Page 1

LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3 – Aprile 2009 – Anno V°


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

Sommario: Pagina 2 - Lettera dal redattore Pagina 3 - Cossetti Red Storm Pagina 4 - Cossetti Red Storm Pagina 5 - Conferenza Stampa Major Pagina 6 - I Numeri della Major – Cina 2009 Pagina 7 - Numeri della Major - Classifiche 2009 Pagina 8 - Major League - Il Film della gara Pagina 9 - Driver – Ancora Armando Morra Pagina 10 - Driver – Ancora Armando Morra Pagina 11 - Conferenza Stampa Driver Pagina 12 - I Numeri della Driver – Cina 2009 Pagina 13 - I Numeri della Driver - Classifiche 2009 Pagina 14 - Driver League - Il Film della gara Pagina 15 – Open League– Ancora Actarus Pagina 16 – Open League– Ancora Actarus Pagina 17 - Conferenza Stampa Open4yert Pagina 18 - Numeri della Open4yert - Cina 2009 Pagina 19 - Numeri della Open4yert - Classifiche 2009 Pagina 20- Open League - Il Film della gara

Lettera dal Redattore…

In Collaborazione

Redazione: Capo Redattore: MaverickOne Inviato Major League: MaverickOne Inviato Driver League: DFP-Client Inviato Open League: Husk Grafica e Impaginazione: MaverickOne

LINGUA SECCA E si, il deserto, ti si secca la lingua solo a parlarne, caldo incredibile, secco, ma caldo, la sabbia, distesa infinita , immobile nella quiete, dinamica nella tempesta, uno scenario in continuo cambiamento, la speranza di un’oasi area di sosta per i pochi fortunati i quali si imbattono per caso nelle disperata ricerca di acqua, meta certa dei predoni del deserto che conoscono ogni forma presa da questa immensa distesa del nulla. Eppure, nel nulla, c’è un circuito di F1, eppure nel nulla la F1Fullsim sbarca per rilanciare la sfida ai piloti delle tre categorie di questo campionato e lo fa su un tracciato che non lascia respiro, dove le distanze tra i concorrenti o sono abissali o sono ravvicinate. Lingua secca, caldo torrido, emozioni forti, le sfide incredibili della Major League dove i continui colpi di scena anno regalato un numero di piloti al comando del Gp anche se per pochi giri davvero inusitato per questa categoria, cose che non si vedevano da parecchio tempo. Oppure il continuo dominio di un Armando Morra in Driver League dove la sua velocità, la costanza sono messe a dura prova dai piloti Williams Merlino e Tormento nell’ordine che hanno dato ottima prova di se stessi durante il GP, e che dire dell’astronave condotta da Actarus nickname conosciutissimo da quelli della mia età, che alla guida della Goldrake Super Aguri stà mettendo in crisi gli equilibri di questa categoria ancora in fase di assestamento, con delle prestazioni davvero maiuscole che fanno intravedere un futuro pieno di soddisfazioni per questo pilota? Ebbene lingua secca, impastata dalla sabbia di questo deserto, salotto buono per questa occasione, dopo tre gare che hanno fatto balzare in piedi spesso chi le ha guardate, la lotta Renault Vs Wiliams in Driver League bella massiccia concretamente piena di agonismo ma di rispetto, che bello. E che bello vedere per uno stint la Major League che cambiava pilota al comando ogni dieci giri, e che bello vedere un VisioneR che risaliva la classifica per un Q3 abbastanza disastrosa per lui sollevando polvere alle spalle della sua Honda a causa della velocità, tutti protagonisti di questi tre atti messi in scena in questo appuntamento, nessuna comparsa solo attori principali, hanno cercato la vittoria anche se a fine gara erano tutti, a lingua secca. PAGINA 2


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

Di MaverickOne ahrain – Vince Ivan Cossetti, e fin qui direte voi cari lettori nulla di strano, o meglio rispecchia in pieno il valore di questo pilota, ma , ma come ci siamo arrivati questa volta a questo risultato, bè credetemi ne vale la pena raccontarlo. E si stavolta il buon Ivan ha dovuto far più fatica, più del solito, e grazie ad alcune circostanze che hanno fatto si che alcuni piloti accreditati siano stati alla fine allontanati dalla lotta per la vittoria a causa di circostanze , variabili, che ne hanno condizionato la prestazione, faranno capire come è andato davvero questo GP, ma. Quel ma nasce dalla domanda che ci poniamo dopo aver rivisto l’intera gara, l’interrogativo, gli interrogativi sono parecchi ad esempio, e se Viper avesse usato una tattica un po’ più carica nel primo stint, avrebbe potuto impensierire il buon Ivan invece di trovarsi nel traffico dopo il primo pit perdendo un sacco di tempo prezioso? VisioneR se non avesse sbagliato la qualifica e il via, dopo una rimonta pazzesca a suon di giri veloci, poteva puntare alla sua prima vittoria in Major, invece di ottenere il terzo posto finale complice una sua convinzione di una strategia a tre soste di Viper nell’attesa vana di un sorpasso ai box? E che dire di un Cisco883 che partito con parecchia benzina, la stessa del vincitore, ha effettuato una gara in rimonta la quale probabilmente gli ha fatto capire che se avrebbe rischiato un pelo in più il podio poteva esser suo? E che dire della prestazione di Ditrani che nel primo stint tiene agevolmente il passo dei primi, e che anzi a volte anche più veloce, conduce per tre giri per poi scivolare in settima posizione dopo il pit a causa di un errore, e quando in rimonta, viene buttato fuori da un fulmine assassino? Certo che di se e di ma ne abbiamo messi parecchi, la certezza è sempre la stessa, Ivan Cossetti ha vinto ed è esattamente da tre gare consecutive che non perdona nulla a nessuno, tralasciando l’amministrazione dello scorso anno altrimenti sarebbero guai, e allora andiamo a raccontarlo questo GP. La Q1 sentenzia che il pilota più veloce è VisioneR che qui in medio oriente sembra esser davvero carico a cannone, mentre invece chi viene escluso dalla Q3 e quindi dalla top ten sono i seguenti piloti: The Drake, Fausto Pappalardo, Di Palma, Pugliese, Cucciniello, Emanuele, tutti questi piloti potranno variare la strategia per la gara. In Q3 si attende la zampata di Cossetti, del velocissimo Grigo, del pole man della Q1 VisioneR, ma sorprende tutti il buon Viper il quale stacca un tempo di 438 millesimi più veloce rispetto ad Ivan Cossetti che si piazza in seconda posizione. Questo tempo probabilmente ingannerà in seguito chi analizzando i dati ha battezzato la strategia adottata da Viper sulle tre soste. Ottima la prestazione di Ugo Miraglia che c’entra la terza piazza, segue in quarta

