Page 1

Anno 2 - N. 180

Bimbi e sport: tutto ciò che c’è da sapere - otto pagine all’interno

€ 0,50 - Martedì 25 ottobre 2011

E l’Ue aspetta Braccio di ferro tra Bossi e Berlusconi sulla riforma delle pensioni. Il senatur lascia per primo la cena con il premier, Tremonti e Letta. In dubbio una riunione del Consiglio dei ministri per oggi. Silvio ora punta ad ottenere un accordo “politico” da portare al Consiglio Europeo di domani a Bruxelles. Tuttavia l’Unione aspetta misure concrete e garanzie di manovre strutturali. Il Capo dello Stato vigila, l’opposizione si ricompatta e chiede un nuovo governo per affrontare tutte le emergenze sul tappeto

Inangiray a pag. 3

confindustria

commissione orlando

Vendola: “Nessuno tocchi i soldi del Sud”

Malasanità: la Puglia è quarta

a pag. 7 opere pubbliche

Grandi lavori per il 2012 ecco l’elenco a pag. 12

a pag. 9 dalla giunta

Emiliano “espelle” Pasculli Colucci alle pagg. 12 e 13

procura & veleni

Domani tocca al legale di Tarantini a pag. 7 dimenticato il bando

Biblioteca ko il Comune è smemorato a pag. 11

tardiva precisazione

Il testacoda Merkel e Sarkò: “Sull’Italia nessuna ironia” Perna a pag. 2 torino

Marchionne infuriato: “Non sono anti-italiano” Angotti a pag. 6 la salma da sepang

Simoncelli oggi torna a casa l’Italia piange Bologna a pag. 18


POLITICA

2

DURA REPLICA

Martedì 25 ottobre 2011

Napolitano ha firmato il decreto Visco governatore di Bankitalia Ignazio Visco incassa i via libera da Consiglio Superiore e Cdm e, dopo la firma del decreto di nomina del Presidente della Repubblica, diviene il nuovo governatore della Banca d’Italia. Si pone così termine, come afferma il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a una “vicenda travagliata” con una nomina che “rafforza e salvaguarda” il prestigio di una istituzione di “fondamentale importanza storica e attuale”.

DOPO LE “RISATINE” DEL FRANCESE E DELLA TEDESCA

Silvio a Sarkò e Merkel: “Nessuno mi dia lezioni” MARINA PERNA

“N

essuno nell’Ue è in grado di dare lezioni ai partner, nessuno può autonominarsi commissario e parlare a nome di governi eletti e di popoli europei”. Silvio Berlusconi non ci sta. E all’indomani del difficile vertice di Bruxelles segnato dall’ultimatum Ue su crescita e conti e dal siparietto di risatine e sguardi tra Nicolas Sarkozy e Angela Merkel, va al contrattacco. “Nessuno ha da temere dalla terza economia Ue e da questo straordinario Paese fondatore” dell’Unione, dice non senza sfilarsi qualche sassolino dalle scarpe quando punta il dito contro la “crisi del sistema bancario, in particolare franco-tedesco”. Una risposta - quella arrivata ieri sera da Palazzo Chigi - al pressing di domenica dei vertici europei. Ma soprattutto a Francia e Germania. Non solo per quelle immagini - che hanno fatto il giro del mondo - dei “sorrisetti” SarkozyMerkel alla domanda se il premier avesse rassicurato i leader sulla situazione italiana. Ma soprattutto per quel clima di “accerchiamento” alimentato dai timori che l’Italia possa essere un Paese a rischio, per l’Europa e per il mondo. “Non lo è”, è tornato a tuonare domenica sera Berlusconi lasciando il vertice Ue. Ma di certo la tensione c’è e resta altissima. Soprattutto con la Francia di Nicolas Sarkozy, che non ha digerito la vicenda Bini Smaghi e che ancora reclama le dimissioni del banchiere fiorentino dal board della Bce. E che ieri ha lanciato un nuovo controverso allarme. Mentre Berlino provava a sfilarsi dalla vicenda - “l’Italia è uno dei nostri partner più stretti”, precisava la cancelleria parlando di “equivoco” da parte italiana nel commentare il siparietto di domenica - fonti francesi hanno fatto filtrare alla stampa (Le Monde e Afp) l’indiscrezione che l’Italia sarebbe tra i Paesi per i quali sarà attivato il fondo salva-stati. Indiscrezione che ha costretto Bruxelles a scendere in campo per smentire: “Non c’è nessuno sviluppo che riguarda l’Italia e il fondo salva-Stati Efsf”, si è affrettato a dichiarare il portavoce del commis-

sario Ue agli Affari economici. Quella andata in scena ieri, d’altra parte, è stata solo l’ultima puntata del difficile momento tra Parigi e Roma, con il ministro degli Esteri Franco Frattini che ha stigmatizzato il comportamento di Sarkozy affermando come sia “inopportuno ridicolizzare il nostro Paese”: “Ha evidentemente un’aspirazione forte di un componente francese del board della Bce e avrebbe forse desiderato Bini-Smaghi rimosso d’autorità. Lui sa che questo non è possibile e quindi cercare gesti ed espressioni ridicolizzanti non è opportuno”, ha fatto notare il capo della diplomazia italiana. Berlino, invece, ha cercato di abbassare i toni. La cancelleria, sul “siparietto” Sarkozy-Merkel, ha parlato di fraintendimento, di “un equivoco”: si sono solo “scambiati un sorriso sull’incertezza generata da chi dovesse rispondere prima alla domanda”, hanno commentato fonti governative. Che sono entrate poi nel merito, rimarcando la “grande fiducia nella conduzione italiana della crisi” dell’euro, ha sottolineato il portavoce del governo tedesco Seibert, aggiungendo che “Francia e Germania considerano l’Italia un Paese economicamente molto forte, un importante membro Ue e uno dei nostri partner più stretti”. La Germania tenta così di voltare pagina, forse anche per senso di responsabilità in vista del cruciale vertice di domani, dove l’Ue è chiamata a dare risposte “unite” e soprattutto credibili ai mercati su crisi dell’euro e Grecia. In serata si è “allineata pienamente” alle posizioni di Berlino anche la Francia: le allusioni circa il sorriso scambiato a Bruxelles tra Merkel e Sarkozy riguardo l’Italia e il premier Silvio Berlusconi sono frutto di “malintesi”, hanno riferito fonti d’Oltralpe. “Stiamo facendo qualche timido passo avanti per un governo dell’area euro, ma resta ancora molto da fare. La Germania di Angela Merkel è consapevole di questo, e il suo lavoro si avvarrà della nostra leale collaborazione”, ha promesso intanto da Roma Berlusconi che, con il fantasma di una crisi di governo, ieri sera ha riunito l’esecutivo per accelerare sul fronte dello sviluppo e delle riforme e ripresentarsi domani a Bruxelles con i compiti fatti.

DAL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA APPELLO ANCHE ALL’OPPOSIZIONE

Il Colle allarmato pressa il premier Le critiche all’Italia al Vertice Europeo e l’ultimatum di 48 ore per presentare un pacchetto di misure strutturali per lo sviluppo al governo Berlusconi hanno allarmato Giorgio Napolitano, che ha ricevuto il premier al Quirinale per sapere dalla sua viva voce come intenda superare l’impasse e raccomandar-

gli di non sprecare l’appuntamento di mercoledì dando risposte concrete. Il capo dello Stato ha contattato anche l’opposizione per capire se almeno in questa fase cruciale sia possibile fare alcune scelte largamente condivise che apparirebbero più convincenti ai partner europei.

“Non ridevamo di voi” “Solo un equivoco, è stato scambiato un sorriso sull’incertezza generata da chi dovesse rispondere prima alla domanda”. Così replicano fonti governative tedesche alle polemiche italiane sulle risatine fra Nicolas Sarkozy e Angela Merkel. In serata anche la Francia ha detto di “allinearsi pienamente” alla versione della Germania


3

Martedì 25 ottobre 2011

politica

Dalla sinistra al Terzo Polo tutti convinti “L’esecutivo deve solo passare la mano” Dai sorrisini tra la Merkel e Sarkozy, sia pure “inaccettabili” si rafforza nell’opposizione la convinzione che il governo deve “passare la mano” e che solo una nuova fase politica può far recuperare la credibilità persa in Europa. Il vicesegretario Pd Enrico Letta è salito al Colle per spiegare che così non si può andare avanti e anche il Terzo Polo in serata ha chiuso gli spazi di confronto perché, dice Casini, ormai è solo tempo di un nuovo “governo forte”.

ultimatum ue

non c’è accordo in cdm fra berlusconi e bossi

è stallo sulle pensioni

Al Consiglio europeo a mani vuote? yasmin inangiray

S

ilvio Berlusconi aveva lasciato Bruxelles con l’obiettivo numero uno di convincere Umberto Bossi a dare il suo assenso alla riforma delle pensioni. Ma, dopo una lunga giornata di trattative, l’accordo tra il premier ed il Senatur sembra ancora in alto mare. Dopo una riunione tesa, a cui ha preso parte anche Giulio Tremonti, ed un Consiglio dei ministri che si è chiuso con una fumata nera, il premier tenta nel corso della serata di convincere il leader del Carroccio a ritornare sui suoi passi. Al momento, si racconta in ambienti della maggioranza, è però stallo tra i due con il leader dei lumbard che appare irremovibile: La riforma, sarebbe il ragionamento, non avrà i voti della Lega. Una presa di posizione che preoccupa molti nell’esecutivo e che fa tornare alla mente lo spettro del 94, quando il governo cadde proprio per lo “strappo” del Carroccio. A questo punto l’obiettivo minimo del premier è quello di arrivare a raggiungere con l’alleato leghista almeno un “accordo politico” da portare domani al Consiglio europeo per poi entrare in un secondo momento nei dettagli della riforma. Un accordo che si sta tentando di raggiungere lavorando su misure soft in merito all’innalzamento graduale dell’età pen-

Silvio Berlusconi e Umberto Bossi: nessun accordo sulle pensioni fra il premier e il leader della Lega Nord

sionabile. Un modo per ottenere il via libera del Senatur e poter quindi preparare una scaletta quanto più possibile completa delle misure che il governo intende attuare. Quella di Berlusconi è una corsa contro il tempo in vista di domani. Certamente il premier è intenzionato a fronteggiare nel miglior modo possibile le prese di posizione di Angela Merkel e Nicolas Sarkozy. Intanto mette i paletti con un dura nota in cui mette in chiaro che “nessuno in Europa può dare lezione agli altri partner”. Il compito difficile però sarà superare lo scetticismo dell’Ue

se, come appare, il pacchetto di misure non conterrà nulla di messo “nero su bianco”. La giornata per il presidente del Consiglio è intensa sin dalla mattina quando a palazzo Grazioli arriva il ministro dell’Economia Giulio Tremonti. Un faccia a faccia prima dell’incontro con il capo dello Stato. A preoccupare però sono le dichiarazioni di guerra che arrivano dai Lumbard. Umberto Bossi riunisce lo stato maggiore del partito a via Bellerio prima di partire per Roma. E sceglie di restare ufficialmente in silenzio sulla vicenda. A prendere posizione però sono diversi parlamentari leghisti, tutti con-

il ministero smentisce: le notizie sono del tutto infondate

Giallo 12 condoni nella bozza Sviluppo Dodici condoni. Se gli annunci avevano in qualche modo preparato all’arrivo di un concordato per le liti fiscali pendenti, le norme studiate abbracciano nel perdono invece una gamma molto più ampia di evasori. Si va da chi negli anni passati non ha per niente presentato la dichiarazione fino alla regolarizzazione

del canone Rai non pagato. Il ministero dello Sviluppo economico però si è affrettato a smentire: “Nelle anticipazioni vi sono norme non contenute nel provvedimento di sviluppo. In particolare, notizie riguardanti l’esistenza nel testo di dodici condoni o di sanatorie sono del tutto infondate”.

trari a qualsiasi ritocco del sistema previdenziale. A far discutere però sono le parole di Rosy Mauro vice presidente del Senato e tra i componenti del cosiddetto “cerchio magico” che non esita a minacciare un sindacato leghista pronto a “scendere in piazza” nel caso il governo dovesse innalzare l’età pensionabile. Una dichiarazione che scatena un fiume di polemiche oltre che dividere la maggioranza con il Pdl che va all’attacco: “Sarebbe contro l’Italia”, accusa il ministro degli Esteri Franco Frattini che invita i Lumbard a collaborare con il presidente del Consiglio.


4

MartedĂŹ 25 ottobre 2011


5

Martedì 25 ottobre 2011

attualità

Bimbo annegato la mamma ai domiciliari Trasferita agli arresti domiciliari in una struttura sanitaria Laura Pettenello, 45 anni, arrestata venerdì perché accusata di avere annegato il 9 agosto il figlio di 16 mesi Federico nel mare davanti alla spiaggia della Feniglia, ad Orbetello (Grosseto). La decisione di variare la misura cautelare è stata presa dal gip di Grosseto dopo l’interrogatorio di garanzia al quale la donna è stata sottoposta. “Ha risposto ad alcune domande”, ha detto il Gip Marco Mezzaluna.

previsioni

nelle prossime ore anche un forte temporale sulla capitale

Maltempo: è “allerta meteo” Oggi e domani rischio nubifragi

A

llerta maltempo in tutta Italia. L’effetto combinato delle due perturbazioni, provenienti dalla Francia e dal Nord Africa, che stanno colpendo il nostro Paese produrrà i suoi effetti più forti, secondo gli esperti, oggi e domani. è in particolare rischio nubifragi e dissesti per oggi sul levante ligure, mentre domani, spiega Daniele Cat Berro della Società Meteorologica Italiana, “violenti temporali potrebbero verificarsi su Lazio, Toscana e Campania”. L’allerta meteo è stato emesso anche dalla Protezione Civile, che prevede piogge e temporali prima sulla Toscana, poi sulle regioni del Nord e successivamente sul resto del nostro Paese. Allerta anche per la Capitale: “Un nubifragio a Roma - afferma Antonio Sanò de ilmeteo.it - è atteso per mercoledì”. E per quel giorno il Campidoglio ha allertato le strutture competenti “per mitigare gli effetti di eventuali precipitazioni”. Oggi, in realtà, secondo il meteorologo Mario Giuliacci, è prevista pioggia “su tutto il Nord, in Toscana, Umbria, dalla sera nel Lazio, in Sardegna, Calabria e Sicilia”. Si prevede neve sulle alpi centro-occidentali, oltre i 1000 metri e forti venti di scirocco su tutti i mari. “Si salvano - precisa - solo le Regioni del mediobasso adriatico, dove martedì ci saranno solo nuvole”. Domani sono invece previste piogge anche sulle regioni adriatiche, mentre giovedì il tempo migliorerà al centro-nord e rimarranno solo piogge al sud. A causare questa ondata di maltempo sono le due perturbazioni che stanno colpendo l’Italia: la prima, la più intensa, proviene dalla Francia e sta producendo i suoi effetti soprattutto sull’Italia

centro-occidentale; la seconda, proveniente dal Nord Africa, porterà al massimo piogge sulla Sicilia e Calabria. “Le temperature, al momento sotto la media - precisa Giuliacci - tenderanno paradossalmente a risalire, per effetto dei venti di scirocco, riportandosi ovunque nella media stagionale”. Ieri, intanto, ha spiegato ancora il meteorologo, si è registrata “pioggia debole su Piemonte e Lombardia, e anche su Sardegna e nel Lazio. Il tempo è per lo più nuvoloso ovunque”. Cat Berro ricorda che non è possibile fare previsioni più puntuali “perché i fenomeni temporaleschi possono essere localizzati. Certamente tutto il versante tirrenico è più esposto alla perturbazioni. Chi, nelle regioni che saranno più colpite dal maltempo, vive in una zona vicino a torrenti o a rischio frane, si deve tenere pronto per eventuali disagi”. Secondo Sergio Brivio di 3bmeteo.com, in riferimento alla situazione meteo nella Capitale, è “possibile un forte temporale, seppure non con le conseguenze devastanti di quello della scorsa settimana, anche a Roma nelle prime ore di mercoledì”. Intanto è pre-allerta in Campidoglio, che è in costante contatto con la Regione Lazio e il Dipartimento nazionale della Protezione Civile. “Le condizioni del tempo sono destinate a peggiorare - si legge in una nota del Campidoglio - nella prima mattinata di mercoledì quando si prevede ‘cielo molto nuvoloso o coperto con diffuse e frequenti precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, capaci di dar luogo a ripetuti scrosci di forte intensita’; tendenza a rapido miglioramento dalla serata”.

sarah / la zia accusata di omicidio si è difesa davanti al gup

Cosima: “Ma io dormivo” Poco meno di 30 minuti per ribadire la propria innocenza e continuare a sostenere, così come ha fatto sin dalla scoperta della tragedia, che al momento del delitto lei era a letto in casa e dormiva: è stata la figura di Cosima Serrano, moglie di Michele Misseri, a calamitare ieri l’attenzione dinanzi al gup del tribunale di Taranto Pompeo Carriere nell’udienza a porte chiuse per l’omicidio della nipote Sarah Scazzi. Cosima ha difeso non solo se stessa, ma anche in un certo senso la figlia minore Sabrina (le due donne sono accusate del delitto) quando ha ricostruito cosa è accaduto in casa Misseri il pomeriggio del 26 agosto 2010. La donna ha detto di essere tornata dal lavoro alle 13.30-13.40, di aver mangiato qualcosa e di essere andata a letto dove c’era già la figlia. Nel dormiveglia avrebbe udito la figlia alzarsi, il rumore della porta di casa che si chiudeva quando Sabrina è uscita, poi la stessa Sabrina chiedere al

padre se avesse visto Sarah. Infine di essersi svegliata solo quando Sabrina l’ha chiamata per dirle che Sarah non si trovava, e di aver consigliato alla figlia di recarsi dai carabinieri. “L’attendibilità dei testimoni dell’accusa si mette in discussione da sola” ha sottolineato nella sua arringa uno dei difensori di Cosima, l’avv. Franco De Jaco. “Questi testimoni - ha aggiunto - hanno rilasciato decine di interviste, hanno partecipato al bailamme indegno che c’è stato all’uscita dalla caserma e all’arresto della signora Serrano gridando e applaudendo, e già questo mina la loro credibilità. Non dimentichiamo che molti di questi soggetti hanno ricevuto compensi ogni volta che andavano in televisione”. Un omicidio “domestico” l’ha definito invece l’avv. Nicodemo Gentile, uno dei legali di parte civile per la famiglia Scazzi, dove la famiglia “è il grembo del crimine”.

le altre news Turchia: tra le macerie di Van dolore e speranza dopo il terremoto Dolore e speranza a Van, colpita da un terribile terremoto che ha distrutto l’est della Turchia. Dolore per le 279 vittime del primo bilancio ufficiale, destinato purtroppo ad aumentare; speranza per le vite salvate e ancora da salvare.

