Issuu on Google+

l e

seasonings

s t a g i o n i

italia

Milano Milano

d e l l o

s t i l e

e

d e l

g u s t o

i t a l i a n o

|

Milano Milano

a u t u m n

LA SEMPLICITÀ NELL'INNOVAZIONE. LUMINOR MARINA 1950 3 DAYS AUTOMATIC Movimento meccanico a carica automatica calibro P. 9000, due bariletti, 3 giorni di riserva di carica. Impermeabilità 300 metri. Cassa in acciaio 44 mm Ø. Fibbia in acciaio.

people

Angelo Bonati, AD di Officine Panerai Angelo Bonati, Officine Panerai’s President and CEO

events

The Reds & The White Barolo e tartufo. Due re alla corte dei Savoia Barolo and truffle. Two kings at the Savoy court www.panerai.com In vendita esclusivamente presso: Boutique Firenze, Piazza S. Giovanni 16R - Boutique Portofino, Via Roma 13 e i migliori specialisti di alta orologeria autorizzati.

Autumn time

1 0


autumneditorial

autumncontents

valori autentici 06 Authentic values Lo stile e la tradizione di Officine Panerai

The style and tradition of the Officine Panerai

note d’autunno 10 autumn notes Calendario degli imperdibili da settembre a novembre

Calendar of must-sees from September to November

the reds and the white 15 the reds and the white

una nuova stagione patrizio cipollini e vincenzo finizzola, general manager four seasons hotel firenze e milano Patrizio Cipollini and Vincenzo Finizzola, General Managers Four Seasons Hotels Firenze and Milano

Gusto, qualità, eleganza e competenza: ecco i temi conduttori di questo numero di Seasonings Italia. Un viaggio che inizia con un ospite d’eccezione: Angelo Bonati, amministratore delegato di Officine Panerai, maison di orologeria nata un secolo e mezzo fa a Firenze che anche a Milano mantiene un’anima viva e pulsante. E poi parliamo di gusto, con altri due protagonisti di questo numero: il Barolo e il tartufo, doni regali dell’autunno e simboli dell’eccellenza dei prodotti italiani in tutto il mondo. E quando si vuole avere la qualità della cucina del Four Seasons nel proprio ambiente preferito, ecco che la maestria tra i fornelli dell’Executive Chef Vito Mollica diventa realtà sotto forma di catering esterno, che Four Seasons Hotel Firenze fornisce come servizio per matrimoni, cene di gala, sfilate e molte altre occasioni. Una garanzia di buona riuscita dell’evento e un modo per gustare i sapori dell’ottima cucina anche fuori dal contesto dell’hotel. C’è poi un’alternativa, proposta dal Four Seasons Hotel Milano, per chi ama ricevere a casa propria: preparare una cena perfetta, dallo stuzzichino al dessert, seguendo le lezioni di cucina che l’Executive Chef Sergio Mei o i suoi collaboratori proporranno a chi vuol imparare i trucchi del mestiere o, addirittura, tentare di eguagliare e superare i maestri. Infine, Seasonings Italia vi offre le prime anticipazioni sugli eventi natalizi a Firenze e a Milano: un assaggio di appuntamenti imperdibili, per la vostra ‘agenda delle feste’.

Good taste, high-quality, elegance and competence: the leitmotifs of Seasonings’ Italia new issue. Our journey starts with a special guest: Angelo Bonati, the managing director of Officine Panerai, a watchmaking maison born a century and a half ago in Florence and also very active in Milan. And then we deal with taste, with other two stars of this issue: Barolo wine and truffle, the gifts of autumn season and the symbol of Italian products’ excellence throughout the world. If one wishes to bring the quality of Four Seasons’ cooking and the skill of Executive Chef Vito Mollica home, Four Seasons Hotel Firenze provides an external catering service for wedding ceremonies, gala dinners, fashion shows and many other private events. A guarantee of success and the chance to enjoy excellent cooking outside of the hotel. Four Seasons Hotel Milano offers another option for those who wish to entertain guests at home: learning how to prepare the perfect dinner, from appetizers to dessert, by following the cooking course given by Executive Chef Sergio Mei and his assistants to those who would like to learn the “tricks of the trade” or even equal and surpass the teacher in skill. Last but not least, Seasonings Italia offers a preview of the Christmas events in Florence and Milan: a foretaste of the must-sees which should definitely be on your holiday agenda.

Torna l’evento autunnale che esalta le eccellenze toscane

The autumn event which enhances Tuscan excellence is back

barolo 2006 e tartufo d’alba 17 barolo 2006 and alba truffles Due re alla corte dei Savoia

Two kings at the Savoy court

aspettando le feste 18 waiting for winter holidays Eventi e iniziative del Natale firmato Four Seasons

Festive season events and initiatives organised by Four Seasons

a cena con gli amici 20 dining with friends Aspettando il Natale

Waiting for Christmas

fuori l’hotel 22 outside of the hotel Il servizio di catering esterno del Four Seasons Hotel Firenze borgo pinti 101 A Firenze nasce un nuovo indirizzo

The external catering service of Four Seasons Hotel Firenze 24 Borgo pinti 101 A new address in Florence

wine tasting 25 wine tasting L’esclusiva winery del ristorante ‘Il Palagio’

Il Palagio restaurant’s exclusive winery

charity event 26 charity event La corsa che dà una mano alla speranza

The race that helps research

a scuola da sergio mei 27 Learning from Sergio Mei Le lezioni di cucina del Four Seasons Hotel Milano

Cooking classes at Four Seasons Hotel Milano

LA CUCINA ITALIANA ALL’ITALIANA 28 Italian-style Italian cooking Esce la nuova pubblicazione dell’Executive Chef Sergio Mei

The new book by Executive Chef Sergio Mei is out

un rituale d’elite 30 elite ritual Ogni domenica ai Four Seasons

Every Sunday at Four Seasons

benessere autunnale 32 autumn wellbeing I trattamenti del Four Seasons Hotel Firenze

The treatments at Four Seasons Hotel Firenze

gli appuntamenti da non perdere 35 the not-to-be-missed events seasonings italia - Autumn 2010 - trimestrale realizzato da gruppo editoriale srl/ QUARTERLY PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE SRL in copertina: veduta del duomo dal conventino, leo mancini - hresko/COVER PAGE: VIEW OF THE DUOMO FROM THE CONVENTINO, LEO MANCINI-HRESKO 4

Il resoconto degli eventi di Four Seasons Hotel Firenze e Milano

Detailed account of the events at Four Seasons Hotel Firenze and Milano


autumneditorial

autumncontents

valori autentici 06 Authentic values Lo stile e la tradizione di Officine Panerai

The style and tradition of the Officine Panerai

note d’autunno 10 autumn notes Calendario degli imperdibili da settembre a novembre

Calendar of must-sees from September to November

the reds and the white 15 the reds and the white

una nuova stagione patrizio cipollini e vincenzo finizzola, general manager four seasons hotel firenze e milano Patrizio Cipollini and Vincenzo Finizzola, General Managers Four Seasons Hotels Firenze and Milano

Gusto, qualità, eleganza e competenza: ecco i temi conduttori di questo numero di Seasonings Italia. Un viaggio che inizia con un ospite d’eccezione: Angelo Bonati, amministratore delegato di Officine Panerai, maison di orologeria nata un secolo e mezzo fa a Firenze che anche a Milano mantiene un’anima viva e pulsante. E poi parliamo di gusto, con altri due protagonisti di questo numero: il Barolo e il tartufo, doni regali dell’autunno e simboli dell’eccellenza dei prodotti italiani in tutto il mondo. E quando si vuole avere la qualità della cucina del Four Seasons nel proprio ambiente preferito, ecco che la maestria tra i fornelli dell’Executive Chef Vito Mollica diventa realtà sotto forma di catering esterno, che Four Seasons Hotel Firenze fornisce come servizio per matrimoni, cene di gala, sfilate e molte altre occasioni. Una garanzia di buona riuscita dell’evento e un modo per gustare i sapori dell’ottima cucina anche fuori dal contesto dell’hotel. C’è poi un’alternativa, proposta dal Four Seasons Hotel Milano, per chi ama ricevere a casa propria: preparare una cena perfetta, dallo stuzzichino al dessert, seguendo le lezioni di cucina che l’Executive Chef Sergio Mei o i suoi collaboratori proporranno a chi vuol imparare i trucchi del mestiere o, addirittura, tentare di eguagliare e superare i maestri. Infine, Seasonings Italia vi offre le prime anticipazioni sugli eventi natalizi a Firenze e a Milano: un assaggio di appuntamenti imperdibili, per la vostra ‘agenda delle feste’.

Good taste, high-quality, elegance and competence: the leitmotifs of Seasonings’ Italia new issue. Our journey starts with a special guest: Angelo Bonati, the managing director of Officine Panerai, a watchmaking maison born a century and a half ago in Florence and also very active in Milan. And then we deal with taste, with other two stars of this issue: Barolo wine and truffle, the gifts of autumn season and the symbol of Italian products’ excellence throughout the world. If one wishes to bring the quality of Four Seasons’ cooking and the skill of Executive Chef Vito Mollica home, Four Seasons Hotel Firenze provides an external catering service for wedding ceremonies, gala dinners, fashion shows and many other private events. A guarantee of success and the chance to enjoy excellent cooking outside of the hotel. Four Seasons Hotel Milano offers another option for those who wish to entertain guests at home: learning how to prepare the perfect dinner, from appetizers to dessert, by following the cooking course given by Executive Chef Sergio Mei and his assistants to those who would like to learn the “tricks of the trade” or even equal and surpass the teacher in skill. Last but not least, Seasonings Italia offers a preview of the Christmas events in Florence and Milan: a foretaste of the must-sees which should definitely be on your holiday agenda.

Torna l’evento autunnale che esalta le eccellenze toscane

The autumn event which enhances Tuscan excellence is back

barolo 2006 e tartufo d’alba 17 barolo 2006 and alba truffles Due re alla corte dei Savoia

Two kings at the Savoy court

aspettando le feste 18 waiting for winter holidays Eventi e iniziative del Natale firmato Four Seasons

Festive season events and initiatives organised by Four Seasons

a cena con gli amici 20 dining with friends Aspettando il Natale

Waiting for Christmas

fuori l’hotel 22 outside of the hotel Il servizio di catering esterno del Four Seasons Hotel Firenze borgo pinti 101 A Firenze nasce un nuovo indirizzo

The external catering service of Four Seasons Hotel Firenze 24 Borgo pinti 101 A new address in Florence

wine tasting 25 wine tasting L’esclusiva winery del ristorante ‘Il Palagio’

Il Palagio restaurant’s exclusive winery

charity event 26 charity event La corsa che dà una mano alla speranza

The race that helps research

a scuola da sergio mei 27 Learning from Sergio Mei Le lezioni di cucina del Four Seasons Hotel Milano

Cooking classes at Four Seasons Hotel Milano

LA CUCINA ITALIANA ALL’ITALIANA 28 Italian-style Italian cooking Esce la nuova pubblicazione dell’Executive Chef Sergio Mei

The new book by Executive Chef Sergio Mei is out

un rituale d’elite 30 elite ritual Ogni domenica ai Four Seasons

Every Sunday at Four Seasons

benessere autunnale 32 autumn wellbeing I trattamenti del Four Seasons Hotel Firenze

The treatments at Four Seasons Hotel Firenze

gli appuntamenti da non perdere 35 the not-to-be-missed events seasonings italia - Autumn 2010 - trimestrale realizzato da gruppo editoriale srl/ QUARTERLY PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE SRL in copertina: veduta del duomo dal conventino, leo mancini - hresko/COVER PAGE: VIEW OF THE DUOMO FROM THE CONVENTINO, LEO MANCINI-HRESKO 4

Il resoconto degli eventi di Four Seasons Hotel Firenze e Milano

Detailed account of the events at Four Seasons Hotel Firenze and Milano


winterspa

autumninterview

Valori autentici

Lo stile e la tradizione di Officine Panerai The style and tradition of the Officine Panerai

Angelo Bonati, nato a Milano, è impegnato nel settore del lusso dal 1980. Riveste il ruolo di amministratore delegato di Officine Panerai dal 2000 Angelo Bonati, born in Milan, has been activexxxxxxxxxxxx in the luxury sector since 1980. He has held the position of President xxxxxxxxxxxxx and CEO of the Officine Panerai since 2000 xxxxxxxxxxxxxxxxx 6

E’ un vero e proprio status symbol nel mondo dell’orologeria di lusso. Officine Panerai nasce come marchio internazionale di alta orologeria nel 1997 (a seguito dell’acquisizione della società da parte del Gruppo Richemont, ndr) ma il marchio Panerai esiste dal 1860, anno in cui Giovanni Panerai fondò a Firenze una società che in pochi anni è diventata fornitore di strumenti altamente specializzati per i corpi speciali della Regia Marina Italiana. Oggi è una maison che coniuga con successo il design e la tradizione italiana con la capacità manifatturiera svizzera. Abbiamo incontrato Angelo Bonati, amministratore delegato della maison, per scoprire i segreti e le novità dell’azienda. Dottor Bonati, quali sono le chiavi del vostro successo? Credo che il successo degli orologi Panerai nasca dalla scelta di mantenere i nostri prodotti assolutamente fedeli alla loro identità storica: in questo modo possiamo garantire non solo l’esclusività di un prodotto di alta manifattura ma anche l’autenticità che può vantare solo chi ha alle spalle una lunga storia. Questo ha significato sfidare il mercato con un prodotto che non ha mai seguito alcun trend ma che ha invece imposto il proprio stile. Verso quale direzione si muove oggi il mercato dell’orologeria di lusso? Dal punto di vista dell’evoluzione tecnologica assume sempre maggiore importanza la ricerca nello sviluppo di nuovi movimenti e l’impiego di materiali con prestazioni sempre più elevate. Dal punto di vista del mercato, il rallentamento degli ultimi anni e la maturazione di un pubblico sempre più informato hanno imposto una profonda riflessione che sta già mostrando il proprio esito: i marchi più autentici e in grado di fornire contenuti più profondi ai propri clienti stanno uscendo rafforzati dalla crisi. Quali sono le novità principali di quest’anno? Questo è un anno ricco di novità. Abbiamo presentato un tributo al genio toscano di Galileo Galilei, composto da tre macchine del tempo eccezionalmente complicate ribattezzate Astronomo, Scienziato e Jupiterium. Abbiamo lanciato una

An authentic status symbol in the world of luxury watches, the Officine Panerai emerged as an international top-quality watch brand in 1997, when the company was taken over by the Richemont Group. But the Panerai brand has been in existence since 1860, when Giovanni Panerai founded in Florence a company which, in the space of just a few years, became the official supplier of highly specialised timepieces for the special corps of the Italian Royal Navy. It is now a maison that successfully blends Italian design and tradition with Swiss manufacturing capacity. We met Angelo Bonati, the managing director of the company, to discover its secrets and the novelties it has up its sleeve. Dr. Bonati, what are the keys to your success? I believe that the success of the Panerai watches is due largely to our decision to keep our products absolutely true to their historic identity. In this way not only can we guarantee the exclusive nature of a top-notch timepiece, but also the authenticity that belongs only to those with a long and passionate history behind them. This means challenging the market by offering a product that has never followed trends but has rather imposed its own style. In what direction is the luxury watch market now moving? In terms of technological evolution, research into the development of new movements and the use of materials offering increasingly enhanced performance is of consistently greater importance. In terms of market, the slowdown of recent years and the maturing of an ever better informed and prepared public have engendered a profound reflection that is already yielding its results. In short, the most authentic brands that can supply more solid contents to their customers are emerging from the recession stronger than ever. What are this year’s main novelties? This is a year with so many novelties that it’s almost impossible to mention them all… We have presented a tribute to the Tuscan genius Galileo Galilei, consisting of three exceptionally complicated timepieces that we 7


winterspa

autumninterview

Valori autentici

Lo stile e la tradizione di Officine Panerai The style and tradition of the Officine Panerai

Angelo Bonati, nato a Milano, è impegnato nel settore del lusso dal 1980. Riveste il ruolo di amministratore delegato di Officine Panerai dal 2000 Angelo Bonati, born in Milan, has been activexxxxxxxxxxxx in the luxury sector since 1980. He has held the position of President xxxxxxxxxxxxx and CEO of the Officine Panerai since 2000 xxxxxxxxxxxxxxxxx 6

E’ un vero e proprio status symbol nel mondo dell’orologeria di lusso. Officine Panerai nasce come marchio internazionale di alta orologeria nel 1997 (a seguito dell’acquisizione della società da parte del Gruppo Richemont, ndr) ma il marchio Panerai esiste dal 1860, anno in cui Giovanni Panerai fondò a Firenze una società che in pochi anni è diventata fornitore di strumenti altamente specializzati per i corpi speciali della Regia Marina Italiana. Oggi è una maison che coniuga con successo il design e la tradizione italiana con la capacità manifatturiera svizzera. Abbiamo incontrato Angelo Bonati, amministratore delegato della maison, per scoprire i segreti e le novità dell’azienda. Dottor Bonati, quali sono le chiavi del vostro successo? Credo che il successo degli orologi Panerai nasca dalla scelta di mantenere i nostri prodotti assolutamente fedeli alla loro identità storica: in questo modo possiamo garantire non solo l’esclusività di un prodotto di alta manifattura ma anche l’autenticità che può vantare solo chi ha alle spalle una lunga storia. Questo ha significato sfidare il mercato con un prodotto che non ha mai seguito alcun trend ma che ha invece imposto il proprio stile. Verso quale direzione si muove oggi il mercato dell’orologeria di lusso? Dal punto di vista dell’evoluzione tecnologica assume sempre maggiore importanza la ricerca nello sviluppo di nuovi movimenti e l’impiego di materiali con prestazioni sempre più elevate. Dal punto di vista del mercato, il rallentamento degli ultimi anni e la maturazione di un pubblico sempre più informato hanno imposto una profonda riflessione che sta già mostrando il proprio esito: i marchi più autentici e in grado di fornire contenuti più profondi ai propri clienti stanno uscendo rafforzati dalla crisi. Quali sono le novità principali di quest’anno? Questo è un anno ricco di novità. Abbiamo presentato un tributo al genio toscano di Galileo Galilei, composto da tre macchine del tempo eccezionalmente complicate ribattezzate Astronomo, Scienziato e Jupiterium. Abbiamo lanciato una

