicina all’esplosione, come ha detto Nicolas Sarkozy, il conto alla rovescia per l’Italia è agli sgoccioli: l’Ue incalza e aspetta da un momento all’altro le risposte promesse da Silvio Berlusconi per rispondere ai dubbi di partner e mercati. Ma nessuno, a Bruxelles, vuole parlare di “umiliazione”. Il fatto è che in una situazione così critica la paura del contagio c’è ed è forte. E quindi anche Roma deve fare in pieno e subito la sua parte per contribuire a salvare l’eurozona. Per l’Italia “è arrivato il momento di decidere”, ha sottolineato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. A poche ore dall’apertura del summit Ue è questa la fotografia della situazione vista da Bruxelles dopo le proteste suscitate dall’ultimatum lanciato dall’Ue al governo e gli estenuanti negoziati tra i Paesi partner sulle misure anti-crisi. Qui non si tratta di umiliazione, ha precisato Amadeu Altafaj, portavoce del commissario Ue per gli Affari economici e monetari Olli Rehn. “Bisognerà cominciare ad abituarsi a questo tipo di osservazioni - ha detto - perché questa è l’essenza della nuova governance economica”. Quello che succede in Italia “ha un impatto su tutto il resto della zona euro, la sorveglianza esercitata tra “pari” è assolutamente normale e serve a

la cancelliera tedesca, angela Merkel, con il presidente francese Nicolas Sarkozy. al centro il premier Silvio Berlusconi

salvaguardare la stabilità dell’eurozona”. Sempre che l’euro superi la prova. Sul vertice di oggi - che si annuncia incandescente - sono puntati i riflettori di tutto il mondo. I leader dell’Ue prima e dell’Eurogruppo poi dovranno prendere decisioni complesse e ancora controverse sul potenziamento del fondo salva-Stati, sul salvataggio della Grecia e sulla ricapitalizzazione delle banche. Ed è in questo contesto che si inquadra il “caso” Italia e l’esame che oggi è chiamato a sostenere Berlusconi. Il presidente dell’esecutivo europeo, José Manuel Barroso, è “convinto” che l’Italia supererà il test. Il Paese, ha osservato, ha un’economia “molto forte” che ha alcune debolezze ma anche dei punti di forza sul fronte dell’inno-

vazione. Barroso è sicuro: il governo è “determinato” a migliorare le performance del Paese mettendo in atto tutto quello che è stato annunciato e, se necessario, anche “accelerando” riforme strutturali e altri interventi. Certo le notizie provenienti da Roma sui risultati degli incontri politici tra gli alleati di governo hanno contribuito poco a rassicurare Bruxelles. Ma la previsione è che alla fine Silvio Berlusconi ce la farà inviando o portando direttamente con sé al vertice, l’ormai famigerata lettera d’intenti che l’Ue attende con ansia neanche troppo nascosta. Ieri in campo è sceso nuovamente anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che, per puro caso, oggi passerà una giornata proprio tra Bruxelles e Bruges, dove interverrà al

IL PRESIDENtE DELLA CEI è UN “GRAvOSO DOvERE” DELLO StAtO

Bagnasco: favorire accesso al lavoro Parlando a Rimini al convegno nazionale dei direttori della Pastorale sociale, il cardinale angelo Bagnasco (nella foto), presidente della cei, ha affrontato temi cruciali in tempi di rivolgimenti economici e di pesanti riflessi sull’occupazione e sul panorama sociale.

Per Bagnasco lo Stato ha “il delicato e gravoso dovere” di favorire “l’accesso al lavoro”: e questo perché, crisi o non crisi, e pure in un mondo in rapido cambiamento, il lavoro è “diritto e dovere di ogni persona”. E soprattutto, spiega, esiste sempre un “primato del lavoro sul capitale”.

Collegio d’Europa. “Inopportune e sgradevoli espressioni pubbliche di scarsa fiducia negli impegni assunti dall’Italia - ha detto il presidente riferendosi a quanto successo durante il summit di domenica scorsa - non possono farci perdere di vista la sostanza delle questioni e le sfide che abbiamo davanti. Dobbiamo compiere tutte le scelte necessarie per ridurre il rischio a cui sono esposti nei mercati finanziari i titoli del nostro debito pubblico. Nessuno minaccia l’indipendenza” dell’Italia, ha detto ancora Napolitano, “o è in grado di avanzare pretese da commissario”. Ma L’Italia, ha ricordato ancora il presidente, da 60 anni ha scelto di accettare limitazioni alla sua sovranità per costruire un’Europa unita traendone “grandissimi benefici”.


4

MercoledĂŹ 26 ottobre 2011


5

attualità

Mercoledì 26 ottobre 2011

Papa e Bisignani al via il processo E’ fissata per le 9.30 la prima udienza davanti alla prima sezione del Tribunale del processo nei confronti dell’uomo d’affari Luigi Bisignani, agli arresti domiciliari, e di Alfonso Papa (foto), parlamentare del Pdl e magistrato che negli anni scorsi ha svolto l’attività di pubblico ministero alla procura di Napoli. Rapporti opachi con il mondo della politica e dell’imprenditoria, informazioni riservate su inchieste giudiziarie, che sarebbero state acquisite e poi “vendute” agli indagati in cambio di favori e regali.

ALLERTA METEo

oGGI LE PERTURBAzIoNI SoNo ATTESE AL CENTRo SUD

Il maltempo fa disastri in Liguria Disperse almeno sette persone Chiara CarEnini

a

cqua e fango, tanto fango, che viene giù dalle colline dello spezzino e le sgretola come castelli di carta, travolgendo tutto ciò che incon-

trano. Alla fine di questa terribile giornata, in quel mare di fango e di acqua, il bilancio dell’ondata di maltempo che si é abbattuta nel levante della Liguria è di almeno dispersi, e l’ansia per la loro sorte cresce con il passar delle ore. Sono circa le 13 quando un fronte franoso si abbatte sulla A12, tra Carrodano e Borghetto Vara, trascinando con sé un camionista e la sua cisterna (nella foto). L’autostrada si blocca e lo stesso fronte franoso spazza via anche una porzione di Aurelia. E, mentre i Vigili del Fuoco, Forestale, Polizia stradale e Soccorso alpino lavorano per tirare fuori il camionista da quello che rimane della cabina di guida, in tutta la provincia di La Spezia si scatena l’inferno. Piove a dirotto, ci sono frane ovunque. I fiumi Magra e Vara alzano le loro acque oltre il limite di guardia. Annunciano così l’onda di piena. L’allerta è generale. A Spezia, in prefettura e in Comune, vengono allestite le unità di crisi per coordinare il lavoro di forze dell’ordine, vigili del fuoco, volontari. Brugnato e Borghetto Vara sono isolate: cessano i segnali dei cellulari e continua a piovere. Il black out fa di quella zona una specie di buco nero dove

si perdono le richieste di aiuto. Le informazioni sono frammentarie, ma la preoccupazione è tangibile. Un’onda, dicono alcuni testimoni, ha portato via due persone a Vernazza. Il cuore bello delle Cinque Terre diventa teatro delle prime brutte notizie. Altri tre dispersi a Borghetto Vara. Scomparsi nel fango, nell’acqua. Sono dispersi, dicono i Carabinieri, non li possiamo dire morti. Ma con il calar della notte la speranza si fa più sottile. I Vigili del Fuoco riescono a salvare il camionista estratto dalle lamiere dopo sei ore di pena. E’ ferito, è esausto, ma non è in pericolo di vita. Una notizia buona tra molte cattive, perché la terra si muove ancora, perché i fiumi si gonfiano e continua a piovere. Dall’unità di crisi di La Spezia si cerca di fare un primo bilancio del danno ambientale: a parte la frana sull’A12, sette piccoli comuni risultano isolati, frane si sono verificate alla fine del Passo del Bracco, nelle frazioni delle Cinque Terre e verso Sarzana. I fiumi a rischio sono due, il Magra da una parte e il Vara dall’altra. L’onda di piena è attesa per stanotte. Intanto si lavora per liberare l’autostrada da quel mare di fango e dalla carcassa della cisterna. E si lavora per ripristinare la circolazione dei treni, interrotta per una frana tra Levanto e Corniglia. Sarà una notte lunga sia per chi lavora che per le persone che aspettano: aspettano notizie dai paesi isolati, notizie delle persone che in auto cercano di raggiungere Livorno o Genova, notizie delle persone disperse.

Lo VERSo hA RACCoNTATo DI LEGAMI TRA MAFIA E PoLITICA

Il pentito parla di Schifani Il suo sogno era fare l’autista al ministero della Giustizia, ma perse il concorso perché Cosa nostra in quell’ambiente non se la sentiva di fare raccomandazioni. E da potenziale impiegato statale si ritrovò uomo d’onore. La sua storia la racconta così. Un po’ favola, un po’ cronaca. Dal reclutamento quasi casuale nel clan, all’esame che gli avrebbe potuto cambiare la vita e che non ha mai superato. Dall’escalation criminale, alle confidenze dei boss sui rapporti tra la mafia e politici del calibro di Giulio Andreotti, Renato Schifani, Saverio Romano e Marcello Dell’Utri. Dalla dissociazione al pentimento. Perché per i mafiosi non c’è futuro. è il giorno di Stefano Lo Verso, ex picciotto di Ficarazzi, paese in provincia di Palermo, al suo debutto da pentito al processo al generale dei carabinieri Mario Mori, l’ufficiale accusato di avere fatto scappare il boss Bernardo Provenzano in nome di un patto stretto

tra Cosa nostra e parte delle istituzioni. Un accordo che avrebbe dovuto garantire allo Stato di tirare il fiato dopo le stragi del ‘92 e al capo dei capi di restare libero. Lo Verso si pente a febbraio scorso, mentre è sorvegliato speciale. E sceglie di parlare col pm Nino Di Matteo, il magistrato che segue il processo Mori. Alla procura racconta le confidenze di Provenzano su “patti e coperture investigative”; e le rivelazioni di un altro boss, Nicola Mandalà, il capomafia di Villabate che gli avrebbe parlato dei legami tra il clan e politici come Renato Schifani, oggi presidente del Senato. Per rassicurarlo su una questione di lavoro il boss avrebbe elencato a Lo Verso le “coperture” nazionali e locali di cui godeva: “Abbiamo un amico e socio di mio padre, Renato Schifani, e abbiamo nelle mani Dell’Utri e per il centro Cuffaro e il paesano di mio padrino Ciccio, Saverio Romano”.

lE altrE nEws terremoro in turchia: salva bimba di due settimane terremoto in turchia. a Ercis una neonata di due settimane ha resistito per due giorni sotto le macerie prima di essere salvata assieme alla madre e alla nonna. azra è stata estratta dalle macerie di un edificio di sei piani.

libia: Gheddafi sepolto in una località segreta nel deserto l’ultimo viaggio di Gheddafi. il suo corpo dilaniato - per giorni esposto in una cella frigorifera di Misurata - è stato inumato ieri mattina in una località che verrà tenuta segreta per evitare pellegrinaggi sulla sua tomba.

Elezioni democratiche in tunisia Ennahda vola verso il 40% in tunisia vittoria del partito islamico Ennahda. secondo dati di partito, sono stati conquistati oltre il 40 per cento dei seggi dell’assemblea costituente. seguirebbe, staccatissima, la sinistra nazionalista del Congresso per la repubblica.


6

Mercoledì 26 ottobre 2011 caMBi

Dollaro USa Sterlina Franco Svizzero Yen corona Danese corona Svedese corona norvegese corona ceca

1 euro

1,3909 0,8691 1,2213 105,7014 7,4444 9,1249 7,6972 24,9173

BAnkItALIA

1,3909

0,719

SIGnIFICAtIVA InIEzIonE DI FIDUCIA DAL nUoVo GoVERnAtoRE

Buona la prima di Visco: l’Italia c’è L’

econoMia

Valore

Italia ha “punti di forza e vitalità nella sua economia” e per questo “io ci credo profondamente”. Il neo governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, alla sua prima apparizione pubblica (sebbene a porte chiuse) nella nuova carica dà una iniezione di fiducia al Paese in un momento in cui l’Ue e l’asse franco-tedesco ci chiedono misure per abbattere il debito che il governo e la classe politica italiani non riescono a concordare. A Visco fa eco il direttore generale Fabrizio Saccomanni che, in un un altro evento pubblico, rileva come dopo le misure d’urgenza di stabilizzazione dei conti pubblici varati in estate “gli obiettivi dell’Italia sono raggiungibili” a patto però che “ci sia un minimo di coesione politica”. Saccomanni non entra nel merito dei provvedimenti allo studio, in primis

La sede della Banca d’italia e nel riquadro il governatore Visco

il nodo pensioni, ricordando come la scelta spetti a governo, politica e Parlamento e ricorda come l’istituto centrale abbia già fornito il suo contributo di analisi ma comunque “l’impressione che l’Italia debba fare ancora tantissime cose non è proprio corretta”. Le priorità generali le indica ancora una volta Visco: sostenibilità finanziaria, investimenti in settori vitali quali istruzione, innovazione e capitale sociale. Il neo governatore, che parteciperà alla giornata del risparmio dell’Acri dove Mario Draghi farà il suo ultimo discorso pubblico come governatore, rileva di affrontare il nuovo compito “con la normale serenità che nasce dall’essere capo di una istituzione molto solida e molto preparata al servizio del Paese”. tocca poi a Saccomanni ricordare un grande serbatoio potenziale di crescita non sfrut-

tato: i giovani. “Le nuove generazioni, e la loro produttività, sono il margine più efficace per ampliare il potenziale di crescita dell’economia” spiega riprendendo quanto già espresso da Draghi in risposta alle manifestazioni di ‘indignados’ e precari in tutta Italia e nel mondo. Ma la strada maestra per preservare il benessere in un contesto di globalizzazione spinta e invecchiamento della popolazione è quello di aumentare la produttività. Inoltre occorre portare a termine la riforma del mercato del lavoro “con un welfare adeguato alla maggiore flessibilità introdotta negli anni passati che consenta, anche a chi si affaccia per la prima volta al mercato del lavoro di individuare impieghi consoni alle proprie aspettative e competenze e non penalizzi la frammentarietà delle carriere”.