Gheddafi scrisse a Berlusconi per far stoppare i bombardamenti Ha inviato un ultimo e disperato appello al suo “amico” Silvio Berlusconi, il colonnello libico Gheddafi, che in una lettera del 5 agosto scorso chiedeva al premier italiano di fermare i bombardamenti della Nato sul suo Paese.

Elezioni Tunisia: Ennahdha verso una netta vittoria Tutto secondo previsioni, o quasi. Lo scrutinio dei voti per l’elezione dell’Assemblea costituente tunisina sta delineando un’affermazione del movimento islamico Ennahdha (in foto il leader Ghannouchi), in linea con quanto previsto alla vigilia.


6

Martedì 25 ottobre 2011

economia

CAMBI

fiat

Valore

1,392

Dollaro USA 1,392 Sterlina 0,8708 1,2264 Franco Svizzero Yen 105,888 Corona Danese 7,4458 Corona Svedese 9,114 Corona Norvegese 7,6982 Corona Ceca 24,8611

l’amministratore delegato: “viviamo la Tirannia della minoranza”

Marchionne non ci sta: “Non sono anti-italiano” amalia angotti

A

0,7184

1 Euro

Sergio Marchionne non va proprio giù essere definito “anti-italiano”, anzi lo trova “assurdo” e, alla richiesta Consob di chiarimenti sul piano Fabbrica Italia, replica: “siamo sempre stati della massima trasparenza con i mercati, le istituzioni e le parti sociali”. Poi ribadisce che “é impossibile precisare gli investimenti sito per sito” e che l’obiettivo è “mantenere, nei limiti del possibile, i posti di lavoro in Italia”. E’ lunghissimo (34 pagine) l’intervento dell’amministratore delegato Fiat al convegno ‘Make it in Italy’, organizzato dall’Unione Industriale di Torino. Arriva già alle 9,30 e rimane in platea quasi tutta la mattina ad ascoltare. Prende la parola, come previsto, soltanto nel pomeriggio ed è anche l’occasione per il disgelo con Emma Marcegaglia, suggellato da un abbraccio caloroso. “Le accuse di anti-italianità che ho spesso sentito - afferma Marchionne - sono semplicemente assurde.

Anti-italiano é chi abbandona il Paese, chi decide di non investire. Anti-italiano è chi perde tempo a discutere e rinviare i problemi, chi non si assume la responsabilità di cambiare le cose, di guardare avanti e di agire. E ancora anti-italiano è chi adotta comportamenti illegittimi, chi non rispetta le regole, chi lede i diritti dei cittadini e delle imprese”. Poi fa un nuovo, duro attacco alla Fiom che manifesta davanti alla sede degli industriali e torna a chiedere il contratto nazionale: “La cosa veramente offensiva è che stiamo vivendo un periodo di tirannia della minoranza. Ha una posizione preconcetta, anacronistica, alimentata da un antagonismo a priori e più preoccupata di tutelare il proprio potere che gli interessi collettivi. E’ sempre stata molto più politica che sindacale”. L’amministratore delegato del Lingotto ricorda che Fiat venderà con Chrysler quest’anno 4,2 milioni di vetture, diventando il quinto produttore al mondo, mentre nel 2014 il numero è destinato a salire a 5,9 milioni. “La nostra alleanza é una base solida - sottolinea - per creare il mosaico della futura

Un momento della manifestazione davanti alla sede degli industriali Torino

azienda. L’Italia può essere un pezzo fondamentale di questo mosaico”. E anticipa che nel 2011 Fiat e Industrial supereranno insieme il risultato operativo record conseguito dal gruppo, allora ancora entità unica, nel 2008. Marchionne darà chiarimenti alla Consob il 27, giovedì, giorno in cui sono convocati i cda, ma “Fabbrica Italia - spiega - non era altro che una dichiarazione d’intenti, a dimostrazione dell’impegno verso il Paese. Sfortunatamente continua ad essere intenzionalmente mal compresa”. “Come ogni concorrente - sottolinea il manager italo-canadese - Fiat riesamina continuamente i propri piani di prodotto e finanziari e ha la necessità di poterli adeguare alle condizioni del mercato, al comportamento degli altri costruttori e ai più vari fattori che possono incidere sul loro successo. E’ quindi impossibile precisare sin d’ora i dettagli degli investimenti, sito per sito, che avverranno tra adesso e il 2014. Non è qualcosa che viene fatto dai nostri concorrenti e non può essere richiesto a Fiat in modo ossessivo per ogni sito industriale”.

l’incontro / scambio di complimenti tra i numeri uno di confindustria e fiat

Emma e Sergio, pace con abbraccio

Dopo lo strappo di Fiat e l’annuncio dell’uscita da Confindustria, tra Emma Marcegaglia e Sergio Marchionne è stato il primo incontro e lo suggella un abbraccio caloroso, immortalato dagli scatti dei fotografi e dalle telecamere, all’Unione Industriale di Torino. “Non abbiamo mai litigato, il nostro rapporto è ottimo”, precisa subito la leader degli imprenditori, mentre l’amministratore delegato del Lingotto, nel lungo intervento, spiega la decisione di lasciare dal primo gennaio 2012 Confindustria: “Abbiamo fatto e stiamo facendo tutto ciò che é necessario per diventare più efficienti e per liberarci da vincoli che in un’economia di mercato non sono che inutili freni. In questa chiave è la nostra decisione di

uscire da Confindustria. Non voglio entrare nel merito della discussione che si è aperta, è una scelta che abbiamo valutato con grande serietà e che non ha nulla a che vedere con ragioni politiche”. La lettera di Marchionne risale al 30 settembre, quasi un mese fa e il convegno ‘Make it in Italy’, organizzato dagli imprenditori torinesi è l’occasione per dimostrare che non ci sono tensioni e che gli obiettivi restano comuni. Marcegaglia ribadisce il suo apprezzamento all’operato del manager Fiat: “Trovo molto chiaro e serio il percorso fatto da Sergio Marchionne: era un’azienda sull’orlo della morte, ha affrontato poi lo tsunami successivo e si è alleata con Chrysler. Il suo impegno è totale”.

una seduta in bilico

Borse fiacche ma in rialzo Seduta positiva, ma dopo più di un tentennamento, per le borse europee. Con la Ue ancora in cerca di una via d’uscita alla crisi del debito dell’eurozona, i listini, incerti per buona parte della giornata, alla fine sono stati trascinati al rialzo dalla corsa delle materie prime (+5,6% l’indice Dj stoxx settoriale). Le borse hanno mostrato quanto meno di apprezzare l’urgenza con la quale Bruxelles si sta muovendo, in particolare su Grecia e Italia, per trovare una soluzione alla crisi. Entro mercoledì, quando è convocato un nuovo vertice, é stato chiesto a Roma di intervenire su crescita e debito mentre per Atene si sta pensando a un taglio massiccio, nell’ordine del 40%, del valore dei titoli di stato nei portafogli degli investitori privati. Un’ipotesi, quest’ultima, che ha fatto tremare il listino ellenico (-4,5%) con crolli a due cifre delle banche del Paese.


7

Martedì 25 ottobre 2011

Sono 98 le professionalità che la Giunta regionale ha autorizzato nel corso della seduta di ieri, in merito alla pianta organica di Pugliapromozione. “140 - spiega un nota - le unità di dotazione iniziale. In ruolo però ci sono 68 persone. La nuova dotazione organica fissata dall’atto di organizzazione è di 98 persone: nel triennio 2011-13 saranno da coprire 3 posti da dirigente, sei di categoria D e tre di cat. C”. Intanto oggi torna a riunirsi il Consiglio regionale. Tra i punti all’ordine del giorno, la semplificazione della formazione e il riammodernamento della Sud-est.

regione & provincia

Pugliapromozione organico fissato a 98 unità il via libera della Giunta regionale

procura & veleni / domani l’audizione del legale di Tarantini, Quaranta

Agli ispettori le “carte” di Napoli? Sarà ascoltato domani dagli ispettori inviati nella procura di Bari dal Guardasilli il difensore barese di Gianpaolo Tarantini, Nicola Quaranta. Lo si apprende in ambienti giudiziari. Questa audizione lascia ipotizzare che gli accertamenti ispettivi non siano limitati solo alle accuse che l’ex pm di Bari Giuseppe Scelsi rivolge al procuratore,

Antonio Laudati, di aver volutamente ritardato le indagini sulle escort che Tarantini ha portato nelle residenze del premier Berlusconi. Il contenuto del mandato ispettivo, sul quale continua il massimo riserbo, riguarderebbe quindi anche gli atti contenuti nell’inchiesta istruita a Napoli (e poi trasmessa in parte a Roma e in

assemblea confindustria

parte a Bari) sugli oltre 500mila euro che il premier ha versato a Tarantini tramite Valter Lavitola, tuttora latitante. Non è escluso che gli ispettori chiedano al legale degli incontri avuti con Laudati e del contenuto delle loro conversazioni, delle quali Tarantini parla con Lavitola al telefono. Nella foto l’avv. Nicola Quaranta

per vinci siamo indietro ma ci sono segnali positivi

“Il Sud non è il salvadanaio”

Vendola agli industriali: Tremonti non tocchi i Fas dario bissanti

“L

a pazienza e la generosità non sono illimitate”. Il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola ha lanciato un avvertimento al Governo a margine dell’assemblea programmatica di Confindustria Bari-Bat, che si è svolta ieri nella sede provinciale dell’associazione industriali. “Vorremmo evitare - ha detto - che qualcuno nell’attuale Governo nazionale immagini che i fondi nei salvadanai della finanza aggiuntiva per il Sud possano essere stornati per far altro”. Il governatore teme che possano essere vanificati i fruttuosi sforzi di collaborazione con il ministro per gli Affari regionali, che hanno portato per esempio allo sblocco dei fondi FAS. “Gli accordi raggiunti con Fitto - ha detto - hanno dato buoni risultati e non possono essere messi in discussione da chi, come il ministro Tremonti, pensa di usare i salvadanai del Sud per rastrel-

La sede di Confindustria. Nel riquadro il presidente Vendola

lare risorse utili ad altre incombenze”. La stoccata di Vendola ha investito la compagine governativa nel suo complesso. “l’Italia - ha aggiunto - vive un momento drammatico e una situazione di incertezza e inconsistenza della proposta del Governo.” Critico anche il vicepresidente di Confindustria Vincenzo Boccia. “Il Sud - ha detto - risulta fortemente penalizzato in termini di tagli dei fondi FAS e vi è una disattenzione rilevante verso questi temi. Aspettiamo questa settimana il decreto per lo sviluppo: le nostre idee le abbiamo esposte; aspettiamo che ci si muova nella direzione giusta”. Dell’attuale congiuntura economica e delle sue implicazioni per il Mezzogiorno ha parlato il presidente di Confindustria Bari-Bat Michele Vinci. “I principali indicatori - ha spiegato - dicono che stiamo sotto i livelli del Nord, ma vedo che alcune aziende stanno crescendo. Dobbiamo internazionalizzare e puntare su prodotti di alta qualità, innovando e creando aggregazione in rete”.

il congresso / da domani a sabato appuntamento medico di altissimo livello

A Bari la senologia da tutto il mondo

Il prof. Vincenzo Lattanzio

Si chiama “Leading innovations in breast care” ed è il congresso di studi internazionale che prenderà il via domani, allo Sheraton, per concludersi sabato e che “già nel titolo - precisa il senologo barese Vincenzo Lattanzio - denuncia la propria mission, quella parola care che non vuol dire cura ma attenzione a ed è molto diverso. Parleremo di ricerca e innovazione in tutto quello che riguarda il seno, soprattutto per quanto riguarda la diagnostica, con un approccio multidisciplinare”. Nel dettaglio, il congresso sarà diviso in due parti. La prima che durerà dall’inizio fino al primo pomeriggio di venerdì 28 e sarà

riservata a 100 radiologi che avranno la possibilità di ascoltare le lezioni del prof. Laszlo Tabar e di fare simulazioni con casi reali. Terminata questa parte del convegno, si passerà, dal primo pomeriggio del 28 fino alla fine dei lavori, il giorno successivo, al congresso vero e proprio che Lattanzio terrà insieme al prof. Riccardo Masetti. Infine una nota di orgoglio alla vigilia dell’avvio dei lavori: “Abbiamo avuto l’onore del conferimento della medaglia d’oro della Presidenza della Repubblica a questa nostra iniziativa - conclude Lattanzio - questo è un segno tangibile del riconoscimento del nostro impegno”.


8

MartedĂŹ 25 ottobre 2011


9

Martedì 25 ottobre 2011

Di segnalazioni di casi di malasanità ed errori ce ne sono tante, ma quelle che poi arrivano in giudizio e si concludono con un effettivo riconoscimento dell’errore del medico sono molto meno, circa un terzo. Lo ha dichiarato è Caterina Apostoliti, magistrato della V sezione civile del tribunale di Milano, che spesso si trova a decidere le cause per la responsabilità medica. In due casi su tre non c’è alcun fondamento scientifico nella denuncia.

Commissione orlando

regione & provincia

L’errore medico una volta su tre Nelle altre non c’è fondamento scientifico

Il personale stesso è vittima di anomalie, ma non denuncia

Malasanità: Puglia quarta Silenzio sulle disfunzioni

N

on c’é un giorno degli ultimi due anni e mezzo che non conti un caso di malasanità: non è un modo di dire ma quanto raccontano le ultime cifre della commissione d’inchiesta sugli Errori sanitari presieduta da Leoluca Orlando. In due anni e mezzo di attività, cioé 29 mesi, sono stati 470 i casi di malasanità segnalati, di cui 329 conclusisi con la morte del paziente. Vale a dire quasi due casi tra errori e altre criticità al giorno, e 2,6 morti ogni giorno. Un bilancio in nero, dove a primeggiare sono tre regioni, Calabria, Sicilia e Lazio, che insieme totalizzano oltre la metà dei casi. Complessivamente da fine aprile 2009 al 30 settembre 2011 i presunti errori sanitari sono stati 326 (di cui 223 terminati con il decesso del paziente) e 144 le altre criticità (di cui 106 con morti). Più della metà, cioé 239, spettano a Lazio (51 casi e 35 morti), Calabria (97 e 78) e Sicilia (91 e 66), la cui media complessiva è di 3,6 casi al giorno.

Seguono Puglia (32 e 21) e Campania (31 e 25). Non mancano però esempi positivi. Come la Sardegna, per cui non è stato segnalato alcun errore sanitario, il Molise con un solo caso, e il Trentino Alto Adige, sempre un caso ma conclusosi con la morte del paziente. Se a queste cifre si aggiungono anche le altre criticità arrivate all’esame della commissione, la maglia per la regione più virtuosa spetta allora al Trentino con un solo caso, seguito da Sardegna e Molise (2), Friuli Venezia Giulia, Basilicata e Marche (3) e Umbria (4). Le cosiddette regioni virtuose si collocano circa a metà della classifica, con la Toscana a 29 casi di malasanità (18 de-

cessi), Lombardia a 28 (11 morti), Emilia Romagna 24 (16 morti) e Veneto 23 (13 morti). Secondo Orlando il bilancio che si può tracciare di questi 2,5 anni di attività della commissione è “molto positivo”. Merito dell’organo parlamentare, distintosi “per autonomia d’azione e da condizionamenti partitici”, è l’aver fatto nascere e crescere “la consapevolezza che la tutela della salute è un diritto per i cittadini e un dovere per gli operatori sanitari, da noi invitati a rivendicare l’esigenza di essere posti nelle condizioni di operare sempre meglio”. Troppo spesso casi di malpractices “potrebbero essere evitati - rileva Orlando - se gli operatori denunciassero spontanea-

mente anomalie e disfunzioni. E’ indispensabile superare il clima di preoccupazioni e paure tra i professionisti della sanità ed evitare esempi controproducenti di difesa corporativa, per un corretto funzionamento del sistema”. Per il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, pur apprezzando il lavoro della Commissione, bisognerebbe “istituire un Osservatorio nazionale che diventi fonte unica e riconosciuta da tutti su un tema così importante”. Sulla scorta dei dati diffusi dalla Commissione Orlando, Ignazio Marino, presidente della commissione d’inchiesta del Senato sul Ssn, ha annunciato l’arrivo di un emendamento al ddl di riforma Fazio, in discussione a Palazzo Madama, che contempli rischio clinico e permetta agli operatori sanitari di poter tenere i cosiddetti ‘meeting confessionali’ per discutere internamente di errori e rischi separatamente da eventuali azioni della magistratura.