An authentic status symbol in the world of luxury watches, the Officine Panerai emerged as an international top-quality watch brand in 1997, when the company was taken over by the Richemont Group. But the Panerai brand has been in existence since 1860, when Giovanni Panerai founded in Florence a company which, in the space of just a few years, became the official supplier of highly specialised timepieces for the special corps of the Italian Royal Navy. It is now a maison that successfully blends Italian design and tradition with Swiss manufacturing capacity. We met Angelo Bonati, the managing director of the company, to discover its secrets and the novelties it has up its sleeve. Dr. Bonati, what are the keys to your success? I believe that the success of the Panerai watches is due largely to our decision to keep our products absolutely true to their historic identity. In this way not only can we guarantee the exclusive nature of a top-notch timepiece, but also the authenticity that belongs only to those with a long and passionate history behind them. This means challenging the market by offering a product that has never followed trends but has rather imposed its own style. In what direction is the luxury watch market now moving? In terms of technological evolution, research into the development of new movements and the use of materials offering increasingly enhanced performance is of consistently greater importance. In terms of market, the slowdown of recent years and the maturing of an ever better informed and prepared public have engendered a profound reflection that is already yielding its results. In short, the most authentic brands that can supply more solid contents to their customers are emerging from the recession stronger than ever. What are this year’s main novelties? This is a year with so many novelties that it’s almost impossible to mention them all… We have presented a tribute to the Tuscan genius Galileo Galilei, consisting of three exceptionally complicated timepieces that we 7


autumninterview

Photo mouvement dessin media, un disegno tecnico che illustra l’assemblaggio dei componenti di un modello Officine Panerai Photo mouvement dessin media, a technical drawing that illustrates the assembly of the components of an Officine Panerai model

fedelissima riedizione del primo cronografo realizzato negli anni ‘40 da Officine Panerai per gli ufficiali di coperta della Marina Militare, il Mare Nostrum. Inoltre abbiamo presentato un nuovo calibro, proseguendo nel nostro cammino che ci ha consentito di realizzare in proprio ogni fase produttiva dei nostri orologi e movimenti, nella manifattura di Neuchâtel. Quali sono i tempi d’attesa per avere un modello di Officine Panerai? I tempi variano molto in relazione al modello e possono superare facilmente l’anno. Firenze rappresenta una parte importante della storia della maison, e proprio al Four Seasons Hotel Firenze realizzerete un evento molto speciale. Ci parla del rapporto con questa città? Officine Panerai nasce a Firenze e tutt’ora la nostra boutique storica si trova di fronte al Battistero, in Piazza San Giovanni. Da pochi anni abbiamo aperto anche una piccola dependance della boutique dentro lo splendido Palazzo della Gherardesca in cui ha sede il Four Seasons Hotel. Non si può capire davvero Panerai se non partendo da Firenze, dalle sue botteghe d’arte, dal suo artigianato erede dell’irripetibile mix di arti e scienze che fin dall’età medicea ha illuminato il mondo. È proprio a Firenze che sono nati e vissuti personaggi che hanno avuto un ruolo fondamentale nella storia dell’orologeria meccanica come Filippo Brunelleschi, Leonardo da Vinci, Lorenzo della Volpaia, Giovanni de’ Dondi e Galileo Galilei. Milano rappresenta invece il cuore pulsante nel mondo della comunicazione italiana. Quanto è importante per il mercato di Officine Panerai? Avete progetti di espansione in città? Sicuramente è un’ipotesi che stiamo valutando: per un marchio come Panerai, che guarda al mondo, Milano rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per molti motivi. Quali sono i servizi che ricerca in una catena alberghiera? Trascorro moltissimo tempo viaggiando e sono molto esigente in termini di servizio. Dagli alberghi mi aspetto esclusività, autenticità, passione. Proprio quello che cerco in un orologio!

christened Astronomo, Scienziato and Jupiterium. We have also launched a totally faithful reproduction of the first chronograph produced by the Officine Panerai in the 40s for the deck officers of the Navy, the Mare Nostrum. We have also presented a new calibre, that has enabled us to take control of all the production phases of our watches and movements in the Neuchâtel factory. What are the waiting times to obtain a model from the Officine Panerai? The time varies greatly depending on the model, but can very often be over a year. Florence represents a very important part of the history of the maison, and it is at Four Seasons Hotel Firenze that you will be organising a very special event. Can you tell us about the relations of Panerai with the city? The Officine Panerai saw the light in Florence, and our historic boutique is still in Piazza San Giovanni, right opposite the Baptistery. Some years ago we also opened a small annexe to the boutique inside the splendid Palazzo della Gherardesca which now houses the Four Seasons Hotel. It’s impossible to truly understand Panerai if you don’t start with Florence, with its art workshops and its craftsmanship, heir to that unrepeatable blend of art and science that has stunned the world since the time of the Medici. It was in Florence that many figures who have played a fundamental role in the history of the mechanical watch were born and bred, men such as Filippo Brunelleschi, Leonardo da Vinci, Lorenzo della Volpaia, Giovanni de’ Dondi and Galileo Galilei. Milan, instead, represents the pulsating heart of the world of Italian communication. How important is it for the market of Officine Panerai? Do you have plans to expand in the city? This is definitely a possibility that we are weighing up: for a brand such as Panerai, with its sights set on the world, Milan is an essential benchmark for numerous reasons. What are the services you look for in a hotel chain? Yes, I spend a great deal of time travelling and I am very demanding in terms of service. What I expect from a hotel is exclusivity, authenticity and passion. Exactly the same things I look for in a watch!

8

Dall’alto in senso orario: Pam 348 Lo Scienziato, Pam 359 LuminorMarina, Pam 339 RadiomirComposite, Luminor 47mm (modello storico Museo Panerai). From top clockwise: Pam 348 Lo Scienziato, Pam 359 LuminorMarina, Pam 339 RadiomirComposite, Luminor 47mm (historic model Panerai Museum). 9


autumninterview

Photo mouvement dessin media, un disegno tecnico che illustra l’assemblaggio dei componenti di un modello Officine Panerai Photo mouvement dessin media, a technical drawing that illustrates the assembly of the components of an Officine Panerai model

fedelissima riedizione del primo cronografo realizzato negli anni ‘40 da Officine Panerai per gli ufficiali di coperta della Marina Militare, il Mare Nostrum. Inoltre abbiamo presentato un nuovo calibro, proseguendo nel nostro cammino che ci ha consentito di realizzare in proprio ogni fase produttiva dei nostri orologi e movimenti, nella manifattura di Neuchâtel. Quali sono i tempi d’attesa per avere un modello di Officine Panerai? I tempi variano molto in relazione al modello e possono superare facilmente l’anno. Firenze rappresenta una parte importante della storia della maison, e proprio al Four Seasons Hotel Firenze realizzerete un evento molto speciale. Ci parla del rapporto con questa città? Officine Panerai nasce a Firenze e tutt’ora la nostra boutique storica si trova di fronte al Battistero, in Piazza San Giovanni. Da pochi anni abbiamo aperto anche una piccola dependance della boutique dentro lo splendido Palazzo della Gherardesca in cui ha sede il Four Seasons Hotel. Non si può capire davvero Panerai se non partendo da Firenze, dalle sue botteghe d’arte, dal suo artigianato erede dell’irripetibile mix di arti e scienze che fin dall’età medicea ha illuminato il mondo. È proprio a Firenze che sono nati e vissuti personaggi che hanno avuto un ruolo fondamentale nella storia dell’orologeria meccanica come Filippo Brunelleschi, Leonardo da Vinci, Lorenzo della Volpaia, Giovanni de’ Dondi e Galileo Galilei. Milano rappresenta invece il cuore pulsante nel mondo della comunicazione italiana. Quanto è importante per il mercato di Officine Panerai? Avete progetti di espansione in città? Sicuramente è un’ipotesi che stiamo valutando: per un marchio come Panerai, che guarda al mondo, Milano rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per molti motivi. Quali sono i servizi che ricerca in una catena alberghiera? Trascorro moltissimo tempo viaggiando e sono molto esigente in termini di servizio. Dagli alberghi mi aspetto esclusività, autenticità, passione. Proprio quello che cerco in un orologio!

christened Astronomo, Scienziato and Jupiterium. We have also launched a totally faithful reproduction of the first chronograph produced by the Officine Panerai in the 40s for the deck officers of the Navy, the Mare Nostrum. We have also presented a new calibre, that has enabled us to take control of all the production phases of our watches and movements in the Neuchâtel factory. What are the waiting times to obtain a model from the Officine Panerai? The time varies greatly depending on the model, but can very often be over a year. Florence represents a very important part of the history of the maison, and it is at Four Seasons Hotel Firenze that you will be organising a very special event. Can you tell us about the relations of Panerai with the city? The Officine Panerai saw the light in Florence, and our historic boutique is still in Piazza San Giovanni, right opposite the Baptistery. Some years ago we also opened a small annexe to the boutique inside the splendid Palazzo della Gherardesca which now houses the Four Seasons Hotel. It’s impossible to truly understand Panerai if you don’t start with Florence, with its art workshops and its craftsmanship, heir to that unrepeatable blend of art and science that has stunned the world since the time of the Medici. It was in Florence that many figures who have played a fundamental role in the history of the mechanical watch were born and bred, men such as Filippo Brunelleschi, Leonardo da Vinci, Lorenzo della Volpaia, Giovanni de’ Dondi and Galileo Galilei. Milan, instead, represents the pulsating heart of the world of Italian communication. How important is it for the market of Officine Panerai? Do you have plans to expand in the city? This is definitely a possibility that we are weighing up: for a brand such as Panerai, with its sights set on the world, Milan is an essential benchmark for numerous reasons. What are the services you look for in a hotel chain? Yes, I spend a great deal of time travelling and I am very demanding in terms of service. What I expect from a hotel is exclusivity, authenticity and passion. Exactly the same things I look for in a watch!

8

Dall’alto in senso orario: Pam 348 Lo Scienziato, Pam 359 LuminorMarina, Pam 339 RadiomirComposite, Luminor 47mm (modello storico Museo Panerai). From top clockwise: Pam 348 Lo Scienziato, Pam 359 LuminorMarina, Pam 339 RadiomirComposite, Luminor 47mm (historic model Panerai Museum). 9


autumnculture

note d’autunno

calendario degli imperdibili da settembre a novembre Calendar of must-sees from September to November Le lunghe giornate estive giungono al termine, lasciando il posto ad una nuova stagione autunnale che, nelle due capitali dello stile italiano, Firenze e Milano, si preannuncia ricca di eventi interessanti. Tra mostre da non perdere, manifestazioni culturali, spettacoli e fiere di moda e design, ecco le date da segnarsi in agenda. Firenze. In scena fino al 17 ottobre, per chi ancora non avesse avuto l’occasione di visitarla, una delle mostre di maggior prestigio dell’ultima stagione fiorentina: Caravaggio e caravaggeschi a Firenze, oltre cento quadri del celebre pittore lombardo esposti nelle suggestive cornici della Galleria degli Uffizi e la Galleria Palatina. Inaugura invece il 24 settembre Bronzino. Pittore e poeta alla corte dei Medici, primo evento espositivo dedicato interamente all’opera pittorica di Agnolo di Cosimo Tori detto appunto il Bronzino -, uno degli artisti più importanti del Cinquecento (fino al 23 gennaio, negli spazi del Piano Nobile di Palazzo Strozzi). Ancora, al Museo Nazionale del Bargello, I grandi bronzi del Battistero Rustici e Leonardo, prima mostra dedicata a Giovanfrancesco Rustici, scultore nato nel 1475 a Firenze e formatosi nel celebre Giardino di San Marco sotto la protezione di Lorenzo il Magnifico, erede della lezione delle botteghe di Andrea del Verrocchio e Benedetto da Maiano (dal 10 settembre fino al 10 gennaio 2011). Non mancheranno anche i festival: da Ultra, il Festival della Letteratura in scena alla Biblioteca delle Oblate dal 16 al 25 settembre, a quelli che compongono la preziosa rassegna 50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze come il Festival del Cinema Francese (dal 29 ottobre al 1 novembre) e Lo schermo dell’arte (dal 22 al 25 novembre), che propone docufilm legati al mondo dell’arte contemporanea spesso inediti o di rara distribuzione. Entrambi in programma al Cinema Odeon. Dal 10 al 12 settembre, l’appuntamento è con il meglio della profumeria artistica italiana e internazionale con Fragranze, manifestazione realizzata da Pitti Immagine nell’incredibile scenario della Stazione Leopolda. I più giovani, e gli spiriti più artistici, non possono perdere il Festival della Creatività, quattro giorni di concerti, presentazioni, incontri con personaggi italiani e internazionali in scena alla Fortezza da Basso dal 21 al 24 ottobre.

The long summer days are coming to an end and a new fall season, which in the two Italian capitals of style, Florence and Milan, promises to be rich in events, is quickly approaching. Here are the must-see exhibitions, cultural events, shows and fashion and design fairs to make a note of. Florence. On view till October 17th , for those who have not had the chance to see it yet, one of the major exhibitions of the past Florentine cultural season: Caravaggio and Caravaggesques in Florence, over one hundred paintings by the famous Lombard painter shown at the Uffizi and Palatina Galleries. Bronzino. Painter and poet at the court of the Medicis, the first exhibition entirely devoted to the paintings by Agnolo di Cosimo Tori- known as Bronzino- one of the most important Italian sixteenthcentury artists, opens on September 24th (till January 23rd, on the first floor of Palazzo Strozzi). At the National Bargello Museum, The Great Bronzes of the Baptistery. Rustici and Leonardo, the first exhibition on Giovanfrancesco Rustici, a sculptor born in 1475 in Florence who was trained in the famous San Marco’s Garden under the protection of Lorenzo the Magnificent and continued in the style of Andrea del Verrocchio and Benedetto da Maiano’s schools. The exhibit’s centerpiece is Rustici’s Predica del Battista, three monumental bronze figures which were designed and realized with the help of Leonardo da Vinci (from September 10th to January 10th, 2011). The not-to-be-missed festivals are: Ultra, the festival of literature held at the Oblate Library from 16 to 25 September; 50 days of International Cinema in Florence at the French Film Festival (from October 29th to November 1st), and Lo schermo dell’arte (from 22 to 25 November) which shows docu-films associated with the world of contemporary art, rarely or never seen before. Both festivals will be held at the Odeon Theatre. From September 10th to 12th, don’t miss Fragranze, the Italian and international artistic perfumery fair organized by Pitti Immagine and held within the charming setting of the Stazione Leopolda. Young and creative people cannot miss the Creativity Festival, four days of concerts, events and interviews with Italian and international personalities at the Fortezza da Basso from October 21st to the 24th . 10

Nella pagina accanto: I diecimila martiri di Pontormo. In alto da sinistra: particolare del Fariseo di Giovanfrancesco Rustici, Bacco di Caravaggio, Carmen (Teatro alla Scala, ph. Marco Brescia) On next page: I diecimila martiri by Pontormo. Above from left: detail of the Fariseo by Giovanfrancesco Rustici, Bacco by Caravaggio, Carmen (Teatro alla Scala, ph. Marco Brescia) 11


autumnculture

note d’autunno

calendario degli imperdibili da settembre a novembre Calendar of must-sees from September to November Le lunghe giornate estive giungono al termine, lasciando il posto ad una nuova stagione autunnale che, nelle due capitali dello stile italiano, Firenze e Milano, si preannuncia ricca di eventi interessanti. Tra mostre da non perdere, manifestazioni culturali, spettacoli e fiere di moda e design, ecco le date da segnarsi in agenda. Firenze. In scena fino al 17 ottobre, per chi ancora non avesse avuto l’occasione di visitarla, una delle mostre di maggior prestigio dell’ultima stagione fiorentina: Caravaggio e caravaggeschi a Firenze, oltre cento quadri del celebre pittore lombardo esposti nelle suggestive cornici della Galleria degli Uffizi e la Galleria Palatina. Inaugura invece il 24 settembre Bronzino. Pittore e poeta alla corte dei Medici, primo evento espositivo dedicato interamente all’opera pittorica di Agnolo di Cosimo Tori detto appunto il Bronzino -, uno degli artisti più importanti del Cinquecento (fino al 23 gennaio, negli spazi del Piano Nobile di Palazzo Strozzi). Ancora, al Museo Nazionale del Bargello, I grandi bronzi del Battistero Rustici e Leonardo, prima mostra dedicata a Giovanfrancesco Rustici, scultore nato nel 1475 a Firenze e formatosi nel celebre Giardino di San Marco sotto la protezione di Lorenzo il Magnifico, erede della lezione delle botteghe di Andrea del Verrocchio e Benedetto da Maiano (dal 10 settembre fino al 10 gennaio 2011). Non mancheranno anche i festival: da Ultra, il Festival della Letteratura in scena alla Biblioteca delle Oblate dal 16 al 25 settembre, a quelli che compongono la preziosa rassegna 50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze come il Festival del Cinema Francese (dal 29 ottobre al 1 novembre) e Lo schermo dell’arte (dal 22 al 25 novembre), che propone docufilm legati al mondo dell’arte contemporanea spesso inediti o di rara distribuzione. Entrambi in programma al Cinema Odeon. Dal 10 al 12 settembre, l’appuntamento è con il meglio della profumeria artistica italiana e internazionale con Fragranze, manifestazione realizzata da Pitti Immagine nell’incredibile scenario della Stazione Leopolda. I più giovani, e gli spiriti più artistici, non possono perdere il Festival della Creatività, quattro giorni di concerti, presentazioni, incontri con personaggi italiani e internazionali in scena alla Fortezza da Basso dal 21 al 24 ottobre.

The long summer days are coming to an end and a new fall season, which in the two Italian capitals of style, Florence and Milan, promises to be rich in events, is quickly approaching. Here are the must-see exhibitions, cultural events, shows and fashion and design fairs to make a note of. Florence. On view till October 17th , for those who have not had the chance to see it yet, one of the major exhibitions of the past Florentine cultural season: Caravaggio and Caravaggesques in Florence, over one hundred paintings by the famous Lombard painter shown at the Uffizi and Palatina Galleries. Bronzino. Painter and poet at the court of the Medicis, the first exhibition entirely devoted to the paintings by Agnolo di Cosimo Tori- known as Bronzino- one of the most important Italian sixteenthcentury artists, opens on September 24th (till January 23rd, on the first floor of Palazzo Strozzi). At the National Bargello Museum, The Great Bronzes of the Baptistery. Rustici and Leonardo, the first exhibition on Giovanfrancesco Rustici, a sculptor born in 1475 in Florence who was trained in the famous San Marco’s Garden under the protection of Lorenzo the Magnificent and continued in the style of Andrea del Verrocchio and Benedetto da Maiano’s schools. The exhibit’s centerpiece is Rustici’s Predica del Battista, three monumental bronze figures which were designed and realized with the help of Leonardo da Vinci (from September 10th to January 10th, 2011). The not-to-be-missed festivals are: Ultra, the festival of literature held at the Oblate Library from 16 to 25 September; 50 days of International Cinema in Florence at the French Film Festival (from October 29th to November 1st), and Lo schermo dell’arte (from 22 to 25 November) which shows docu-films associated with the world of contemporary art, rarely or never seen before. Both festivals will be held at the Odeon Theatre. From September 10th to 12th, don’t miss Fragranze, the Italian and international artistic perfumery fair organized by Pitti Immagine and held within the charming setting of the Stazione Leopolda. Young and creative people cannot miss the Creativity Festival, four days of concerts, events and interviews with Italian and international personalities at the Fortezza da Basso from October 21st to the 24th . 10

Nella pagina accanto: I diecimila martiri di Pontormo. In alto da sinistra: particolare del Fariseo di Giovanfrancesco Rustici, Bacco di Caravaggio, Carmen (Teatro alla Scala, ph. Marco Brescia) On next page: I diecimila martiri by Pontormo. Above from left: detail of the Fariseo by Giovanfrancesco Rustici, Bacco by Caravaggio, Carmen (Teatro alla Scala, ph. Marco Brescia) 11


autumnculture

In alto: la prima variante dopo la partenza del GPI 2009 - Above: the first variant after the start of GPI 2009

In alto a sinistra: un’immagine di Cloudnine, salone milanese organizzato da Pitti Immagine. A destra e sopra, due foto dell’ultima edizione di Fragranze Above on left: Cloudnine, the Milanese fair organized by Pitti Immagine. On right and above, the latest Fragranze fair 12

