Page 1

DONATORI DI SANGUE N. 2 Luglio 2017 - Anno XXIX

POSTEL - PREMIUM PRESS

Trimestrale della Consociazione Nazionale dei Gruppi Donatori di Sangue FRATRES delle Misericordie d’Italia

Assemblea Nazionale Fratres

(segue a pag. 2)

INDICE ATTIVITÀ NAZIONALE Assemblea Nazionale Fratres, p. 1 Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, p. 6 Premio Nazionale “Gianmichele Maffei”, p. 8 Notizie dagli Organi Territoriali, p. 9

NOTIZIE DAI GRUPPI, p. 14 Notizie dai Giovani Fratres, p. 12 Il Comitato di Redazione informa, p. 13 La famiglia Fratres cresce..., p. 13


ATTIVITÀ NAZIONALE Registrato un boom di presenze alla 47a Assemblea Nazionale dei Gruppi Donatori di Sangue FRATRES (in alto a destra la locandina artistica dell’evento) svoltasi nell’incantevole cornice della costiera amalfitana, presso il Lloyd’s Baia Hotel di Vietri sul Mare (Salerno), che ha accolto oltre 400 persone, prenotatesi in tale struttura ed in quelle adiacenti, tra i rappresentanti dei Gruppi Donatori di Sangue FRATRES, sia campani che provenienti dalle altre 13 regioni d’Italia dove la FRATRES è presente, nonché i dirigenti nazionali e territoriali del movimento e le Autorità, locali, regionali e nazionali, del settore socio-sanitario e del Volontariato Associazionistico in genere. Venerdì 19 Maggio 2017 alle ore 10.30 presso il medesimo Hotel si è tenuta la Conferenza Stampa di presentazione, con buffet e consegna di un piccolo presente associativo. La tre giorni si è aperta quindi pubblicamente alle ore 15 con il prestigioso Convegno Nazionale – patrocinato dal Centro Nazionale Sangue, dall’Assessorato Istruzione, Politiche Sociali e Sport della Regione Campania e dai Centri di Servizio per il Volontariato CSV Irpinia Solidale e SODALIS CSV Salerno – incentrato sul buon uso del sangue e degli emocomponenti ed al quale hanno partecipato anche il Direttore del Centro Nazionale Sangue, Dott. Giancarlo Maria Liumbruno, il Direttore del Centro Regionale Sangue della Campania, Prof. Nicola Scarpato, e gli altri Direttori dei Centri Regionali Sangue, o loro delegati, nonché altre autorevoli rappresentanze del settore trasfusionale ed associazionistico operanti dove la FRATRES ha propri Organi Territoriali.

“Esprimiamo grande soddisfazione per il record di presenze registrato – ha dichiarato il Presidente Na-

zionale FRATRES, Sergio Ballestracci (vedi foto in basso a destra durante l’intervista effettuata dal giornalista Pippo Cavallo) – puntavamo infatti ad

avere, quest’anno, una platea d’eccezione in considerazione, oltre che per la concertazione e condivisone delle linee programmatiche dirigenziali che sono proposte, dibattute ed approvate anche per dare ampio risalto alle previste cerimonie di premiazione, soprattutto del Convegno sul buon uso del sangue ed emocomponenti, coordinato scientificamente, con sapiente impegno, dal Consulente Sanitario Nazionale FRATRES, Dott. Michele Santodirocco, ripreso dall’emittente televisiva “Viva l’italia Channel”, canale 879 di SKY, e durante il quale è stato presentato come previsto, alle telecamere di tale emittente, il rinnovato parco mezzi

2


consociativo, implementato grazie anche all’utilizzo del Fondo Nazionale per le Unità di Raccolta Associative FRATRES istituito tre anni fa, e finalizzato alla promozione ed alla donazione del sangue “a km zero”!” (in alto a destra un fotogramma del video di parte del citato parco mezzi realizzato dal drone dell’emittente televisiva)

