Issuu on Google+

Anno 2 - N. 201

coppa italia: il genoa elimina il bari ai supplementari - nello sport

€ 0,50 - Venerdì 25 novembre 2011

Garimberti e servizi alle pagg. 2 e 3

Ora “ride” l’Italia L’esito del supervertice di Strasburgo sta solo nella convincente descrizione delle misure previste dall’Italia illustrate dal premier Monti: compito superato impianto storico

governo

Si parte da Ici e rendite oggi il CdM a pag. 3

continua la mattanza

Termini Imerese Siria altri morti rabbia e dolore e la Lega araba si chiude sta a guardare un pezzo di Fiat Trombetta a pag. 5

transazione

in bilancio

Stadio S. Nicola adesso la palla è nelle mani del Bari calcio

il nuovo album

dialogo con i partiti

Pecoraro a pag. 4

Visentin a pag. 15

Servizi sociali recuperati altri tre milioni a pag. 10 evasione fiscale

Celentano schiaffo alla politica

Sottosegretari ancora nulla di fatto a pag. 3

Nessuna decisione sugli eurobond e sul ruolo della BCE. Si incrina l’idillio tra Merkel e Sarkozy. Il presidente francese preoccupato per l’incubo di perdere la “tripla A”

Agenzia Entrate e Comune c’è il patto a pag. 12

a pag. 10


POLITICA

2

STRASBURGO

Venerdì 25 novembre 2011

Sarkò torna nella capitale francese con l’incubo di perdere la “tripla A” È “irritato” il presidente francese Nicolas Sarkozy che, nel corso della trilaterale di Strasburgo con la cancelliera tedesca Angela Merkel e con il presidente del Consiglio Mario Monti, non è riuscito a strappare un’intesa per rafforzare il ruolo della Banca centrale europea (Bce) sul modello della Federal reserve americana, una delle sue priorità assolute, a cinque mesi dalle presidenziali del 2012. L’incubo per la Francia è di perdere la “tripla A”.

LA MERKEL: “IMPRESSIONATA DALLE MISURE”

Il prof: faremo i compiti Il Merkozy lo promuove FEDERICO GARIMBERTI

Q

rigorismo. Per questo ha posto sul tavolo della Trilaterale il tema delicato di come ci si debba comportare in caso di un peggioramento del ciclo economico o addirittura di una recessione. Insomma, come ha spiegato lui stesso in conferenza stampa, “se e come le politiche di bilancio debbano

qualcosa ha fatto sul fronte del rigore, ma anche una implicita bacchettata a Berlusconi e Tremonti che poco e niente hanno fatto sul fronte dello sviluppo. Ed è proprio su quest’ultimo versante che il capo del Governo torna per sottolineare che gli investimenti pubblici devono essere in qualche modo

ualsiasi sforzo sul fronte del risanamento di bilancio andrebbe vanificato senza un livello adeguato di crescita. Non era scontato che Mario Monti ripetesse quello che è diventato il suo leit motiv al tavolo dei grandi d’Europa. Eppure il professore, nonostante si trovasse per la prima volta di fronte ad Angela Merkel e Nicolas Sarkozy, non ha esitato a riproporre un tema delicatissimo per un Paese che resta sorvegliato speciale: come evitare che l’eccessivo rigore uccida la crescita. Certo, ha rassicurato il duo “Merkozy” sul fatto che l’Italia rispetterà fino in fondo gli obiettivi promessi, a cominciare dal pareggio di bilancio nel Angela Merkel, Nicolas Sarkozy e Mario Monti al vertice di Strasburgo 2013: su questo ha detto che sarà “rigoroso” e che i termini saranno “serrati”. Ma ha essere aggiustate” in considera- “tutelati”. Non arriva a proporre di anche insistito sulla necessità che zione di un peggioramento delle scorporare le spese degli investiil consolidamento delle finanze prospettive. Perché se è “dovero- menti da quelle correnti e dunque pubbliche sia “sostenibile”. E ciò so” che l’Italia, come altri, faccia dal computo del deficit, ma il senpuò essere fatto solo attraverso il proprio “compito a casa” e risa- so del suo discorso è chiarissimo. profonde riforme strutturali: dal- ni i conti, è altrettanto importante Nonostante ciò, dal presidente le pensioni, al mondo del lavoro; aprire un dibattito su come reagi- francese (che lo chiama “Mario” dalle liberalizzazioni, alla maggiore re in caso di una recessione. in conferenza stampa) e sopratconcorrenza in un mercato che Non è un caso che nel chiuso tutto dall’inflessibile cancelliera deve essere sempre più unico. della prefettura Monti abbia ri- ottiene solo complimenti. Un ruolino di marcia che ha cordato i dati sull’avanzo primario Entrambi lo sostengono, gli “impressionato” la cancelliera, italiano, che nel 2014 segnerà un danno “piena fiducia” e accettano ma che per Monti deve essere at- +5,7%. Un implicito complimen- l’invito a ritrovarsi ancora insieme tuato senza indugiare in un cieco to al precedente Governo che già a Roma per continuare a discu-

tere di come uscire dalla crisi. La Merkel arriva a definire “impressionanti” le riforme strutturali e le misure annunciate. Parole che si rivelano paradossalmente un boomerang in Italia, dove qualcuno, soprattutto dalle file del Pdl, critica il presidente del Consiglio per aver mostrato misure che il Parlamento ancora ignora. Ma da Palazzo Chigi smentiscono, assicurando che Monti non ha fornito dettagli o cifre su possibili manovre aggiuntive. Fin qui i nodi italiani. Sul fronte delle soluzioni alla crisi, il vertice tripartito non ha dato grandi soddisfazioni al premier italiano. Anzi, il suo appello a “fare in fretta” si è scontrato con i veti incrociati di Francia e Germania. Monti ha tentato di mediare: si è schierato con la Merkel nella difesa dell’attuale statuto della Bce, nel sostegno agli eurobond ma solo dopo una maggiore integrazione di bilancio e su una maggiore sorveglianza esterna, anche attraverso sanzioni. A fianco di Sarkozy sugli eurobond e nel consentire all’istituto di Francoforte di avere mano maggiormente libera nell’acquisto di titoli di stato in difficoltà. Un tentativo di mediazione, che per ora non ha sortito gli effetti sperati, è che il Professore tenterà nuovamente di replicare nella prossima trilaterale di Roma.

PIAZZA AFFARI TIENE, MA TUTTI I BTP HANNO RENDIMENTI OLTRE IL 7%

Ma il vertice non convince i mercati Ancora una giornata difficile sui mercati finanziari anche per il doppio “no” della Merkel su Eurobond e Bce. Le Borse europee, senza la guida di Wall street chiusa per il giorno del Ringraziamento, hanno chiuso in leggero calo con Milano invariata, ma soprattutto è rimasta altissima la tensione

sui titoli di Stato della zona euro, con un attacco violento sui prodotti greci, portoghesi e irlandesi. Oltre a un rialzo dei rendimenti per i bond italiani e tedeschi. Milano ha registrato una crescita dello 0,03%, ma tutti i Btp hanno registrato rendimenti oltre il 7 per cento.

DIVISI SULLA BCE

Nicolas e Angela l’amore è finito?


3

Venerdì 25 novembre 2011

Dalla prossima legislatura cambierà il sistema con cui vengono calcolate le pensioni per i senatori. Il Consiglio di Presidenza del Senato ha infatti deliberato ieri all’unanimità il superamento dell’attuale sistema degli assegni vitalizi. I nuovi dovrebbero essere calcolati in base ai contributi effettivamente versati. Per i senatori in carica, però, non cambia nulla: il nuovo sistema, infatti, entrerà in vigore per i nuovi eletti della prossima legislatura.

Nessun passo avanti sul ruolo della Bce e sugli eurobond ma solo la constatazione che la situazione dell’euro è “molto grave”. Fra Nicolas Sarkozy e Angela Merkel, la coppia del “direttorio franco-tedesco”, sembra essere finito l’amore. Quello politico, si intende, perché quello qui sotto non è un bacio, ma solo una chiacchierata ravvicinata fra due leader oggi in realtà molto distanti.

GOVERNO

POLITICA

Sforbiciata ai costi della politica Cambia il vitalizio per i senatori

IL PREMIER RIPETE: PAREGGIO DI BILANCIO NEL 2013

Si parte da Ici e rendite

Oggi in CdM si “limeranno” gli interventi

M

ossa doppia sull’immobiliare: torna l’Ici e aumentano le rendite catastali. Ma si studia come rendere il nuovo prelievo equo, progressivo. Per recuperare risorse si punta anche all’aumento dell’Iva e in molti chiedono che si proceda ad un prelievo sui patrimoni (oltre un milione). E alle cessioni immobiliari (5 miliardi l’anno). Poi arriverebbero le misure per rendere più equo il sistema delle pensioni (contributivo per tutti) e per riformare il mercato del lavoro (flessibilità in uscita). Sarebbe questa la lista delle “entrate” sulla quale il governo starebbe ragionando per garantire, come ha detto Mario Monti ieri dopo l’incontro con Angela Merkel e Nicolas Sarkozy, il pareggio di bilancio nel 2013. Ma la tenuta dei conti non è l’unico obiettivo dell’Italia. La crescita è il primo imperativo, anche per il risanmento del bilancio. Il superministro, Corrado Passera (nella foto), a Bruxelles per la prima uscita, annuncia che ci sarà “un bel piano energetico nazionale” perché, “dopo il referendum sul nucleare, bisognerà rivedere i nostri piani”. Al commissario europeo Tajani, poi, promette un intervento per sbloccare i pagamenti delle amministrazioni pubbliche ai propri fornitori: è un capitolo che vale 60 miliardi, per le imprese ossigeno importante, così come per i contribuenti la riduzione dell’acconto Irpef di novembre. Degli interventi si è parlato anche a Strasburgo. Ma, nonostante lo “stupore” espresso dalla Merkel, non sarebbero state dettagliate le misure. Per il pareggio il Governo si appresta anche a modificare il testo all’esame della Camera per inserirlo in Costituzione facendo ricorso anche ad un organismo ad hoc di controllo sul modello del Cbo del Congresso Usa. E comunque - spiega Monti - l’Italia ha già fatto notevoli sforzi tanto che il Bel Paese presenterà un “rilevante avanzo primario” nel 2014. Intanto per “pareggiare” entrate e uscite ci vorrebbe un intervento prossimo ai 15 miliardi che dovrebbe però essere accompagnato anche da misure per rilanciare la crescita. Quindi da nuove spese. Ma già a livello europeo si sta discutendo di

come “alleggerire il conto” facendo contabilizzare ai Paesi gli effetti della minor crescita (aggiustamento per ciclo). La nuova manovra potrebbe così essere più “light”. In ogni caso oggi è in programma il Cdm per completare la squadra di governo con i sottosegretari, ma certo l’appuntamento servirà per una ricognizione - fissando tempi e strategia - sulle misure da adottare. Il tempo non è una variabile di scarso rilievo anche perché Monti ha già trovato un accordo con i presidenti delle due Camere per una corsia preferenziale dei provvedimenti economici. Sul fronte “crescita” (senza creare inflazione o alimentare il disavanzo, precisa Monti) si punta anche a norme di semplificazione (ad esempio l’intervento sugli ordini professionali). Ma si parla con insistenza anche di un taglio al peso del fisco sul lavoro. Nuove risorse arriverebbero dalla lotta all’evasione (tracciabilità a 300-500 euro), novità in dichiarazione dei redditi (con indicazioni più puntuali). Tutte nuove misure che oltretutto potranno contare su ulteriori risorse che arriveranno dal lancio del nuovo “redditometro” che, ora in fase sperimentale, partirà in via definitiva nel 2012. E sempre per l’anno prossimo il Tesoro ha già virtualmente in cassa 3 miliardi che sono quelli che, grazie al decreto firmato mercoledì da Monti, verranno “scalati” dall’acconto Irpef di novembre e torneranno in cassa a giugno prossimo. Sul fronte pensioni, ad esempio, alcune indicazioni arrivano dal ministro al Welfare, Elsa Fornero: la riforma “è già stata largamente fatta ma necessita di tempi più accelerati”. I temi sui quali il Governo lavorerebbe sono appunto l’estensione del contributivo pro-rata per tutti, l’anticipo dei tempi sull’aumento dell’età di vecchiaia delle donne nel settore privato (al momento l’adeguamento a quella degli uomini e delle donne nel settore pubblico è prevista tra il 2014 e il 2026) e l’anzianità arrivando in tempi brevi a quota 100 (tra età anagrafica e anni di contribuzione). Non è inoltre escluso l’anticipo delle regole sull’aumento dell’età pensionabile legandola all’incremento dell’aspettativa di vita dal 2013 al 2012.

ESECUTIVO / TRATTATIVA FRA PALAZZO CHIGI E I PARTITI PER I NOMI

Slitta la decisione sui sottosegretari La fumata bianca non dovrebbe arrivare oggi. Ma Mario Monti ha ogni intenzione di chiudere al più presto la partita di sottosegretari e viceministri. Il presidente del Consiglio riprende in mano personalmente il dossier al suo ritorno da Strasburgo. E si intensificano i contatti con i vertici dei partiti. I

nomi dei candidati sono tutti sul tavolo. Ma la selezione (in coordinamento con i ministri) è ancora in corso: si dovrà arrivare a sceglierne una trentina, non di più. Perché il governo possa iniziare a lavorare a pieno regime, è indispensabile completare le nomine e assegnare tutte le deleghe.


4

Venerdì 25 novembre 2011 CAMBI

economia

Valore

fiat

1 Euro

Dollaro USA 1,3335 Sterlina 0,8608 1,2268 Franco Svizzero Yen 102,8596 Corona Danese 7,4363 Corona Svedese 9,2678 Corona Norvegese 7,8503 Corona Ceca 25,7492

0,7499

1,3335

ieri sera alle 22 è finito l’ultimo turno di lavoro: tutti a casa

A Termini Imerese il giorno della rabbia e del dolore alfredo pecoraro

è

finita. La Fiat da ieri sera non assembla più auto a Termini Imerese. Da oggi i 1.536 lavoratori del Lingotto e gli altri 700 delle ditte dell’indotto saranno in cassa integrazione fino al 31 dicembre. Per quella data l’azienda avrà già svuotato le linee e abbandonato la Sicilia. L’incubo della chiusura, che per tanti anni ha tenuto col fiato sospeso gli operai, è ormai diventato realtà. La sirena che ieri sera alle 22 ha segnalato il fine turno metterà anche il punto su una storia lunga 41 anni, segnata dal boom della Cinquecento e della Panda ma anche da grandi battaglie sindacali, a volte aspre. La speranza, in questo momento, si chiama Dr Motor. La trattativa con l’azienda dell’imprenditore Massimo Di Risio è ancora aperta e per chiuderla i sindacati hanno chiesto a Fiat di applicare le stesse regole adottate per gli altri stabilimento del gruppo: concedere gli incentivi per accompagnare alla pensione i lavoratori, nel caso di Termini Imerese 700 persone. Uno scoglio che rischia di far saltare tutto. Ma questo è il domani. Ieri, la mente di tutti gli operai era rivolta all’ultimo giorno di lavoro in Fiat. Nei volti scuri e nelle voci tremanti dei lavoratori, anziani e giovani, c’era il timbro di una giornata vissuta al culmine delle emozioni.

I lavoratori della Fiat fuori dallo stabilimento (Foto ANSA)

Disperazione, rabbia, gioia per i ricordi più belli e tristezza per dover abbandonare la fabbrica, una seconda casa per i più “vecchi”. Alle 5.30, davanti ai cancelli sembra una processione funebre. Capo chino e poca voglia di parlare, gli operai varcano i cancelli in un’atmosfera mesta, mentre da una piccola stanza filtrano le luci di un presepe, simbolo del Natale più amaro per i lavoratori, costretti a togliersi di dosso la tuta blu. Le parole di don Ciccio Anfuso, parroco di Termini Imerese, rivolte agli operai nella loro ultima assemblea

davanti ai cancelli, sono inequivocabili: “Un uomo senza lavoro e un uomo senza dignità perché non può sostenere la propria famiglia”. Poi ricorda “quando Agnelli si affacciava dalla ‘tunnaredda’, a Termini Imerese, e diceva che era bellissima”. “Hanno sfruttato, sedotto e abbandonato questa terra - tuona il parroco - Si sono innamorati di questo luogo e adesso che non c’è più niente da spremere vanno via”. C’è tanta rabbia per come sono andate le cose: proprio per questo motivo da ieri sera gruppi di operai fanno i picchetti davanti la fabbrica per impedire l’uscita degli autoarticolati con le nuove vetture; la protesta dovrebbe andare avanti fino al 30 novembre, giorno in cui è prevista una nuova riunione al ministero dello Sviluppo per tentare di chiudere l’accordo con la Fiat e la Dr Motor, che in base agli impegni assunti, quando sarà a regime, cioé nel 2016, assorbirà 1.312 persone. Il pensiero, però, è sempre rivolto a Fiat. “Ci hanno trattato come i cani” afferma un operaio. Dal palco allestito per l’assemblea c’è chi si è spinto oltre: “Mi auguro che un giorno Marchionne provi il dolore nel cuore che gli operai stanno vivendo oggi”. Perché “noi siamo semplici operai, ma c’è una giustizia divina” è la considerazione di Antonio, che si porta le mani ai capelli mentre la sbarra, all’ingresso della fabbrica, si chiude alle sue spalle, metafora di una fine, sì annunciata, ma ugualmente dolorosa.