AUto / CItAzIonE DELL’AD DI FIAt, SERGIo MARChIonnE, PER LAnCIARE L’ALLARME EURoPA

“a un miglio fuori dall’inferno”

L’industria dell’auto è “a metà strada dal paradiso e solo un miglio fuori dall’inferno”. Sergio Marchionne ha scelto il verso di una canzone di Bruce Springsteen per lanciare l’allarme Europa: sono parole “fin troppo ottimistiche”, dice, se si guarda alle prospettive nel Vecchio Continente, dove il settore è rimasto imbrigliato tra “interessi nazionali e ragioni della politica”. Mentre negli Stati Uniti ha avuto “coraggio”, ha “rimosso i difetti strutturali”, ed ha oggi basi “più solide e sane” per reggere la crisi o cavalcare la ripresa. Parole rivolte alle aziende della filiera dell’auto, all’assemblea dell’associazione che le rappresenta, l’Anfia, che Fiat lascia dopo aver lasciato Confindustria. Il Lingotto vuole “libertà d’azione” come “requisito essenziale” per poter svolgere un ruolo da “protagonista nello sviluppo industriale del nostro Paese”, ha ribadito l’a.d. di Fiat e Chrysler, che a Roma ha anche incontrato il ministro dello Sviluppo Paolo Romani ed i sindacati di settore con i leader di Cisl e Uil Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti (senza Fiom né i vertici della Cgil).Da Mar-

chionne anche parole chiare al Governo: parla dell’Eurocrisi, e avverte: le insidie sono nelle “prospettive dell’economia reale”, problema che in Italia andrebbe affrontato “con forza, con una politica economica seria, con un nuovo senso di responsabilità nei confronti degli altri Paesi dell’Unione Europea”. Mercoledì Fiat e Chrysler presenteranno i risultati del terzo trimestre. “Siamo sulla strada giusta per raggiungere tutti gli obiettivi fissati”. Il mercato soffre in Europa (tranne la Germania) ed in Italia dove tocca “livelli così bassi che non si vedevano dal 1996”. Ma nel nostro Paese è confermato “un ampio e convinto piano di investimenti”: il numero uno del Lingotto (che sul piano Fabbrica Italia risponderà giovedì alla richiesta di chiarimenti arrivata dalla Consob) ha voluto replicare ancora una volta chi teme “un disimpegno dall’Italia”: parlano “i fatti”. Ma ha anche ribadito le condizioni che pone: Fiat, impegnata nel costruire un grande gruppo internazionale, “non può permettersi di operare in Italia in un quadro di incertezze”, di condizioni “troppo diverse” dal resto del mondo.

PIACE AGLI SCEICChI

La pasta è “global”

non solo l’italia, maggior consumatore mondiale con i suoi 26 kg pro capite annui ma anche nuove ‘piazze’ come cina e arabia dove i consumi sono in ascesa esponenziale: la pasta diventa sempre più ‘global’, raggiungendo ormai 50 Paesi e meritandosi il titolo di regina della tavola nei gusti dei consumatori. con queste considerazioni Paolo Barilla, presidente di aidepi (associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane) ha aperto oggi il convegno “pasta, sfida globale” con cui si è celebrata a Roma la Giornata mondiale della pasta.


7

Mercoledì 26 ottobre 2011

Siglato un protocollo d’intesa tra Regione, Provveditorato dell’amministrazione penitenziaria per la Puglia e Centro giustizia minorile per la definizione delle riforme di collaborazione tra l’ordinamento sanitario e l’ordinamento penitenziario. “In ogni istituto penitenziario si riproducono gironi dell’inferno dantesco: i budget per i servizi sanitari e per la farmaceutica sono quelli che sono”, ha spiegato il presidente Vendola. “Il protocollo a noi serve per fare tutto quello che possiamo fare, a non nasconderci dietro la foglia di fico di questa situazione gravissima”. In Puglia ci sono 4.500 detenuti e 2.500 posti.

Il CaSo

Il CentRo RISVeglI dI CaPuRSo anCoRa In atteSa delle autoRIzzazIonI

Da un anno in coma ma è lontana dalla famiglia Dario BiSSanti

“c

regione & provincia

regione e amministrazioni penitenziarie protocollo per “tutelare i diritti dei detenuti”

hiediamo solo di poterle stare vicino”. è un dolore pieno di dignità quello dei familiari di lucrezia monno, una ragazza barese di 28 anni che il 31 ottobre del 2010, giorno in cui ha dato alla luce la sua primogenita Ilaria, è entrata in uno stato di coma dal quale non si è più risvegliata. Per prendersi cura di lei, suo marito alessandro de Pascale, che vive a Bari, raggiunge quotidianamente a lecce la clinica Villa Verde, dove è ricoverata. “Per stare accanto a ezia - dice alessandro, che ha 31 anni - mi sono messo in aspettativa, e fino a giugno scorso ho vissuto lì con nostra figlia, in affitto. Poi, dalla

clinica mi hanno detto che era necessario trasferire mia moglie altrove e si è prospettata la possibilità di ospitarla in una struttura di Capurso. e così sono tornato a Bari”. ma la speranza di poter vivere una vita più normale si è infranta davanti a un muro fatto di lentezze burocratiche e politiche. Il Centro Risvegli di Capurso, presso la clinica giovanni Paolo II, potrebbe essere subito operativo, ma non sono ancora pronte le linee guida regionali necessarie all’autorizzazione definitiva della struttura. “dopo tutto questo tempo aggiunge il padre del ragazzo, il sig. Paolo - siamo stanchi. abbiamo l’impressione che ezia venga considerata alla stregua di un

Lucrezia Monno e a destra nel giorno del matrimonio con il marito alessandro De pascale

pacco postale. Chiediamo che siano accelerate le procedure per rendere operativo il centro di Capurso”. è passato quasi un anno da quando ezia, entrata nella casa di cura barese la madonnina per partorire, ne è uscita in arresto cardiaco dopo una grave serie di complicanze.“Ci siamo accorti subito - spiegano i familiari - che era successo qualcosa. noi eravamo felici per la nascita della bambina, ma ezia era sofferente, tremava, era pallida”. da lì la corsa in sala operatoria per asportare l’utero dopo una forte emorragia, l’attesa spasmodica per un intervento durato 5 ore e il trasferimento alla clinica Villa Bianca - al Policlinico e al di Venere non c’erano posti - per un

ricovero in terapia intensiva. “Il cuore di ezia - dice il Paolo de Pascale - si era però già fermato. I medici, dopo 40 minuti di rianimazione, sono riusciti a salvarla, ma il suo cervello ha subito un danno irreversibile”. Per fare luce su cosa successe quella maledetta sera, la famiglia ha sporto inizialmente denuncia contro ignoti. ma in seguito alla ricostruzione fatta dai consulenti di parte, è stata presentata denuncia contro alcuni sanitari: il procedimento è tutt’ora in corso. “adesso - dice il marito di ezia - si avvicina il compleanno della bambina. e io vorrei festeggiarlo con la famiglia unita, e non a centinaia di chilometri di distanza: mia moglie ha diritto a essere curata qui”.

eConomIa / l’annunCIo dell’aSSeSSoRe al BIlanCIo PelIllo. SoddISfatto Il Pdl

Patto stabilità rivisto: ci sono 54 mln Sono stati resi disponibili 54.120.000 euro attraverso una revisione dell’istituto del Patto di stabilità. è quanto ha spiegato ieri, durante la seduta del Consiglio regionale, l’assessore al Bilancio e alla Programmazione, michele Pelillo. Pelillo ha informato l’aula della novità e dell’intesa raggiunta con anci e upi sui criteri di riparto delle risorse provenienti dalla normativa di modifica del Patto di stabilità. “l’istituto - ha proseguito Pelillo - si articola in Patto di stabilità verticale e orizzontale”. l’assessore regionale ha ricordato che nella scorsa settimana sono state adottate due delibere di giunta per definire altrettante modalità interpretative e stabilire i criteri di

ripartizione delle quote. Per quanto riguarda il Patto verticale lo spazio di finanziamento ceduto da Regione agli enti locali è di 50 milioni di euro, ripartiti in 60% (30 milioni) ai Comuni e 40% (20 milioni) alle Province. nel formulare i criteri di riparto, per non disperdere i fondi regionali in mille rivoli, l’80% dei finanziamenti è stato destinato ai vecchi fas. “oltre il 99% delle esigenze legate all’attuazione dei vecchi fas è stato coperto, risolvendo una criticità sulla quale nutrivamo qualche preoccupazione. Sino al 31 dicembre nessun cantiere coperto dai vecchi fas potrà chiudere” ha commentato ancora Pelillo, ricordando invece l’apporto modesto

del Patto di stabilità verticale, in quanto solo 2 comuni su 174 hanno offerto di cedere quote per oltre 4 milioni. non si è fatta attendere la risposta del gruppo consiliare del Pdl che ha sottolineato l’importanza della comunicazione dell’assessore al Bilancio e alla Programmazione, la quale farebbe emergere come ‘’il Patto di stabilità non sia un mostro così come viene dipinto’’. Il consigliere Salvatore negro, capogruppo dell’udc, ha invece lamentato che “pur essendo necessarie regole ferree, non si può introdurre un principio che colpevolizza cittadini e imprese, non vincolandole al rispetto delle regole, ma decretandone negativamente la loro sorte”.

“CIttadInI VolenteRoSI”

idea introna: per il Bari un azionariato “propongo un’azione comune tra i tifosi, tra i cittadini, tra tutti i volenterosi con la sciarpa biancorossa al collo. Si tratta di sottoscrivere un impegno che rappresenti il presupposto per un azionariato diffuso”. La proposta è stata avanzata ieri, a margine del consiglio regionale, dal presidente onofrio introna, tifoso della squadra. “il momento è quello che è: grigio, senza grandi prospettive - ha detto - i Matarrese hanno fatto quello che hanno potuto, la situazione di crisi generale del paese non aiuta, la politica non può intervenire e niente autorizza a pensare che da qui a breve possano calare chissà quali ricchi magnati a costruire un Bari da grande ribalta calcistica e mantenere stabilmente la squadra nella massima serie, come la città e i tifosi meritano. Sarebbe più di un semplice diritto di prelazione e meno di un titolo di proprietà del posto numerato”.


8

MercoledĂŹ 26 ottobre 2011


9

Mercoledì 26 ottobre 2011

“I direttori generali si trovano ad avere un margine d’azione piuttosto ristretto, d’altra parte è per attuare le disposizioni della penultima finanziaria che si è resa necessaria l’interruzione di numerosi rapporti di lavoro”. L’assessore regionale alla Sanità Tommaso Fiore ha spiegato così la prospettiva che un cospicuo numeri di medici e altri operatori precari possa vedere interrotto il rapporto di lavoro. “Prorogare per almeno sei mesi tutti i contratti del personale medico e sanitario in scadenza il prossimo 31 ottobre” è stata la controproposta del gruppo consiliare Pd.

rEGIONE

regione & provincia

assistenza sanitaria e licenziamenti dei precari pd: prorogare i contratti. Fiore: dg con pochi poteri

LA “FrONDA” DEI DEMOCrATICI hA ChIArITO CON IL rESTO DEL GruPPO

Vendola chiama i capigruppo Domani incontro con tutti dopo le tensioni con il Pd

U

na riunione che ha preceduto l’avvio dei lavori del Consiglio regionale, alla quale il presidente Nichi Vendola, che pure avrebbe voluto parteciparvi, non è stato invitato né ha potuto prendere parte. “Aspettiamo che si iscriva al Pd”, ha ironizzato il capogruppo dei Democratici Antonio Decaro che ieri ha raccolto i suoi consiglieri per fare il punto, dopo la “crisi” aperta, nei giorni scorsi, da un intervento firmato da Gerardo De Gennaro, Filippo Caracciolo, Franco Ognissanti e Giovanni Epifani. Nella missiva, indirizzata allo stesso Decaro e al segretario regionale del partito, Sergio Blasi e al presidente Michele Emiliano, era chiesta esplicitamente l’apertura di una fase di confronto che lasciava intravedere persino la richiesta di un rimpasto nell’esecutivo. Decaro ha spiegato che il confronto è stato pacato ma serrato, sottolineando come “non ci siano mal di pancia

il presidente della giunta, vendola domani incontrerà i capigruppo della maggioranza

ma una fase di discussione aperta dalla lettera dei quattro consiglieri, una questione interna al partito e allo stesso tempo interna anche ai rapporti tra il Gruppo e la rappresentanza del Partito democratico in Giunta”. Lo stesso De Gennaro, rappresentante dei frondisti, ha allentato la tensione ammorbidendo i toni. Per adesso, comunque, la fase di confronto resta aperta, tanto che Decaro ha spiegato che la riunione è stata aggiornata ai prossimi giorni e che, a seguito della chiusura di questa fase di confronto tutta ed esclusivamente interna al Pd, si aprirà quella successiva, che prevede il dialogo con il presidente Nichi Vendola. Intanto Vendola, ha annunciato che domani incontrerà i capigruppo consiliari di maggioranza ed opposizione. Non sono stati resi noti i temi alla base dell’incontro, della cui convocazione si è parlato molto ieri nei corridoi del Consiglio.

