Issuu on Google+

LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4 – Aprile 2008 – Anno IV°


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

Sommario: Pagina 2 – Lettera dal redattore Pagina 3 – Major – Veon, el aviador mas rapido Pagina 4 – Major – Veon, el aviador mas rapido Pagina 5 – Conferenza Stampa Major Pagina 6 – I Numeri della Major – Spagna 2008 Pagina 7 – I Numeri della Major–Classifiche 2008 Pagina 8 – Major League- Il Film della gara Pagina 9 – Driver - Natali al massimo anche in Spagna Pagina 10 – Driver - Natali al massimo anche in Spagna Pagina 11 – Conferenza Stampa Driver Pagina 12 – I Numeri della Driver – Spagna 2008 Pagina 13 – I Numeri della Driver – Classifiche 2008 Pagina 14 – Driver League- Il Film della gara Pagina 15 – Open4yert – Ziroli “Matador” di Spagna Pagina 16 – Open4yert – Ziroli “Matador” di Spagna Pagina 17 – Conferenza Stampa Open4yert Pagina 18 – I Numeri della Open4yert– Spagna 2008 Pagina 19 – I Numeri della Open4yert – Classifiche 2008 Pagina 20 – Open4yert - Il Film della gara

In Collaborazione

REDAZIONE: Capo Redattore: MaverickOne Inviato Major: MaverickOne Inviato Driver: DFP-Client Inviato Open4yert: Beppe16v Grafica e Impaginazione: MaverickOne

Lettera dal Redattore… Quando tutto non dipende da te Una frase pesante, nello sport come nella vita, situazioni incontrollate improvvise, ti capitano senza preavviso, ci hanno sempre inquietato. Uno sportivo prepara l'evento, qualunque esso sia, nella maniera migliore, ogni dettaglio è importante, è determinante, per il risultato finale, per quello che sarà la sua prestazione. In formula uno questo tipo di attenzione è portata a livelli incredibilmente altri,un pilota insieme alla squadra diventa "farmacista" ogni piccola variazione può essere quella che fa la differenza. Poi tutto questo lavoro arriva in gara, che si confronta con altri 21 piloti, anche essi interpreti delle scelte effettuate durante le prove, pronti, carichi a far si che tutto il pacchetto uomo macchina dia il meglio di sé al raggiungimento del risultato migliore possibile. Ma parlavamo dell'imponderabile di quello che accade senza che tu lo possa prevedere, che nel nostro mondo, quello simulato, quello del online racing, si chiama connection lost. Ebbene un evento così ben organizzato, dove tutto sta affilando per il meglio, dove la sfida in pista è aspra, maschia, accesa, venga inficiata nel risultato da questo problema tecnico, oltre lasciare l'amaro in bocca ti fa arrabbiare parecchio. È un dispiacere vedere piloti che dopo aver preparato una gara in maniera meticolosa si vedano caratterizzare il loro risultato da un evento simile. Sappiamo tutti chi più e chi meno quali possono essere i problemi legati a questo tipo di anomalia, conflitti di hardware, software, ma molto più probabilmente un'instabilità della linea adsl che ci viene offerta dal nostro provider e che purtroppo in questi ultimi tempi è per troppi di noi ballerina. Onestamente le soluzioni non sono poi tantissime, nel senso che siamo in balia della volontà dei famigerati call center e dei loro tecnici; se si ha la fortuna si trovano dei tecnici che ti fanno una verifica. Bene non ci resta che augurare i minori connection lost possibili a tutti noi, e passate il termine, che la banda sia con voi. PAGINA 2


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

B

arcellona - Ed eccoci pronti per il primo appuntamento europeo del campionato F1FullSim categoria Major League, e lo si fa nel circuito sede dei test invernali per antonomasia, Barcellona. Qui in questa terra caliente, sapranno i nostri piloti, pur conoscendo molto bene questo tracciato, a saper tirar fuori dalle loro vetture con il particolare che gli potrebbe regalare la vittoria? Ebbene tutto è pronto per la Q1, tutti i piloti in questa sessione cercheranno il massimo dalla loro velocità, spremeranno fino all'ultima goccia possibile quella velocità che sta all'interno della vettura per fare in modo che la Q3 diventi il primo traguardo. E quando parliamo di velocità pura, parliamo di Ivan Cossetti, che qui in Spagna conquista per la terza volta la posizione migliore in questa fase dell'evento, è lui l'uomo più veloce tre volte su quattro GP. Lo segue ad appena un battito di ciglia 20 centesimi Veon, suo compagno di squadra che nonostante un avvio di stagione tribolato appena ne ha la possibilità fa vedere di che pasta è fatto. Non è da meno Fausto Pappalardo che anche adesso poiché gli occhi sono due, per un altro battito di ciglia si piazza in terza posizione. quarta posizione per Hugomir, quinta piazza per Magkas, sesta posizione per Vins78, settima ad appannaggio di VisioneR, ottava e nona posizione presidiata dalle due BMW di Negosanti e Franz71, chiude la top ten DFP-client; esclusi Bisco, Franco Pugliese, Ditrani, The Drake e Gio-Jordy. Siamo pronti per la Q3, tutti hanno imbarcato la benzina, a proposito della strategia scelta, e il tipo di gomma, per compiere la gara, e in queste condizioni, che i primi 10 cercheranno la pole position o la miglior piazzola di partenza in riferimento alle loro

Di MaverickOne potenzialità. È in questa fase invece di quello che è emerso nella precedente qualifica è spesso stravolto da varie situazioni che si possono incontrare durante il proprio giro lanciato. Infatti, è Veon che la spunta su tutti, relegando Fausto Pappalardo a quasi 3/10 di distacco, terza posizione per Vins78 a 4/10, in quarta posizione c'è Ivan Cossetti, quinta piazza per Hugomir, sesta per Magkas, settima per VisioneR, ottava e nona posizione sempre per la coppia BMW a parti invertite rispetto alla Q1, infatti, Franz71 precede Negosanti, chiude DFP-client e la sua Williams. bene tutto è pronto per l'inizio di questo evento che siamo certi, saprà regalare tantissime emozioni, il tracciato è favorevole, un lunghissimo rettilineo, dove le scie sapranno rendere ancor più appassionante i duelli in fondo dove una staccata violenta farà la differenza tra il cuore grande, il coraggio, per la ricerca del sorpasso. Ma qui comincia la parte guidata, la parte che ha più piloti piace, una rapida destra sinistra,1'accelerazione, e della lunghissima curva di estrosa Renault che metterà a durissima prova l'anteriore sinistra portandola a temperature elevatissime; sapranno i piloti durante la gara di gestire al meglio questa variabile? Cercate la risposta? Bene e allora andiamo in cronaca e andiamo a vedere. Ottima la partenza da parte di tutto il gruppo che arriva alla prima staccata molto compatto, Fausto Pappalardo ha approfittato di un ottimo avvio per portarsi al comando dopo aver staccato forte alla curva ELF Chi invece approfitta del marasma iniziale è Franz71 che riesce a guadagnare una posizione ai danni di VisioneR, mentre ne perde tante Hugomir che purtroppo a causa di problemi tecnici alla linea di arselle deve gareggiare con una