Domani in edicola T UROSTA

INDICI Eccupazione

42/11 new

La diso mille volti oggi ha di Santa Colella

I– Anno XV

CE N S I S

e izzazion n r e d o M indieBturonoo è a i l a t I ’ a L di Andre

TR

I ASPO R T

tta e z z a G la

–€ bre 2011 re/2 dicem 26 novemb

di M

ww

aze w.g

erla ricev per e-mail via

ttima 1,00 – Se

debole

conomy e i g i d La decolla terra a l’Italia è

a ancora Un sistem

criteri a vecchi ac torna P a v o u La n

pa L’Euro falcidia ura lt l’agrico

E ALLE

DAPONT

L A TE S I

o territori e e s e r o Imp di CalBliitpetto o i p m e l’es aurizio

Adobe

ti su istra t Reg co.i

icata a e Basil t 2 c. 20/B L. 662/96 – Filiale di Bari di Pugli li le 45% Ar ia sta c po b. so ab ie izione in economic economica – www.gazeco.it – Sped Sistemi ne ormazio nale di inf

” ino Lisa G “ o s a C lla on mvo n a i g taci n g a o e F oL i Massim d

PDF

6E7

ro 12 E 13 t sul lavo PAGG. i Eurosta o gli indic n ia b m a C

pazione volti”

SA ALLE

TRAVER

PAGG.

e soccu ia fragil Di z a r c o Dem ille petenze tra com ntanza dai “m se e rappre L’ L’ITAL IA

E LA GL

O BA LI ZZ

AZ IO N E

i: − gli di inattiv nte un segmenti no due attivame riguarda cercano a lavorare; − che non nibili ne euroindividui ma non o dispo dell’Unio , ma son cercano lavoro temente statistico en oro lav rec cio ma dei Uffi ha ne Eurorsone che ponibili. La som iddette rostat) E pe nio ES (Eu le ll’U RG a de dis pe MO le cos ito paesi i comEM AR O sono sub nti rappresenta to con i alcuni indicator di WA LD me concorda li”. occupae di due seg potenzia colato tenenso di dis ente. vincere pea la diffusion tas oro con l co lav e è cal rio cisivo ne poco ri al classi sciato mensilm ssa “forze di indicator con un ora ruolo de italiano fino a so. plementa Un terzo viene rila pieno la comple i lavorano ebbero vono ervistaere il pas pi zione, che ap il gover avr di quant cessacioni, int sentare ica a ced col do conto dichiarano che : i sottoccuoro è ne eone Pic la Serri, ad un fa in car avuto invece i zione ore ma Per rappremercato del lav rel capia che ridotto, l ida distin orare più to da Mi Lo hanno to: il che ci fa tuto lav realtà de al di là della rig nto ricord to talpo i. pu e ttiv o ssa to lut po cer e ina era sta ime. del merca “potenza” rio andare , disoccupati icatori a re Attilio i del pati part-t ati due ind ide De Ga ea suo pad re quant il congiungers tra occup uenza, i primi e europ ino ad Alc l gennaio (come 2E3 ne Di conseg ri definiti in sed mente vic esprimere alismo” PAGG. «quando iti, il pit o, faA ALLE plementa speri che per gli Stati Un a“finanzca Luciano Gallin COLELL n mo com tì a no gis o par am 7 olo gli chi ne 194 nsi lo ile prio un te del Co omas presentab presiden cendo pro rmania: per Th cappotto da lui» (M. Ge ierkapire veva un nato in “Wertpap ndolf e presta ico, e se lo fec ne Piccioni il crit l Sablowski e per Paul Wi ) de ita lism us” Serra, Leo ri – La Stampa» talismus” ap t-K ark lib ultrap. XI). su «Tutto “F ina nzm ensione ormai bre 2011, “bero al19 novem endo stato il con la dim (nel nostro cas ia o tan e om ess lon nal con ur

24 pagine - 1,00 euro L

Censis

a Il sistem

Gino Lisa

ng

Fine Tuni

i

rt Traspo Foggia

gia Tecnolo e sport cercasi

La tesi

rio Territo se e impre il caso Callipo


5

Venerdì 25 novembre 2011

attualità

Egitto: tregua in piazza Tahrir Confermate le elezioni per lunedì Ha retto per tutta la giornata la tregua raggiunta al Cairo fra manifestanti e forze dell’ordine che per cinque giorni si sono affrontati a piazza Tahrir e nei pressi del ministero dell’Interno egiziano, provocando la morte di almeno 34 persone, e in serata la giunta militare al potere, dopo aver chiesto scusa per la violenta repressione degli ultimi giorni e confermato l’avvio delle elezioni per lunedì prossimo, ha dato l’incarico di formare il nuovo governo ad un ex uomo di Hosni Mubarak, Kamal el-Ganzuri.

scontri

la repressione del regime ieri ha causato la morte di 27 persone

Siria: la Lega Araba concede altro tempo alla “mattanza” lorenzo trombetta

L

a Lega Araba ha concesso ieri sera al regime siriano altre ore preziose per continuare indisturbato la repressione - che secondo attivisti ha causato ieri l’uccisione di almeno 27 persone - rimandando alla riunione di domani al Cairo ogni decisione per l’imposizione di non meglio precisate sanzioni che, negli intenti dei ministri arabi, non dovranno colpire la popolazione. Sul terreno, diciotto tra soldati dell’esercito regolare e piloti dell’aeronautica stando alle rivendicazioni delle opposizioni e dell’Esercito siriano libero (Esl) - sono stati uccisi in due diversi attacchi nella Siria centrale, confermando il deterioramento della situazione nella regione di Homs, principale epicentro della rivolta e della repressione in corso da otto mesi e mezzo. Il capo dell’Els, Riad al Assaad, si è poi detto favorevole ad attacchi aerei stranieri contro “certi obiettivi strategici” del regime di Damasco. L’agenzia ufficiale Sana riferisce da parte sua di “massicci cortei”

di lealisti a Damasco e in altre città del Paese. In un comunicato emesso dall’ufficio della segreteria generale della Lega Araba al termine della riunione dei ministri, svoltasi in un albergo nella periferia del Cairo a causa della tensione nell’area di piazza Tahrir, i rappresentanti dei 21 Paesi membri (la Siria è sospesa da tre settimane) hanno invitato la delegazione siriana a recarsi al Cairo entro oggi alle 13 locali (le 12 in Italia) per firmare il memorandum per l’invio in Siria della missione di osservatori. Questi, secondo l’iniziativa inter-araba, saranno incaricati di verificare l’applicazione dei vari punti del piano, formalmente accettato “senza riserve” da Damasco, che prevede tra l’altro la fine delle violenze, il ritiro delle truppe e di ogni altra unità armata dai centri urbani teatro della repressione, la liberazione di tutti i fermati (oltre 14.000 secondo attivisti) dal 15 marzo ad oggi. Nei giorni scorsi, la Siria aveva inviato segnali ambigui, affermando prima di non aver alcuna riserva circa il memorandum, poi in-

viando una lettera alla Lega Araba in cui chiedeva sostanziali modifiche al protocollo per la missione degli osservatori. In particolare, in nome del rispetto della propria sovranità, Damasco chiedeva di conoscere in anticipo i luoghi e i tempi delle visite degli osservatori e che tra questi non figurassero ricercatori per i diritti umani ma solo funzionari governativi. Nel caso in cui entro oggi non si dovesse raggiungere l’atteso accordo, domani i ministri arabi dell’economia si riuniranno al Cairo per valutare quali sanzioni imporre al regime di Damasco. E mentre il governo libanese, dominato dalla coalizione guidata dal movimento sciita filo-iraniano Hezbollah alleato della Siria, si è detto contrario a ogni misura restrittiva nei confronti di Damasco, dalla Lega Araba è trapelata una lista di possibili sanzioni: dalla sospensione dei collegamenti aerei civili all’interruzione di ogni rapporto con la Banca centrale siriana, fino al congelamento di conti bancari governativi e la cessazione di ogni rapporto finanziario.

sarebbe indagato per attentato a corpo politico, amministrativo o giudiziario

Mafia, altri guai per Dell’Utri Si va componendo l’indagine sulla trattativa tra Stato e mafia aperta dalla Procura di Palermo. L’ultimo ipotetico tassello porta il nome di Marcello Dell’Utri, ex manager di Publitalia tra i fondatori di Forza Italia: sarebbe indagato di attentato a Corpo politico, amministrativo o giudiziario, reato previsto dall’articolo 338 del codice penale. Un crimine contestato anche al generale Mario Mori e al suo braccio destro al Ros Giuseppe De Donno, anche loro finiti nella difficile inchiesta dei pm che stanno cercando di ricostruire gli anni in cui parte delle istituzioni sarebbero scese a patti con i boss. Il coinvolgimento nell’inchiesta di Dell’Utri, già condannato a 7 anni in appello per concorso in associazione mafiosa, dimostra che per la Procura la trattativa sarebbe andata ben oltre il 1992, l’anno delle stragi in cui vennero uccisi i giudici Falcone e Borsellino. L’ennesimo capitolo della storia dei patti suggellati tra mafia e politica sarebbe stato scritto

dopo gli echi delle bombe scoppiate a Roma, Firenze e Milano - seguite dalla revoca di 41 bis per centinaia di capimafia - quando un siciliano, Marcello Dell’Utri, si sarebbe offerto come garante politico degli interessi di Cosa nostra. Dall’altra parte del tavolo ancora il boss Bernardo Provenzano che, in nome dell’accordo stretto, avrebbe assicurato il sostegno elettorale dei boss al partito dell’ex premier Silvio Berlusconi. “Accuse assolutamente infondate e apodittiche”, commenta l’avv. Giuseppe Di Peri, legale del parlamentare. L’ombra della trattativa tra lo Stato e la mafia, cominciata dopo la morte del giudice Giovanni Falcone tra i carabinieri di Mori, forti di una solida garanzia politica, e l’ex sindaco mafioso di Palermo Vito Ciancimino, longa manus prima di Totò Riina, poi di Bernardo Provenzano, sarebbe proseguita, dunque, nel tempo con protagonisti diversi. Lo Stato avrebbe ceduto sul carcere duro, la mafia dopo il “colpo” delle stragi nel Continente, avrebbe deposto le armi.

le altre news Garlasco, il legale di Stasi: “Servono prove, non supposizioni” “Non si può articolare una richiesta di condanna solo su opinioni, supposizioni o ipotesi, ma ci vogliono prove e qui le prove non ci sono”. Ha esordito così la difesa di Alberto Stasi (foto) imputato in 2° grado a Milano per l’omicidio di Chiara Poggi.

Per il Papa la crisi economica richiede il coraggio della fraternità Il “coraggio della fraternita”. è quanto invoca Benedetto XVI affinché si affronti la crisi finanziaria che investe il mondo e l’Europa con gli strumenti di una “carità” che sappia coinvolgere sia i “piccoli” che i “grandi sistemi economici”.

Via Poma: disposta maxiperizia per far luce sul delitto Cesaroni Delitto di via Poma. Una nuova perizia dovrà fare chiarezza sull’orario della morte, sulla natura delle lesioni riportate dalla Cesaroni e sulla modalità di conservazione dei reperti. Raniero Busco (foto) è stato condannato in a 24 anni di reclusione.


regione & provincia

6

la vertenza

Venerdì 25 novembre 2011

Iarussi si dimette dalla presidenza dell’Apulia Film Commission Da ieri Oscar Iarussi (nella foto), giornalista e critico cinematografico ha lasciato la presidenza dell’Apulia film commission. Le dimissioni sono state affidate ad una lettera indirizzata direttamente al presidente della Giunta regionale pugliese, Nichi Vendola. Già dalla tarda mattinata di ieri la notizia aveva preso a circolare, ma la conferma è arrivata solo in tarda serata. All’origine dell’addio di Iarussi, spiegato nella lettera al governatore, vi sarebbero conflitti sulle finalità (tecniche e non politiche) dello stesso organismo.

sono allo studio le procedure per ottenere i contributi feg

Roma prende tempo per Agile Bisognerà attendere altre due settimane per l’acquisto dario bissanti

B

isognerà attendere al massimo altre due settimane per conoscere i nomi dei nuovi proprietari di Agile-ex Eutelia, l’azienda di information technology divisa in due tronconi e affidata ad altrettanti commissari dopo un crac fraudolento di quasi 11 milioni di euro. Ieri pomeriggio si è svolto a Roma un vertice tra le task force regionali che si occupano della vertenza e i tecnici dei ministeri dello Sviluppo, insieme ai sindacati e all’agenzia governativa Italia Lavoro: allo studio, le procedure per utilizzare il Fondo Europeo di adeguamento alla Globalizzazione (FEG) per il reinserimento dei lavoratori in esubero attraverso programmi di formazione, in attesa che lo staff del ministero dello Sviluppo approvi i piani industriali presentati dalle aziende candidate all’acquisto di Agile

Il ministero dello Sviluppo Economico e a destra la protesta di una dipendente

e dell’ex Eutelia. I primi step di valutazione sono stati superati: manca solo l’ok definitivo, dopodiché saranno resi i nomi delle imprese. Secondo indiscrezioni, TBS Group si sarebbe candidata per l’acquisto di Agile, mentre la cordata Piero Della Francesca (Cloud, Unicredit) sarebbe in pole per l’ex Eutelia. Stabiliti i nuovi proprietari, sarà possibile fare una stima dei lavoratori in esubero su entrambi i rami, un dato, questo, essenziale per chiedere l’utilizzo dei fondi FEG. Sarà il ministero del Lavoro a redigere il modello di progetto che poi le singole regioni dovranno inviare a Bruxelles. “Siamo moderatamente soddisfatti - ha commentato Renato Vicano della RSU del sito di Bari, che impiega 100 persone -, ma con cautela. Prima di giudicare, bisogna analizzare i piani industriali”.

regione / sollecitata una soluzione legislativa all’incredibile caso che riguarda 600 unità

Appello ai parlamentari dei dipendenti retrocessi Un appello “ai parlamentari pugliesi di tutti i partiti perché si facciano carico, come richiesto anche dall’intero Consiglio regionale nell’interesse dell’intera comunità, di una soluzione legislativa che risolva in radice la questione, senza alcuna necessità di aggravio dei bilanci nazionale e regionale”, è contenuto in un documento approvato dall’assemblea di alcune centinaia di dipendenti della Regione, sottoposti a una procedura di cosiddetta “retrocessione” di mansioni per

una serie di irregolarità contrattuali. I lavoratori chiedono alla Regione di esaminare “senza pregiudiziali chiusure i contenuti delle controdeduzioni inviate alle lettere di avvio dei procedimenti di retrocessione, anche in considerazione della giurisprudenza univoca che si sta consolidando in ordine a fattispecie praticamente identiche quali quelle relative agli “exstabilizzati”, nonché del principio dell’autotutela rispetto ad atti che potrebbero comportare gra-

vissimi danni per l’amministrazione”. I dipendenti, infine, invitano l’ente a sospendere “le massicce operazioni di assunzioni in corso, rispetto a posti non a caso dati già, prim’ancora che si ultimino le procedure di retrocessione”. In una nota, il capogruppo Pd Antonio Decaro ha chiesto “l’impegno da parte di tutte le forze politiche per salvaguardare i diritti acquisiti dagli oltre 600 dipendenti regionali” mentre il Pdl rinnova “ piena e totale solidarietà ai dipendenti”.

sentenza scuola / la sezione lavoro di trani ha dato ragione alla cgil

Il tribunale assume 4 precari

Il tribunale di Trani (Foto Sasso)

Otterranno il “posto fisso”, d’ora in poi non saranno più dei precari . Il Tribunale di Trani ha dato ragione a quattro lavoratori, due collaboratori scolastici, un assistente amministrativo e un’insegnante di sostegno, che hanno presentato ricorso contro il Miur, l’Ufficio scolastico regionale e la Presidenza del Consiglio dei ministri. I quattro hanno ottenuto così il riconoscimento di un loro diritto: la conversione a tempo indeterminato del loro rapporto di lavoro dopo aver prestato oltre 36 mesi di servizio in istituti scolastici della provincia di Barletta-Andria-

Trani. Lo rende noto la Cgil della Bat puntualizzando che “il giudice del lavoro spiega che nel settore privato un lavoro “a termine” diventa automaticamente a tempo indeterminato quando il rapporto tra datore e lavoratore supera i 36 mesi tra proroghe e rinnovi. Nella sentenza, infatti, si legge che “se il ricorrente fosse stato dipendente di un’impresa, le conseguenze dell’incredibile sequela contrattuale, sarebbero state ovvie e nessuno avrebbe contestato il buon diritto ad essere stabilizzato”.


7

Venerdì 25 novembre 2011

REGIONE & PROVINCIA

Nel Consiglio provinciale si parlerà del caso Schittulli Il “caso Schittulli”, con le dimissioni presentate il 31 ottobre e ritirate la settimana scorsa, da parte dell’oncologo prestato alla politica che dal 2009 guida la Provincia, formalmente non è ancora finito. Terminerà, di fatto, dolo oggi, quando il Consiglio provinciale analizzerà la crisi, nel corso di una seduta monotematica, il cui inizio è alle 9. Lo stesso Schittulli ha ripetuto, nei giorni scorsi, che i rapporti con la maggioranza non si sono incrinati.

CONTRARI AGLI “INDICI” PREVISTI DELLA REGIONE CON L’UNICREDIT

AGRICOLTURA

Lotta al lavoro nero no delle associazioni

C

oldiretti, Confagricoltura, Cia e Copagri in una nota congiunta ritengono “assolutamente inadeguata la delibera approvata dalla giunta regionale nella parte che introduce gli indici di congruità per l’emersione dal lavoro nero in agricoltura, pena la perdita di qualsiasi contributo o finanziamento pubblico”. Si tratta di un modello di calcolo che la Regione vuole far partire in via sperimentale, in grado di stabilire - in base all’estensione in ettari delle aziende agricole - la giusta quantità di manodopera da utilizzare. Sarà più facile, in questo modo, individuare le imprese che utilizzano lavoratori irregolari. Il rispetto degli indici di congruità - “benedetti” anche da CGIL, CISL e UIL - costituirà una condizione necessaria per accedere a qualsiasi tipo di finanziamento.

I dubbi delle associazioni agricole ai paletti antilavoro nero della Regione

“Le tabelle ettaro-colturali, individuate dalla Regione Puglia come automatismo da utilizzare per la valutazione degli indici di congruità in agricoltura - controbattono le associazioni di categoria - rappresentano un pericoloso strumento, di fatto inapplicabi-

le al settore agricolo che finisce per penalizzare proprio le aziende regolari. Rispetto a una quantità predefinita sulla carta delle ore di lavoro necessarie, non sono schematizzabili l’impegno e la capacità organizzativa dell’imprenditore, le metodologie di lavoro, le

[ ] ph: angelo.gi

SE DITe stampa dite SEDIT

Accordo dell’Ance per aiutare i cantieri

tecnologie, il livello di meccanizzazione. Per non parlare dei fattori imponderabili come l’andamento climatico e gli specifici eventi atmosferici”. Per le organizzazioni professionali “l’applicazione di questi indici avrebbe effetti dirompenti sulle aziende che hanno previsto investimenti con il sostegno di finanziamenti pubblici, a cui potrebbero rinunciare”. “Prima di avviare ulteriori iniziative - conclude il comunicato - Coldiretti, Confagricoltura, Cia e Copagri hanno rivolto una richiesta di incontro, indirizzata all’assessore Stefàno, che ha già confermato la disponibilità a realizzarlo nei primissimi giorni della prossima settimana, al fine di individuare metodiche più corrette e compatibili con le variabili del settore agricolo ed agroalimentare”. (d. bis.)