10

Martedì 25 ottobre 2011

Tra Provincia e Confindustria Bari e Bat un tavolo antiburocrazia in materia ambientale

bari

Questa mattina, alle 11, in Provincia, sarà avviato un tavolo di lavoro congiunto tra con Confindustria Bari e Bat, finalizzato alla semplificazione burocratica e all’accelerazione degli adempimenti normativi in campo ambientale. Parteciperanno il presidente della Provincia Francesco Schittulli (nella foto), quello di Confindustria Michele Vinci, l’assessore provinciale alla Tutela dell’ambiente, Giovanni Barchetti e quello alle Attività produttive, Onofrio Resta.

immigrazione

quattro ore di inseguimento al largo dellA costa fra bari e molfetta

Tra i clandestini 13 scafisti

Per 77 deciso il rimpatrio. Protesta di Vendola news

dario bissanti

M

anovre spericolate, tentativi di speronamento, un abbordaggio rischioso: è durato più di 4 ore l’inseguimento della Guardia di Finanza, a 6 miglia al largo di Molfetta dove i militari hanno bloccato un peschereccio con a bordo 151 migranti provenienti dall’Egitto. Le fiamme gialle hanno arrestato 13 scafisti, che si erano nascosti tra gli occupanti del peschereccio, tutti maschi, stipati fino all’inverosimile. All’interno dell’imbarcazione lunga 25 metri c’erano anche 61 minorenni. L’avvistamento è avvenuto l’altro pomeriggio, intorno alle 17: un Guardacoste del Reparto Operativo Aeronavale ha subito intimato l’alt al peschereccio, che invece ha tentato di fuggire, cercando di speronare il mezzo della Guardia di Finanza. A gettarsi all’inseguimento degli scafisti, anche una vedetta veloce, un Guardacoste del Gruppo Aeronavale di Taranto e due vedette della Capitaneria di Porto di Bari. Verso le 21, la vedetta della Guardia di Finanza, effettuando delle manovre pericolose (esplodendo alcune colpi di mitraglietta

Ferito un albanese

Agguato a Cassano Un cittadino albanese di 33 anni è rimasto ferito in un agguato compiuto poco prima di mezzanotte in via Vittorio Emanuele III a Cassano. Contro l’uomo sono stati sparati tre colpi di pistola, uno dei quali gli ha perforato un polmone. L’albanese è ora ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti. Sull’episodio indagano i carabinieri.

Il peschereccio dopo l’abbordaggio da parte dei militari della Finanza. 13 scafisti sono finiti in carcere; tre egiziani al Policlinico

a scopo intimidatorio), è infine riuscita ad abbordare la poppa del peschereccio. Due militari si sono lanciati letteralmente sui divergenti del peschereccio, nonostante gli scafisti cercassero di impedirlo a tutti i cost. Una volta a bordo, le fiamme gialle hanno preso possesso dell’imbarcazione, facendo rotta nel porto di Bari per procedere all’identificazione dei migranti, sistemati provvisoriamente al primo piano del terminal traghetti. Le operazioni si sono protratte

fino a ieri notte, visto che nessuno degli sbarcati aveva con sé dei documenti. I controlli, effettuati dai finanzieri del Comando provinciale di Bari e dagli agenti della Squadra Mobile del capoluogo, hanno portato al fermo di 14 persone: 13, invece, gli arresti convalidati in seguito, tutti egiziani di età compresa tra i 20 e i 30 anni, che sono stati accompagnati in carcere. Gli altri 138 migranti - esclusi i 61 minori - saranno rimpatriati. In tre sono stati curati al Policlinico: 2 per un principio di assideramento, uno

per una frattura a un braccio. Il presidente della Regione Vendola ha protestato contro la decisione, denunciando come sia stato più volte negato l’accesso nel terminal all’assessore regionale Fratoianni, all’associazione Save the Children e all’Unhcr per informare i migranti della possibilità di chiedere asilo politico. “Un atteggiamento molto grave”, per il presidente. “Chiedo - ha detto - che non vengano effettuati rimpatri forzati, per di più in assenza di una corretta informativa legale”.

La denuncia del segretario del siulp, Carbone, al congresso provinciale

“In Questura situazione tragica” “I nostri luoghi di lavoro? Sporchi fino all’inverosimile”. è sempre più critica la situazione della Questura di Bari e degli altri uffici della Polizia in provincia secondo il segretario del Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia (SIULP) Bari, Innocente Carbone, intervenuto ieri al VII congresso provinciale dell’organizzazione, alla presenza del sottosegretario agli Interni Alfredo Mantovano. “La situazione - ha detto - è tragica, gli uffici vengono puliti solo per 2 ore a settimana, dopo la riduzione dei contratti operata dalla Prefettura”. I problemi non finiscono qui. “Abbiamo un’obiettiva difficoltà per gli organici - ha aggiunto - che sono sottodimensionati del 30%”. E come se non bastasse, un terzo del parco mac-

chine è fuori uso per guasti. “Non ci sono i fondi per ripararle - ha spiegato il segretario - e prevediamo che senza una normale manutenzione, il numero delle vetture indisponibili aumenterà”. Secondo il segretario nazionale SIULP Felice Romano i tagli del Governo su tutto il territorio sono stati impietosi. “In tre anni - ha detto - abbiamo perso 3,5 miliardi di euro: l’85% in meno sugli armamenti e il 55% sui servizi di ordine pubblico. Non abbiamo neanche i soldi per la benzina, mentre continuano a circolare 675mila auto blu e si rifinanziano le operazioni strade sicure che impegnano inutilmente i militari. Forse il Governo pensa che la Polizia del futuro dovrà dotarsi di archi e frecce…”.

Innocente Carbone

Sequestrato un immobile

Prostituzione: 2 arresti I carabinieri hanno arrestato durante lo scorso fine settimana due persone per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Si tratta di un 55enne di Toritto, incensurato, e di una 35enne di Gioia del Colle, Giuliana Linzalone, con precedenti, accusata anche di induzione. Gli arresti, scattati al termine di due distinte operazioni hanno portato anche al sequestro di un immobile e alla denuncia in stato di libertà per il suo proprietario. arrestato barese

Furto sul Bari-Torino Un italiano di 30 anni residente in provincia di Bari, è stato arrestato per furto aggravato dalla polizia ferroviaria nella stazione di Ancona. Poche ore prima aveva rubato lo zaino ad un passeggero del treno Torino-Bari, che si era addormentato. Il furto è avvenuto all’altezza di Bologna, e la vittima ha descritto con una certa precisione il probabile ladro, che poco prima aveva notato aggirarsi fra le carrozze con un atteggiamento sospetto. Al momento del fermo S. N. aveva con sé lo zaino rubato.


11

Martedì 25 ottobre 2011

“Alleanza” Inpdap-Politecnico-Università per cinque master di alta formazione

Il caso

bari

Inpdap, Politecnico e Università “Aldo Moro” lanciano iniziative in comune per l’alta formazione, L’Istituto finanzierà con 290mila euro per un totale di 65 borse di studio la formazione post universitaria di cinque master (2 del Politecnico, 3 dell’Università) per l’anno accademico 2011-2012. I master sono: Energia, territorio e ambiente; Miglioramento e innovazione continui dei processi, prodotti e servizi; Gestione del lavoro e delle relazioni sindacali; Gestione del lavoro nelle pubbliche amministrazioni; Amministrazione e gestione del lavoro.

è appassito il fiore all’occhiello di carrassi. e sulle responsabilità...

Un’altra biblioteca KO Il Comune e la VI Circoscrizione a torte in faccia

I

l cortocircuito è amministrativo, la Circoscrizione chiama il Comune che rispedisce al mittente e nel mezzo restano un biblioteca tra le più fornite della città, ora chiusa al pubblico, e lo spauracchio del 30 aprile, data in cui le migliaia di volumi dovranno anche essere spostati. è lo strano caso della biblioteca della VI Circoscrizione che, dopo il trasferimento degli uffici di quest’ultima a Mungivacca, è comunque rimasta, insieme al Centro famiglie, in un’ala della Chiesa russa. Da dove, però, dovrà andare via definitivamente entro sei mesi, termine ultimo fissato dal Patriarcato che, da qualche anno, è rientrato in possesso dell’edificio religioso. La biblioteca è chiusa dal 30 giugno, da quando, cioé, è scaduto l’appalto concesso alla Cedam, una onlus che si occupa di cultura. L’affidamento, concesso durante il primo mandato di Leonardo Scorza come presidente, è stato prorogato per due volte. “Oltre non si può - spiega Scorza - e dunque siamo stati costretti a chiudere tutto, nell’attesa

Dall’alto la sede della circoscrizione nella Chiesa russa; Vito Leccese; la nuova sede a Mungivacca; il presidente Scorza con Vendola ospite della biblioteca

che arrivassero i soldi per la nuova gara”. Che, nel frattempo, sono anche arrivati e non sono neppure pochi: “Circa 25mila euro” precisa il presidente. Dunque la situazione è questa: i soldi ci sono, ma mancano la nuova sede e il nuovo gestore. “Mica possiamo fare la gara per la gestione senza sapere dove sarà la sede” alza le mani il direttore generale del Comune Vito Leccese, “stiamo cercando” risponde Scorza. Fatto sta che, per adesso, è tutto fermo, “anche perché non possiamo tenere aperto senza che ci sia un gestore” spiegano in Circoscrizione. Così Bari ha perso un altro punto di riferimento culturale, non solo per la Circoscrizione, ma per l’intera città. Con la spada di Damocle del 30 aprile, data in cui, con o senza sede, occorrerà andare via. “Ho pensato ad una soluzione: i volumi e i materiali saranno appoggiato in alcuni locali della scuola Santomauro - precisa Scorza - poi si vedrà”. Già, si vedrà. (a.col.)

Consegnate dal ministro Fitto le onorificenze al merito della Repubblica

“Ecco 52 esempi per tutti noi” Un riconoscimento “all’esempio di una vita realizzata con dedizione e impegno”. Il ministro per gli Affari regionali, Raffaele Fitto, ha definito così le onorificenze al merito della Repubblica consegnate ieri a 52 insigniti provenienti da tutta la provincia. “Questo non è un riconoscimento personale ma valoriale perché - ha aggiunto

Fitto - dietro ognuno c’é un contesto personale e sociale che ha consentito di far emergere le singole personalità. Il Paese e le nuove generazioni hanno bisogno di questi esempi”. “Ci ho tenuto a essere qui oggi con tutti i livelli istituzionali per lanciare al Paese - ha sottolineato Fitto - un messaggio di coesione istituzionale a mettere da

parte divisioni e contrasti e costruire il futuro su quegli stessi valori basilari celebrati in occasione dei 150 dell’Unità d’Italia”. L’appello a seguire l’esempio degli insigniti è stato sottolineato dal presidente del consiglio regionale della Puglia, Introna e dal vicepresidente della Provincia, Altieri.

Il prefetto Tafaro, il ministro Fitto e il presidente Introna


12

Martedì 25 ottobre 2011

bari

Al Redentore al via le iniziative dell’Opera salesiana: si inizia sabato Al via il calendario di iniziative dell’Opera salesiana del Redentore nel quartiere Libertà. Sabato 29 ottobre, alle 19, è prevista nella chiesa del Redentore, la solenne celebrazione in ricordo del Beato Michele Rua, primo successore di don Bosco e fondatore dell’opera salesiana a Bari. Seguirà un concerto polifonico diretto dal maestro Emanuele Buonvivo dal titolo: “La Musica degli Angeli”, per dare il benvenuto al nuovo parroco don Mario Sangiovanni.

giunta comunale

dopo la denuncia per un appalto

“Pasculli è fuori” Emiliano revoca la delega

Il sindaco aveva chiesto le dimissioni

L’

avventura di Emanuele “Lino” Pasculli (Italia dei valori) nella Giunta Emiliano è durata otto mesi e dieci giorni, dal 14 febbraio scorso, e si è conclusa ieri, con una nota lapidaria con cui il sindaco ha spiegato di aver revocato l’incarico. “La decisione - è scritto nella nota - è stata assunta poiché a carico dello stesso risulta pendente un’indagine preliminare penale per fatti connessi all’esercizio delle sue funzioni politiche ed amministrative. Dell’indagine è stata data notizia da alcuni giornali locali e tale circostanza rende concreto il pericolo di danno all’immagine dell’amministrazione comunale nel caso in cui quest’ultima non adotti provvedimenti di cautela. Fino ad oggi non si è adottato alcun provvedimento per esigenze legate alla salvaguardia del segreto istruttorio. Esigenza venuta meno a seguito della fuga di notizie verificatasi”. Insomma, Emiliano ha temuto che qualche schizzo di fango potesse arrivare anche in corso Vittorio Emanuele e così ha deciso di revocare la delega.

In realtà, la pistola per il suicidio politico era stata fornita a Pasculli nel corso della Giunta di ieri mattina, dallo stesso Emiliano che, pare, attendesse le dimissioni dell’esponente dipietrista da sabato scorso, ossia da quando il “caso” è scoppiato. Pasculli, invece, è andato alla riunione dell’esecutivo, ha parlato ai colleghi e ha lasciato la seduta, senza votare i provvedimenti, come lo stesso Emiliano ha precisato, spiegando che “non ha partecipato materialmente”. Cosa si sia detto in quel faccia a faccia non si sa ufficialmente, ma è facilmente intuibile. A Pasculli sarà stata offerta l’opportunità di uscire con le proprie gambe dall’esecutivo ma l’ormai ex assessore ha preferito aspettare la rimozione del sindaco. Per scegliere il modo, Pasculli ed Emiliano si sono dati qualche ora ma, alla fine, il sindaco non ha potuto fare altro che chiuderla così. Termina in questo modo una vicenda che si era trascinata per quasi un anno: tanto, infatti, era durata la “gestazione” per convincere il sindaco ad inserire anche un esponente dell’Idv nell’ese-

cutivo. Tecnicamente, ad oggi, Pasculli non è indagat denuncia che i carabinieri hanno depositato in Procu al tentativo di pilotare l’appalto per le pulizie dei locali Agli atti parrebbe esserci un sms con cui Pasculli ch aiuto per un posto di lavoro per un conoscente. La vicenda degli appalti per le pulizie è esplosa a fin denuncia dello stesso sindaco. E la polemica, natura politica. “La vicenda di Pasculli - scrive a questo prop dinatore delle opposizioni Ninni Cea - ha, almeno ad dell’incredibile. Il sindaco ha assunto nei confronti di che se e quando dovesse essere indagato, un attegg diverso da altre circostanze, adottando un provvedim contrario, in altra epoca ha ignorato” spiega, riferend Martinelli, ossia all’avviso di garanzia del suo vicesinda del primo mandato. (a.col.) Nella foto Emanuele Pasculli

opere pubbliche 1 / Dal mercato Pitagora al lungomare di san girolamo

Ecco tutti i “grandi lavori” del 2012 La Bari del futuro passa attraverso una lunga serie di poderosi investimenti e cantieri importanti, raccolti nel Piano triennale delle Opere pubbliche che, dopo il via libera della scorsa primavera in Consiglio, la scorsa settimana ha avuto il sì definitivo della Giunta. Che ha autorizzato la tabella di marcia dal 2012 al 2014. Tanti e importanti gli interventi previsti per il prossimo anno. Eccone alcuni. Nella 167 di Ceglie sono previsti nuovi alloggi per portatori di handicap, poco meno di 5 milioni l’investimento previsto; via Amendola, nel tratto da via Conte Giusso a via Omodeo sarà allargata, per un impegno economico di 4,2 milioni; il prossimo anno, per

un costo di tre milioni, sarà l’anno del mercato coperto di via Pitagora a Japigia e dei primi interventi veri e propri del cantiere aperto per il rifacimento del teatro comunale Piccinni, per poco meno di sette milioni (prima tranche). 19 milioni è poi l’intervento previsto per la riqualificazione del lungomare di San Girolamo, il cosiddetto “waterfront” mentre dieci sono i milioni previsti per la definitiva messa in sicurezza dell’ex Fibronit, progetto, quest’ultimo, che ha avuto il sì definitivo proprio nelle scorse settimane dal ministero dell’Ambiente. Il prossimo anno sarà anche quello della pista ciclabile tra Picone e Poggiofranco: poco più di 300mila gli euro previsti mentre è prevista anche

una robusta opera di riqualificazione e sistemazione dei bagni pubblici della città al costo di 80mila euro. Spazio anche per la Rossani: 3,7 milioni per i primi interventi di riqualificazione dell’ex caserma annessa al patrimonio comunale nel 2008, mentre 8,5 milioni (espressamente rimborsati dalla Regione) per la costruzione di 82 alloggi di edilizia residenziale pubblica al quartiere Japigia. Niente da fare, infine, per via Sparano: l’opera di riqualificazione, 4 milioni il costo, e di realizzazione del progetto firmato da Guendalina Salimei dovrà attendere il 2013. (a.c.) Nella foto sopra il mercato di via Pitagora; sotto rendering di S. Girolamo


Martedì 25 ottobre 2011

I

A cura della Redazione Speciali

L’AVVIAMENTO ALL’ATTIVITÀ VA PIANIFICATO

Speciale

Si può partire dai 3-4 anni. Gli esperti consigliano la pratica di discipline di gruppo (calcio, basket e volley) ma anche il nuoto

I bambini, lo sport e ciò che non si sa

Occhio al calcio

Competere ok ma divertirsi

L

a domanda più frequente è sempre la stessa. Quali sono gli sport più adatti per un bambino? Ne abbiamo parlato con il Coordinatore del Settore Scolastico della FIGC Puglia, Prof. Antonio Quarto: “Nella fascia dʼetà compresa fra i 5 e i 12 anni”.