B

posizione Grigo incalzato dalla coppia Williams Ditrani DFP, davvero in buona forma, in settima posizione Francesco Dardari, ottavo Magkas, nona piazza per Gennaro Celiento stranamente un po’ in ombra, decima ed ultima posizione utile ad appannaggio di un incredibile esercizio da “gambero” da parte di VisioneR il quale commette un errore che lo fa partire da questa scomoda posizione a centro gruppo; e pensare che qualche minuto prima era in testa con un tempo strepitoso, ma certamente questo è un pilota da tenere d’occhio per questa gara. Al via tutto fila via liscio tranne che alla staccata della prima curva, nel gioco dell’allunga la frenata, nel gioco del io non mollo, i due piloti in testa Cossetti e Viper viaggiano appaiati verso l’esterno della pista. Ne approfitta immediatamente Grigo il quale sfila in testa. Ottima la partenza di Ditrani che incollato a Grigo si porta in seconda piazza approfittando del fatto che Cossetti era in attesa di Viper per ridare la posizione ed evitare quindi un eventuale sanzione della direzione gara per l’episodio alla prima curva. Dietro di loro bella bagarre tra Hugomir, Magkas, DFP-client, VisioneR e a seguire tutto il gruppo; da segnalare che Cucciniello partiva dalla pit lane in quanto durante il giro di formazione subiva un danno alla vettura e in schieramento rientrava per riparare la vettura. Ma dicevamo dei due litiganti, Viper si riprende la posizione per gentile concessione di Cossetti, dopo il diverbio meccanico alla prima curva e si getta sulla vettura di Ditrani, il quale nel lungo curvone in appoggio in salita perde la vettura in sovrasterzo recuperandola ma dovendo cedere la posizione all’arrembante Viper, e qui vista la fretta prendono sempre più corpo i sospetti delle tre soste. Adesso l’obbiettivo dell’uomo Red Bull diventa la McLaren del leader Grigo e comincia il pressing. Dietro di lui Ditrani cerca e mantiene il passo dei primi due dovendo però tenere d’occhio anche la Ferrari di Cossetti il quale è sempre più minaccioso. Da segnalare che nel corso del primo giro, a causa di un contatto alla curva 4 tra Hugomir e Magkas, viene inflitta una penalità al pilota della Renault che in seguito al contatto tra la sua vettura e quella che lo precedeva, in questo caso la McLaren di Magkas, lo getterà in 13° posizione. Intanto da dietro comincia a farsi largo VisioneR con delle manovre davvero esaltanti, aggressivo ma con pieno controllo del mezzo effettua un bellissimo sorpasso ai danni di DFPclient alla curva 10 per poi nel giro di due curve