Il Sabato è stato invece dedicato completamente ai lavori associativi con la relazione delle attività, il conferimento di uno speciale riconoscimento nazionale per meriti associativi a Luigi Cardini, già Presidente Nazionale FRATRES dal 2003 al 2015, le relazioni sui bilanci, l’illustrazione di progetti per le future attività, formative e promozionali, l’analisi dei dati statistici – con la premiazione dei Gruppi aventi registrato i maggiori fattori di crescita settoriali rispetto all’anno precedente che sono stati: Gruppo Fratres “Policlinico” di Bari, per aver registrato il più grande FATTORE DI CRESCITA DONATORI ATTIVI NELLA FASCIA D’ETA’ 18-45 – ben il 135% in più, Gruppo Fratres di Chiesina Uzzanese (PT), per aver registrato il più grande FATTORE DI CRESCITA INDICE DI DONAZIONE – ben l’88% in più, Gruppo Fratres di Catania - San Leone, per aver registrato il più grande FATTORE DI CRESCITA DONAZIONI COMPLESSIVE – ben il 153% in più, Gruppo Fratres di Prato, per aver registrato il più grande FATTORE DI CRESCITA DONATORI IMMIGRATI DA ALTRE NAZIONI – ben il 356% in più e Gruppo Fratres di Castelfranco di Sopra (AR) per aver registrato il più grande FATTORE DI CRESCITA DONATORI – ben il 211% in più. Si è quindi tenuto il dibattito e poi la cena sociale. Durante la giornata sono stati attivi stand informativi settoriali volti a favorire le attività associative da attuare poi sul territorio creando relazioni utili al movimento.

Sotto si riportano due momenti della citata Conferenza Stampa di presentazione dell’Assemblea.

“Anche quest’anno, purtroppo, si è registrato un calo delle donazioni di sangue, fortunatamente però più modesto degli anni precedenti – prosegue il Presidente Ballestracci – c’è quindi ancor più bisogno di coinvolgere la popolazione – in particolare le nuove generazioni – facendo comprendere come la donazione del sangue sia, oltre che un gesto necessario, anche un segno di responsabilità verso il prossimo. Infatti ogni giorno in Italia circa 1.800 persone hanno bisogno di trasfusioni, per un totale di quasi 8.200 unità di sangue. Il sangue ed i suoi componenti rappresentano perciò una risorsa indispensabile per la cura dei pazienti ed ogni cittadino idoneo alla donazione ha il dovere di contribuire affinché questo prezioso bene sia sempre disponibile in tutte le strutture sanitarie del Paese. Non a caso, sulla scia della Campagna Promozionale che abbiamo lanciato lo scorso anno “CerchiamoDonatoridiSangue#ConOgniMezzo”, abbiamo intitolato l’Assemblea

3


di quest’anno “FRATRES: CON OGNI MEZZO VERSO IL PROGRESSO”. Progresso che per la FRATRES si traduce nel raggiungere l’auspicato aumento di donazioni, salvaguardando la sicurezza ma agevolando i Donatori delle località più distanti dalle Unità di Raccolta Fisse, pubbliche o associative, nell’interesse primario del prossimo bisognoso.” Nella mattina della giornata conclusiva di Domenica si è tenuta la sfilata dei rappresentanti dei Gruppi Donatori di Sangue FRATRES con i rispettivi labari sociali fino a raggiungere la locale chiesa per partecipare alla Santa Messa delle ore 9.30. (vedi

foto in copertina ed in chiusura del reportage fotografico dedicato che segue)

In alto a destra il tavolo della Presidenza del citato Convegno del Venerdì , sotto tale foto quella del Direttore del Centro Nazionale Sangue, Dott. Giancarlo Maria Liumbruno, omaggiato di un fermacarte Fratres in cristallo dal Consulente Sanitario Nazionale Fratres, Dott. Michele Santodirocco, Coordinatore Scientifico del Convegno. In basso la foto a fine Convegno di una rappresentanza del Consiglio Nazionale Fratres con gli illustri relatori e moderatori.

4


In alto a sinistra la foto del tavolo della Presidenza Asssembleare del Sabato con in piedi il Presidente dell’Assemblea, Benedetto Mazzariello, Presidente del Gruppo Fratres Vallo di Diano - Sala Consilina (SA), in basso la foto della torta con logo Fratres di chiusura della cena sociale del Sabato, ancora piĂš in basso alcune foto della sďŹ lata dei labari idi Domenica per le vie di Vietri Sul Mare.