IL DDL APPrOVATO ALL’uNANIMITà DAL CONSIGLIO. VIA LIBErA ANChE A ODG SuI COSTI DELLA POLITICA

Semplificazione delle norme: adesso c’è la legge via libera all’unanimità del consiglio regionale, nella seduta di ieri, al ddl “Semplificazione normativa e qualità della normazione”. il disegno di legge, illustrato dal presidente della seconda commissione, giovanni Brigante (La puglia per vendola), risponde all’esigenza di ridurre il numero delle leggi vigenti, unificare i procedimenti legislativi e attuare le leggi in materia di qualità della regolamentazione. chiarezza, univocità e omogeneità sono le finalità da per-

seguire nella formulazione dei testi legislativi, che dovranno “essere scritti in maniera tale da rendere univoco il significato delle disposizioni in essi contenute”. Unanimità anche per i costi della politica. il consiglio regionale ha detto infatti sì ad un ordine del giorno che va in questa direzione. il provvedimento è stato presentato dal presidente dell’assemblea, onofrio introna (nella foto). L’iniziativa fa propria un’azione

congiunta delle conferenze dei presidenti delle regioni e dei presidenti di consigli e province autonome, diretta a ribadire la propria “piena competenza” nel progetto di riforma degli organi regionali e dei relativi costi. Senza distinzioni, “l’intero consiglio regionale pugliese rilancia l’urgenza del problema dei costi della democrazia - fa presente introna - e considera prioritario perseguire quanto prima gli obiettivi di autoriforma condivisi dal sistema delle regioni”.

rIuNITI A BArI GLI STATI GENErALI DELL’INNOVAzIONE. LA BATTAGLIA “OPEN SOurCE”

Software libero per risparmiare

Un momento degli Stati generali dell’innovazione

“Il software proprietario nelle Pubbliche Amministrazioni? è come una carie, si può eliminare”. Si sono tenute ieri al Cineporto di Bari le tavole rotonde degli Stati Generali dell’Innovazione, l’associazione che ha l’obbiettivo di promuovere l’innovazione dal basso delle istituzioni economiche, sociali e amministrative, come chiave di volta per la ripresa. un esempio, secondo il presidente dell’associazione Flavia Marzano, intervenuta via Skype, viene dall’utilizzo del

software libero. “Ogni anno - ha detto - le Pubbliche Amministrazioni locali spendono circa 30 milioni di euro per le licenze dei software proprietari: è una cifra che potrebbe essere quasi azzerata, se si utilizzassero quei programmi, come Open Office, che non hanno costi di licenza”. L’associazione ha proposto di organizzare dei team di esperti volontari in ogni regione per stipulare degli accordi quadro con le amministrazioni e fornire un supporto che agevoli il passaggio al software libero.


10

bari

Mercoledì 26 ottobre 2011

l’area attrezzata sarà alla zona industriale. l’assessore all’accoglienza, losito: stiamo aspettando, poi via alla fase esecutiva

integrazione

manca una firma su un documento

il campo rom alla zona industriale che deve essere al più presto smantellato. a pochi passi è prevista la nuova area attrezzata con moduli abitativi e urbanizzazioni. in basso l’assessore comunale all’accoglienza Fabio losito

Nuovo campo rom il Comune: la Provincia frena case per 80 persone alla zona industriale aleSSandra colucci a.colucci@epolisbari.com

S

ul territorio urbano di Bari ci sono circa 500 rom: per 80, dei quali 56 sono bambini, c’è la possibilità di una sistemazione migliore all’orizzonte, vale a dire un nuovo campo, da creare in zona asi, al confine con il territorio di modugno. e, per far sì che tutto questo diventi presto realtà, c’è un protocollo d’intesa, già sottoscritto dal sindaco di modugno, gatti, e da emiliano. si potrebbe, insomma, portare il progetto in Prefettura per passare alla fase esecutiva “se i ritardi della Provincia - come spiega l’assessore all’accoglienza del comune, fabio Losito - non fermassero tutto. manca la loro firma per completare il Protocollo ma ancora non abbiamo

avuto riscontri”. e, dunque, si aspetta. ancora. di questo ha parlato ieri, nel corso di una riunione, lo stesso Losito con il direttore della ripartizione Lavori pubblici, montalto, e con il direttore generale del comune Leccese. il progetto c’è, ma il mancato visto di via spalato, per ora, blocca tutto. “appena avremo il loro sì - continua Losito - potremo andare in Prefettura e aprire un tavolo per gli ultimi dettagli”. il progetto prevede la creazione, in un’area non molto lontana da quella che, allo stato, già ospita un altro campo rom, di un piccolo borgo, “con moduli abitativi leggeri - spiega Losito - e servizi, allacci e collegamenti”. una sistemazione, come detto, certamente migliore rispetto all’attuale. ancora mistero, però, sui tempi e sui finanziamenti necessari, “aspettiamo - ripete anche Leccese - il sì della Provincia, senza non

possiamo fare nulla”. Per adesso, comunque, sono stati stipulati accordi di massima con la comunità rom per far sì, come puntualizza il direttore generale “che vi sia una gestione oculata del nuovo campo, una volta che sarà stato costruito, e che non vengano creati problemi alle tante imprese, aziende e industrie che hanno sede in quella zona”.il campo attuale, dunque, sarà chiuso, per lasciare spazio a quello nuovo, più ordinato e pulitosono numerosi gli insediamenti rom che si trovano in città, sparpagliati in microrealtà un po’ ovunque. L’unico campo legale e riconosciuto è quello di strada santa caterina, a Japigia, in attesa di quello che sorgerà alla zona industriale. “il nuovo campo - conclude Losito - servirà per dare un sostegno tangibile alla comunità e far vivere queste persone in condizioni decisamente migliori”.


11

Mercoledì 26 ottobre 2011

attesa per la Visita del 4 noVembre. forse tappa in Via dell’arca

Napolitano a Bari come Pertini? A quasi due anni dall’ultima visita, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, come annunciato nelle scorse settimane; tornerà a Bari, in occasione della celebrazione della Festa delle Forze armate, il 4 novembre. Napolitano è atteso al Sacrario dei caduti d’Oltremare in prima mattinata e poi l’agenda prevede un intervento a Conversano, per ricordare Giuseppe Di Vagno ed una visita a Turi, sulle orme di Antonio Gramsci che nel carcere della cittadina trascorse un lungo periodo di detenzione. I dettagli della visita, però, saranno affrontati soltanto domani, nel corso di un vertice che si terrà in Prefettura, al quale parteciperà anche una delegazione del Comune. “Stiamo cercando - spiega il capo di Gabinetto del sindaco, Antonella Rinella - di in-

filare anche un passaggio in via Niccolò Dell’Arca, come già successe, esattamente trent’anni fa, con Sandro Pertini, allora inquilino del Quirinale. L’idea, insomma, è di far sì che anche Napolitano renda omaggio alla memoria dei caduti della strage del 28 luglio del 1943, “speriamo - spiega ancora Rinella - di riuscire a trovare l’accordo con l’ufficio del Cerimoniale, sarebbe davvero una bella cosa”. Per quanto riguarda gli altri dettagli della visita, per adesso è trapelato solo che il Presidente sarà ospite a pranzo in Prefettura. Napolitano è stato a Bari l’ultima volta, il 15 gennaio del 2010, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università degli studi e della contestuale intitolazione ad “Aldo Moro”. Cermonia che si tenne nel teatro Petruzzelli.

a fine mese la consegna di due strutture. poi la “clinica”

Pronti i canili di via Lindemann due parchi rifugio ed un canile sanitario, per un investimento complessivo di circa 2,2 milioni di euro. il comune è pronto a tagliare il nastro alle tre strutture che stanno sorgendo a ridosso di via lindemann, nella Zona industriale. “ci siamo quasi - garantisce il direttore generale del comune, Vito leccese - almeno per quanto riguarda i due rifugi che dovrebbero essere pronti per la fine di novembre”. occorrerà aspettare un po’ di più, invece, per

il canile sanitario, “ma è roba di poco” precisa ancora leccese. il comune ha valutato la possibilità di far sorgere i canili in un’altra area, ma ha desistito. sul sito www.comune.bari.it, comunque, esiste una sezione dedicata alla lotta al randagismo in cui viene chiesto ai cittadini di fare le proprie segnalazioni. ad ogni modo, si possono contattare anche gli uffici di via cairoli, 2, che rispondono allo 080/5772065 e allo 080/5772066.


12

Mercoledì 26 ottobre 2011

bari

La comunità baha’ì in festa per i 50 anni di presenza a bari In occasione del cinquantenario della presenza a Bari della comunità di fede baha’i, è stata organizzata una serie di incontri. Nell’ambito di questo programma ieri si è tenuto un incontro con Giuseppe Robbiati, cofondantore dell’European Baha’ì Business Forum sul tema “Etica ed economia: verso un nuovo ordine mondiale”. Prossimo appuntamento domenica nella Galleria Bluorg con il maestro Fedele Depalma.

FIERa DEl lEvaNtE

coNtRollI su coNtI E aPPaltI

Allestimenti 2007 documenti alla GdF

C

ontinuano i controlli della Guardia di Finanza sulla contabilità della Fiera del levante. Ieri mattina le fiamme gialle hanno acquisito la documentazione relativa all’aggiudicazione della gara per gli allestimenti degli stand per tutte le manifestazioni che si sono svolte nel 2007. l’inchiesta conoscitiva avviata dalla Procura di Bari vuole fare luce sui meccanismi di gestione della passata amministrazione, guidata da cosimo lacirignola. Già a partire dall’anno scorso, i finanzieri stanno passando alla lente d’ingrandimento alcuni aspetti gestionali dell’ente autonomo. Il nucleo di Polizia tributaria di

Bari aveva inizialmente richiesto la documentazione relativa al bilancio di esercizio 2010, presentandosi negli uffici della campionaria in due occasioni tra novembre e dicembre. Poi, dopo quasi un anno, la settimana scorsa la Guardia di Finanza ha effettuato altre due visite, il 17 e il 18 ottobre, fino all’acquisizione della documentazione avvenuta ieri. Nessun commento da parte del segretario generale leonardo volpicella (nella foto), a parte un comunicato stampa attraverso il quale la presidenza ha dato notizia della consegna dei documenti alla Guardia di Finanza.

Il vIcEsINDaco PIsIcchIo stRIGlIa l’azIENDa: PaGata 60 mlN

“L’Amiu garantisca più servizi” l’amiu dovrà fornire il 7% dei servizi straordinari in più, senza, però, applicare un aumento delle fatturazioni al comune. è quanto annuncia l’assessore alle aziende, alfonso Pisicchio spiegando che “i 60 milioni che il comune versa annualmente all’amiu resteranno quelli, non verranno applicati aumenti”. Insomma, Palazzo di città ha chiesto formalmente che i servizi straordinari, come, per

esempio, quello che è stato fornito la settimana scorsa al mercatino del riuso, aumentino fino al 7% in più, in quanto ci si è accorti “che erano inferiori - spiega ancora Pisicchio - a quanto ci aspettavamo”. ma non è tutto. Grazie al nuovo sit, il servizio informatico territoriale, verranno anche aumentati i controlli sugli interventi amiu. Di questo, ma anche, più in generale, dello stato di salute delle municipa-

lizzate, si parlerà nella relazione che lo stesso Pisicchio sta preparando da settimane e che presto approderà in consiglio comunale. In dettaglio, si tratta di una ricognizione dettagliata sulla situazione delle aziende municipalizzate per le quali, da tempo, anche per far fronte ai tagli previsti - il prossimo anno arriveranno a 20 milioni - è prevista la vendita, di una parte, ai privati. (a.c.)

Le aLtre newS Una donna di 74 anni scippata della pensione in via Pavoncelli Una 74enne è stata scippata in via Pavoncelli, al rione S. Pasquale. Gli agenti della Mobile hanno soccorso la donna, avvicinata da uno sconosciuto che le ha strappato la borsa con 1.650 euro appena prelevati dalle Poste.

Due 23enni arrestati a bitritto stavano rubando in un cantiere Stavano cercando di rubare delle attrezzature in un cantiere edile di bitritto, ma sono stati scoperti dai carabinieri, durante i normali servizi di controllo. Due baresi sono stati arrestati con l’accusa di tentato furto in concorso. Si tratta di due ragazzi di 23 anni, Giorgio Serrano, con precedenti, e di alessandro Doria, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno, che dovrà rispondere anche di violazione degli obblighi.

Droga in piazza Umberto in manette un ospite del Cara i carabinieri hanno arrestato un uomo per detenzione e spaccio. Si tratta di un 25enne originario del Gambia, ospite del Cara di Palese, bloccato al termine di un breve inseguimento in piazza Umberto. Sequestrate 11 dosi di “erba”.