PAGINA 3


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

Di MaverickOne raggiungere Gennaro Celiento e sverniciarlo in pieno rettilineo andando a prendere la 5° posizione. Davvero difficoltoso raccontare tutto perché, su questa pista, le vetture viaggiano a pochissima distanza tra loro e gli eventi sono davvero un susseguirsi di azioni alle quali purtroppo non riusciamo ad essere più precisi nella cronaca. Ci piace raccontare la dura lotta tra Gio-Jordy, il quale oltre che con gli avversari si trova a combattere con problemi legati alla sua linea adsl che sarà poi causa del suo ritiro. Lotta ingaggiata con Pugliese alla fine del suo GP ma prima con gli agguerriti Cisco, Franz, Pappalardo che con il passare dei giri fa sempre meglio e comincia a risalire la china. Ma torniamo in testa dove Viper dopo aver riagganciato Viper lo supera passando in testa e dando il la anche all’azione di Ditrani il quale anche lui approfittando di un calo delle gomme della McLaren lo passa portandosi in 2° posizione, e di li a poco imitato anche Cossetti, un peccato per Grigo ma comunque il forte pilota McLaren non molla e tiene duro fino alla fine. Chi è in difficoltà è anche l’altra vettura gemella condotta da Magkas la quale sofferente degli stessi problemi della vettura di Grigo si trova a dover subire il sorpasso di DFP-client il quale si porta in 6° posizione. Ma veniamo alle prime soste, chi inaugura tale attività all’interno di questo GP è Viper il quale mette ulteriormente più di una pulce nell’orecchio a tutti fermandosi così presto, la testa della gara viene assunta da Ditrani il quale sembra tenere con qualche difficoltà alle sue spalle il Ferrarista Cossetti. Infatti tre giri più tardi il pilota Ferrari con uno staccatone passerà in testa in fondo al rettilineo di arrivo, la Williams di Ditrani rientra ai box per la sua sosta il giro dopo. Il più lunghi sono DFP-client, VisioneR, Cossetti e Celiento, questa situazione farà la differenza sulla classifica finale anche se un paio di eventi condizioneranno la classifica finale. Uno di questi vede protagonista il pilota Ditrani il quale rientrato in pista dopo la sosta commette un errore che lo porta in 10 posizione, a quel punto anche per lui comincia la risalita e nel momento in cui riaggancia le due Mclaren di Magkas e Grigo un connection lost a causa di un temporale lo estromette dalla gara, davvero peccato. L’altro pilota che stava meritando dei punti era Francesco Dardari il quale a causa di un Drive Trought deve cedere la posizione conquistata, l’ottava posizione, la quale era venuta da una lunga rincorsa con qualche bel sorpasso e belle bagarre, peccato. Il tentativo di rientro da parte di Viper su Cossetti non si realizza in quanto la distanza accumulata dal Ferrarista ad ogni fine stint gli permette un controllo dell’avversario, dal canto suo Viper autore di una gara psicologica, specie sull’avversario alle sue spalle ha condotto una gara davvero di livello, chissà se

con qualche litro in più al primo stint poteva dargli di più. Chi invece ha strabiliato e VisioneR, davvero alla grande, una gara maiuscola piena di sorpassi e di tempismo, capiamo il suo stato d’animo a fine gara perché senza l’errore in qualifica, partendo più avanti, avrebbe sicuramente potuto dire la sua per la vittoria finale, comunque bravo anche se è ancora li che aspetta il terzo pit di Viper. Ottima la gara di Celiento e Dfp_client i quali hanno impostato una gara con un buon passo che gli portasse con regolarità alla fine e quando questi due ragazzi arrivano in fondo, la classifica dei primi otto gli vede sempre protagonisti, complimenti per la regolarità. Chiudono la zona punti le due McLaren di Grigo e Magkas seguite dalla BMW di Fausto Pappalardo. Ad onor del vero visto come risaliva forte il pilota BMW, dopo aver passato Magkas sembrava che potesse saltare davanti anche a Grigo, compagno di mille avventure, ma Fausto, all’ultimo giro, alla curva 4 arriva lungo e si fa ripassare da entrambe le vetture, ma qui si evidenzia tutto il carattere di chi ci prova comunque. Bravi i ragazzi della McLaren i quali a seguito dei guai alla vettura hanno saputo fare necessità virtù portando a casa buoni punti per il team. Concludono anche le due Force India di Emanuele e The Drake che in questo appuntamento non sono sembrate in forma come in altre occasioni e crediamo che torneranno ad esserlo già in Spagna. Per Dardari abbiamo già scritto, mentre ci preme segnalare le difficoltà di questo GP per Pugliese il quale era alle prese con un sacco di modifiche tecniche al suo sedile e ai comandi della vettura, volante e pedaliera completamente nuovi i quali necessitano del giusto feeling risultato di numerose prove. Peccato anche per Ugo Miraglia incappato in una penalità che lo hanno retrocesso in classifica ad inizio gara, ma comunque abbiamo rivisto sia in qualifica che nei primi giri di gara un pilota forte il quale potrà dare belle prestazioni al suo team. Abbiamo iniziato scrivendo di Cossetti, chiudiamo scrivendo, ha vinto Cossetti, però ci è piaciuto molto a fine gara, vedere il forte pilota nel parco chiuso raccontarsi con i suoi colleghi tutte le emozioni provate in gara, davvero bello vederlo gesticolare con le mani, le situazioni con Viper con Grigo, con Ditrani, tutti sorridenti, bello vederli scherzare il buon VisioneR per l’occasione perduta e complimentarsi per la sua ottima prestazione, stringere la mano a DFP e Celiento a riconoscimento di un valore riconosciuto ai piloti dal leader, riconoscimento scaturito dai continui risultati positivi conseguiti da questi due piloti, e passandosi la mano sulla fronte per asciugare il sudore, sorridendo, esclama, hei ragazzi oggi mi avete fatto sudare, il Vs inviato MaverickOne. PAGINA 4


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

Di MaverickOne IVAN COSSETTI Una pole sfuggita ma una gara vinta anche se Viper e VisioneR erano li. Infatti spesso le gare che partono un po’ in affanno diventano più interessanti. Un ottimo start dalla piazzola ma una staccata imprecisa all’interno e conseguente taglio della prima variante mi hanno messo nelle condizioni di dover recuperare, e non è stato facile anche perché nelle prime fasi di gara alcuni piccoli contatti hanno incrinato l’equilibrio della mia Ferrari. Viper, Visioner ma anche Maverickone tenevano un ottimo passo gara e risalire la china è stato avvincente. A questo punto con l'arrivo di Veon dal prossimo GP troverai ulteriori stimoli nella lotta, hai vinto 3 gare su tre Beh, più che stimoli il fatto di avere Andrea al mio fianco da un valore aggiunto alla competizione. Correre da soli non è il massimo per me, in questo sport virtuale la complicità, rivalità e collaborazione con il proprio compagno di scuderia è secondo me un ingrediente determinante, e in Andrea ho trovato il mio compagno di squadra ideale, penso che fino a quando correrò lo farò assieme a lui. Molti sfidanti ma non un rivale vero, è un problema? Purtroppo non è una cosa che dipende da me, da parte mia cerco sempre di dare il massimo e di essere presente, tuttavia come noto quest’anno correrò - salvo imprevisti fino alla pausa estiva, dopo di che penso ci sarà un nuovo scenario per la conquista del titolo Major 2009, e credo che diventerà il campionato Major più combattuto di sempre, e attenzione che forse qualcuno sta già facendo i conti in questa ottica.