linea UMTS che non garantisce oltre che prestazioni accettabili anche una certa affidabilità. Si chiude il primo giro con in testa Fausto Pappalardo seguito da Veon, Vins78, Cossetti, Magkas, Franz71, VisioneR, Negosanti, Hugomir, DFP-client, Ditrani, Franco Pugliese, The Drake, chiude il gruppo Bisco. Ma gli eventi sono tanti e quindi andiamo con la cronaca, secondo giro, Franz71 arrivò a lungo alla staccata della curva Elf ed è costretto ad alzare il piede, VisioneR forte di una miglior accelerazione si porta all'interno nel tratto di pista che porta alla curva Renault e buttandosi all'interno costringe il pilota BMW a non poter stringere verso la traiettoria ottimale, un bel sorpasso da parte del pilota greco. Ma non è finita perché anche Ditrani in piena accelerazione nella curva Renault sbaglia la traiettoria che lo porta ad allargare troppo verso l'esterno costringendolo a mollare i gas, ne approfitta immediatamente Franco Pugliese con un gran bel sorpasso all'interno della curva Repsol. Registriamo inoltre in questo giro anche il tentativo di sorpasso da parte di Hugomir ai danni di Negosanti, ma la staccata troppo ritardata annulla quanto appena conquistato. Siamo al 4° giro e cominciano le note dolenti, infatti, il pilota della BMW Franz71 si vede estromesso dall'evento a causa di un connection lost, davvero un peccato perché l'inizio di gara è stato davvero buono. In questo giro c'è anche da registrare l'ottimo attacco in staccata all'esterno della curva Elf di Ditrani ai danni di Franco Pugliese. Al 6° giro, dopo averlo studiato attentamente, Bisco attacca e scavalca The Drake il quale comincia ad accusare qualche problemino di set up. Il 7° giro per mettere in un momento in cui il trasferimento dati è ottimale il PAGINA 3


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

sorpasso da parte di Hugomir ai danni di DFP-client prendendo un certo margine. Veniamo all’11° giro nel quale Fausto Pappalardo in crisi con le gomme posteriori, c'è della posizione da prima a Veon, e nel giro seguente in pari manovra anche di Ines attacca e passa il pilota Ferrari, ma non è finita perché anche Ivan Cossetti alla Seat vede la Ferrari lasciare uno spiraglio all'inferno e ci si butta a capofitto sorprendendo il pilota e guadagnando la terza posizione. Siamo al 14° giro e registriamo il sorpasso di DFP-client ai danni di Negosanti, ma in questo giro cominciano anche i primi pit stop per coloro i quali hanno scelto la strategia delle tre soste, infatti inizia Hugomir, seguito dopo due giri dal suo compagno di squadra, al giro 17 tocca a Veon, Cossetti, e Fausto Pappalardo. Tutto questo regala a Magkas la testa della classifica ma che dura solo un giro, infatti, lei non uscito dai box a ridosso del pilota Renault, lo passa; ma in questo giro dobbiamo registrare anche l'abbandono anche lui a causa di problemi alla connessione da parte di Hugomir, peccato davvero. Pit stop anche per Franco Pugliese al 19° giro, mentre al 20° Fausto Pappalardo perde il contatto da Cossetti per un largo alla curva Campsa, sempre in questo giro Vins78 passa Negosanti alla Elf, pit stop per Magkas. Al 21° giro registriamo invece il contatto alla curva Seat tra il pilota Pugliese e The Drake, in staccata il pilota della Renault ci arriva a ruote fumanti e con una traiettoria interna, Pugliese in traiettoria ottimale purtroppo non tocca lievemente facendo girare la vettura dell'avversario e finendo entrambi da corsa nella via di fuga ripartendo. Giungiamo al 22° giro, dove compiono il pit stop sia VisioneR sia DFP-client, sempre questo giro Fausto Pappalardo

Di MaverickOne restituisce il favore a Cossetti alla staccata della curva Elf sorpassandolo. Pit stop anche per Ditrani al 23° giro, che registra anche una situazione strana da parte del pilota Renault, The Drake, il quale si ferma per circa 30 secondi a bordo pista ripartendo senza apparente motivo. 24° giro pit stop anche per Negosanti e Bisco, a questo punto si rende necessario riepilogare le posizioni al termine delle fasi di rifornimento in testa Veon, seguono Cossetti, Pappalardo, Vins78, Magkas, VisioneR, DFP-client, Ditrani, Negosanti, Bisco, Pugliese, The Drake che si ritirerà al giro 27° per problemi alla vettura. Bene da questo momento la gara si stabilizza, le differenze le fanno i pit stop, gli errori di guida, e ancora il connection lost, infatti, la vittima di quest'ultimo problema al giro 33 è Franco Pugliese che si vede estromesso dalla gara quando poteva combattere per un punto in classifica. Dicevamo degli errori, errori causati da problemi tecnici o da disattenzione ma che comunque non sono diversi nel risultato, infatti, Fausto Pappalardo vede svanire un podio quando al giro 47° quando in piena accelerazione vede partire la sua vettura in sovrasterzo e in un disperato controllo cerca di evitare il muretto di bordo pista che si avvicina, l'urto diventa inevitabile e danneggia irreparabilmente ala e sospensioni anteriori, anche se si reca ai box per le riparazioni, ed è per lui il ritiro. Stesso destino è riservato per VisioneR che al giro 54° nello stesso modo di Fausto Pappalardo riportando gli stessi danni, rientra il box ripara si ributta in pista ma subito dopo un'altra uscita di pista mette fine alla sua gara. Nel frattempo DFP-client sorpassa Bisco resosi protagonista di un'uscita di pista con contatto contro le protezioni, è fortunato,