Un plafond di due miliardi nei prossimi due anni - prorogabile per ulteriori 12 mesi - per finanziare iniziative immobiliari, soprattutto di tipo residenziale, un osservatorio per monitorare l’andamento del mercato, l’avvio di tavoli territoriali per declinare gli aspetti operativi e per gestire efficacemente le criticità dei progetti, garantendone la trasparenza. Sono alcune novità di “Ripresa cantieri Italia”, l’accordo tra UniCredit e l’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili (Ance) per sostenere le imprese del settore delle costruzioni in questa fase caratterizzata da una riduzione degli investimenti in costruzioni e dalla crisi del mercato. L’accordo locale è stato siglato ieri dal presidente dell’Ance Puglia Salvatore Matarrese, e dal responsabile del Territorio Sud di UniCredit Felice delle Femine.

S

e dite stampa dite Sedit. Punto di riferimento per la stampa

anche di quotidiani nel Sud Italia, partner privilegiato di case editrici e aziende. Tecnologie, conoscenza e organizzazione: la risposta alle nuove sfide della comunicazione e della stampa.

70026 Modugno (Bari) www.sedit.biz


8

Venerdì 25 novembre 2011

bari

“Rompere il silenzio”: un piano contro la violenza sulle donne

palazzo di città

Presentato ieri in Provincia il progetto “Rompere il silenzio”, il piano di interventi per il contrasto al fenomeno della violenza sulle donne. Tra gli obiettivi, l’istituzione della prima casa rifugio ed il potenziamento del pronto intervento, del centro antiviolenza e dell’equipe multidisciplinare. In Puglia si registra un tasso superiore alla media di violenze: in un solo anno sono stati denunciati 923 casi di percosse, 4.420 lesioni e 285 violenze sessuali.

ultimi ritocchi al provvedimento che a giorni andrà in giunta

Chiusura al traffico di via Argiro iniziato il countdown alessandra colucci a.colucci@epolisbari.com

L

a delibera è pronta, il dirigente della ripartizione Mobilità Pasquale Paticchio la sta ritoccando ma già la settimana prossima, come ha precisato il delegato al Traffico del Comune, Antonio Decaro “la porterò sul tavolo della VI Commissione Mobilità, per un confronto definitivo e, per i primi di dicembre arriverà in Giunta”. Dunque, per la chiusura al Traffico di via Argiro un provvedimento definitivo, che renda la strada del Murattiano la seconda isola pedonale, dopo via Sparano - ci siamo e non si tratterà, appunto, di una scelta legata solo al periodo natalizio - come è accaduto negli anni scorsi - ma di una decisione permanente. D’al-

tra parte, lo stesso Decaro ha più volte garantito che il sì sarebbe arrivato entro la fine dell’anno e ormai il tempo stringe. E, mentre all’interno del Pdl, che è opposizione al Comune e che guida la IX Circoscrizione, all’interno della quale si trova via Argiro - si consuma una po-

L’incrocio fra via Argiro e via Dante: presto non ci saranno più le auto

lemica violentissima sulla scelta di appoggiare o meno il provvedimento, in cassa sono già pronti 60mila euro per l’arredo urbano, due terzi dei quali erogati dalla Circoscrizione e la rimanente parte dallo stesso Comune. D’altra parte, il presidente di “Murat-San Nicola”, Mario Ferorelli

è stato chiarissimo a proposito della chiusura: si realizzerà, pena il ritiro dei finanziamenti circoscrizionali, solo e soltanto se il provvedimento rispetterà tre requisiti fondamentali: l’inversione del senso di marcia di via Melo, cinquanta posti in più per i residenti da ricavare sulle strade adiacenti

per lavori In via quintino sella e in via piccinni

Soppresse fermate dell’Amtab L’Amtab informa che a causa dei lavori di bitumazione in via Quintino Sella sulla carreggiata lato destro direzione corso Italia, sino a nuove disposizioni, sono soppresse le fermate ubicate in corrispondenza dei civici n°51 e n°141. Su disposizione della ripartizione Lavo-

ri Pubblici, anche in questo caso, sino a nuove indicazioni, la fermata ubicata in via N. Piccinni in corrispondenza del civico n°105 (lato Comune) viene soppressa. La stessa fermata viene temporaneamente collocata in via N. Piccinni tra i civici n°93 e n°95.

a via Argiro e un “progetto serio, concreto, per l’arredo urbano” come ha sottolineato più volte. Il progetto per la sistemazione di fioriere e panchine era stato affidato alla matita dell’architetto Francesca Mallardi che, però, è andata in pensione e, dunque, tutto l’incartamento, attualmente, si trova sulle scrivanie della ripartizione Lavori pubblici. Insomma, se la Circoscrizione ha fatto balenare intenzioni minacciose nei confronti del Comune, soprattutto in considerazione del fatto che è partito il conto alla rovescia per lo shopping natalizio, il Comune ha risposto di essere pronto, come Decaro ha confermato ieri: “La delibera c’è, ormai è questione di poco”. Ora occorrerà solo aspettare che dalle parole si passi ai fatti.

GLI SPECIALI DI

Un piede in due scarpe


9

Venerdì 25 novembre 2011

Al via le domande per gli asili nido

lungomare

bari

Al via le domande per la nuova graduatoria degli asili nido cittadini: sono interessate le scuole “Villari” - fascia “Piccoli”; “Libertà” - fascia “Piccoli”; “AN/8” - fascia “Piccoli”; “Japigia” - fascia “Medi”; “Stanic” - fascia “Grandi”. La domanda dovrà essere compilata utilizzando il modulo in distribuzione presso preso gli asili nido e disponibile su www.comune.bari.it, nella sezione “bandi e concorsi”. Dovrà essere consegnata entro il 2 dicembre.

riunione al comune. “metteremo in sicurezza “le tubature”

S. Girolamo: mare a rischio? Per i lavori raccomandata attenzione alla fognatura

B

alneazione a rischio a San Girolamo: è questo uno dei problemi sollevati in merito alla vicenda relativa alla riqualificazione del lungomare a nord di Bari. “Non si tratta - mette subito le mani avanti l’assessore ai Lavori pubblici del Comune, Marco Lacarra - di una prescrizione relativa al progetto che ha ottenuto la Valutazione di impatto ambientale (la Via) nei giorni scorsi, ma di una prescrizione “di attenzione”, vale a dire che riguarda la fase successiva dei lavori”. Insomma, il timore, esternato nel corso di una riunione tecnica che si è tenuta ieri pomeriggio in Comune, è che si possano ledere le tubature dell’Aqp e che, dunque, questo provochi uno sversamento di liquami a mare, con conseguente rischio per la salute dei cittadini. “Di certo - puntualizza l’assessore all’Urbanistica del Comune, Elio Sannicandro - non è un problema che si pone nell’immediato e stiamo pensando alle

In alto il lungomare di San Girolamo; qui sopra un rendering del faraoinico progetto

soluzioni come la messa in sicurezza o il monitoraggio che, alla radice, evitino l’emergenza”. “Quello che ci interessa adesso - precisa ancora Lacarra - è chiudere definitivamente la Conferenza di servizi che si è insediata a luglio scorso, e passare alla fase esecutiva quanto prima”. L’imponente progetto da 15 milioni fondi Fesr che vanno rendicontati entro il 2015 - come detto, nei giorni scorsi ha ottenuto la Via, passaggio propedeutico all’avvio della gara d’appalto per i lavori. Lavori così imponenti da far meritare all’opera l’appellativo di “waterfront”. Lo stesso sindaco Michele Emiliano ha definito la Via “l’inizio di un percorso molto importante per Bari e per San Girolamo, in questo modo potremo finalmente bandire la gara e assegnare i lavori che interessano un chilometro e mezzo di litorale”. (a.col.)

arriverà un contributo ai commercianti per pagare gli addobbi di natale

Luminarie: aiutino del Comune Anche il Comune contribuirà all’operazione di autotassazione dei commercianti baresi che stanno raccogliendo 200 euro a testa per illuminare la città in occasione delle feste di Natale. “Abbiamo trovato 25mila euro - spiega l’assessore al Commercio Franco Albore - il che vuol dire un quarto della somma totale” che, do-

vrebbe aggirarsi, appunto, intorno ai 100mila euro. L’idea è quella di addobbare strade, monumenti e palazzi storici - in primis proprio quello che ospita la Camera di commercio insieme a tanti altri - in maniera uniforme, grazie ad una convenzione con la ditta Paolicelli. Nel dettaglio, ciascun commer-

ciante verserà i 200 euro dai quali ne verranno stornati 50 che saranno devoluti per iniziative di solidarietà in favore dei bambini che sono in via di preparazione e programmazione. Non solo: dopo il sì dei Padri domenicani, sulle buste dello shopping, quest’anno, ci sarà il logo di San Nicola.

GLI SPECIALI DI

Non ci sono più le 4 stagioni?


10

Venerdì 25 novembre 2011

Il ruolo dei partiti e il governo tecnico alle 16.30 il dibattito di BariPartecipa

bari

“Tra populismi e governi tecnici: lo spazio perduto della politica”: è questa la traccia del dibattito organizzato oggi alle 16.30, nell’aula II della facoltà di Scienze Politiche, da BariPartecipa.Quale il ruolo dei partiti, ora che è caduto il governo Berlusconi e il Paese è guidato dai tecnici? A questa domanda proveranno a rispondere i prof. Onofrio Romano, Claudio Bazzochi che discuteranno con gli on. Ginefra (nella foto), Zazzera, il prof. Barbieri e Anna Belligero di Rifondazione.

finanze 1

via libera all’assestamento di bilancio. il 29 tocca al consiglio

Tre mln per i servizi sociali

Recuperati soldi anche per Fondo di riserva e Amtab

I

servizi sociali tirano un sospiro di sollievo: dalle casse comunali arriveranno tre milioni in più per il 2011. Una boccata di ossigeno inaspettata che giunge dall’assestamento di Bilancio che ieri ha ottenuto il sì in Giunta e che è atteso in Consiglio martedì 29. “Le economie che siamo riusciti a fare tra le richieste pervenute e i tagli da operare - ha commentato l’assessore al Bilancio Giovanni Giannini - sono state utili per l’implementazione del Fondo di riserva” che arriva così a lambire 1,2 milioni. Soldi che potranno servire a fare fronte ed esigenze o emergenze particolati. Una per tutte: due anni fa i 500mila euro che errano rimasti in cassa servirono a salvare i conti della Fondazione Petruzzelli. “Abbiamo cercato di accogliere tutte le richieste che sono pervenute - ha aggiunto Giannini - facendo quadrare i conti tra i tagli che avevamo operato al Bilancio e le somme non ancora impegnate”. Si tratta delle cosiddette “operazioni a costo zero”, vale a dire economie che hanno fruttato importanti ricavi: 103mila euro dai risparmi postali e telefonici, 433mila da pulizie e vigilanza, 300mila dalle spese di riscossione delle imposte e poco meno di 3 mln dal personale.

Il direttore della ripartizione Tributi Ficarella con l’assessore Giannini. A destra il Palazzo dell’Economia

incontro mirato ai servizi per l’infanzia e l’adolescenza

Tavolo tecnico sui sul welfare Si è tenuto ieri, nel nuovo centro sociale della Fondazione Giovanni Paolo II al San Paolo, il tavolo tecnico sui servizi per l’infanzia e l’adolescenza, presieduto dall’assessore al Welfare Ludovico Abbaticchio e rivolto al mondo delle cooperative sociali e degli operatori socio-educativi pubblici e privati. Dal confronto è emersa

la necessità di istaurare un rapporto più strutturato tra pubblico e privato sui temi del welfare attraverso leggi regionali e nazionali che definiscano nuove regole e criteri innovativi. “È necessario soprattutto che la normativa apra le porte a nuovi sistemi di finanziamento per i servizi alle persone” ha detto Abbaticchio.

Insomma, il Comune “formichina” è riuscito a risparmiare somme importanti da reinvestire, virtuosamente. Una scelta che evidentemente ha pagato se, oltre ai tre milioni per il Welfare, anche l’Amtab potrà beneficiare di 1,5 milioni per migliorare i servizi. Tra le altre voci dell’assestamento, poco meno di 600mila euro che serviranno al Comune per pagare la registrazione della sentenza in Corte d’Appello legata alla vicenda Impregilo, che, la scorsa estate ha condannato Palazzo di città al pagamento di circa 20 mln, relativamente alla costruzione dell’asse Nord-Sud. Una vicenda iniziata nel 1989 e che ha visto il Comune perdere anche in primo grado. “Siamo soddisfatti - ha concluso Giannini - perché siamo riusciti a fare un buon lavoro, applicando una manovra intelligente ed accorta”. Adesso, come detto, la palla passa al Consiglio comunale che, martedì dovrà decidere in merito al provvedimento. Per far sì che tutto potesse svolgersi serenamente, nelle scorse settimane, l’aula ha anche confermato il Collegio dei revisori dei conti, passaggio fondamentale per licenziare l’assestamento, i cui termini per il via libera scadranno mercoledì 30. (a.col.)

finanze 2 / firmato il protocollo d’intesa per i controlli antievasione

Alleanza Agenzia Entrate-Comune “Pagare tutti per pagare meno”: questo il motto che l’Agenzia delle Entrate e il Comune hanno fatto proprio per dare nuova linfa alla lotta all’evasione. Ieri la sottoscrizione dell’accordo che, basandosi sullo scambio reciproco di informazioni e dati, darà una sorta di “valore aggiunto”. A firmare il Protocollo, il sindaco Michele Emiliano e il direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate Aldo Polito, alla presenza dell’assessore al Bilancio Giovanni Giannini. Il Protocollo prevede la reciproca accessibilità a tutti i dati dei cittadini-contribuenti ovvero da parte del Comune la possibilità di segnalazioni “qualificate” che evidenzino comportamenti evasivi. Entro il 31 dicembre, tra le altre cose, è prevista la costituzione di un Consiglio tributario che faccia tramite tra Comune e Agenzia delle Entrate: “Ne stiamo predisponendo la delibera e mettendo in piedi un sistema - ha spiegato

Giannini - che ci metta in grado di consolidare il Bilancio che è sesto in Italia. Nel 2010 abbiamo recuperato 7,5 milioni dall’evasione e per il 2011 la previsione è di recuperarne altri 7 dall’evasione Ici e 3 dalla Tarsu”. Per quanto riguarda la sola esenzione Tarsu, oltre 1.000 contribuenti non avevano le caratteristiche previste, su 7.000 che ne avevano fatto richiesta. Il Comune, pertanto, recupererà mezzo milione. “Le risorse che incasseremo grazie anche a quest’ultima sinergia con l’Agenzia serviranno - ha detto ancora Giannini - a diminuire la pressione fiscale sui baresi dati i tagli, 32 milioni nel 2011, previsti dal Governo”. “Non è nostra intenzione perseguire le inadempienze provocate da errori formali - ha precisato Polito - ma contrastare chi scientemente vuole evadere gli obblighi tributari”.

Emiliano e il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Polito


11

Venerdì 25 novembre 2011

Ladri nel centro Snai di via Che Guevara portano via un bottino di 10mila euro

Interessi del 78% a cliente

rapine in città

bari

Ladri in azione al centro scommesse SNAI di via Che Guevara (foto), a Poggiofranco. Nella notte sono entrati da un lucernario, dopo aver messo fuori uso un faretto e l’impianto di videosorveglianza sistemato sul retro. I ladri hanno poi scardinato tre slot machine e otto registratori di cassa, rubando circa 10mila euro. Meno di 30 giorni fa il responsabile del centro scommesse aveva subito una rapina: 3 persone sotto la minaccia di una pistola lo avevano costretto a farsi consegnare 1 mila euro.

poggiofranco e carbonara

Commercialista Assalto in gioielleria usuraio in azione finta cliente arrestato dai CC Altro colpo in un supermercato

I carabinieri hanno arrestato un uomo per truffa e usura. Si tratta del 46enne Corrado Strippoli, un ragioniere commercialista di Corato, accusato di aver ricevuto oltre 115mila euro, a fronte di un prestito di 60mila elargito a un cliente, un imprenditore in difficoltà. “Un aiuto economico in qualità di un amico”. Con queste parole Strippoli nel 2007 propose inizialmente all’imprenditore di accettare 15mila euro, per risolvere alcune pendenze della sua azienda. Strippoli aveva appena iniziato a curare la contabilità dell’impresa. E mentre diventava il ragioniere commercialista di fiducia dell’imprenditore, gli prestava denaro con l’interesse del 78%. Dopo due anni l’imprenditore non è più riuscito a rispettare le scadenze. Solo allora ha revocato l’incarico al commercialista, per poi rivolgersi ai carabinieri. I militari, ricostruendo le movimentazioni di denaro tra i due e la contabilità della ditta, hanno appurato come Strippoli si sia disinteressato della gestione fiscale dell’azienda, che avrebbe avuto tutti i requisiti per riprendersi dalla crisi, di cui l’usuraio si è approfittato.