VIPER Bè sembra la fotocopia ben riuscita della gara di Australia è corretto? Corretto, bella gara, ho provato poco, ho dato il massimo in gara, non ho badato solo a portare a casa i punti stavolta; poi qui sulla sabbia mi sento a mio agio. Difficoltà particolari che ti hanno impedito l'aggancio a Cossetti? A parte il fatto che il set up non è stato provato su nemmeno uno stint, nessuna difficoltà, sono riuscito con la strategia a avvantaggiarmi per fare la mia prima Pole in Major e per fare una gara tutta all'attacco, con bei sorpassi su Grigo e anche su Ivan, che in definitiva era più veloce, anche se vicino rispetto al solito. Seconda posizione in campionato, obbiettivo stagionale o punti più in alto Scherzi a parte, gli obiettivi se riuscirò a mantenere il mio stato di forma, te li dirò da dopo la pausa estiva, li si che potremmo definire i veri obiettivi della stagione. Per ora corriamo a testa bassa, tutto il team lo sa, tante prove, collaborazione e ambiente sano fanno il resto.

VISIONER Complimenti una q1 fantastica e una q3 ribaltata 10 che è successo Grazie. Vero un ottimo tempo venuto da un buon set up quale di dava sicurezza quanto spingevo al limite. Pero dove il tempo era più importante ho esagerato al T2 e ho perso l'occasione di fare la pole. Peccato perché dopo m'ha condizionato la gara. Una gara in rimonta bellissima, un peccato, potevi giocarti la vittoria? Ho partito bene pero subito mi sono trovato ad un trenino composto da Dfp Magkas e Cisco. Abbiamo combattuto per 25 giri l'uno con l'altro ed alla fine sono uscito vincente. Subito ho attaccato Grigo e mi sono trovato terzo. Osservando Viper credevo che era su le tre soste. Pero non era cosi. La sua tattica mi ha ipnotizzato direi e la voglia di finire una gara dopo tante buttate il campionato scorso m'hanno portato ad non spingere per finire la gara. Chi sa se spingevo chi sa se partivo davanti. Pero sono contento da quello bello risultato ed spero che continuo cosi combattivo. A questo punto credi di avere la maturità necessaria per competere in tutte le gare per la vittoria? Di lottare per la vittoria non lo so ed non era mai mio obbiettivo. Non so se un giorno lo diventerà. Per ora voglio continuare cosi; essere sempre tra i primi. Non sarà facile pero proverò. Complimenti a Ivan per la vittoria ed grazie alla redazione.

PAGINA 5


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

MAJOR LEAGUE - Il Film della gara

Partenza

1° Giro

Magkas-Hugomir-DFp-VisioneR

Ditrani su Cossetti

Cossetti su Grigo

VisioneR passa DFP

Drifting Pappalrdo, spettacolo

Ditrani in testa

Ottimo alla distanza, Cisco883

Errorre di Grigo, DFP 5°

Arrembante Viper

vince Cossetti PAGINA 8


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

I NUMERI DELLA MAJOR LEAGUE

RISULTATI BAHRAIN 2009

PAGINA 6


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

I NUMERI DELLA MAJOR LEAGUE

CLASSIFICA 2009

PAGINA 7


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

I NUMERI DELLA MAJOR LEAGUE

STATISTICHE 2009

PAGINA 7


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

Di DFP_client

A

solo una settimana di distanza dalla gara in Cina, la Fullsim rimane in oriente spostandosi più ad ovest e precisamente verso il regno del Bahrain dove si correrà la terza gara del campionato. Si scende in pista quindi per la qualifica 1, dove miglior tempo lo fa segnare Manuel con 1.30.490, secondo è Tormento con 1.30.496, mentre i piloti esclusi dalla sessione succes siva sono Pasopa, Lattanzi, Loreto e Cobra. In Q3 è invece Benvenuto a conquistare la pole position con 1.32.297, 1 solo millesimo megli o di Hamtak che è secondo. 3° si classifica Manuel e 4° Armando. In terza fila troviamo la coppia Adso - Tormento, in 4a Merlino e Alloro, mentre 9° e 10° sono rispettivamente Bargagni e Ziroli. Pronti via e si parte: incredibilmente Manuel, probabilmente per il Traction control settato male, va a sbattere contro il muretto laterale perdendo l’ala. Per gli altri invece nessun problema; alla prima curva si presenta in testa sempre Benvenuto, m entre Armando riesce a sopravanzare Hamtak che è 3° seguito dalle due Williams di Tormento e Merlino. 6° è Alloro e 7° Adso, che però a causa di un piccolo errore alla curva 2 viene subito passato da Bargagni. 9° è Pasopa, 10° Ziroli, 11° Loreto, 12° Lattanzi e ovviamente ultimo Manuel. Alla curva 8 si assiste ad un gran sorpasso di Alloro che infila Merlino e diventa così 5°. Alla curva 10 Bargagni va troppo largo restituendo così la posizione conquistata in precedenza ad Adso e

