Page 1


Mi piace la scuola perché mi porta lontano, con materie, argomenti e insegnanti che mi danno una mano. Mi piace la scuola mi fa viaggiare, in un oceano di idee e conoscenze mi fa navigare. Mi piace la scuola perché bene mi fa sentire, con incontri, ricerche e studi tanti amici posso scoprire. Mi piace la Scuola Media perché mi conduce su una via e come una cometa lascerà nel mio cuore una scia. ALUNNI DELLA CLASSE 5°A SCUOLA PRIMARIA “A. ROSMINI”


La scuola è un sentiero, percorrilo. La scuola è un mistero, scoprilo. La scuola è una gara, vincila, posso aiutarti ma devi impegnarti. La scuola è una gioia, goditela. La scuola è un dovere, rispettalo. La scuola è un’avventura, rischiala. La scuola è un’amicizia, mantienila. La scuola è la felicità, meritala. La scuola è un diritto: tienilo stretto. La scuola è un luogo dove si impara, ringraziala. La scuola a volte può far paura, affrontala. La scuola è un divertimento, divertiti. Andare a scuola è importante, frequentala e cogli questa immensa opportunità!!! MARWA, JESSICA, SOPHIA E MATTEO CL. 5^B SCUOLA PRIMARIA “A. ROSMINI”


Cara Scuola Media, ti scrivo come amica, ma ti penso con preoccupazione. La maggioranza di noi parlando di Te esprime pensieri negativi. Chissà perché? Ci spaventano i compiti difficili e abbondanti, le verifiche corpose e impegnative e programmate quasi ogni giorno. Temiamo i Prof, che a detta di alcuni nostri amici, sono severi, imbronciati; li immaginiamo come gli insegnanti di Harry Potter: un po’ magici pronti a sgridarci e a spaventarci con il loro sguardo intenso e magnetico. Ma alcuni di noi parlano bene di Te. Fratelli, sorelle e genitori raccontano che alle medie hanno vissuto esperienze molto positive e pure divertenti: gite ben preparate con prof. attrezzati e disponibilissimi, laboratori fantasiosi con lingue diverse, argomenti interessanti e divertenti attività. Ci affascinano le lingue straniere che vengono proposte in modo piacevole, intelligente e coinvolgente. Abbiamo saputo che anche lì “piovono bei voti “, bisogna impegnarsi quotidianamente e i risultati daranno grandi gioie, soddisfazioni, orgoglio per le molte cose imparate.


Ci sentiamo come un libro con le pagine bianche da scrivere, ci sentiamo come scatoloni da riempire di argomenti, curiosità, amicizie, scoperte. Ci sentiamo un astuccio con pochi colori che aspetta di essere arricchito diventando “strapieno” di acquerelli, colori a matita, tempere, pennarelli, gessetti, colori a cera. Per noi i colori sono gli insegnamenti che i prof ci offriranno attraverso le loro materie. Insomma cara Scuola Media, sicuramente ci mancherà la nostra vecchia Scuola Elementare ma ci sentiamo già proiettati nel futuro. E il nostro passo successivo sarai Tu, quindi accoglici calorosamente con attenzioni, accoglimi come sai fare Tu. Ciao maestre e arrivederci prof. GLI ALUNNI DELLA CLASSE 5^A SCUOLA PRIMARIA “A. ROSMINI”


Siamo gli alunni di 5^B della scuola primaria “A. Rosmini”. Abbiamo alcuni dubbi e siamo pieni di preoccupazioni. Vi abbiamo scritto alcune domande, così da avere delle risposte. Sono più difficili le nuove materie? Come trovate la scuola secondaria? Vi è mai capitato di subire atti di bullismo? Il primo giorno che emozioni avete provato? I professori sono severi? Assegnano tanti compiti? Vi piace la nuova scuola? Quante gite fate? Avete trovato nuovi amici? Eravate più timidi? E ora? Come sono le nuove materie? Vi sentite più responsabili? Quanto tempo avete per giocare? Quando svolgete le verifiche, avete un tempo sufficiente? ALUNNI DELLA 5^ B SCUOLA PRIMRIA ROSMINI