pochi danni ma può continuare ma non potrà tamponare il ritorno di Negosanti che al giro 64° con una staccattona lo infila alla curva ELF Vince un grandissimo Veon, il quale in una fase iniziale della gara ha controllato la situazione per poi una volta superato Fausto allungare con il suo passo senza che mai alla sua posizione fosse messa in discussione, davvero un'ottima gara. Lo segue il suo compagno di squadra Ivan Cossetti in 2° posizione il quale ha tribolato non poco durante la gara a contenere dapprima Vins78 e poi, finché le gomme lo hanno permesso un Fausto Pappalardo davvero brillante. Terza piazza per di Vins78 il quale dopo un avvio molto buono si è installato tra la 3° e la 4° posizione giocandosi il podio con Cossetti e Pappalardo. Ottima la gara di Magkas effettuata immediatamente a ridosso del podio e che dimostra una sicura crescita e maturità di questo fortissimo pilota. Si conferma anche DFP-client in 5° posizione nonostante giunto sul tracciato non essendo sicuro dei test effettuati, ma sappiamo tutti delle capacità di questo pilota nel riuscire a trovare in ogni gara e il risultato davvero ottimo. Bella la gara anche di Negosanti, Bisco e Ditrani che hanno chiuso così dell'ordine alla classifica punti, sempre molto vicini il loro risultato è stato inficiato da loro errori di guida che ne hanno fatto perdere terreno nelle varie fasi di gara rispetto ai piloti che li hanno preceduti. E ora tutti in Turchia per il prossimo appuntamento del campionato F1-Fulsim categoria Major League, un altro tracciato che si presta in maniera particolare nella famosa curva da 180° gradi per uno spettacolare Gran Premio, ne siamo certi, il Vs inviato MaverickOne.  PAGINA 4


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

Veon Complimenti per la prima vittoria stagionale, sarai felice Si moltissimo, dopo 2 gare sfortunate e un secondo posto è arrivata la prima vittoria in una pista che non mi è mai piaciuta. Dopo i problemi tecnici che ti hanno disturbato credi di dare una svolta positiva alla tua stagione almeno sotto l’aspetto affidabilità? Sono molto fiducioso per il continuo della stagione, credo di aver risolto tutti i problemi di "affidabilità" che avevo. Lo scorso anno un duello epico con Ceccarelli e Max3D, che salutiamo, questa stagione tu Grigo Cossetti, vittoria che analogie? Lo scorso anno a Barcellona ho fatto il duello più bello, più lungo e più impegnativo di tutta la mia "carriera" di vilota virtuale. Quest'anno è molto probabile che assisterete ad altri duelli di quel tipo, sopratutto verso la fine del campionato.

Ivan Cossetti Un ruolino di marcia fino a questo punto da urlo, qui un secondo posto cosa racconti Posso solo esprimere la mia grande felicità per questo ottimo quarto di stagione , mai avrei pensato di realizzare un avvio così positivo in una categoria competitiva come questa Major 2008. Sicuramente il frutto di un lavoro ottimizzato alla ricerca della prestazione e del passo gara, svolto in collaborazione con il mi o TM Veon che devo per questo ringraziare, sempre disponibile e generoso nel supportarmi.

Di MaverickOne

Quale la differenza che ti ha fatto scegliere le tre soste con soft rispetto alle due con dure? In realtà è stata una scelta presa a tavolino, sulla base del fatto che anche con il mio miglior passo da 2 soste avrei pagato più tempo di quanto necessario per fare un pit in più. Di certo se avessi trovato un buon feeling con le gomme ha rd sarebbe stato diverso, tuttavia sin da inizio anno si è capito che la scelta delle coperture è determinante per sviluppare il set up per la gara e la strategia, personalmente non mi sento molto un pilota da 3 soste, tuttavia nelle gare in cui ho adottato questa strategia non avevo alternative. Il momento migliore e il momento peggiore della tua gara? Beh il momento migliore sicuramente alla partenza, nonostante non abbia guadagnato nessuna posizione temevo molto la prima curva qua a Barcellona, proprio perché insidiosa, però tutto è andato bene e ho tirato un sospiro di sollievo. Il momento peggiore invece è stato dopo il primo pit, in quanto mi sono trovato dietro a Visioner che era su 2 pit, non sono riuscito a trovare un buono spunto per effettuare un attacco e Fausto mi ha rimontato 2-3 secondi in pochi giri, quando poi Vis è rientrato al pit avevo ormai la Ferrari in scia e mi ha passato, per fortuna poi mi sono rifatto sotto e grazie ad un suo errore mi sono ripreso la posizione.

Vins Allora ci stai prendendo gusto qui ancor a podio, complimenti Grazie! Si è stata un'altra buona gara...sono stato tuttosommato costante e

questo alla fine ha premiato. E' stata molto interessante la prima parte di gara, in lotta con Pappalardo e Cossetti....poi il resto ho corso in solitario. Hai tenuto botta, giro veloce in gara smile alle McLaren, cosa ha fatto la differenza sul distacco finale Premetto che non penso sarei riuscito ad ottenere qualcosa meglio del terzo posto......ma forse il distacco sarebbe stato molto più esile a fine gara. Alla fine del primo stint, quando mi trovavo in seconda posizione, ho commesso un grave errore in accelerazione dall'ultima chicane, con conseguente testacoda e rottura dell'ala anteriore. Ho perso molto tempo in questo frangente....i meccanici mi hanno sotituito l'ala, ma la vettura era comunque danneggiata nella parte anteriore. Mi sono trovato molto staccato dalla coppia mclaren e i miei tempi si sono alzati notevolmente; questo ha influito sicuramente nel distacco finale. La Turchia imporrà con quel curvone scelte particolari o pensi che sia abbastanza ordinario come scelte di assetto? Secondo me più che il curvone saranno i settori della pista a imporre una scelta aerodinamica. Il T1 è molto guidato, mentre il T2 e T3 sono più veloci. Bisognerà scegliere se privilegiare il misto o la velocità; il curvone 8 metterà sotto stress le gomme di destra....sarà importante scegliere la giusta mescola per la gara. La scelta del setup sarà molto complessa a mio parere.

PAGINA 5


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

I NUMERI DELLA MAJOR LEAGUE

RISULTATI SPAGNA 2008

PAGINA 6


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

I NUMERI DELLA MAJOR LEAGUE

CLASSIFICA 2008

PAGINA 7


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

Partenza

Ditrani passa Pugliese

Hugomir passa Negosanti

Fausto perde il podio

MAJOR LEAGUE - Il Film della gara

VisioneR attacca Franz71

Veon passa Fausto

Vins71 passa Fausto

Cossetti su Fausto

Contatto Pugliese-The Drake

Bella gara Magkas

Negosanti staccatona su Bisco

Veon vince alla grande PAGINA 8


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

B

arcellona - Dopo le gare di Australia, Malesia e Bahrain, si giunge anche in Europa per disputare la quarta del mondiale Fullsim Driver league. Il circuito è quello di Barcellona in Spagna, circuito che presenta quest’anno una parte finale leggermente modificata con l’introduzione di una chicane che immette sul rettilineo finale. Parte la Q1 e ad imporsi su tutti al termine dei 15 minuti previsti è Cisco, durante una sessione caratterizzata da tempi molto vicini fra loro. I piloti esclusi dalla Q3 sono invece Tempest, Kekkonen, Toroscatenato, The Drake, Angy Speed, Maverick81, Cobra e Cheyenne. Nella Q3 invece bisogna fare i conti con la strategia della prima parte di gara, ecco quindi che le carte si rimescolano e l’asso pigliatutto lo prende Adso che con il tempo di 1.18.067 si piazza in pole. Alle sue spalle con 1.18.304 si classifica Tormento. 3° è Cisco, 4° Natali, 5° Hamtak ed a seguire Armando, Emanuele, Panos, Mirko e Manuel. Parte così la gara ed alla prima insidiosa curva i primi quattro (Adso, Tormento, Cisco e Natali) mantengono le loro posizioni, Hamtak invece parte male e viene sfilato dalle due McLaren, dalla Renault di Emanuele e dalla Ferrari di Manuel; Emanuele e Manuel vanno però subito alla curva “Renault” in sottosterzo e finiscono larghi, perdendo in questo modo molte posizioni. In eccessivo sottosterzo ci finisce anche Hamtak che perde la 7a posizione a favore di Panos e Kekkonen. Da notare che al via Tempest aveva avuto problemi con il