13

Mercoledì 26 ottobre 2011

“italie: un altro Sud è possibile” ne parlano Vendola, Emiliano e De bortoli

PALAzzo DI CITTà

PoLTRoNA LIBERA DoPo LA RIMozIoNE DI PASCULLI

Idv: assessore pronto In pole c’è Forte. Tensione con Emiliano

i

l rimpiazzo è pronto, l’Idv ne traccia persino l’identikit e, nella rosa di nomi proposti, un esterno prende sempre più corpo come ipotesi. Difficile non pensare che si tratti del segretario provinciale Giacinto Forte, che ieri ha incontrato Cesare Veronico, consigliere provinciale Pd, e delegato dal sindaco Michele Emiliano per le trattative interne. Insomma, a 24 ore esatte dalla rimozione di Lino Pasculli, per un presunto coinvolgimento nell’inchiesta sugli appalti per le pulizie al Comune, i dipietristi pensano già alla successione, intenzionati, come sono, a non perdere la poltrona così faticosamente conquistata nell’esecutivo, dopo mesi di trattative condotte proprio da Veronico. Che spiega come adesso si apra “una fase molto delicata, in cui il sindaco non può parlare. Dunque io ho ascoltato le richieste dell’Idv e le ho trasmesse”. Dal canto proprio, anche il capogruppo dell’Idv al Comune, Angelo Tomasicchio, tace, “non rilascio dichiarazioni” spiega, ma

Cesare Veronico. Sopra angelo Tomasicchio

è evidente che la tensione sia alta, tanto che per oggi, a Roma, è stata convocata una riunione d’emergenza, proprio nelle ore in cui si è diffusa la notizia che Francesco Mongelli sia il nuovo commissario cittadino. La situazione, comunque, appare chiara: si va avanti senza Pasculli, si pensa al dopo e nessuno ha intenzione di tenergli calda la poltrona. Quello che preme, a tutti gli attori in campo, è mantenere salda la coalizione di governo. Serve soprattutto al sindaco, spesso in difficoltà con i numeri, che prende tempo per le decisioni future. Tempo, predica lo stesso Veronico, che sottolinea come ora si apra la fase “dei passaggi interni, su cui ci sarà da ragionare”. Pare di capire, insomma, che la scelta del sostituto avverrà solo dopo il pieno accordo interno dell’Idv sul nome. Accanto a quello di Forte, si fa sempre più insistente quello di Mara Giampaolo. Una donna. Provvidenziale per Emiliano, la cui Giunta non rispetta le quote rosa. (a.col.)

INIzIATIVA DELL’ASSoCIAzIoNE “INGEGNERIA SENzA FRoNTIERE”

autocostruzione, l’edilizia del futuro L’associazione “ingegneria senza frontiere-bari”, in occasione delle Giornate mondiali per il diritto ad abitare, promuove un seminario formativo, al Politecnico, domani e venerdì, alle 9. il seminario propone di fornire una descrizione del processo

edilizio di autocostruzione, attraverso l’analisi delle varie fasi di progettazione, realizzazione e gestione del cantiere, con un approfondimento sulle cooperative di abitanti. L’analisi verrà arricchita da un focus sulla situazione in Puglia,

con la presentazione di esperienze avviate da associazioni locali. in entrambe le giornate è prevista una sessione pomeridiana in cui verrà realizzato un laboratorio di autocostruzione. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti..

bari

Questo pomeriggio, alle 18.30, al teatro Petruzzelli, è in programma un dibattito su “Italie: Puglia un altro sud è possibile”. Il talk show sarà moderato dal direttore del “Corriere della Sera”, Ferruccio de Bortoli (nella foto). Ai lavori parteciperanno il sindaco Michele Emiliano e il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola. Il dibattito ripercorrerà e racconterà le eccellenze imprenditoriali e culturali della Puglia e le prospettive di sviluppo del territorio.

GIUNTA CoMUNALE

Urbanizzazioni “Mare blu” (S. Caterina) c’è il via libera Via libera della Giunta al “progetto esecutivo in ampliamento relativo alla viabilità di accesso ed opere di urbanizzazione primaria del Pip di Santa Caterina – Comparto C, -Soc. Mare Blu srl”. Insomma, l’apertura del centro commerciale “Il Globo”, che sta sorgendo nella periferia di Bari, si fa sempre più vicina e, già nei prossimi mesi, potrebbe diventare realtà. Si tratta di una megastruttura con numeri da record - 64mila metri quadri complessivi di cui circa 24mila destinati alla vendita, 48 negozi - che è destinato a diventare il più grande centro commerciale “no food” della città, venderà prevalentemente scarpe ed accessori e, soprattutto, esattamente come l’Ikea, potrà restare aperto tutte le domeniche.


14

Mercoledì 26 ottobre 2011

BARI

Primo bilancio sociale di Daisy-Net l’alleanza fra Università e imprese Presentato il primo bilancio sociale di Daisy-Net il “nodo” pugliese del Centro di competenze ICT-Sud che associa tutte le università pubbliche della regione e 46 imprese locali. Il pay-off del documento è: “L’ecosistema di Atenei e imprese in rete per lo sviluppo sostenibile”. Alla presentazione sono intervenuti, tra gli altri, i rettori di Bari, Petrocelli; Lecce, Laforgia; Foggia, Volpe; e Costantino del Politecnico.

Dalla segnalazione del sig. Giovanni De Vecchi

Pronti all’azione - Via Ciusa al San Paolo

“Un pezzo di campagna in mezzo alle case utilizzati come discarica: è normale?” E poi nella stessa strada un marciapiede che finisce e i pedoni camminano fra le auto

Terra di nessuno DARIO BISSANTI

“G

uardate che bel panorama”. Non è certo da invidiare la condizione del sig. Giovanni De Vecchi, che ogni mattina, quando tira su la tapparella e apre le finestre del suo appartamento, si ritrova costretto ad ammirare un singolare paesaggio, fatto di cave abbandonate e rifiuti in abbondanza.Il nostro Lettore ha allora deciso di passare all’azione, contattando la redazione di EPolis Bari per segnalare lo stato di degrado in cui versa la grande fascia di terreno abbandonato alle spalle di via Ciusa (la vecchia traversa 75 di viale Europa), al S. Paolo. “Ditemi voi - si è sfogato De Vecchi - se que-

sta situazione è degna di un paese civile: un grosso pezzo di campagna in mezzo alle case, che vengono utilizzati come discarica per materiali di ogni tipo”.Questa grande ferita urbana, effettivamente, viene ricucita giorno dopo giorno da volenterosi inquinatori, che trovano comodo scagliare rifiuti ingombranti in mezzo ai cespugli e alle erbacce. “Tanto - ha aggiunto -, nessuno viene a controllare. Se proprio qualche tecnico del Comune arriva, si segna due note e poi se ne va, senza che succeda nulla. E lo stesso vale per le condizioni della strada: solo su un terzo della via c’è il marciapiede. Superato questo pezzettino, siamo costretti a camminare per strada, tra le auto che sfrecciano”.

In questa terra di nessuno, dove ognuno fa quello che gli pare, si è creata nella ex cava un’oasi naturale per numerose specie animali, non del tutto gradite agli abitanti di questo remoto rione. “Qui - ha continuato De Vecchi - topi e scarafaggi la fanno da padroni, e riescono a salire negli appartamenti. Aspettiamo che qualcuno venga a ripulire questo porcile”. Che qualcuno debba intervenire è sacrosanto, ma c’è anche da dire che la maggior parte dei rifiuti - a giudicare dalle montagne di materiale sistemato proprio a ridosso dei condomini, talvolta a pochi metri dagli ingressi - proviene dagli stessi residenti. La filiera del degrado, insomma, parte proprio da qui: si tratta in pratica di rifiuti a chilometro zero.

Analisi Chimico Cliniche, Immunologiche, Microbiologiche e Ormonali, Manuali HACCP, Esami per Alimenti, Medicina del Lavoro

Nella foto grande il campo-discarica fra i palazzoni di via Ciusa. Dall’alto: il sig. De Vecchi mostra il marciapiede interrotto; la discarica; e via Ciusa


15

Mercoledì 26 ottobre 2011

Tribunale

di

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

VENDITE DELEGATE

Bari


16

MercoledĂŹ 26 ottobre 2011


17

Mercoledì 26 ottobre 2011

Domenica 30 ottobre alle 21 il maestro Stefan Anton Reck condurrà l’Orchestra della Fondazione Petruzzelli in un concerto dedicato a Ludwig van Beethoven (1770-1827). In programma: il Concerto triplo per pianoforte, violino, violoncello ed orchestra in do maggiore, op. 56 (1803-1804) con i solisti Gregorio Goffredo (pianoforte), Pacalin Pavaci (violino), Mauro Gentile (violoncello). Seguirà la Sinfonia n. 9 in re minore, op. 125 corale (1822-1824).

RASSEGNA

“DALL’APPARENzA ALLA TRASCENDENzA” AD AOSTA FINO A MARzO

Trent’anni di pop-art con i pezzi di Warhol D

cultura & spettacoli

stefan anton reck e l’orchestra del petruzzelli domenica in un concerto dedicato a Beethoven

ai ritratti di Marilyn e Mao alla scatola della zuppa Campbell’s e alle cover discografiche per la mostra di Andy Warhol, “Dall’apparenza alla trascendenza” rappresenta il principale evento della stagione espositiva valdostana: dal 25 novembre all’11 marzo prossimi il centro Saint-Benin, nel cuore di Aosta, ospiterà la rassegna dedicata ad uno degli artisti di culto del 20/o secolo, padre della pop art americana. In mostra vi saranno opere - tutti pezzi unici, diversi per tecniche e dimensioni - realizzate da Warhol tra il 1957 e il 1987, tra cui serigrafie, grafiche, multipli e memorabilia, provenienti da 23 collezioni e selezionate in modo da documentare il percorso artistico dell’autore. Spiccano i ritratti dei personaggi più fa-

Due delle celebri opere di Warhol che saranno in mostra

mosi degli anni ‘60 e ‘70 - da Mao a Marilyn Monroe, da Mick Jagger a Liza Minnelli, oltre ad uno dei più efficaci autoritratti dello stesso Warhol - ma non mancano altri soggetti a cui l’artista statunitense rivolse l’attenzione come gli Space Fruits, le Campbell’s Soup, i Carton Box, i Flowers e le copertine discografiche tanto ambite dai collezionisti. “Il percorso della mostra - spiegano gli organizzatori - intende anche porre l’accento sulle opere che rappresentano la parte più intima della riflessione di Warhol, quella esteticamente più vicina alle sue radici europee, contribuendo così ad una rivisitazione della sua poetica più profonda”. Per l’assessore regionale alla cultura, Laurent Vierin, si tratta “di un’iniziativa culturale di rilievo e valenza internazionale, che

si inserisce in un’offerta coordinata e integrata volta alla promozione e valorizzazione della cultura in tutti i suoi aspetti”. “La mostra - aggiunge - costituisce un omaggio a un artista cruciale e amatissimo dal pubblico, ma anche un momento di riflessione sulla comunicazione di massa e sul significato dell’arte nella società di oggi e potrà così interessare un vasto pubblico, in particolare i giovani e le scuole che dedicano da sempre ampio spazio alla conoscenza di questo artista e dei suoi messaggi”. Curata da Francesco Nuvolari, l’esposizione è accompagnata da un catalogo trilingue (italiano, francese e inglese), edito da Sala Editori, in cui sono riprodotte tutte le opere in mostra.

CINEPORTI / CON I FOTOGRAMMI DELLA PELLICOLA “NOI CREDEVAMO” DI MARIO MARTONE

Risorgimento in mostra a Bari e Lecce

Per la prima volta l’Apulia Film Commission allestisce, in contemporanea, nei Cineporti di Bari e Lecce una mostra fotografica. L’occasione nasce da “NOI CREDEVAMO – Il risorgimento secondo Martone” che, in collaborazione con il Museo del Cinema di Torino, sarà visibile nelle due diverse strutture a partire da oggi al 27 novembre 2011 nei seguenti orari: al Cineporto di Bari dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, al Cineporto di Lecce dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18 La mostra è composta da fotogrammi del film “Noi Credevamo” di Mario Martone, prodotto dalla Palomar di Carlo Degli Esposti, che proprio in Puglia (tra Castello di Bovino e Castello di Deliceto, in provincia di Foggia) ha trovato il luogo ideale per alcune riprese, oltre che il supporto e il sostegno dell’Apulia Film Commission e il contributo alla ospitalità dell’assessorato regionale al Turismo e industria alberghiera della regione Puglia. Curata da Alberto Barbera, la mostra ripercorre i momenti più salienti della lavorazione del film incentrato sulle complesse e drammatiche vicende del Risorgimento italiano. Un film diventato un caso grazie al

significativo successo di pubblico ottenuto nelle sale cinematografiche. La mostra racconta il film non attraverso le foto di scena (che integrano e completano, a tratti, il percorso), ma utilizzando direttamente i fotogrammi del film ‘scaricati’ dall’originale in alta definizione. Le riproduzioni corrispondono esattamente a ciò che gli autori – il regista e il direttore della fotografia, Renato Berta – hanno inteso realizzare, restituendo la straordinaria bellezza e densità pittorica della fotografia.Con il suo film, Martone ha compiuto la più radicale, polemica e temeraria rilettura di un periodo decisivo per la storia del nostro Paese, l’Italia fra il 1828 e il 1862, coniugando la complessità della riflessione storica con una narrazione di rara potenza espressiva e una direzione di attori esemplare. Con il rigore di uno storico documentato e insensibile alle lusinghe della pura e semplice celebrazione. Con la passione civile di chi scopre nel passato i germi della degenerazione del presente. Con l’emozione dell’artista che mette in scena il dramma di una generazione che pagò un enorme contributo di e sangue agli ideali dell’unificazione del Paese.

LA NATURA UMANA

l’ultima di Grignani

alla soglia dei 40 anni sente di esser “assolutamente cresciuto”. le esperienze, le trasgressioni, gli errori, lo hanno fatto evolvere. perché “se fai tutto questo e non impari niente è meglio che non lo fai”, dice uGianluca Grignani, che oggi esce con la sua ultima fatica discografica, Natura umana. lanciato nel ‘94 da sanremo Giovani, rocker di successo, e’ sposato e ha tre figli: “la famiglia? la consiglio. la difficoltà è conciliare le esigenze familiari con le tue. Ma è proprio questo il motivo per cui mi piacerebbe fare altri figli, perché ti complicano la vita”. le cose facili non gli sono mai piaciute. Natura umana è frutto di tanto lavoro e fatica.