Milano. Settembre è il mese delle fiere per la città della moda e del design italiano. A partire da Milano Unica, uno dei principali punti di riferimento per il settore tessuti e filati in scena il 9 e il 10, fino al Salone Internazionale della casa, Macef, in programma dal 9 al 12. Dal 22 al 28 è il momento dell’attesissima settimana della moda: un tourbillon di sfilate, presentazioni esclusive e cocktail party che animano la città dalla mattina fino a tarda notte. In scena le collezioni donna della primavera/estate 2011 dei più importanti nomi nazionali e internazionali della moda. In particolare, giovedì 9 settembre, dopo il successo dell’anno scorso, torna l’appuntamento con la Vogue Fashion Night, il progetto di respiro internazionale organizzato da Vogue Italia. Moda, eleganza e divertimento saranno i protagonisti di una notte dove sarà possibile passeggiare per il quadrilatero della moda - e le vie limitrofe - facendo shopping o semplicemente assistendo ad uno dei tanti, numerosi eventi organizzati per l’occasione con stilisti, designer e personaggi del jet-set. Touch!, NeoZone e Cloudnine sono i saloni di Pitti Immagine dedicati alle collezioni donna che andranno in scena nell’originale Zona Tortona da venerdì 24 a domenica 26 settembre. Ma Milano non è solo moda e business: le proposte artistiche e culturali sono tante e tutte di spessore. Un esempio? La prima della grande stagione autunnale del Teatro alla Scala, lunedì 6 settembre con la Serata Forsythe, étoiles Svetlana Zakharova e Roberto Bolle, dedicata al coreografo statunitense William Forsythe, celebre per aver rivoluzionato e ampliato le prospettiva della danza: The Middle, Somewhat Elevated i due brani proposti, insieme a Herman Schmerman e Arifact Suite che saranno eseguiti per la prima volta. L’occasione fa il ladro di Gioacchino Rossini, L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, Onegin e la Carmen di Georges Bizet sono le opere in programma da fine settembre a tutto il mese di novembre. Infine non manca l’appuntamento per gli appassionati di motori: il Gran Premio d’Italia di Formula 1 a Monza, tre giorni di sport intenso oltre alla possibilità di osservare da vicino i piloti e le scuderie, dalla leggendaria Ferrari con Fernando Alonso e Felipe Massa alla McLaren di Luis Hamilton, senza dimenticare la Renault guidata da Kubica. Il 10 settembre è il giorno delle prove libere, seguite dalle prove ufficiali del sabato; mentre la gara, che si terrà domenica 12 settembre, vedrà impegnati i piloti in uno dei circuiti più veloci e affascinanti del mondo. 13

Milan. September is the month of fairs “par excellence” in the capital of Italian fashion and design. Starting from Milano Unica, one of the major fabric and yarn trade fairs held on 9-10 September, to the International Home Fair, Macef, from 9 to 12 September. September 22nd through the 28th is the longed-for fashion week: a flurry of fashion shows, exclusive events and cocktail parties which will liven up the city from morning till late into the night. On view the spring/summer 2011 womenswear collections by the world’s greatest names of fashion design. On Thursday, September 9th, following last year’s success, Vogue Fashion Night, the internationally-renowned event organized by Vogue Italia. Fashion, style and fun are the stars of this special evening during which one can stroll along the city’s major fashion streets, do some shopping or simply watch one of the many shows attended by fashion designers and jet-set members. Touch!, NeoZone and Cloudine are the Pitti Immagine fairs devoted to womenswear collections held in the special Zona Tortona from Friday, September 24th to Sunday, September 26th. However, Milano is not only about fashion and business: many are the major artistic and cultural events offered. For instance, the opening night of the Scala Theatre’s fall season, on Monday, September 6th, with Serata Forsythe, principal dancers Svetlana Zakharova and Roberto Bolle, dedicated to the American choreographer William Forsythe, famous for having revolutionized the world of classical ballet: The Middle Somewhat Elevated is the piece which will be performed, along with Herman Schmerman and Arifact Suite, for the first time. L’occasione fa il ladro by Gioacchino Rossini, L’elisir d’amore by Gaetano Donizetti, Onegin and Carmen by Georges Bizet are the opera performances scheduled from September through the month of November. Last but not least, the important event for racing car fans: the Italian Formula One Grand Prix in Monza, three days of full-immersion in sports in addition to the chance of meeting drivers and racing stables, from the legendary Ferrari with Fernando Alonso and Felipe Massa, to McLaren with Luis Hamilton and Renault driven by Kubica. On September 10th, free speed trials followed by Saturday’s official speed trials and, on Sunday, September 12th, the race along one of the world’s fastest and most fascinating circuits.


autumnculture

In alto: la prima variante dopo la partenza del GPI 2009 - Above: the first variant after the start of GPI 2009

In alto a sinistra: un’immagine di Cloudnine, salone milanese organizzato da Pitti Immagine. A destra e sopra, due foto dell’ultima edizione di Fragranze Above on left: Cloudnine, the Milanese fair organized by Pitti Immagine. On right and above, the latest Fragranze fair 12

Milano. Settembre è il mese delle fiere per la città della moda e del design italiano. A partire da Milano Unica, uno dei principali punti di riferimento per il settore tessuti e filati in scena il 9 e il 10, fino al Salone Internazionale della casa, Macef, in programma dal 9 al 12. Dal 22 al 28 è il momento dell’attesissima settimana della moda: un tourbillon di sfilate, presentazioni esclusive e cocktail party che animano la città dalla mattina fino a tarda notte. In scena le collezioni donna della primavera/estate 2011 dei più importanti nomi nazionali e internazionali della moda. In particolare, giovedì 9 settembre, dopo il successo dell’anno scorso, torna l’appuntamento con la Vogue Fashion Night, il progetto di respiro internazionale organizzato da Vogue Italia. Moda, eleganza e divertimento saranno i protagonisti di una notte dove sarà possibile passeggiare per il quadrilatero della moda - e le vie limitrofe - facendo shopping o semplicemente assistendo ad uno dei tanti, numerosi eventi organizzati per l’occasione con stilisti, designer e personaggi del jet-set. Touch!, NeoZone e Cloudnine sono i saloni di Pitti Immagine dedicati alle collezioni donna che andranno in scena nell’originale Zona Tortona da venerdì 24 a domenica 26 settembre. Ma Milano non è solo moda e business: le proposte artistiche e culturali sono tante e tutte di spessore. Un esempio? La prima della grande stagione autunnale del Teatro alla Scala, lunedì 6 settembre con la Serata Forsythe, étoiles Svetlana Zakharova e Roberto Bolle, dedicata al coreografo statunitense William Forsythe, celebre per aver rivoluzionato e ampliato le prospettiva della danza: The Middle, Somewhat Elevated i due brani proposti, insieme a Herman Schmerman e Arifact Suite che saranno eseguiti per la prima volta. L’occasione fa il ladro di Gioacchino Rossini, L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, Onegin e la Carmen di Georges Bizet sono le opere in programma da fine settembre a tutto il mese di novembre. Infine non manca l’appuntamento per gli appassionati di motori: il Gran Premio d’Italia di Formula 1 a Monza, tre giorni di sport intenso oltre alla possibilità di osservare da vicino i piloti e le scuderie, dalla leggendaria Ferrari con Fernando Alonso e Felipe Massa alla McLaren di Luis Hamilton, senza dimenticare la Renault guidata da Kubica. Il 10 settembre è il giorno delle prove libere, seguite dalle prove ufficiali del sabato; mentre la gara, che si terrà domenica 12 settembre, vedrà impegnati i piloti in uno dei circuiti più veloci e affascinanti del mondo. 13

Milan. September is the month of fairs “par excellence” in the capital of Italian fashion and design. Starting from Milano Unica, one of the major fabric and yarn trade fairs held on 9-10 September, to the International Home Fair, Macef, from 9 to 12 September. September 22nd through the 28th is the longed-for fashion week: a flurry of fashion shows, exclusive events and cocktail parties which will liven up the city from morning till late into the night. On view the spring/summer 2011 womenswear collections by the world’s greatest names of fashion design. On Thursday, September 9th, following last year’s success, Vogue Fashion Night, the internationally-renowned event organized by Vogue Italia. Fashion, style and fun are the stars of this special evening during which one can stroll along the city’s major fashion streets, do some shopping or simply watch one of the many shows attended by fashion designers and jet-set members. Touch!, NeoZone and Cloudine are the Pitti Immagine fairs devoted to womenswear collections held in the special Zona Tortona from Friday, September 24th to Sunday, September 26th. However, Milano is not only about fashion and business: many are the major artistic and cultural events offered. For instance, the opening night of the Scala Theatre’s fall season, on Monday, September 6th, with Serata Forsythe, principal dancers Svetlana Zakharova and Roberto Bolle, dedicated to the American choreographer William Forsythe, famous for having revolutionized the world of classical ballet: The Middle Somewhat Elevated is the piece which will be performed, along with Herman Schmerman and Arifact Suite, for the first time. L’occasione fa il ladro by Gioacchino Rossini, L’elisir d’amore by Gaetano Donizetti, Onegin and Carmen by Georges Bizet are the opera performances scheduled from September through the month of November. Last but not least, the important event for racing car fans: the Italian Formula One Grand Prix in Monza, three days of full-immersion in sports in addition to the chance of meeting drivers and racing stables, from the legendary Ferrari with Fernando Alonso and Felipe Massa, to McLaren with Luis Hamilton and Renault driven by Kubica. On September 10th, free speed trials followed by Saturday’s official speed trials and, on Sunday, September 12th, the race along one of the world’s fastest and most fascinating circuits.


autumnevent

Firenze - 26 novembre

Menu

autumnevent

Florence - 26 November

Menu

Aperitivo con stuzzichini al tartufo a passaggio: Insalata di trippa Baccalà mantecato Focaccia alle cipolle Carne cruda Acciuga fresca Butirro lucano

Truffle-flavoured appetizers: Tripe salad Creamed salt cod fish Onion focaccia Raw meat Fresh anchovy Lucania Butirro

Filetto di vitello al vapore con capperi e maionese ai funghi porcini *** Zuppa Pavese con reale al Parmigiano Reggiano Riserva Bonat *** Risottino ai topinambur con ragout di pernice *** Duetto di Cinta Senese e scampi gratinati ai porri con mostarda di mele cotogne e vaniglia *** Tronchetto di capra affinato al miele con farinata di ceci al rosmarino *** Pralinato croccante alle nocciole di Cortemilia con gelato al tartufo bianco *** Caffè e frivolezze

Steamed veal filet with capers and porcini mushroom mayonnaise *** Pavese soup with Parmigiano Reggiano Riserva Bonat cheese *** Jerusalem artichoke risotto with partridge meat sauce *** Cinta Senese meat and scampi au gratin with leeks and quince and vanilla mustard *** Honey-aged goat’s milk cheese with rosemary-flavoured chickpea farinata *** Cortemilia hazelnut toffee with white truffle ice-cream *** Coffee and treats

Venerdì 26 novembre, aperitivo ore 19.30, cena ore 20.30 - euro 150,00 a persona (vini inclusi) Friday 26 November, aperitif at 7.30 pm, dinner at 8.30 pm - euro 150.00 per person (wines included) Per informazioni e prenotazioni/For information and reservations: Four Seasons Hotel Firenze 055.2626450 14

the reds and the white

Torna l’evento autunnale che esalta le eccellenze toscane the autumn event which enhances tuscan excellence is back Tuscany is, once again, the star of the coming The Reds and the White event, born in 2008 to enhance the fall flavours and scents of the region which is the home of red wines and of the San Miniato white truffle. On November 26th, the Florentine hotel’s Executive Chef, Vito Mollica, will pay homage to Dante’s homeland by presenting it with its top-quality specialties, in a new and enriched version: porcini mushrooms and Cinta Senese meat in an unusual pairing with scampi au gratin and leeks. Typical of the Lunigiana area, the rosemaryflavoured chick pea farinata enhanced by honey-aged goat’s milk cheese. The dishes will be accompanied by red wines produced by the wineries which represent Tuscany’s ancient wine tradition - Bolgheri, Brunello di Montalcino, Chianti Classico and Nobile di Montepulciano- and by another Tuscan gem: the white truffle from San Miniato which will enhance the dessert. The wine tasting, starting at 7,30 pm, will be conducted by a journalist and food-and-wine expert who will also introduce the wines and wineries and exchange views with the wine producers, chefs and guests.

Ancora la Toscana regina alla prossima edizione di The Reds and the White, evento nato nel 2008 per esaltare i sapori e i profumi autunnali della regione, patria dei rossi e del tartufo Bianco di San Miniato. Il prossimo 26 novembre, l’Executive Chef dell’hotel fiorentino, Vito Mollica, renderà omaggio alla terra di Dante regalandole, trasformate e impreziosite, le sue eccellenze. Ci saranno i funghi porcini e la cinta senese accompagnata, in un insolito duetto, dagli scampi gratinati ai porri. Oro della Lunigiana storica, non poteva mancare la farinata di ceci al rosmarino, esaltata da un tronchetto di capra affinato al miele. Protagonisti indiscussi i rossi di quattro aziende vitivinicole provenienti dalle quattro zone simbolo della cultura enologica toscana: Bolgheri, Brunello di Montalcino, Chianti Classico e Nobile di Montepulciano. Il tutto accompagnato da un’altra perla toscana: il Tartufo Bianco di San Miniato, che impreziosirà in particolare il dessert. La degustazione, che inizierà con un elegante aperitivo alle 19,30, sarà inoltre arricchita dalla presentazione dei prodotti e delle aziende, condotta da un esperto giornalista enogastronomico in uno scambio con produttori e chef in cui non mancheranno gli interventi degli ospiti a tavola. 15


autumnevent

Firenze - 26 novembre

Menu

autumnevent

Florence - 26 November

Menu

Aperitivo con stuzzichini al tartufo a passaggio: Insalata di trippa Baccalà mantecato Focaccia alle cipolle Carne cruda Acciuga fresca Butirro lucano

Truffle-flavoured appetizers: Tripe salad Creamed salt cod fish Onion focaccia Raw meat Fresh anchovy Lucania Butirro

Filetto di vitello al vapore con capperi e maionese ai funghi porcini *** Zuppa Pavese con reale al Parmigiano Reggiano Riserva Bonat *** Risottino ai topinambur con ragout di pernice *** Duetto di Cinta Senese e scampi gratinati ai porri con mostarda di mele cotogne e vaniglia *** Tronchetto di capra affinato al miele con farinata di ceci al rosmarino *** Pralinato croccante alle nocciole di Cortemilia con gelato al tartufo bianco *** Caffè e frivolezze

Steamed veal filet with capers and porcini mushroom mayonnaise *** Pavese soup with Parmigiano Reggiano Riserva Bonat cheese *** Jerusalem artichoke risotto with partridge meat sauce *** Cinta Senese meat and scampi au gratin with leeks and quince and vanilla mustard *** Honey-aged goat’s milk cheese with rosemary-flavoured chickpea farinata *** Cortemilia hazelnut toffee with white truffle ice-cream *** Coffee and treats

Venerdì 26 novembre, aperitivo ore 19.30, cena ore 20.30 - euro 150,00 a persona (vini inclusi) Friday 26 November, aperitif at 7.30 pm, dinner at 8.30 pm - euro 150.00 per person (wines included) Per informazioni e prenotazioni/For information and reservations: Four Seasons Hotel Firenze 055.2626450 14

the reds and the white

Torna l’evento autunnale che esalta le eccellenze toscane the autumn event which enhances tuscan excellence is back Tuscany is, once again, the star of the coming The Reds and the White event, born in 2008 to enhance the fall flavours and scents of the region which is the home of red wines and of the San Miniato white truffle. On November 26th, the Florentine hotel’s Executive Chef, Vito Mollica, will pay homage to Dante’s homeland by presenting it with its top-quality specialties, in a new and enriched version: porcini mushrooms and Cinta Senese meat in an unusual pairing with scampi au gratin and leeks. Typical of the Lunigiana area, the rosemaryflavoured chick pea farinata enhanced by honey-aged goat’s milk cheese. The dishes will be accompanied by red wines produced by the wineries which represent Tuscany’s ancient wine tradition - Bolgheri, Brunello di Montalcino, Chianti Classico and Nobile di Montepulciano- and by another Tuscan gem: the white truffle from San Miniato which will enhance the dessert. The wine tasting, starting at 7,30 pm, will be conducted by a journalist and food-and-wine expert who will also introduce the wines and wineries and exchange views with the wine producers, chefs and guests.

Ancora la Toscana regina alla prossima edizione di The Reds and the White, evento nato nel 2008 per esaltare i sapori e i profumi autunnali della regione, patria dei rossi e del tartufo Bianco di San Miniato. Il prossimo 26 novembre, l’Executive Chef dell’hotel fiorentino, Vito Mollica, renderà omaggio alla terra di Dante regalandole, trasformate e impreziosite, le sue eccellenze. Ci saranno i funghi porcini e la cinta senese accompagnata, in un insolito duetto, dagli scampi gratinati ai porri. Oro della Lunigiana storica, non poteva mancare la farinata di ceci al rosmarino, esaltata da un tronchetto di capra affinato al miele. Protagonisti indiscussi i rossi di quattro aziende vitivinicole provenienti dalle quattro zone simbolo della cultura enologica toscana: Bolgheri, Brunello di Montalcino, Chianti Classico e Nobile di Montepulciano. Il tutto accompagnato da un’altra perla toscana: il Tartufo Bianco di San Miniato, che impreziosirà in particolare il dessert. La degustazione, che inizierà con un elegante aperitivo alle 19,30, sarà inoltre arricchita dalla presentazione dei prodotti e delle aziende, condotta da un esperto giornalista enogastronomico in uno scambio con produttori e chef in cui non mancheranno gli interventi degli ospiti a tavola. 15


autumnevent

Milan - 26 November

Menu

Menu

Amuse bouche

Stuzzichino

Jerusalem artichoke cream with gorgonzola cheese drop and stewed salt cod tripe with truffle

Crema di topinambur con goccia di gorgonzola e guazzetto di trippette di baccalà tartufate

Carrù beef carpaccio with crispy salad, hazelnuts, Castelmagno cheese slivers, olive oil, anchovies and Alba white truffle

Carpaccio di bue grasso di Carrù con insalatina croccante, nocciole, lamelle di Castelmagno, olio, acciughe e tartufo bianco d’Alba

Risotto with Parmesan and “toma” mountain cheese fondue, chanterelle mushrooms and thyme pudding, chicken sauce and Alba white truffle

Risotto mantecato al Parmigiano con fonduta di toma d’alpeggio, budino ai finferli e timo al sugo di pollo e tartufo d’Alba

Roasted venison tagliata with lentisk berries, “false” pepper and juniper, served with bagna cauda sauce, potato mousse and seared Savoy cabbages, Alba white truffle

Tagliata di capriolo arrostito alle bacche di lentischio, pepe finto e ginepro con bagna cauda, spuma di patate e verze croccanti al tartufo bianco d’Alba

Terrine of pears, rhubarb and mostaccioli biscuits, nougat, raspberries and vin brûlé ice-cream

Terrina di pere, rabarbaro e mostaccioli, torrone, lamponi e gelato al vin brûlé

Coffee and mignon pastry Pumpkin beignets, cream-filled cannoncini, soft amaretto biscuit, fruit tartlets, chocolate and hazelnut truffles

Caffè e piccola pasticceria Bignè alla zucca, cannoncini alla crema, amaretti morbidi, crostatine di frutta, tartufi alla nocciola

Barolo Vigna La Rosa 2006, Fontanafredda Barolo Gattera 2006, Gianfranco Bovio Barolo Brunate 2006, Marcarini Barolo 2006, Azienda Agricola Armando Parusso Barolo 2006, Pio Cesare Barolo Bussia Dardi Le Rose 2006, Poderi Colla Barolo Bussia 2006, Prunotto Venerdì 26 novembre, ore 20.30 - euro 155,00 a persona (vini inclusi)/Friday 26 November, 8.30 pm - euro 155.00 per person (wines included) Aperitivo-degustazione con i produttori a partire dalle ore 19.00 /Aperitif-tasting with the producers starting at 7.00 pm Per informazioni e prenotazioni/For information and reservations: Four Seasons Hotel Milano 02.77081435 16

Barolo 2006 e tartufo d’alba Due re alla corte dei savoia two kings at the savoy court

Se è vero ciò che scrisse Ovidio nel primo secolo a.C: “Il vino prepara i cuori e li rende più pronti alla passione”, non c’è connubio più azzeccato di quello che Four Seasons Hotel Milano rinnova il prossimo 26 novembre. Il vino è il Barolo. La passione, il tartufo. Entrambi frutto della terra delle Langhe, oggi racchiusa tra le province di Asti e di Cuneo, Barolo e tartufo sono prodotti che non hanno bisogno di presentazioni. Il sapore regale, strutturato, secco e forte di questo vino unico al mondo nacque dall’amicizia tra il conte Camillo Benso di Cavour, enologo raffinato non meno che politico, con la Marchesa Giulia Falletti di Barolo, che agli inizi dell’Ottocento portò il Nebbiolo di Barolo alla corte dei Savoia. Era il 1843. Quest’anno, il Four Seasons Hotel Milano ne festeggia l’annata 2006. Una vendemmia caratterizzata da un clima non facile, al quale però la vite di Nebbiolo ha saputo adattarsi con facilità. Il risultato è un prodotto definito ‘seducente per la sua brillantezza e vivo nella sua tonalità granata con riflessi di rubino. Un insieme di profumi ampi, intensi, persistenti, complessi che vanno dall’etereo al balsamico delle spezie dolci e della frutta matura’ (Enoteca regionale del Barolo). Naturale l’accostamento con un altro straordinario prodotto delle Langhe: il tartufo Bianco d’Alba. Cibo degli dei, il Tuber Magnatum Pico è la specie più pregiata, caratterizzata da un’armonia di aromi che spaziano dall’aglio, al miele, al fieno. Sarà la maestria di Sergio Mei, Executive Chef dell’hotel, a fondere queste due prelibatezze in un menu che prevede sette declinazioni di Barolo e una carrellata di eccellenze culinarie.