Parla il pediatra

Socializzare un imperativo

U

no degli argomenti da non sottovalutare quando si parla di avviamento allo sport nelle categorie giovanili riguarda lʼalimentazione del bambino. Quando e come sostenersi, ma non solo. “Bisogna mangiare almeno 2 o 3 ore prima di fare attività sportiva – sostiene un medico – e senza consumare roba pesante”.

Alimentazione corretta

Carboidrati fondamentali per gli sforzi

ORARIO 7.45 - 19.00

O

ggi è troppo presto, forse domani è troppo tardi. I dubbi dei genitori su quando avvicinare un bambino allo sport sono tanti. Ma esiste un momento giusto per spingerlo alla pratica sportiva? Lo abbiamo chiesto al prof. Ferdinando Amendola.


II

A cura della Redazione Speciali

I BAMBINI E LO SPORT

Un docente universitario guida il settore giovanile pugliese Antonio Quarto è a capo del Settore Giovanile e Scolastico della Federazione Italiana Gioco Calcio-Puglia dal 22 Settembre 2008. Nato a Bari il 28 settembre 1960, insegna teoria tecnica e didattica degli sport di squadra nell’ambito della Facoltà di Scienze Motorie presso l’Università di Bari.

Il prof. Quarto

Un messaggio ai genitori

Competere va bene ma anche divertirsi L

a domanda più frequente, probabilmente, è sempre la stessa. Quali sono gli sport più adatti per un bambino? Ne abbiamo parlato con il Coordinatore del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC Puglia. “Anche nella fascia d’età compresa fra i 5 e i 12 anni – spiega il Prof. Antonio Quarto – il calcio è uno sport multidisciplinare perché prevede esercizi utili al movimento di tutte le parti del corpo. Questi esercizi permettono al bambino di migliorare le proprie capacità condizionali che sviluppano delle abilità specifiche”. Ma il calcio, ad esempio, è uno sport che non contribuisce solo al perfezionamento delle capacità organizzative.

Martedì 25 ottobre 2011

Secondo Quarto rappresenta anche una molla psicologica. “Si tratta di uno sport di squadra – prosegue il numero uno della FIGC-SGS Puglia – che accresce la percezione del senso di convivenza e collaborazione con gli altri compagni. Gli sport collettivi accrescono la percezione delle regole e incidono sulla formazione del pensiero. Bisogna conoscere la vittoria, ma avere anche una giusta cultura della sconfitta. L’errore porta al miglioramento, sviluppando un aspetto cognitivo-intellettivo molto importante. Ma non possono essere sottovalutati anche gli aspetti affettivo-emotivo e sociale. Perché lo sport contribuisce allo sviluppo dell’intelligen-

za”. E di cose da capire ce ne sono proprio tante. Spesso, ad esempio, si parla di agonismo e divertimento. Temi sui quali occorre riflettere, soprattutto quando protagonisti sono i bambini. “Bisogna sfatare un tabù – conclude Quarto – a tutti i livelli c’è agonismo. Ma i più piccoli devono imparare a fare, della competizione con se stessi, una sfida per migliorare. Anche arrivare ultimo, talvolta, può essere utile a crescere. Ma il divertimento è alla base di tutto. Dovrebbero capirlo soprattutto i genitori, che pongono falsi obiettivi ai propri figli, condizionandoli nella scelta dello sport in relazione alla possibilità di arricchirsi”. alessandro schirone

L’attività fisica promuove non violenza

Bambini, sport e valori

Attraverso lo sport, i bambini imparano alcuni dei valori più importanti della vita. L’attività fisica promuove non violenza, tolleranza e pace, insegna il significato di amicizia, solidarietà, lealtà, autodisciplina e rispetto.

MATER DEI N .22


Martedì 25 ottobre 2011

III

A cura della Redazione Speciali

I BAMBINI E LO SPORT

Perché la pratica sportiva previene le malattie Lo sport procura innumerevoli benefici al corpo e alla mente: irrobustisce il fisico e ne previene le malattie, aiuta a mantenere sano l’apparato osseo, a controllare il peso corporeo, a ridurre il grasso e la pressione sanguigna, riduce lo stress e la sensazione di solitudine, migliora il rendimento scolastico e aiuta il bambino a controllare il comportamento.

Geomangio

Il pediatra

L’avviamento all’attività fisica può avvenire a 3-4 anni

Sport come socializzazione Top: calcio, basket e volley O

ggi è troppo presto, forse domani è troppo tardi. I dubbi dei genitori su quando avvicinare un bambino allo sport sono tanti. Ma esiste un momento giusto per spingerlo alla pratica sportiva? Lo abbiamo chiesto a Ferdinando Amendola, Specialista in Pediatria e Cardiologia, da anni medico sportivo nei settori giovanili di A.S. Bari e FIGC nonché Consigliere Provinciale FMSI (Federazione Medica Sportiva Italiana). “Nell’avviamento allo sport – spiega il dottor Amendola – la variabile dell’età è un fatto positivo. Si può iniziare già a 3-4 anni, basta non impegnare il bambino oltre le proprie capacità individuali. Perché, fatta eccezione per quelli più precoci, solitamente l’età giusta per iniziare l’attività sportiva è a 4-5 anni. Cosa assolutamente da non sottovalutare è quella di assecondare il desiderio

del proprio figlio. Il genitore deve incoraggiare la sua voglia di sport senza condizionarlo nella scelta. Sarà lo stesso bambino a rendersi conto se lo sport che ha scelto è quello giusto in relazione alla sua attitudine. Nell’età pediatrica, però, gli sport consigliati sono quelli di squadra come calcio, pallacanestro, pallavolo e pallamano, che, essendo discipline di squadra, stimolano il confronto e la socializzazione. Va bene anche il nuoto, sebbene si tratti di uno sport prettamente individuale, perché comunque coinvolge e sviluppa tutte le parti del corpo. Per un bambino, la pratica sportiva deve essere intesa come un gioco. Si tratta di una fase ludica – conclude Amendola – che deve contribuire alla sua formazione intellettiva”. Il dottor Ferdinando Amendola

a.s.


IV

A cura della Redazione Speciali

MartedĂŹ 25 ottobre 2011


Martedì 25 ottobre 2011

Lo sport aiuta ad affrontare anche le sfide quotidiane

I BAMBINI E LO SPORT I consigli

V

A cura della Redazione Speciali

Oltre ad avere un ruolo fondamentale nel trasformare i bambini in adulti responsabili e premurosi, lo sport riunisce i giovani, li aiuta ad affrontare le sfide quotidiane e a superare le differenze culturali, linguistiche, religiose, sociali, ideologiche. I bambini che praticano sport capiscono che si può interagire senza coercizione o sfruttamento.

Un medico indica gli elementi basilari per una corretta alimentazione

Carboidrati fondamentali per sostenere gli sforzi Sono da evitare i grassi

U

no degli argomenti da non sottovalutare quando si parla di avviamento allo sport nelle categorie giovanili riguarda l’alimentazione del bambino. Quando e come sostenersi, ma non solo. “Bisogna mangiare almeno 2 o 3 ore prima di fare attività sportiva – ammette il dottor Ferdinando Amendola, – e senza consu-

mare roba pesante”. Né carne né pesce, insomma, piuttosto “pasta al pomodoro o riso, poi prosciutto o in alternativa una buona crostata di frutta fresca senza crema. Se avesse ancora fame – aggiunge Amendola – il bambino potrebbe anche completare il pasto con una mela, un’arancia o una banana. Una cosa da evitare asso-

lutamente è dargli da mangiare patatine, merendine o roba di questo genere subito dopo la pratica sportiva. Preferibilmente, sarebbe opportuno bere molta acqua”. Ma i consigli da seguire sono tanti. Il compito dei genitori, in questo senso, è importante. “Per un’alimentazione corretta, bisognerebbe favorire l’introduzio-

ne di verdure e ortaggi, che al tempo stesso favoriscono l’eliminazione di quelle sostanze negative, come l’acido lattico, prodotte con l’attività fisica”. Poi c’è il problema relativo all’obesità. “Per un bambino – prosegue Amendola – lo sport contribuisce alla riduzione del peso corporeo. È importante assumere i car-

boidrati, fonte di energia, ed evitare il consumo dei grassi, che invece devono essere smaltiti con la pratica sportiva. Se il bambino obeso si stanca, la causa non è solo riconducibile al poco allenamento, ma anche al fatto che i carboidrati si stanno riducendo”. a.s.


VI

A cura della Redazione Speciali

MartedĂŹ 25 ottobre 2011


Martedì 25 ottobre 2011

VII

A cura della Redazione Speciali

I BAMBINI E LO SPORT

Il progetto “CON-I-Giovani” per l’educazione sportiva ai giovani Il progetto “CON-I-Giovani” nasce per offrire un’educazione sportiva a tutti i giovani, garantisce l’esistenza stessa del movimento Olimpico nel Paese e l’educazione allo sport dei suoi cittadini, che dipende da tre condizioni: continua formazione degli atleti, diffusione della cultura sportiva tra i giovani e produzione del volontariato sportivo in favore dei più piccoli.

Per un processo educativo sportivo

La funzione dei Centri di Avviamento

S

e parliamo di sport e bambini non possiamo tralasciare i Centri di Avviamento allo Sport. I CAS nascono da un progetto che nel corso degli anni ha consentito ad un gran numero di bambini di avvicinarsi all’attività sportiva, e oggi costituiscono un patrimonio consolidato dell’organizzazione sportiva italiana. Perché i CAS mirano alla costruzione di un processo educativo sportivo, allo scopo di produrre simultaneamente formazione sportiva ed emersione dei giovani talenti. Per raggiungere questi prestigiosi obiettivi, i Centri di Avviamento allo Sport offrono un’efficace azione formativa di base ad ogni giovane residente sul

territorio italiano, qualunque sia la sua condizione sociale o culturale di partenza. I due soggetti primari dell’attività sportiva giovanile attuata nei CAS sono: il bambino compreso nella fascia 5-10 anni ed il ragazzo della fascia 1116 anni. Obiettivo di questi centri è soprattutto quello di promuovere l’attività sportiva come fattore di crescita e formazione, favorire lo sviluppo progressivo delle capacità motorie di base nei piccoli atleti; formare tecnici, istruttori e reclutare nuovi dirigenti sportivi garantendo loro una buona formazione mediante le iniziative proposte dalle FSN d’intesa con il CONI. a.s.

nico.cavallotto

Sono gestiti dalle Società Sportive affiliate alle Federazioni

Come funzionano i CAS I Centri di Avviamento allo Sport sono gestiti direttamente ed esclusivamente dalle Società Sportive affiliate alle Federazioni Sportive Nazionali, nell’ambito della loro autonomia e nel rispetto dei regolamenti CONI-FSN e delle norme e leggi vigenti. Uno dei Dirigenti della Società è nominato Direttore del Centro per i rapporti con il CONI, con le FSN e per le attività dello stesso. Il Centro deve disporre di un Capo istruttori in possesso di qualifica di Istruttore Giovanile o equiparata e di un numero di istruttori adeguato al volume dell’attività programmata, sulla base del rapporto fra istruttore e allievi definito dalla FSN d’intesa con

il CONI. I tecnici che operano nei CAS, inoltre, devono essere tutti in possesso della qualifica giovanile federale e almeno un tecnico deve possedere quella di Istruttore Giovanile o equiparata. Partecipano alle attività tutti i bambini ambosessi compresi tra i 5 ed i 16 anni, divisi per categorie secondo quanto stabilito nelle Guide Tecniche delle Federazioni Sportive Nazionali di competenza. Normalmente queste fasce si articolano in bienni per cinque scaglioni. I CAS sono promossi dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, dalle Federazioni Sportive Nazionali ed Associate, per il tramite delle rispettive strutture territoriali.


VIII

A cura della Redazione Speciali

MartedĂŹ 25 ottobre 2011


13

Martedì 25 ottobre 2011

La vicenda

le interviste

la verità dell’ex assessore dell’italia dei valori

“Pronto alla battaglia” La difesa: ho solo aiutato una persona

alessandra colucci a.colucci@epolisbari.com

pulizie a palazzo Le pulizie al Comune, negli ultimi anni, sono state affidate alla Romeo, su appalto nazionale Consip. Dopo lo scandalo napoletano, Emiliano ha provato a revocare l’appalto o ad impedirne il rinnovo in automatico, in vista della scadenza di luglio.

la denuncia

to. Esiste una ura, in merito i del Comune. hiederebbe un

ne agosto, su almente, si fa posito il cooroggi, davvero i Pasculli, angiamento ben mento che, al dosi all’affaire aco, nel corso

In seguito ad un’inchiesta interna sulla vicenda, Emiliano si sarebbe reso conto di alcune anomalie che avrebbe denunciato in Procura, tanto che è stato aperto un fascicolo attualmente nelle mani del procuratore aggiunto Paquale Drago.

l’sms sospetto Pasculli entra nella vicenda in quanto sarebbe agli atti un sms in cui chiederebbe aiuto per un posto di lavoro al subappaltatore del servizio di pulizia (una cooperativa sociale) del Comune, garantendo una proroga del servizio.

Lino Pasculli ha tutto, tranne l’aspetto di chi si sia fatto mettere fuori combattimento. E, tra uno sguardo carico di dolcezza allo schermo del cellulare dove c’è una foto della sua bambina, “sono pazzo di lei”, e un appuntamento con il suo avvocato, “ne ho scelto uno bravissimo, uno importante”, annuncia che l’addio alla Giunta potrebbe solo essere momentaneo, di essere pronto a rientrare e, soprattutto, che sarà battaglia per difendersi, “anche se non ho fatto niente, è evidente”. Ma c’è un sms compromettente… “è stato un gesto umano, ho voluto aiutare una persona in difficoltà, che ha una mamma anziana, più che ottantenne, una storia molto triste, quell’sms è stato mandato per far sì che il destinatario non dimenticasse il nome, in questo mondo ho voluto conservare un po’ di umanità, io. E poi sono uno che ha scompaginato le cose in questi mesi, è evidente” In che senso?

“Nel senso che sono stato il primo, dopo vent’anni, a mettere mani alla questione della gestione dello stadio, per esempio, e queste cose hanno caratterizzato il mio periodo da assessore. Mi sono messo contro i grossi nomi, non ho guardato in faccia nessuno, sono an-

L’amarezza di Pasculli: “Ho lavorato con onestà e trasparenza mettendomi contro i grossi nomi della città” dato avanti con onestà e trasparenza” Sta dicendo che è caduto in una trappola? “Sto dicendo che questa non è una storia chiara” Perché non si è dimesso? “Sarebbe stata un’ammissione di colpa” Che lei non ha…

“Assolutamente, non ho commesso alcun reato. Io non avevo alcuna responsabilità su quell’appalto, l’appalto era regolare e si è protratto nel tempo, è il capitolato che stabilisce le date. La mia ripartizione (Contratti e Appalti, ndr) ha sollevato la questione della scadenza dell’appalto con la ripartizione Edilizia pubblica prima che io diventassi assessore. C’è una comunicazione del 4 ottobre dello scorso anno, poi ce n’è una del 18 gennaio, io sono diventato assessore a febbraio e a marzo siamo tornati a chiedere lumi sulle scadenze. Per quanto riguarda la questione dell’aiuto, ho, ripeto, solo dato una mano ad un disperato che, tra le altre cose, un anno e mezzo fa fu messo a lavorare dall’amministrazione comunale”. Come ha reagito il partito? “Ho parlato con il commissario regionale, Augusto Di Stanislao, che è solidale con me. Decideremo insieme il mio futuro nell’Idv”. Tornerebbe in Giunta? “Ma certamente. Non ho fatto niente ed è dimostrabile. E, se tornassi, sarei ancora più rigoroso”.

le soluzioni / il sindaco ora deve scegliere il nome di chi deve subentrare

E nell’esecutivo torna la Giampaolo? E adesso? Per quanto tempo la dodicesima poltrona, l’unica che il sindaco Emiliano ha a propria disposizione, resterà vuota? E, soprattutto, nel caso volesse riempirla alla svelta, a chi andrà? La lotta per la successione di Lino Pasculli si è già aperta e ampio è il ventaglio di possibilità che si apre sulla scrivania del

Parabole e “split” arriva il regolamento Il Comune sta lavorando alacremente, “molto alacremente” come spiega lo stesso assessore all’Urbanistica Elio Sannicandro, per dirimere la questione dei condizionatori messi all’esterno dei palazzi, per dare il via “ad un regolamento che faccia chiarezza una volta per tutte e che, soprattutto, fissi regole precise perché non ci sono solo i condizionatori - precisa - ma anche le antenne paraboliche”. Il tributo che si paga alla modernità se è vero, come è vero, che dal 1971 la Soprintendenza non ha messo i puntini sulle i in merito alla questione e, dunque, non ha dato seguito al vincolo, effettivamente posto. “Parliamo di quarant’anni fa” puntualizza l’assessore che racconta di come abbia deciso di dare un’accelerata al lavoro dei suoi uffici per la preparazione del regolamento, “già per la fine dell’anno dovremmo farcela” e spiega che a gennaio il Comune sarà davanti al Tar, come deciso nella riunione di ieri. Infatti, nei giorni scorsi, il Tribunale amministrativo ha sospeso l’ordinanza di rimozione di condizionatori esterni all’edificio che si trova in via Imbriani angolo via Abbrescia, nel quartiere Madonnella. Da qui è scoppiata una polemica sulla presenza dei condizionatori all’esterno dei palazzi.

primo cittadino. La soluzione più ovvia sembrerebbe quella di lasciare comunque lo scranno all’Italia dei valori, scegliendo, naturalmente, un altro nome. Che, per una serie di motivi, potrebbe essere quello di Mara Giampaolo. Terza donna eletta, entrata in Consiglio comunale dopo una battaglia

legale con il candidato sindaco della coalizione che faceva capo all’Udc, Mario Russo Frattasi, poi passata all’Idv, Giampaolo ha una grossa freccia al proprio arco: è donna. E ad Emiliano, che ha solo Annabella De Gennaro in Giunta ed è a rischio ricorso al Tar, come è successo a Roma, una donna farebbe co-

modo. Molto comodo. La diretta interessata per ora alza le mani: “Quando accadono queste cose l’ultimo pensiero è ad un nuovo incarico” spiega, riferendosi alla revoca per Pasculli. “Certo - ammette - mi piacerebbe diventare assessore, a chi non piacerebbe? è un arricchimento politico”. (a.c.)

opere pubbliche 2 / la “bretella” japigia-mola è stata inserita nel dpp

La nuova tangenziale già prevista Il bypass, negli uffici della ripartizione Urbanistica del Comune, lo ricordano tutti e molto bene, anche. è lo stesso assessore Elio Sannicandro (nella foto) a spiegarlo, carte alla mano. “è presente nel Dpp, certo che sappiamo dell’esistenza del progetto”, puntualizza. Il progetto, appunto, riguarda una “bretella” sulla tangenziale, da Japigia a Mola, 16 km, che avrebbe lo scopo di alleviare quel tratto di strada, ipertrafficato, in entrambi i sensi di marcia, il tutto da tradursi in un investimento da 240 milioni. Da tempo, però, gli incartamenti riposano nei cassetti romani e questo Sannicandro, lo sa bene.”Serve un richiamo al ministero delle Infrastrutture - spiega - perché quell’ar-

teria noi l’abbiamo prevista anche nel Piano urbanistico della città”. In effetti, come lo stesso Sannicandro ricorda, il Dpp, il Documento programmatico preliminare, propedeutico al nuovo Pug, il Piano urbanistico della città, recentemente licenziato dal Consiglio comunale, contiene “proprio un riferimento a quell’arteria, dunque dobbiamo decisamente andare avanti”. è un’opera fondamentale per la città: ogni giorno, secondo le stime dell’Anas, circa 80mila veicoli percorrono quel tratto, sia verso sud, ossia verso Brindisi e Lecce, che verso nord, vale a dire verso il resto della tangenziale che abbraccia Bari e che la collega agli altri capoluoghi e all’autostrada.