Rapinatori scatenati l’altro giorno nel capoluogo. Nel mirino dei criminali questa volta sono finiti una gioielleria del quartiere Poggiofranco e un supermercato dell’ex frazione di Carbonara. Qui, in via Giovanni Modugno, intorno alle 19 tre persone hanno fatto irruzione nel locale di Martino Gioielli. I rapinatori, armati di coltello e col volto coperto, sono riusciti a entrare nel negozio forse con l’aiuto di una complice, che ha finto di essere una cliente. La donna, infatti, subito dopo è sparita. I tre, che parlavano con forte accento barese, hanno spaccato le vetrine interne del negozio a colpi di martello, impossessandosi dei gioielli e dell’incasso della giornata, per poi fuggire a piedi. “Erano determinati - hanno detto i responsabili del negozio

il figlio del noto fotografo è l’unico imputato al processo

Delitto Scanni: chiesti 30 anni Il pm della Procura di Bari Manfredi Dini Ciacci ha chiesto la condanna a 30 anni di reclusione di Nicola Scanni, di 40 anni, accusato dell’omicidio volontario premeditato del padre Mario (foto a fianco), noto fotografo 66enne di Bari, compiuto il 22 agosto 2010 in via Crisanzio (foto a destra). Il processo viene celebrato con

rito abbreviato davanti al gup Sergio Di Paola che ha rinviato al 5 dicembre prossimo per la sentenza. Secondo l’accusa, padre e figlio avrebbero litigato nello studio fotografico e Nicola avrebbe colpito alle spalle il genitore colpendo ripetutamente alla testa con un oggetto mai ritrovato.

I moventi dell’omicidio sarebbero la convivenza forzata tra la vittima e la compagna del figlio (tanto che il padre aveva deciso di cambiare casa) e motivazioni di carattere economico. Il delitto, così come l’epilogo delle indagini, suscitarono molta impressione in città perché la vittima era molto conosciuta.

Incendia gomme nel bosco La Guardia Forestale di Alberobello ha denunciato un uomo per deturpazione di bellezze naturali, incendio boschivo colposo, e abbandono di rifiuti speciali. Gli agenti lo hanno individuato in un bosco di località Gemmabella, a Noci, mentre scaricava un automezzo carico di pneumatici usati, dandoli alle fiamme. L’incendio si era poi propagato per un’area di circa 1,6 ettari. L’uomo, in evidente stato di alterazione mentale, è stato accompagnato al Pronto soccorso. Il suo automezzo è stato sequestrato.

La Forestale circoscrive l’area deturpata

-, sapevano esattamente quello che stavano facendo, cosa e dove cercare”. Sempre verso le 19, ma in via Fratelli De Filippo, a Carbonara, due persone col volto coperto da passamontagna e sciarpe hanno assaltato il supermercato Mini

Market. Sotto la minaccia di un coltello, si sono fatti consegnare dai dipendenti terrorizzati l’incasso della giornata, ancora in corso di quantificazione, e sono fuggiti. Nella foto la gioielleria Martino in via Giovanni Modugno


12

Venerdì 25 novembre 2011

bari

La mostra dei tifosi del Bari per la festa dei 35 anni La tifoseria del Bari compie 35 anni e, per festeggiare l’importante compleanno, è stata organizzata una mostra di oggetti e materiali fotografici che ricostruiscono la storia dei fedelissimi della squadra biancorossa. La rassegna è stata curata direttamente dai tifosi, una delegazione dei quali prenderà parte alla presentazione dell’evento, questa mattina, a Palazzo di città. Oltre ad alcuni esponenti del tifo organizzato del Bari, anche l’assessore allo Sport del Comune, Elio Sannicandro, interverrà alla presentazione della mostra.

Transazione stadio la palla passa al Bari

A

più di sei mesi dall’avvio della trafila burocratica, la transazione tra il Comune e l’AS Bari relativo al contenzioso ventennale sulla gestione dello stadio San Nicola ha ottenuto ieri il via libera dalla Giunta. “Solo un primo passo - frena subito gli entusiasmi l’assessore allo Sport Elio Sannicandro - adesso occorre la firma della controparte e solo allora la vicenda si potrà dir conclusa”. Palazzo di città vanta un credito di circa due milioni di euro sulla società biancorossa ma, in base all’accordo sottoscritto ieri, il debito sarà decurtato di circa un milione - gli interessi - e dilazionato

in 56 rate, da pagare alla fine di ogni mese. Si comincerà dal mese successivo alla firma dell’accordo, “dunque dipende da quando incontriamo la controparte - ha detto ancora Sannicandro - per capire quando materialmente inizieranno i pagamenti”. Che dovrebbero salvare il Bari dallo spettro della richiesta di fallimento da parte del Comune anche se, come è stato anche spiegato dal sindaco Michele Emiliano, Palazzo di città non è un creditore privilegiato, dunque il fallimento della società non porterebbe alcun beneficio. Il Bari, però, non è del tutto salvo dalla possibilità che il Comune

chieda comunque il fallimento: una clausola dell’accordo, infatti, prevede che il mancato pagamento di tre rate consecutivamente comporti comunque la richiesta di fallimento da parte del Comune. Non solo. Su parere dell’Avvocatura, è stata chiesta anche una fidejussione alla società biancorossa e, qualora quest’ultima non potesse garantirla, “se sarà un no valido e giustificato - ha precisato Sannicandro - lo accoglieremo, se sarà plausibile, insomma, cercheremo un’altra soluzione”. Si dovrebbe chiudere così una vicenda cominciata a fine aprile, quando l’ex assessore al Conten-

L’assessore Sannica avvisa: “è solo un p passo, ora serve la della contropa Sei mesi per il via l

zioso dell’Idv, Lino Pasculli, portò in Giunta la richiesta di autorizzazione alla presentazione dell’istanza di fallimento. La delibera, mai approvata, mai discussa, fu infilata per errore nel fascicolo dei provvedimenti che avevano avuto l’ok dell’esecutivo e così, per giorni, trotterellò per gli uffici, fino ad essere pubblicata sull’Albo ufficiale del Comune, nella versione on line. Sulla vicenda non è mai stata fatta luce fino in fondo, ma fatto sta che la delibera fu ritirata e che, comunque, venne fuori che ormai il debito era cresciuto troppo. Da qui la decisione di trovare un accordo. (a.c.)

le decisioni della giunta comunale. Lettera del sindaco al ministro della Difesa per l’ex ospedale militare

Entro aprile a S. Giorgio i lavori per la metanizzazione

L’assessore Marco Lacarra

Entro aprile l’Amgas comincerà i lavori di allaccio del metano nel territorio di San Giorgio: è quanto ha spiegato ieri, nel corso della seduta di Giunta, l’assessore ai Lavori pubblici Marco Lacarra, presentando ai colleghi l’informativa con la quale ha pianificato l’intervento sulla zona, alla periferia sud di Bari. Zona che, nei giorni scorsi, è anche stata al centro di una polemica sollevata dalle opposizioni di Palazzo di città per lo sversamento dei reflui di alcune cittadine della provincia. Via libera anche a 250mila euro per i lavori di riqualificazione del Moi, il mercato generale. Intanto il sindaco Michele Emiliano continua

nella battaglia per cercare di trasformare l’ex ospedale militare “Lorenzo Bonomo”, dismesso da qualche anno, nella sede per gli Uffici giudiziari. Come annunciato alla vigilia della formazione del nuovo Governo, Emiliano ha scritto al neo ministro Giampaolo Di Paola per chiedergli un intervento per la risoluzione della vicenda. Per lo stesso edificio, l’assessore al Welfare Ludovico Abbaticchio ha anche proposto la trasformazione in centro di accoglienza per gli immigrati e i senza tetto della città. “Occorre sfruttarne - ha detto - grandezza e posizione strategica”. Nella foto a destra l’ex ospedale militare


LA SCHEDA Ecco cos’è e a cosa serve uno studio di fattibilità Uno studio di fattibilità è quell’analisi approfondita dei parametri tecnici ed economici che definisce la sostenibilità di funzioni e costi di un progetto. Nello specifico, varato negli anni scorsi, lo studio di fattibilità della Rossani, approvato ieri (ne riferiamo nell’articolo qui sotto), ha permesso al Comune di capire quanto costerà la rimessa a nuovo dell’area, se Palazzo di città sarà in grado di sostenerne l’impegno materiale ed economico, come si potrà utilizzare quando sarà rimessa a nuovo e quali benefici deriveranno per la collettività.

grandi opere

bari

andro primo firma arte”. libera

13

Venerdì 25 novembre 2011

obiettivo dell’amministrazione: definire tutto entro l’anno

Per la Rossani ultimo atto

In Giunta approvato lo “studio”, ora si prepara la gara L’appalto sarà da 80 milioni in project financing cioè con la partecipazione dei privati

L’

ex Caserma Rossani, annessa al patrimonio comunale nel 2008, dopo un complicato valzer immobiliare, in cui Palazzo di città cedette Chiesa russa e Prefettura al Governo e quest’ultimo, appunto, l’area militare nel cuore di Carrassi, presto comincerà la sua nuova vita. è quanto si augura l’assessore all’Urbanistica Elio Sannicandro che ieri ha portato in Giunta la delibera sullo studio di fattibilità dell’area che ha ottenuto il sì dell’esecutivo. Ora tocca alla materiale preparazione del bando “che vorremmo fosse pronto entro la fine dell’anno, cioè tra un mese - precisa Sannicandro - anche se sappiamo che si tratta di un margine molto risicato. Faremo di tutto per rispettarlo”. La gara sarà in “project financing”, ossia prevedrà una partecipazione del privato: 80 i milioni che servono in totale, di cui 12 già nelle casse del Comune. La restante parte arriverà dalla vendita del suolo su cui sorge la caserma di quartiere dei vigili

del fuoco, in via Devitofrancesco (a pochissima distanza dalla vecchia Rossani), che sarà ceduta come suolo edificabile e, soprattutto, dal contributo del privato. Da qui, appunto, l’idea del project financing che servirà ad alleggerire l’impegno economico del Comune. Per quanto riguarda i particolari della riqualificazione dell’area, in programma la creazione di una Accademia d’arte, della caserma di quartiere dei vigili del fuoco, visto che quella di via Devitofrancesco sarà venduta, e di quella dei carabinieri. Il progetto prevede anche una sala per mostre ed esposizioni, una sorta di Sala Murat, ma più grande. Poi c’è una superficie di 20mila metri quadrati da riempire di nuovi locali, come atélier, caffé, luoghi di incontro. L’idea è quella di dare vita, come spiega lo stesso Sannicandro, “ad una sorta di “Covent garden che chiameremo Parco della creatività”. Poi c’è tutta la parte ricettiva che, come ricorda Sannicandro, “sarà rivolta a giovani e ar-

Pronto un milione per la riqualificazione dell’area della Città di Federico. Sarà pronta nel 2012

tisti, seguendo lo stesso tipo di filosofia che anima tutto il progetto”. è prevista la costruzione di un albergo e di mini-appartamenti, in housing sociale, così da coprire circa 50mila metri cubi, la metà esatta della cubatura disponibile. Da recuperare anche gli spazi verdi, che si snoderanno intorno alla Piazza d’armi, che diventerà una sorta di piazza del Ferrarese, ma a Carrassi. Un primo milione è già a disposizione per la riqualificazione dell’area che avrebbe dovuto ospitare “La città di Federico”, il teatro tenda che l’ex gestore del Petruzzelli, Ferdinando Pinto, ideò subito dopo l’incendio del teatro, vent’anni fa. “è un primo segnale - precisa Sannicandro - apriremo quella parte il prossimo anno”. E infine, sul lato sud è previsto anche un parcheggio pertinenziale per i residenti. (a.col.) A destra nella foto in alto una veduta dell’area della Rossani; in basso l’ingresso del Park & Ride in corso Benedetto Croce

incontro al comune con i rappresentanti delle coop

Nuovo regolamento taxi in arrivo Bari si doterà presto di un nuovo regolamento per l’attività dei taxi. è quanto hanno deciso ieri i rappresentanti delle due cooperative che curano il servizio - la Nuova Cotaba e l’Apulia Taxi - insieme con i tecnici della ripartizione Attività economiche del Comune. Due rappresentanti di ciascuna cooperativa, insieme ad altrettanti della ripartizione, hanno varato la bozza del regolamento, il cui ultimo aggiornamento era del 1996. “Un passaggio molto importante in questo senso”, lo ha definito l’assessore alle Atti-

vità economiche, Franco Albore. Ora la bozza dovrà iniziare l’iter amministrativo che prevede i passaggi, in successione, dalle nove Circoscrizioni per i relativi pareri, dalla Giunta, dalle commissioni competenti e, infine, dal Consiglio comunale per la definitiva approvazione. Un segnale positivo, mentre i tassisti difendono il proprio operato e, in merito alla vicenda dei tassametri taroccati, fanno sapere che “tre casi su 151 professionisti seri sono pochissimi” ribadendo che a Bari ci sono tra le tariffe più economiche d’Italia. (a.c.)


14

VenerdĂŹ 25 novembre 2011


15

Venerdì 25 novembre 2011

Domani alle 17.30 nella Pinacoteca Provinciale sarà inaugurata la mostra “Dove favole e sogni son pianura e roccia - Antonio Di Pillo (1909-1991) uno scultore abruzzese in Puglia”. L’esposizione, ideata e curata da Clara Gelao, direttrice della Pinacoteca, è costituita da una selezionata rassegna di 58 opere scultoree in bronzo e terracotta di Di Pillo. La mostra, in programma fino al 31 marzo è un’occasione per esplorare la scultura della seconda metà del Novecento in Puglia, puntando l’attenzione su un artista ancora poco conosciuta.

musica

il grido di rabbia nel nuovo album “facciamo finta che sia vero”

Adriano Celentano le “suona” alla politica barbara visentin

D

cultura & spettacoli

“Antonio Di Pillo, uno scultore abruzzese in Puglia” Nella Pinacoteca la mostra fino al 31 marzo

alla classe dirigente, alla crisi economica, Adriano Celentano scaglia il suo “grido di rabbia” con Facciamo finta che sia vero, suo nuovo album in uscita il prossimo 29 novembre, a quattro anni di distanza dal precedente. “Il disco è quasi una specie di pamphlet”, spiega la moglie Claudia Mori, a cui Celentano ha lasciato il compito di incontrare i giornalisti, evitando le interviste e non sbottonandosi neanche con un comunicato stampa. Le parole che ha da dire, infuocate come l’art work del cd, sono tutte nei testi, a partire dalla title track, con musica di Nicola Piovani e testo di Franco Battiato (anche featuring) che incita a un risveglio e recita

“siamo nelle mani del peggior stile di vita, nelle mani di insensati governanti”. Ancor più diretta e incalzante è La cumba di chi cambia, scritta da Jovanotti (“i funzionari dello stato italiano, si fanno prendere spesso la mano, iniziano bene e finiscono male, capita spesso che li trovi a rubare e fanno cose che stan bene solo a loro [...] E si comportano come degli impuniti”). Si allarga ai conflitti internazionali, invece, Non so più cosa fare, brano di Manu Chao che raduna gli ospiti illustri del disco con l’atteso duetto fra Celentano, Battiato, Jovanotti e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, già con lui nel singolo Non ti accorgevi di me. Fra sapori orientali, il pop di Ti penso e cambia il mondo (con testo di Pacifico) e il cha cha cha di La mezza luna, suo successo

Celentano ha lasciato alla moglie, Claudia Mori, in compito di incontrare la stampa per la presentazione (Foto ANSA)

degli anni ‘60 (con Raphael Gualazzi special guest), il finale è invece “una specie di sigillo”, impresso con Il mutuo, dove Celentano, autore di testo e musica, evoca lo spettro dello spread (“L’unica via contro lo spread per una sana e angelica economia: è la decrescita”), scongiura la secessione e invoca la bellezza “unico boom che ci potrà salvare”. “Adriano ha messo in musica quello che da tempo scrive sui giornali o ha detto nelle sue poche apparizioni pubbliche - ha raccontato Claudia Mori -. è un discorso politico che va bene oggi e, temiamo, anche domani, perché sono tanti anni che le cose non vanno. Forse adesso c’è uno spiraglio di luce, ma è solo uno spiraglio”. Il nuovo disco, intanto, segna il passaggio del Clan Celentano

a Universal che pubblicherà le riedizioni di tutto il catalogo, entro fine 2012, sia in digitale che su supporto fisico. Per presentare il disco, anticipa la Mori, Celentano apparirà anche in televisione. Ma in che modo, non si sa: “Dice che ha in mente un piano, forte e inaspettato, ma non ce lo racconta e la cosa un po’ mi preoccupa. Comunque non penso andrà da Fiorello, anche se sono molto amici, forse da Fazio e Santoro, né farà un programma suo, perché non glielo fanno fare. Possiamo pensare a qualsiasi cosa Adriano è uno strano”. Altri progetti per il futuro? Adrian, la serie animata disegnata da Milo Manara destinata a Sky, “arriverà entro l’inizio del 2013 - spiega la Mori -. E non escludo neanche un grande concertoevento per l’anno prossimo”.

tv / presentato il progetto che sbarcherà il 28 novembre nelle case degli italiani

Tgcom24: nasce l’all-news Mediaset Arriva il canale all news targato Mediaset, dove le notizie saranno l’unico prodotto e la pubblicità non supererà il 10% della programmazione. Un’informazione multimediale fruibile su diversi mezzi, dalle 6 del mattino all’1 di notte, affidata a 130 giornalisti ‘digitali’ (quasi tutti già impegnati nelle testate giornalistiche del gruppo), aperto anche agli utenti che potranno inviare in tempo reale testimonianze, immagini e filmati. Un progetto, il Tgcom24, i cui costi per il momento si possono valutare attraverso gli investimenti tecnologici, 10 milioni di euro. “Senza avere alle spalle una struttura come Mediaset e i contenuti delle nostre testate giornalistiche - ha ammesso il vicepresidente del gruppo Pier Silvio Berlusco-

ni presentando il canale - in questo momento sarebbe stato difficile realizzare un progetto del genere. Mediaset comunque anche in questo momento ha avuto il coraggio di investire e rischiare”. Modernità, velocità, completezza, attendibilità sono le quattro caratteristiche fondamentali del Tgcom24, che debutterà il 28 novembre. Una decina di giorni fa comunque aveva già sperimentato la programmazione durante la crisi di governo. Direttore Mario Giordano, 3 edizioni principali alle 12, 18 e 21, venti notiziari quotidiani, numerose finestre informative di durata variabile dai pochi minuti alla mezz’ora. Prevista la possibilità di prolungare le dirette degli eventi più importanti. Non ci

saranno i talkshow, ha precisato Giordano, ‘spazi che rischiano sempre di trasformarsi in pollai’. Ma non mancheranno i commenti e gli approfondimenti con ospiti particolari. Obiettivo del canale, ha spiegato Pier Silvio Berlusconi, rivolgersi a quel pubblico che vuole essere raggiunto dalle notizie ovunque si trova e con qualunque sistema. Gli affezionati dei Tg tradizionali continueranno ad esserci. “Appuntamenti come il Tg1 o il Tg5 delle 20, ad esempio, sono ormai nelle abitudini degli italiani - ha detto - non credo che caleranno i loro ascolti per i canali al news”. Ma la strategia è anche quella di rimodernare e svecchiare un po’ l’immagine stessa di Mediaset a oltre 30 anni dalla sua apparizione.