If it is true what Ovid wrote in the first century BC that “Wine gives courage and makes men more apt for passion”, then there can be no more inspired combination than the one to be renewed by the Four Seasons Hotel Milano on 26 November. The wine is Barolo; the passion is the truffle. Both fruits of the earth of the Langhe, now comprised between the provinces of Asti and Cuneo, neither Barolo nor truffles have any need of introduction. The regal, structured, strong and dry flavour of this wine, which is unique in the world, was spawned by the friendship between Count Camillo Benso di Cavour, a sophisticated oenologist as well as politician, and the Marchioness Giulia Falletti di Barolo, who at the beginning of the nineteenth century brought the Nebbiolo di Barolo to the Savoy court. The year was 1843. This year the Four Seasons Hotel Milano celebrates the 2006 vintage, a year characterised by a complex climate which the Nebbiolo vines nevertheless managed to adapt to with ease. The result is a product defined as ‘seductive in its brilliance and lively in its garnet tones with ruby highlights. A series of broad, intense, persistent and complex perfumes that range from the ethereal to the balsamic of sweet spices and ripe fruit’ (Enoteca regionale del Barolo). The matching with another extraordinary product of the Langhe comes naturally, namely the Bianco d’Alba white truffle. Food of the Gods, the Tuber Magnatum Pico is the most prized species, characterised by a harmony of aromas that range from garlic to honey and hay. With deft expertise the Executive Chef of the hotel, Sergio Mei, will then blend these two delicacies in a menu that envisions seven declinations of Barolo and a round-up of culinary masterpieces. 17


autumnevent

Milan - 26 November

Menu

Menu

Amuse bouche

Stuzzichino

Jerusalem artichoke cream with gorgonzola cheese drop and stewed salt cod tripe with truffle

Crema di topinambur con goccia di gorgonzola e guazzetto di trippette di baccalà tartufate

Carrù beef carpaccio with crispy salad, hazelnuts, Castelmagno cheese slivers, olive oil, anchovies and Alba white truffle

Carpaccio di bue grasso di Carrù con insalatina croccante, nocciole, lamelle di Castelmagno, olio, acciughe e tartufo bianco d’Alba

Risotto with Parmesan and “toma” mountain cheese fondue, chanterelle mushrooms and thyme pudding, chicken sauce and Alba white truffle

Risotto mantecato al Parmigiano con fonduta di toma d’alpeggio, budino ai finferli e timo al sugo di pollo e tartufo d’Alba

Roasted venison tagliata with lentisk berries, “false” pepper and juniper, served with bagna cauda sauce, potato mousse and seared Savoy cabbages, Alba white truffle

Tagliata di capriolo arrostito alle bacche di lentischio, pepe finto e ginepro con bagna cauda, spuma di patate e verze croccanti al tartufo bianco d’Alba

Terrine of pears, rhubarb and mostaccioli biscuits, nougat, raspberries and vin brûlé ice-cream

Terrina di pere, rabarbaro e mostaccioli, torrone, lamponi e gelato al vin brûlé

Coffee and mignon pastry Pumpkin beignets, cream-filled cannoncini, soft amaretto biscuit, fruit tartlets, chocolate and hazelnut truffles

Caffè e piccola pasticceria Bignè alla zucca, cannoncini alla crema, amaretti morbidi, crostatine di frutta, tartufi alla nocciola

Barolo Vigna La Rosa 2006, Fontanafredda Barolo Gattera 2006, Gianfranco Bovio Barolo Brunate 2006, Marcarini Barolo 2006, Azienda Agricola Armando Parusso Barolo 2006, Pio Cesare Barolo Bussia Dardi Le Rose 2006, Poderi Colla Barolo Bussia 2006, Prunotto Venerdì 26 novembre, ore 20.30 - euro 155,00 a persona (vini inclusi)/Friday 26 November, 8.30 pm - euro 155.00 per person (wines included) Aperitivo-degustazione con i produttori a partire dalle ore 19.00 /Aperitif-tasting with the producers starting at 7.00 pm Per informazioni e prenotazioni/For information and reservations: Four Seasons Hotel Milano 02.77081435 16

Barolo 2006 e tartufo d’alba Due re alla corte dei savoia two kings at the savoy court

Se è vero ciò che scrisse Ovidio nel primo secolo a.C: “Il vino prepara i cuori e li rende più pronti alla passione”, non c’è connubio più azzeccato di quello che Four Seasons Hotel Milano rinnova il prossimo 26 novembre. Il vino è il Barolo. La passione, il tartufo. Entrambi frutto della terra delle Langhe, oggi racchiusa tra le province di Asti e di Cuneo, Barolo e tartufo sono prodotti che non hanno bisogno di presentazioni. Il sapore regale, strutturato, secco e forte di questo vino unico al mondo nacque dall’amicizia tra il conte Camillo Benso di Cavour, enologo raffinato non meno che politico, con la Marchesa Giulia Falletti di Barolo, che agli inizi dell’Ottocento portò il Nebbiolo di Barolo alla corte dei Savoia. Era il 1843. Quest’anno, il Four Seasons Hotel Milano ne festeggia l’annata 2006. Una vendemmia caratterizzata da un clima non facile, al quale però la vite di Nebbiolo ha saputo adattarsi con facilità. Il risultato è un prodotto definito ‘seducente per la sua brillantezza e vivo nella sua tonalità granata con riflessi di rubino. Un insieme di profumi ampi, intensi, persistenti, complessi che vanno dall’etereo al balsamico delle spezie dolci e della frutta matura’ (Enoteca regionale del Barolo). Naturale l’accostamento con un altro straordinario prodotto delle Langhe: il tartufo Bianco d’Alba. Cibo degli dei, il Tuber Magnatum Pico è la specie più pregiata, caratterizzata da un’armonia di aromi che spaziano dall’aglio, al miele, al fieno. Sarà la maestria di Sergio Mei, Executive Chef dell’hotel, a fondere queste due prelibatezze in un menu che prevede sette declinazioni di Barolo e una carrellata di eccellenze culinarie.

If it is true what Ovid wrote in the first century BC that “Wine gives courage and makes men more apt for passion”, then there can be no more inspired combination than the one to be renewed by the Four Seasons Hotel Milano on 26 November. The wine is Barolo; the passion is the truffle. Both fruits of the earth of the Langhe, now comprised between the provinces of Asti and Cuneo, neither Barolo nor truffles have any need of introduction. The regal, structured, strong and dry flavour of this wine, which is unique in the world, was spawned by the friendship between Count Camillo Benso di Cavour, a sophisticated oenologist as well as politician, and the Marchioness Giulia Falletti di Barolo, who at the beginning of the nineteenth century brought the Nebbiolo di Barolo to the Savoy court. The year was 1843. This year the Four Seasons Hotel Milano celebrates the 2006 vintage, a year characterised by a complex climate which the Nebbiolo vines nevertheless managed to adapt to with ease. The result is a product defined as ‘seductive in its brilliance and lively in its garnet tones with ruby highlights. A series of broad, intense, persistent and complex perfumes that range from the ethereal to the balsamic of sweet spices and ripe fruit’ (Enoteca regionale del Barolo). The matching with another extraordinary product of the Langhe comes naturally, namely the Bianco d’Alba white truffle. Food of the Gods, the Tuber Magnatum Pico is the most prized species, characterised by a harmony of aromas that range from garlic to honey and hay. With deft expertise the Executive Chef of the hotel, Sergio Mei, will then blend these two delicacies in a menu that envisions seven declinations of Barolo and a round-up of culinary masterpieces. 17


autumnevent

Four Seasons Hotel Milano

aspettando le feste

Eventi e iniziative del natale firmato Four seasons festive season events and initiatives organised by four seasons A pensarci ora, che le giornate sono ancora lunghe e il sole conserva bagliori che sanno d’estate, l’inverno sembra lontano. Arriverà prima di quanto si immagini e ci coglierà quasi di sorpresa, tra le prime avvisaglie di ottobre e le brume novembrine. Come ogni anno. E come ogni anno, verrà il brivido elettrizzante del Natale a ravvivare, per tutto il mese di dicembre, questa atmosfera sognante e un po’ sospesa. Nei nostri pensieri dicembre ha il sapore terso di certe mattine invernali, quando il cielo è azzurro intenso e l’aria è pungente. Nell’aria c’è voglia di cioccolata calda, di famiglia, di luci della festa, dolci e regali. Di dedicare più tempo a noi e alle persone che amiamo, magari durante una breve vacanza. Natale è sinonimo di intimità, e in questo periodo dell’anno più che in altri lo stile e il savoir vivre si declinano in sfumature che ci ricordano l’atmosfera raccolta della casa. E’ lo spirito di un’epoca frenetica, dove lo spazio e il tempo sono i veri lussi. I Four Seasons Hotel Firenze e Milano sono perfettamente in linea con questo pensiero: già in qualsiasi momento dell’anno gli ospiti sono accolti da un servizio impeccabile, che si coniuga a un sapore privato e intimo. Questa percezione si amplifica nel periodo natalizio. A Firenze, eventi ad hoc saranno organizzati già nella settimana dell’Immacolata: un piccolo mercato si snoderà

Now, while the days are still long and the sun still has the warmth of summer, winter seems a long way off. But it will come upon us quicker than we imagine, taking us by surprise with the first chills of October and the November mists. Like it does every year. And like every year, then will come the frisson of Christmas, throughout December electrifying an almost dreamlike and suspended atmosphere. In our imagination December has that clear quality of certain winter mornings, when the sky is a deep blue and the air has a sting in it. Wafting in the air is the desire for hot chocolate, for family, for festive lights, sweetmeats and presents. There’s the wish to devote more time to ourselves and the people we love, maybe in the course of a short holiday. Christmas is synonymous with intimacy, and it is at this time of the year more than any other that style and savoir vivre are expressed in nuances that recall the secluded atmosphere of the home. The spirit of the world we live in is so frenetic that space and time become the real luxuries. The Four Seasons Hotels in Florence and Milan are perfectly attuned to this reflection: already, at all times of the year guests enjoy an impeccable service artfully combined with a private and intimate atmosphere. This sensation is further enhanced in the Christmas period. In Florence, ad hoc events will be organised from as early as the second week of December,

18

Da sinistra: un’immagine di decorazione natalizia, uno scorcio della Lobby Lounge del Four Seasons Hotel Firenze e il Salone delle Feste del Four Seasons Hotel Milano From left: image of a Christmas decoration, a view of the Lobby Lounge of the Four Seasons Hotel Firenze and the Salone delle Feste of the Four Seasons Hotel Milano

with a little market set up inside the Palazzo della Gherardesca and in the garden. Local companies and producers that collaborate with the hotel will be involved, and the offer will include a selection of food and wine specialities and articles of top-quality craftsmanship. These products will also be used to make up the original Christmas Baskets of the Four Seasons Hotel Firenze, created so that anyone who wishes can offer their family, friends and colleagues an original gift. Then the habitual brunch and an array of traditional dinners will provide the occasion to get together to celebrate Christmas Eve, Christmas Day and the arrival of the New Year. There will be the same atmosphere in Milan: situated in the Via Montenapoleone fashion district of Milan, the Four Seasons with its peaceful and secluded ambience is the perfect retreat in which to refresh oneself after a day of shopping. The festive lunches and dinners will be hosted in the Il Teatro and La Veranda restaurants, overlooking the internal Patio and the splendid Cloister. In the patio that Il Teatro restaurant looks onto there will be a large Christmas tree, while festive lights and Christmas garlands will render even more evocative the atmosphere of the cloister that guests can enjoy from the Veranda. For those who prefer to celebrate in the intimacy of their own homes, the hotel also proposes a ‘take away’ Christmas lunch: Chef Sergio Mei will prepare to order exquisite delicacies from a select menu.

all’interno e nel giardino di Palazzo della Gherardesca. Saranno coinvolti aziende e produttori locali che collaborano con l’hotel, e sarà proposta una selezione di specialità enogastronomiche e manufatti di alto artigianato. Questi prodotti verranno utilizzati per creare dei Christmas Basket: originali cesti natalizi, firmati Four Seasons Hotel Firenze, realizzati per offrire a chiunque lo desideri la scelta di un dono originale per la propria famiglia, amici, colleghi. Il consueto brunch e tante cene di tradizione saranno poi un’occasione per riunirsi a festeggiare la vigilia, il giorno di Natale e l’arrivo del nuovo anno. Stessa atmosfera a Milano: posizionato nel quadrilatero della moda milanese il Four Seasons, con la sua atmosfera raccolta e tranquilla, è un lussuoso rifugio dove ritemprarsi dopo una giornata di shopping. I ristoranti dell’hotel, Il Teatro e La Veranda, ospiteranno le cene e i pranzi delle feste, con vista sul Patio interno e sullo splendido Chiostro. Proprio nel Patio sul quale si affaccia il ristorante Il Teatro sarà allestito un grande albero di Natale, mentre luci festose e ghirlande natalizie renderanno ancora più suggestiva l’atmosfera del Chiostro che si gode dalla Veranda. Poi, per chi predilige festeggiare nell’intimità della propria casa, l’hotel propone il pranzo di Natale ‘take away’: lo Chef Sergio Mei preparerà, su ordinazione, squisite specialità da un menu selezionato. 19


autumnevent

Four Seasons Hotel Milano

aspettando le feste

Eventi e iniziative del natale firmato Four seasons festive season events and initiatives organised by four seasons A pensarci ora, che le giornate sono ancora lunghe e il sole conserva bagliori che sanno d’estate, l’inverno sembra lontano. Arriverà prima di quanto si immagini e ci coglierà quasi di sorpresa, tra le prime avvisaglie di ottobre e le brume novembrine. Come ogni anno. E come ogni anno, verrà il brivido elettrizzante del Natale a ravvivare, per tutto il mese di dicembre, questa atmosfera sognante e un po’ sospesa. Nei nostri pensieri dicembre ha il sapore terso di certe mattine invernali, quando il cielo è azzurro intenso e l’aria è pungente. Nell’aria c’è voglia di cioccolata calda, di famiglia, di luci della festa, dolci e regali. Di dedicare più tempo a noi e alle persone che amiamo, magari durante una breve vacanza. Natale è sinonimo di intimità, e in questo periodo dell’anno più che in altri lo stile e il savoir vivre si declinano in sfumature che ci ricordano l’atmosfera raccolta della casa. E’ lo spirito di un’epoca frenetica, dove lo spazio e il tempo sono i veri lussi. I Four Seasons Hotel Firenze e Milano sono perfettamente in linea con questo pensiero: già in qualsiasi momento dell’anno gli ospiti sono accolti da un servizio impeccabile, che si coniuga a un sapore privato e intimo. Questa percezione si amplifica nel periodo natalizio. A Firenze, eventi ad hoc saranno organizzati già nella settimana dell’Immacolata: un piccolo mercato si snoderà

Now, while the days are still long and the sun still has the warmth of summer, winter seems a long way off. But it will come upon us quicker than we imagine, taking us by surprise with the first chills of October and the November mists. Like it does every year. And like every year, then will come the frisson of Christmas, throughout December electrifying an almost dreamlike and suspended atmosphere. In our imagination December has that clear quality of certain winter mornings, when the sky is a deep blue and the air has a sting in it. Wafting in the air is the desire for hot chocolate, for family, for festive lights, sweetmeats and presents. There’s the wish to devote more time to ourselves and the people we love, maybe in the course of a short holiday. Christmas is synonymous with intimacy, and it is at this time of the year more than any other that style and savoir vivre are expressed in nuances that recall the secluded atmosphere of the home. The spirit of the world we live in is so frenetic that space and time become the real luxuries. The Four Seasons Hotels in Florence and Milan are perfectly attuned to this reflection: already, at all times of the year guests enjoy an impeccable service artfully combined with a private and intimate atmosphere. This sensation is further enhanced in the Christmas period. In Florence, ad hoc events will be organised from as early as the second week of December,

18

Da sinistra: un’immagine di decorazione natalizia, uno scorcio della Lobby Lounge del Four Seasons Hotel Firenze e il Salone delle Feste del Four Seasons Hotel Milano From left: image of a Christmas decoration, a view of the Lobby Lounge of the Four Seasons Hotel Firenze and the Salone delle Feste of the Four Seasons Hotel Milano

with a little market set up inside the Palazzo della Gherardesca and in the garden. Local companies and producers that collaborate with the hotel will be involved, and the offer will include a selection of food and wine specialities and articles of top-quality craftsmanship. These products will also be used to make up the original Christmas Baskets of the Four Seasons Hotel Firenze, created so that anyone who wishes can offer their family, friends and colleagues an original gift. Then the habitual brunch and an array of traditional dinners will provide the occasion to get together to celebrate Christmas Eve, Christmas Day and the arrival of the New Year. There will be the same atmosphere in Milan: situated in the Via Montenapoleone fashion district of Milan, the Four Seasons with its peaceful and secluded ambience is the perfect retreat in which to refresh oneself after a day of shopping. The festive lunches and dinners will be hosted in the Il Teatro and La Veranda restaurants, overlooking the internal Patio and the splendid Cloister. In the patio that Il Teatro restaurant looks onto there will be a large Christmas tree, while festive lights and Christmas garlands will render even more evocative the atmosphere of the cloister that guests can enjoy from the Veranda. For those who prefer to celebrate in the intimacy of their own homes, the hotel also proposes a ‘take away’ Christmas lunch: Chef Sergio Mei will prepare to order exquisite delicacies from a select menu.