18

Mercoledì 26 ottobre 2011

ClaSSiFiCa Serie a

SPort

Juventus udinese Lazio CagLiari napoLi roma miLan Catania paLermo parma

L’ANTICIPo

16 15 14 12 11 11 11 10 10 9

siena genoa Chievo Fiorentina ataLanta inter novara LeCCe BoLogna Cesena

9 9 9 9 8 7 5 4 4 2

toP ten MarCatori

la 9a giornata

di nataLe giovinCo paLaCio moraLez denis KLose osvaLdo JovetiC Cavani Boateng

Juventus-Fiorentina Cesena-CagLiari Chievo-BoLogna genoa-roma miLan-parma ataLanta-inter napoLi-udinese novara-siena Lazio-Catania paLermo-LeCCe

udinese parma genoa ataLanta ataLanta Lazio

roma Fiorentina napoLi miLan

6 5 5 4 4 4 4 4 3 3

ieri

2-1

oggi

20.45

oggi

20.45

oggi

20.45

oggi

20.45

oggi

20.45

oggi

20.45

oggi

20.45

oggi

20.45

domani

20.45

APrE BoNuCCI, TEMPorANEo PArEGGIo DI JoVETIC

Juventus a tutto Matri I bianconeri battono 2-1 la Fiorentina tullio PariSi

S

i temeva il replay di un copione già visto con il Genoa: invece il gol di Matri che ha riportato la Juventus in vantaggio con la Fiorentina ha fissato il risultato. I bianconeri tornano dunque alla vittoria, ancora una volta soffrendo in modo incredibile. Incredibile perché chi avesse visto il primo tempo avrebbe pensato a un errore del tabellino: solo 1-0 per i padroni di casa, padroni nel gioco, nella corsa e nelle conclusioni, la bellezza di sette, gol di Bonucci escluso. Troppo bella la Juve del 4-33, con Vidal determinante tra le linee e un centrocampo che macinava gioco a ritmi altissimi. Sono bastati però 12 minuti alla Fiorentina, inguardabile del primo tempo, per tornare in campo e crederci: la Juve era calata, aveva abbassato il baricentro di qualche metro e sembrava anche contratta. Nella Fiorentina è entrato Gilardino al posto dello spento Cerci e alla prima vera puntata in area avversaria (complice però uno scivolone di Lichtsteiner), Jo-

Chiellini abbraccia Matri, autore del gol vittoria contro la Fiorentina

vetic ha infilato Storari. Lo stesso Jovetic, dopo tre minuti, aveva messo i brividi al sostituto di Buffon. I fantasmi del Genoa hanno cominciato a saltellare davanti agli occhi di Pirlo e compagni, ma il carattere della truppa di Conte non si discute: il gol vittoria bianconero è l’emblema della sua squadra, dalla caparbietà di Pepe, umile e preziosissimo; della implacabilità di Matri, che si è

infilato nel corridoio giusto. La Juve a questo punto ha continuato ad amministrare, cercando però il possesso palla. Conte si è coperto con Estigarribia al posto dello stanco Vucinic e con Pazienza per Pepe, altrettanto stanco. I bianconeri - ieri sera in rosa, contro i viola in bianco - hanno ancora sofferto, ma soprattutto a causa di rimpalli e dell’affanno comprensibile. A seconda dell’ot-

tica da cui la si guarda, la Juve è una grande o piccola squadra da vertice: quando imposta il gioco e ha polmoni, è a tratti irresistibile e i suoi meccanismi sono perfetti. Quando spreca (soprattutto con Vucinic e Pepe) e soffre dietro al primo battito d’ali avversario, è una squadra non ancora matura per avvicinare le grandi. Le categorie di differenza con la Fiorentina, ieri sera, erano apparse almeno tre. Eppure, la Signora masochista è riuscita a rischiare di non vincere nemmeno stavolta. Almeno, però, Conte sembra aver trovato finalmente l’assetto più proficuo, centrocampo a tre con Vidal in missione guastatore, una punta centrale e due esterne. Difficile trovare uno migliore in casa Juve: più facile sottolineare i sottotono, Vucinic in fase conclusiva e Bonucci nei disimpegni, così come il difensore è stato prontissimo sul gol del vantaggio. Tra i viola inesistenti Vargas, Cerci, Behrami. Solo Jovetic è apparso vivo e pimpante. Mihailovic si è corretto nell’intervallo ma con un Gilardino ancora in naftalina non poteva sperare di più.

roSSoNErI IN CASA CoL PArMA, I NErAzzurrI CoNTro L’ATALANTA

Milan e inter: caccia alle zone alte CaSa Milan. Basta alti e bassi, serve continuità. Massimiliano allegri avverte il suo Milan perché è vero che la rimonta di lecce ha dato “un grande segnale di forza, e la sensazione che la squadra possa segnare in qualsiasi momento”. Ma “fra mercoledì e domenica la classifica si spaccherà, le prime sei allungheranno”, ed è il caso di non restare impantanati nel gruppone. anzi, si sbilancia, “dobbiamo tornare a essere i favoriti per la conquista dello scudetto”. l’occasione per dimostrare progressi il Milan l’avrà questa sera, quando alle 20.45 a San Siro arriverà il Parma.

qui inter. Caccia ai punti per l’inter contro l’atalanta. Per ranieri servono come “vitamine” per la mente dei giocatori. la squadra non è ancora guarita, la febbre resta alta ma, per abbassarla, i nerazzurri hanno il permesso di diventare persino brutti e cattivi: una metamorfosi - secondo l’eloquio di ranieri - necessaria “a fare legna”. alle 20.45 nel turno infrasettimanale, i nerazzurri affrontano l’atalanta dei miracoli, capace di azzerare l’handicap di partenza (-6 punti). Senza la penalizzazione, la formazione bergamasca sarebbe seconda in classifica.

uno striscione dedicato a Del Piero. in basso le esultanze di Bonucci (a sinistra) e Jovetic per i gol segnati


19

Mercoledì 26 ottobre 2011

CLASSIfICA SeRIe b 26 23 22 21 20 18 17 16 15 15 14

ciTTadella verona croTone nocerina Juve sTaBia modena alBinoleffe guBBio emPoli vicenza ascoli

14 13 12 10 10 10 10 10 8 7 2

LA 12A GIoRNAtA

immoBile cocco Tavano sansovini missiroli ceravolo aBBruscaTo Bianchi Pozzi sforzini caridi

ascoli-modena Bari-Pescara vicenza-alBinoleffe sassuolo-grosseTo ciTTadella-verona croTone-Padova varese-Juve sTaBia nocerina-samPdoria Brescia-reggina livorno-guBBio Torino-emPoli

Pescara alBinoleffe emPoli Pescara reggina reggina vicenza Torino samPdoria grosseTo grosseTo

SIMoNCELLI

8 7 7 5 5 5 5 5 5 4 4

venerdì venerdì saBaTo saBaTo saBaTo saBaTo saBaTo saBaTo saBaTo saBaTo saBaTo

19.00 21.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00

SPoRt

Torino Padova Pescara sassuolo reggina samPdoria Bari Brescia livorno varese grosseTo

toP teN MARCAtoRI

DoMANI FUNERALI. RoSSI CoNFERMA: NoN LASCIo

Coriano abbraccia Sic Il padre: grazie a tutti

G

SEI ACCIACCATI PER ToRRENTE

Il bari per il Pescara fa il pieno di cerotti Molti acciaccati nelle fila del bari in vista della gara interna con il Pescara: ieri hanno svolto lavoro a parte nell’antistadio il terzino Garofalo, il centrocampista bogliacino, l’attaccante De Paula, il portiere Lamanna, il mediano De falco (nella foto), il centrale Dos Santos e il laterale Galano. Contro gli abruzzesi torrente dovrà fare a meno del capitano Donati, squalificato, e sta sondando le possibili alternative a centrocampo: i mediani in organico sono Scavone, Kopunek e De falco, ma quest’ultimo è frenato da problemi alla caviglia sinistra.

li applausi, qualche bandiera, mazzi di fiori e l’abbraccio di tutto lo sport italiano. Marco Simoncelli è tornato in Italia, il viaggio più triste del pilota 24enne morto nel tragico incidente di domenica sulla pista di Sepang. La salma di “Sic” è sbarcata a Fiumicino poco dopo le sei di ieri mattina e un centinaio di operatori aeroportuali ha salutato l’arrivo del feretro con un lungo e sentito applauso. Sullo stesso volo il papà del pilota, Paolo Simoncelli, distrutto dal dolore e la fidanzata Kate, ma anche Valentino Rossi, amico e compagno di Marco, che al gp malese con Colin Edwards ha inconsapevolmente investito Simoncelli quando era già a terra: ad accoglierli il presidente del Coni, Gianni Petrucci, e il segretario generale, Raffaele Pagnozzi, a rappresentare tutto il mondo sportivo. Un cuscino tricolore, a nome del Coni, è stato adagiato sul feretro del campione. A Fiumicino era presente anche il presidente della Federmoto, Paolo Sesti. “Al papà ho detto poche frasi - le parole di Petrucci -. Domenica quando abbiamo disposto il minuto di raccoglimento, prima delle partite, c’è stata una totale dimostrazione di quanto fosse amato questo atleta. Era un ragazzo sempre sereno e disponibile. La nostra presenza qui è per dimostrare l’amore e

Uno striscione a Coriono dedicato a Marco Simoncelli. Nei tondi in alto “Sic” e il padre Paolo

l’affetto per questo ragazzo. In questi momenti bisogna solo pregare, e che Dio lo abbia in gloria. L’essere umano è fragile chi ha fede deve pregare, chi è nello sport spesso viene visto come un qualcosa di irraggiungibile e invece è fragile come tutti gli esseri umani. Marco rappresentava la gioia di vivere, se n’è andato un campione dello sport italiano”. Il papà di Simoncelli in lacrime ha ringraziato tutti: “Marco è sempre stato disponibile con voi, spero anche io di fare altret-

tanto. Grazie veramente a tutti” le uniche parole prima di salire sulla macchina che ha seguito il carro con il feretro del figlio. Rossi, aria apparentemente tranquilla, cappellino con visiera e felpa nera: “Marco era un grande e non lo dimenticherò mai - ha detto il nove volte campione del mondo - non è stato bello in queste ore, non ho pensato a niente: ho parlato con Paolo, sta abbastanza male e lo abbiamo abbracciato tutti. Tanti i ricordi che mi porterò dietro, stavamo insieme tutti i giorni,

MALESIA / CLAUDIo CARRUbbA SCoNFITTo IN FINALE DA UN EGIzIANo

Argento barese ai Mondiali di karate Si è chiusa con una medaglia d’argento ottenuta dal barese Claudio Carrubba (nella foto con il Maestro Simmi) la settima rassegna mondiale di karate in Malesia. Nella rassegna che vedeva impegnati 1.300 atleti in rappresentanza di 92 Paesi. L’Italia, con 9 medaglie (5 d’argento e 4 di bronzo) ha

retto il confronto con le squadre più forti, recitando come sempre la sua parte. Peccato per il barese, figlio d’arte di papà Giovanni (Maestro 5° Dan), che in finale non è riuscito a superare un altleta egiziano. Durante l’ultima edizione del 2009 di Rabat (Marocco), infatti, Carrubba vinse l’oro.

ci allenavamo insieme, poi andavamo con tutto ciò che era a motore, la nostra passione. Ma noi lo sappiamo che è una cosa che può capitare”. E smentisce le voci di un suo possibile ritiro dopo la tragedia: “Non l’ho mai detto, probabilmente è stata una dichiarazione fatta soltanto per vendere i giornali”. La salma di Simoncelli ora è a Coriano, il suo paese che lo ha accolto per dargli l’ultimo saluto. Stamattina verrà aperta la camera ardente e domani dovrebbero svolgersi i funerali.


20

Mercoledì 26 ottobre 2011

TV

PrograMMi

in TELEViSionE

raiuno 09:30 09:35 10:55 11:00 11:05 12:00 13:30 14:00 14:10 15:15 16:50 17:00 17:10 18:50 20:00 20:30 20:35 21:10 23:20

TELEGIORNALE TG 1 - FLASH RUBRICA Linea Verde PREVISIONI DEL TEMPO TELEGIORNALE TG 1 RUBRICA Occhio alla spesa GIOCO La prova del cuoco TELEGIORNALE TG 1 RUBRICA TG1 Economia SHOW Verdetto Finale RUBRICA La vita in diretta RUBRICA TG Parlamento TELEGIORNALE TG 1 PREVISIONI DEL TEMPO GIOCO L’Eredità TELEGIORNALE TG 1 RUBRICA Qui Radio Londra GIOCO Soliti ignoti FILM New in Town Una single in carriera TALK SHOW Porta a Porta

raiDuE 10:00 RUBRICA TG2punto.it 11:00 TALK SHOW I Fatti Vostri 13:00 TELEGIORNALE TG 2- GIORNO 13:30 RUBRICA TG 2 Costume e Società 13:50 RUBRICA TG2 Medicina 33 14:00 RUBRICA Italia sul Due 16:15 TELEFILM Ghost Whisperer 17:00 TELEFILM Hawaii Five-0 17:45 TELEGIORNALE TG 2 Flash L.I.S 17:50 RUBRICA Rai TG Sport 18:15 TELEGIORNALE TG 2 18:45 TELEFILM Numb3rs 19:30 TELEFILM Squadra Speciale Cobra 11

PrEMoniTion

iL PianiSTa

Alle 21.05 su RaiDue. E’ giovedì: Linda (Sandra Bullock, nella foto) apprende la notizia della morte del marito e con l’aiuto della madre si occupa delle questioni più dolorose. Ma il giorno dopo si sveglia, è lunedì, e suo marito é in cucina che fa colazione…

Alle 21.10 su ReteQuattro. Con Adrien Brody (nella foto): un brillante pianista polacco, di religione ebraica, viene confinato nel ghetto di Varsavia. Riesce a sfuggire alla deportazione nascondendosi fra le rovine della città e un ufficiale tedesco lo aiuta a sopravvivere.