Di DFP_client

sistema di partenza ed era quindi scattato al rallentatore; tra l’altro il pilota Honda sbaglierà poi anche alla “Repsol” finendo ultimo dietro Emanuele. Sempre alla “Repsol” invece Natali è già 3°, avendo sopravanzato nel lungo curvone in appoggio Cisco, mentre anche Armando supera il pilota Toro Rosso alla staccata della curva “Seat”. Arrivati al tornane de “La Caixa”, Cisco, nel tentativo di difendersi da Mirko, arriva molto lungo; non ne approfitta però il pilota McLaren che sbaglia anch’egli la frenata, cosa che però non fa Panos che quindi riesce a beffare entrambi portandosi così in 5a posizione. All’inizio del terzo giro, alla staccata del lungo rettilineo finale, Armando supera Natali e si porta in 3a posizione. Più dietro Emanuele supera sia Angy Speed che Maverick81, ma poi nel giro successivo è costretto a ritirarsi per problemi di connessione. Intanto è sempre lotta serrata fra Armando e Natali, mentre Angy Speed supera sia Maverick81 che The Drake e diventa 13°. Il leader della corsa Adso invece cerca di imporre un ritmo indemoniato alla gara sapendo di doversi fermare prima degli avversari a causa della diversa strategia adottata. Dopo 6 giri il pilota Toro Rosso può contare su circa 4 secondi di vantaggio su Tormento; vedremo in seguito se questo ritmo gli consentirà di rimanere in testa al momento della sosta. Alla fine del 7° giro, alla nuova chicane, Manuel va in testacoda, ma Toroscatenato non ne approfitta e quindi il pilota Ferrari mantiene l’undicesima posizione. Alla

tornata successiva nello stesso punto anche Kekkonen sbaglia arrivando lungo e venendo passato da Hamtak. Nelle retrovie errori anche per Toroscatenato e Maverick81 che vengono passati rispettivamente da Angy Speed e Tempest. Alla fine del 10° giro sempre alla nuova chicane testacoda per Cheyenne che perde la 10a posizione a favore di Manuel e testacoda anche per Angy Speed che precipita così in 16a (viene passato infatti da Toroscatenato, The Drake, Tempest e Maverick81). Nelle posizioni di testa invece Armando riesce con una bella manovra a superare Tormento alla curva “Elf” ed a guadagnare così la 2a piazza. Adesso il pilota Williams se la dovrà vedere anche con il ritorno di Natali. Al giro 12 altro rimescolamento in fondo alla classifica per via degli errori di Cheyenne, Toroscatenato e Maverick81. Troviamo quindi adesso 11° The Drake, 12° Tempest, 13° Angy Speed, 14° Cheyenne, 15° Toroscatenato, 16° Maverick81 e 17° Cobra. In seguito errore anche per Angy Speed, mentre Toroscatenato va ai box per la sua prima sosta mentre Maverick81 si ritira. Tornando sul duello Tormento-Natali, dopo vari tentativi d’attacco da parte del pilota Toyota non andati a buon fine, si arriva all’episodio più contestato della giornata e cioè all’inizio del 17° giro, quando Natali esce più veloce dall’ingresso che dà sul rettilineo del traguardo e la sua vettura affianca quella di Tormento. I due però nell’incrocio delle traiettorie si toccano leggermente: ad

PAGINA 9


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

avere la peggio è Tormento fuori pista, mentre Natali prosegue 2°. A causa di questo episodio ci saranno poi strascichi polemici nel dopogara. Dicevamo che Natali prosegue 2°, non è un errore in quanto pochi attimi prima Adso si era fermato ai box per rifornire. Ricapitolando quindi, passa a condurre Armando, seguito da Natali, Tormento, Cisco e Panos (che era stato appena superato dal pilota Toro Rosso). Adso rientra in pista 7° dietro ad Hamtak e davanti a Manuel. Si ferma ai box per la sosta anche Mirko, mentre in precedenza era stata la volta di Kekkonen ed Angy Speed (tutti piloti questi che logicamente hanno impostato la corsa con una strategia su due soste). Poco più tardi anche Cisco supera Tormento a causa di un errore del pilota Williams nella zona che immette all’ultima chicane prima del traguardo. Natali intanto si getta all’inseguimento di Armando, mentre nelle retrovie si forma un terzetto composto da The Drake, Mirko e Cheyenne, tutti in lotta per la 9a posizione. Dopo pochi giri Armando si ritrova negli specchietti la sagoma della Toyota di Natali, mentre Tormento deve dal canto suo difendere il 4° posto dagli attacchi di Panos ed Hamtak. Nel corso del 22° giro Cheyenne supera Mirko_75 alla curva Seat, poi all’ingresso del rettilineo del traguardo fa un piccolo errore e viene ripassato, ma in fondo al rettilineo si riprende la 10a posizione. Al 23° giro Manuel e Tempest si fermano ai box. Il pilota Ferrari rientra in pista sempre in ottava posizione proprio quando alle sue spalle