all’interno e nel giardino di Palazzo della Gherardesca. Saranno coinvolti aziende e produttori locali che collaborano con l’hotel, e sarà proposta una selezione di specialità enogastronomiche e manufatti di alto artigianato. Questi prodotti verranno utilizzati per creare dei Christmas Basket: originali cesti natalizi, firmati Four Seasons Hotel Firenze, realizzati per offrire a chiunque lo desideri la scelta di un dono originale per la propria famiglia, amici, colleghi. Il consueto brunch e tante cene di tradizione saranno poi un’occasione per riunirsi a festeggiare la vigilia, il giorno di Natale e l’arrivo del nuovo anno. Stessa atmosfera a Milano: posizionato nel quadrilatero della moda milanese il Four Seasons, con la sua atmosfera raccolta e tranquilla, è un lussuoso rifugio dove ritemprarsi dopo una giornata di shopping. I ristoranti dell’hotel, Il Teatro e La Veranda, ospiteranno le cene e i pranzi delle feste, con vista sul Patio interno e sullo splendido Chiostro. Proprio nel Patio sul quale si affaccia il ristorante Il Teatro sarà allestito un grande albero di Natale, mentre luci festose e ghirlande natalizie renderanno ancora più suggestiva l’atmosfera del Chiostro che si gode dalla Veranda. Poi, per chi predilige festeggiare nell’intimità della propria casa, l’hotel propone il pranzo di Natale ‘take away’: lo Chef Sergio Mei preparerà, su ordinazione, squisite specialità da un menu selezionato. 19


autumnevent

A cena con gli amici

autumnevent

Il Natale al Four Seasons Hotel Milano: a sinistra un’immagine della Lobby, in alto il ristorante Il Teatro Christmas at Four Seasons Hotel Milano: left, the Lobby; top, Il Teatro restaurant

aspettando il natale Waiting for Christmas

Anche quest’anno l’intervallo dei mesi estivi è trascorso veloce e, quasi senza farsene accorgere, il pensiero scivola già verso la stagione che ci attende: le serate dell’autunno e dell’inverno, con la loro atmosfera nostalgica, concedono meno varietà di svaghi, ma certo invitano a godersi il calore delle molte occasioni conviviali che le festività di fine anno offrono sempre. Non a caso, è questo il momento più richiesto per organizzare ricevimenti e cene insieme ad amici e colleghi, con i quali trascorrere liete serate e scambiarsi gli auguri natalizi. Dalla svelta formula del cocktail-aperitivo alla cena di gala, l’Executive Chef del Four Seasons Hotel Milano, Sergio Mei, ha già preparato nuovi e squisiti menu natalizi, pensati per rendere indimenticabile e speciale l’arrivo della ricorrenza più gioiosa e amata da tutti. Le proposte tra le quali scegliere, ricche dei sapori di stagione, sapranno deliziare ogni palato, da chi apprezza i cibi della tradizione a quanti prediligono invece abbinamenti più audaci. Gli amanti del classico apprezzeranno le squisitezze a base di salmone, foie gras, baccalà, cappone; inoltre, declinazioni innovative le porteranno in tavola come

Summer months went fast as usual, and our thoughts already drift towards the coming season. Autumn and winter mist, with its nostalgic atmosphere, allow less hours of pleasure, but at the same time, offer many occasions for getting together for Christmas festivities. It is no chance that now is the time to plan dinners and parties with friends and colleagues in order to exchange season’s greetings and have a good time together. From the quick formula of the cocktail-aperitivo to the gala dinner, the Executive Chef of Four Seasons Milano Sergio Mei has already planned new and delicious Christmas menus, made especially for unforgettable and special winter holidays. The selection of dishes, rich with the flavours of the season, will suit all tastes, from the traditional ones to those who prefer more daring combinations. Classic food lovers will enjoy delicacies prepared with salmon, foie gras, salt cod fish and capon and presented with an innovative flair. 20

inedite specialità. Ecco alcuni esempi: il filetto di salmone avvolto in una crosta di olive nere e servito con fumetto al finocchietto, il classico raviolo con un ragù di scorfano e fiori di zucca o, come primo piatto insolito, una delicata fregula con gamberi e bottarga. E per dessert, una novità che lo Chef sarà lieto di presentare con maggiori dettagli nella prossima newsletter a tema natalizio: “La Carta dei Panettoni”, per scegliere il dolce di Natale nella versione preferita, anche la più particolare e personale. Nella cornice di allegre decorazioni a tema, scelte secondo il gusto individuale o proposte dal Flower Designer Vincenzo Dascanio, la serata sarà allietata dal repertorio musicale preferito; non solo musica classica, naturalmente. Dai cori gospel a gruppi live di musica per intenditori, come il jazz caraibico colto, a chi ama far festa dandosi alle danze, magari con la guida di un rinomato DJ di Radio Monte Carlo: a ciascuno la sua formula, per una serata davvero gioiosa e speciale.

Here are a few examples: the salmon fillet will be wrapped in a black olive crust and served with fennel-flavoured fumet, the classic ravioli with a scorpion fish and courgette flower sauce; or, as an unusual first course, a delicate “fregula” with shrimps and botargo. And for dessert, which will be further described in the next Christmas newsletter, the “Panettone menu”, offering many versions of the typical Italian Christmas cake. Within the joyful theme settings, chosen according to one’s taste or suggested by Flower Designer Vincenzo Dascanio, the evenings will be enlivened by one’s favourite music repertoire, not only classical music, of course. From gospel chorus to live music groups for connoisseurs, like refined Caribbean jazz music, to dancing parties with the participation of a famous DJ from Radio Monte Carlo: to each his own choice of a special and joyful evening.

Per informazioni e prenotazioni: Anna Di Stefano, Catering Manager Four Seasons Hotel Milano, ph. 02.77081413

For information and reservation: Anna Di Stefano, Catering Manager Four Seasons Hotel Milano, ph. 02.77081413 21


autumnevent

A cena con gli amici

autumnevent

Il Natale al Four Seasons Hotel Milano: a sinistra un’immagine della Lobby, in alto il ristorante Il Teatro Christmas at Four Seasons Hotel Milano: left, the Lobby; top, Il Teatro restaurant

aspettando il natale Waiting for Christmas

Anche quest’anno l’intervallo dei mesi estivi è trascorso veloce e, quasi senza farsene accorgere, il pensiero scivola già verso la stagione che ci attende: le serate dell’autunno e dell’inverno, con la loro atmosfera nostalgica, concedono meno varietà di svaghi, ma certo invitano a godersi il calore delle molte occasioni conviviali che le festività di fine anno offrono sempre. Non a caso, è questo il momento più richiesto per organizzare ricevimenti e cene insieme ad amici e colleghi, con i quali trascorrere liete serate e scambiarsi gli auguri natalizi. Dalla svelta formula del cocktail-aperitivo alla cena di gala, l’Executive Chef del Four Seasons Hotel Milano, Sergio Mei, ha già preparato nuovi e squisiti menu natalizi, pensati per rendere indimenticabile e speciale l’arrivo della ricorrenza più gioiosa e amata da tutti. Le proposte tra le quali scegliere, ricche dei sapori di stagione, sapranno deliziare ogni palato, da chi apprezza i cibi della tradizione a quanti prediligono invece abbinamenti più audaci. Gli amanti del classico apprezzeranno le squisitezze a base di salmone, foie gras, baccalà, cappone; inoltre, declinazioni innovative le porteranno in tavola come

Summer months went fast as usual, and our thoughts already drift towards the coming season. Autumn and winter mist, with its nostalgic atmosphere, allow less hours of pleasure, but at the same time, offer many occasions for getting together for Christmas festivities. It is no chance that now is the time to plan dinners and parties with friends and colleagues in order to exchange season’s greetings and have a good time together. From the quick formula of the cocktail-aperitivo to the gala dinner, the Executive Chef of Four Seasons Milano Sergio Mei has already planned new and delicious Christmas menus, made especially for unforgettable and special winter holidays. The selection of dishes, rich with the flavours of the season, will suit all tastes, from the traditional ones to those who prefer more daring combinations. Classic food lovers will enjoy delicacies prepared with salmon, foie gras, salt cod fish and capon and presented with an innovative flair. 20

inedite specialità. Ecco alcuni esempi: il filetto di salmone avvolto in una crosta di olive nere e servito con fumetto al finocchietto, il classico raviolo con un ragù di scorfano e fiori di zucca o, come primo piatto insolito, una delicata fregula con gamberi e bottarga. E per dessert, una novità che lo Chef sarà lieto di presentare con maggiori dettagli nella prossima newsletter a tema natalizio: “La Carta dei Panettoni”, per scegliere il dolce di Natale nella versione preferita, anche la più particolare e personale. Nella cornice di allegre decorazioni a tema, scelte secondo il gusto individuale o proposte dal Flower Designer Vincenzo Dascanio, la serata sarà allietata dal repertorio musicale preferito; non solo musica classica, naturalmente. Dai cori gospel a gruppi live di musica per intenditori, come il jazz caraibico colto, a chi ama far festa dandosi alle danze, magari con la guida di un rinomato DJ di Radio Monte Carlo: a ciascuno la sua formula, per una serata davvero gioiosa e speciale.

Here are a few examples: the salmon fillet will be wrapped in a black olive crust and served with fennel-flavoured fumet, the classic ravioli with a scorpion fish and courgette flower sauce; or, as an unusual first course, a delicate “fregula” with shrimps and botargo. And for dessert, which will be further described in the next Christmas newsletter, the “Panettone menu”, offering many versions of the typical Italian Christmas cake. Within the joyful theme settings, chosen according to one’s taste or suggested by Flower Designer Vincenzo Dascanio, the evenings will be enlivened by one’s favourite music repertoire, not only classical music, of course. From gospel chorus to live music groups for connoisseurs, like refined Caribbean jazz music, to dancing parties with the participation of a famous DJ from Radio Monte Carlo: to each his own choice of a special and joyful evening.

Per informazioni e prenotazioni: Anna Di Stefano, Catering Manager Four Seasons Hotel Milano, ph. 02.77081413

For information and reservation: Anna Di Stefano, Catering Manager Four Seasons Hotel Milano, ph. 02.77081413 21


autumnevent

Fuori l’hotel

Alcuni esempi di catering esterni firmati Four Seasons Hotel Firenze. Da sinistra, tre serate organizzate a Palazzo Pitti, Palazzo Ximènes Panciatichi e Galleria dell’Accademia External catering service by Four Seasons Hotel Firenze. From left, three events held at Palazzo Pitti, Palazzo Ximènes Panciatichi and Galleria dell’Accademia

Il servizio di catering esterno del Four Seasons Hotel Firenze the external catering service of Four Seasons Hotel Firenze L’arte di Vito Mollica e il servizio Four Seasons a “casa vostra”. Il Four Seasons Hotel Firenze è infatti lieto di offrire la professionalità del suo Executive Chef e del suo staff direttamente nel luogo desiderato. Matrimoni, cene di gala, sfilate, esposizioni, inaugurazioni, incontri di lavoro: sono solo alcuni degli eventi per i quali è infatti possibile affidarsi all’esperienza del reparto banchetti dell’hotel. Il servizio è disponibile per soddisfare qualunque esigenza da parte del cliente, che sia nell’intimità di una casa privata o nell’eleganza di ambienti più grandi, come ville e giardini, fino alla raffinatezza di prestigiose location nel cuore della città, come Palazzo Vecchio, l’Accademia di Belle Arti o Palazzo Pitti. Che siano 10 persone o 1.000 poco importa. Allo staff del Four Seasons Hotel Firenze interessa rendere speciale il vostro momento. Proprio come voi lo desiderate. Proprio per questo Four Seasons mette a vostra disposizione il servizio di consulenza del catering manager specializzato, che può fornire suggerimenti per ogni singolo aspetto del vostro evento. Dalla scelta delle

Vito Mollica’s cooking and Four Seasons’ service “at home”. Four Seasons Hotel Firenze is pleased to place its Executive Chef’s and staff’s professional competence at your disposal wherever you wish. Wedding ceremonies, gala dinners, fashion shows, exhibitions, openings, business meetings: these are only a few of the many events the hotel’s banqueting department can take care of. The service is meant to satisfy all customer’s needs, whether in the privacy of one’s home, within elegant villas or gardens or in prestigious locations in the heart of the city, such as Palazzo Vecchio, the Academy of Art or Palazzo Pitti. Whether 10 or 1.000 people, it makes no difference. Four Seasons Hotel Firenze’s concern is to grant your wish of a truly special moment. Exactly like the one you have always dreamt of. Four Seasons places the catering manager, who provides professional advice on all aspects of event planning, at your complete disposal.

22

decorazioni floreali, degli inviti e dei menu, dall’intrattenimento musicale fino alla decorazione scenografica. Ogni dettaglio verrà proposto e scelto sulla base delle singole preferenze ricorrendo ad ogni strumento necessario per rendere indimenticabile la vostra occasione: potrete infatti, a richiesta, scegliere tra un’ampia varietà di porcellane, argenterie e pregiati tessuti. Lo stile è quello tipico di Four Seasons, fondato su cordialità, eleganza, eccellenza e servizio impeccabile. Il tutto condito dalla rinomata creatività culinaria di Vito Mollica e dei suoi menu. Una cucina pregiata, che pesca nella tradizione per scoprire la novità, in grado di adattarsi ad ogni tipologia di evento, in un’alchimia di sapori unici tipici del made in Italy. Il Four Seasons Hotel Firenze vuole così esportare il suo tocco inconfondibile all’esterno delle quattro mura del magnifico palazzo di Borgo Pinti, portando fuori le eccellenze per le quali oggi è conosciuto e ammirato in tutto il mondo. I vostri eventi porteranno la firma indelebile del servizio più raffinato e attento, unito alla passione per l’ingrediente fondamentale di ogni evento riuscito: la vostra soddisfazione.

From the floral decorations, invitations, menus, entertainment to the setting decorations. Every single detail will be expertly arranged according to personal taste and anything will be done to ensure an unforgettable experience: you will, in fact, be able to chose among a rich range of china, silverware and fine fabrics. In the typical Four Seasons’ style, based on friendliness, elegance, excellence and impeccable service. On top of all this, Vito Mollica’s culinary creativity and his menus. A sophisticated cuisine, a skilful combination of traditional and contemporary dishes, a mix of typical Italian flavours which is the perfect solution for any kind of event. Four Seasons Hotel Firenze aims at “exporting” its unmistakable touch, the top-quality service for which it is known and admired worldwide beyond the magnificent palace in Borgo Pinti. Your events will bear the mark of the most refined and attentive service, combined with the passion for the basic ingredient of all successful events: your satisfaction.

23


autumnevent

Fuori l’hotel

Alcuni esempi di catering esterni firmati Four Seasons Hotel Firenze. Da sinistra, tre serate organizzate a Palazzo Pitti, Palazzo Ximènes Panciatichi e Galleria dell’Accademia External catering service by Four Seasons Hotel Firenze. From left, three events held at Palazzo Pitti, Palazzo Ximènes Panciatichi and Galleria dell’Accademia

Il servizio di catering esterno del Four Seasons Hotel Firenze the external catering service of Four Seasons Hotel Firenze L’arte di Vito Mollica e il servizio Four Seasons a “casa vostra”. Il Four Seasons Hotel Firenze è infatti lieto di offrire la professionalità del suo Executive Chef e del suo staff direttamente nel luogo desiderato. Matrimoni, cene di gala, sfilate, esposizioni, inaugurazioni, incontri di lavoro: sono solo alcuni degli eventi per i quali è infatti possibile affidarsi all’esperienza del reparto banchetti dell’hotel. Il servizio è disponibile per soddisfare qualunque esigenza da parte del cliente, che sia nell’intimità di una casa privata o nell’eleganza di ambienti più grandi, come ville e giardini, fino alla raffinatezza di prestigiose location nel cuore della città, come Palazzo Vecchio, l’Accademia di Belle Arti o Palazzo Pitti. Che siano 10 persone o 1.000 poco importa. Allo staff del Four Seasons Hotel Firenze interessa rendere speciale il vostro momento. Proprio come voi lo desiderate. Proprio per questo Four Seasons mette a vostra disposizione il servizio di consulenza del catering manager specializzato, che può fornire suggerimenti per ogni singolo aspetto del vostro evento. Dalla scelta delle

Vito Mollica’s cooking and Four Seasons’ service “at home”. Four Seasons Hotel Firenze is pleased to place its Executive Chef’s and staff’s professional competence at your disposal wherever you wish. Wedding ceremonies, gala dinners, fashion shows, exhibitions, openings, business meetings: these are only a few of the many events the hotel’s banqueting department can take care of. The service is meant to satisfy all customer’s needs, whether in the privacy of one’s home, within elegant villas or gardens or in prestigious locations in the heart of the city, such as Palazzo Vecchio, the Academy of Art or Palazzo Pitti. Whether 10 or 1.000 people, it makes no difference. Four Seasons Hotel Firenze’s concern is to grant your wish of a truly special moment. Exactly like the one you have always dreamt of. Four Seasons places the catering manager, who provides professional advice on all aspects of event planning, at your complete disposal.

22

decorazioni floreali, degli inviti e dei menu, dall’intrattenimento musicale fino alla decorazione scenografica. Ogni dettaglio verrà proposto e scelto sulla base delle singole preferenze ricorrendo ad ogni strumento necessario per rendere indimenticabile la vostra occasione: potrete infatti, a richiesta, scegliere tra un’ampia varietà di porcellane, argenterie e pregiati tessuti. Lo stile è quello tipico di Four Seasons, fondato su cordialità, eleganza, eccellenza e servizio impeccabile. Il tutto condito dalla rinomata creatività culinaria di Vito Mollica e dei suoi menu. Una cucina pregiata, che pesca nella tradizione per scoprire la novità, in grado di adattarsi ad ogni tipologia di evento, in un’alchimia di sapori unici tipici del made in Italy. Il Four Seasons Hotel Firenze vuole così esportare il suo tocco inconfondibile all’esterno delle quattro mura del magnifico palazzo di Borgo Pinti, portando fuori le eccellenze per le quali oggi è conosciuto e ammirato in tutto il mondo. I vostri eventi porteranno la firma indelebile del servizio più raffinato e attento, unito alla passione per l’ingrediente fondamentale di ogni evento riuscito: la vostra soddisfazione.

From the floral decorations, invitations, menus, entertainment to the setting decorations. Every single detail will be expertly arranged according to personal taste and anything will be done to ensure an unforgettable experience: you will, in fact, be able to chose among a rich range of china, silverware and fine fabrics. In the typical Four Seasons’ style, based on friendliness, elegance, excellence and impeccable service. On top of all this, Vito Mollica’s culinary creativity and his menus. A sophisticated cuisine, a skilful combination of traditional and contemporary dishes, a mix of typical Italian flavours which is the perfect solution for any kind of event. Four Seasons Hotel Firenze aims at “exporting” its unmistakable touch, the top-quality service for which it is known and admired worldwide beyond the magnificent palace in Borgo Pinti. Your events will bear the mark of the most refined and attentive service, combined with the passion for the basic ingredient of all successful events: your satisfaction.