IL PIANETA CASA

14

A cura della Redazione Speciali

“EPolis Bari” e la casa “EPolis Bari”, da questa settimana, affronta un tema delicato per le famiglie e per i giovani: la casa. Ogni giovedì pubblicheremo servizi che riguardano il mercato immobiliare, oltre a notizie e consigli che attengono la vita in condominio.

Martedì 25 ottobre 2011

La Borsa Immobiliare della CdC servizio prezioso per i cittadini Rendere accessibili le informazioni e chiare le quotazioni, attraverso il listino ufficiale e le valutazioni di periti ed esperti. E’ l’obiettivo della Borsa immobiliare della CdC di Bari. I servizi offerti: possibilità di sottoscrivere incarichi di vendita e locazione, perizie estimative, ricevere informazioni professionali e consulenze, consultare il listino ufficiale, aggiornato semestralmente, o la banca dati nazionale.

Le tendenze del mercato immobiliare in città per il 2011

La crisi non frena i baresi Ma i prezzi calano: - 5,6% C

ontinua a rappresentare un bene “rifugio” per chi se lo può permettere. Acquistare un immobile per gli italiani è considerato il modo migliore e più sicuro di impiego del risparmio, convinzione che si è rafforzata alla luce degli ultimi eventi che hanno interessato i mercati finanziari e che hanno creato un generale clima di incertezza. Tre fattori in questo momento influiscono in maniera significativa sull’andamento del mercato immobiliare: la diminuzione della capacità di risparmiare delle famiglie, un’erogazione ancora selettiva del credito da parte delle banche sempre attente al merito creditizio e alla solvibilità della clientela e l’andamento dell’occupazione. In questo scenario s’inserisce la situazione barese che, secondo i dati dell’Ufficio Studi di Tecnocasa, ha mostrato prezzi al ribasso (-5,6%), così come tutte le grandi metropoli. “E’ sicuramente un mercato contratto - Massimo Lemma, team manager di Tecnocasa – con i prezzi che sono in discesa. Le fasce più colpite sono quelle popolari con una difficoltà di accesso al credito”.

I dati del I semestre 2011 dell’Osservatorio Immobiliare Rubino, invece, mostrano come, nonostante la crisi che colpisce le famiglie, il 63% di chi compra casa a Bari città ha tra i 30 e i 50 anni, il 17% tra 51 e 60 anni, il 10% più di 60 anni ed il restante 10% ha meno di 30 anni. A comprare casa sono state soprattutto le famiglie e le giovani coppie, anche se naturalmente passando da una zona all’altra della città si riscontrano variazioni significative e situazioni molto diverse. I tempi di vendita si attestano in media sui 6 mesi, lo scarto tra prezzo richiesto e quello di vendita è all’incirca tra l’8% ed il 10% a Bari città e tra l’8% e il 12% in provincia e la tipologia più richiesta si conferma il 3 vani, anche se aumentano le richieste per appartamenti più grandi, come i 4 e i 5 vani. La tipologia preferita dagli under 35 pugliesi, in particolare, si conferma il 3 vani, nuovo o in buone condizioni e possibilmente dotato di box o di posto auto. pierluigi de santis


Martedì 25 ottobre 2011

15

A cura della Redazione Speciali

IL PIANETA CASA

Le regole del vivere civile previste anche dalla legge Si avverte sempre più la necessità di elementari regole del vivere civile onde evitare soprusi. Basterebbe appellarsi alle regole del bon ton. Tuttavia la realtà ci insegna che spesso e volentieri solo la legge ed il suo rispetto ci viene incontro nel definire aspetti e comportamenti in quello che ormai si configura come un micro cosmo sociale: il condominio.

Una sentenza della Cassazione delinea i cambi di utilizzazione

Posto auto in condominio e i limiti dell’agibilità è

noto come le nostre città (pensiamo a Bari) siano afflitte dal problema parcheggio automobilistico, soprattutto in quelle situazioni in cui il c.d. parcheggio per strada è diventato a pagamento non soltanto nei quartieri limitrofi ai centri storici. Quindi, premesso quanto sopra, la soluzione più congrua sarebbe quella di assicurarsi, sin dal momento dell’acquisto iniziale della propria casa, anche il posto auto. Tuttavia, si sono verificati casi in cui, dopo aver acquistato l’immobile posto in condominio, il posto auto condominiale risultava essere di dimensioni ridotte rispetto all’automobile posseduta o, meglio ancora, l’auto era troppo grande per il posto in assegnazione. Quid iuris? E’ evidente che il povero condòmino che ha acquistato in un secondo momento un’ auto di dimensioni maggiori rispetto al parcheggio condominiale non potrà provocare dei cambiamenti nell’uso della cosa comune magari attraverso “l’imposizione giudiziale” di un diverso tipo di godimento. Quanto sopra è stato ribadito da una sentenza della Suprema Corte di Cassazione, la n. 15203 dell’11.07.2011 che ha avuto modo di sottolineare che “quando il godi-

mento pregresso della cosa comune, regolamentato da assemblea condominiale, non è più possibile per un singolo condomino, a causa di un mutamento elettivo delle proprie condizioni, come nel caso di acquisto di un’autovettura più grande, questi non può esigere potestativamente nei confronti degli altri una diversa modalità di utilizzazione della cosa comune”. I giudici della Corte di Cassazione sono partiti preliminarmente dal novellato dell’art. 1102 cod. civ.,

il quale -in materia di comunionesancisce che l’uso della cosa comune avverrebbe in maniera promiscua, nel senso che ogni partecipante alla comunione ha il diritto di utilizzare e o servirsi del bene come può, e non in qualsiasi maniera voglia. Ed invero, il suddetto articolo è molto chiaro ed esaustivo nel porre al singolo partecipante alla comunione un duplice limite e cioè il rispetto della destinazione della cosa comune e l’obbligo di non impedire agli altri di farne parimenti uso

(“Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il migliore godimento della cosa”- art. 1102, comma 1°, cod. civ.). Premesso quanto sopra, laddove il godimento della cosa comune non risulti più essere possibile soltanto per un solo partecipante alla comunione, a causa del mutamento delle sue condizioni personali, quest’ultimo non potrà esigere potestativamente (e cioè rivolgendosi all’autorità giudiziaria) nei confronti degli altri condòmini una diversa modalità di utilizzazione della cosa comune (ad es. in senso turnario o con altre soluzioni). Il singolo condòmino, ricordiamolo, ha sempre l’onere di conformare ai limiti quantitativi del bene le proprie aspettative di utilizzo, non potendo chiedere l’intervento coattivo del giudice che vada a sancire una diversa modalità di utilizzazione. In buona sostanza non gli rimarrà altro –per risolvere in via del tutto celere il problema- che cambiare l’automobile optando per un modello di dimensioni più ridotte. umberto raimondo


16

MartedĂŹ 25 ottobre 2011

[ ] ph: angelo.gi

SE DITe stampa dite SEDIT

S

e dite stampa dite Sedit. Punto di riferimento per la stampa anche di quotidiani nel Sud Italia, partner privilegiato di case editrici e aziende. Tecnologie, conoscenza e organizzazione:

la risposta alle nuove sfide della comunicazione e della stampa.

70026 Modugno (Bari)

www.sedit.biz


17

Martedì 25 ottobre 2011

C’é una terna tutta italiana questa settimana al vertice della classifica degli incassi al cinema. Al primo posto svetta Massimo Boldi che stravince nel week end: ‘Matrimonio a Parigi’ ottiene il vertice con 1.788.00 euro. Al secondo posto ‘This Must be the Place’ con 1.245.00 euro: Paolo Sorrentino continua la sua splendida performance e tocca quota 3.422.00 euro. Al terzo posto ancora una commedia ‘Bar Sport’, con Claudio Bisio, che incassa 1.205.00 euro.

bestseller

cultura & spettacoli

Il cinepanettone di Boldi già in testa alla classifica

600 pagine, 41 capitoli, 55 personaggi: è già un copione

La biografia di Jobs perfetta per farne un film e la Sony... titti santamato

G

li ingredienti per un blockbuster ci sono tutti e infatti la Sony è già in trattativa per i diritti del libro, per tentare un nuovo colpo dopo la pellicola premio Oscar The Social Network. E’ uscita ieri in tutto il mondo Steve Jobs, l’unica biografia autorizzata dal guru visionario della Silicon Valley scritta da Walter Isaacson, già diventato bestseller prima di vendere una sola copia. Molti stralci del libro sono circolati nei giorni scorsi, ma i fan del carismatico Mr. Apple possono finalmente trovarlo in libreria (in Italia è pubblicato da Mondadori, costa 20 euro) mentre su Amazon è già primo da 45 giorni nella top 100. In più di 600 pagine e 41 capitoli è condensata la vita dell’uomo e dell’imprenditore, dall’infanzia da ragazzo adottato agli anni lisergici in California, dalla ‘follia’ nel lavoro allo zen, dalla sfida agguerrita a rivali come Google alla famiglia e al recupero di una dimensione affettiva di uomo difficile, fino al successo planetario e alla malattia. Gli alti e bassi di Steve Jobs sono praticamente un film già scritto che conta 55 interpreti diligentemente menzionati da Isaacson in ordine alfabetico come se la biografia fosse già un copione. E ci sono foto dell’album privato di Steve

Jobs, da quella in cui è un neonato paffutello in braccio al papà adottivo Paul, a quella datata 1982 nella sua casa di Cupertino decisamente spoglia “era un tale perfezionista che non si decideva mai a comprare i mobili”, si legge nella didascalia. A quella bellissima che apre e chiude il libro: in bianco e nero, ritrae Jobs nella sua inconfondibile divisa jeans-girocollo nero (Issey Miyake ne confezionò 100 per lui) che fissa sul desktop del suo iMac un’immagine della moglie e del figlio. A questo libro Steve Jobs ci credeva. Era stato lui - come ricorda nella prefazione lo stesso scrittore attuale presidente dell’Aspen Institute, ex Cnn e Time e già autore delle biografie di Franklin, Einstein e Kissinger - a contattarlo nell’estate del 2004, “voleva lasciare un ricordo ai figli”. E gli ha concesso in due anni più di 40 interviste, incontrando Isaacson anche nel periodo prima della sua morte e più di cento

colloqui con amici, rivali, familiari. Ad Isaacson Steve Jobs ha raccontato la prima volta che ha fumato la marijuana, poi la prima volta dell’Lsd, i suoi gusti letterari (Shakespeare, Platone, Dylan Thomas), la passione per i Beatles, l’incontro fondamentale con Steve Wozniak suo sodale nell’avventura Apple, le strategia aziendali (“il suo mantra era focalizzare”) e la guerra ad Android, l’amicizia con Bono Vox che gli chiese un iPod targato U2, le ‘incursioni’ nella vita politica degli Stati Uniti dalle previsioni a Barak Obama (“durerà un solo mandato”) al consiglio all’amico Bill Clinton dopo il caso Lewinsky (“devi dirlo al Paese”). “Steve è abile nel presentare le cose in una luce a lui favorevole, ma ha anche una storia straordinaria alle spalle e vorrei che fosse raccontata rispettando la verita”, aveva detto al biografo Laurene Powell che ha sposato Jobs nel ‘91 (la loro torta nuziale era a forma di montagna) e gli e’ poi stata vicina durante la malattia. Nel libro c’é anche un capitolo in cui si parla di Tim Cook (“avevamo la stessa visione e riuscivamo a interagire a livello di altra strategia”, dice Jobs) che per il momento ha raccolto la sua pesante eredità. E tra i probabili suoi eredi, fuori e dentro la Apple, occhio al primogenito Reed nato pochi mesi dopo il matrimonio “noto per un paio di settimane come il piccolo Jobs perché la scelta del nome si stava dimostrando difficile”.


18

Martedì 25 ottobre 2011

Classifica serie a

sport

Udinese Lazio Juventus Cagliari Napoli Roma Milan Catania Palermo Fiorentina

la tragedia

15 14 13 12 11 11 11 10 10 9

Siena Genoa Chievo Parma Atalanta Inter Novara Lecce Bologna Cesena

9 9 9 9 8 7 5 4 4 2

top ten marcatori

La 9a giornata

Di Natale Giovinco Palacio Moralez Denis Klose Osvaldo Jovetic Cavani Boateng

Juventus-Fiorentina Cesena-Cagliari Chievo-Bologna Genoa-Roma Milan-Parma Atalanta-Inter Napoli-Udinese Novara-Siena Lazio-Catania Palermo-Lecce

Udinese Parma Genoa Atalanta Atalanta lazio

Roma Fiorentina Napoli Milan

6 5 5 4 4 4 4 4 3 3

oggi camera ardente in famiglia, giovedì i funerali

Simoncelli torna a casa Domani saluto dei tifosi luca bologna

I

l papà sullo stesso volo, mamma Rossella ad aspettare a Coriano dov’è allestita la camera ardente. E Valentino Rossi seduto qualche fila più dietro Paolo Simoncelli. è tornato in Italia a prima mattina, Marco Simoncelli, su un volo della Malaysian Aerlines. Dopo il terribile incidente di domenica, nel quale sono rimasti coinvolti anche l’americano Colin Edwards e l’amico Valentino Rossi. Il viaggio più triste di un campione abituato a volare, in moto e per lavoro. Il corpo di Marco Simoncelli è stato sottoposto ad autopsia dalle 9 alle 12 di ieri mattina in Malesia. Non ci sono ancora referti a riguardo che saranno inviati alla famiglia solo tra 4 o 5 settimane. Le operazioni si sono svolte con estrema celerità grazie anche all’interessamento diretto del nostro Ministero degli Esteri e della Dorna, che hanno aiutato concretamente Paolo Simoncelli nell’effettuazione di tutte le pratiche necessarie. La notizia dell’incidente e della morte di Marco Simoncelli, oltre ai media italiani, è stata data in prima pagina su tutti i quotidiani della Malesia, che sono in 4 lingue: malese, cinese, indiano e inglese. Non era mai accaduto prima, infatti, che ci fosse un incidente mortale sul circuito di Sepang, che è considerato, per i suoi spazi di fuga e per le sue strutture, uno dei mi-

Una tifosa rende omaggio all’idolo “Sic”

gliori al mondo. Le cause dell’incidente sono ancora tutte da verificare, ma appare sempre più evidente come la voglia di Simoncelli di rimanere in gara possa aver causato il ritorno in pista della moto e l’impatto con i piloti che lo seguivano. Il Dott. Claudio Macchiagodena, medico responsabile della Dorna, nella conferenza stampa successiva all’incidente, aveva affermato: “Simoncelli è rimasto coinvolto in un brutto incidente durante la gara, è stato investito dagli altri piloti, ha subìto un grave trauma alla testa, al collo e al torace. Quando il nostro staff medico l’ha raggiunto era privo di

conoscenza. In ambulanza hanno cominciato la rianimazione cardiaca polmonare, e una volta arrivato al Centro Medico, grazie all’aiuto di dottori locali e della Clinica Mobile, è stato intubato ed è stato così possibile rimuovere parte del sangue presente nel torace. Il CPR è stato applicato per 45 minuti con l’obiettivo di aiutarlo il più a lungo possibile. Sfortunatamente ogni tentativo è risultato vano e alle 16:56 (ora locale) di domenica abbiamo dovuto ufficialmente dichiarare la sua morte”. Dopo l’autopsia il corpo del pilota romagnolo è stato trasferito in una speciale cassa per il viag-

gio in aereo. All’arrivo a Roma il trasferimento verso Coriano, sempre che la magistratura italiana non ne disponga il sequestro per ulteriori accertamenti del caso. Se non ci saranno fermi, il corteo arriverà per le 15 di oggi in paese. Già da ieri, sugli schermi che solitamente danno il benvenuto ai visitatori di Coriano ci sono due messaggi: “Coriano piange il suo Campione” e “Da Tutta Coriano ciao SIC 58 ci mancherai”. Al suo arrivo, Marco Simoncelli verrà portato a casa, dove ci sarà la prima delle due camere ardenti, quella privata, riservata al dolore della famiglia. Marco potrà dunque tornare un’ultima volta nella sua casa in Via Armellini, ricevere l’abbraccio dei suoi cari. Sarà il momento più duro per la famiglia Simoncelli, l’ultima notte, prima del trasferimento al Teatro comunale La Corte, dove sarà allestita la seconda camera ardente, domani. Per le giornate di domani e dopodomani il Comune di Coriano, che è gestito da un commissario, instituirà il lutto cittadino. Le porte della Chiesa Santa Maria di Coriano, invece, saranno aperte presumibilmente dopodomani, per le 15. Il Comune, che chiuderà il centro storico dove si trova la Chiesa, ha già pensato all’allestimento dei maxischermi per permettere ai tanti appassionati e tifosi che accorreranno a salutare il loro campione di poter partecipare ai funerali.