Di DFP_client

che fa una breve escursione giunge il suddetto terzetto che vede ora prevalere Cheyenne su The Drake e Mirko_75. Tempest invece rientra in pista 14° dietro a Angy Speed e davanti a Toroscatenato. Al giro seguente mentre Cheyenne cerca l’allungo sui due rivali, The Drake frena in maniera anomala alla “Camsa” e Mirko_75 non riesce ad evitarlo rompendo l’ala anteriore e spedendo il pilota Renault contro il muretto di protezione; gara quindi compromessa per entrambi. The Drake si ritirerà infatti pochi giri più tardi, dopo aver scontato pure un Drive Through inflitto in precedenza ed aver contribuito involontariamente al ritiro di Tempest. Al 25° fa la sosta Hamtak, al 26° è la volta di Armando, Panos e Cheyenne, al 27° di Natali e Tormento, mentre solo al 29° si ferma Cisco. Al termine di tutti questi pit-stop torna al comando Adso (che però si dovrà fermare nuovamente), secondo è Armando, 3° Natali, 4° Cisco, 5° Tormento, 6° Panos, 7° Hamtak e 8° Manuel. All’inizio del 32° giro Natali attacca Armando in fondo al rettilineo del traguardo, ma arriva lungo e dopo una breve escursione nella sabbia si riaccoda al pilota McLaren. Più dietro Manuel è costretto al ritiro a causa dell’urto contro un muretto. Al 33° si ferma per la seconda sosta Adso, cedendo così la testa della corsa ad Armando. Il pilota Toro Rosso rientra invece 6° dietro a Panos e davanti ad Hamtak. Al 35° c’è probabilmente l’episodio clou della gara: Armando affronta la penultima curva del tracciato, quando

all’improvviso la vettura gli parte leggermente in testacoda; il pilota McLaren cerca di controllarla al meglio, ma finisce ugualmente largo dovendo così far sfilare Natali che passa quindi a condurre. Negli stessi frangenti Adso supera Panos e diventa 5°, mentre Kekkonen supera e passa 9°. Mirko_75 Successivamente Natali spinge al massimo e riesce pian piano a distanziare al ritmo di 5 decimi al giro Armando, il quale tenta invano di tenerne il passo, finché al 43° giro il pilota McLaren sbaglia leggermente all’ingresso del rettilineo finale e vede il suo distacco aumentare ulteriormente a circa 7 secondi complessivi. Natali ha quindi la vittoria in pugno ed infatti non se la fa sfuggire giungendo al traguardo in prima posizione. La gara è quindi vinta da Natali, che fa così un bel salto in avanti in classifica piloti. Secondo giunge un rinato Armando, 3° è Cisco (sempre in testa al mondiale), 4° Tormento, 5° Panos (che aveva superato nuovamente Adso a soli 2 giri dal termine), 6° Adso appunto, 7° Hamtak e 8° Cheyenne. Fuori dai punti troviamo Kekkonen, Angy Speed, Toroscatenato e Mirko_75. In classifica costruttori la Toro Rosso conduce con 38 punti, seguita dalla Williams a quota 28 e con Toyota e McLaren entrambe a 26. Prossima gara in Turchia il 12.05.2008.

PAGINA 10


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

Di DFP_client

NATALI Complimenti per la vittoria, questa volta te la sei dovuta vedere con Armando…quali sono a parer tuo le differenze principali fra Cisco ed il pilota McLaren e quale fra i due temi di più in prospettiva mondiale? Grazie dei complimenti, gara sudatissima. Non vedo molte differenze fra i due, sono entrambi velocissimi costanti e molto corretti, anche se con Armando il vero e proprio duello a contatto non c'è stato, prima un mio errore poi uno suo ci ha privato del duello. Temo entrambi, se proprio devo trovare qualcosa direi che Armando è forse di poco più veloce mentre Cisco più costante durante la gara. Nel dopogara hai lanciato accuse piuttosto pesanti ai danni di Tormento, reo a parer tuo di averti eccessivamente ostacolato nei vari tentativi di sorpasso. La Toyota ha già fatto reclamo, ma a prescindere dall’esito, non ti sembra adesso a mente fredda di avere un po’ esagerato? Nel dopogara il sangue bolle molto, ma continuo a rimanere dell'idea che ha esagerato lui in pista. Difendere la posizione va bene anche con grinta, ma che sia una propria scelta a proprio discapito, non che debba mettere a rischi la gara degli altri. Menomale che non è successo niente. Io e il team abbiamo deciso per il reclamo per placare la grinta di Tormento nel manovre difensive e per evitare inutili incidenti nelle gare prossime; in 5 giri essere presi a ruotate ogni volta lo affiancavo non è carino e se un lag faceva volare entrambi? Settimane di allenamento buttate. Dopo la vittoria in Bahrain è arrivata anche qui in Spagna, di solito si dice che non ci sia 2 senza 3… Si, credo molto ai proverbi….no dai scherzo, magari tre vittorie di fila! Devo però ammettere che la prossima pista Istanbul Park mi piace moltissimo e ho avuto sempre ottimi piazzamenti e vittorie, e quando una pista ti piace e ci provi gusto a correrci penso sia già un buon inizio.

ARMANDO Complimenti per il secondo posto di oggi; cosa puoi raccontarci della sfida con Natali? Beh, innanzitutto grazie per i complimenti, devo dire che in Spagna mi sono divertito molto ed ho ottenuto un risultato che forse non mi aspettavo neanche. La gara è stata molto dura soprattutto per la grande pressione che mi metteva Max (complimenti anche a lui). Il duello con Max è durato sin dall’inizio, io l’ho passato al 3° giro, all’inizio credevo di andare un po’ di più, pero con il passare dei giri le gomme si usuravano troppo, forse per via delle sbagliate pressioni, non so, con Max ho fatto un gran duello, lui mi ha pressato per 33 giri senza mai mollarmi un attimo, quindi potete immaginare la mia difficoltà. Comunque sono contentissimo del 2° posto e sono più fiducioso per il futuro. Senza quel piccolo errore al 35° giro pensi che avresti potuto vincere? Sinceramente no, Max in quel periodo di gara era molto più rapido di me ed io ero in grave difficoltà, l’errore non dico che era ovvio pero ci poteva stare, vista anche la scarsa preparazione a questo gran premio, comunque credo che Max avrebbe potuto sicuramente passarmi. Dopo le ultime tue due gare non proprio eccezionali, possiamo affermare “Armando’s back”? Speriamo, non lo so, questo campionato Driver è entusiasmante e quindi allo stesso tempo molto difficile, se Armando è tornato lo sapremo solo in Turchia.

CISCO Complimenti per la bella gara, anche se alla fine sei arrivato “solo” sul gradino più basso del podio; sei soddisfatto ugualmente? Grazie, beh soddisfatto diciamo di si, però non al cento per cento, per come si era messa dopo il primo giro mi è andata benissimo alla fine. Ma non posso permettermi d'ora in poi di fare questi regali agli