23


autumnevent

borgo pinti 101 a firenze nasce un nuovo indirizzo A NEW ADDRESS IN FLORENCE

Nasce Borgo Pinti 101, il nuovo accesso ai ristoranti del Four Seasons Hotel Firenze. Un nuovo indirizzo che dalla famosa strada nel centro storico cittadino inviterà gli ospiti a intrattenersi all’Atrium Bar e al ristorante Il Palagio. Una nuova, comoda opportunità per usufruire appieno dei servizi offerti dall’Atrium Bar nella formula all day dining fino all’una di notte, un luogo ideale per un leggero aperitivo o un drink sorseggiato al suono delle dolci note di un pianoforte. Un utile ingresso anche per tutti coloro che vorranno approfittare del ristorante gourmet dell’hotel, Il Palagio. Qualunque sia la vostra preferenza, la sapiente mano dell’Executive Chef Vito Mollica e del suo staff, e la cordialità di tutto il personale di sala, saranno sempre pronti a far vivere ai clienti un’esperienza speciale e diversa nel cuore della città, complice l’alta cucina e la raffinatezza degli ambienti. L’inaugurazione di Borgo Pinti 101 è la dimostrazione visiva della cura e dell’attenzione che il Four Seasons riserva all’accoglienza della propria clientela. Un’innovazione che esalta la struttura del prestigioso palazzo, rendendolo ancora più accessibile a chi non è direttamente ospite delle camere al suo interno. Four Seasons sceglie ancora la strada di un servizio impeccabile attraverso il sorriso della hostess che vi accoglierà sulla soglia, sia che vi troviate di passaggio per un aperitivo o un drink, sia che giungiate di proposito per godere degli ambienti raffinati e dell’alta cucina. Questo è il nuovo Four Seasons Hotel Firenze. Benvenuti.

Borgo Pinti 101 is the new entrance to the restaurants of Four Seasons Hotel Firenze on the famous downtown street which leads to the Atrium bar and Il Palagio restaurant. A new, convenient opportunity to take full advantage of the services offered by the Atrium Bar, in particular, of the all day dining formula, till one a.m., the ideal place for enjoying a light drink with the soft notes of a piano playing in the background. A handy entrance for all those who also wish to try the hotel’s gourmet restaurant, Il Palagio. Whatever your taste, the skillful Executive Chef Vito Mollica and his friendly staff will offer hotel customers a truly special experience in the heart of the city, based on haute cuisine and a sophisticated atmosphere. The opening of Borgo Pinti 101 proves how attentive Four Seasons is to customer reception and enhances further the prestigious palace by giving better access to those who are not staying in the hotel. Four Seasons takes pride, as usual, in providing impeccable service through a smiling hostess who will welcome you at the entrance, whether you are stopping for a drink or to enjoy the restaurant’s sophisticated atmosphere and haute cuisine. This is the new Four Season Hotel Firenze. Welcome! 24

wine tasting

l’esclusiva winery del ristorante Il Palagio IL PALAGIO RESTAURANT’S EXCLUSIVE WINERY 20 posti a sedere, 400 etichette dei vini più pregiati, tra cui Sassicaia e Ornellaia. E’ nata all’insegna della personalità la Winery del Four Seasons Hotel Firenze che, dalla sua apertura, offre un appuntamento imperdibile per gli amanti delle degustazioni grazie a una preziosa selezione di eccellenze quasi unica a Firenze. Con la classe e lo stile Four Seasons. Situata all’interno del ristorante ‘Il Palagio’, l’enoteca è uno spazio privato e definito da porte specchiate che all’occorrenza possono essere chiuse per creare un ambiente intimo e accogliente. L’hotel mette a disposizione 50 etichette al bicchiere che possono essere degustate insieme ad una selezione di assaggi tipici toscani, inoltre acquistabili in loco. In alternativa, il prezioso cuore del ristorante Il Palagio può trasformarsi in uno scrigno nascosto, in grado di accogliere fino a 14 persone intorno a un tavolo rotondo, dove il Wine tasting può tradursi in una suggestiva cena tra familiari e amici. A fare da corollario le eccellenze dell’enoteca: dall’elegante e potente Champagne di Bruno Paillard al gusto pieno dello Chardonnay “Cervaro dela Sala”, fino alla rotondità del “Tignanello” dei Marchesi Antinori. Accanto a voi troverete la cordialità e la professionalità di Andrea e Thomas, giovani sommelier che vi seguiranno passo passo in puro stile Four Seasons. Una Winery assolutamente speciale e da non perdere per accompagnare le vostre cene e i vostri assaggi a cinque stelle.

20 seats, 400 of the best wines, among which Sassicaia and Ornellaia. Since its opening, the Winery of Four Seasons Hotel Firenze has been offering wine lovers the nearly unique chance in Florence to taste the world’s finest wines. Located within Il Palagio restaurant, the winery is a private space surrounded by mirror doors which, if necessary, can be closed to create an intimate atmosphere. The hotel offers 50 wines by the glass accompanied by a selection of typical Tuscan food which can be purchased on the spot. As an alternative to the winery, the heart of Il Palagio restaurant, can be transformed into a hidden treasure box which can welcome up to 14 people seated at a round table. The wine tasting can thus become an occasion for a pleasant dinner among family and friends. The winery’s best wines will be served: from the elegant and powerful Bruno Paillard Champagne to the full-bodied Cervaro della Sala Chardonnay to the round Tignanello by Marchesi Antinori. The friendly and professional Andrea and Thomas, two young sommeliers, will assist you step by step in the typical Four Season style. 25


autumnevent

borgo pinti 101 a firenze nasce un nuovo indirizzo A NEW ADDRESS IN FLORENCE

Nasce Borgo Pinti 101, il nuovo accesso ai ristoranti del Four Seasons Hotel Firenze. Un nuovo indirizzo che dalla famosa strada nel centro storico cittadino inviterà gli ospiti a intrattenersi all’Atrium Bar e al ristorante Il Palagio. Una nuova, comoda opportunità per usufruire appieno dei servizi offerti dall’Atrium Bar nella formula all day dining fino all’una di notte, un luogo ideale per un leggero aperitivo o un drink sorseggiato al suono delle dolci note di un pianoforte. Un utile ingresso anche per tutti coloro che vorranno approfittare del ristorante gourmet dell’hotel, Il Palagio. Qualunque sia la vostra preferenza, la sapiente mano dell’Executive Chef Vito Mollica e del suo staff, e la cordialità di tutto il personale di sala, saranno sempre pronti a far vivere ai clienti un’esperienza speciale e diversa nel cuore della città, complice l’alta cucina e la raffinatezza degli ambienti. L’inaugurazione di Borgo Pinti 101 è la dimostrazione visiva della cura e dell’attenzione che il Four Seasons riserva all’accoglienza della propria clientela. Un’innovazione che esalta la struttura del prestigioso palazzo, rendendolo ancora più accessibile a chi non è direttamente ospite delle camere al suo interno. Four Seasons sceglie ancora la strada di un servizio impeccabile attraverso il sorriso della hostess che vi accoglierà sulla soglia, sia che vi troviate di passaggio per un aperitivo o un drink, sia che giungiate di proposito per godere degli ambienti raffinati e dell’alta cucina. Questo è il nuovo Four Seasons Hotel Firenze. Benvenuti.

Borgo Pinti 101 is the new entrance to the restaurants of Four Seasons Hotel Firenze on the famous downtown street which leads to the Atrium bar and Il Palagio restaurant. A new, convenient opportunity to take full advantage of the services offered by the Atrium Bar, in particular, of the all day dining formula, till one a.m., the ideal place for enjoying a light drink with the soft notes of a piano playing in the background. A handy entrance for all those who also wish to try the hotel’s gourmet restaurant, Il Palagio. Whatever your taste, the skillful Executive Chef Vito Mollica and his friendly staff will offer hotel customers a truly special experience in the heart of the city, based on haute cuisine and a sophisticated atmosphere. The opening of Borgo Pinti 101 proves how attentive Four Seasons is to customer reception and enhances further the prestigious palace by giving better access to those who are not staying in the hotel. Four Seasons takes pride, as usual, in providing impeccable service through a smiling hostess who will welcome you at the entrance, whether you are stopping for a drink or to enjoy the restaurant’s sophisticated atmosphere and haute cuisine. This is the new Four Season Hotel Firenze. Welcome! 24

wine tasting

l’esclusiva winery del ristorante Il Palagio IL PALAGIO RESTAURANT’S EXCLUSIVE WINERY 20 posti a sedere, 400 etichette dei vini più pregiati, tra cui Sassicaia e Ornellaia. E’ nata all’insegna della personalità la Winery del Four Seasons Hotel Firenze che, dalla sua apertura, offre un appuntamento imperdibile per gli amanti delle degustazioni grazie a una preziosa selezione di eccellenze quasi unica a Firenze. Con la classe e lo stile Four Seasons. Situata all’interno del ristorante ‘Il Palagio’, l’enoteca è uno spazio privato e definito da porte specchiate che all’occorrenza possono essere chiuse per creare un ambiente intimo e accogliente. L’hotel mette a disposizione 50 etichette al bicchiere che possono essere degustate insieme ad una selezione di assaggi tipici toscani, inoltre acquistabili in loco. In alternativa, il prezioso cuore del ristorante Il Palagio può trasformarsi in uno scrigno nascosto, in grado di accogliere fino a 14 persone intorno a un tavolo rotondo, dove il Wine tasting può tradursi in una suggestiva cena tra familiari e amici. A fare da corollario le eccellenze dell’enoteca: dall’elegante e potente Champagne di Bruno Paillard al gusto pieno dello Chardonnay “Cervaro dela Sala”, fino alla rotondità del “Tignanello” dei Marchesi Antinori. Accanto a voi troverete la cordialità e la professionalità di Andrea e Thomas, giovani sommelier che vi seguiranno passo passo in puro stile Four Seasons. Una Winery assolutamente speciale e da non perdere per accompagnare le vostre cene e i vostri assaggi a cinque stelle.

20 seats, 400 of the best wines, among which Sassicaia and Ornellaia. Since its opening, the Winery of Four Seasons Hotel Firenze has been offering wine lovers the nearly unique chance in Florence to taste the world’s finest wines. Located within Il Palagio restaurant, the winery is a private space surrounded by mirror doors which, if necessary, can be closed to create an intimate atmosphere. The hotel offers 50 wines by the glass accompanied by a selection of typical Tuscan food which can be purchased on the spot. As an alternative to the winery, the heart of Il Palagio restaurant, can be transformed into a hidden treasure box which can welcome up to 14 people seated at a round table. The wine tasting can thus become an occasion for a pleasant dinner among family and friends. The winery’s best wines will be served: from the elegant and powerful Bruno Paillard Champagne to the full-bodied Cervaro della Sala Chardonnay to the round Tignanello by Marchesi Antinori. The friendly and professional Andrea and Thomas, two young sommeliers, will assist you step by step in the typical Four Season style. 25


autumnevent Milano - 10 ottobre

autumntaste

A scuola da Sergio Mei le lezioni di cucina del Four Seasons Hotel Milano Cooking classes at Four Seasons Hotel Milano

charity event

la corsa che dà una mano alla ricerca Racing for hope Anche quest’anno torna l’appuntamento che coniuga sport, salute e beneficenza. Domenica 10 ottobre alle ore 11.00 parte infatti la nuova edizione della Corsa della Speranza, la marcia non competitiva aperta a tutti, che raccoglie fondi a favore della lotta al cancro. La manifestazione, organizzata in collaborazione con ESO - European School of Oncology - e FFO - Fondazione per la Formazione Oncologica - è un evento dell’Associazione Correre per la Speranza, nata con l’intento di promuovere azioni di solidarietà sociale e di sensibilizzazione nel campo dell’oncologia pediatrica. Quest’anno gli interi proventi delle quote d’iscrizione (10 euro a persona) verranno destinati allo IEO per uno studio della Divisione di Ematoncologia sulla tossicità dei farmaci e sul rischio di infertilità nei giovani pazienti affetti da linfomi maligni. È previsto inoltre un sostegno alla LILT (Lega Italiana Lotta ai Tumori, Sezione Provincia di Milano), con sovvenzioni destinate al team di animatori e di insegnanti specializzati che si dedica alla didattica e all’intrattenimento dei piccoli pazienti del reparto pediatrico dell’Istituto Nazionale Tumori Milano. La partenza della marcia avrà luogo in via Palestro, a lato dei Giardini Pubblici, e come per le scorse edizioni le iscrizioni sono effettuabili nei punti vendita indicati sul sito, direttamente on line su www.lacorsadellasperanza.org, oppure la mattina della corsa nella zona attigua al punto di partenza. I primi 4000 partecipanti riceveranno in omaggio la sacca con la nuova T-shirt ufficiale, da indossare durante la marcia e conservare poi come ricordo di una giornata davvero speciale. E come ogni anno l’evento si conclude con il ristoro offerto ai partecipanti da Four Seasons Hotel Milano, grazie ai volontari della ‘squadra Four Seasons’ con la collaborazione dei fornitori e di tanti familiari e amici. Chiuderanno la giornata l’estrazione di ricchi premi tra i presenti e la distribuzione di simpatici omaggi per i bambini. Il team del Four Seasons Hotel Milano augura, a tutti, buon divertimento all’insegna della solidarietà.

In alto, alcuni momenti della Corsa della Speranza realizzata, come ogni anno, a Milano. Above, The Race for Hope held, every year, in Milan.

The event combining sports, health and charity is back again. The Race for Hope, the non-competitive open march which collects funds for the fight against cancer, will depart on Sunday, October 10th, at 11.00 am.The event is organized by Associazione Correre per la Speranza, the association which aims at promoting fund-raising activities to sensitize people to children’s oncological diseases with the collaboration of ESO- European School of Oncologyand FFO- Fondazione per la Formazione Oncologica. This year the proceeds of the entrance fees (€ 10 per person) will be given to IEO for the Haematoncological Department’s research into the toxicity of drugs and risk of infertility in young patients suffering from malignant lymphoma. A part of the funds will go to LILT(Lega Italiana Lotta ai Tumori, Sezione Provincia di Milano) for the team of entertainers and qualified teachers devoted to teaching and entertaining children in the Milano National Cancer Institute’s children’s ward. The race starts in Via Palestro, on the Public Gardens’ side, and, as usual, entrance fees can be paid at the sales points found on the website, online at www. lacorsadellasperanza.org. , or on the morning of the race near the starting point. The first 4000 contestants will be given a bag containing the new official t-shirt to be worn during the race and kept as a souvenir of a truly special day. As always, the event will end with the refreshments offered to the contestants by Four Seasons Hotel Milano, thanks to the voluntary work by Four Seasons’ team, with the help of suppliers and the contestants’ families and friends. The drawing of prizes among those present and the handing out of gifts to children will round off the day. Four Seasons Hotel Milano’s staff wishes you a good time in the name of solidarity. 26

A destra, due ‘maestri’: Sergio Mei e Sebastiano Spriveri - On right: the two ‘maestros’, Sergio Mei and Sebastiano Spriveri

Da sabato 11 settembre riprendono le ‘lezioni’ alla scuola di Sergio Mei: una proposta dedicata a chi desidera imparare come si prepara una cena perfetta, dallo stuzzichino gustoso e raffinato da servire con l’aperitivo fino al dolce. Per invitare senza paura ospiti di riguardo, concedendosi il piacere di cucinare per loro, o per puro amore della buona cucina. C’è così tanto da sapere, per assicurarsi il risultato ottimale: come si compone un menu equilibrato? Come si impara a scegliere gli ingredienti migliori? Quali sono i metodi di cottura più adeguati, e quali contorni e salse esalteranno al meglio le pietanze? Senza dimenticare che l’occhio vuole la sua parte, e una presentazione originale e curata sarà davvero il tocco magico, quello che vi darà il piacere di ascoltare le espressioni di meraviglia degli ospiti non appena i piatti arriveranno in tavola. A questi quesiti e ad altre mille curiosità, risponderanno i maestri: lo Chef Sergio Mei e i suoi collaboratori, a vostra disposizione per una giornata di ‘studio’ divertente e istruttiva. La degustazione sarà, infine, il momento più importante: con il risultato al piatto, gli Chef potranno dare i consigli più mirati e, perché no, svelare qualche prezioso trucco del mestiere.

Sergio Mei’s cooking classes start again on Saturday, September 11th. Here’s an idea for those who wish to learn how to prepare the perfect dinner, from tasty and refined appetizers to dessert, to be sure they can invite special guests over for dinner and experience the pleasure of cooking for them or simply for the sake of good cooking. There is much to learn to achieve the perfect result. How do you create a well-balanced menu? How do you choose the best ingredients? What are the most appropriate cooking methods and what side dishes and sauces best enhance the dishes? Without ever forgetting that looks also counts, and an original and accurate presentation will add the final and magical touch, the one that will give you the pleasure of observing the astonished expression on your guests’ face when the dishes are served. The “Maestros” will answer these and many other questions: Chef Sergio Mei and his assistants will be at your disposal for a fun and educational one-day course. Tasting the dishes is the most important moment of the day: the chefs will give some precious advice and, why not?, share a few “tricks of the trade”.

IL PROGRAMMA DELLE LEZIONI • 8.45 caffè con lo Chef e definizione del menu • 9.00 “spesa”: alla ricerca degli ingredienti giusti • 9.30 – 13.00 circa, lavori in corso: organizzazione ed esecuzione del menu scelto • 13.30: degustazione dei piatti preparati insieme allo Chef • 14.00: consegna delle ricette e del Diploma di Partecipazione Per gruppi da 6 – 8 persone max. Costo per persona € 100,00 (inclusa lezione, materiale, omaggio speciale e degustazione del menu). Per chi prenota un minimo di due lezioni: € 90,00 ciascuna Per informazioni e prenotazioni: 02.77081416

COURSE SCHEDULE • 8.45 am coffee with the Chef and the planning of the menu • 9.00 am “grocery shopping”: in search of the perfect ingredients • 9.30 am- till around 1.00 pm, work in progress: preparation of the chosen menu • 1.30 pm: tasting of the dishes prepared with the Chef • 2.00 pm: handing out the recipes and diploma For groups of maximum 6 to 8 people Cost per person € 100,00 (lesson, ingredients, special gift and menu tasting included) Only € 90,00 each lesson for a reservation of minimum two For information and reservation: 02-77081416 27


autumnevent Milano - 10 ottobre

autumntaste

A scuola da Sergio Mei le lezioni di cucina del Four Seasons Hotel Milano Cooking classes at Four Seasons Hotel Milano

charity event

la corsa che dà una mano alla ricerca Racing for hope Anche quest’anno torna l’appuntamento che coniuga sport, salute e beneficenza. Domenica 10 ottobre alle ore 11.00 parte infatti la nuova edizione della Corsa della Speranza, la marcia non competitiva aperta a tutti, che raccoglie fondi a favore della lotta al cancro. La manifestazione, organizzata in collaborazione con ESO - European School of Oncology - e FFO - Fondazione per la Formazione Oncologica - è un evento dell’Associazione Correre per la Speranza, nata con l’intento di promuovere azioni di solidarietà sociale e di sensibilizzazione nel campo dell’oncologia pediatrica. Quest’anno gli interi proventi delle quote d’iscrizione (10 euro a persona) verranno destinati allo IEO per uno studio della Divisione di Ematoncologia sulla tossicità dei farmaci e sul rischio di infertilità nei giovani pazienti affetti da linfomi maligni. È previsto inoltre un sostegno alla LILT (Lega Italiana Lotta ai Tumori, Sezione Provincia di Milano), con sovvenzioni destinate al team di animatori e di insegnanti specializzati che si dedica alla didattica e all’intrattenimento dei piccoli pazienti del reparto pediatrico dell’Istituto Nazionale Tumori Milano. La partenza della marcia avrà luogo in via Palestro, a lato dei Giardini Pubblici, e come per le scorse edizioni le iscrizioni sono effettuabili nei punti vendita indicati sul sito, direttamente on line su www.lacorsadellasperanza.org, oppure la mattina della corsa nella zona attigua al punto di partenza. I primi 4000 partecipanti riceveranno in omaggio la sacca con la nuova T-shirt ufficiale, da indossare durante la marcia e conservare poi come ricordo di una giornata davvero speciale. E come ogni anno l’evento si conclude con il ristoro offerto ai partecipanti da Four Seasons Hotel Milano, grazie ai volontari della ‘squadra Four Seasons’ con la collaborazione dei fornitori e di tanti familiari e amici. Chiuderanno la giornata l’estrazione di ricchi premi tra i presenti e la distribuzione di simpatici omaggi per i bambini. Il team del Four Seasons Hotel Milano augura, a tutti, buon divertimento all’insegna della solidarietà.

