Page 11

Le mappe dell’impresa, del commercio e della concorrenza vengono trasformate dai processi della globalizzazione, che disegnano nuovi schemi anche nella co noscenza, nelle competenze, nelle pro fessioni e nelle relazioni consulenziali. Nel Mediterraneo il Mezzogiorno d’Italia e la sua economia possono svolgere un ruolo baricentrico, ma perché questa vo cazione si realizzi appieno occorrono vi sione, strumenti, organizzazione: profes sionisti adeguatamente formati possono dare un contributo determinante in tale prospettiva. )L MODELLO EURO MEDITERRANEO INTRODOTTO dal “processo di Barcellona” chiedeva alle burocrazie di fungere da motore per favorire il commercio tra le due sponde del Mare Nostrum. Questa assunzione, errata, ha provocato un diffuso immo bilismo, che va al più presto superato AFÚNCHÁ LO SPAZIO MEDITERRANEO PARTE cipi attivamente, e da protagonista, alla rivoluzione della competizione globale. Una rivoluzione, quest’ultima, che si è basata sulle imprese, sugli investimenti

e sui contratti e che ha la sua cornice pubblica nelle regole dell’Organizzazio ne Mondiale del Commercio. Nel nuovo scenario gli Stati, le leggi e gli apparati nazionali vedono ridotto il proprio ruolo: da anni, i professionisti di tutto il mondo, fornendo servizi perso nalizzati alle imprese, disegnano, con LA LORO OPERA  LA ÚTTA TRAMA DI ACCORDI  regole e procedure di cui si alimenta la crescita continua del mercato interna zionale. Nell’area del Mediterraneo le spinte della globalizzazione sono sog gette a criticità ulteriori, per la nota forza e varietà delle tradizioni culturali che vi operano. Anche in questa realtà, di cui il Mezzogiorno è parte, il professionista può dunque svolgere oggi, operando ALLmINTERNO DELLA PROPRIA ÚLIERA ÚDUCIARIA  un ruolo cruciale, di impulso proattivo al servizio delle imprese, promuovendo connessioni, sviluppo, armonia. I Giovani imprenditori, commercialisti ed avvocati della provincia di Caserta hanno siglato un Protocollo d’Intesa, scegliendo di avviare una collaborazio

ne, stabile e strutturata, per compiere, insieme, un salto di qualità nelle relazio ni internazionali, a partire dall’area del Mediterraneo.

Il progetto mira a favorire l’impresa e lo sviluppo delle aziende e dell’economia del Mezzogiorno, agendo sulla leva che, soprattutto nel tessuto socioeconomico del Mediterraneo, i professionisti e le professionalità possono rappresentare.

L’Istituto di Studi Internazionali per gli Scambi (Isis) svolgerà un ruolo di “fa CILITATOREo AI ÚNI DELLmATTUAZIONE DEL PRO gramma.

Il workshop di oggi è la tappa iniziale di questo cammino.

Profile for frisklabs Frisk Labs

Sbordone  

Sbordone studio

Sbordone  

Sbordone studio

Advertisement