Camerata musicale

Enrico Rava in concerto domani a Bari

Appuntamento jazz domani sera al Petruzzelli per la 70ª Stagione della Camerata. Sul palcoscenico “l’Enrico Rava Tribe”, uno dei quintetti più famosi nel panorama jazz internazionale. Un curriculum eccezionale per Enrico Rava: ha suonato con i più famosi musicisti italiani, europei e americani, ha effettuato tournèe in Usa, Giappone, Canada, Europa, Brasile, Argentina e Uruguay. Ha partecipato ai più importanti Festivals Jazz del mondo ed ha conquistato numerosi premi e riconoscimenti, tra i quali il prestigioso “Jazzpar Prize” a Copenhagen.


16

Venerdì 25 novembre 2011

sport

Milito mette a tacere tutte le voci: “Via dall’Inter? No, sono felice qui”

serie a

Di lui si è detto di tutto: che fosse arrabbiato, che volesse andare via, che non fosse più quel divora-avversari di un tempo. Ora Diego Milito (foto) decide di parlare chiaro, tanto per non lasciare adito a dubbi sulle sue intenzioni. “Io via dall’Inter? Non so chi ha messo questa voce in giro. Io sono tranquillo, sono felice a Milano e all’Inter. Continuo a lavorare e non penso ad altro. E’ chiaro che non dipende solo da me, ma non mi risulta assolutamente ci siano problemi”.

domani altre due big in campo: juve e napoli

Scorpacciata di anticipi Al via oggi con la Roma

S

corpacciata di anticipi per la 13esima giornata di Serie A. Si parte oggi alle 20.45 con Udinese-Roma. Domani alle 18 ci sarà Novara-Parma (18) e in serata, alle 20.45, toccherà a due big: Lazio-Juventus e Atalanta-Napoli. Le milanesi saranno impegnate entrambe domenica. Alle 15 l’Inter, reduce dalla qualificazione come prima in Champions, affronterà in trasferta il Siena. Per il Milan, dopo il KO interno col Barcellona, c’è il chievo a San Siro. casa roma. Ancora senza Totti, ma con la solita filosofia “non negoziabile”. La Roma di Luis Enrique non ha nessuna intenzione di lasciare il pallino in mano all’avversario. Per questo, anche in casa dell’Udinese, il diktat del bel gioco attraverso il possesso palla non subirà variazioni. D’altronde, come ha ammesso il tecnico asturiano alla vigilia della trasferta in Friuli, “l’obiettivo è giocare ogni partita alla pari contro tutti, ma io voglio che sia l’avversario ad adattarsi a noi, non il contrario”. La sfida alla squadra di Guidolin darà il via alla serie d’incontri che, fino alla sosta natalizia, impegneranno la Roma rivelandone il vero valore. “Per me però davanti non abbiamo un ciclo di cinque partite, ma solo quella con l’Udinese ed è l’unica che mi interessa - ha tagliato corto Luis Enrique -. Continuerò a non guardare la classifica, mi interesserà solo

Andrea Pirlo (Juventus) è in dubbio per la sfida contro la Lazio

quando arriveranno le ultime 10 giornate di campionato”. Meglio quindi concentrarsi esclusivamente sul confronto con Di Natale e compagni: “Ci arriviamo bene, voglio vedere la fame giusta e sono curioso

di vedere cosa facciamo contro una squadra che sta facendo un lavoro incredibile, sono quasi un tifoso del modo di lavorare dell’Udinese”. E anche del modo di stare in campo dei bianconeri: “Mi piace molto il loro gioco,

hanno un contropiede incredibile, spettacolare, in 2-3 tocchi arrivano in porta, sono sempre molto pericoloso. E’ una squadra completa”. A differenza della Roma che oggi non potrà contare sulle giocate di Totti, bloccato nella Capitale da un problema alla caviglia sinistra. CASA JUVE. La Juve arriva al primo snodo significativo della stagione con un dubbio. E che dubbio, visto che risponde al nome di Andrea Pirlo. Il centrocampista, faro del gioco bianconero e finora sempre presente (900 minuti in dieci gare), ha interrotto precauzionalmente l’allenamento per una botta a un ginocchio che mette a rischio la sua presenza domani a Roma contro la Lazio. Le sue condizioni verranno monitorate nelle prossime ore, ma l’incertezza preoccupa e incrementa l’attesa sul futuro prossimo della squadra di Conte, attesa da due scontri diretti in soli quattro giorni. Domani la Lazio, appunto, e martedì il recupero contro il Napoli. Un doppio impegno ravvicinato che servirà per “pesare” la Juve e le sue ambizioni. La creatura di Conte fin qui ha sorpreso per la rapida crescita e per i risultati; ora arriva il momento di corroborare l’inizio così positivo. “Lazio e Napoli sono banchi di prova importanti: non si vuole sfigurare, venderemo cara la pelle” assicura Gigi Buffon.

dopo il ko col barça / galliani vede l’agente dell’argentino

Per il Milan morale alto e idea Tevez Ci sono sconfitte nobili che danno morale più di banali vittorie. Quella con il Barcellona ha regalato slancio al Milan, che l’indomani si sente all’altezza delle migliori d’Europa e studia un colpo ad effetto: Carlos Tevez. Adriano Galliani ha incontrato per un paio d’ore il suo agente Kia Joorabchian, e

anche se l’argentino non può essere a disposizione per la Champions League, il club rossonero valuta un prestito con diritto di riscatto a giugno e poi un triennale. Tevez il 7 novembre è volato senza autorizzazione del Man City in Argentina, dove è tutt’ora e fa notizie solo sui campi da golf.

più forte della malattia

Che grinta Venus! E Serena finisce KO


17

Venerdì 25 novembre 2011

il programma

Venus Williams, assente dai match da agosto a causa di una rara malattia autoimmunitaria, è tornata in campo in una esibizione in Colombia contro la sorella Serena. Venus, ex n.1 del tennis mondiale, 31 anni, è stata colpita dalla sindrome di Sjoegren che le causa stati di affaticamento e dolori articolari. Davanti a 5mila spettatori, su un campo in terra battuta costruito ad hoc, ha battuto la sorella minore in 2 set col punteggio di 6/4 7/6(7-4).

mercoledì

Chievo-Modena (Udinese)

Cagliari-Siena (Palermo)

ieri

mercoledì

Parma-Verona (Lazio)

29 nov 20.45

Fiorentina-Empoli (Roma)

ieri

Catania-Novara (Milan)

29 nov 21.15

Genoa-Bari (Inter)

ieri

Cesena-Gubbio (Napoli)

30 nov 15.00

4-2 3-0 2-1 3-2

1-2

sport

Coppa Italia fino al 30 è di scena il 4° turno

Bologna-Crotone (Juventus)

coppa italia / battuto 3-2 ai supplementari. fiorentina-empoli 2-1, cagliari-siena 1-2

Il Bari accarezza l’impresa a Genova

Il sogno del Bari di battere il Genoa a Marassi e affrontare l’Inter agli ottavi sfuma a 2 minuti dai calci di rigore. Gli uomini di Malesani conquistano la qualificazione in Coppa Italia risolvendo la gara con Lucas Pratto quasi allo scadere del secondo tempo supplementare in una partita che li aveva visti due volte in vantaggio e due volte raggiunti nell’arco di un minuto. Genoa avanti al 36’ grazie a Birsa che trasforma un rigore assegnato per un fallo di Crescenzi su Jankovic. Sessanta secondi dopo la risposta del Bari con Borghese che di testa prima impegna Lupatelli

e poi sulla respinta del portiere appoggia in rete con un tap-in. Nella ripresa poche emozioni tutte concentrate nel finale. Al 44’ Jorquera trova la deviazione vincente su cross di Moretti. Un minuto dopo Dainelli tocca in area Stoian che cade: rigore che Bellomo (nella foto) non sbaglia per il 2-2 che chiude i tempi regolamentari. Nei supplementari, poi, il gol vittoria di Lucas Pratto che fa svanire il sogno del Bari. Nelle altre due sfide la Fiorentina ha battuto 2-1 l’Empoli (giocherà con la Roma) e il Siena 2-1 il Cagliari in trasferta (affronterà il Palermo).

champions

storica qualificazione agli ottavi

La favola dell’Apoel che fa sognare Cipro Caroselli di auto a clacson spiegati e scene festanti hanno riempito la notte di Nicosia dopo la storica qualificazione dell’Apoel agli ottavi di finale della Champions League. I tifosi della squadra, ma anche tanti greco-ciprioti non appassionati di calcio, hanno festeggiato il successo del club che è anche quello di un’isola, quasi mai salita finora agli onori delle cronache sportive. L’eccitazione generale si è sfogata anche in quale episodio di vandalismo, con cassonetti dati alle fiamme da giovani dal volto coperto dalle maglie arancione, quelle dei supporter dell’Apoel. Intanto, auto cariche di giovani con bandiere gialloblù e altre con intere famiglie facevano slalom tra la gente che aveva invaso le strade. A dare il “la” era stato il fischio finale dell’incontro a San Pietroburgo tra lo Zenit e la squadra cipriota, terminato con uno 0-0 che ha dato la sicurezza matematica del passaggio del turno. I media locali si sono scatenati. I quotidiano sportivo Goal ha sparato il titolo: “Viviamo un sogno!”. Il giornale sottolinea che “il grande architetto” del trionfo è allenatore Ivan Jovanovic, che ha a caldo aveva commentato: “E’ un risultato fantastico per noi. Sia-

mo una piccola squadra rispetto ai giganti europei, ma con un cuore grande così”. Il serbo Jovanovic, 49 anni, ha portato l’Apoel a dominare a Cipro, con due scudetti (2009 e 2011) e tre supercoppe nazionali consecutive. Ai suoi ordini ha una rosa che comprende undici ciprioti e due greci, ma in campo ne scendono di solito due o tre, mentre il resto della formazione è formato da stranieri: ci sono infatti sei brasiliani, tre portoghesi, oltre a un belga, un uruguayano, un macedone, un bosniaco e un francese di origine algerina. Certo, in un’isola con meno di un milione di abitanti non è facile scoprire talenti e anche lì rivolgersi all’estero è un obbligo se si vuole emergere. La svolta per l’Apoel c’è stata nel 2009, quando grazie alla vittoria in campionato e alla riforma della Champions League voluta da Platini, ha potuto accedere al ricco torneo. I 12 milioni incassati, su un bilancio medio di circa sette, hanno fatto il miracolo di azzerare i debiti e aprire il mercato. Ecco allora arrivare nel 2010 piccole stelle come i brasiliani Ailton e Manduca, decisivi per vincere il campionato e superare le qualificazioni alla Champions.

world cup di pallavolo / un netto 3-0 e altri 3 punti in classifica

L’Italvolley batte la Cina, ora gli Usa Tutto facile per gli azzurri contro la Cina (foto). Un netto 3-0 che porta altre tre punti in classifica. Gara senza problemi per i ragazzi di Mauro Berruto, che sono partiti fortissimo, facendo capire alla squadra asiatica che non erano in vena di regali. La netta vittoria del Brasile sulla Russia (3-0)

e l’inatteso successo dell’Iran di Julio Velasco sulla Polonia (3-2) fanno sì che dopo 4 giornate di gara non c’è più nessuna formazione imbattuta e che sarà una World Cup equilibrata e difficile. Oggi (alle 10.20 italiane), quinto impegno per Savani e compagni che affrontano gli Stati Uniti.


18

Venerdì 25 novembre 2011

SALUTE e dintorni

A cura di P.R. Area4

Si tratta di integratori delle terapie di uso corrente, prescritte dai medici

Dall’arnica alla belladonna l’omeopatia fa ancora proseliti

A

ltri interessanti rimedi omeopatici sono l’Arnica montana, l’Arsenicum album, la Belladonna e la Silicea, anch’essi adoperati su indicazione medica ad integrazione delle terapie più correntemente in uso. L’Arnica montana viene preparata a partire dalla pianta omonima, velenosa, appartenente alla famiglia delle Composite, a crescita spontanea sulle Alpi e l’ Appennino settentrionale. E’ un rimedio omeopatico a spiccato tropismo muscolare e vascolare. Sostiene i muscoli affaticati dalle intense attività fisiche e ne lenisce il dolore nelle patologie infiammatorie. Accelera il riassorbimento degli stravasi ematici. Tonifica l’organismo in generale, specie negli stati adinamici e nelle sequele dei traumi psico-fisici. L’Arsenicum album è ottenuto dall’anidride arseniosa, composto estremamente tossico. Presenta azione molto profonda e complessa. Trova indicazione nei soggetti astenici, agitati, freddolosi, pallidi, magri, carenti di energia, di carattere mutevole e meticoloso, con dolori brucianti, secrezioni acri, manifestazioni cutanee squamose.

I sintomi ed i segni migliorano con il calore e si aggravano spontaneamente tra l’una e le tre di notte. La Belladonna è uno dei rimedi più frequentemente adoperati in omeopatia. Derivato, dopo opportuna preparazione, diluizione e potenziamento, dalla omonima pianta della famiglia delle Solanacee, trova indicazione negli stati di congestione ad insorgenza violenta, improvvisa, con pelle e mucose calde, secche, arrossate, tumefatte

e dolore pulsante, così come spesso si osserva, per esempio, in corso di stati infiammatori, cefalee e crisi ipertensive. Possono associarsi febbre, stato d’ansia e persino spasmi muscolari. Tutti i sintomi peggiorano con il freddo, la luce, il rumore ed il contatto, migliorano con il calore ed il riposo. La Silicea omeopatica è ottenuta dalla silice pura, estratta dal cristallo di rocca. Presenta un vasto campo d’azione. Sostiene il tessuto connettivo. E’ un valido supporto nei soggetti demineralizzati e durante le fasi di accrescimento. Stimola la reattività del sistema immunitario nelle infiammazioni torpide, croniche, a carattere suppurativo e con tendenza fistolizzante. Attenua l’astenia psico-fisica associata ad irritabilità, fissazioni e timori ricorrenti, specie per gli oggetti appuntiti. Riduce la sudorazione intensa dallo sgradevole odore acre. Dott.

ssa

Caterina Origlia

www.dottssacaterinaoriglia.com


Venerdì 25 novembre 2011

Le proprietà dell’Anbar sono ancora tutte da dimostrare

SALUTE E DINTORNI

Bimbi

19

A cura della Redazione Speciali

Il nome “ambra” deriva dall’arabo Anbar; per i greci, elektron per la propriètà di accumulare elettricità statica da sfregamento. Utilizzata in cristallo-terapia, senza evidenze qualificate, per curare, in animali, allergie a fieno, polline e, nell’uomo, come antireumatico, antinfiammatorio, antiasma. Supposti anche effetti su aumento di capacità decisionale e controllo di depressione e su elasticità mentale e creatività.

Confutate le tesi sugli effetti benefici di ambra e acido succinico

Quelle dolorose “tappe” nella crescita dei dentini

A cura del prof. Nicola Simonetti

D

enti che nascono e fanno male. Ogni bambino ne ha l’esperienza. Alla nascita egli ha, sotto le gengive, le gemme dei suoi 20 dentini (da latte) che compariranno, a tappe, dal 6° mese, accompagnati da abbondante salivazione, gonfiore gengivale da infiammazione, dolore. Il bambino presenta inappetenza ed irritabilità, sonno disturbato. In in alcuni casi, febbre e diarrea. Maggiori disturbi dà l’eruzione dei 4 molari (18°mese) che hanno dimensioni più elevate. Dopo i due anni spuntano gli ultimi 4 molari da latte con ulteriori disturbi mal tollerati. In questi periodi, si suggerisce di non nutrire il bambini con pasti eccessivamente caldi, di massaggiare le gengive ed offrire al piccolo appositi giocattoli in gomma da mordere, preventivamente raffreddati in frigo: alcuni contengono, al loro interno, un liquido refrigerante e sfruttando l’azione antinfiammatoria e leggermente anestetica del freddo.

SCHEMA DELL’ERUZIONE DEI DENTI DECIDUI Incisivi centrali e laterali

Usate creme con modesta azione anestetizzante, acquistabili in farmacia, ma da spalmare, con lieve massaggio, in quantità molto piccola, sulla gengiva. L’effetto - cariogeno del miele sconsiglia di spalmare

miscela miele rosato-estratto da foglie di rosa. Vi è l’uso delle collane di ambra (la mamma dovrebbe portarle prima, per 24 ore, addosso per “caricarle di energia”). “Non ci sono elementi obiettivi – dice il prof. Olivier

dal 3° al 12° mese

Primi molari decidui

dal 12° al 18° mese

Canini

dal 18° al 24° mese

Secondi molari decidui

dal 24° al 30° mese

Reinberg (Centro ospedale dell’Università di Losanna – per riconoscere all’ambra elementi benefici sulla dentizione. Le teorie energetiche chiamate in causa sono senza fondamento”. Nulla l’ipotesi dell’acido

Analisi Chimico Cliniche, Immunologiche, Microbiologiche e Ormonali, Manuali HACCP, Esami per Alimenti, Medicina del Lavoro

succinico liberato dall’ambra con azione antidolore. Attenzione, comunque, al rischio che la collanina strangoli il bambino e alla possibilità che, poiché la collana si rompe facilmente, le piccole perle siano inalate o ingerite.