In alto, alcuni momenti della Corsa della Speranza realizzata, come ogni anno, a Milano. Above, The Race for Hope held, every year, in Milan.

The event combining sports, health and charity is back again. The Race for Hope, the non-competitive open march which collects funds for the fight against cancer, will depart on Sunday, October 10th, at 11.00 am.The event is organized by Associazione Correre per la Speranza, the association which aims at promoting fund-raising activities to sensitize people to children’s oncological diseases with the collaboration of ESO- European School of Oncologyand FFO- Fondazione per la Formazione Oncologica. This year the proceeds of the entrance fees (€ 10 per person) will be given to IEO for the Haematoncological Department’s research into the toxicity of drugs and risk of infertility in young patients suffering from malignant lymphoma. A part of the funds will go to LILT(Lega Italiana Lotta ai Tumori, Sezione Provincia di Milano) for the team of entertainers and qualified teachers devoted to teaching and entertaining children in the Milano National Cancer Institute’s children’s ward. The race starts in Via Palestro, on the Public Gardens’ side, and, as usual, entrance fees can be paid at the sales points found on the website, online at www. lacorsadellasperanza.org. , or on the morning of the race near the starting point. The first 4000 contestants will be given a bag containing the new official t-shirt to be worn during the race and kept as a souvenir of a truly special day. As always, the event will end with the refreshments offered to the contestants by Four Seasons Hotel Milano, thanks to the voluntary work by Four Seasons’ team, with the help of suppliers and the contestants’ families and friends. The drawing of prizes among those present and the handing out of gifts to children will round off the day. Four Seasons Hotel Milano’s staff wishes you a good time in the name of solidarity. 26

A destra, due ‘maestri’: Sergio Mei e Sebastiano Spriveri - On right: the two ‘maestros’, Sergio Mei and Sebastiano Spriveri

Da sabato 11 settembre riprendono le ‘lezioni’ alla scuola di Sergio Mei: una proposta dedicata a chi desidera imparare come si prepara una cena perfetta, dallo stuzzichino gustoso e raffinato da servire con l’aperitivo fino al dolce. Per invitare senza paura ospiti di riguardo, concedendosi il piacere di cucinare per loro, o per puro amore della buona cucina. C’è così tanto da sapere, per assicurarsi il risultato ottimale: come si compone un menu equilibrato? Come si impara a scegliere gli ingredienti migliori? Quali sono i metodi di cottura più adeguati, e quali contorni e salse esalteranno al meglio le pietanze? Senza dimenticare che l’occhio vuole la sua parte, e una presentazione originale e curata sarà davvero il tocco magico, quello che vi darà il piacere di ascoltare le espressioni di meraviglia degli ospiti non appena i piatti arriveranno in tavola. A questi quesiti e ad altre mille curiosità, risponderanno i maestri: lo Chef Sergio Mei e i suoi collaboratori, a vostra disposizione per una giornata di ‘studio’ divertente e istruttiva. La degustazione sarà, infine, il momento più importante: con il risultato al piatto, gli Chef potranno dare i consigli più mirati e, perché no, svelare qualche prezioso trucco del mestiere.

Sergio Mei’s cooking classes start again on Saturday, September 11th. Here’s an idea for those who wish to learn how to prepare the perfect dinner, from tasty and refined appetizers to dessert, to be sure they can invite special guests over for dinner and experience the pleasure of cooking for them or simply for the sake of good cooking. There is much to learn to achieve the perfect result. How do you create a well-balanced menu? How do you choose the best ingredients? What are the most appropriate cooking methods and what side dishes and sauces best enhance the dishes? Without ever forgetting that looks also counts, and an original and accurate presentation will add the final and magical touch, the one that will give you the pleasure of observing the astonished expression on your guests’ face when the dishes are served. The “Maestros” will answer these and many other questions: Chef Sergio Mei and his assistants will be at your disposal for a fun and educational one-day course. Tasting the dishes is the most important moment of the day: the chefs will give some precious advice and, why not?, share a few “tricks of the trade”.

IL PROGRAMMA DELLE LEZIONI • 8.45 caffè con lo Chef e definizione del menu • 9.00 “spesa”: alla ricerca degli ingredienti giusti • 9.30 – 13.00 circa, lavori in corso: organizzazione ed esecuzione del menu scelto • 13.30: degustazione dei piatti preparati insieme allo Chef • 14.00: consegna delle ricette e del Diploma di Partecipazione Per gruppi da 6 – 8 persone max. Costo per persona € 100,00 (inclusa lezione, materiale, omaggio speciale e degustazione del menu). Per chi prenota un minimo di due lezioni: € 90,00 ciascuna Per informazioni e prenotazioni: 02.77081416

COURSE SCHEDULE • 8.45 am coffee with the Chef and the planning of the menu • 9.00 am “grocery shopping”: in search of the perfect ingredients • 9.30 am- till around 1.00 pm, work in progress: preparation of the chosen menu • 1.30 pm: tasting of the dishes prepared with the Chef • 2.00 pm: handing out the recipes and diploma For groups of maximum 6 to 8 people Cost per person € 100,00 (lesson, ingredients, special gift and menu tasting included) Only € 90,00 each lesson for a reservation of minimum two For information and reservation: 02-77081416 27


autumnnews

Sergio Mei

la cucina italiana all’italiana esce la nuova pubblicazione dell’executive chef sergio mei The new book by Executive Chef Sergio Mei is out Così si intitola il nuovo libro di cucina realizzato da Sergio Mei, Executive Chef del Four Seasons Hotel Milano, in uscita il prossimo autunno per Reed Business Editore: un bellissimo testo di ricette ma non solo, un appassionato lavoro di ricerca volto a recuperare l’immenso patrimonio culinario del nostro Paese. Un’operazione culturale di grande interesse per la conoscenza della tradizione italiana più vera: proprio per questo, e dato l’universale apprezzamento per la nostra cucina, il libro si è meritato fin dal suo apparire una platea internazionale. Sarà infatti presentato alla prestigiosa “Buchmesse”, la Fiera del Libro di Francoforte, il prossimo 6 ottobre. “L’idea di scrivere un libro sulle ricette autentiche della cucina italiana è sorta da più stimoli. Il più forte è stato certamente il movente interiore, nato dall’amore per il lavoro della mia vita e per le persone che, grazie anche a questo, mi stanno a cuore; specialmente i più giovani. La ricerca delle nostre radici gastronomiche, che affondano nella nostra storia e cultura, è per me prima di tutto un’operazione affettiva. Voglio perciò dedicarla alle nuove leve, ai ragazzi che si affacciano ora alla professione, addirittura ai bambini: e qui penso anche ai miei nipotini, che amo moltissimo e nei quali vedo le prossime generazioni. Quanti bimbi si appassionano già, per gioco, al mondo meraviglioso che è la nostra cucina? Magari più di quello che pensiamo; affinché questo gioco bellissimo diventi qualcosa di più serio e profondo basta aiutarli a coltivarlo, far loro capire quanto è davvero bello e divertente scoprire la felicità di preparare e condividere del buon cibo. In Italia, abbiamo la fortuna dalla nostra: una tradizione culinaria ricca e straordinariamente varia; come potevo non ispirarmi a questo tesoro, a volte nascosto, a volte non visto? Questa è stata la mia prima motivazione. A ciò si sono aggiunte altre considerazioni, di carattere più strettamente professionale. La causa prossima, se devo individuarne una, è nata dalle domande e curiosità alle quali ho avuto più spesso l’occasione di rispondere durante i Corsi che tengo regolarmente, due volte l’anno, presso l’Ecole Lenôtre di Plaisir. Infine, desidero che questo sia un libro di storia, di cultura; un omaggio pieno di amore e rispetto per i nostri antenati, le nostre nonne, per la tradizione. Il mio sforzo è quello di salvarne la memoria, perché non perdano mai colore e vita. Mi impegno in questo compito senza pretese, ma con grande piacere, per mettere questo sapere semplice e grande a disposizione di quanti hanno voglia di conoscerlo e interpretarlo”. Sergio Mei

That is how Sergio Mei, chef of Four Seasons Hotel Milano, decided to call his latest book which will be released next fall by Reed Business Editore, a beautiful recipe book but also a passionate research into our country’s huge culinary heritage. A very interesting cultural operation aimed at spreading the knowledge of the most authentic Italian cooking tradition. That is why, and owing also to the worldwide recognition of Italian cuisine, the book was very well received by the international audience. The book, in fact, will be launched at the prestigious “Buchmesse”, the Frankfurt book fair, on October 6th. “The idea of writing a book on authentic Italian recipes came from several sources. The one thing I found to be the most inspiring was the love of my lifetime job and of the people whom I am fond of. The in-depth study of our culinary origins, which are deeply rooted in our history and culture, is, first of all, a sentimental operation. I wish, therefore, to dedicate it to the new generation, to the young people who are beginning a career as chefs, even to children: I’m thinking about my grandchildren whom I love deeply and think of as the future generation. How many children become keen on the wonderful world of Italian cooking through playing? Probably more than we realize. In order to make this wonderful game become something deeper and more permanent, we have to help them cultivate the interest in cooking, make them understand how fun it is to prepare and share good food. We Italians are lucky enough to have an extraordinarily rich and varied culinary tradition. How could I have not drawn inspiration from this treasure, at times hidden, at times ignored? This was my personal reason, but there are also some professional reasons for my book. I was very much inspired by the questions students asked me during the courses I teach twice a year at the Ecole Lenôtre of Plaisir. I wish my book to be a “history” book; a tribute of love and respect to our ancestors, to our grandmothers, to tradition and culture. I’m committed to keeping alive the memory of our cooking tradition and I do it unpretentiously but with great pleasure, in order to place this simple yet great knowledge to the disposal of those who wish to learn and explore more”. Sergio Mei 28

In alto e sotto a destra, due ritratti di Sergio Mei a lavoro. A seguire alcuni piatti che saranno presentati nella nuova pubblicazione dello Chef, in uscita ad ottobre. Top and on right, Sergio Mei at work. Some dishes featured in the latest book by the Chef to be released in October (ph. Giovanni Panarotto).

29


autumnnews

Sergio Mei

la cucina italiana all’italiana esce la nuova pubblicazione dell’executive chef sergio mei The new book by Executive Chef Sergio Mei is out Così si intitola il nuovo libro di cucina realizzato da Sergio Mei, Executive Chef del Four Seasons Hotel Milano, in uscita il prossimo autunno per Reed Business Editore: un bellissimo testo di ricette ma non solo, un appassionato lavoro di ricerca volto a recuperare l’immenso patrimonio culinario del nostro Paese. Un’operazione culturale di grande interesse per la conoscenza della tradizione italiana più vera: proprio per questo, e dato l’universale apprezzamento per la nostra cucina, il libro si è meritato fin dal suo apparire una platea internazionale. Sarà infatti presentato alla prestigiosa “Buchmesse”, la Fiera del Libro di Francoforte, il prossimo 6 ottobre. “L’idea di scrivere un libro sulle ricette autentiche della cucina italiana è sorta da più stimoli. Il più forte è stato certamente il movente interiore, nato dall’amore per il lavoro della mia vita e per le persone che, grazie anche a questo, mi stanno a cuore; specialmente i più giovani. La ricerca delle nostre radici gastronomiche, che affondano nella nostra storia e cultura, è per me prima di tutto un’operazione affettiva. Voglio perciò dedicarla alle nuove leve, ai ragazzi che si affacciano ora alla professione, addirittura ai bambini: e qui penso anche ai miei nipotini, che amo moltissimo e nei quali vedo le prossime generazioni. Quanti bimbi si appassionano già, per gioco, al mondo meraviglioso che è la nostra cucina? Magari più di quello che pensiamo; affinché questo gioco bellissimo diventi qualcosa di più serio e profondo basta aiutarli a coltivarlo, far loro capire quanto è davvero bello e divertente scoprire la felicità di preparare e condividere del buon cibo. In Italia, abbiamo la fortuna dalla nostra: una tradizione culinaria ricca e straordinariamente varia; come potevo non ispirarmi a questo tesoro, a volte nascosto, a volte non visto? Questa è stata la mia prima motivazione. A ciò si sono aggiunte altre considerazioni, di carattere più strettamente professionale. La causa prossima, se devo individuarne una, è nata dalle domande e curiosità alle quali ho avuto più spesso l’occasione di rispondere durante i Corsi che tengo regolarmente, due volte l’anno, presso l’Ecole Lenôtre di Plaisir. Infine, desidero che questo sia un libro di storia, di cultura; un omaggio pieno di amore e rispetto per i nostri antenati, le nostre nonne, per la tradizione. Il mio sforzo è quello di salvarne la memoria, perché non perdano mai colore e vita. Mi impegno in questo compito senza pretese, ma con grande piacere, per mettere questo sapere semplice e grande a disposizione di quanti hanno voglia di conoscerlo e interpretarlo”. Sergio Mei

That is how Sergio Mei, chef of Four Seasons Hotel Milano, decided to call his latest book which will be released next fall by Reed Business Editore, a beautiful recipe book but also a passionate research into our country’s huge culinary heritage. A very interesting cultural operation aimed at spreading the knowledge of the most authentic Italian cooking tradition. That is why, and owing also to the worldwide recognition of Italian cuisine, the book was very well received by the international audience. The book, in fact, will be launched at the prestigious “Buchmesse”, the Frankfurt book fair, on October 6th. “The idea of writing a book on authentic Italian recipes came from several sources. The one thing I found to be the most inspiring was the love of my lifetime job and of the people whom I am fond of. The in-depth study of our culinary origins, which are deeply rooted in our history and culture, is, first of all, a sentimental operation. I wish, therefore, to dedicate it to the new generation, to the young people who are beginning a career as chefs, even to children: I’m thinking about my grandchildren whom I love deeply and think of as the future generation. How many children become keen on the wonderful world of Italian cooking through playing? Probably more than we realize. In order to make this wonderful game become something deeper and more permanent, we have to help them cultivate the interest in cooking, make them understand how fun it is to prepare and share good food. We Italians are lucky enough to have an extraordinarily rich and varied culinary tradition. How could I have not drawn inspiration from this treasure, at times hidden, at times ignored? This was my personal reason, but there are also some professional reasons for my book. I was very much inspired by the questions students asked me during the courses I teach twice a year at the Ecole Lenôtre of Plaisir. I wish my book to be a “history” book; a tribute of love and respect to our ancestors, to our grandmothers, to tradition and culture. I’m committed to keeping alive the memory of our cooking tradition and I do it unpretentiously but with great pleasure, in order to place this simple yet great knowledge to the disposal of those who wish to learn and explore more”. Sergio Mei 28

In alto e sotto a destra, due ritratti di Sergio Mei a lavoro. A seguire alcuni piatti che saranno presentati nella nuova pubblicazione dello Chef, in uscita ad ottobre. Top and on right, Sergio Mei at work. Some dishes featured in the latest book by the Chef to be released in October (ph. Giovanni Panarotto).

29


autumnevent

Lobby Lounge - Four Seasons Hotel Firenze

Un rituale d’elite ogni domenica ai Four Seasons every Sunday at the Four Seasons

Settembre. Tornano gli impegni quotidiani, ma le giornate sono ancora lunghe e la voglia di staccare un po’ continua a farsi sentire, soprattutto durante il fine settimana. Four Seasons risponde a questa esigenza con un momento davvero imperdibile: quello del brunch della domenica. Per questa pausa di piacere, nel cuore di Firenze e Milano vi attendono due proposte diverse e altrettanto interessanti. Al Four Seasons Hotel Firenze ad attendervi ci sono le creazioni dell’Executive Chef Vito Mollica, realizzate in collaborazione con i migliori produttori italiani. Ogni settimana infatti la proposta di un brunch a tema diverso, per mantenere lo stile e la qualità che contraddistinguono la cucina dell’hotel fiorentino e allo stesso tempo soddisfare ogni tipo di esigenza e curiosità culinaria. Oltre alla Lobby Lounge e al ristorante Il Palagio, i clienti possono accedere alle cucine dove lo Chef e il suo team, realizzando i piatti al momento, consigliano i giusti abbinamenti in un’atmosfera molto intima e piacevole. Un momento davvero per tutti: dalle giovani coppie che vogliono concedersi una giornata tutta per sè, a gruppi di amici che desiderano trascorrere la domenica in compagnia, e magari approfittare dell’ultimo sole autunnale per una bella passeggiata nel Giardino della Gherardesca. Ma anche le famiglie non mancano: i genitori possono concedersi un po’ di relax mentre i bambini hanno il loro spazio per giocare e divertirsi sotto lo sguardo attento di una babysitter. A partire da domenica 5 settembre riaprirà anche il brunch de Il Teatro, l’appuntamento del gusto delle domeniche milanesi. Lo Chef Sergio Mei e l’Executive Sous Chef Sebastiano Spriveri torneranno a deliziare tutti gli ospiti con le ‘Isole dei Sapori’. Dulcis in fundo, il finale a tutto cioccolato attenderà gli estimatori del cibo degli dei nell’ormai celebre Chocolate Room, che si presenta ora in una nuova versione: una galleria d’arte declinata al cacao. La decorazione della sala, ideata dallo Chef Pasticciere del Four Seasons Hotel Milano, si fa guardare come una mostra di quadri; la successione dei pannelli, naturalmente realizzati con “pittura” di cioccolato dalle più varie tonalità e sfumature, suscita quelle suggestioni visive ed emozionali che solo l’arte comunica. Ma l’arte moderna è spesso multisensoriale; e l’arte della pasticceria, che si avvale qui di una materia duttile come il cioccolato, sa raggiungere effetti di grande coinvolgimento partendo dallo stimolo visivo e poi creando infinite sensazioni attraverso i profumi, textures e sapori delle varie specialità. Infatti, dopo aver ammirato la Galleria, sarà ancora più difficile resistere alla tentazione di assaggiare tutte, ma proprio tutte. le delizie al cioccolato che gli artisti del Four Seasons avranno preparato.