Abbiamo letto le vostre domane e capisco che le vostre preoccupazioni sono tante. Tranquilli!!!!!! Essere preoccupati per ciò che ancora non si conosce è naturale, chiunque e in qualsia momento della vita, quando affronta una esperienza nuova, è colto da molte, moltissime domande, dubbi, incertezze. Ma un po’ di pazienza, aspettiamo il tempo giusto e ogni dubbio si dissolverà e abbiate fiducia in voi e nelle vostre capacità. A settembre avrete le vostre risposte. Per il momento dovete solo confidare in voi, pensare che non state affrontando un mondo di ”Draghi” ma semplicemente un ambiente diverso ma uguale, dove, ci sono coetanei e insegnanti, dove si impara per crescere e migliorare, dove si fanno esperienze per capire le proprie abilità, dove nascono amicizie nuove, dove esperti ci aiutano a capire le nostre passioni, dove le aule sono arredate allo stesso modo di tutte la aule del mondo e dove le persone stanno assieme imparando a donare e collaborare I PROFESSORI DELLA SCUOLA “A.FUSINATO”


L’anno scorso avevamo un grande passo da compiere… la scelta della scuola media in cui andare. Verso Gennaio ci hanno consegnato dei volantini per informarci del progetto “Scuola Aperta”. Con i nostri genitori abbiamo deciso di iniziare il giro dalla scuola Fusinato, per poi proseguire con le altre, per capire le proposte che ogni scuola faceva. Quando siamo arrivati all’ingresso dell’istituto A Fusinato, c’erano dei compagni-tutor che ci hanno fatto visitare la scuola. Ogni classe proponeva dei laboratori: musicali, linguistici o scientifici. Nell’aula di musica abbiamo provato a suonare il violino. Nell’aula di scienze abbiamo fatto esperimenti e abbiamo osservato al microscopio i vari minerali e le micro particelle che erano presenti. Nei laboratori linguistici abbiamo ascoltato canzoni in spagnolo, tedesco e francese, di seguito abbiamo assistito a delle lezioni di lingua svolgendo degli esercizi e abbiamo ballato delle canzoni in tedesco. Nell’aula di tecnica dei ragazzi ci hanno spiegato le varie costruzioni e tipi di materiale che useremo nell’anno scolastico. Infine alcuni professori ci


hanno elencato il programma di 1° media, altri ci hanno fatto vedere dei documentari brevi. Dei ragazzi volontari si sono offerti per mostrarci libri tridimensionali e leggerci storie e racconti di tutti i generi. Al termine della visita dell’istituto Fusinato, non avevamo dubbi‌ infatti abbiamo deciso di andare alla scuola Fusinato senza visitare gli altri istituti, anche se i timori e le paure erano ancora tanti. Ora abbiamo scoperto che erano timori e paure inutili. GIULIA, GRETA e ROSSANA ANNI 11.


Questo articolo tratterĂ delle paure e dei timori, che tutti i ragazzi di quinta elementare hanno verso le medie. Noi pensiamo che, le vostre paure, siano le stesse che avevamo noi lo scorso anno quando ci cominciammo a pensare al passaggio alla scuola secondaria. Quando noi eravamo in quinta elementare, avevamo le vostre stesse paure, ma, dopo un paio di settimane abbiamo dall'inizio della scuola abbiamo capito, che non c'era niente di cui spaventarsi. Ci siamo riuniti, insieme, abbiamo, deciso di fare le seguenti domande ai ragazzi di quinta elementare per farvi capire che condividiamo gli sessi stati d'animo, ora, proviamo a capire insieme a voi i timori verso le medie. 1- Di che cosa hai paura? 2- Come ti immagini i Prof e il preside? 3- Hai paura di prendere note? 4- Hai paura che i compiti aumenteranno 5- Pensi che ci siano bulli? Hai paura!? 6- Hai paura di non trovare amicizie? 7- Hai paura di essere escluso dai tuoi compagni? 8- Hai paura di perderti a scuola? 9- Hai paura dei ragazzi piĂš grandi?