20

Venerdì 25 novembre 2011

TV

PROGRAMMI

in televisione

Raiuno 09:30 TELEGIORNALE TG 1 - FLASH 09:35 RUBRICA Linea Verde 10:55 PREVISIONI DEL TEMPO 11:00 TELEGIORNALE TG 1 11:05 RUBRICA Occhio alla spesa 12:00 GIOCO La prova del cuoco 13:30 TELEGIORNALE TG 1 14:00 RUBRICA TG1 Economia 14:05 RUBRICA TG1 Focus 14:10 SHOW Verdetto Finale 15:15 RUBRICA La vita in diretta 16:50 TELEGIORNALE TG 1 18:50 GIOCO L’Eredità 20:00 TELEGIORNALE 20:30 RUBRICA Qui Radio Londra 20:35 GIOCO Soliti Ignoti 21:10 SHOW I migliori anni 23:15 RUBRICA TG1 60 secondi 23:35 RUBRICA TV7

RaiDUE 10:00 RUBRICA TG2punto.it 11:00 TALK SHOW I Fatti Vostri 13:00 TELEGIORNALE TG 2- GIORNO 13:30 RUBRICA TG 2 Costume e Società 13:50 RUBRICA TG2 Medicina 33 14:00 RUBRICA Italia sul Due 16:15 TELEFILM Ghost Whisperer 17:00 TELEFILM Hawaii Five-0 17:45 TELEGIORNALE TG 2 Flash L.I.S 17:50 RUBRICA Rai TG Sport 18:15 TELEGIORNALE TG 2 18:45 TELEFILM Numb3rs 19:30 TELEFILM Squadra Speciale Cobra 11 20:30 TELEGIORNALE TG 2 21:05 TELEFILM N.C.I.S.: Los Angeles 21:50 TELEFILM Blue Bloods

I COLORI DELLA NOTTE

BAARIA

Alle 23.55 su ReteQuattro. Dopo aver assistito al suicidio di una sua paziente, lo stressato psicanalista Bill Capa (Bruce Willis, nella foto) si rifugia a Los Angeles dal collega ed amico Bob, che riceve minacce di morte. Intanto gli fa conoscere il suo gruppo di terapia...

Alle 21.10 su CanaleCinque. Con Francesco Scianna (nella foto): attraverso le vicende di tre generazioni di una famiglia di Bagheria (Baarìa), un secolo di storia italiana raccontata, con le Guerre Mondiali, il Fascismo, il Comunismo, la DC e Socialisti.

22:40 TELEFILM Cold Case 23:25 TELEGIORNALE TG 2 23:40 RUBRICA L’ultima parola

RaiTRE 10:00 RUBRICA La storia siamo noi 11:00 RUBRICA Apprescindere 11:10 TELEGIORNALE TG3 Minuti 12:00 TELEGIORNALE TG3 12:25 RUBRICA TG3 Fuori TG 12:45 RUBRICA Le storie - Diario italiano 13:10 TELEFILM La strada per la felicità 14:00 TELEGIORNALE TG Regione 14:20 TELEGIORNALE TG3 14:50 RUBRICA TGR Leonardo 15:00 TELEGIORNALE TG3 LIS 15:05 RUBRICA Il richiamo della foresta 15:50 RUBRICA Cose dell’altro Geo 17:40 RUBRICA Geo & geo 18:10 PREVISIONI DEL TEMPO 19:00 TELEGIORNALE TG3 19:30 TELEGIORNALE TG Regione 20:00 RUBRICA La crisi - In 1/2 h 20:20 RUBRICA Blob 20:15 TELEFILM Sabrina vita da strega 20:35 TELEFILM Un posto al sole 21:05 ATTUALITA’ Mi manda RaiTre 23:30 SERIE TV Boris

RETE 4 09:55 10:50 11:25 11:30

TELEFILM R.I.S. Delitti imperfetti RUBRICA Ricette di famiglia TELEGIORNALE Anteprima tg4 TELEGIORNALE Tg4

11:54 NEWS Meteo 11:58 TELEGIORNALE Tg4 12:00 NEWS Vie d’italia Notizie sul traffico 12:02 TELEFILM Detective in corsia 13:00 TELEFILM La signora in giallo 13:50 RUBRICA Il tribunale di forum - Anteprima 14:05 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di forum 15:10 TELEFILM Hamburg distretto 21 16:15 SOAP OPERA Sentieri 16:50 FILM La storia di una monaca 18:50 TELEGIORNALE Anteprima tg4 18:55 TELEGIORNALE Tg4 19:19 NEWS Meteo 19:23 TELEGIORNALE Tg4 19:35 TELEFILM Tempesta d’amore 20:30 TELEFILM Walker Texas ranger 21:10 ATTUALITA’ Quarto grado 23:50 RUBRICA I bellissimi di Rete4 23:55 FILM Il colore della notte

CANALE 5 10:00 TELEGIORNALE Tg5 11:00 RUBRICA Forum 13:00 TELEGIORNALE Tg5 13:39 NEWS Meteo 5 13:41 SOAP OPERA Beautiful 14:10 SOAP OPERA Centovetrine 14:45 TALK SHOW Uomini e donne 16:20 NEWS Pomeriggio cinque 17:20 TELEGIORNALE Tg5 minuti 17:25 NEWS Pomeriggio cinque 18:50 GIOCO Avanti un altro 19:44 TELEGIORNALE Tg5 - Anticipazione

toro

gemelli

cancro

leone

vergine

Valutate bene una questione personale che vi sta dando qualche preoccupazione: decidete in serenità e tutto andrà per il meglioConcentratevi su un traguardo importante da raggiungere e non sprecate energie inutilmente. In amore siate di sostegno al partner. Affrontate con coraggio le difficoltà e non demoralizzatevi. Mostrate di che pasta siete fatti e riceverete il rispetto che meritate. Occupatevi di voi stessi, della forma fisica e delle vostre priorità. Date il giusto peso alle cose dette e cercate di puntare alla qualità della vita. Considerate bene le scelte che state per compiere: se prevedono un cambiamento radicale dovete essere consci delle conseguenze. Dedicatevi ai vostri hobby quando avete tempo per farlo: non occupatevi solo dei doveri e sappiate ritagliarvi i giusti spazi per voi stessi.

GIOCO Avanti un altro TELEGIORNALE Tg5 NEWS Meteo 5 SHOW Striscia la notizia FILM Baarìa

ITALIA 1 09:45 TELEFILM Una mamma per amica 10:35 TELEFILM Grey’s anatomy 12:25 TELEGIORNALE Studio aperto 12:45 RUBRICA Cotto e mangiato 13:00 NEWS Studio sport - anticipazioni 13:02 NEWS Studio sport 13:40 TELEFILM I Simpson 14:35 CARTONI ANIMATI What’s my destiny Dragon Ball 15:00 SITUATION COMEDY Big bang theory 15:35 TELEFILM Chuck 16:25 SITUATION COMEDY La Vita secondo Jim 16:50 TELEFILM Giovani Campionesse 17:45 CARTONI ANIMATI Dragon Ball 18:28 TELEGIORNALE Studio aperto - Anticipazioni 18:30 TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 NEWS Meteo 19:00 NEWS Studio sport 19:25 TELEFILM Dr house - Medical division 20:20 TELEFILM C.S.I. - Scena del crimine 21:10 SHOW Colorado

LA SETTE 09:40 RUBRICA Coffee Break 10:30 RUBRICA L’aria che tira

AGENDA

l’oroscopo ariete

19:45 20:00 20:30 20:31 21:10

Bilancia

scorpione

sagittario

capricorno

acquario

pesci

Grande momento in amore per i single: qualcosa sta cambiando in positivo e presto ve ne accorgerete. Sul lavoro mantenete i piedi per terra. Non badate alle chiacchiere e alle stupidità che vi circondano: siate ben saldi sui valori in cui credete e non vacillate. Complicità in amore. Prendete al volo le occasioni che vi si presentano, sul lavoro e nella vita personale. Siate voi i protagonisti delle vostre giornate. Non fatevi mettere i piedi in testa: con intelligenza e strategia agirete nel modo opportuno per dimostrare come stanno realmente le cose. Godetevi il meritato riposo dopo un periodo di fatiche: avete bisogno di ricaricarvi prima di ripartire. In amore siate fiduciosi e intraprendenti. Non fate agli altri ciò che non volete sia fatto a voi: riflettete e agite nel rispetto delle persone che vi sono più care. In amore siate corretti.

Venerdì 25 novembre 16.00

Ecoport8: presentazione Sarà presentata a Bari, nell’Aula Magna “Attilio Alto” (campus universitario), l’iniziativa internazionale “Ecoport8”, progetto finanziato dall’Unione europea, nell’ambito del programma SEE (Sud Est Europa) con alla guida il Politecnico di Bari e fra i partners enti e strutture pubbliche italiane, greche, albanesi, montenegrine, bulgare e rumene. 16.30

Tra populismi e governi tecnici Si terrà a Bari, nella Facoltà di Scienze Politiche - Aula II (Piazza C. Battisti), un incontro sul nuovo governo dal titolo “Tra populismi e governi tecnici: lo spazio perduto della politica”, organizzato dall’associazione Baripartecipa. 18.00

Glenn Most in libreria Laterza Si terrà a Bari, nella Libreria Laterza (via Sparano), l’incontro con Glenn Most curatore con Anthony Grafton e Salvatore Settis del volume “The Classical Tradition”. Interverranno Franco Fiorentino e Olimpia Imperio. 18.30

Contraffazione e E-Commerce Nella Sala Conferenze della Provincia

11:25 TELEFILM S.O.S. tata 12:25 RUBRICA I menù di Benedetta 13:30 TELEGIORNALE Tg La7 14:05 FILM U-429 - Senza via di fuga 16:15 DOCUMENTARIO Atlantide Storie di uomini e mondi 17:30 TELEFILM J.A.G. - Avvocati in divisa 19:20 RUBRICA G’ Day 20:00 TELEGIORNALE Tg La7 20:30 RUBRICA Otto e Mezzo 21:10 ATTUALITA’ Italialand Nuove attrazioni 23:30 RUBRICA Sotto canestro

MTV 10:00 SHOW Karaoke Box 11:00 SHOW Made 12:00 NEWS MTV News 12:05 SHOW Disaster Date 13:00 NEWS MTV News 13:05 SHOW Hitlist Italia - Daily 14:00 NEWS MTV News 14:05 SITUATION COMEDY Scrubs 15:00 NEWS MTV News 15:05 REPORTAGE Ginnaste: Vite parallele 16:00 SHOW Made 17:00 TELEFILM Teen Mom 18:00 SHOW Disaster Date 19:00 NEWS MTV News 19:05 REPORTAGE Ginnaste: Vite parallele 22:00 TELEFILM Vita segreta di una teenager americana 23:00 NEWS Speciale MTV News 23:30 TELEFILM South Park

agenda@epolisbari.com di Bari avrà luogo il convegno “contraffazione ed e-commerce farmaceutico” organizzato dal Lions Club New century Bari Niccolo’ Piccinni, in collaborazione con la Provincia di Bari. 18.30

Incontro con Willy Pasini Si terrà a Bari, a Villa Camilla (Via Ciasca 2), l’incontro con il professor Willy Pasini, psicologo, psichiatra e sessuologo, membro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per presentare il suo ultimo libro “La seduzione è un’arma divina”. Sabato 26 novembre 17.30

Mostra Di Pillo In Pinacoteca Sarà inaugurata nella Pinacoteca Provinciale di Bari (Palazzo della Provincia), la mostra dello scultore abruzzese che ha vissuto in Puglia Antonio Di Pillo, in occasione del ventennale della morte, dal titolo “Dove favole e sogni son pianura e roccia”. 18.00

Un viaggio in Iran Si terrà a Bari, nella Libreria Laterza (via Sparano), l’incontro con Barbara Nepitelli e Cesarina Trillini, autrici di “Le Rose e il chador . Iran Viaggio nel paese gentile”. Interverrà Magda Terrevoli.


21

Venerdì 25 novembre 2011

in sala ANCHE SE E’ AMORE NON SI VEDE

Charlie Kenton è un ex pugile che ha perso la sua ultima occasione di conquistare il titolo quando un robot di 800kg e oltre 2 metri d’altezza lo ha sostituito sul ring e ora monta robot per incontri clandestini. Fino a quando non si riunisce al figlio Max…

Salvo e Valentino sono due amici, totalmente diversi, che lavorano insieme. Valentino ha una relazione stabile con Gisella e quando lei lo lascia, Salvo cerca di trovargli una donna che lo faccia tornare a sorridere, mentre Valentino vuole mettere fine alla vita scanzonata di Salvo.

IL NOSTRO TEMPO

REAL STEEL

cinema Andria Multisala Cinemars C. Barbadangelo Ipercoop Mongolfiera Tel. 0883261022

Sala 1

Happy Feet 2 3D 18.00 - 20.20 Anonymous 22.10

Sala 2

Anche se è amore non si vede 21.45

Sala 2 - Tognazzi Happy Feet 2 19.30 - 21.45

Sala 1

Sala 3 - Gassmann

Sala 2

The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 19.30 - 21.45 Bari

La peggior settimana della mia vita 18.00 - 20.05 Immortals 3D 22.30

ABC - Circuito d’Autore Via Marconi, 41 - Tel. 080 9644826 Il paese delle spose infelici 18.15 - 20.00 - 21.30

I soliti idioti 18.05 - 20.15 Lezioni di cioccolato 2 22.30

Ambasciatori Via Toma, 67 - Tel. 080 5425000 The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 18.30 - 21.00

Sala 3

Sala 4

The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 18.30 - 21.00 - 22.20

Sala 5

Anche se è amore non si vede 18.10 - 20.20 - 22.30

Sala 6

Anche se è amore non si vede 19.10 - 20.10 - 21.20

Sala 7

Scialla! 18.30

Multisala Showville Trav. Conte Giusso, 9. Bari-Mungivacca Tel. 0809757084

Armenise Via Pasubio, 178 - Tel. 080 5562590

Sala 1

L’ultima sequenza (Rassegna) 20.00 Otto e mezzo (Rassegna) 21.00

Riposo settimanale Riposo settimanale Riposo settimanale

Sala 4

Sala 8

Sala 10

Riposo settimanale

Il mio angolo di paradiso 15.40 - 18.00 I soliti idioti 20.20 - 22.25

Sala 6

Sala 9

Riposo settimanale

Sala 5

Riposo settimanale

Sala 7

corato

Sala 8

Alfieri - Circuito d’autore L.go Aregano - Tel. 080 3588551

Riposo settimanale

Sala 2

Esedra Largo Mons. Curi 17 - Tel. 080 5537760

Royal C.so Italia, 112 - Tel. 080 5211668 Il cuore grande delle ragazze 18.30 - 20.45 - 22.30

Multicinema Galleria C.so Italia, 15 - 17 - Tel. 080 5214563

Sala 2

Sala 1

Happy Feet 2 3D 17.00 - 19.00 Anonymous 21.00

Barletta Opera - Circuito d’autore Via Imbriani, 27 - Tel. 0883510231

Sala 1

Scialla! 18.00 - 20.00 - 22.00

Sala 2

Anonymous 17.45 - 20.00 - 22.15

Sala 3

Pina 18.00 - 20.00 - 22.00 Paolillo C.so Garibaldi, 27 - Tel. 0883531022

Sala 1 - Manfredi Ruggine (Rassegna) 19.30

The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 17.30 Tower Heist - Colpo ad alto livello 16.05 - 20.25 - 22.35

Sala 3 Il Re Leone 3D 16.00 - 17.55 I soliti idioti 20.20 Immortals 3D 22.30

Sala 4

Scialla! 18.25 - 20.40 - 22.40

Sala 5

Happy Feet 2 3D 16.10 - 18.15 - 20.30 - 22.40

Sala 6

Anche se è amore non si vede 16.25 - 18.30 - 20.40 - 22.45

Il Re Leone 3D 17.00 - 19.00 One day 21.30

Sala 3

Cinema Elia d’Essai C.so Garibaldi, 36-38 - Tel. 080 3588581

Anche se è amore non si vede 17.30 - 19.30 - 21.30

Sala 2

Sala 2

Nuovo Via Piave, 85 - Tel. 0803921022 Il paese delle spose infelici 21.00

Multisala Roma Circuito d’autore Via F. Giugno 6 - Tel. 0883542622

Anonymous 19.00 - 21.15

The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 17.00 - 19.20 - 21.40

Scialla! 17.30 - 19.30 - 21.30

Politeama Italia Via Montello, 6 - Tel. 0803968048

Sala 3

Sala 1

Bisceglie

Ho affittato un Killer (Rassegna) 18.15 Nuovole in viaggio (Rassegna) 20.00 L’ uomo senza passato (Rassegna) 21.45

The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 15.50 - 18.10 - 20.15 - 22.40

The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 17.00 - 19.45 - 22.30

Riposo settimanale

Sala 9

Scialla! 19.30 - 21.30

Sala 8

Immortals 17.30 - 20.10 - 22.25

Sala 9

Il Piccolo - Circuito d’Autore Via Giannone 4 - Santo Spirito Tel. 080 5333100

Sala 1

I soliti idioti 18.20 - 20.30 - 22.30

The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 16.15 - 19.00 - 21.40

Sala 8

Il Re Leone 3D 18.00 Real Steel 19.55 - 22.30

Sala 7

Sala 7

Una separazione 18.15 - 21.00

Tower Heist - Colpo ad alto livello 18.00 - 20.15 - 22.30

IIl Re Leone 3D 15.45 - 17.55 The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 22.10 La peggior settimana della mia vita 20.00

Sala 3

Splendor Via Buccari, 24 - Tel. 080 5569729 Miracolo a Le Havre 18.30 - 20.30 - 22.30

Anonymous 17.45 - 20.15 - 22.35

Sala 6

Sala A

Anche se è amore non si vede 17.15 - 19.30 - 21.45

Sala B

Real Steel 17.20 - 20.00 - 22.30 Tower Heist - Colpo ad alto livello 18.00 - 20.10 - 22.20

Sala 11

Lezioni di cioccolato 2 17.50 - 20.05 - 22.15

Sala 12

La peggior settimana della mia vita 18.00 - 20.15 - 22.10 spinazzola Supercinema C.so Umberto 206/A - Tel. 0883681862 The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 18.30 - 21.00 trani Impero Via Pagano, 192 - Tel. 0883583444

Sala A

Anche se è amore non si vede 17.30 - 20.00 - 22.00

Sala B

Sala 1 - Fellini

Anche se è amore non si vede 17.45 - 19.00 - 20.15 - 22.00

Il Re Leone 3D 17.30 The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 20.00 - 22.00

Sala 2 - Truffaut

mola

Happy Feet 2 17.15 Anonymous 21.30

Metropolis - Circuito d’Autore Via Baracca - Tel. 080 4713038

Sala 1

molfetta

Anche se è amore non si vede 17.50 - 20.00 - 22.00

Sala 2

Casamassima

Multisala Uci Cinemas Ss 16/bis usc. Z.I. c/o Fashion District Molfetta Outlet - tel 892960

The Space Cinema Centro commerciale Auchan Via Noicattaro 2 - Tel. 080 892111

Il Re Leone 3D 17.40 Anonymous 19.40 - 22.15

Sala 1

Sala 2

Happy Feet 2 3D 15.40 - 17.55 - 20.15 La peggior settimana della mia vita 22.30

Sala 2

Scialla! 15.30 - 17.50 - 20.10 - 22.30

Sala 3

Anche se è amore non si vede 17.00 - 19.20 - 21.40

Sala 1

The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 17.00 - 19.30 - 22.00

Sala 3

The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 18.30 - 21.30

Scialla! 19.00 - 21.30

Sala 4

The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 19.20 - 21.50 Polignano Multis. Vignola - Circ. d’Autore Viale Rimembranza, 13 - Tel. 080 4249910

Sala 1

The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 17.30 - 20.00 - 22.30

Anche se è amore non si vede 18.10 - 20.00 - 22.00

Sala 5

Sala 2

Immortals 3D 17.15 - 19.40 - 22.20

Sala 5

Sala 6

Anche se è amore non si vede 15.30 - 17.45 - 20.00 - 22.15

Sala 3

Sala 4

Happy Feet 2 3D 17.40 - 19.50 Anche se è amore non si vede 22.20

Sala 4

Il paese delle spose infelici 17.40 - 19.40 - 21.40

Anche se è amore non si vede 18.10 - 20.15 - 22.20

The Twilight Saga: Breaking Dawn parte 1 17.45 - 19.45 - 22.00

Sala 3

Il Re Leone 3D 18.00 Giornata contro la violenza alle donne 20.30


22

Venerdì 25 novembre 2011

COLLEGAMENTI AEREI ORARI IN VIGORE dal 30/10/2011 al 23/03/2012

Partenze da BARI Compagnia BERLINO Airberlin BOLOGNA Ryanair Ryanair Ryanair Alitalia Alitalia Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair BUCAREST W!ZZ W!ZZ BUDAPEST W!ZZ W!ZZ CAGLIARI Ryanair Ryanair Ryanair CATANIA Blu-Express Blu-Express COLONIA Germanwings Germanwings Germanwings

Part.