September. Back to the packed schedule of daily commitments, more intensive and demanding than ever. The days are still long and the desire to take time off to relax continues, especially at the weekend. The Four Seasons responds to this need by offering a not to be missed occasion: Sunday brunch. For this pleasant break, two different and equally intriguing proposals await you in the heart of Florence and of Milan. At the Four Seasons Hotel Firenze the sweet and savoury creations of the Executive Chef Vito Mollica, concocted in collaboration with the best Tuscan and Italian producers, await you in the exclusive atmosphere of the Lobby Lounge. Every week, in fact, a different theme brunch is proposed, so as to maintain the style and quality that distinguish the cuisine of the Florentine hotel, and also to satisfy every kind of culinary demand and curiosity. In addition to the Lobby Lounge and the Il Palagio restaurant, guests are also invited to enter the kitchens, where the Chef and his team serve the dishes and recommend the food matches in a very intimate and pleasant atmosphere. This is truly a perfect occasion for everyone: from young couples who wish to indulge in a delightful day spent in an intimate and elegant ambience, to groups of friends who want to spend Sunday in company, and maybe take advantage of the last autumn sun to take a stroll in the fine Gherardesca Garden. And it’s also a perfect choice for families, since the parents can relax while the children have their own play area where they can enjoy themselves under the watchful eye of a babysitter. Starting from Sunday 5 September, brunch will be launched again at Il Teatro, reinstating the Milanese Sunday appointment with flavour. The Chef Sergio Mei and the Executive Sous Chef Sebastiano Spriveri return to titillate the taste-buds of all the guests with the ‘Isole dei Sapori’. Dulcis in fundo, the all-chocolate finale awaits the aficionados of the food of the gods in the famous Chocolate Room, now restyled with a new decor: an art gallery on the keynote of cocoa. The decoration of the room designed by the Pastry Chef of the Four Seasons Hotel Milan has all the appearance of a painting exhibition; the series of panels, obviously created through chocolate “painting” in the most varied tones and shades, triggers the visual and emotional suggestions that art alone can convey. But then modern art is frequently multisensory, and the art of confectionery, which draws upon a ductile material such as chocolate, can achieve extremely striking effects starting from the visual stimulus and then creating infinite sensations through the perfumes, textures and flavours of the various specialities. After having admired the Gallery, it will be even more difficult to resist the temptation to try every last one of the chocolate delights that the artists of Four Seasons have masterfully devised. 30

In alto e sotto a destra, due immagini della Galleria d’Arte di Cioccolato del Four Seasons Hotel Milano. In basso a sinistra, un dettaglio del brunch al Four Seasons Hotel Firenze Top and below on right, the Chocolate Art Gallery of Four Seasons Hotel Milano. Below on left, the brunch at Four Seasons Hotel Firenze 31


autumnevent

Lobby Lounge - Four Seasons Hotel Firenze

Un rituale d’elite ogni domenica ai Four Seasons every Sunday at the Four Seasons

Settembre. Tornano gli impegni quotidiani, ma le giornate sono ancora lunghe e la voglia di staccare un po’ continua a farsi sentire, soprattutto durante il fine settimana. Four Seasons risponde a questa esigenza con un momento davvero imperdibile: quello del brunch della domenica. Per questa pausa di piacere, nel cuore di Firenze e Milano vi attendono due proposte diverse e altrettanto interessanti. Al Four Seasons Hotel Firenze ad attendervi ci sono le creazioni dell’Executive Chef Vito Mollica, realizzate in collaborazione con i migliori produttori italiani. Ogni settimana infatti la proposta di un brunch a tema diverso, per mantenere lo stile e la qualità che contraddistinguono la cucina dell’hotel fiorentino e allo stesso tempo soddisfare ogni tipo di esigenza e curiosità culinaria. Oltre alla Lobby Lounge e al ristorante Il Palagio, i clienti possono accedere alle cucine dove lo Chef e il suo team, realizzando i piatti al momento, consigliano i giusti abbinamenti in un’atmosfera molto intima e piacevole. Un momento davvero per tutti: dalle giovani coppie che vogliono concedersi una giornata tutta per sè, a gruppi di amici che desiderano trascorrere la domenica in compagnia, e magari approfittare dell’ultimo sole autunnale per una bella passeggiata nel Giardino della Gherardesca. Ma anche le famiglie non mancano: i genitori possono concedersi un po’ di relax mentre i bambini hanno il loro spazio per giocare e divertirsi sotto lo sguardo attento di una babysitter. A partire da domenica 5 settembre riaprirà anche il brunch de Il Teatro, l’appuntamento del gusto delle domeniche milanesi. Lo Chef Sergio Mei e l’Executive Sous Chef Sebastiano Spriveri torneranno a deliziare tutti gli ospiti con le ‘Isole dei Sapori’. Dulcis in fundo, il finale a tutto cioccolato attenderà gli estimatori del cibo degli dei nell’ormai celebre Chocolate Room, che si presenta ora in una nuova versione: una galleria d’arte declinata al cacao. La decorazione della sala, ideata dallo Chef Pasticciere del Four Seasons Hotel Milano, si fa guardare come una mostra di quadri; la successione dei pannelli, naturalmente realizzati con “pittura” di cioccolato dalle più varie tonalità e sfumature, suscita quelle suggestioni visive ed emozionali che solo l’arte comunica. Ma l’arte moderna è spesso multisensoriale; e l’arte della pasticceria, che si avvale qui di una materia duttile come il cioccolato, sa raggiungere effetti di grande coinvolgimento partendo dallo stimolo visivo e poi creando infinite sensazioni attraverso i profumi, textures e sapori delle varie specialità. Infatti, dopo aver ammirato la Galleria, sarà ancora più difficile resistere alla tentazione di assaggiare tutte, ma proprio tutte. le delizie al cioccolato che gli artisti del Four Seasons avranno preparato.

September. Back to the packed schedule of daily commitments, more intensive and demanding than ever. The days are still long and the desire to take time off to relax continues, especially at the weekend. The Four Seasons responds to this need by offering a not to be missed occasion: Sunday brunch. For this pleasant break, two different and equally intriguing proposals await you in the heart of Florence and of Milan. At the Four Seasons Hotel Firenze the sweet and savoury creations of the Executive Chef Vito Mollica, concocted in collaboration with the best Tuscan and Italian producers, await you in the exclusive atmosphere of the Lobby Lounge. Every week, in fact, a different theme brunch is proposed, so as to maintain the style and quality that distinguish the cuisine of the Florentine hotel, and also to satisfy every kind of culinary demand and curiosity. In addition to the Lobby Lounge and the Il Palagio restaurant, guests are also invited to enter the kitchens, where the Chef and his team serve the dishes and recommend the food matches in a very intimate and pleasant atmosphere. This is truly a perfect occasion for everyone: from young couples who wish to indulge in a delightful day spent in an intimate and elegant ambience, to groups of friends who want to spend Sunday in company, and maybe take advantage of the last autumn sun to take a stroll in the fine Gherardesca Garden. And it’s also a perfect choice for families, since the parents can relax while the children have their own play area where they can enjoy themselves under the watchful eye of a babysitter. Starting from Sunday 5 September, brunch will be launched again at Il Teatro, reinstating the Milanese Sunday appointment with flavour. The Chef Sergio Mei and the Executive Sous Chef Sebastiano Spriveri return to titillate the taste-buds of all the guests with the ‘Isole dei Sapori’. Dulcis in fundo, the all-chocolate finale awaits the aficionados of the food of the gods in the famous Chocolate Room, now restyled with a new decor: an art gallery on the keynote of cocoa. The decoration of the room designed by the Pastry Chef of the Four Seasons Hotel Milan has all the appearance of a painting exhibition; the series of panels, obviously created through chocolate “painting” in the most varied tones and shades, triggers the visual and emotional suggestions that art alone can convey. But then modern art is frequently multisensory, and the art of confectionery, which draws upon a ductile material such as chocolate, can achieve extremely striking effects starting from the visual stimulus and then creating infinite sensations through the perfumes, textures and flavours of the various specialities. After having admired the Gallery, it will be even more difficult to resist the temptation to try every last one of the chocolate delights that the artists of Four Seasons have masterfully devised. 30

In alto e sotto a destra, due immagini della Galleria d’Arte di Cioccolato del Four Seasons Hotel Milano. In basso a sinistra, un dettaglio del brunch al Four Seasons Hotel Firenze Top and below on right, the Chocolate Art Gallery of Four Seasons Hotel Milano. Below on left, the brunch at Four Seasons Hotel Firenze 31


autumnwellness

benessere autunnale i trattamenti del four seasons hotel firenze THE TREATMENTS OF FOUR SEASONS HOTEL FIRENZE

Il corpo e la sua cura si rendono unici protagonisti della Spa immersa dentro il parco secolare del Four Seasons Hotel Firenze. Sensazioni di benessere che si trasformano in oasi di relax anche per la mente dove la sfera fisica ed emotiva si fondono, dispiegando momenti indimenticabili. L’Iris, fiore dalle alte proprietà officinali nonché simbolo fiorentino per eccellenza, ci regala le sue inconfondibili peculiarità. In collaborazione con la storica Officina Profumo - Farmaceutica S. Maria Novella nascono trattamenti esclusivi che lo esaltano. IriSensationS è un trattamento ricco e completo per tutto il corpo. La pura naturalezza dell’acqua floreale coccola la superficie corporea, preparandola ad essere rigenerata con lo scrub a base di polvere di Ireos: polvere profumata ottenuta attraverso i rizomi essiccati dell’Iris. Un impacco energizzante a base di crema all’Arnica e un massaggio rilassante con oli naturali di giaggiolo, concludono questo percorso rilassante, lasciando la pelle morbida e vellutata. Con IriEmotionS il naturale equilibrio del corpo viene ricercato incanalando l’energia delle estremità - testa, mani e piedi - verso il cuore. In questo viaggio di benessere psicofisico la polvere d’Ireos è utilizzata per eliminare con delicatezza ogni impurità dalla pelle del viso, mani e piedi che vengono poi trattati in profondità con i prodotti appositamente studiati dai laboratori dell’Officina Profumo-Farmaceutica S. Maria Novella. Le tensioni quotidiane verranno così abbattute in momenti di armonico piacere.

Special body treatments are performed in the Spa nestled in Four Seasons Hotel Firenze’s century-old garden. A journey of complete wellbeing and relaxation for both the body and mind offering unforgettable moments of bliss. The iris, known for its officinal properties and the symbol of Florence “par excellence”, is a flower having special characteristics. With the collaboration of Officina Profumo Farmaceutica S. Maria Novella, it is used to create exclusive body treatments. IriSensationS is a rich and complete body treatment. The pure and natural floral water cuddles the skin and prepares it for a scrub with Ireos, a delicately scented powder obtained from dried iris rhizomes. An energizing pack with arnica cream and a relaxing massage with natural iris oils conclude this regenerating treatment which leaves the skin soft and velvety. Through IriEmotionS, the energy of the extremities- head, hands and feet- is channeled towards the heart, re-establishing the body’s natural balance. In this journey of psychophysical wellbeing, Ireos powder is used to gently remove skin impurities from face, hands and feet which are then treated in depth with products specially made by Officina Profumo-Farmaceutica S. Maria Novella. Mental and physical strain will be eliminated by experiencing moments of harmonious pleasure.In addition to the 32

Accanto ai trattamenti Signature, sono due le novità proposte nella Spa dell’hotel: due trattamenti che offrono risultati visibili già dalla prima seduta. Quello Modellante/Tonificante unisce ad una esfoliazione del corpo un siero modellante che viene massaggiato prima dell’applicazione di una speciale maschera di alginato che distende e tonifica la pelle. Il trattamento Drenante/Anticellulite sfrutta i principi attivi dello speciale siero drenante accompagnato dalla maschera di fango che, sposandosi con l’abilità di mani esperte nel massaggio, ridisegna la silhouette. Un bouquet di esperienze emozionali davvero per ogni esigenza, ottime anche come idee regalo.

Signature treatments, the hotel’s spa offers two new treatments which ensure evident results from the very first session. The Body Shaping/Invigorating treatment combines a body scrub and a shaping serum which is rubbed in before the application of a special alginate mask that relaxes and tones up the skin.The Draining/Anticellulite treatment exploits the active principles of a special draining serum and is combined with a skillfully applied mud mask which reshapes the body. A bouquet of emotional experiences which suits all tastes and needs and is also the ideal gift to treat someone special.

offerte e promozioni con la membership del four seasons hotel firenze Special offers and promotions with Four Seasons Hotel Firenze’s Membership

Per beneficiare nel migliore dei modi delle numerose offerte della Spa del Four Seasons Hotel Firenze, è possibile usufruire della Membership: abbonamenti mensili, trimestrali, semestrali o annuali che consentono di usufruire dei servizi in maniera personalizzata ed esclusiva. Tutti coloro che contatteranno il Four Seasons Hotel Firenze per una membership annuale (facendo riferimento a questo articolo di Seasonings Italia) potranno avere il 20% di sconto sul prezzo totale nei mesi di settembre, ottobre e novembre. One can take advantage of the Membership, in order to benefit from the many special offers of Four Seasons Hotel Firenze’s Spa: monthly, quarterly, sixmonthly or yearly subscriptions which offer the chance to benefit from personalized and exclusive services.Those who will contact Four Seasons Hotel Firenze for a year’s membership (referring to this article of Seasonings Italia) will be offered a 20% discount on total price in the months of September, October and November.

33


autumnwellness

benessere autunnale i trattamenti del four seasons hotel firenze THE TREATMENTS OF FOUR SEASONS HOTEL FIRENZE

Il corpo e la sua cura si rendono unici protagonisti della Spa immersa dentro il parco secolare del Four Seasons Hotel Firenze. Sensazioni di benessere che si trasformano in oasi di relax anche per la mente dove la sfera fisica ed emotiva si fondono, dispiegando momenti indimenticabili. L’Iris, fiore dalle alte proprietà officinali nonché simbolo fiorentino per eccellenza, ci regala le sue inconfondibili peculiarità. In collaborazione con la storica Officina Profumo - Farmaceutica S. Maria Novella nascono trattamenti esclusivi che lo esaltano. IriSensationS è un trattamento ricco e completo per tutto il corpo. La pura naturalezza dell’acqua floreale coccola la superficie corporea, preparandola ad essere rigenerata con lo scrub a base di polvere di Ireos: polvere profumata ottenuta attraverso i rizomi essiccati dell’Iris. Un impacco energizzante a base di crema all’Arnica e un massaggio rilassante con oli naturali di giaggiolo, concludono questo percorso rilassante, lasciando la pelle morbida e vellutata. Con IriEmotionS il naturale equilibrio del corpo viene ricercato incanalando l’energia delle estremità - testa, mani e piedi - verso il cuore. In questo viaggio di benessere psicofisico la polvere d’Ireos è utilizzata per eliminare con delicatezza ogni impurità dalla pelle del viso, mani e piedi che vengono poi trattati in profondità con i prodotti appositamente studiati dai laboratori dell’Officina Profumo-Farmaceutica S. Maria Novella. Le tensioni quotidiane verranno così abbattute in momenti di armonico piacere.

Special body treatments are performed in the Spa nestled in Four Seasons Hotel Firenze’s century-old garden. A journey of complete wellbeing and relaxation for both the body and mind offering unforgettable moments of bliss. The iris, known for its officinal properties and the symbol of Florence “par excellence”, is a flower having special characteristics. With the collaboration of Officina Profumo Farmaceutica S. Maria Novella, it is used to create exclusive body treatments. IriSensationS is a rich and complete body treatment. The pure and natural floral water cuddles the skin and prepares it for a scrub with Ireos, a delicately scented powder obtained from dried iris rhizomes. An energizing pack with arnica cream and a relaxing massage with natural iris oils conclude this regenerating treatment which leaves the skin soft and velvety. Through IriEmotionS, the energy of the extremities- head, hands and feet- is channeled towards the heart, re-establishing the body’s natural balance. In this journey of psychophysical wellbeing, Ireos powder is used to gently remove skin impurities from face, hands and feet which are then treated in depth with products specially made by Officina Profumo-Farmaceutica S. Maria Novella. Mental and physical strain will be eliminated by experiencing moments of harmonious pleasure.In addition to the 32

Accanto ai trattamenti Signature, sono due le novità proposte nella Spa dell’hotel: due trattamenti che offrono risultati visibili già dalla prima seduta. Quello Modellante/Tonificante unisce ad una esfoliazione del corpo un siero modellante che viene massaggiato prima dell’applicazione di una speciale maschera di alginato che distende e tonifica la pelle. Il trattamento Drenante/Anticellulite sfrutta i principi attivi dello speciale siero drenante accompagnato dalla maschera di fango che, sposandosi con l’abilità di mani esperte nel massaggio, ridisegna la silhouette. Un bouquet di esperienze emozionali davvero per ogni esigenza, ottime anche come idee regalo.

Signature treatments, the hotel’s spa offers two new treatments which ensure evident results from the very first session. The Body Shaping/Invigorating treatment combines a body scrub and a shaping serum which is rubbed in before the application of a special alginate mask that relaxes and tones up the skin.The Draining/Anticellulite treatment exploits the active principles of a special draining serum and is combined with a skillfully applied mud mask which reshapes the body. A bouquet of emotional experiences which suits all tastes and needs and is also the ideal gift to treat someone special.

offerte e promozioni con la membership del four seasons hotel firenze Special offers and promotions with Four Seasons Hotel Firenze’s Membership

Per beneficiare nel migliore dei modi delle numerose offerte della Spa del Four Seasons Hotel Firenze, è possibile usufruire della Membership: abbonamenti mensili, trimestrali, semestrali o annuali che consentono di usufruire dei servizi in maniera personalizzata ed esclusiva. Tutti coloro che contatteranno il Four Seasons Hotel Firenze per una membership annuale (facendo riferimento a questo articolo di Seasonings Italia) potranno avere il 20% di sconto sul prezzo totale nei mesi di settembre, ottobre e novembre. One can take advantage of the Membership, in order to benefit from the many special offers of Four Seasons Hotel Firenze’s Spa: monthly, quarterly, sixmonthly or yearly subscriptions which offer the chance to benefit from personalized and exclusive services.Those who will contact Four Seasons Hotel Firenze for a year’s membership (referring to this article of Seasonings Italia) will be offered a 20% discount on total price in the months of September, October and November.

33


gli appuntamenti da non perdere

il resoconto degli eventi di Four Seasons hotel firenze e milano DETAILED ACCOUNT OF THE EVENTS AT FOUR SEASONS HOTEL FIRENZE AND MILANO

Four Seasons Hotel Firenze

Four Seasons Hotel Milano

The Reds and The White Venerdì 26 novembre Aperitivo ore 19.30 - Cena ore 20.30 Euro 150.00

Barolo 2006 e Tartufo Venerdì 26 novembre Salone delle Feste Aperitivo ore 19.00 - Cena ore 20.30 Euro 155.00

Wine tasting Ogni giorno Winery Dalle ore 19.00 A partire da Euro 32.00 Rituale d’elite Ogni domenica Lobby Lounge/Il Palagio A partire dalle ore 12.30 Euro 70.00 (vini pre-selezionati inclusi) Euro 25.00 (bambini 6-10 anni) Ospiti i bambini da 0 a 5 anni The Reds and The White Friday 26 November Aperitif at 7.30 pm Dinner at 8.30 pm Euro 150.00 Wine tasting Every day Winery From 7.00 pm Starting from Euro 32.00 Elite ritual Every Sunday Lobby Lounge/Il Palagio 12.30 pm Euro 70.00 (pre-selected wines included) Euro 25.00 (children from 6 to 10 years) Children under 5 years will be free of charge

Alla Scuola di Sergio Mei A partire da sabato 11 settembre Spazio didattico della cucina Dalle ore 8.45 Euro 100.00 - Due o più lezioni: Euro 90.00 ciascuna Il Brunch del Teatro - Rituale d’elite Ogni domenica Ristorante Il Teatro A partire dalle ore 11.45 Euro 70.00 (vini esclusi) Euro 35.00 (bambini da 5 a 11 anni) Barolo 2006 and Truffle Friday 26 November Salone delle Feste Aperitif 7.00 pm - Dinner 8.30 pm Euro 155.00 Learning from Sergio Mei From Saturday 11 September Educational area of the kitchen 8.45 am Euro 100.00 one lesson - Two or more: Euro 90.00 each lesson Brunch at Il Teatro - Elite ritual Every Sunday Il Teatro restaurant Starting from 11.45 am Euro 70.00 (wines excluded) Euro 35.00 (children from 5 to 11 years)


Seasoning Autunno 2010