5


Giornata Mondiale del Donatore di Sangue Oltre 200 donatori e responsabili delle quattro Associazioni e Federazioni di Donatori di Sangue riconosciute a livello nazionale e riunite nel CIVIS (AVIS, C.R.I. FIDAS e FRATRES), di cui oltre 50 in rappresentanza della FRATRES, erano presenti, Mercoledì 14 Giugno 2017 all’Auditorium “Biagio d’Alba” del Ministero della Salute sito a Roma in Viale Giorgio Ribotta, 5. Alla presenza del Ministro della Salute, on. Beatrice Lorenzin (vedi foto in basso a destra), del Direttore del Centro Nazionale Sangue (CNS), dott. Giancarlo Maria Liumbruno, del Direttore del Centro Nazionale Trapianti, Dott. Alessandro Nanni Costa, del Direttore dell’Ufficio 7, Trapianti, Sangue ed Emocomponenti, Dr.ssa Maria Rita Tamburrini, del Presidente Nazionale FRATRES nonché Coordinatore pro tempore del CIVIS, Sergio Ballestracci, del Presidente Nazionale FIDAS, Aldo Ozino Caligaris, del Presidente Nazionale AVIS, Vincenzo Saturni, del Vice Presidente Nazionale di CROCE ROSSA ITALIANA, Gabriele Bellocchi, di altre rappresentanze del Sistema Trasfusionale Italiano e di quello interassociativo del settore nonchè di donatori e di pazienti talassemici, che hanno portato le rispettive testimonianze, tra cui quella della Coordinatrice della Consulta Nazionale Giovani FRATRES, Valeria Turelli, con la moderazione tecnica degli interventi curata dal Funzionario Nazionale FRATRES, Christian Basagni, si è celebrata, a livello nazionale, la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, appuntamento istituito nel 2004 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). La data scelta per celebrare il grande gesto di solidarietà e responsabilità che proviene dai Donatori Volontari di Sangue non è casuale: infatti il 14 Giugno ricorre la nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni. Certamente il Sistema Trasfusionale Italiano negli ultimi anni ha raggiunto un livello di qualità in grado di garantire a tutti i pazienti la terapia trasfusionale. La base di questo Sistema è incentrata sul dono che ogni giorno i donatori e le donatrici fanno in maniera generosa e disinteressata. Le Associazioni e Federazioni dei Donatori di Sangue riunite nel CIVIS operano sul territorio nazionale riunendo oltre 1 milione e 700mila Donatori Volontari Periodici che nell’anno 2016 hanno donato oltre 3.036.600 unità di sangue ed emocomponenti. Il sangue ed i suoi componenti rappresentano infatti una risorsa indispensabile per la cura dei cittadini ed ognuno ha il dovere civico di contribuire affinché questo bene prezioso sia sempre disponibile in tutte le strutture sanitarie del Paese. Ogni giorno infatti in Italia circa 1.800 pazienti hanno bisogno di trasfusioni a seguito di malattie, trapianti, interventi chirurgici o incidenti, per un totale di quasi 8.200 unità di sangue che provengono unicamente da quanti volontariamente hanno deciso di donarle.

“Give blood. Give now. Give often” cioè “Dona sangue. Dona ora. Dona spesso” (vedi locandine in alto a destra) è lo slogan che è stato individuato quest’anno dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (per maggiori informazioni visitare il sito http://www.who.int/campaigns/world-blood-donor-day/2017/event/en/) che non a caso richiama, con la parola “often” cioè“spesso” la frequenza del dono non legato all’emergenza o all’emotività di un momento, bensì periodico. Proprio per questo la donazione periodica, volontaria, anonima, gratuita, responsabile, associata e programmata è la miglior modalità per sostenere il Servizio Sanitario e le necessità trasfusionali, garantendo la piena fruizione del Diritto alla Salute come sancito dall’Art. 32 della Costituzione della Repubblica Italiana.

6


La celebrazione Mondiale della Giornata di quest’anno si è tenuta invece ad Hanoi ed è stata organizzata con la collaborazione dell’Istituto Nazionale di Ematologia e Medicina Trasfusionale del Vietnam (NIHBT).

In basso, da sinistra verso destra, nella prima riga dall’alto gli interventi del Presidente Nazionale FRATRES, Sergio Ballestracci, Coordinatore pro tempore del CIVIS e della Coordinatrice della Consulta Nazionale Giovani FRATRES, Valeria Turelli, nella seconda riga l’intervento introduttivo del moderatore tecnico della celebrazione, Funzionario Nazionale Fratres, Christian Basagni, ed un particolare della platea mentre più in basso una foto panoramica di gruppo a fine evento.