10- Hai paura di essere sospeso o essere bocciato? Queste domande sono state scritte per farvi ragionare sulle paure delle medie. " Le medie non sono così spaventose, anzi quando entrerai a farne parte sarai molto felice e ti sentirai più grande e capace di affrontare tante esperienze nuove da solo.” BENJAMIN, ANNA, JESSICA ANNI 1


Cari lettori è iniziata la scuola media anche per VOI. Si è aperto un mondo a noi sconosciuto ma diverso da come ce lo aspettavamo. Ma dobbiamo vivere ogni momento con ottimismo e fiducia, dobbiamo avere un atteggiamento positivo perché questo ci aiuterà molto Le amicizie non possono mancare in questo mondo perché servono a superare quei momenti in cui tutto si oscura. Il primo giorno di scuola distingui il bene dal male conoscendo le persone più giuste per te! Per rompere il ghiaccio inizia la conversazione, con un complimento sincero, e, siamo sicuri che da lì inizierà una piacevole conversazione. State tranquilli vi possiamo assicurare che tutto è possibile anche le amicizie! Noi ci aspettavamo di essere escluse e in vece siamo qui a scrivere questo articolo in compagnia di tutte le classi della scuola prima-seconda-terza senza nostalgia delle elementari che sono un passato lontano.


L’amicizia è un mondo da scoprire pieno di brividi e fossi da affrontare insieme al tuo amico per poi gustare i frutti più dolci che offre. L’amicizia è un dono fantastico perché se ti senti un po’ giù i compagni ti danno una mano. MARTINA E CATERINA ANNI 11


Emma: Che sentimenti provi pensando di andare alla scuola media? Nicole: Provo paura perchè ho sentito che sarà difficile e nostalgia perché non voglio abbandonare le insegnanti e i miei amici Emma: Hai paura i andare alla scuola secondaria Nicole: Sì, perchè devo studiare tantissimo, molto di più di adesso Emma: Ti mancheranno le tue maestre? Nicole: Sì, perché le adoro tanto e mi hanno aiutato nella mie Difficoltà Emma: Secondo te, saranno difficili le suole medie? Nicole: Sì, perché ci saranno esami difficili. EMMA E NICOLE SCUOLA PRIMARIA DON GNOCCHI


Pietro: Che sentimenti provi pensando di andare alla scuola media? Peter: Provo un po’ di timore e un po’ di felicità ma anche paura Pietro: Hai paura di andare alla scuola secondaria? Peter: Sì, perchè avrò nuovi professori Pietro: Ti mancheranno le maestre? Peter: Sì, perché ce le ho avute per cinque anni Pietro: Secondo te, sarà difficile a scuola secondaria? Peter: Molto, perché ci sono molte cose da studiare.

PIETRO e PETER SCUOLA PRIMARIA DON GNOCCHI

Ù


Peter: che sentimenti provi pensando di andare alla scuola media? Emma: un po’ di pura perché è una scuola tutta nuova e nostalgia per questa scuola. Peter: hai paura di andare alla scuola secondaria? Emma: si, perché mi sembra difficile Peter: ti mancheranno le tue maestre? Emma: si, molto, perché non le rivedrò più Peter: secondo te, sarà difficile la suola secondari? Emma: si, perché ho sentito dire che erti hanno da studiare 12 pagine PETER e EMMA SCUOLA PRIMARIA DON GNOCCHI


Massimo: quali sentimenti provo pensando di andare alla Scuola Media? Pietro: provo un po’ di nostalgia perché ho dei bei ricordi in questa scuola e perché mi mancheranno gli amici e non so se avrò gli stessi alla scuola secondari Massimo: hai paura di andare alla scuola media? Pietro: no, perché, comunque farò nuove amicizie Massimo: ti mancheranno le maestre? Pietro: si, perché loro mi rispiegano le cose che non capisco e riesco a capire meglio e imparo tante cose che non sapevo Massimo: secondo te, sarà difficile la scuola secondaria? Pietro: sì. Perché dovrò impegnarmi di più perché ci saranno cose più complesse