avversari. Partenze disastrose e per giunta stavolta nel primo giro ho danneggiato pure la macchina, ho fatto il possibile e alla fine meglio terzo che niente. Spero di rifarmi in Turchia... Il tuo primo giro non è stato proprio il massimo….forse le gomme fredde, oppure un po’ di mancanza di concentrazione, tu come lo spieghi? Beh, come dicevo prima è dall'inizio dell'anno che ho problemi sia con le partenze e sia con la gestione del primo giro. L'anno scorso ero perfetto in questo, quest’anno ancora non ho capito che mi succede, forse si le gomme fredde magari non riesco a gestirle e gli altri si (mi attaccavano ovunque non ci ho capito niente). Ma me lo spiego forse con la mia eccessiva prudenza per paura di essere coinvolto in un incidente, poi dopo comincio a spingere in sicurezza, ma per vincere delle corse non sempre basta, bisogna essere perfetti sin dalla qualifica, alla partenza e poi la strategia. Venendo meno uno di questi fattori, in un campionato tirato come questo si rischia di perdere due o tre posizioni rispetto al tuo passo. Dal primo posto della Malesia, al secondo del Bahrain fino al terzo di oggi; sono gli avversari che hanno affilato le armi oppure sei tu ad avere un po’ “mollato la presa”? Diciamo un 50 e 50 per cento. Sapevo che gli avversari non sarebbero rimasti a guardare, devo ammettere che la velocità e la costanza di Max mi ha stupito, anche se sapevo che era uno che andava forte. In questi GP forse non abbiamo lavorato al meglio e come dicevo prima se sbagli qualcosa finisci dietro. L'importante è limitare i danni quando non si è in grado di vincere e spingere quando si sa di andare forti. In Turchia spero di potermela giocare con i primi per la vittoria, anche se un Max cosi in forma è quasi impossibile batterlo. Faremo il possibile come al solito. Ci si vede in Turchia. PAGINA 11


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

I NUMERI DELLA DRIVER LEAGUE

RISULTATI SPAGNA 2008

PAGINA 12


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

I NUMERI DELLA DRIVER LEAGUE

CLASSIFICA 2008

PAGINA 13


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

Partenza

Adso,Tormento,Natali,Armando

DRIVER LEAGUE - Il Film della gara

Natali e Armando su Cisco

Armando su Natali

Contatto Tormento-Natali

Cisco supera Tormento

Natali passa al comando

Panos supera Adso

Cisco arriva lungo

Armando su Tormento

Lotta a tre

Vince Natali PAGINA 14


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

B

arcellona - Dopo le prime quattro gare finalmente si torna in Europa, e come da tradizione è il Gran Premio di Spagna sul circuito di Barcellona ad inaugurare l’ingresso della F1Fullsim nel Vecchio Continente. Dopo Driver e Major League tutto è pronto anche per i ragazzi della Open/4Eyrt, e stavolta siamo veramente fieri del fatto che in griglia viene registrato quasi il tutto esaurito! Dopo le numerose assenze negli scorsi GP stavolta sono ben 19 le monoposto pronte a darsi battaglia sotto il cocente sole spagnolo; solo la seconda guida McLaren e le “solite” SuperAguri non sono presenti all’evento, che si preannuncia davvero interessante! Numerosi anche i nuovi ingressi ufficiali nel campionato, a cui diamo il benvenuto a nome di tutta la redazione: Box che prende il posto di Drw a bordo della Spyker n°21, Husk che sostituisce (definitivamente) Fred in RedBull, e Missionario, “vecchia conoscenza” della Open League, che si rimpossessa del volante Bmw-Sauber dopo aver concluso il campionato parallelo Fia-GT. Dopo la Qualifica1 rimangono fuori dalla lotta alla pole position i seguenti piloti, rispettivamente classificati dalla 11^ posizione in poi: Gabriele, Severino8, Missionario, Box, Marco, Peo80, LasVegas, Noefra e Andrea81, mentre nelle posizioni di testa Merlino conclude primo seguito da Ziroli ad 8 millesimi soltanto! In Q3 invece le cose si fanno serie e ci si gioca un posto in griglia di partenza: la spunta Pierluigi Benvenuto su Toro Rosso che si aggiudica quindi la pole position con 1.18.326, seguito dal compagno Ivan Ziroli con 1.18.428 e da Federico Merlino su Williams con 1.18.609; conclude la seconda fila la Honda di Pasopa, mentre la terza è occupata dalla Bmw di Icebarga e dalla Renault di Enzopick; quarta fila per Freezer e Balboa e quinta per Liam e Husk, che al suo debutto ufficiale centra già l’obiettivo della Q3, bravo davvero! Anche stavolta

Di Beppe16v la DG è costretta ad applicare alcune penalità fatte registrare durante le sessioni di qualifica: Pasopa penalizzato per un contatto di gara reclamato dallo scorso Gp, Missionario ed Icebarga per essere entrati in pista con il semaforo rosso, Peo80 e Husk per il taglio della riga in uscita pitlane e Merlino (che subisce ben 11 posizioni di penalità!) per non aver riportato la vettura ai box dopo la conclusione della Q3, oltre ad aver tagliato anche lui la linea dei box. Con una griglia di partenza bella rivoluzionata ci apprestiamo quindi ad entrare nel vivo del Gp della Spagna. Problemi durante il formation lap per il neo arrivato Husk che accusa noie idrauliche alla monoposto ed è costretto a chiedere una ripartenza e schierarsi in fondo al gruppo; davvero un peccato visto quello che era riuscito a guadagnare in qualifica! Siamo finalmente al via, dalla prima fila parte benissimo Ivan Ziroli che si infila a capofitto nel primo curvone già in testa, beffando ancora una volta la pole position guadagnata dal compagno Benvenuto; nelle posizioni di centro gruppo invece Federico Merlino, forse per la foga di recuperare le molte posizioni perse in seguito alle penalità, eccede con l’acceleratore, mette due ruote sull’erba fuori pista, innescando quindi un testacoda pericolosissimo proprio mentre stanno sfilando tutte le monoposto! A farne le spese sono soprattutto LasVegas (anche se senza danni apparenti) e Missionario, che vengono colpiti direttamente dalla girandola Williams impazzita e dovranno decidere con freddezza se entrare subito ai box per le dovute riparazioni o se possono tentare di continuare la gara. Anche l’altra Renault è coinvolta in un incidente nel primo giro, con Enzopick che dopo una lieve escursione nella sabbia alla prima curva rientra subito in traiettoria e viene tamponato e spedito contro un muretto dalla Bmw di Icebarga. Alla curva7 incomprensione tra