7


Premio Nazionale “Gianmichele Maffei” Quest’anno il Premio Nazionale “Volontariato e Solidarietà Gianmichele Maffei” è stato nuovamente consegnato all’interno della manifestazione organizzata dal Gruppo Fratres San Romano, intestato al compianto Gianmichele Maffei, già Amministratore Nazionale Fratres, denominata “Cuori Sotto le Stelle” che si svolge tutti gli anni nell’ultima settimana di Giugno. Un momento di festa e aggregazione, nata e portata avanti per la pubblicizzare la donazione del sangue e l’attività del Gruppo, anche se le difficoltà organizzative e reperimento di forza lavoro negli ultimi anni risultano sempre maggiori. Il Premio, dopo un’attenta analisi della candidature, fra le quali anche quelle raccolte in occasione dell’Assemblea Nazionale Fratres di cui all’articolo di apertura rivista, è stato assegnato, all’unanimità, alla gruppo “Usar Medium” dei Vigili del Fuoco di Pisa (al centro nelle foto), che si sono contraddistinti nelle operazioni di salvataggio all’Hotel Rigopiano a Farindola. Il Premio “Solidarietà e Volontariato” è stato assegnato con la seguente motivazione: “per riconoscere la professionali-

tà e il coraggio dimostrato nel salvataggio delle persone rimaste imprigionate sotto le macerie dell’albergo di Rigopiano“.

Alla consegna del Premio hanno partecipato i membri del Gruppo Fratres San Romano, per il Consiglio Nazionale FRATRES il Segretario Giancarlo Bozzi (nella foto a fianco in prima fila accanto al Vigile che tiene in mano il Premio), i figli del compianto Gianmichele Maffei, il Sindaco del Comune di Montopoli in Val d’Arno e il Maresciallo Santo Faiella, comandante della Stazione locale. A ritirare il premio erano presenti due membri del gruppo USAR del comando dei VVF di Pisa, il vigile Susini Alessandro e il vigile Carmelo Rigano. E’ stato un momento veramente toccante, nel racconto dei due Vigili del Fuoco, che hanno riportato, con voce tremante, alcuni passaggi di quella spedizione, le condizioni di lavoro estenuanti, difficili, pericolose, fino alla gioia del primo contatto con i superstiti e il salvataggio di alcune di loro. Particolarmente commosso il vigile Carmelo Rigano, che è stato colui che per primo ha avuto il contatto con le persone ancora in vita sotto le macerie, e è stato colui che ha portato fuori il primo bambino dalle macerie. E’ stato un onore averli in piazza, premiarli e avere modo di ascoltare la testimonianza di quei momenti. E’ stato un insegnamento sentirli parlare sempre al plurale, parlare di squadra, di lavoro e impegno comune, senza volersi prendere la scena e gli onori che si meritano. “Sono stato solo il terminale di una macchina di soccorso. Dietro di me c’erano altri colleghi che mi hanno permesso di arrivare a quel punto, loro mi passavano gli attrezzi e io mi facevo spazio” ha più volte detto Rigano. E ancora Rigano “la cosa più bella quando sono riuscito a farmi spazio e raggiungere il bambino, puntandogli la torcia in faccia la sua

prima parola è stato <<Grazie>>. Non lo dimenticherò mai, è stato il momento più emozionate della mia vita”

La premiazione, è stata accompagnata da un lungo applauso da parte degli spettatori commossi. Ma le parole che più ci hanno colpito, le hanno fatte fuori dal palco, appena arrivati, siamo andati a accoglierli all’ingresso della piazza; saluti, presentazioni, complimenti….La risposta di Susini è stata “dovevamo e potevamo fare di più, abbiamo lasciato troppe vite là

sotto quelle macerie”.

Il Presidente del nostro Gruppo e il Consiglio ringraziano il Consiglio Nazionale FRATRES che porta avanti questo premio intitolato al nostro amico “Gianmichele Maffei”, tutti i donatori presenti e quanti hanno partecipato a questa festa, momento di incontro importante per la vita del Gruppo e per la condivisione del “senso del dono”. Gruppo Fratres San Romano

“Gianmichele Maffei”