20:30 TELEGIORNALE TG2 21:05 FILM Premonition 23:25 TELEGIORNALE TG 2 23:40 SPORT Speciale 90° Minuto

11:25 11:30 11:54 11:58 12:00 12:02 13:00

raiTrE

13:50

10:00 RUBRICA Rai 150 anni La storia siamo noi 11:00 RUBRICA Apprescindere 11:10 TELEGIORNALE TG3 Minuti 12:00 TELEGIORNALE TG3 12:25 RUBRICA TG3 Fuori TG 12:45 RUBRICA Le storie - Diario italiano 13:10 TELEFILM La strada per la felicità 14:00 TELEGIORNALE TG Regione 14:20 TELEGIORNALE TG3 14:50 RUBRICA TGR Leonardo 15:00 TELEGIORNALE TG3 LIS 15:05 RUBRICA FIGU 15:10 TELEFILM The Lost World 15:50 RUBRICA Cose dell’altro Geo 17:40 RUBRICA Geo&Geo 18:10 PREVISIONI DEL TEMPO 19:00 TELEGIORNALE TG3 19:30 TELEGIORNALE TG Regione 20:00 RUBRICA Blob 20:15 TELEFILM Sabrina vita da strega 20:35 TELEFILM Un posto al sole 21:05 ATTUALITA’ Chi l’ha visto? 23:15 ATTUALITA’ Chi l’ha visto? Storie del passato

14:05

rETE 4

18:50 19:44

09:55 TELEFILM R.I.S. Delitti imperfetti 10:50 RUBRICA Ricette di famiglia

19:45 20:00

15:10 16:15 16:45 18:50 18:55 19:19 19:23 19:35 20:30 21:10

TELEGIORNALE Anteprima tg4 TELEGIORNALE Tg4 NEWS Meteo TELEGIORNALE Tg4 NEWS Vie d’italia Notizie sul traffico TELEFILM Detective in corsia TELEFILM L a signora in giallo RUBRICA Il tribunale di forum - Anteprima RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di forum TELEFILM Hamburg distretto 21 SOAP OPERA Sentieri FILM Nikita - Spie senza Volto TELEGIORNALE Anteprima tg4 TELEGIORNALE Tg4 NEWS Meteo TELEGIORNALE Tg4 TELEFILM Tempesta d’amore TELEFILM Walker Texas ranger FILM Il pianista

CanaLE 5 10:00 11:00 13:00 13:39 13:41 14:10 14:45 16:20 17:20 17:25

TELEGIORNALE Tg5 RUBRICA Forum TELEGIORNALE Tg5 NEWS Meteo 5 SOAP OPERA Beautiful SOAP OPERA Centovetrine TALK SHOW Uomini e donne NEWS Pomeriggio cinque TELEGIORNALE Tg5 minuti NEWS Pomeriggio cinque GIOCO Avanti un altro TELEGIORNALE Tg5 - Anticipazione GIOCO Avanti un altro TELEGIORNALE Tg5

Toro

gEMELLi

CanCro

LEonE

VErginE

Mantenete la calma: non tutti hanno il sangue freddo che avete voi, e la il vostro atteggiamento può risultare più che determinante. Cercate di mettervi nei panni degli altri e siate più comprensivi e predisposti al confronto. In amore tutto procede come avete desiderato. Siate più partecipi alle necessità del partner e non rimandate troppo a lungo le cose in sospeso: rischiate di perdere più di quanto immaginiate. Aprite al cuore ai vostri cari e vedrete che risolvere ogni piccola controversia in pochissimo tempo e con molta facilità. Sul lavoro interessanti sviluppi. Abbiate cura di ciò che vi è stato affidato e portate a termine tutti gli incarichi con il vostro solito impegno e la vostra determinazione. Salute al top. Non fissate le idee su un unico progetto, rischiando di perdere di vista altre importanti strade che possono aprirsi davanti a voi. Siate lungimiranti.

iTaLia 1 09:45 TELEFILM Una mamma per amica 10:35 TELEFILM Grey’s anatomy 12:25 TELEGIORNALE Studio aperto 12:58 NEWS Meteo 13:00 NEWS Studio sport - anticipazioni 13:02 NEWS Studio sport 13:40 TELEFILM I Simpson 14:35 CARTONI ANIMATI What’s my destiny Dragon Ball 15:00 SITUATION COMEDY Big bang theory 15:35 TELEFILM Chuck 16:25 SITUATION COMEDY La Vita secondo Jim 16:50 TELEFILM Glee 17:45 CARTONI ANIMATI Mila e Shiro due cuori nella pallavolo 18:28 TELEGIORNALE Studio aperto - Anticipazioni 18:30 TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 NEWS Meteo 19:00 NEWS Studio sport 19:25 TELEFILM Dr house - Medical division 20:20 TELEFILM C.S.I. - Scena del crimine 21:10 SHOW Le iene show

BiLanCia

SCorPionE

SagiTTario

CaPriCorno

aCquario

PESCi

Siate più attenti ai dettagli e subito vi sarà più chiara la visione di insieme che vi serve per concludere con grande successo il vostro progetto. Grandi novità in amore per chi è in cerca dell’anima gemella. Concedetevi una pausa con amici e familiari, che vi faccia riscpprire la sintonia. Valutate bene una proposta che vi è appena giunta e condividetela con chi può darvi i giusti consigli, per esperienza e per stima reciproca. Modificate solo alcuni aspetti e vedrete che sistemerete subito l’organizzazione della giornata, in modo da avere più tempo per voi stessi. Siate sereni e tranquilli e vivete questo momento con la semplicità che vi distingue. In arrivo una bella sorpresa che aspettate da tanto. Non addossate agli altri le colpe della vostra noncuranza: armatevi di pazienza e determinazione e risolvete i problemi, senza esitare ancora.

11:05 RUBRICA (ah)iPiroso 12:00 SHOW G’ Day 12:25 RUBRICA I menù di Benedetta 13:30 TELEGIORNALE Tg La7 14:05 FILM Il Castello di carte 16:15 DOCUMENTARIO Atlantide Storie di uomini e mondi 17:30 TELEFILM J.A.G. - Avvocati in divisa 19:30 SHOW G’ Day 20:00 TELEGIORNALE Tg La7 20:30 RUBRICA Otto e Mezzo 21:10 FILM La regina dei castelli di carta 23:00 TELEFILM Crossing Jordan

MTV 10:00 11:00 12:00 12:05 13:00 13:05 14:00 14:05 15:00 15:05

TELEFILM Jersey Shore SHOW Made NEWS MTV News SHOW Disaster Date NEWS MTV News TELEFILM Jersey Shore NEWS MTV News SITUATION COMEDY Scrubs NEWS MTV News REPORTAGE Ginnaste: Vite parallele SHOW Made SHOW A scuola di emozioni MUSICA MTV Mobile Chat NEWS MTV News REPORTAGE Ginnaste: Vite parallele SHOW Vita segreta di una teenager americana SHOW 16 & Pregnant NEWS Speciale MTV News TELEFILM South Park

16:00 17:00 18:00 19:00 19:05 20:00

La SETTE

21:00

09:40 RUBRICA Coffee Break 10:30 RUBRICA L’aria che tira

23:00 23:30

agEnDa

L’oroSCoPo ariETE

20:30 NEWS Meteo 5 20:31 SHOW Striscia la notizia - La Voce della con tingenza 21:10 TELEFILM Un amore e una Vendetta 23:30 NEWS Matrix

Mercoledì 26 ottobre 09.30

Tirocinio Formativo attivo Nell’ Istituto tecnico per le attività sociali “Elena di Savonia” di Bari, in Via Caldarola, ci sarà il convegno “La nuova modalità di Assunzione dei Docenti - T.F.A. Tirocinio Formativo Attivo”, organizzato da UIL Scuola, in collaborazione con RASE (Istituto per la ricerca Accademica Sociale ed Educativa). 18.15

“Lo spirito di assisi” Si terrà a Bari, nel Seminario Arcivescovile in corso Alcide De Gasperi, 274, la presentazione del libro “Lo spirito di Assisi - Dalle religioni una speranza di pace”, organizzata dalla Comunità di Sant’Egidio. 18.30

“il Sud prima dell’unità d’italia” Nelle “Officine Culturali”, in largo Gramsci 7 a Bitonto, ci sarà la presentazione del libro “Il Sud prima dell’’Unità d’Italia tra storia e microstoria”. 19.00

il Fuoco del Sud di Patruno Lino Patruno presenterà il suo ultimo libro “FUOCO DEL SUD. La ribollente galassia dei Movimenti meridionali”, a Giovinazzo (Bari), nella Sala San Felice (centro storico, Piazza San Felice). 19.45

recital al Teatro Traetta Per la settima edizione del “Traetta

agenda@epolisbari.com Opera Festival”, si terrà a Bitonto, nel teatro comunale, il recital “Le liriche di Tosti/D’Annunzio”, con voce soprano Nami Kobayashi, pianista Pietro Laera e voce recitante Rossella Giugliano (ingresso libero). 21.00

“io preferisco...cantautrice” Per la nuova edizione della manifestazione Arci, dedicata alla canzone d’autor, si terrà a Bari, ne “Il Piccolo Teatro” (Strada Borrelli 43) “Io preferisco cantautrice”, concerto per sole cantautrici. Parteciperanno Carolina Da Siena, Pinca Pallozza, Elisabetta Previati e ospite d’onore GIUA. giovedì 27 ottobre 11.30

nel gioco del Jazz: presentazione Si terrà nel “Veronero Caffè” in via Piccinni 81 a Bari, la presentazione dello spettacolo inaugurale della stagione 2010-11 del “Nel Gioco del Jazz”, previsto per il 30 ottobre con un omaggio ai Beatles con Sarah Jane Morris, Aura e Quartetto d’archi Carabellese. 19.45

Concorso internazionale di canto Si svolgerà a Bitonto, nel teatro comunale “Tommaso Traetta”, il concerto finale della la prima edizione del Concorso Internazionale di Canto “Caffarelli 2011” (Ingresso libero).


21

Mercoledì 26 ottobre 2011

IN SALA MATRIMONIO A PARIGI

Il sergente Gerry Boyle è un poliziotto di provincia irlandese, con una personalità conflittuale, uno strano senso dell’umorismo, una predilezione per le prostitute e nessun interesse per l’attualità criminale. Fino a quando bussa alla sua porta un agente dell’FBI...

Durante una vacanza in Francia, per far visita al figlio, un industriale milanese abituato a evadere il fisco incontra un finanziere del Sud rispettoso della legge e onestissimo: per caso i due, con le rispettive famiglie, si ritrovano nella stessa camera d’albergo.

IL NOSTRO TEMPO

UN POLIZIOTTO DA HAPPY HOUR

CINEMA ANDRIA

Sala 2 - Tognazzi

Sala 3

Sala 5

Multisala Cinemars C. Barbadangelo Ipercoop Mongolfiera Tel. 0883261022

Sala 3 - Gassmann

Sala 4

Sala 6

Paranormal Activity 3 19.45 - 21.45

Matrimonio a Parigi 19.05 - 21.10

I Tre Moschettieri 19.45 Ex - Amici come prima 21.45

Sala 2

BARI

Sala 1

Un poliziotto da Happy Hour 18.00 This must be the place 20.00 - 22.30

Sala 3

Maga Martina 2 18.00 Cowboys & Aliens 20.00 - 22.30

Sala 4

ABC - Circuito d’Autore Via Marconi, 41 - Tel. 080 9644826 Otobus (Rassegna) 20.45 Ha-Kaitz shel Avvia (Rassegna) 21.00 Ambasciatori Via Toma, 67 - Tel. 080 5425000

Bar Sport 18.00 - 20.10 - 22.20

Matrimonio a Parigi 17.30 - 19.15 - 21.15

Sala 5

Armenise Via Pasubio, 178 - Tel. 080 5428281

Matrimonio a Parigi 18.05 - 20.10 - 22.15

Sala 6

Ex - Amici come prima 18.00 - 20.10 - 22.20

Sala 7

I Tre Moschettieri 3D 18.00 - 20.00 - 22.25

Sala 8

I Puffi 3D 18.00 Amici di letto 20.15 - 22.35

Sala 9

Paranormal Activity 3 18.00 - 20.25 - 22.25 Multisala Roma Circuito d’autore Via F. Giugno 6 - Tel. 0883542622

Sala 1

Bar Sport 17.30 - 19.30 - 21.30

Sala 2

A Dangerous Method 17.30 - 19.30 - 21.30

Sala 3

This must be the place 17.10 - 19.20 - 21.30 BARLETTA Opera - Circuito d’autore Via Imbriani, 27 - Tel. 0883510231

Sala 1

This must be the place 17.45 - 20.00 - 22.10

Sala 2

Amici di letto 18.00 - 20.00 - 22.00

Sala 3

Bar Sport 18.00 - 20.00 - 22.00 Paolillo C.so Garibaldi, 27 - Tel. 0883531022

Sala 1 - Manfredi

Matrimonio a Parigi 19.45 - 21.45

Sala 1

Bar Sport 18.40 - 20.45 - 22.30

Sala 2

Un poliziotto da Happy Hour 18.20 - 20.20 Drive 22.00 Il Piccolo - Circuito d’Autore Via Giannone 4 - Santo Spirito Tel. 080 5333100 Faust 18.30 - 21.00 Multicinema Galleria C.so Italia, 15 - 17 - Tel. 080 5214563