MASSIMO E PIETRO SCUOLA PRIMARIA DON GNOCCHI


Pazienza

Studiosi

Servizi

Responsabilità

Curiosi

Classi

Onestà

Onesti

Uscita

Fatica

Lavoratori

Ordinata

Esperienza

Altruisti

LIM

Severità

Ritardatari

Alunni

Saggezza

Ignoranti

Osservazione Ricerche Istruzioni


La nostra prima uscita alla scuola media è stata alla fine di settembre, a Giavenale. La gita è stata organizzata per aiutarci a conoscerci meglio tra compagni di classe e prendere confidenza di questo nuovo ambiente scolastico e con i nuovi insegnanti. Siamo partiti alle 8:15 e siamo tornati alle 16:30 dal piazzale della scuola; noi alunni di prima eravamo molto emozionati, ci sentivamo a nostro agio anche con i compagni che ancora non conoscevamo bene. La guida che ci ha accompagnato si chiama Leonardo. Durante il tragitto ci siamo fermati ad osservare la Roggia Maestra, un canale artificiale che arriva a Torrebelvicino. Dopo aver camminato per un po' abbiamo fatto una sosta a Maglio di Giavenale; ci siamo sistemati in un prato e Leonardo ci ha insegnato come leggere una cartina topografica, in questo caso quella di Schio e dintorni. Nelle tappe successive siamo andati a visitare alcune aziende agricole e l a “Giardineria Drago”. Alla visita in una delle fattorie abbiamo fatto gli assaggi di tre tipi di formaggio, dal più morbido al più duro. Dopo di che ci siamo rimessi in marcia verso una sala con una cucina, dove ci siamo preparati una bruschetta deliziosa. Ne avevamo proprio bisogno perchè la lunga passeggiata ci aveva messo fame ed eravamo anche stanchi.


Dopo il pranzo siamo usciti a prendere un po' di aria nel parchetto vicino. Abbiamo camminato ancora un po' per poi fermarci in un frutteto per assaggiare le mele. Subito dopo siamo entrati nella “Giardineria Drago”, appena entrati abbiamo visto le serre piene di fiori colorati e di forme diverse e, nei cortili, gli animali da fattoria come il tacchino, le papere e i conigli. Appena usciti dalla giardineria abbiamo fatto una attività sul colore dei fiori. Infine, con molta calma siamo tornati a scuola. Ci siamo divertite molto ed è stata una fantastica attività per conoscerci e capire i nostri compagni. FAMA, GIULIA e SANDRA ANNI 11


Uno dei primi giorni di scuola ci arrivò un avviso che ci proponeva la partecipazione al primo incontro del FUSINADONLINE che è il giornale della nostra scuola. Il giorno del' incontro arrivò in fretta: i piedi ci formicolavano, nel nostro stomaco le farfalle facevano festa e il nostro cuore era invaso dall'emozione. La professoressa accese la Lim e ci spiegò le responsabilità che un bravo giornalista deve assumere. Ci sentivamo dei piccoli lavoratori, pronti a soddisfare ogni richiesta. In un incontro successivo arrivò con nostra grande sorpresa un giornalista, era lì con noi per aiutarci nella grande impresa che avremmo compiuto, per darci suggerimenti e consigli.


Ci aspetta un lungo percorso da affrontare ma siamo coraggiosi come degli esploratori e curiosi come scienziati. Abbiamo tanto entusiasmo e tutti assieme sicuramente svolgeremo bene il nostro compito. La nostra redazione è composta da 36 giornalisti di tutte a classi, ci piace moltissimo partecipare agli incontri di redazione, è un momento in cui ci scambiamo idee, insieme troviamo soluzioni, ognuno dà il meglio di se stesso e collaborando nascono anche nuove amicizie e simpatie. Ci sentiamo pronti per affrontare ogni imprevisto pronti a tutto. CATERINA e GIULIA ANNI 11


Poco dopo aver cominciato la scuola ci hanno detto che avremo dovuto fare una prova: il primo compito di matematica !!!!! Ovviamente eravamo preoccupate e avevamo molti dubbi, soprattutto pensavamo di non essere in grado di superarlo perchĂŠ immaginavamo fosse molto difficile, molto piĂš impegnativo di quelli che eravamo abituati ad affrontare alle suole primarie. Ma, ci siamo tranquillizzati e quando ci hanno consegnato le fotocopie; essendo di due pagine le nostre prof.sse, Ferretto, Polato e Dalla Riva, ci hanno spiegato gli esercizi e, solo dopo aver cominciato il compito ci siamo accorte che non avevamo piĂš paura di qualunque volta quando dovevamo affrontate un compito alle elementari. Dopo varie imprese siamo riuscite a completare il testo e consegnarlo. Nonostante tutte le emozioni che ci assalivano abbiamo superato il trauma.


Essendo argomenti delle elementari, per alcuni facili e per altri meno, la maggior parte a preso bei voti.