8


Notizie dagli Organi Territoriali CONSIGLIO PROVINCIALE FRATRES DI AREZZO I nostri volontari ai piedi della Madonna del Conforto Su invito dell’Arcivescovo Riccardo Fontana, anche quest’anno le delegazioni dei gruppi Fratres e delle Confraternite di Misericordia della provincia di Arezzo si sono ritrovate, durante la novena di preparazione alla grande festa della Madonna del Conforto, per una veglia di preghiera ai piedi della prodigiosa terracotta invetriata, rappresentante il mezzobusto della più nota Madonna di Provenzano, di origini senesi, che, come si sa, nel lontano 15 febbraio 1796, in una Arezzo stremata da quindici giorni di ripetute scosse sismiche, brillò di luce propria davanti a quattro testimoni come se “avesse sul petto rubini e diamanti”, all’interno di una vecchia cantina, annerita dai fumi e dalla sporcizia: un culto, questo, profondamente sentito dall’intera collettività aretina e che raggiunge il suo apice nell’annuale Festa della Madonna del Conforto. I tantissimi volontari e confratelli presenti, prima di fare il loro ingresso nel duomo aretino per rendere omaggio a Maria, hanno sfilato per le vie della città (vedi foto) con i labari e le torce accese, per una bella testimonianza di fede. Molto significativa la riflessione dell’Arcivescovo Fontana, che ha invitato i presenti a riscoprire le comuni radici cristiane e ad essere ancor più consapevoli nell’esercizio di quel “Servizio della Carità”, inteso come dimensione costitutiva della missione della Chiesa ed espressione irrinunciabile della sua stessa essenza. Il presule, poi, ha voluto sottolineare in modo forte anche l’impegno silenzioso dei donatori di sangue, che quotidianamente si adoperano con grande dedizione e sacrificio affinché nei nostri ospedali non venga mai a mancare questa preziosa risorsa. Ha poi impartito a tutti una speciale benedizione, intrattenendosi alla fine con ciascuno di noi per un semplice saluto e la rituale foto ricordo (a lato).

Pietro Ganganelli CONSIGLIO PROVINCIALE FRATRES DI FIRENZE “La Salute ci sta a Cuore” - Il Consiglio Provinciale FRATRES di Firenze dona all’ A.S.D. Laurenziana di Firenze un defibrillatore per salvaguardare la Salute dei piccoli e grandi calciatori

“La Salute ci sta a Cuore”: così il Consiglio Provinciale Fratres di Firenze ha riassunto l’iniziativa consistente nel promuovere la dona-

zione di sangue in ambito sportivo anche attraverso un altro genere di dono, sempre a salvaguardia della salute: un defibrillatore. Così, Mercoledì 7 Giugno u.s. alle ore 21.00, a Firenze in Via Ferdinando Magellano n° 13, in occasione della finalissima del 49° Torneo “E. Befani”, si è tenuta la cerimonia ufficiale di consegna all’A.S.D. Laurenziana di Firenze di un defibrillatore di ultima generazione, adatto sia ad adulti che a bambini, per salvaguardare anche la salute dei piccoli e grandi calciatori.

9


“Abbiamo pensato che un modo per promuovere la donazione al di là di una mera sponsorizzazione – afferma il Presidente del Consiglio Provinciale Fratres di Firenze, Claudio Zecchi – fosse appunto quella di

mettere in campo un altro genere di dono a salvaguardia della salute. Un defibrillatore in un campo da calcio dà a chi vi gioca una sicurezza e speranza in più nel momento del bisogno tanto quanto una sacca di sangue rappresenta per i pazienti che a seguito di malattie, trapianti, interventi chirurgici o incidenti, si trovano a dover sperare sulla disponibilità di questo prezioso bene che soltanto un’altra persona può donare”. Numerose le Autorità Pubbliche, Associative e Sportive presenti alla manifestazione, oggetto di interesse anche da parte dei media che seguono le attività della Laurenziana ed in particolare il Torneo “E. Befani”, organizzato in memoria di Enrico Befani (Prato, 1910 – Prato, 1968), noto imprenditore tessile italiano che nel 1951 rilevò la presidenza della Fiorentina a Carlo Antonini. Sotto la sua dirigenza, dal 1951 al 1961, la società toscana vinse uno scudetto nel 1955-1956, una Coppa Grasshoppers nel 1957, una Coppa delle Coppe e una Coppa Italia (inoltre riuscì a conseguire il primo double continentale nel 1960-1961) oltre a due Coppe dell’Amicizia italo-francese ed una Coppa delle Alpi. Per ben quattro volte sotto la sua dirigenza la squadra viola arrivò al 2º posto in Serie A. Nella stagione 1961-1962 Befani cedette la società a Enrico Longinotti.