Sala 1

Matrimonio a Parigi 16.30 - 18.40 - 20.45 - 22.45

Sala 2

Ex - Amici come prima 18.25 - 20.25 - 22.35

Sala 3

Paranormal Activity 3 17.00 - 19.00 - 20.50 - 22.40

Ex - Amici come prima 15.50 - 18.00 - 20.10 - 22.30

Bar Sport 18.10 - 20.30 - 22.30

Final Destination 3D 15.35 - 22.30 I Tre Moschettieri 3D 17.40 - 20.05

Sala 5

I Puffi 16.20 Amici di letto 18.20 - 20.30 - 22.40

Sala 7

This must be the place 17.00 - 19.30 - 22.10

Sala 6

Sala 8

I Puffi 3D 16.30 Ex - Amici come prima 18.30 - 20.40 - 22.40

Sala 7

This must be the place 17.45 - 20.20 - 22.35

Bar Sport 16.10 - 18.15 - 20.35 - 22.40 Multisala Showville Trav. Conte Giusso, 9. Bari-Mungivacca Tel. 0809757084

Sala 1

Arrietty 16.30 I Tre Moschettieri 3D 18.20 - 20.20 - 22.20

Sala 2

Matrimonio a Parigi 16.40 - 18.45 - 20.45 - 22.40

Sala 2

I Tre Moschettieri 3D 17.45 A Dangerous Method 19.45 - 21.45

Sala 3

Sala 11

Sala 12

Super 17.50 - 20.00 - 22.10 SPINAZZOLA Supercinema C.so Umberto 206/A - Tel. 0883681862 Ex - Amici come prima 19.00 - 21.15 TRANI Impero Via Pagano, 192 - Tel. 0883583444

Cinema Elia d’Essai C.so Garibaldi, 36-38 - Tel. 080 3588581

Sala B

Matrimonio a Parigi 17.00 - 19.15 - 21.30

MOLA

Sala 2 - Truffaut

Metropolis - Circuito d’Autore Via Baracca - Tel. 080 4713038

Sala 1 - Fellini

Politeama Italia Via Montello, 6 - Tel. 0803968048

Sala A

This must be the place 17.15 - 21.40 Amici di letto 19.30

Matrimonio a Parigi 17.15 - 19.30 - 21.45

Sala B

This must be the place 17.00 - 19.15 - 21.30

The Space Cinema Centro commerciale Auchan Via Noicattaro 2 - Tel. 080 892111

Sala 6

Bar Sport 17.30 - 19.30 - 21.30

This must be the place 17.25 - 19.50 - 22.15

Nuovo Via Piave, 85 - Tel. 0803921022 Bar Sport 17.00 - 19.15 - 21.30

Sala 4

Amici di letto 16.00 - 18.10 - 20.20 - 22.35

Amici di letto 17.40 - 20.05 - 22.20

Ex - Amici come prima 21.30

CASAMASSIMA

Sala 5

Sala 9

BISCEGLIE

I Tre Moschettieri 3D 15.50 - 18.05 - 20.30 - 22.45

This must be the place 16.05 - 18.30 - 21.00

Un poliziotto da Happy Hour 18.10 - 20.15 - 22.20

I Puffi 3D 17.40 Cowboys & Aliens 20.00 - 22.25

Sala 1

Royal C.so Italia, 112 - Tel. 080 5211668 This must be the place 18.00 - 20.30 - 22.30

Sala 8

Sala 9

Alfieri - Circuito d’autore L.go Aregano - Tel. 080 3588551

Splendor Via Buccari, 24 - Tel. 080 5569729 Melancholia 18.30 - 21.00

Bar Sport 18.00 - 20.05 - 22.15

Sala 10

CORATO

Maga Martina 2 16.20 - 18.15 Cowboys & Aliens 20.20 - 22.30

Sala 7

Maga Martina 2 16.00 - 18.00 Super 20.00 - 22.15 Amici di letto 17.15 - 19.45 - 22.20

Sala 8

Baciato dalla fortuna 20.10 - 22.15

Sala 1

Matrimonio a Parigi 15.50 - 18.00 - 20.15 - 22.20

I Tre Moschettieri 17.30 - 19.50 Ex - Amici come prima 22.10

Sala 4

I Tre Moschettieri 3D 17.50 - 20.10 - 22.30

Sala 4

I Puffi 3D 15.50 I Puffi 18.05 Baciato dalla fortuna 20.20 I Tre Moschettieri 22.35

Matrimonio a Parigi 19.10 - 21.30

Sala 3

Sala 1

Matrimonio a Parigi 18.10 - 20.15 - 22.20

Bar Sport 15.45 - 17.50 - 20.00 - 22.15

Sala 1

Multisala Uci Cinemas Ss 16/bis usc. Z.I. c/o Fashion District Molfetta Outlet - tel 892960

Sala 3

Sala 3

Riposo settimanale

Sala 2

Ex - Amici come prima 18.320 - 20.25 - 22.30

Arrietty 15.40 Un poliziotto da Happy Hour 17.55 - 20.20 - 22.35

Riposo settimanale

MOLFETTA

Sala 2

Sala 2

Sala A

Sala 5

Paranormal Activity 3 18.30 - 20.30 - 22.25

Sala 6

Maga Martina 2 17.30

This must be the place 18.50 - 21.40 Bar Sport 19.10 - 21.30

Sala 4

A Dangerous Method 19.20 - 21.50 POLIGNANO Multis. Vignola - Circ. d’Autore Viale Rimembranza, 13 - Tel. 080 4249910

Sala 1

I Tre Moschettieri 3D 18.00 Matrimonio a Parigi 20.15 - 22.15

Sala 2

Bar Sport 20.00 - 22.00

Sala 3

This must be the place 19.45 - 22.00

METTI I TUOI SMS O LE TUE E-MAIL IN INVIA LE TUE SEGNALAZIONI O I TUOI SUGGERIMENTI AL N. 345 828 2845 O A REDAZIONE@EPOLISBARI.COM

Redazione: Via delle Orchidee, 1 - 70026 Modugno (Ba) Tel.: 080 5857350 - info@epolisbari.com


22

MercoledĂŹ 26 ottobre 2011

COLLEGAMENTI AEREI ORARI IN VIGORE dal 27/03/2011 al 29/10/2011

Partenze da BARI Compagnia

Part.

Arr.

Frequenza

18:10

20:25

MaG

Note

BERLINO Airberlin

da 03/05/11 a 27/10/11

BOLOGNA Ryanair Alitalia Ryanair Ryanair

08:10 09:30 LMaMeGVSD 14:30 15:50 LMaMeGVSD 22:15 23:35 Me 22:30 23:50 L

da 27/03/11 a 29/10/11 da 26/09/11 a 29/10/11 da 11/05/11 a 26/10/11 da 05/09/11 a 29/10/11

BRUXELLES Ryanair Ryanair

09:45 12:10 10:10 12:35

MG S

da 29/03/11 a 27/10/11 da 02/04/11 a 29/10/11

MeD

da 27/03/11 a 26/10/11

BUCAREST W!ZZ

09:45 12:25

12:55

14:20

MaS

da 20/09/11 a 29/10/11

Ryanair Ryanair

10:05 11:35 22:05 23:35

LMeVD S

da 27/03/11 a 28/10/11 da 02/04/11 a 29/10/11

CATANIA Blu-Express

21:20

22:30

LMeV

da 28/03/11 a 28/10/11

COLONIA Germanwings Germanwings

08:55 11:10 09:15 11:30

Me V

da 30/03/11 a 26/10/11 da 24/06/11 a 28/10/11

10:25

Ryanair Ryanair

06:30 16:15

12:55

Ryanair Ryanair Ryanair

20:20

MaGS

da 29/03/11 a 29/10/11

07:55 17:40

Me LGV

da 30/03/11 a 26/10/11 da 28/03/11 a 28/10/11

G

da 14/04/11 a 27/10/11

Germanwings

S

da 06/08/11 a 29/10/11

VENEZIA

16:10

LMeS

da 28/03/11 a 29/10/11

22:45

LMeGS

da 28/03/11 a 29/10/11

17:15

20:05

LGS

da 28/03/101a 29/10/11

23:00 23:45

G MaS

da 31/03/11a 27/10/11 da 29/03/11 a 29/10/11

08:15 LMaMeGV 11:20 LMaMeGVSD 14:50 LMaMeGVSD 17:00 MaMeGV 18:50 LMaMeGVSD 22:25 LMaMeGVD

da 22/08/11 a 28/10/11 da 01/10/11 a 29/10/11 da 01/10/11 a 29/10/11 da 01/10/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 22/08/11 a 28/10/11

09:15 09:15 09:25 09:35 18:40 19:15 21:10 21:45

10:50 D 10:50 S 11:00 LMaMeGV 11:10 LMaMeGVSD 20:15 S 20:50 LMaMeGVD 22:45 S 23:20 LMaMeGVD

da 17/07/11 a 28/10/11 da 10/09/11 a 29/10/11 da 06/09/11 a 29/10/11 da 19/09/11 a 29/10/11 da 24/09/11 a 29/10/11 da 19/09/11 a 28/10/11 da 10/09/11 a 29/10/11 da 05/09/11 a 28/10/11

06:15 07:45 06:30 08:05

LMeVD MaGS

Ryanair Ryanair Alitalia Alitalia Ryanair

S MaG

da 03/05/11 a 29/10/11 da 29/03/11 a 27/10/11

MaGS

da 29/03/11 a 29/10/11

MaGS

da 29/03/11 a 29/10/11

Me LGV

da 30/03/11 a 26/10/11 da 28/03/11 a 28/10/11

G

da 14/04/11 a 27/10/11

Me

da 15/06/11 a 26/10/11

S

da 06/08/11 a 29/10/11

LMeS

da 28/03/11 a 29/10/11

LMaGS

da 28/03/11 a 29/10/11

12:50 15:00 15:15 17:25

06:40 07:20 08:20 11:20 12:15 15:05 17:55 19:20

07:50 08:30 09:30 12:30 13:25 16:15 19:05 20:30

LMaMeGVSD LMaMeGVS LMaMeGVS LMaMeGVSD LMaMeGVS LMaMeGVSD LMaMeGVD LMaMeGVSD

da 27/03/11 a 29/10/11 da 28/03/11 a 29/10/11 da 01/10/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 30/05/11 a 28/10/11 da 03/05/11 a 28/10/11 da 03/05/11 a 28/10/11 da 29/08/11 a 29/10/11

DUSSELDORF WEEZE Ryanair

13:20

Ryanair

Ryanair Ryanair

15:40

15:35

17:45

08:20 09:45 18:05 19:30

15:50 18:05

18:40 20:30

KOS 13:25

16:40

19:55

MaGS

da 29/03/11 a 29/10/11

14:20

LONDRA GATWICK British Airways

20:00 21:55

LMeVD

da 27/03/11 a 28/10/11

09:45 12:30

LONDRA STANSTED

13:45

16:15

LMeV

da 03/10/11 a 28/10/11

da 27/03/11 a 28/10/11 da 29/03/11 a 29/10/11

16:40

20:25

14:00

16:50

L MeVSD

da 28/03/11 a 26/10/11 da 30/03/11 a 29/10/11

MALTA

16:35 16:35 21:40 21:45 21:50

S LMaMeGV LVD MaGS Me

da 02/04/11 a 29/10/11 da 04/07/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 28/10/11 da 29/03/11 a 29/10/11 da 30/03/11 a 26/10/11

MILANO LINATE

16:40 17:20

Me V

da 30/03/11 a 26/10/11 da 01/04/11 a 28/10/11

Ryanair Ryanair

14:55 14:55 19:55 20:00 20:05

14:05 14:45

Ryanair Air Italy Air Italy Ryanair

Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Air One Alitalia Alitalia Alitalia

19:35 20:55 20:40 22:00

LGS

G MaS

da 28/03/11 a 29/10/11

da 01/10/11 a 29/10/11 da 03/10/11 a 27/10/11 da 30/05/11 a 28/10/11 da 27/03/11 a 28/10/11 da 02/10/11 a 28/10/11

06:30 07:50 09:00 10:20 19:55 21:15 20:50 22:10

VD S LMaMeGVD Me

da 10/06/11 a 28/10/11 da 17/09/11 a 29/10/11 da 05/09/11 a 28/10/11 da 08/06/11 a 26/10/11

06:55 11:00 12:55 13:05 14:55 18:35 19:15 21:45

08:45 10:35 LMaMeGVSD

da 27/03/11 a 29/10/11

Easyjet Easyjet Easyjet Air One Air One Easyjet Easyjet

da 29/03/10 a 29/10/11

19:25

LMeVD

da 27/03/10 a 28/10/11

12:35 13:05

LMeV

da 03/10/11 a 28/10/11

08:30 09:20 16:50 17:40

L MeVS

da 28/03/11 a 26/10/11 da 28/03/11 a 29/10/11

12:40 14:10 12:40 14:10 22:05 23:50 22:10 23:55 22:15 23:55

S LMaMeGV LVD MaGS Me

da 02/04/11 a 29/10/11 da 04/07/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 28/10/11 da 29/03/11 a 29/10/11 da 30/03/11 a 26/10/11

Me V

da 30/03/11 a 26/10/11 da 01/04/11 a 28/10/11

STOCCARDA Germanwings

17:30

Carpatair

TIRANA Belleair Belleair

Alitalia Alitalia Ryanair Ryanair Ryanair

VALENCIA Ryanair Ryanair

17:10 17:50

19:40 20:20

Alitalia Ryanair Ryanair Alitalia Ryanair

06:50 08:10 08:15 14:45 22:30

08:05 LMaMeGVSD 09:30 S 09:35 LG 16:00 LMaMeGVSD 23:50 VD

da 04/05/11 a 28/10/11 da 01/10/11 a 29/10/11 da 03/10/11 a 27/10/11 da 27/03/11 a 28/10/11 da 02/10/11 a 28/10/11