la voce circolata dopo l’incidente con il “fratello minore” sic

L’amico Rossi smentisce: non mi ritiro Io non smetto. Non lo grida, Valentino Rossi, all’indomani del giorno del dolore. Troppo deboli le forze per reagire così, con uno scatto d’orgoglio. Ma bastano le parole dell’amico Alessio Salucci, sua ombra sui circuiti di tutto il mondo, per spazzare via i dubbi. “Valentino è scosso, ma dispiace che

in queste ore si diffondano voci false sulla sua voglia di mollare tutto”, il messaggio su Twitter, prima di tornare a casa. Voci nate dal silenzio del campione di Tavullia, fino al saluto di domenica, sempre sul sociale network, al “fratello minore Marco”, amico di moto e di spensieratezza.

oggi

20.45

domani

20.45

domani

20.45

domani

20.45

domani

20.45

domani

20.45

domani

20.45

domani

20.45

domani

20.45

giovedì

20.45


19

Martedì 25 ottobre 2011

CLASSIFICA SERIE B 26 23 22 21 20 18 17 16 15 15 14

CITTADELLA VERONA CROTONE NOCERINA JUVE STABIA MODENA ALBINOLEFFE GUBBIO EMPOLI VICENZA ASCOLI

14 13 12 10 10 10 10 10 8 7 2

LA 11A GIORNATA

IMMOBILE COCCO TAVANO SANSOVINI MISSIROLI CERAVOLO ABBRUSCATO BIANCHI POZZI SFORZINI CARIDI

VERONA-NOCERINA ALBINOLEFFE-CROTONE SAMPDORIA-CITTADELLA PADOVA-VICENZA EMPOLI-SASSUOLO REGGINA-VARESE GROSSETO-BRESCIA JUVE STABIA-BARI MODENA-LIVORNO PESCARA-ASCOLI GUBBIO-TORINO

PESCARA ALBINOLEFFE EMPOLI PESCARA REGGINA REGGINA VICENZA TORINO SAMPDORIA GROSSETO GROSSETO

8 7 7 5 5 5 5 5 5 4 4

TORNA LA SERIE A

VENERDÌ SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO SABATO IERI

1-1 1-3 0-0 2-1 1-1 3-2 2-0 1-0 1-0 4-1 1-0

SPORT

TORINO PADOVA PESCARA SASSUOLO REGGINA SAMPDORIA BARI BRESCIA LIVORNO VARESE GROSSETO

TOP TEN MARCATORI

IN CAMPO ALLE 20.45, DOMANI TUTTE LE ALTRE

Juve Viola di rabbia Conte cerca il riscatto con la Fiorentina

D

Il alto i fermo immagine della sequenza dell’incidente che ha causato la morte di Marco Simoncelli a Sepang, in Malesia. Qui sopra la madre e il padre del pilota di MotoGP. In basso un’immagine felice di Sic dopo una vittoria

elusi e incavolati. Ma i giocatori di Antonio Conte (nella foto) benedicono il ritorno alle ostilità solo 72 ore dopo il pareggio indigesto con il Genoa sabato scorso. E si annunciano novità: Vidal andrà a rimpolpare il centrocampo, con un probabile tridente in avanti. Il tecnico difende Chiellini e Krasic e rilancia: torniamo subito la vera Juve, riprendiamo credibilità. “Non è il momento di fare proclami - dice il tecnico - ricordiamoci sempre che arriviamo da due settimi posti consolidati. Ma il nostro obiettivo rimane sempre entrare in zona Champions”. Si guarda avanti, ma c’è ancora molto da chiarire sul recentissimo passato. Per esempio, che il centrocampo con due esterni alti soffre. Lo ha ammesso lo stesso Conte: “E’ vero, sicuramente c’è più dispendio di energie in questo modo per i due centrali. Non si è trattato però di calo fisico, ma di atteggiamento: ci siamo abbassati troppo quasi cercando di amministrare, mentre non lo dobbiamo fare”. La risposta è pronta: se Vidal (come pare) sta bene, si aggiungerà a Pirlo e Marchisio, mentre davanti dovremmo vedere un tridente con Pepe, Matri e Vucinic. Segno, questo, dell’elasticità mentale di Conte. “Siamo partiti in estate con una idea di gioco e poi sono arrivati alcuni calciatori sul filo di lana. Stiamo valutando altre soluzioni”, conferma. Altra situazione da chiarire, il peso di Chiellini, protagonista in negativo con il Genoa. “Non posso permettermi di mettere in discussione i migliori. Li supporterò sempre - sottolinea Conte - e spero che i tifosi facciano altrettanto. Chiellini sta incontrando qualche difficoltà, come Krasic, ma sono colonne delle rispettive Nazionali. Un bravo allenatore do-

vrebbe trovare il modo di fare rendere tutti al meglio”. “Anche per Quagliarella - prosegue - vale lo stesso discorso: anch’io ho avuto infortuni come il suo e so che cosa si prova. E’ migliorato e poteva entrare sull’1-1, ma poi abbiamo di nuovo sbloccato il risultato. Ci punto eccome, è una certezza, non è mai stato in discussione. Se sarà il migliore in settimana, certamente lo schiererò, perché ci può aiutare a compiere il salto di qualità”. Conte usa parole importanti anche per Storari: “Buffon sta continuando la fisioterapia e tornerà solo quando si sentirà bene. Siamo comunque sereni perché il suo vice ha espresso tutto il proprio valore anche in campo internazionale”. Capitolo Del Piero: “Ho grande rispetto per un compagno di tante battaglie come calciatore. Ragionerò solo in chiave tecnica e pensare il contrario sarebbe offensivo”. C’è anche un appello molto esplicito ai tifosi, che Conte si sente di rivolgere perché sa bene quanto le curve (in senso metaforico perché ormai nel nuovo stadio non ci sono più) credano in lui: “Per noi giocare in casa è troppo importante, non se lo devono dimenticare, e quindi li invito a sostenerci fino all’ultimo, perché l’effetto-bolgia sarà sempre determinante”. Naturalmente, a opporsi alla voglia di ripartire della Juventus c’è la Fiorentina, che Conte definisce “squadra tosta, capace di creare la superiorità numerica e che merita una classifica peggiore di quella che ha”. Ma soprattutto, stasera, sarà determinante per non scendere in quattro giorni dal primo al sesto-settimo posto in classifica: dopo il cazzotto preso sabato al morale, potrebbe essere una replica da ko.

PROBLEMA ALL’OCCHIO

Gattuso ringhia “Non mollo ci vuole altro per abbattermi”

L’occhio sinistro di Rino Gattuso è ancora instabile per la paralisi del sesto nervo cranico. “Un nemico invisibile”, ma non imbattibile per il centrocampista del Milan, impaziente di tornare prima di tutto a “una vita normale” oltre che a giocare. “Ci vuole ben altro per abbattermi. Vedere doppio non è bello, ma c’è di peggio”, ammette il 33enne. Basta pensare alla tragica fine di Marco Simoncelli, il cui nome campeggia su una maglia rossonera davanti al microfono.

BARI / IL ROMENO VUOLE GIRARE PAGINA DOPO IL KO CON LA JUVE STABIA

Stoian: Pescara più alla nostra portata “Mi aspetto una reazione col Pescara. Faranno una partita volta all’attacco e noi giocheremo proprio sulle ripartenze, perché in difesa non si coprono molto”. Il centrocampista del Bari Adrian Stoian prova a girare pagina dopo la sconfitta con la Juve Stabia e pensa già alla sfida con l’undici di Zeman, in programma sabato al San Nicola: “Sarà

una partita più alla nostra portata rispetto alla trasferta di Castellamare, dove i nostri avversari si chiudevano in difesa”. Intanto ieri lavoro differenziato per i difensori Dos Santos e Garofalo e per il centrocampista Bogliacino: tre acciaccati per Torrente alla ripresa degli allenamenti all’antistadio del San Nicola.

www.asbari.it


20

Martedì 25 ottobre 2011

TV

Programmi

in televisione

Raiuno 09:30 TELEGIORNALE TG 1 - FLASH 10:55 PREVISIONI DEL TEMPO 11:00 TELEGIORNALE TG 1 11:05 RUBRICA Occhio alla spesa 12:00 GIOCO La prova del cuoco 13:30 TELEGIORNALE 14:00 RUBRICA TG1 Economia 14:10 SHOW Verdetto Finale 15:15 RUBRICA La vita in diretta 16:50 RUBRICA TG Parlamento 17:00 TELEGIORNALE TG 1 17:10 PREVISIONI DEL TEMPO 18:50 GIOCO L’Eredità 20:00 TELEGIORNALE 20:30 RUBRICA Qui Radio Londra 20:35 GIOCO Soliti ignoti 21:10 SERIE TV La donna che ritorna 23:20 TALK SHOW Porta a Porta

RaiDUE 10:00 RUBRICA TG2punto.it 11:00 TALK SHOW Raidue presenta: I Fatti Vostri 13:00 TELEGIORNALE TG 2- GIORNO 13:30 RUBRICA TG 2 Costume e Società 13:50 RUBRICA TG2 Medicina 33 14:00 RUBRICA Italia sul Due 16:15 TELEFILM Ghost Whisperer 17:00 TELEFILM Hawaii Five-0 17:45 TELEGIORNALE TG 2 Flash L.I.S 17:50 RUBRICA Rai TG Sport 18:15 TELEGIORNALE TG 2 18:45 TELEFILM Numb3rs 19:30 TELEFILM Squadra Speciale Cobra 11 20:25 GIOCO Estrazioni del lotto

IL DIAVOLO VESTE PRADA

HULK

Alle 21.10 SU CanaleCinque. Con Anne Hathaway (nella foto), Meryl Streep: la volubile ed esigente Miranda Priestly è un mito della moda: dirige una rivista molto prestigiosa, e Andrea, appena laureata che sogna di diventare scrittrice, accetta di lavorare per lei...

Alle 23.05 su ItaliaUno. In seguito al fallimento di un esperimento di alterazione molecolare, il promettente studioso di fisica Bruce Banner (Erica Bana, nella foto) subisce una mutazione. Da quel giorno, ogni volta che lo scienziato prova forti emozioni, si trasforma in Hulk.

20:30 TELEGIORNALE TG2 21:05 TELEFILM Criminal Minds 23:25 TELEGIORNALE TG 2 23:35 RUBRICA TG2 Punto di vista 23:40 RUBRICA Rai 150 anni Fratelli d’Italia

RaiTRE 10:00 RUBRICA Rai 150 anni La storia siamo noi 11:00 RUBRICA Apprescindere 11:10 TELEGIORNALE TG3 Minuti 12:00 TELEGIORNALE TG3 12:25 RUBRICA TG3 Fuori TG 12:45 RUBRICA Le storie - Diario italiano 13:10 TELEFILM La strada per la felicità 14:00 TELEGIORNALE TG Regione 14:20 TELEGIORNALE TG3 14:50 RUBRICA TGR Leonardo 15:00 TELEGIORNALE TG3 LIS 15:05 RUBRICA FIGU 15:10 TELEFILM The Lost World 15:50 RUBRICA Cose dell’altro Geo 17:40 RUBRICA Geo&Geo 18:10 PREVISIONI DEL TEMPO 19:00 TELEGIORNALE TG3 19:30 TELEGIORNALE TG Regione 20:00 RUBRICA Blob 20:15 TELEFILM Sabrina vita da strega 20:35 TELEFILM Un posto al sole 21:05 RUBRICA Ballarò 23:15 RUBRICA Sfide

11:25 TELEGIORNALE Anteprima tg4 11:30 TELEGIORNALE Tg4 11:54 NEWS Meteo 11:58 TELEGIORNALE Tg4 12:00 NEWS Vie d’italia Notizie sul traffico 12:02 TELEFILM Detective in corsia 13:00 TELEFILM La signora in giallo 13:50 RUBRICA Il tribunale di forum - Anteprima 14:05 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di forum 15:10 TELEFILM Hamburg distretto 21 16:15 SOAP OPERA Sentieri 16:55 FILM Joe kidd 18:50 TELEGIORNALE Anteprima tg4 18:55 TELEGIORNALE Tg4 19:19 NEWS Meteo 19:23 TELEGIORNALE Tg4 19:35 TELEFILM Tempesta d’amore 20:30 TELEFILM Walker Texas ranger 21:10 TELEFILM The mentalist 23:05 TELEFILM Law & Order: unita’ speciale 23:55 SHOW Cinema festival

CANALE 5

RETE 4 09:55 TELEFILM R.I.S. Delitti imperfetti 10:50 RUBRICA Ricette di famiglia

10:00 TELEGIORNALE Tg5 11:00 RUBRICA Forum 13:00 TELEGIORNALE Tg5 13:39 NEWS Meteo 5 13:41 SOAP OPERA Beautiful 14:10 SOAP OPERA Centovetrine 14:45 TALK SHOW Uomini e donne 16:20 NEWS Pomeriggio cinque 17:20 TELEGIORNALE Tg5 minuti 17:25 NEWS Pomeriggio cinque 18:50 GIOCO Avanti un altro 19:44 TELEGIORNALE Tg5 - Anticipazione 19:45 GIOCO Avanti un altro 20:00 TELEGIORNALE Tg5

toro

gemelli

cancro

leone

vergine

Valutate bene un’opportunità che vi si sta presentando, considerando, oltre agli aspetti economici, anche i vantaggi personali che potrete trarne. Non dubitate di chi vi sta accanto e collabora con voi. Siate concentrati e e una volta risolto un problema, avrete più tempo per voi stessi. Non sottovalutate alcuni screzi con la persona amata: cercate la soluzione e non rimandate il confronto. Sul lavoro ottimi presupposti. Siate sempre ottimisti e propositivi: è l’atteggiamento giusto in questo momento. In amore arrivano conferme che possono farvi bene sperare. Non pensate solo alle note dolenti: scavate in fondo alla questione e troverete tutte le cose belle che posso darvi la carica per continuare. Parlate sinceramente e con franchezza al partner e presto vi getterete alle spalle le piccole incomprensioni che vi stanno turbando.

ITALIA 1 09:45 TELEFILM Una mamma per amica 10:35 TELEFILM Grey’s anatomy 12:25 TELEGIORNALE Studio aperto 12:58 NEWS Meteo 13:00 NEWS Studio sport - anticipazioni 13:02 NEWS Studio sport 13:40 TELEFILM I Simpson 14:35 CARTONI ANIMATI What’s my destiny Dragon Ball 15:00 SITUATION COMEDY Big bang theory 15:35 TELEFILM Chuck 16:25 SITUATION COMEDY La Vita secondo Jim 16:50 TELEFILM Glee 17:45 CARTONI ANIMATI Mila e Shiro due cuori nella pallavolo 18:28 TELEGIORNALE Studio aperto - Anticipazioni 18:30 TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 NEWS Meteo 19:00 NEWS Studio sport 19:25 TELEFILM Dr house - Medical division 20:20 TELEFILM C.S.I. - Scena del crimine 21:10 FILM L’era glaciale 3 L’alba dei dinosauri 23:05 FILM Hulk

LA SETTE 09:40 RUBRICA Coffee Break 10:30 RUBRICA L’aria che tira

AGENDA

l’oroscopo ariete

20:30 NEWS Meteo 5 20:31 SHOW Striscia la notizia 21:10 FILM Il diavolo Veste Prada 23:30 FILM Valentino: L’ultimo imperatore

Bilancia

scorpione

sagittario

capricorno

acquario

pesci

In amore grandi momenti di dolcezza e di complicità. Non siate troppo duri: usate la diplomazia e l’intelligenza e vi troverete sempre nel giusto. Praticate più sport se vi sentite giù di tono: l’impegno fisico vi aiuterà a ristabilirvi anche psicologicamente. Notizie interessanti in famiglia. Organizzate bene il lavoro in ufficio e affidate più compiti ai vostri collaboratori, in modo da far sentire partecipe tutta la squadra. Amore a gonfie vele. Cercate di riposarvi di più e non preoccupatevi troppo delle cose in sospeso: avete accanto chi può aiutarvi a far quadrare tutto. Siate lungimiranti e guardate oltre ciò che avete avanti: ci sono bellissime novità in arrivo che vi faranno tornare il sorriso e vi incoraggeranno. Siate meno superficiali nell’esprimere giudizi e non chiudetevi nella vostra presunzione. In amore siate leali e non rischierete di perdere nulla.