“La Laurenziana, da sempre vicina e sensibile al mondo del Volontariato e della Solidarietà – afferma il Presidente Alfredo Ramponi – è veramente grata alla Fratres per questo gesto che oltre che a salvaguardare la salute dei propri giocatori rappresenta il simbolo della fusione tra lo stile di vita sano rappresentato dallo sport e quello rappresentato dalla figura del donatore di sangue periodico, che salvaguarda la sua salute non solo per se stesso ma anche per chi ha bisogno che il dono che si accingerà a fare sia responsabile. Uno stile di vita portatore di carità cristiana ed umana che personalmente ritengo un modello a cui ogni persona, compreso i nostri giocatori, dovrebbero ispirarsi”. Il logo FRATRES DONATORI DI SANGUE sarà inoltre – quale riconoscimento della Laurenziana per il dono ricevuto - presente sul sito www.asdlaurenziana.it e figurerà anche sotto il vano defibrillatore nonché in due maxi striscioni collocati per promuovere permanentemente la donazione del sangue nell’impianto sportivo.

10

In alto la cerimonia di donazione del Defibrillatore alla presenza dell’Assessore allo Sport, Tradizioni Popolari, Politiche Giovanili e Toponomastica del Comune di Firenze, Andrea Vannucci (secondo da sinistra) e delle dirigenze della A.S.D. Laurenziana tra cui il Presidente Alfredo Ramponi (terzo in prima fila da sinistra). In basso un altro momento della cerimonia tenutosi dopo quello sopra, alla presenza, da sinistra verso destra, del Presidente Nazionale Fratres Sergio Ballestracci, del Presidente del Consiglio Provinciale Fratres di Firenze, Claudio Zecchi, del Presidente dell’A.S.D. Laurenziana, Alfredo Ramponi, e del Presidente del Consiglio della Regione Toscana, Eugenio Giani.


LAURENZIANA nasce nel 1992, in occasione della commemorazione dei cinquecento anni dalla morte di Lorenzo il Magnifico (4 Aprile 1492). Il nome LAURENZIANA deriva quindi dal fatto che l’anno della fondazione corrispondeva a questa particolare coincidenza. I colori sociali sono Bianco e Rosso, colori della città di Firenze. Il logo è costituito da un giglio rosso stilizzato, con al centro lo stemma della famiglia Medici, adottato da Lorenzo stesso: sei palle a formare un triangolo equilatero, simbolo della perfezione. La LAURENZIANA è frutto della FUSIONE di due storiche società sportive : ASSI VIRTUS, nata nell’immediato dopo-guerra (1949) come società di calcio puro, e PO.LI.RI, Polisportiva, nata a sua volta dalla fusione di tre società storiche del quartiere: PONTE DI MEZZO, LIPPI e RIFREDI, quest’utlima, la più antica, presente fino dagli anni trenta. Oggi LAURENZIANA si occupa non solo di calcio ma anche di automodellismo, cultura e ricreazione. E’ quindi giusto ed opportuno implementare i valori della Laurenziana, arricchendoli della cultura della donazione, motivo che, oltre 65 anni fa, ha dato origine ai primi Gruppi Donatori di Sangue FRATRES e, nel 1971 alla loro Consociazione Nazionale che oggi risulta presente in 14 regioni d’Italia contando oltre 600 Gruppi che, nel 2016 hanno raccolto oltre 130.000 unità di sangue ed emocomponenti ed hanno sensibilizzato la popolazione sfruttando ogni occasione di aggregazione, come questo importante evento, con l’intento di aiutare chi ha bisogno della solidarietà concreta dei donatori di sangue per superare il brutto momento di salute che sta vivendo.

Area Comunicazione Fratres Nazionale

Nelle due foto in alto il defibrillatore donato ed il relativo cartiglio ed alloggiamento. In basso a sinistra un momento della premiazione della finalissima del torneo e uno dei due maxistriscioni permanenti a bordo campo.