07:05 08:15 18:00 22:35

08:25 09:35 19:20 23:35

S VD LMaMeGVD Me

da 17/09/11 a 29/10/11 da 10/06/11 a 28/10/11 da 05/09/11 a 28/10/11 da 08/06/11 a 26/10/11

LMaVSD MeG

da 27/03/11 a 28/10/11 da 30/03/11 a 27/10/11

VERONA Air Italy Ryanair Air Italy Ryanair

07:10 07:10 07:20 16:35 17:05 19:05 19:40

Compagnia

08:25 LMaMeGV 12:30 LMaMeGVSD 14:25 MaGD 14:35 MaMeGV 16:25 LMaMeGVSD 20:05 LMaMeGVD 20:45 S 23:15 LMaMeGVD

08:45 08:45 08:55 18:05 18:35 20:40 21:15

08:10 08:30 12:20 20:15

09:40 10:00 13:50 21:45

Helvetic Helvetic

18:00 19:50 18:30 20:20

Partenza da Foggia da 22/08/11 a 28/10/11 da 01/10/11 a 29/10/11 da 06/09/11 a 29/10/11 da 25/10/11 a 28/10/11 da 25/04/11 a 29/10/11 da 02/10/11 a 28/10/11 da 02/04/11 a 29/10/11 da 19/05/11 a 28/10/11

D S LMaMeGV S LMaMeGVD S LMaMeGVD

da 17/07/11 a 28/10/11 da 10/09/11 a 28/10/11 da 06/09/11 a 29/10/11 da 24/09/11 a 29/10/11 da 19/09/11 a 28/10/11 da 10/09/11 a 29/10/11 da 05/09/11 a 28/10/10

MILANO ORIO AL SERIO Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair

MaGS

da 31/03/11 a 27/10/11 da 29/03/10 a 29/10/11

MILANO MALPENSA 06:25 07:45 S 06:30 07:50 LG 08:50 10:05 LMaMeGVSD 16:40 17:55 LMaMeGVSD 20:45 22:05 VD

23:35

ZURIGO

MADRID Ryanair

09:50 10:20 18:10 19:00

20:25

SIVIGLIA

VENEZIA

KARLSRUHE Ryanair

da 04/05/11 a 28/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 06/06/11 a 28/10/11 da 02/05/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

TORINO

HANNOVER Germanwings

16:10 17:15 LMaMeGVD 17:25 18:30 LMaMeGVSD 20:15 21:20 LMaMeGVSD 20:55 22:00 LMaMeGVD 21:30 22:35 LMaMeGVSD

TIMISOARA

DUSSELDORF

GENOVA

14:15 LMaMeGVSD

Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia

Ryanair

da 27/03/11 a 29/10/11

13:15

VERONA

LMeVD MaGS MaMeGVS LMaMeGVS

da 27/03/11 a 28/10/11 da 29/03/11 a 29/10/11 da 29/03/11 a 29/10/11 da 28/03/11 a 29/10/11

Part.

Arr.

Frequenza

Note

ISOLE TREMITI Alidaunia Alidaunia Alidaunia

08:40 09:00 LMaMeGVSD 16:40 17:00 MaMeGSD 16:40 17:30 LV

da 27/03/11 a 29/10/11 da 21/09/11 a 29/10/11 da 21/09/11 a 29/10/11

MILANO MALPENSA Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia

06:55 12:00 18:10 20:30

08:30 13:35 19:45 22:05

LMaMeGV S MeGVD LMa

da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

11:50 12:55 14:45 15:50 16:55 18:00

V D L

da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

07:00 08:45 12:00 13:45

S LMaG

da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

Frequenza

Note

PALERMO Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia

TORINO Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia

ZURIGO Helvetic

Arrivi a BARI Compagnia

Part.

Airberlin

Arr.

Frequenza

09:50

12:10

G

da 29/03/11 a 27/10/11

06:25 07:45 LMaMeGVSD 12:30 13:45 LMaMeGVSD 20:30 21:50 Me 20:45 22:05 L

da 27/03/11 a 29/10/11 da 05/09/11 a 28/10/11 da 11/05/11 a 26/10/11 da 05/09/11 a 29/10/11

07:05 07:30

08:25

MaG S

da 29/03/11 a 27/10/11 da 03/09/11 a 29/10/11

12:55 13:05

15:15 15:25

Arrivi a Foggia Compagnia

Part.

Arr.

ISOLE TREMITI GD LMeV

da 27/03/11 a 27/10/11 da 28/03/11 a 28/10/11

PISA Ryanair Ryanair Ryanair

W!ZZ

06:35 07:55 LMaMeGVSD 14:35 15:50 Me 19:55 21:10 VD

da 27/03/11 a 29/10/11 da 08/06/11 a 26/10/11 da 27/03/11 a 28/10/11

14:45

da 28/03/11 a 28/10/11

09:15

MeD

da 27/03/11 a 26/10/11

12:25

MaS

da 24/09/11 a 29/10/11

16:30

LV

ROMA CIAMPINO Ryanair

BUDAPEST 10:55

Ryanair Ryanair

PRAGA 09:20 09:45

BUCAREST

W!ZZ

da 27/03/11 a 29/10/11 da 01/04/11 a 28/10/11

PARIGI BEAUVAIS

BRUXELLES Ryanair Ryanair

09:15 10:55 LMaMeGVSD 12:00 13:35 LV

Note

BOLOGNA Ryanair Alitalia Ryanair Ryanair

MONACO Lufthansa Airberlin

BERLINO

W!ZZ

MILANO ORIO AL SERIO Ryanair Ryanair

Alitalia Alitalia Ryanair Ryanair Ryanair

13:00

06:45 09:50 13:20 15:30 17:20 20:55

da 30/03/11 a 26/10/11 da 24/06/11 a 28/10/11

TORINO

10:15

MILANO MALPENSA Easyjet Easyjet Easyjet Air One AirOne AirOne Easyjet Easyjet

Belleair Belleair

Ryanair Ryanair

MILANO LINATE Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Air One Alitalia

Me V

FRANCOFORTE HAHN

LV

TIRANA

da 05/06/11 a 26/10/11

21:40 22:25

06:10 08:20 06:30 08:40

COLONIA

Ryanair

Me

MALTA Ryanair Ryanair

da 28/03/11 a 28/10/11

da 28/03/11 a 28/10/11

18:55

ROMA FIUMICINO

18:15

MADRID Ryanair

LMeV

17:00

ROMA CIAMPINO

16:15

20:50

da 27/03/11 a 27/10/11 da 28/03/11 a 28/10/11

VALENCIA

LONDRA STANSTED Ryanair

19:45 20:55

Ryanair

18:40 21:00

13:15

da 27/03/11 a 28/10/11 da 02/04/11 a 29/10/11

da 27/03/11 a 29/10/11 da 08/06/11 a 26/10/11 da 27/03/11 a 28/10/11

TIMISOARA

LONDRA GATWICK British Airways

LMeVD S

Blu-express

Germanwings

GD LMeV

PRAGA

Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia

12:00 13:15 20:25 21:40

08:20 09:45 LMaMeGVSD 16:15 17:30 Me 21:35 22:50 VD

da 29/03/11 a 29/10/11

KOS Ryanair

da 27/03/11 a 29/10/11 da 01/04/11 a 28/10/11

PISA

MaGS

KARLSRUHE Ryanair

Ryanair Ryanair

Air berlin Airberlin

STOCCARDA

HANNOVER Germanwings

10:00 12:30 10:10 12:40

da 29/03/11 a 27/10/11 da 16/06/11 a 28/10/11 da 07/05/11 a 29/10/11

GENOVA Ryanair Ryanair

CAGLIARI CATANIA

11:55 13:40 LMaMeGVSD 14:20 16:10 LV

MaG G S

FRANCOFORTE HAHN 18:10

da 29/03/11 a 29/10/11 da 28/03/11 a 29/10/11

PARIGI BEAUVAIS

Carpatair

Ryanair

MaMeGVS LMaMeGVS

Germanwings

Ryanair

12:05 14:25 12:55 15:15 15:40 18:00

DUSSELDORF WEEZE Ryanair

15:45 23:40

SIVIGLIA

DUSSELDORF Air berlin Air berlin Airberlin

Lufthansa Airberlin

Ryanair

CAGLIARI

14:15 22:10

MONACO

W!ZZ

BUDAPEST W!ZZ

Ryanair Ryanair

11:40 12:50 LMaMeGVSD

da 27/03/11 a 29/10/11

ROMA FIUMICINO Alitalia Alitalia Alitalia

09:20 10:30 LMaMeGVSD 10:10 11:20 LMaMeGVS 13:15 14:20 LMaMeGVSD

da 27/03/11 a 29/10/11 da 30/05/11 a 28/10/11 da04/05/11 a 29/10/11

Alidaunia Alidaunia Alidaunia Alidaunia

09:10 09:30 09:10 10:00 17:10 17:30 17:40 18:00

MaMeGSD LV MaMeGSD LV

da 21/09/11 a 29/10/11 da 21/09/11 a 29/10/11 da 21/09/11 a 29/10/11 da 21/09/11 a 29/10/11

LMa LMaMeGV S MeGVD

da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

13:40 14:45 16:25 17:30 19:00 20:00

V D L

da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

09:20 11:00 14:30 16:10

S LMaG

da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

MILANO MALPENSA Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia

22:50 00:25 09:30 11:05 15:30 17:05 20:35 22:10

PALERMO Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia

TORINO Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia


23

Mercoledì 26 ottobre 2011

oggi

doMani

Sereno

Poco nuvoloso Nuvoloso

oggi

doMani

min 15° max 19° Molto nuvoloso

Coperto Variabile/Temporali

Variabile/Pioggia

giorno e notte

sorge tramonta

min 14° max 20° Variabile/Neve Pioggia Pioggia forte

Meteo

min 15° max 20°

dopodoMani

Sole

Neve

07,16

18,01

luna 06,44

17,29

Temporale VENTO: Debole Moderato Forte

MARE: Calmo Mosso Agitato Molto agitato

le previSioni nord: Tempo molto instabile al Nord Est, con piogge diffuse e persistenti, segnatamente sul Friuli, residui fenomeni anche su Est Lombardia. Temperature in aumento, massime tra 14 e 17 °C. Venti moderati. Mari mossi o molto mossi. Centro: Tempo perturbato con piogge diffuse su Lazio, Umbria e versante adriatico, fenomeni in graduale trasferimento da Ovest verso Est. Temperature in calo, massime tra 16 e 21 °C. Venti moderati-tesi ciclonici. Mari da mossi a molto mossi. Sud: Marcata instabilita’ con rovesci e locali temporali su tutte le regioni, fenomeni più insistenti sul versante tirrenico. Temperature in diminuzione, massime comprese tra 17 e 21 °C. Venti moderati-tesi in rotazione ciclonica. Mari molto mossi.

teMperature in italia

dopodoMani

AnconA AostA BAri BolognA cAgliAri cAmpoBAsso cAtAnzAro Firenze genovA l’AquilA milAno nApoli pAlermo perugiA potenzA romA torino trento trieste veneziA

Min. 13 2 15 11 15 12 14 13 12 12 10 14 17 13 12 14 4 10 13 13

Max. 17 12 20 14 22 16 17 17 17 15 16 18 21 15 15 17 15 12 15 15

teMperature in europa Amsterdam Atene Barcellona Belgrado Berlino Bucarest Copenaghen Dublino Helsinky Kiev Lisbona Londra Madrid Monaco Parigi Stoccolma Tirana Valletta Varsavia Vienna Zurigo

Min. 8 15 15 7 11 4 9 11 5 3 17 9 6 12 8 6 10 19 3 9 6

Max. 14 19 20 17 16 13 11 12 10 9 20 14 19 19 16 10 23 20 15 15 15


24

Mercoledì 26 ottobre 2011

LO SAPEVATE... CHE IL BRUCO DIVENTA FARFALLA e che...

www.epolisbari.com Direttore responsabile Dionisio Ciccarese Direttore editoriale Vito Raimondo Redazione Via delle Orchidee, 1 70026 Z.I. Modugno - Bari Tel. 080 5857350-1-2-3 Fax 080 5857349 redazione@epolisbari.com segreteria@epolisbari.com

acquista il vostro ORO

Responsabile trattamento dati personali Dionisio Ciccarese Società editrice

P.Q.S.

Periodici e Quotidiani del Sud

dandovi di più

?

Via delle Orchidee, 1 70026 Z.I. Modugno - Bari Tel. 080 5857439 Fax 080 5857427 amministrazione@sedit.biz Reg. Trib. Bari n. Reg. Stampa 51 del 07/12/2010 Copyright P.Q.S. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano può essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge. Pubblicità

Viale Papa Giovanni XXIII, 253 BARIVia De Giosa, 92

Bari - Valenzano - Bitonto - Altamura - Rutigliano - Castellana - Monopoli - Polignano Conversano - Alberobello - Matera - Gravina - Terlizzi - Fasano - Cisternino San Vito d.Normanni - Martina Franca - Ostuni - Lecce - San Giorgio J. - Brindisi Taranto - Castellaneta - Massafra - Manduria - Foggia - Cerignola - Vasto

080-9 8 7 1010

Area4 S.r.l. Via delle Margherite, 20/22 70026 Modugno - Bari Tel. 080 5857450 Fax 080 5857426 segreteria@area4.biz Su

trovate i nostri gruppi e la nostra pagina ufficiale Di EPolis Bari sono stampate e distribuite ogni giorno 18mila copie che i Lettori possono ritirare gratuitamente e senza obblighi di alcun genere nei punti distribuzione. Segnalazioni (per le quali garantiamo la totale riservatezza) di eventuali violazioni possono essere inviate a info@epolisbari.com.


EpolisBari