Martedì 25 ottobre 10.00

11:05 RUBRICA (ah)iPiroso 12:00 SHOW G’ Day 12:25 RUBRICA I menù di Benedetta 13:30 TELEGIORNALE Tg La7 14:05 FILM Timbuctù 16:15 DOCUMENTARIO Atlantide Storie di uomini e mondi 17:30 TELEFILM J.A.G. - Avvocati in divisa 19:30 SHOW G’ Day 20:00 TELEGIORNALE Tg La7 20:30 RUBRICA Otto e Mezzo 21:10 SHOW S.O.S. Tata 23:00 RUBRICA Il mondo che verrà

MTV 10:00 TELEFILM Jersey Shore 11:00 SHOW Made 12:00 NEWS MTV News 12:05 SHOW Disaster Date 13:00 NEWS MTV News 13:05 TELEFILM Jersey Shore 14:00 NEWS MTV News 14:05 SITUATION COMEDY Scrubs 15:00 NEWS MTV News 15:05 REPORTAGE Ginnaste: Vite parallele 16:00 SHOW Made 17:00 SHOW A scuola di emozioni 18:00 MUSICA MTV Mobile Chat 19:00 NEWS MTV News 19:05 REPORTAGE Ginnaste: Vite parallele 20:00 SHOW Vita segreta di una teenager americana 21:00 SHOW Hard Times 22:00 TELEFILM The Inbetweeners 23:00 NEWS Speciale MTV News 23:30 TELEFILM South Park

agenda@epolisbari.com con la Provincia di Bari.

Etica ed economia European Bahá’í Business Forum in collaborazione con il professpr Giovanni Girone dell’Università degli studi di Bari organizzerà una conferenza pubblica sul tema: “Etica ed economia: verso un nuovo ordine mondiale”, nella Sala Convegni della Camera di Commercio di Bari (Corso Cavour 2).

16.00

10.00

19.45

Il Risorgimento secondo Martone L’Apulia Film Commission allestirà, in contemporanea, nei Cineporti di Bari e Lecce la mostra fotografica “NOI CREDEVAMO – Il risorgimento secondo Martone”, in collaborazione con il Museo del Cinema di Torino: la mostra sarà composta da fotogrammi del film “Noi Credevamo” di Mario Martone, girato in parte in Puglia (orari: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18). 11.00

Tavolo a sostegno delle aziende Nella Sala Giunta del Palazzo della Provincia di Bari, sarà avviato un tavolo di lavoro congiunto tra Provincia di Bari e Confindustria Bari e Barletta-AndriaTrani, per la semplificazione burocratica e l’accelerazione degli adempimenti normativi in campo ambientale per le imprese associate e che collaborano

Informatica: nuove professionalità “L’ Evoluzione della cultura informatica e le nuove professionalità” saranno oggetto di una tavola rotonda in programma nella Sala Convegni di Confindustria Bari e B.A.T. (via Amendola, a Bari, a cura della Sezione AICA (Associazione Italiana Calcolo Automatico). Traetta Opera Festival Per la settimana edizione del “Traetta Opera Festival”, nel teatro comunale di Bitonto si terrà la presentazione della revisione dell’opera “Antigone”, intitolata “Antigone: dalla tragedia di Sofocle al libretto di Coltellini per la musica di Traetta” e un concerto (ingresso gratuito). Mercoledì 26 ottobre 21.00

“Io preferisco...cantautrice” Per la nuova edizione della manifestazione Arci, dedicata alla canzone d’autor, si terrà a Bari, ne “Il Piccolo Teatro” (Strada Borrelli 43) “Io preferisco cantautrice”, concerto per sole cantautrici. Parteciperanno Carolina Da Siena, Pinca Pallozza, Elisabetta Previati ed ospite d’onore GIUA.


21

Martedì 25 ottobre 2011

IN SALA BAR SPORT

Durante una vacanza in Francia, per far visita al figlio, un industriale milanese abituato a evadere il fisco incontra un finanziere del Sud rispettoso della legge e onestissimo: per caso i due, con le rispettive famiglie, si ritrovano nella stessa camera d’albergo.

All’interno del Bar Sport, locale della periferia bolognese, si avvicendano le avventure degli assidui frequentatori e degli avventori casuali che, alla ricerca di un flipper o di un telefono a gettoni, si incontrano e scontrano, fra racconti di sfide, conquiste e grandi passioni.

IL NOSTRO TEMPO

MATRIMONIO A PARIGI

CINEMA ANDRIA

Sala 2 - Tognazzi

Sala 3

Sala 5

Multisala Cinemars C. Barbadangelo Ipercoop Mongolfiera Tel. 0883261022

Sala 3 - Gassmann

Sala 4

Sala 6

Paranormal Activity 3 19.45 - 21.45

Matrimonio a Parigi 19.05 - 21.10

I Tre Moschettieri 19.45 Ex - Amici come prima 21.45

Sala 2

BARI

Sala 1

Un poliziotto da Happy Hour 18.00 This must be the place 20.00 - 22.30

Sala 3

Maga Martina 2 18.00 Cowboys & Aliens 20.00 - 22.30

Sala 4

ABC - Circuito d’Autore Via Marconi, 41 - Tel. 080 9644826 Sheriff ’ironi (Rassegna) 20.45 Mehahorei hasoraghim (Rassegna) 21.15 Ambasciatori Via Toma, 67 - Tel. 080 5425000

Bar Sport 18.00 - 20.10 - 22.20

Matrimonio a Parigi 17.30 - 19.15 - 21.15

Sala 5

Armenise Via Pasubio, 178 - Tel. 080 5428281

Matrimonio a Parigi 18.05 - 20.10 - 22.15

Sala 6

Ex - Amici come prima 18.00 - 20.10 - 22.20

Sala 7

I Tre Moschettieri 18.00 - 20.00 - 22.25

Sala 8

I Puffi 3D 18.00 Amici di letto 20.15 - 22.35

Sala 9

Paranormal Activity 3 18.00 - 20.25 - 22.25 Multisala Roma Circuito d’autore Via F. Giugno 6 - Tel. 0883542622

Sala 1

Bar Sport 17.30 - 19.30 - 21.30

Sala 2

A Dangerous Method 17.30 - 19.30 - 21.30

Sala 3

This must be the place 17.10 - 19.20 - 21.30 BARLETTA Opera - Circuito d’autore Via Imbriani, 27 - Tel. 0883510231

Sala 1

This must be the place 17.45 - 20.00 - 22.10

Sala 2

Amici di letto 18.00 - 20.00 - 22.00

Sala 3

Bar Sport 18.00 - 20.00 - 22.00 Paolillo C.so Garibaldi, 27 - Tel. 0883531022

Sala 1 - Manfredi

Matrimonio a Parigi 19.45 - 21.45

Sala 1

Bar Sport 18.40 - 20.45 - 22.30

Sala 2

Un poliziotto da Happy Hour 18.20 - 20.20 Drive 22.00 Il Piccolo - Circuito d’Autore Via Giannone 4 - Santo Spirito Tel. 080 5333100 Riposo settimanale Multicinema Galleria C.so Italia, 15 - 17 - Tel. 080 5214563

Sala 1

Matrimonio a Parigi 16.30 - 18.40 - 20.45 - 22.45

Sala 2

Ex - Amici come prima 18.25 - 20.25 - 22.35

Sala 3

Paranormal Activity 3 17.00 - 19.00 - 20.50 - 22.40

Ex - Amici come prima 15.50 - 18.00 - 20.10 - 22.30

Bar Sport 18.10 - 20.30 - 22.30

Final Destination 3D 15.35 - 22.30 I Tre Moschettieri 3D 17.40 - 20.05

Sala 5

I Puffi 16.20 Amici di letto 18.20 - 20.30 - 22.40

Sala 7

This must be the place 17.00 - 19.30 - 22.10

Sala 6

Sala 8

I Puffi 3D 16.30 Ex - Amici come prima 18.30 - 20.40 - 22.40

Sala 7

This must be the place 17.45 - 20.20 - 22.35

Sala 1 - Fellini

Sala A

Bar Sport 16.10 - 18.15 - 20.35 - 22.40 Multisala Showville Trav. Conte Giusso, 9. Bari-Mungivacca Tel. 0809757084

Sala 1

Arrietty 16.30 I Tre Moschettieri 3D 18.20 - 20.20 - 22.20

Sala 2

Matrimonio a Parigi 16.40 - 18.45 - 20.45 - 22.40

Matrimonio a Parigi 19.15 - 21.30

Sala 2 - Truffaut

Amici di letto 19.30 This must be the place 21.40

Matrimonio a Parigi 17.15 - 19.30 - 21.45

Sala B

This must be the place 17.00 - 19.15 - 21.30

MOLFETTA

The Space Cinema Centro commerciale Auchan Via Noicattaro 2 - Tel. 080 892111

Sala 6

Sala 3

Cinema Elia d’Essai C.so Garibaldi, 36-38 - Tel. 080 3588581

Sala 4

Amici di letto 16.00 - 18.10 - 20.20 - 22.35

I Tre Moschettieri 3D 17.45 A Dangerous Method 19.45 - 21.45

Nuovo Via Piave, 85 - Tel. 0803921022 Bar Sport 17.00 - 19.15 - 21.30

CASAMASSIMA

Sala 5

Sala 2

Ex - Amici come prima 21.30

I Tre Moschettieri 3D 15.50 - 18.05 - 20.30 - 22.45

This must be the place 16.05 - 18.30 - 21.00

Bar Sport 17.30 - 19.30 - 21.30

BISCEGLIE

Politeama Italia Via Montello, 6 - Tel. 0803968048

Un poliziotto da Happy Hour 18.10 - 20.15 - 22.20

Sala 9

Amici di letto 17.40 - 20.05 - 22.20

I Puffi 3D 17.40 Cowboys & Aliens 20.00 - 22.25

Sala 1

Royal C.so Italia, 112 - Tel. 080 5211668 This must be the place 18.00 - 20.30 - 22.30

Sala 8

Sala 9

Alfieri - Circuito d’autore L.go Aregano - Tel. 080 3588551

Splendor Via Buccari, 24 - Tel. 080 5569729 Melancholia 18.30 - 21.00

Bar Sport 18.00 - 20.05 - 22.15

Sala 10

CORATO

Maga Martina 2 16.20 - 18.15 Cowboys & Aliens 20.20 - 22.30

Sala 7

Maga Martina 2 16.00 - 18.00 Super 20.00 - 22.15 Amici di letto 17.15 - 19.45 - 22.20

Sala 8

Baciato dalla fortuna 20.10 - 22.15

Multisala Uci Cinemas Ss 16/bis usc. Z.I. c/o Fashion District Molfetta Outlet - tel 892960

This must be the place 17.25 - 19.50 - 22.15

Sala 11

Sala 12

Super 17.50 - 20.00 - 22.10 SPINAZZOLA Supercinema C.so Umberto 206/A - Tel. 0883681862 Ex - Amici come prima 19.00 - 21.15 TRANI Impero Via Pagano, 192 - Tel. 0883583444

Sala A

Matrimonio a Parigi 17.30 - 20.00 - 22.00

Sala B

Bar Sport 17.30 - 20.00 - 22.00 MOLA Metropolis - Circuito d’Autore Via Baracca - Tel. 080 4713038

Sala 1

Matrimonio a Parigi 19.10 - 21.30

Sala 2

This must be the place 18.50 - 21.40

Sala 1

Sala 3

Sala 2

Sala 2

A Dangerous Method 19.20 - 21.50

Sala 3

Matrimonio a Parigi 18.10 - 20.15 - 22.20

Sala 1

Matrimonio a Parigi 15.50 - 18.00 - 20.15 - 22.20 Arrietty 15.40 Un poliziotto da Happy Hour 17.55 - 20.20 - 22.35 Bar Sport 15.45 - 17.50 - 20.00 - 22.15

I Tre Moschettieri 17.30 - 19.50 Ex - Amici come prima 22.10

POLIGNANO

Sala 3

Multis. Vignola - Circ. d’Autore Viale Rimembranza, 13 - Tel. 080 4249910

I Tre Moschettieri 3D 17.50 - 20.10 - 22.30

I Puffi 3D 15.50 I Puffi 18.05 Baciato dalla fortuna 20.20 I Tre Moschettieri 22.35

Sala 4

Ex - Amici come prima 18.30 - 21.30

Sala 4

Sala 4

Bar Sport 19.10 - 21.30

Sala 5

Paranormal Activity 3 18.30 - 20.30 - 22.25

Sala 6

Maga Martina 2 17.30

Sala 1

I Tre Moschettieri 3D 18.00 Matrimonio a Parigi 20.15 - 22.15

Sala 2

Bar Sport 20.00 - 22.00

Sala 3

This must be the place 17.45 - 19.45 - 22.00

METTI I TUOI SMS O LE TUE E-MAIL IN INVIA LE TUE SEGNALAZIONI O I TUOI SUGGERIMENTI AL N. 345 828 2845 O A REDAZIONE@EPOLISBARI.COM

Redazione: Via delle Orchidee, 1 - 70026 Modugno (Ba) Tel.: 080 5857350 - info@epolisbari.com


22

MartedĂŹ 25 ottobre 2011

COLLEGAMENTI AEREI ORARI IN VIGORE dal 27/03/2011 al 29/10/2011

Partenze da BARI Compagnia

Part.

Arr.

Frequenza

18:10

20:25

MaG

Note

14:15 22:10

15:45 23:40

MaMeGVS LMaMeGVS

da 29/03/11 a 29/10/11 da 28/03/11 a 29/10/11

da 03/05/11 a 27/10/11

Lufthansa Airberlin

11:55 13:40 LMaMeGVSD 14:20 16:10 LV

da 27/03/11 a 29/10/11 da 01/04/11 a 28/10/11

BOLOGNA Ryanair Alitalia Ryanair Ryanair Ryanair

08:10 09:30 LMaMeGVSD 14:30 15:50 LMaMeGVSD 16:30 17:50 Ma 22:15 23:35 Me 22:30 23:50 L

da 27/03/11 a 29/10/11 da 26/09/11 a 29/10/11 da 24/05/11 a 25/10/11 da 11/05/11 a 26/10/11 da 05/09/11 a 29/10/11

09:45 12:10 10:10 12:35

MG S

da 29/03/11 a 27/10/11 da 02/04/11 a 29/10/11

BUCAREST W!ZZ

GD LMeV

da 27/03/11 a 27/10/11 da 28/03/11 a 28/10/11

09:45 12:25

MeD

da 27/03/11 a 26/10/11

Ryanair Ryanair Ryanair

08:20 09:45 LMaMeGVSD 16:15 17:30 Me 21:35 22:50 VD

da 27/03/11 a 29/10/11 da 08/06/11 a 26/10/11 da 27/03/11 a 28/10/11

17:00

18:55

LV

12:55

14:20

MaS

da 20/09/11 a 29/10/11

10:05 11:35 22:05 23:35

LMeVD S

da 27/03/11 a 28/10/11 da 02/04/11 a 29/10/11

CATANIA 21:20

22:30

LMeV

da 28/03/11 a 28/10/11

Me V L

da 30/03/11 a 26/10/11 da 24/06/11 a 28/10/11 da 20/06/11 a 24/10/11

COLONIA Germanwings Germanwings Germanwings

08:55 11:10 09:15 11:30 13:35 15:50

13:15

14:15 LMaMeGVSD

da 27/03/11 a 29/10/11

ROMA FIUMICINO Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia

06:40 07:20 08:20 11:20 12:15 15:05 17:55 19:20

07:50 08:30 09:30 12:30 13:25 16:15 19:05 20:30

LMaMeGVSD LMaMeGVS LMaMeGVS LMaMeGVSD LMaMeGVS LMaMeGVSD LMaMeGVD LMaMeGVSD

da 27/03/11 a 29/10/11 da 28/03/11 a 29/10/11 da 01/10/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 30/05/11 a 28/10/11 da 03/05/11 a 28/10/11 da 03/05/11 a 28/10/11 da 29/08/11 a 29/10/11

Ryanair

DUSSELDORF 12:05 14:25 12:55 15:15 15:40 18:00

MaG G S

da 29/03/11 a 27/10/11 da 16/06/11 a 28/10/11 da 07/05/11 a 29/10/11

MaGS

da 29/03/11 a 29/10/11

DUSSELDORF WEEZE Ryanair

10:25

12:55

18:10

20:20

MaGS

da 29/03/11 a 29/10/11

06:30 16:15 16:20

07:55 17:40 17:45

Me LGV S

da 30/03/11 a 26/10/11 da 28/03/11 a 28/10/11 da 21/05/11 a 22/10/11

HANNOVER Germanwings

18:40 21:00

G

da 14/04/11 a 27/10/11

KARLSRUHE Ryanair

16:15

18:15

Me

da 05/06/11 a 26/10/11

07:50 10:15

10:35 13:00

Ma S

da 02/08/11 a 25/10/11 da 06/08/11 a 29/10/11

LMeS

da 28/03/11 a 29/10/11

LMeGS

da 28/03/11 a 29/10/11

KOS Ryanair Ryanair

LONDRA GATWICK British Airways

13:15

16:10

LONDRA STANSTED Ryanair

20:50

22:45

MADRID Ryanair

17:15

20:05

LGS

da 28/03/101a 29/10/11

21:40 22:25

23:00 23:45

G MaS

da 31/03/11a 27/10/11 da 29/03/11 a 29/10/11

06:45 09:50 13:20 15:30 17:20 20:55

08:15 LMaMeGV 11:20 LMaMeGVSD 14:50 LMaMeGVSD 17:00 MaMeGV 18:50 LMaMeGVSD 22:25 LMaMeGVD

da 22/08/11 a 28/10/11 da 01/10/11 a 29/10/11 da 01/10/11 a 29/10/11 da 01/10/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 22/08/11 a 28/10/11