facendosi passare anche da Pasopa. Poi all’ingresso della curva 13, il pilota Ferrari perde ulteriori posizioni fino a ritrovarsi dietro al propri compagno di squadra Lattanzi in 12a posizione. All’inizio del secondo giro Adso attacca e supera Merlino, mentre Ziroli passa Pasopa. Al terzo giro si assiste invece ad un attacco particolarmente scomposta di Adso ai danni di Alloro che costerà al pilota BMW un drive through, mentre alle loro spalle Ziroli supera anche Merlino. Ancora scatenato Ziroli che al giro seguente supera pure Alloro. Intanto in testa alla corsa Benvenuto ed Armando girano all’incirca sugli stessi tempi, ed infatti il vantaggio del pilota Renault è consiste al momento in meno di due secondi. Nel corso del 4° passaggio Pasopa va in testacoda alla curva 10 e riparte 12°. Stessa sorte poche curve più tardi per il compagno di scuderia Loreto, che riparte con grosse difficoltà proprio alle spalle di Pasopa. Alla fine del 6° giro Adso va ai box per scontare la penalità, ma frena troppo bruscamente e la macchina gli parte in testacoda andando a sbattere violentemente contro il muretto di recinzione. Gara praticamente compromessa per il pilota BMW visto che deve fermarsi per riparare la vettura ed al giro seguente per effettuare il passaggio in corsia. Alla fine dell’ottava tornata, Alloro arriva troppo largo alla curva che immette sul traguardo e perde così la 6a posizione in favore di Merlino. Da PAGINA 9


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

Di DFP_client

segnalare anche che in precedenza Pasopa aveva superato Bargagni. Dopo 10 giri percorsi, Benvenuto ha un vantaggio di circa 4 secondi su Armando, che ne può vantare quasi altrettanti su Hamtak. 4° è sempre Tormento, seguito come un’ombra da Ziroli. Al 12° giro Lattanzi è il primo a fermarsi per rifornire e cambiare i pneumatici, mentre al giro successivo è la volta del leader della corsa Benvenuto, che ritorna in pista 7° subito dietro ad Alloro. Al 14° si ferma anche Hamtak (torna in pista 7° dietro a Benvenuto) e si assiste anche al primo ritiro della gara e cioè quello di Loreto per problemi di connessione. All’inizio del 15° giro Ziroli sferra l’attacco su Tormento e lo supera, il pilota Williams però non demorde e cerca la controffensiva alla curva due dove finisce in testacoda venendo così passato anche dal compagno Merlino. Ora quindi a condurre è Armando, seguito da Ziroli e Merlino appunto. Al 16° giro però Ziroli va ai box per la prima delle sue due soste e quindi le due Williams salgono sul podio virtuale. Ziroli invece rientra 7° dietro ad Hamtak e davanti a Pasopa. Al 20° giro Tormento apre le danze per le soste dei piloti che avevano scelto una strategia da un solo pit-stop; dopo di lui infatti si fermano nell’ordine Pasopa, Alloro, Morra e Merlino. Morra riesce a tornare in pista di un soffio davanti a Benvenuto, il quale tenta quasi subito un attacco alla curva 4, ma gli va male e finisce in testacoda, ripartendo sempre secondo, ma con un distacco di più di 5 secondi. Il pilota Renault può comunque vantare quasi lo stesso vantaggio sul 3° in classifica e cioè Hamtak, seguito come un’ombra da Ziroli. 5° e 6°, più staccati, troviamo le due Williams di Merlino e Tormento, mentre 7° è Alloro. In 8a e 9a posizione ci sono le due Ferrari di Lattanzi e

Bargagni, 10° è Pasopa e 11° Adso. Manuel invece si era ritirato in precedenza. Alla fine del 24° giro Alloro effettua un drive through per eccessiva velocità ai box e rientra 8° nella morsa delle due Ferrari. Bargagni non ci pensa su due volte ed attacca immediatamente il pilota RedBull alla curva 4. Nessuno dei due vuole cedere e quindi si arriva irrimediabilmente al contatto che vede avere la peggio Alloro; senonché Bargagni, conscio di avere un po’ esagerato, cede nuovamente la posizione all’avversario. Si arriva così al 27° giro, quando, alla curva 11, Ziroli riesce ad avere la meglio su Hamtak grazie ad un sorpasso effettivamente non facile. Alla fine del 28° si fermano per la seconda sosta Benvenuto e Lattanzi, mentre nei due giri seguenti si fermano anche Hamtak e Ziroli. La gara vede quindi al comando ancora Morra che può già iniziare ad amministrare il notevole vantaggio (quasi 25 secondi) che ha sulla coppia Williams formata da Merino e da Tormento. Alle loro spalle invece troviamo il terzetto composto da Benvenuto, Ziroli e Hamtak, mentre, molto più staccati, abbiamo Alloro sempre in lotta con Bargagni. 9° è Lattanzi, 10° Paospa e chiude la classifica Adso 11°. Da qui in poi le posizioni rimangono invariate, in quanto Bargagni non riesce ad impensierire Alloro e stesso discorso per le due Renault che si avvicinano parecchio a Tomento, ma rimangono dietro. Ricapitolando dunque, la gara termina con la terza vittoria consecutiva di Morra, seguito da Merlino e Tormento. 4° è Benvenuto, 5° Ziroli, 6° Hamtak, 7° Alloro e 8° Bargagni. Fuori dai punti giungono nell’ordine Lattanzi, Pasopa e Adso. L’appuntamento per la prossima gara è al 11.05.2009 in Spagna. PAGINA 10