Arr.

18:05 20:20 08:15 08:35 12:00 14:30 14:30 18:00 22:15 22:15 22:15 22:30 22:35

Frequenza

MaV

09:35 LMaMeGVS 09:35 LMaMeGVS 13:20 D 15:50 LMaMeGVSD 15:50 LMaMeGVS 19:20 S 23:35 L 23:35 LS 23:35 L 23:50 V 23:55 D

Note

da 01/11/11 a 23/03/12 da 27/12/11 a 24/03/12 da 31/10/11 a 24/12/11 da 30/10/11 a 18/12/11 da 24/11/11 a 24/12/11 da 26/12/11 a 31/12/11 da 31/12/11 a 31/12/11 da 31/10/11 a 05/12/11 da 12/12/11 a 19/12/11 da 26/12/11 a 26/12/11 da 04/11/11 a 23/03/12 da 30/10/11 a 18/12/11

08:30 11:10 18:20 21:00

LV Me

da 31/10/11 a 23/03/12 da 21/12/11 a 11/01/12

22:20 22:20

23:45 23:45

Ma MaS

da 27/12/11 a 03/01/12 da 01/11/11 a 20/12/11

10:20 11:45 18:05 19:30 18:30 19:55

LMe V S

da 31/10/11 a 21/03/12 da 04/11/11 a 23/03/12 da 05/11/11 a 17/12/11

21:20 22:30 21:50 23:00

LMeV D

da 02/11/11 a 23/03/12 da 30/10/11 a 18/03/11

12:50 15:05 12:50 15:05 13:45 16:00

D MeD V

da 13/11/11 a 18/12/11 da 21/12/11 a 25/12/11 da 11/11/11 a 23/03/12

Ma S G

da 01/11/11 a 20/03/12 da 05/11/11 a 17/12/11 da 22/12/11 a 05/01/12

L S S MaS Ma G L

da 19/12/11 a 19/12/11 da 31/12/11 a 31/12/11 da 24/12/11 a 24/12/11 da 01/11/11 a 20/12/11 da 27/12/11 a 27/12/12 da 03/11/11 a 22/03/12 da 26/12/11 a 26/12/11

17:30 18:25

LMeV D

da 31/10/11 a 23/03/12 da 30/10/11 a 18/12/11

08:30 16:10 18:35 21:45 21:50

D LMeV S S Ma

da 30/10/11 a 18/12/11 da 31/10/11 a 23/03/12 da 31/12/11 a 31/12/11 da 17/12/11 a 17/12/11 da 20/12/11 a 03/01/12

DUSSELDORF WEEZE Ryanair 07:00 09:30 Ryanair 19:10 21:40 Ryanair 20:25 22:55 FRANCOFORTE HAHN Ryanair 09:20 11:30 Ryanair 12:20 14:30 Ryanair 13:30 15:40 Ryanair 17:15 19:25 Ryanair 17:15 19:25 Ryanair 18:30 20:40 Ryanair 18:50 21:00 GENOVA Ryanair 16:05 Ryanair 17:00 LONDRA STANSTED Ryanair 06:35 Ryanair 14:15 Ryanair 16:40 Ryanair 19:50 Ryanair 19:55 MADRID Ryanair 14:10 Ryanair 16:00 Ryanair 18:50 Ryanair 18:50 Ryanair 20:00 MALTA Ryanair 14:00 Ryanair 14:05 Ryanair 21:25 Ryanair 22:00

17:00 18:50 21:40 21:40 22:50 15:20 15:25 22:45 23:20

S S G GS L S S S Ma

da 24/12/11 a 24/12/11 da 31/12/11 a 31/12/11 da 29/12/11 a 29/12/11 da 03/11/11 a 22/12/11* da 31/10/11 a 19/12/11 da 24/12/11 a 24/12/11 da 31/12/11 a 31/12/11 da 05/11/11 a 17/12/11 da 01/11/11 a 20/03/12

MILANO LINATE Alitalia 06:40 Alitalia 06:40 Alitalia 06:40 airItaly 09:00 airItaly 09:20 airItaly 09:20 Alitalia 09:25 Alitalia 09:25 Alitalia 09:25 Alitalia 09:25 Alitalia 09:25 Alitalia 09:25 Alitalia 12:25 Alitalia 12:25 Alitalia 12:25 Alitalia 12:25 Alitalia 15:15 Alitalia 15:15 Alitalia 15:15 Alitalia 15:15 Alitalia 15:15 Alitalia 15:15 Alitalia 17:20 Alitalia 17:20 Alitalia 17:20 Alitalia 17:20 MeridianaFly 19:40 Alitalia 20:55 Alitalia 20:55 Alitalia 20:55

08:10 08:10 08:10 10:30 11:00 11:00 10:55 10:55 10:55 10:55 10:55 10:55 13:55 13:55 13:55 13:55 16:45 16:45 16:45 16:45 16:45 16:45 18:50 18:50 18:50 18:50 21:10 22:25 22:25 22:25

LMaMeGV LMaMeGV LMaMeGV S LMaMeGV LMaMeGV GV LMaMeGV LMaMeGVS LMaGVSD MaMeGVSD LGS LMaMeGVSD LMaMeGVD LMaMeGVSD LMaMeGVSD MaMeGVD GVD LVD LG LMaMeGV LMaMe LMaMeGVSD MaMeSD LMaMeGVSD LMaMeGVD LMaMeGVD LMaMeGVD LMaMeGVD LMaMeGV

da 08/11/11 a 06/12/11 da 12/12/11 a 23/12/11 da 27/12/11 a 23/03/12 da 19/11/11 a 24/03/12 da 14/11/11 a 23/12/11 da 27/12/11 a 23/03/12 da 01/12/11 a 02/12/11 da 22/11/11 a 28/11/11 da 03/12/11 a 10/12/11 da 11/12/11 a 20/12/11 da 21/12/11 a 29/12/11 da 31/12/11 a 05/01/12 da 21/11/11 a 03/12/11 da 05/12/11 a 14/12/11 da 17/12/11 a 24/12/11 da 31/12/12 a 13/01/12 da 22/11/11 a 27/11/11 da 02/12/11 a 08/12/11 da 11/12/11 a 16/12/11 da 22/12/11 a 26/12/11 da 30/12/11 a 05/01/12 da 29/11/11 a 30/11/11 da 18/11/11 a 04/12/11 da 07/12/11 a 14/12/11 da 15/12/11 a 25/12/11 da 27/12/11 a 06/01/12 da 18/11/11 a 23/03/12 da 21/11/11 a 06/12/11 da 08/12/11 a 23/12/11 da 26/12/11 a 05/01/12

MILANO MALPENSA Alitalia 09:40 Alitalia 09:40 Alitalia 10:40 Easyjet 14:05 Easyjet 16:20 Easyjet 16:20 Easyjet 16:20 Alitalia 18:45 Easyjet 18:55 Alitalia 19:45 Alitalia 19:45 Alitalia 19:45 Easyjet 21:30

11:15 11:15 12:15 15:40 17:55 17:55 17:55 20:20 20:30 21:20 21:20 21:20 23:05

LMaMeGVS LMaMeGVS D S LMaMeGV LMaMeGVD LMeVD S S GVD LMaMeGVD LMaMeGVD LMaMe

da 24/11/11 a 30/11/11 da 02/12/11 a 24/03/12 da 06/11/11 a 18/12/11 da 03/12/11 a 10/12/11 da 22/12/11 a 30/12/11 da 06/12/11 a 18/12/11 da 31/10/11 a 15/12/11 da 05/11/11 a 24/03/12 da 17/12/11 a 07/01/12 da 01/12/11 a 04/12/11 da 06/12/11 a 23/03/12 da 23/11/11 a 29/11/11 da 19/12/11 a 21/12/11

note: *La frequenza 6 del volo è cancellata dal 19/11/2011 al 03/12/2011

MILANO ORIO AL SERIO Ryanair 06:30 08:00 LMaMeGVSD Ryanair 06:30 08:00 MaMeGVS Ryanair 08:30 10:00 S Ryanair 08:30 10:00 S Ryanair 08:35 10:05 GS Ryanair 11:05 12:35 Ma Ryanair 13:05 14:45 V Ryanair 14:15 15:45 S Ryanair 14:15 15:45 S Ryanair 14:20 15:50 LMaMeG Ryanair 14:20 15:50 MaMeG Ryanair 14:35 16:05 D Ryanair 15:25 16:55 S Ryanair 15:30 17:00 L Ryanair 21:00 22:30 LMaMeGV Ryanair 21:00 22:30 LMaMeGVSD Ryanair 21:20 22:50 D MONACO Lufthansa Airberlin Airberlin PALERMO Blu-Express Blu-Express Blu-Express

11:55 13:35 LMaMeGVSD 13:00 14:45 S 14:15 16:10 L

da 30/10/11 a 23/03/12 da 05/11/11 a 24/03/12 da 31/10/11 a 23/03/12

13:00 14:00 15:00 16:10 19:05 20:15

D D MaG

da 11/12/11 a 11/12/11 da 06/11/11 a 18/03/12 da 03/11/11 a 22/03/12

09:25 12:30 12:50 12:50

G LMeV SD SD

da 22/12/11 a 05/01/12 da 31/10/11 a 23/03/12 da 31/12/11 a 24/03/12 da 30/10/11 a 24/12/11

14:40 18:25 18:55 18:55 19:55

LV LMeV MaGS MaGS D

da 31/10/11 a 23/03/12 da 31/10/11 a 23/03/12 da 01/11/11 a 22/12/11 da 27/12/11 a 24/03/12 da 30/10/11 a 18/12/11

23:45 23:45

MeD MeD

da 28/12/11 a 21/03/12 da 30/10/11 a 21/12/11

PARIGI BEAUVAIS Ryanair 06:55 Ryanair 10:00 Ryanair 10:20 Ryanair 10:20 PISA Ryanair 12:15 Ryanair 17:00 Ryanair 17:30 Ryanair 17:30 Ryanair 18:30 PRAGA W!ZZ 21:50 W!ZZ 21:50 ROMA CIAMPINO Ryanair 08:35 Ryanair 08:35 Ryanair 13:35 Ryanair 17:30 Ryanair 21:05 Ryanair 21:15 ROMA FIUMICINO Alitalia 06:50 Alitalia 07:20 Alitalia 07:20 Alitalia 07:20 Alitalia 07:20 Alitalia 11:15 Alitalia 12:15 Alitalia 12:15 Alitalia 12:15 Alitalia 15:05 Alitalia 15:05 Alitalia 19:20 Alitalia 19:20 STOCCARDA Germanwings Germanwings TIMISOARA Carpatair TIRANA Belleair Belleair Belleair TORINO Ryanair Alitalia Ryanair Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair TREVISO Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair VALENCIA Ryanair Ryanair VENEZIA Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Ryanair VERONA Air Italy Air Italy Ryanair Ryanair ZURIGO Helvetic

da 30/10/11 a 24/12/11 da 27/12/11 a 31/12/11 da 17/12/11 a 17/12/11 da 31/12/11 a 07/01/12 da 22/12/11 a 29/12/11 da 20/12/11 a 03/01/12 da 04/11/11 a 23/03/12 da 05/11/11 a 17/12/11 da 31/12/11 a 24/03/12 da 26/12/11 a 29/12/11 da 01/11/11 a 22/12/11 da 06/11/11 a 18/12/11 da 24/12/11 a 24/12/11 da 31/10/11 a 19/12/11 da 19/12/11 a 30/12/11 da 31/10/11 a 17/12/11 da 18/12/11 a 18/12/11

09:35 LMaMeGVSD 09:35 MaMeGVS 14:35 S 18:30 S 22:05 LMaMeGV 22:15 SD

da 30/10/11 a 23/12/11 da 27/12/11 a 31/12/11 da 24/12/11 a 24/12/11 da 31/12/11 a 31/12/11 da 31/10/11 a 23/03/12 da 30/10/11 a 18/12/11

08:00 08:30 08:30 08:30 08:30 12:25 13:25 13:25 13:25 16:15 16:15 20:30 20:30

LMaMeGVSD LMaMeGV LMaMeGVS LMaMeGVS LMaMeGV LMaMeGVSD LGV LMaMeD LMaMeGV LMaMeGVSD LMaMeGVS LMaMeGVSD LMaMeGVSD

da 30/10/11 a 24/03/12 da 24/11/11 a 28/11/11 da 12/12/11 a 24/12/11 da 27/12/11 a 05/01/12 da 30/11/11 a 08/12/11 da 21/11/11 a 08/01/12 da 24/11/11 a 01/12/11 da 05/12/11 a 14/12/11 da 15/12/11 a 26/12/11 da 25/11/11 a 24/12/11 da 27/12/11 a 07/01/12 da 21/11/11 a 24/12/11 da 26/12/11 a 24/03/12

12:50 13:15

14:45 15:10

D V

da 13/11/11 a 18/03/12 da 11/11/11 a 23/03/12

13:45

16:15

LMeV

da 31/10/11 a 24/03/12

09:50 10:40 17:30 18:20 21:30 22:20

LMaMeS V GD

da 31/10/11 a 24/03/12 da 04/11/11 a 23/03/12 da 10/11/11 a 23/03/12

06:50 09:15 10:20 14:25 14:25 14:55 14:55 14:55 18:30 19:45 19:50 19:50

08:35 10:55 12:05 16:05 16:05 16:35 16:35 16:35 20:15 21:30 21:35 21:35

S L MaG LMaMeGV LMaMeGV D S LMaMeGV Ma Me LVD LVD

da 05/11/11 a 24/03/12 da 26/12/11 a 26/12/11 da 01/11/11 a 22/03/12 da 21/11/11 a 07/12/11 da 12/12/11 a 23/12/11 da 20/11/11 a 18/12/11 da 24/12/11 a 24/12/11 da 27/12/11 a 23/03/12 da 20/12/11 a 03/01/12 da 02/11/11 a 21/03/12 da 30/10/11 a 23/12/11 da 26/12/11 a 23/03/12

06:30 06:30 10:20 11:10 12:35 13:05 20:40

07:50 07:50 11:40 12:30 13:55 14:25 22:00

LMeV LMeV V S MaG D D

da 05/12/11 a 23/12/11 da 28/12/11 a 23/03/12 da 09/12/11 a 23/03/12 da 10/12/11 a 24/03/12 da 06/12/11 a 22/03/12 da 11/12/11 a 18/12/11 da 11/12/11 a 18/12/11

16:50 16:50

19:25 19:25

MaGS MaG

da 01/11/11 a 22/12/11 da 27/12/11 a 29/12/11

06:30 10:20 11:10 12:35 13:05 16:00 16:20 16:20 16:50 20:40

07:50 11:40 12:30 13:55 14:25 17:15 17:35 17:35 18:05 22:00

LMeV V S MaG D LMaMeS D D G D

da 31/10/11 a 02/12/11 da 04/11/11 a 02/12/11 da 05/11/11 a 03/12/11 da 01/11/11 a 01/12/11 da 30/10/11 a 04/12/11 da 18/11/11 a 24/03/12 da 27/11/11 a 27/11/11 da 11/12/11 a 18/12/11 da 24/11/11 a 22/03/12 da 30/10/11 a 04/12/11

S LMaMeGVD D LMeV

da 05/11/11 a 24/03/12 da 18/11/11 a 23/03/12 da 30/10/11 a 18/12/11 da 31/10/11 a 23/03/12

08:45 10:35 LMaMeGVSD

da 30/10/11 a 24/03/12

09:10 10:30 14:50 16:10 16:20 17:40 20:45 22:05

Arrivi a BARI Compagnia

Part.

Arr.