MILANO MALPENSA Easyjet Easyjet Easyjet Air One AirOne AirOne Easyjet Easyjet

09:15 09:15 09:25 09:35 18:40 19:15 21:10 21:45

10:50 D 10:50 S 11:00 LMaMeGV 11:10 LMaMeGVSD 20:15 S 20:50 LMaMeGVD 22:45 S 23:20 LMaMeGVD

da 17/07/11 a 28/10/11 da 10/09/11 a 29/10/11 da 06/09/11 a 29/10/11 da 19/09/11 a 29/10/11 da 24/09/11 a 29/10/11 da 19/09/11 a 28/10/11 da 10/09/11 a 29/10/11 da 05/09/11 a 28/10/11

da 29/03/11 a 29/10/11

20:00 21:55

LMeVD

da 27/03/11 a 28/10/11

STOCCARDA Germanwings

Me V

da 30/03/11 a 26/10/11 da 24/06/11 a 28/10/11

Germanwings

S MaG

da 03/05/11 a 29/10/11 da 29/03/11 a 27/10/11

MaGS

da 29/03/11 a 29/10/11

Air berlin Airberlin

DUSSELDORF WEEZE

15:40

15:35

MaGS

da 29/03/11 a 29/10/11

17:45

Me LGV

da 30/03/11 a 26/10/11 da 28/03/11 a 28/10/11

G

da 14/04/11 a 27/10/11

18:40 20:30

Me

da 15/06/11 a 26/10/11

11:00 11:55 13:25 14:20

Ma S

da 02/08/11 a 25/10/11 da 06/08/11 a 29/10/11

LMeS

da 28/03/11 a 29/10/11

LMaGS

da 28/03/11 a 29/10/11

08:20 09:45 18:05 19:30

HANNOVER 15:50 18:05

Germanwings

Carpatair

13:45

Belleair Belleair

Ryanair Ryanair

16:15

LMeV

da 03/10/11 a 28/10/11

09:45 12:30

09:50 10:20 18:10 19:00

L MeVSD

da 28/03/11 a 26/10/11 da 30/03/11 a 29/10/11

Ryanair

16:40

MaGS

da 29/03/10 a 29/10/11

19:25

LMeVD

da 27/03/10 a 28/10/11

12:35 13:05

LMeV

da 03/10/11 a 28/10/11

08:30 09:20 16:50 17:40

L MeVS

da 28/03/11 a 26/10/11 da 28/03/11 a 29/10/11

12:40 14:10 12:40 14:10 22:05 23:50 22:10 23:55 22:15 23:55

S LMaMeGV LVD MaGS Me

da 02/04/11 a 29/10/11 da 04/07/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 28/10/11 da 29/03/11 a 29/10/11 da 30/03/11 a 26/10/11

Me L V

da 30/03/11 a 26/10/11 da 28/03/11 a 24/10/11 da 01/04/11 a 28/10/11

STOCCARDA Germanwings

17:30

Carpatair

TIRANA Belleair Belleair

Alitalia Alitalia Ryanair Ryanair Ryanair

VALENCIA Ryanair Ryanair Ryanair

17:10 17:35 17:50

19:40 20:05 20:20

20:25

Alitalia Ryanair Ryanair Ryanair Alitalia Ryanair

06:50 08:10 08:15 14:20 14:45 22:30

08:05 LMaMeGVSD 09:30 S 09:35 LG 15:40 Ma 16:00 LMaMeGVSD 23:50 VD

da 04/05/11 a 28/10/11 da 01/10/11 a 29/10/11 da 03/10/11 a 27/10/11 da 04/10/11 a 25/10/11 da 27/03/11 a 28/10/11 da 02/10/11 a 28/10/11

07:05 08:15 18:00 22:35

08:25 09:35 19:20 23:35

S VD LMaMeGVD Me

da 17/09/11 a 29/10/11 da 10/06/11 a 28/10/11 da 05/09/11 a 28/10/11 da 08/06/11 a 26/10/11

LMaVSD MeG

da 27/03/11 a 28/10/11 da 30/03/11 a 27/10/11

VERONA

LONDRA GATWICK British Airways

23:35

VENEZIA

KARLSRUHE Ryanair

20:25

TORINO

GENOVA Ryanair Ryanair

da04/05/11 a 29/10/11 da 04/05/11 a 28/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 06/06/11 a 28/10/11 da 02/05/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

TIMISOARA

12:50 15:00 15:15 17:25

13:20

13:15 14:20 LMaMeGVSD 16:10 17:15 LMaMeGVD 17:25 18:30 LMaMeGVSD 20:15 21:20 LMaMeGVSD 20:55 22:00 LMaMeGVD 21:30 22:35 LMaMeGVSD

SIVIGLIA Ryanair

LONDRA STANSTED

TIMISOARA

TORINO Alitalia Alitalia Ryanair Ryanair Ryanair

14:55 14:55 19:55 20:00 20:05

16:35 16:35 21:40 21:45 21:50

S LMaMeGV LVD MaGS Me

da 02/04/11 a 29/10/11 da 04/07/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 28/10/11 da 29/03/11 a 29/10/11 da 30/03/11 a 26/10/11

VALENCIA Ryanair Ryanair

14:05 14:45

16:40 17:20

Me V

da 30/03/11 a 26/10/11 da 01/04/11 a 28/10/11

VENEZIA Ryanair Ryanair Alitalia Ryanair Alitalia Ryanair

06:25 07:45 S 06:30 07:50 LG 08:50 10:05 LMaMeGVSD 12:35 13:55 Ma 16:40 17:55 LMaMeGVSD 20:45 22:05 VD

da 01/10/11 a 29/10/11 da 03/10/11 a 27/10/11 da 30/05/11 a 28/10/11 da 04/10/11 a 25/10/11 da 27/03/11 a 28/10/11 da 02/10/11 a 28/10/11

06:30 09:00 19:55 20:30 20:50

VD S LMaMeGVD L Me

da 10/06/11 a 28/10/11 da 17/09/11 a 29/10/11 da 05/09/11 a 28/10/11 da 04/07/11 a 24/10/11 da 08/06/11 a 26/10/11

08:45 10:35 LMaMeGVSD

da 27/03/11 a 29/10/11

VERONA Ryanair Air Italy Air Italy Ryanair Ryanair

06:15 07:45 06:30 08:05

Helvetic

Air Italy Ryanair Air Italy Ryanair

ZURIGO

MADRID Ryanair

14:00

16:50

LGS

da 28/03/11 a 29/10/11

07:50 10:20 21:15 21:50 22:10

LMeVD MaGS

da 27/03/11 a 28/10/11 da 29/03/11 a 29/10/11

Ryanair Ryanair

19:35 20:55 20:40 22:00

G MaS

da 31/03/11 a 27/10/11 da 29/03/10 a 29/10/11

Helvetic Helvetic

18:00 19:50 18:30 20:20

Compagnia

Part.

Arr.

Frequenza

Note

Compagnia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Air One Alitalia Alitalia Alitalia

06:55 11:00 12:55 13:05 14:55 18:35 19:15 21:45

08:25 LMaMeGV 12:30 LMaMeGVSD 14:25 MaGD 14:35 MaMeGV 16:25 LMaMeGVSD 20:05 LMaMeGVD 20:45 S 23:15 LMaMeGVD

da 22/08/11 a 28/10/11 da 01/10/11 a 29/10/11 da 06/09/11 a 29/10/11 da 25/10/11 a 28/10/11 da 25/04/11 a 29/10/11 da 02/10/11 a 28/10/11 da 02/04/11 a 29/10/11 da 19/05/11 a 28/10/11

MILANO MALPENSA Easyjet Easyjet Easyjet Air One Air One Easyjet Easyjet

07:10 07:10 07:20 16:35 17:05 19:05 19:40

08:45 08:45 08:55 18:05 18:35 20:40 21:15

D S LMaMeGV S LMaMeGVD S LMaMeGVD

da 17/07/11 a 28/10/11 da 10/09/11 a 28/10/11 da 06/09/11 a 29/10/11 da 24/09/11 a 29/10/11 da 19/09/11 a 28/10/11 da 10/09/11 a 29/10/11 da 05/09/11 a 28/10/10

Airberlin

09:50

12:10

G

da 29/03/11 a 27/10/11

BOLOGNA Ryanair Alitalia Ryanair Ryanair

06:25 07:45 LMaMeGVSD 12:30 13:45 LMaMeGVSD 20:30 21:50 Me 20:45 22:05 L

da 27/03/11 a 29/10/11 da 05/09/11 a 28/10/11 da 11/05/11 a 26/10/11 da 05/09/11 a 29/10/11

BRUXELLES Ryanair Ryanair

07:05 07:30

09:20 09:45

MaG S

da 29/03/11 a 27/10/11 da 03/09/11 a 29/10/11

Ryanair Ryanair Ryanair Ryanair

08:10 08:30 12:20 20:15

09:40 10:00 13:50 21:45

LMeVD MaGS MaMeGVS LMaMeGVS

da 27/03/11 a 28/10/11 da 29/03/11 a 29/10/11 da 29/03/11 a 29/10/11 da 28/03/11 a 29/10/11

08:25

09:15

MeD

da 27/03/11 a 26/10/11

10:55

12:25

MaS

da 24/09/11 a 29/10/11

Arr.

Frequenza

Note

Ryanair Ryanair

da 27/03/11 a 29/10/11 da 01/04/11 a 28/10/11

12:55 13:05

15:15 15:25

GD LMeV

da 27/03/11 a 27/10/11 da 28/03/11 a 28/10/11

Ryanair

Alitalia Alitalia

08:40 09:00 LMaMeGVSD 16:40 17:00 MaMeGSD 16:40 17:30 LV

da 27/03/11 a 29/10/11 da 21/09/11 a 29/10/11 da 21/09/11 a 29/10/11

MILANO MALPENSA Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia

06:55 12:00 18:10 20:30

08:30 13:35 19:45 22:05

LMaMeGV S MeGVD LMa

da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

11:50 12:55 14:45 15:50 16:55 18:00

V D L

da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

07:00 08:45 12:00 13:45

S LMaG

da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

Frequenza

Note

PALERMO Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia

Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia

Compagnia

Part.

Arr.

Alidaunia Alidaunia Alidaunia Alidaunia

09:10 09:30 09:10 10:00 17:10 17:30 17:40 18:00

MaMeGSD LV MaMeGSD LV

da 21/09/11 a 29/10/11 da 21/09/11 a 29/10/11 da 21/09/11 a 29/10/11 da 21/09/11 a 29/10/11

LMa LMaMeGV S MeGVD

da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

13:40 14:45 16:25 17:30 19:00 20:00

V D L

da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

09:20 11:00 14:30 16:10

S LMaG

da 27/03/11 a 29/10/11 da 27/03/11 a 29/10/11

MILANO MALPENSA 06:35 07:55 LMaMeGVSD 14:35 15:50 Me 19:55 21:10 VD

da 27/03/11 a 29/10/11 da 08/06/11 a 26/10/11 da 27/03/11 a 28/10/11

14:45

da 28/03/11 a 28/10/11

PRAGA W!ZZ

Alidaunia Alidaunia Alidaunia

ISOLE TREMITI

PISA Ryanair Ryanair Ryanair

ISOLE TREMITI

Arrivi a Foggia

09:15 10:55 LMaMeGVSD 12:00 13:35 LV

16:30

LV

11:40 12:50 LMaMeGVSD

da 27/03/11 a 29/10/11

09:20 10:30 LMaMeGVSD 10:10 11:20 LMaMeGVS

Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia

22:50 00:25 09:30 11:05 15:30 17:05 20:35 22:10

PALERMO Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia

TORINO

ROMA FIUMICINO

BUDAPEST W!ZZ

Lufthansa Airberlin

ROMA CIAMPINO

BUCAREST

Part.

TORINO

MILANO ORIO AL SERIO

PARIGI BEAUVAIS

BERLINO

Partenza da Foggia

MILANO LINATE

MONACO

W!ZZ

MILANO ORIO AL SERIO Ryanair Ryanair

MaGS

Arrivi a BARI

MILANO LINATE Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Air One Alitalia

19:55

ZURIGO

MALTA Ryanair Ryanair

06:10 08:20 06:30 08:40

Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia Alitalia

MALTA

GENOVA Ryanair Ryanair Ryanair

16:40

TIRANA

FRANCOFORTE HAHN Ryanair

Germanwings

KOS SIVIGLIA

Air berlin Air berlin Airberlin

da 28/03/11 a 28/10/11

Ryanair

ROMA CIAMPINO Ryanair

Blu-Express

LMeV

Blu-express

FRANCOFORTE HAHN

CAGLIARI Ryanair Ryanair

19:45 20:55

CATANIA

da 28/03/11 a 28/10/11

BUDAPEST W!ZZ

da 27/03/11 a 28/10/11 da 02/04/11 a 29/10/11

Ryanair

PRAGA W!ZZ

LMeVD S

DUSSELDORF

PISA

BRUXELLES Ryanair Ryanair

10:00 12:30 10:10 12:40

12:00 13:15 20:25 21:40

COLONIA

PARIGI BEAUVAIS Ryanair Ryanair

CAGLIARI Ryanair Ryanair

MONACO

BERLINO Airberlin

Ryanair Ryanair

da 27/03/11 a 29/10/11 da 30/05/11 a 28/10/11

Darwin/Alitalia Darwin/Alitalia


23

Martedì 25 ottobre 2011

oggi

domani

Sereno

Poco nuvoloso Nuvoloso

min 14° max 21° Molto nuvoloso

Coperto Variabile/Temporali

Variabile/Pioggia

giorno e notte

min 16° max 19° Variabile/Neve Pioggia Pioggia forte

meteo

min 13° max 22°

dopodomani

sorge tramonta

Sole 07,15 18,03 Luna 05,27 16,52

Neve

Temporale VENTO: Debole Moderato Forte

MARE: Calmo Mosso Agitato Molto agitato

oggi

le previsioni Nord: Maltempo al Nord con piogge diffuse e persistenti su tutte le regioni, neve sulle Alpi dai 1100-1300m. Temperature in calo, massime tra 9 e 14 °C. Venti moderati-tesi di scirocco. Mari da mossi a molto mossi. Centro: Tempo marcatamente instabile sulla Toscana con rovesci e temporali, fenomeni in graduale estensione dalla sera. Temperature in lieve aumento, massime tra 16 e 20 °C. Venti moderati-tesi di scirocco. Mari da mossi a molto mossi. Sud: Variabilita’ fin dal mattino su Est Sicilia e ioniche, con qualche rovescio sparso, discreto altrove ma con nuvolosita’ medio-alta in transito. Temperature in aumento, massime comprese tra 20 e 25 °C. Venti moderati-tesi di scirocco. Mari da mossi a molto mossi.

domani

dopodomani

temperature in italia Ancona Aosta Bari Bologna Cagliari Campobasso Catanzaro Firenze Genova L’aquila Milano Napoli Palermo Perugia Potenza Roma Torino Trento Trieste Venezia

Min. Max. 15 20 6 8 13 22 8 16 17 20 11 17 15 18 11 16 10 14 12 19 8 11 13 21 16 25 12 18 11 18 14 21 6 10 8 11 12 16 10 15

temperature in europa

Amsterdam Atene Barcellona Belgrado Berlino Bucarest Copenaghen Dublino Helsinky Kiev Lisbona Londra Madrid Monaco Parigi Stoccolma Tirana Valletta Varsavia Vienna Zurigo

Min. Max. 8 14 15 20 17 20 8 17 7 15 3 14 9 11 12 13 6 11 3 7 17 20 13 16 7 19 12 19 12 16 6 11 13 23 19 20 2 11 7 14 5 14


24

Martedì 25 ottobre 2011

LO SAPEVATE... CHE IL BRUCO DIVENTA FARFALLA e che...

www.epolisbari.com Direttore responsabile Dionisio Ciccarese Direttore editoriale Vito Raimondo Redazione Via delle Orchidee, 1 70026 Z.I. Modugno - Bari Tel. 080 5857350-1-2-3 Fax 080 5857349 redazione@epolisbari.com segreteria@epolisbari.com

acquista il vostro ORO

Responsabile trattamento dati personali Dionisio Ciccarese Società editrice

P.Q.S.

Periodici e Quotidiani del Sud

dandovi di più

?

Via delle Orchidee, 1 70026 Z.I. Modugno - Bari Tel. 080 5857439 Fax 080 5857427 amministrazione@sedit.biz Reg. Trib. Bari n. Reg. Stampa 51 del 07/12/2010 Copyright P.Q.S. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano può essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge. Pubblicità

Viale Papa Giovanni XXIII, 253 BARIVia De Giosa, 92

Bari - Valenzano - Bitonto - Altamura - Rutigliano - Castellana - Monopoli - Polignano Conversano - Alberobello - Matera - Gravina - Terlizzi - Fasano - Cisternino San Vito d.Normanni - Martina Franca - Ostuni - Lecce - San Giorgio J. - Brindisi Taranto - Castellaneta - Massafra - Manduria - Foggia - Cerignola - Vasto

080-9 8 7 1010

Area4 S.r.l. Via delle Margherite, 20/22 70026 Modugno - Bari Tel. 080 5857450 Fax 080 5857426 segreteria@area4.biz Su

trovate i nostri gruppi e la nostra pagina ufficiale Di EPolis Bari sono stampate e distribuite ogni giorno 18mila copie che i Lettori possono ritirare gratuitamente e senza obblighi di alcun genere nei punti distribuzione. Segnalazioni (per le quali garantiamo la totale riservatezza) di eventuali violazioni possono essere inviate a info@epolisbari.com.

EpolisBari  

cronaca bari

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you