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

Di DFP_client

MORRA Complimenti per la vittoria, tre gare, tre vittorie, sembra un momento magico per te. Grazie mille, bèh direi di si, non mi aspettavo di certo un inizio così entusiasmante dal punto di vista dei risultati, direi che è un momento magico, ma è un momento, sicuramente prima o poi finirà come tutte le cose, speriamo finisca il più tardi possibile. E’ sembrata una vittoria più “facile” rispetto a quella della Cina…merito tuo o gli avversari oggi erano un po’ meno competitivi? Si è stata più facile, bèh direi merito mio, stavolta sono riuscito ad essere subito competitivo e non perdere tempo dagli altri nonostante la mia macchina fosse più pesante, è stata una gara dove ho dovuto più controllare che spingere e dal punto di vista del divertimento forse è un po’ mancata, almeno per quanto mi riguarda. In Spagna credi di poter festeggiare un poker? Mah vediamo,sapete che da buon napoletano sono molto scaramantico e non amo fare pronostici,so che sarà dura,la spagna non è facile come circuito ma sono convinto che tutto il team darà il massimo per poter far bene.

MERLINO Complimenti per l’ottimo secondo posto, raccontaci come hai vissuto le varie fasi della gara. Grazie, indubbiamente un'ottima gara per me. Ho fatto un po' di fatica all'inizio con la macchina pesantissima per la strategia ad una sosta e ed il primo stint molto lungo. Alla lunga però sembra abbia pagato visto che, completate tutte le soste, mi sono ritrovato secondo con la possibilità di gestire la corsa. Il resto l'ha fatto il mio compagno di squadra che mi ha protetto le spalle con un gran lavoro di copertura sui due piloti Renault in rimonta e per questo lo ringrazio. Vedi le prestazioni tue e della vettura in crescita? Indubbiamente il mio feeling con la vettura sta crescendo di gara in gara ed anche la squadra sta dimostrando di aver capito ormai dove intervenire per ottenere il massimo dalla monoposto per cui non possiamo che essere fiduciosi per il futuro. In Spagna pensi di poter puntare alla vittoria o credi che Armando sarà irraggiungibile? Beh... Armando in questo momento sembra veramente irraggiungibile, però sia io che Mimmo stiamo cercando di colmare il gap e credo che soprattutto il mio compagno di squadra gli darà del filo da torcere in breve tempo. Per Barcellona purtroppo è probabile che sarò assente.... peccato perché è una pista che mi piace molto ed eravamo carichi dal punto di vista psicologico. Farò un gran tifo per Tormento.

TORMENTO Un buon terzo posto il tuo, raccontaci le fasi salienti della tua corsa. Questa volta ho adottato la strategia di una sola sosta all'ultimo minuto. L'assetto era stabile e volevo fare una gara tranquilla. A complicarmi la vita è stata la Renault. Prima con Ivan e poi con Pierluigi. Ho tentato di resistete al sorpasso di Ivan commettendo un'ingenuità, essendo su una sosta dovevo lasciarlo andare e non complicarmi la vita, invece un banale contatto ha rischiato di rovinare la mia gara. Rientro dietro il mio compagno di squadra e non avendo info utili sulla sua strategia cambio la mia anticipando la sosta per non rimanere fermi in due ai box. Nel finale l'altra Renault risale alle mie spalle ma semplicemente tengo la posizione portando la mia vettura al traguardo... Abbiamo visto un Armando in forma smagliante, fare quasi una gara a sé; in Williams state studiando delle contromosse per non farlo allungare troppo in classifica? Armando riesce ad essere molto veloce nonostante il carico di benzina che ha. Sicuramente la sua vettura e i suoi setup sono ottimizzati in quel senso. In Williams invece non riusciamo a concretizzare bene il potenziale e buttando l'occhio al futuro penso che fermare l'avanzata di Armando sarà ancor più ardua, visti gli impegni extra che ci terranno distanti dalle piste. Un pronostico per la gara in Spagna? Pronostici quest'anno non se ne fanno. So che si può lottare sempre per il podio e si spera in un po' di fortuna e qualche nuovo sviluppo ai setup... PAGINA 11