Frequenza

BERLINO Airberlin Airberlin

09:05 11:25 10:00 12:15

BOLOGNA Ryanair Ryanair Ryanair Alitalia Alitalia Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair

06:30 06:30 10:15 12:30 12:30 16:15 20:30 20:30 20:30 20:45 20:50

07:50 LMaMeGVS 07:50 LMaMeGVS 11:35 D 13:45 LMaMeGVSD 13:45 LMaMeGVS 17:35 S 21:50 LS 21:50 L 21:50 L 22:05 V 22:10 D

da 31/10/11 a 24/12/11 da 27/12/11 a 24/03/12 da 30/10/11 a 18/12/11 da 24/11/11 a 24/12/11 da 26/12/11 a 31/12/11 da 31/12/11 a 31/12/11 da 12/12/11 a 19/12/11 da 26/12/11 a 26/12/11 da 31/10/11 a 05/12/11 da 04/11/11 a 23/03/12 da 30/10/11 a 18/12/11

Ma V

Note da 01/11/11 a 20/03/12 da 04/11/11 a 23/03/12

BUCAREST W!ZZ W!ZZ BUDAPEST W!ZZ W!ZZ

07:10 17:00

08:00 17:50

LV Me

da 31/10/11 a 23/03/12 da 21/12/11 a 11/01/12

20:20 20:20

21:50 21:50

MaS Ma

da 01/11/11 a 20/12/11 da 27/10/11 a 03/01/12

CAGLIARI Ryanair Ryanair Ryanair

12:10 16:25 20:20

13:25 17:40 21:35

LMe V S

da 31/10/11 a 21/03/12 da 04/11/11 a 23/03/12 da 05/11/11 a 17/12/11

CATANIA Blu-express Blu-express

19:45 20:55 20:20 21:25

LMeV D

da 02/11/11 a 23/03/12 da 30/10/11 a 18/03/12

MeD D V

da 21/12/11 a 25/12/11 da 13/11/11 a 18/12/11 da 11/11/11 a 23/12/11

DUSSELDORF WEEZE Ryanair 09:55 12:10 Ryanair 16:30 18:45 Ryanair 17:45 20:00

Ma S G

da 01/11/11 a 20/03/12 da 05/11/11 a 17/12/11 da 22/12/11 a 05/01/12

FRANCOFORTE HAHN Ryanair 06:50 Ryanair 09:50 Ryanair 11:00 Ryanair 14:45 Ryanair 14:45 Ryanair 16:20 Ryanair 21:05

08:55 11:55 13:05 16:50 16:50 18:25 23:05

L S S Ma MaS L G

da 19/12/11 a 19/12/11 da 31/12/11 a 31/12/11 da 24/12/11 a 24/12/11 da 27/12/11 a 27/12/11 da 01/11/11 a 20/12/11 da 26/12/11 a 26/12/11 da 03/11/11 a 22/03/12

17:55 19:20 18:50 20:15

LMeV D

da 31/10/11 a 23/03/12 da 30/10/11 a 18/12/11

D S S Ma LMeV

da 30/10/11 a 18/12/11 da 31/12/11 a 31/12/11 da 17/12/11 a 17/12/11 da 20/12/11 a 03/01/12 da 31/10/11 a 23/03/12

COLONIA Germanwings 10:05 Germanwings 10:05 Germanwings 11:00

GENOVA Ryanair Ryanair

LONDRA STANSTED Ryanair 08:55 Ryanair 12:30 Ryanair 15:40 Ryanair 15:45 Ryanair 16:35

12:15 12:15 13:10

12:40 16:15 19:25 19:30 20:20

MADRID Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair

10:55 13:45 12:45 15:35 15:35 18:25 15:35 18:25 16:35 19:25

S S G GS L

da 24/12/11 a 24/12/11 da 31/12/11 a 31/12/11 da 29/12/11 a 29/12/11 da 03/11/11 a 22/12/11* da 31/10/11 a 19/12/11

MALTA Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair

12:15 12:20 19:40 20:15

S S S Ma

da 24/12/11 a 24/12/11 da 31/12/11 a 31/12/11 da 05/11/11 a 17/12/11 da 01/11/11 a 20/03/12

MILANO LINATE Meridiana Fly 06:45 Alitalia 06:55 Alitalia 06:55 Alitalia 06:55 Alitalia 06:55 Alitalia 10:10 Alitalia 10:10 Alitalia 10:10 Alitalia 10:10 Alitalia 13:00 Alitalia 13:00 Alitalia 13:00 Alitalia 13:00 Alitalia 14:55 Alitalia 14:55 Alitalia 14:55 Alitalia 14:55 airItaly 17:20 Alitalia 18:35 Alitalia 18:35 Alitalia 22:00 Alitalia 22:00 Alitalia 22:00 MILANO MALPENSA Alitalia 07:30 Alitalia 07:30 Alitalia 08:30 Easyjet 11:50 Easyjet 14:05 Easyjet 14:05 Easyjet 14:05 Alitalia 16:35 Easyjet 16:40 Alitalia 17:35 Alitalia 17:35 Alitalia 17:35 Easyjet 19:15

13:35 13:40 21:00 21:35

08:15 LMaMeGVD 08:25 LMaMeGV 08:25 LMaMeGV 08:25 LMaGV 08:25 MaMeGV 11:40 VD 11:40 LMaMeGVD 11:40 LMaMeGVD 11:40 LMaMeGVSD 14:30 MaGVD 14:30 LVD 14:30 LMeGVS 14:30 LMaMeGV 16:25 LMaMeGVSD 16:25 MaMeGVSD 16:25 LMaMeGVS 16:25 MaMeGVSD 18:50 LMaMeGVD 20:05 LMaMeGVSD 20:05 LMaMeGVS 23:30 LMaMeGVD 23:30 LMaGVD 23:30 LMaMeGVD

da 18/11/12 a 23/03/12 da 01/12/11 a 06/12/11 da 22/11/11 a 28/11/11 da 12/12/11 a 20/12/11 da 21/12/11 a 29/12/11 da 18/11/11 a 20/12/11 da 21/11/11 a 02/12/11 da 05/12/11 a 14/12/11 da 17/12/11 a 31/12/11 da 02/12/11 a 08/12/11 da 11/12/11 a 16/12/11 da 21/12/11 a 26/12/11 da 30/12/11 a 05/01/12 da 19/11/11 a 04/12/11 da 10/12/11 a 18/12/11 da 19/12/11 a 24/12/11 da 27/12/11 a 06/01/12 da 18/11/11 a 07/12/11 da 19/11/11 a 24/12/11 da 26/12/11 a 07/01/12 da 07/11/11 a 04/12/11 da 05/12/11 a 11/12/11 da 12/12/11 a 23/12/11

09:00 09:00 10:00 13:30 15:45 15:45 15:45 18:05 18:20 19:05 19:05 19:05 20:45

da 02/12/11 a 24/03/12 da 24/11/11 a 30/11/11 da 06/11/11 a 18/12/11 da 03/12/11 a 10/12/11 da 31/10/11 a 05/12/11 da 06/12/11 a 18/12/11 da 22/12/11 a 30/12/11 da 05/11/11 a 24/03/12 da 17/12/11 a 07/01/12 da 01/12/11 a 04/12/11 da 06/12/11 a 23/03/12 da 23/11/11 a 29/11/11 da 19/12/11 a 21/12/11

LMaMeGVS LMaMeGVS D S LMeVD LMaMeVD LMaMeGV S S GVD LMaMeGVD LMaMeGVD LMaMe

MILANO ORIO AL SERIO Ryanair 06:35 08:05 GS Ryanair 06:35 08:05 S Ryanair 06:40 08:10 G Ryanair 08:25 09:55 LMaMeGVSD Ryanair 08:25 09:55 MaMeGVS Ryanair 09:05 10:35 Ma Ryanair 11:20 12:50 V Ryanair 12:20 13:50 S Ryanair 12:20 13:50 S Ryanair 12:25 13:55 MaMeG Ryanair 12:25 13:55 LMaMeG Ryanair 12:40 14:10 D Ryanair 13:30 15:00 S Ryanair 13:35 15:05 L Ryanair 19:05 20:35 LMaMeGV Ryanair 19:05 20:35 LMaMeGVSD Ryanair 19:25 20:55 D MONACO Lufthansa Airberlin Airberlin PALERMO Blu-Express Blu-Express Blu-Express

da 29/12/11 a 31/12/11 da 17/12/11 a 24/12/11 da 22/12/11 a 22/12/11 da 30/10/11 a 24/12/11 da 27/12/11 a 31/12/11 da 20/12/11 a 03/01/12 da 04/11/11 a 23/03/12 da 05/11/11 a 17/12/11 da 31/12/11 a 24/03/12 da 01/11/11 a 22/12/11 da 26/12/11 a 29/12/11 da 06/11/11 a 18/12/11 da 24/12/11 a 24/12/11 da 31/10/11 a 19/12/11 da 19/12/11 a 30/12/11 da 31/10/11 a 17/12/11 da 18/12/11 a 18/12/11

09:25 11:05 LMaMeGVSD 10:25 12:05 S 11:55 12:45 L

da 30/10/11 a 23/03/12 da 05/11/11 a 24/02/12 da 31/10/11 a 26/03/12

11:20 12:35 13:20 14:30 17:30 18:40

D D MaG

da 11/12/11 a 11/02/11 da 06/11/11 a 18/03/12 da 03/11/11 a 22/03/12

12:10 15:15 15:35 15:35

G LMeV SD SD

da 22/12/11 a 05/01/12 da 31/10/11 a 23/03/12 da 30/10/11 a 24/12/11 da 31/12/11 a 24/03/12

11:50 16:35 17:05 17:05 18:05

LV LMeV MaGS MaGS D

da 31/10/11 a 23/03/12 da 31/10/11 a 23/03/12 da 01/11/11 a 22/12/11 da 27/12/11 a 24/03/12 da 30/10/11 a 18/12/11

21:20 21:20

MeD MeD

da 28/12/11 a 21/03/12 da 30/10/11 a 21/12/12

PARIGI BEAUVAIS Ryanair 09:50 Ryanair 12:55 Ryanair 13:15 Ryanair 13:15 PISA Ryanair 10:30 Ryanair 15:15 Ryanair 15:45 Ryanair 15:45 Ryanair 16:55 PRAGA W!ZZ 19:35 W!ZZ 19:35 ROMA CIAMPINO Ryanair 07:00 Ryanair 07:00 Ryanair 12:00 Ryanair 15:55 Ryanair 19:30 Ryanair 19:40 ROMA FIUMICINO Alitalia 08:45 Alitalia 10:00 Alitalia 10:00 Alitalia 13:15 Alitalia 13:15 Alitalia 13:15 Alitalia 17:25 Alitalia 17:25 Alitalia 20:35 Alitalia 20:35 Alitalia 20:35 Alitalia 20:35 Alitalia 21:30

08:10 LMaMeGVSD 08:10 MaMeGVS 13:10 S 17:05 S 20:40 LMaMeGV 20:50 SD

da 30/10/11 a 23/12/11 da 27/12/11 a 31/12/11 da 24/12/11 a 24/12/11 da 31/12/11 a 31/12/11 da 31/10/11 a 23/03/12 da 30/10/11 a 18/12/11

09:55 11:10 11:10 14:20 14:20 14:20 18:30 18:30 21:40 21:40 21:40 21:40 22:35

LMaMeGVSD LGV LV LMaMeGVSD LMaMeGVS LMaMeGVSD LMaMeGVSD LMaMeGVSD LMaMeGVD LMaMeGVD LMaMeGVD LMaMeGVD LMaMeGVSD

da 19/12/11 a 23/03/12 da 21/11/11 a 25/11/11 da 23/12/11 a 26/12/11 da 25/11/11 a 24/12/11 da 27/12/11 a 07/01/12 da 25/11/11 a 24/12/11 da 19/11/11 a 24/12/11 da 26/12/11 a 30/01/12 da 20/11/11 a 07/12/11 da 29/11/11 a 07/12/11 da 26/12/11 a 04/01/12 da 11/12/11 a 23/12/11 da 30/10/11 a 24/03/12

12:15 12:40

D V

da 13/11/10 a 18/03/12 da 11/11/10 a 23/03/12

STOCCARDA Germanwings Germanwings TIMISOARA Carpatair TIRANA Belleair Belleair Belleair TORINO Alitalia Ryanair Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair

12:35 13:05

LMeV

da 31/10/11 a 24/03/12

08:30 09:20 16:10 17:00 20:10 21:00

LMaMeS V GD

da 31/10/11 a 24/03/12 da 04/11/11 a 23/03/12 da 10/11/11 a 22/03/12

07:00 09:00 12:10 12:10 12:10 12:40 12:40 12:30 20:40 21:55 22:00 22:00

L S LMaMeGV LMaMeGV LMaMeGV D S MaG Ma Me LVeD LVeD

da 26/12/11 a 26/12/11 da 05/11/11 a 24/03/12 da 22/11/11 a 07/12/11 da 12/12/11 a 23/12/11 da 27/12/11 a 23/03/12 da 27/11/11 a 18/12/11 da 24/12/11 a 24/12/11 da 01/11/11 a 22/03/12 da 20/12/11 a 03/01/12 da 02/11/11 a 21/03/12 da 30/10/11 a 23/12/11 da 26/12/11 a 23/03/12

TREVISO Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair

08:15 09:35 08:15 09:35 12:05 13:25 12:55 14:15 14:20 15:40 14:50 16:10 22:25 23:45

LMeV LMeV V S MaG D D

da 05/12/11 a 23/12/11 da 28/12/11 a 23/03/12 da 09/12/11 a 23/03/12 da 10/12/11 a 24/03/12 da 06/12/11 a 22/03/12 da 11/12/11 a 18/12/11 da 11/12/11 a 18/12/11

20:00 22:30 20:00 22:30

MaGS MaG

da 01/11/11 a 22/12/11 da 27/12/11 a 29/12/11

08:15 09:35 12:05 13:25 12:55 14:15 14:00 15:15 14:20 15:35 14:20 15:40 14:50 16:10 14:55 16:10 22:25 23:45

LMeV V S LMaMeS D MaG D G D

da 31/10/11 a 02/12/11 da 04/11/11 a 02/12/11 da 05/11/11 a 03/12/11 da 01/11/11 a 24/03/12 da 27/11/11 a 18/12/11 da 01/11/11 a 01/12/11 da 30/10/11 a 04/12/11 da 03/11/11 a 22/03/12 da 30/10/11 a 04/12/11

07:00 08:20 12:40 14:00 18:05 19:25 22:30 23:25

S LMaMeGVD D LMeV

da 05/11/11 a 24/03/12 da 18/11/11 a 23/03/12 da 30/10/11 a 18/12/11 da 31/10/11 a 23/03/12

22:00 LMaMeGVSD

da 30/10/11 a 24/03/12

VALENCIA Ryanair Ryanair VENEZIA Ryanair Ryanair Ryanair Alitalia Alitalia Ryanair Ryanair Alitalia Ryanair VERONA Air Italy Air Italy Ryanair Ryanair ZURIGO Helvetic

10:20 10:45

20:10

08:30 10:40 13:40 13:40 13:40 14:10 14:10 14:10 22:20 23:35 23:40 23:40


23

Venerdì 25 novembre 2011

oggi

domani

Sereno

Poco nuvoloso Nuvoloso

min 10° max 14° Molto nuvoloso

Coperto Variabile/Temporali

Variabile/Pioggia

giorno e notte

min 12° max 16° Variabile/Neve Pioggia Pioggia forte

meteo

min 11° max 16°

dopodomani

sorge tramonta

Sole 06,52 16,32 Luna 07,02 16,40

Neve

Temporale VENTO: Debole Moderato Forte

MARE: Calmo Mosso Agitato Molto agitato

oggi

le previsioni Nord: Bel tempo con ampi spazi soleggiati, salvo residue nubi sparse sulla Romagna e foschie dense o nebbie in Val Padana. Temperature stabili, massime comprese tra 10 e 15°C. Venti deboli variabili. Mari mossi con moto in attenuazione. Centro: Molte nubi sul versante Adriatico ma con precipitazioni scarse o assenti, tendenza a graduali schiarite da Nord. Temperature stabili, massime tra 13 e 18°C. Venti moderati da NE, in calo. Mari generalmente mossi. Sud: Condizioni di variabilita’ sulla Sicilia centro-meridionale e sulla Calabria ionica, con acquazzoni e locali temporali. Residue piogge su Basilicata e alta Puglia. Temperature stabili, massime comprese tra 14 e 19°C. Venti deboli-moderati da E. Mari mossi o molto mossi.

domani

dopodomani

temperature in italia Ancona Aosta Bari Bologna Cagliari Campobasso Catanzaro Firenze Genova L’aquila Milano Napoli Palermo Perugia Potenza Roma Torino Trento Trieste Venezia

Min. Max. 5 10 -2 11 11 16 0 11 10 18 6 9 9 14 5 16 10 16 3 8 1 12 11 17 13 20 4 15 9 12 7 17 -1 11 0 9 7 14 2 12

temperature in europa

Amsterdam Atene Barcellona Belgrado Berlino Bucarest Copenaghen Dublino Helsinky Kiev Lisbona Londra Madrid Monaco Parigi Stoccolma Tirana Valletta Varsavia Vienna Zurigo

Min. Max. 8 13 11 13 14 16 -1 8 4 11 2 7 8 10 10 11 4 8 -5 4 16 16 10 15 7 15 9 16 3 14 5 8 6 17 18 18 -1 7 -2 7 -1 10


24

Venerdì 25 novembre 2011

www.epolisbari.com Direttore responsabile Dionisio Ciccarese Direttore editoriale Vito Raimondo Redazione Via delle Orchidee, 1 70026 Z.I. Modugno - Bari Tel. 080 5857350-1-2-3 Fax 080 5857349 redazione@epolisbari.com segreteria@epolisbari.com Responsabile trattamento dati personali Dionisio Ciccarese Società editrice

P.Q.S.

Periodici e Quotidiani del Sud

Via delle Orchidee, 1 70026 Z.I. Modugno - Bari Tel. 080 5857439 Fax 080 5857427 amministrazione@sedit.biz Reg. Trib. Bari n. Reg. Stampa 51 del 07/12/2010 Copyright P.Q.S. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano può essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge. Pubblicità

Area4 S.r.l. Via delle Margherite, 20/22 70026 Modugno - Bari Tel. 080 5857450 Fax 080 5857426 segreteria@area4.biz Su

trovate i nostri gruppi e la nostra pagina ufficiale Di EPolis Bari sono stampate e distribuite ogni giorno 18mila copie che i Lettori possono ritirare gratuitamente e senza obblighi di alcun genere nei punti distribuzione. Segnalazioni (per le quali garantiamo la totale riservatezza) di eventuali violazioni possono essere inviate a info@epolisbari.com.


EpolisBari