Severino e Peo80: il pilota Ferrari perde leggermente il controllo della vettura in frenata e viene tamponato dalla Honda del rivale che lo seguiva a pochi decimi e che non ha il tempo neppure per accennare la frenata trovandosi la Ferrari in piena traiettoria. Nel frattempo Merlino attira sicuramente gli occhi del pubblico in quanto si produce in numerosi e spettacolari sorpassi mentre cerca di recuperare terreno nel minor tempo possibile: dopo il 2° giro è già 9°, a ridosso della zona punti occupata dalla Toyota di Gabriele, che riuscirà ad agguantare e sorpassare appena il giro successivo. Dopo 5 giri di gara la situazione vede le due Toro Rosso al comando, con Ivan Ziroli che precede Pierluigi Benvenuto di una manciata di decimi, dietro sono riusciti già a creare un discreto vuoto perché la Honda di Pasopa che occupa la 3^ posizione transita sul traguardo con oltre 5 secondi di ritardo; in 4^ posizione c’è Icebarga su Bmw, 5° Balboa su McLaren, 6° Liam, 7° Freezer, 8° Federico Merlino, 9° Gabriele e 10° Husk; oltre la top ten transitano in ordine Box, Peo80, Marco, LasVegas, Noefra, Andrea81, Severino e Missionario ed Enzopick che chiudono il gruppo attardati già di un paio di giri rispetto ai primi. Nel corso del 6° giro si registrano già due ritiri, Missionario ed Andrea81, che anche se in punti diversi del tracciato commettono un errore analogo andando a sbattere contro le barriere: auto molto danneggiate per loro, forse troppo, così che preferiscono optare per l’abbandono. Nel frattempo l’unico pilota a portare un po’ di scompiglio è sempre Merlino che con la sua rimonta forsennata riesce ad agganciare già la coppia Freezer-Liam che occupano la 6^ e 7^ posizione; tra il 6° ed il 7° giro trova un varco per sopravanzare anche loro, con una manovra bella e maschia sul pilota RedBull, mentre una vera passeggiata sul compagno di squadra, che si guarda bene da intralciare la marcia del collega! Nel giro 9 altro PAGINA 15


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

ritiro, un ritiro bello pesante perché è quello di Pasopa, mentre si trovava saldamente in 3^ posizione si vede costretto ad abbandonare prima del tempo il circuito spagnolo a causa di un connection lost... davvero sfortuna nera! Nel 13° giro si accende la bagarre tra Freezer e Liam, in lotta per la 6^ posizione: il pilota RedBull riesce in uno spettacolare sorpasso alla curva Seat, anche se la gioia dura davvero poco e deve restituire la posizione appena un giro più tardi per un mezzo testacoda innescato alla staccata della curva Elf. Nel frattempo Merlino sembra veramente inarrestabile, e riesce a mettere nel mirino anche la McLaren di Balboa che occupa la 4^ posizione: il pilota delle frecce d’argento però sembra non cedere alla pressione del “mago” e ci deliziano con manovre e staccate al limite davvero da cardiopalma! Poi arriva il momento delle soste ai box, fila liscio per quasi tutti i piloti; solo LasVegas deve rientrare una seconda volta in pitlane per scontare un drive trough assegnatogli dal simulatore per eccesso di velocità nei box, e Peo80 che deve abbandonare a bordo pista la sua Ferrari, poco prima della sosta box, per rottura del propulsore. Alla fine del giro di soste le posizioni non subiscono grossi cambiamenti: in testa ci sono sempre i ragazzi Toro Rosso che sembrano correre una lega nella lega, un altro passo, nessuno riesce nemmeno ad impensierirli, con Ziroli saldamente al comando seguito da Benvenuto a circa 8 secondi; in 3^ posizione c’è la Bmw di Icebarga, staccato di ben 20 secondi dal duo di testa, 4° e 5° sono sempre Balboa e Federico Merlino, che anche dopo la sosta box si sono trovati in bagarre tale e quale al primo stint; in 6^ posizione c’è Freezer che grazie ad una sosta box ritardata guadagna una posizione ai danni di Liam che occupa adesso la 7^; 8° a chiudere la zona punti c’è Gabriele, seguito da Husk, Box, Severino, LasVegas, Marco ed Enzopick a chiudere il gruppo.

Di Beppe16v Proprio Enzopick è protagonista di uno spiacevole episodio ai danni di Noefra: alla curva Renault del 24° giro Enzopick tenta di sdoppiarsi su Noefra approfittando di un rallentamento del pilota Toyota per agevolare un suo doppiaggio, ma i due non si capiscono e la Renault colpisce in pieno il posteriore dell’incolpevole Noefra. I due si trovano le monoposto seriamente danneggiate dal forte urto, Enzo opta per l’abbandono immediato dalla corsa, mentre Noefra riesce a raggiungere i box ma i meccanici gli fanno cenno di spengere il motore, non c’è niente da fare! Nell’ultima parte di gara gli occhi sono puntati tutti sulla coppia Balboa-Merlino, i due ormai sono una quindicina di giri che viaggiano a poca distanza ma nessuno sembra soffrire la pressione dell’altro e Merlino ormai ha imparato a mente come è fatto il retrotreno della McLaren; questo bello spettacolo dura fino al giro 28, quando Balboa è costretto ad anticipare leggermente la staccata della curva Elf per un’incertezza in un doppiaggio e Merlino, che si trovava in scia della McLaren, non riesce ad evitare il tamponamento. Nessuna ala rotta per le due monoposto, anche se Balboa è costretto a rientrare ai box il giro successivo per una breve riparazione alle sospensioni; anche Merlino lo segue in pitlane per scontare il drive trough assegnatogli dalla DG, ma non è sufficiente a Balboa per riprendersi la sua 4^ posizione. Addirittura lo sfortunato pilota McLaren rientra in pista 6°, e si lancia subito alla caccia dalla RedBull di Freezer che ha approfittato della situazione. Già nel 31° giro riesce nel recupero sulla RedBull ed appena due giri più tardi, precisamente nell’ultima tornata del Gp, Balboa si inventa un gran bel sorpasso proprio davanti al muretto box, mettendo in saccoccia il 5° posto. Ma come già accennato siamo nell’ultimo giro e come consuetudine le due Toro Rosso si apprestano al solito

arrivo in parata, Ivan Ziroli vince per la terza volta in quattro Gp, conducendo anche stavolta una gara perfetta, priva di sbavature (salvo qualche indecisione nei doppiaggi) e proponendosi come il pilota da battere in assoluto; lo segue come un fedele scudiero, ma che sappiamo di fare lo scudiero non ne ha di certo voglia, un altrettanto ottimo Pierluigi Benvenuto, che nonostante la pole viene beffato in partenza dal compagno e deve accontentarsi della piazza d’onore; sul gradino più basso del podio troviamo il pilota Bmw Icebarga, che grazie ad una condotta di gara costante e veloce, riesce ad approfittare degli errori e delle sfortune di alcuni avversari e guadagnarsi un meritatissimo terzo posto! In 4^ posizione conclude Federico Merlino, uno dei protagonisti più attivi di questo Gp, attardato in griglia per delle penalità conduce una gara sempre al limite, dando veramente spettacolo con una serie innumerevole di sorpassi; la prestazione è macchiata leggermente per il contatto con Balboa, ma il bilancio è comunque positivo. 5° giunge appunto Balboa che in Spagna dimostra ancora una volta quanto è maturato rispetto alla scorsa stagione... chissà che non vedremo un podio presto anche per lui. Conclude 6° Freezer, un altro pilota che si affida molto alla propria costanza in gara ed anche grazie ad una strategia azzeccata scavalca la Williams di Liam che troviamo in 7^ posizione; chiude la zona punti Gabriele, che ha dovuto difendere il punto conquistato fino alla fine da un Husk (giunto 9°) che negli ultimi giri era riuscito a guadagnare molto terreno. A seguire, oltre il già citato Husk, troviamo l’altro debuttante Box in 10^ posizione, Severino 11°, LasVegas 12° e Marco 13° ed ultimo tra i classificati. Il prossimo appuntamento del campionato è in Turchia, sulla tanto amata quanto odiata pista di Istanbul... mamma, li turchi!!! Il vs inviato Beppe.