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

DRIVER LEAGUE - Il Film della gara

Partenza

Benvenuto e Morra

Ziroli e Alloro

Benvenuto si gira

Bargagni su Adso

Alloro supera Merlino

Adso supera Merlino

Adso contatto con Alloro

Alloro va largo

Ziroli su Tormento

Ziroli supera Hamtak

Vince Morra" PAGINA 14


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

I NUMERI DELLA DRIVER LEAGUE

RISULTATI BAHRAIN 2009

PAGINA 12


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

I NUMERI DELLA DRIVER LEAGUE

CLASSIFICA 2009

PAGINA 13


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

I NUMERI DELLA DRIVER LEAGUE

STATISTICHE 2009

PAGINA 13


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

Di Gabriele Alloro

Scimè butta al vento la sua prima vittoria, Actarus fa 2 su 2 e vola a 20 punti Sakhir. Tra palme (poche) e granelli di sabbia eccoci ritrovati per il terzo appuntamento del campionato OpenLeague 2009 disputato in Bahrain appena una settimana dopo quello della Cina. Un circuito permanente dalle caratteristiche più tradizionali alla formula, che il circus dispone come antipasto per la copiosa scorpacciata Europea. Come si suol dire, il buongiorno si vede dal mattino e lo stesso si può dire per il nostro Actarus, che fresco di vittoria all’esordio, si conferma anche tra le dune del deserto centrando la seconda vittoria in due gare disputate. Probabilmente l’arrivo in Open del pilotone Super Aguri sta rompendo le uova nel paniere ad un Scimè ancora a secco di vittorie, ma in vetta alla classifica piloti grazie ai tre secondi posti arrivati in altrettante gare. I valori in campo iniziano ad essere sempre più chiari, il profilarsi di una battaglia a due e gli altri a giocarsi il terzo gradino del podio o a sperare in un loro passo falso. Ma forse è presto per parlare a tal proposito, forse l’Europa col prossimo Gp potrebbe rimischiare le carte in tavola e rendere ancora più avvincente ed incerto il campionato cadetto. Staremo a vedere… intanto andiamo a dare uno sguardo con la lente d’ingrandimento ai cronometri e alla storia

del week-end iniziando dalla sessione di Q1. Q1 RESULTS Come si evince dallo specchietto qui a fianco Scimè è stato il più veloce distanziando di quasi 5 decimi Actarus, quindi gli altri 8 che guadagnano la Q3 tutti poco distanti nei tempi. Esclusi Gabriele e il duo Freezer2k-Strat che per problemi tecnici dovranno abbandonare il week-end già al termine della sessione di Q1. Di conseguenza solo 11 risulteranno i partenti del Gp, presenza molto risicata che segna una eccezione (si spera) per la sempre affollata Open. La lotta per la pole è una vicenda a due tra Scimè e Actarus, la spunta Actarus per 162 millesimi, staccatissimi tutti gli altri capeggiati da Peo_80 distanziato di ben 1” dal crono della pole. Da segnalare la buona qualifica di Ermy che si inserisce tra la coppia RedBull al quinto posto, mentre non va ugualmente bene a Max Zerbin che dopo una discreta Q1 non va oltre l’ottavo tempo. Alcune irregolarità mettono al lavoro la direzione di gara che rivede quindi la griglia di partenza scaturita dalla Q3. Di seguito il fermo immagine della griglia di partenza al via. PAGINA 17


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

Pronti via al semaforo verde Actarus tiene la testa alla staccata del tornantino con Scimè e Peo80 che mantengono le posizioni, qualche contatto nelle retrovie senza conseguenze di particolare rilievo e un Max Zerbin e un LasVegas pimpanti al via, guadagnano posizioni dal fondo dello schieramento. Non altrettanto bene il pilota Red Bull Luka che per resistere ad un arrembante Ermy, osa un po’ troppo alla 2 e finisce largo con conseguente testacoda, riparte ultimo e un po’ attardato. Intanto Actarus segna il passo punzecchiato da molto vicino da Scimè, Peo80 cerca di resistere ma pian piano perde terreno dal duo di testa e Ermy che poco distante cerca di accorciare il piccolo margine che lo separa. Più indietro Max Zerbin autore di un ottimo avvio di gara si è messo dietro anche Box con un bel sorpasso in staccata, ma il pilota Red Bull non molla e resta attaccato a Max che deve resistere ora alla pressione oltre che di Box anche di LasVegas incollato a formare un terzetto spumeggiante. Max non regge la pressione e commette un errore alla curva 7 pizzicando troppo il cordolo interno, il posteriore scappa via ed è testacoda. Box lo tocca inevitabilmente ma c’ho non gli impedisce di proseguire, guadagnando così la sesta posizione, mentre Max riprende la pista dietro Simone in undicesima. Successivamente Box inizia a prendere un buon ritmo, stacca LasVegas e raggiunge Balboa, Max invece deve sudare per avere ragione di Simone e Gabriele. La bagarre tra i 3 permette a Luka di agganciarsi e dare vita ad una lotta a 4 per la 8.

Di Gabriele Alloro

Nel frattempo in testa alla corsa Scimè ha avuto ragione di Actarus per poi impostare subito un ritmo che Actarus nel tentativo di tenere paga salato andando in testacoda in ingresso di rettifilo e ciò avvantaggia Peo_80. Al giro 8 Actarus riprende la posizione su Peo_80 e Box conquista la quinta piazza ai danni di Balboa. A ridosso delle soste Ermy butta all’aria una ottima gara ritirandosi quando era secondo, mentre Scimè con il passo migliore e più di 10” di vantaggio su Actarus sembra avere la vittoria in pugno, ma una brutta sosta ai box e un errore a 10 giri dal traguardo, forse dettato dal veemente ritorno di Actarus, gli consegna la vittoria su un piatto d’argento. Inutile il tentativo di recupero del pilota Renault, Actarus tiene e porta a casa la vittoria. Max Zerbin centra il 5 posto regolando Luka, Balboa e Box al termine di una serie di battaglie durate tutto il secondo stint di gara. Ottimo LasVegas 4 . Si conferma quindi il podio della Cina. Come al solito a seguire risultati completi, Actarus - Force India classifiche e statistiche. PAGINA 18