STATUTO DEL FUSINANDONLINE Schio, 7 dicembre 2017

In questo anno scolastico 2017/2018, noi ragazzi della scuola Fusinato abbiamo creato una redazione per la realizzazione del FUSINANDONLINE. Consapevoli che esso è uno strumento importante per la comunicazione e per favorire la condivisione tra tutti noi studenti, sosteniamo questo progetto affinchÊ possa proseguire anche negli anni a venire. Ci siamo dati dei compiti e delle regole di seguito espresse.

LA REDAZIONE DEL FUSINADONLINE ORGANIGRAMMA e COMPITI CAPO REDATTORE (compiti: 1. controllare il proseguimento dei lavori; 2. raccogliere e conservare il materiale; 3.decidere ed organizzare i lavori; 4. Riferisce alla prof; 5. distribuisce gli incarichi; scrive articoli): NOME: Linda Paganotto NOME: Pietro Casarotto RESPONSABILE DI SEZIONE (compiti: 1.scrivere articoli; 2. Raccogliere articoli, foto, disegni.. dei compagni 3.Correggere gli articoli 2. Archiviare e conservare tutti gli articoli 3. Consegnare gli articoli ai caporedattori; mantenere i contatti con i compagni della loro sezione):


RESPONSABILE VICE RESPONSABILE SEZIONE CLASSI PRIME NOMI: Michele Tisato VICE: Caterina Pietribiasi RESPONSABILE VICE RESPONSABILE SEZIONE CLASSI SCONDE NOMI: Nicolò De Munari, VICE: Giovanni Lebosi RESPONSABILE VICE RESPONSABILE SEZIONE CLASSI TERZE NOMI: Camilla Massucco VICE: Tommaso Gasparotto RESPONSABILE SEZIONE LIBRI: Sofia Ballardin RESPONSABILE SEZIONE FILM: RESPONSABILE DI CLASSSE (compiti: 1.scrivere articoli;2. Raccogliere articoli, disegni, proposte dei compagni di classe; 3. aiuta il direttore di sezione): 1A Pierantoni Giulio Stoic Sandra 1B

Faje Fama Lucchi Giulia

1C Rezzadore Elisa Marcante Martina 1D Tisato Michele Pietribasi Caterina 1E

Busato Rossana Zattra Greta Battistella Giulia

1F

Boscheti Anna Faggionato Jessica

2A

Lebosi Giovanni Ballardin Sofia

2B

Richita Gomez


2C 2D Paganotto Linda Moro Benedetta Gatti Francesco 2E El Shikh Karim DE Munri Nicoò 2F

Basso Alma Caterina Ambu Maria Laura

3A Sartori Giorgia Turcato Serena 3B Ndao Faton 3C 3D Manfron Sara 3E Angelina Ginevra Nardon Luca 3F Gasparotto Tommaso Masucco Camilla GIORNALISTI / SCRITTORI (tutti gli alunni) FOTOGRAFI (tutti) SUPERVISORE GESTIONE DEL SITO- MASTER: insegnante responsabile di scuola x 2. MISSION del Fusinandonline: Informare gli studenti di laboratori e attività che si svolgono all’interno del Fusinato e fatti significativi che ci coinvolgono Regolamento, trasmettere idee, condividere esperienze. REGOLAMENTO Tutti gli alunni possono proporre un articolo, un disegno, ecc… Gli insegnanti e il Dirigente possono proporre gli articoli


Gli articoli devono essere scritti con linguaggio capibile a tutti e correttamente Tutti gli articoli individuali devono essere firmati, oppure denominata la classe Contenuti: eventi, progetti realizzati, fumetti, disegni, curiositĂ , “il nostro mondoâ€? Formato: testi, video, PPT, disegni e/o fumetti scannerizzati.


SE VUOI AVERE ULTERIORI INFORMAZIONI SULLE NOSTRE ATTIVITÀ SCOLASTICHE PUOI ANDARE ALL’EDIZIONE UFFICIALE DEL NOSTRO GIORNALE. Lo Staff di FUSINANDONLINE

http://www.icaf.it/wordpress/

EDIZIONE SPECIALE FUSINANDO ONLINE 2017-2018  
EDIZIONE SPECIALE FUSINANDO ONLINE 2017-2018  
Advertisement