PAGINA 16


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

IVAN ZIROLI: Ormai è un appuntamento fisso per te sulla sedia centrale della sala interviste, ancora complimenti! Non hai centrato la pole, ma conquistato giro veloce e vittoria, conducendo un’altra gara perfetta: commenti? Grazie, quella della Spagna è una pista dove ho un buon feeling specialmente sul ritmo gara, qui ho già ottenuto una vittoria l'anno scorso in F1Career battendo pilotoni ben più blasonati del calibro di David Greco, Manfredini, Calestani e se non sbaglio anche Max Natali. Ho fatto una partenza strepitosa superando il mio compagno alla prima curva e da lì ho potuto impostare il mio ritmo che mi ha fatto guadagnare in pochi giri una manciata di secondi che si sono rivelati preziosissimi, perchè prima della sosta ho avuto un contatto con un doppiaggio alla curva 5, mi sono danneggiato una sospensione ed ho dovuto alzare il passo di gara, infatti ho temuto il sorpasso di Pierluigi nella girandola delle soste ma i meccanici sono stati velocissimi ed io ho rischiato moltissimo spingendo al massimo nel giro di rientro e poi in quello di uscita... tutto è andato per il meglio e da li in poi ho controllato portando a casa un'altra vittoria. In chiave mondiale ti stai letteralmente involando (per non parlare della classifica costruttori!), ma voci di corridoio parlano di un passaggio in Driver prima della fine del campionato: sono voci infondate o c’è un pizzico di verità? Decisamente una prima parte di campionato al di sopra delle nostre aspettative... il Team sta lavorando duro e nella giusta direzione, questo è la somma di una sinergia dell'intero gruppo e lo dimostrano i risultati ottenuti nelle 3 leghe! La direzione di gara dopo le prime 2 gare mi ha assegnato la licenza Driver ma questa sempre in chiave Toro Rosso e casomai dovesse servire io sono a

Di Beppe16v

disposizione. Come sempre in questi casi si fa del buon giornalismo... io sinceramente non sono stato contattato da nessuna scuderia ed il mio TM mi ha rinnovato la volontà di rimanere con il Team quindi è tutto ok! Ad Istanbul ci dobbiamo aspettare ancora un dominio Toro Rosso? Temi il recupero di qualcuno? Sicuramente siamo la squadra da battere e dopo 4 gare le posizioni si sono delineate abbastanza, anche se le forze in campo secondo me non sono veritiere, tutti i piloti sono in crescita e qualcuno per problemi fisici o per sfortuna non ha potuto far vedere in pieno le potenzialità! Noi combattiamo sempre per dare il massimo e ci prepariamo in maniera certosina alla gara, non diamo mai nulla per scontato... forse è questa la nostra forza! PIERLUIGI BENVENUTO: Complimenti anche a te Pierluigi! Ancora una volta non riesci a sfruttare al meglio la partenza al palo, il tuo compagno ne approfitta e non molla più la testa della corsa fino alla fine. Sei più deluso o contento? Sinceramente un pizzico di delusione serpeggia in me, ultimamente Ivan in partenza ha una marcia in più. Questo deve essere da stimolo ha migliorare la fase di partenza ed a dedicare un allenamento specifico. Detto questo cmq rimango molto soddisfatto delle nostre prestazioni ed essere compagno di squadra di Ivan è di stimolo a migliorare sempre. Anche a te giro la domanda fatta anche al tuo compagno: si sente parlare di un vostro passaggio in Driver prima della fine del campionato: confermi o smentisci? Sinceramente le voci le ho sentite anche io ma il tutto va smentito perche la decisione spetta al nostro saggio team manager Ugo! Come sei messo per la trasferta ad Istanbul?

La preparazione per Istanbul procede anche se la pista Turca non è tra le mie preferite e quindi dovrò impegnarmi parecchio per mantenere le aspettative. ICEBARGA: Complimenti per il terzo posto! Anche se partecipi in maniera sporadica riesci sempre a metterti in mostra con delle belle prestazioni, e stavolta hai raggiunto anche il podio. Raccontaci le tue sensazioni. Beh, la gara di Barcellona è stata un’emozione stupenda, mi ero allenato abbastanza per essere pronto ad un eventuale bisogno, e così è stato! Ho avuto fortuna per qualche ritiro e problema di alcuni top driver, così mi son detto che era un'occasione da non perdere, ho cercato di guidare pulito e costante, ed è arrivato un bellissimo podio! La notizia dell’ultima ora parla di un ritiro definitivo di PiccoliGrilletti, che ti lascia ben sperare per un sedile fisso in Bmw: che ne pensi? Vuoi lanciare un “appello” al tuo Team Manager? Mi dispiace per PiccoliGrilletti, abbiamo fatto insieme solo due gare, l'esordio non fu dei migliori, gli faccio un in bocca al lupo per il futuro, sicuramente ci troveremo su altri campi di gara! Per quanto riguarda la mia posizione nel team Bmw, aspetto che mi contatti il mio TM per comunicarmi le scelte, però sono molto fiducioso! Prossima tappa del campionato in Turchia, ti vedremo ancora tra i protagonisti? Come procede la preparazione? Per quanto riguarda la Turchia, mi dispiace un casino, ma credo che non potrò partecipare! Ho un cavolo d'impegno che non ho potuto cancellare! La preparazione andava abbastanza bene, sul giro secco ero più lento di circa 6-7 decimi rispetto ai missili Ziroli e Benvenuto, però del ritmo gara ero contento, avrei potuto fare la mia gara! Mi girano proprio... speriamo in un miracolo!

PAGINA 17


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

I NUMERI DELLA OPEN4YERT

RISULTATI SPAGNA 2008

PAGINA 18


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

I NUMERI DELLA OPEN4YERT

CLASSIFICA 2008

PAGINA 19


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 4– Aprile 2008 – Anno IV°

Partenza

Severino tampona Peo

Botto Enzopick-Noefra

Husk recupera Gabriele

OPEN4YERT - Il Film della gara

Merlino si gira

Contatto Icebarga-Enzopick

Merlino scatenato

Problemi in Ferrari

Contatto Merlino-Balboa

Ottimo Icebarga terzo

Balboa su Freezer

Doppietta Toro Rosso PAGINA 20


Spagna 2008