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM Di Gabriele Alloro

N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

Neanche una settimana e ti ritrovo qui al solito posto! Di nuovo congratulazioni Actarus!! Seconda vittoria consecutiva in 2 gare disputate davvero un inizio da rullo compressore, anche se questa volta te la sei dovuta sudare più del normale? Ciao, si hai detto bene stavolta ho dovuto sudare parecchio,sapevo del buon ritmo di Scimè,ma cosi veloce subito a inizio gara non me lo aspettavo. Per non perdere troppo terreno ho anche fatto un testacoda perdendo una posizione con Peo, che poi in staccata ho ripreso. L'errore di Scimè ha rimesso tutto in equilibrio, col secondo stint dove ero più veloce a parità di benzina Forse è ancora presto per dirlo ma sembra che la contesa per il primato sia una cosa a due… Tu e R. Scimè? Non ho ben presente la classifica,ma anche Peo se non avesse commesso tutti quegli errori sarebbe stato li con noi, comunque credo sia una sfida fra tre o quattro. Si va in Europa, Barcellona il prossimo appuntamento, hai feeling con il tracciato? Barcellona mi piace molto ho un buon feeling, mi impegnerò al massimo visto che i miei avversari in una sola gara si sono avvicinati moltissimo e non devo più rilassarmi.

Il podio è lo stesso della Cina, ma qui forse hai qualcosa da recriminare… Il podio, fortunatamente, è sempre quello e per ora mi va benone così..certo ho da mangiarmi le mani perché questa pista mi piace e giravo, seppur di poco, più veloce di actarus, ma le gare sono anche questo. In Q1 non ho fatto registrare il mio best ma mi piazzo comunque 1°, e pure in Q3 non do il meglio e sono 2° dietro ad actarus (..complimenti). La gara inizialmente va bene, mi porto in testa dopo pochi giri, passandolo sul rettilineo, e subito dopo, grazie ad un suo testacoda, ho un vantaggio,prima del pit, di ben 12 secondi. Entro in sosta già di traverso ed aggiungo 2 litri in più per sicurezza, oltre a far casini con il limitatore e…tac..perdo troppi secondi e dopo la sua sosta me lo vedo dietro a soli 3,7 secondi. Il danno ormai è fatto e spingo ma lui regge bene dietro di me per cui decido “saggiamente” di salire sopra un bel cordolo, girandomi, facendo salire il mio gap a 5 secondi. Mancano oramai pochi giri alla fine e riduco solo il distacco a 2 secondi circa e… giù il cappello ancora una volta alla new entry. E’ comunque sempre un secondo posto che non è assolutamente da buttar via, la squadra può essere soddisfatta considerato il buon piazzamento del tuo compagno di squadra? Il Team ovviamente, almeno credo e spero, per ora è soddisfatto della classifica. Per quanto riguarda Enrico Balboa gli è andata male anche a questo gp e non ha potuto far vedere il suo vero potenziale a causa di una scelta errata di setup all’ultimo momento e di una toccatina ricevuta che gli ha fatto perdere diverse posizioni; son sicuro che si rifarà e comunque porta a casa sempre punti preziosissimi sia per il Team sia per non distaccarsi troppo nella classifica piloti. Si va in Europa, Barcellona il prossimo appuntamento, ti piace come circuito? Barcellona direi che non è tra i miei preferiti, infatti anche qui mi auguro di occupare un gradino sul podio o giù di lì visto anche il netto miglioramento di Peo ed il ritorno di altri piloti che in Bahrain hanno avuto qualche problema di troppo. Questo è un circuito a cui, in gara, non ho mai partecipato, ed il tracciato riserva parecchi tranelli..speriamo bene!! Un saluto a tutti e.. spero.. alla prossima intervista!!

Complimenti di nuovo Peo! Un altro terzo posto subito dietro al duo schiacciasassi. Come è andata la tua gara? La gara è stata costante sempre su gli stessi ritmi fino alla sosta che ho imbarcato troppi litri però va bene Nel finale di gara LasVegas ti ha messo un po’ di pressione, cosa hai pensato in quei momenti fino al suo errore? Si complimenti a LasVegas il pensiero è stato solo di continuare nel spingere di più di quello che facevo. Si va in Europa, Barcellona il prossimo appuntamento, l’hanno passato eri nelle retrovie quando hai perso il motore, con che spirito ti appresti ad affrontare il Gp e con quali aspettative? Ma si l'anno scorso ero dietro, lo spirito e buono speriamo di fare una gara come le altre 2 comunque molto tranquillo.

PAGINA 19


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

Semaforo verde

OPEN LEAGUE - Il Film della gara

Errore Luka dopo 2 curve

Max Zerbina attacca Box

Soggettiva LasVegas, Max errore alla 7

Luka aggancia il terzetto in bagarre

R.Scime supera Actarus

Actarus su Peo_80

Box su Balboa

Scimè sbaglia, Actarus approfitta

Luka tampona Balboa

LasVegas vanifica rimonta al 3° posto

Actarus replica PAGINA 20


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

I NUMERI DELLA OPEN LEAGUE RISULTATI BAHRAIN 2009

PAGINA 21


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

I NUMERI DELLA OPEN LEAGUE RISULTATI GP DOPO GP

PAGINA 22


LA GAZZETTA DI F1-FULLSIM N° 3– Aprile 2009 – Anno V°

PILOTA PER PILOTA AI RAGGI X IL PAGINONE DELLE STATISTICHE

PAGINA 23

Bharain__2009  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you