11


Notizie dai Giovani Fratres COMMISSIONE REGIONALE GIOVANI FRATRES DELLA SICILIA I GIOVANI FRATRES e i GRUPPI FRATRES DELLA SICILIA uniti per un unico obiettivo: diffondere la cultura della donazione del sangue con #unramoscelloperlavita!!! Si è tenuta Domenica 9 aprile u.s. la GIORNATA REGIONALE DI PROMOZIONE “Un ramoscello per la Vita”, promossa dai Giovani Fratres e dal Consiglio regionale Fratres della Sicilia in occasione della Domenica delle Palme, che ha visto la collaborazione di numerosissimi volontari Fratres del territorio siciliano che hanno “unito le forze” per portare avanti un unico obiettivo: promuovere la FRATRES e la donazione del sangue! Nei paesi di Aci Bonaccorsi (CT), Aci Catena (CT), Acireale (CT), Adrano (CT), Camporotondo Etneo (CT), Catenanuova (EN), Letojanni (ME), Mascalucia (CT), Melilli (SR), Mussomeli (CL), Niscemi (CL), Ramacca (CT), Rosolini (SR), San Giovanni la Punta (CT) e Spadafora (ME), i Volontari Fratres hanno dato vita all’iniziativa promuovendo la donazione del sangue con del materiale informativo e promozionale e regalando dei ramoscelli di ulivo benedetto, come augurio di pace. Perché nel giorno che ricorda l’ingresso a Gerusalemme di Gesù, accolto da una folla festante, è bello ricordare il valore della vita, che vede nella donazione del sangue l’espressione concreta di valori come la solidarietà, la generosità e l’amore disinteressato per il prossimo! Ma non solo… l’occasione ha permesso di dimostrare ancora una volta come il lavorare insieme, sotto lo stesso nome, che porta in sé una Croce, fa si che si possano ottenere grandi risultati! Tutti una cosa sola, nel nome del Dono che stupisce! Perché donare senza volere nulla in cambio in questa nostra società diviene meraviglia, stupore e incredulità. La mission dei Fratres è tutto questo: donare una parte vitale di se stessi a sconosciuti che probabilmente mai conosceremo senza avere nulla in cambio, nel Suo nome, nel nome di una Vera Resurrezione dei valori dell’uomo! Potete trovare foto ed ulteriori informazioni cliccando sulla Pagina Facebook ufficiale dei Giovani Fratres della Sicilia.

12


CORRISPONDENZA CON I LETTORI

Il Comitato di Redazione informa Sabato 24 Giugno u.s. si è tenuta a Firenze, presso la sede nazionale Fratres, la prima riunione del Comitato di Redazione Fratres, appena completatosi nei nominativi indicati dai Consigli Regionali Fratres. Numerose le tematiche trattate per cercare di sviluppare la rivista e diffonderla come strumento di comunicazione, informazione e collegamento. Nel corso della prossima riunione, che si terrà presso la medesima sede il 16 Settembre p.v, si definiranno completamente le figure degli incaricati regionali in modo che gli articoli provenienti dai vari territori siano organizzati, vagliati e scremati a livello regionale e si possano definire anche i quantitativi per poi decidere se e come operare inserti speciali o sezioni di cronaca regionale. Inoltre avendo cambiato dallo scorso numero le modalità di stampa e postalizzazione del trimestrale si chiede ai Gruppi, agli Organi Territoriali ed ai lettori in genere di comunicare eventuali anomalie e/o ritardi ancora riscontrati nella ricezione della rivista all’indirizzo rivista@fratres.it onde consentirci di poter avere le segnalazioni che ci permettano di fornire un servizio migliore ai destinatari. Infine ricordiamo che è desiderio della Redazione usare il più possibile, per i rispettivi numeri del Trimestrale, immagini “Fratres” sia delle festività legate al Santo Natale ed alla Santa Pasqua di Resurrezione che di eventuali locandine di appello ad andare a donare prima delle vacanze estive. I Gruppi ed Organi Territoriali Fratres che hanno prodotto/utilizzato materiale grafico della tipologia sopradescritta sono pertanto invitati a trasmetterlo elettronicamente all’indirizzo rivista@fratres.it oppure tramite WhatsApp (assicurandosi che la risoluzione dell’immagine trasmessa sia mantenuta idonea ad una stampa di dimensioni 10 x 15 cm di sufficiente qualità) al numero 335/6271500.

La famiglia Fratres cresce... Dallo scorso numero due nuovi Gruppi Fratres si sono affiliati alla Consociazione:

Gruppo Fratres “San Marcello” di Bari Gruppo Fratres “delle Terme” di Campiglia Marittima - Venturina Terme (LI) Ai novelli Gruppi il nostro fraterno saluto di benvenuto con l’augurio di una proficua e serena attività.

13


NOTIZIE DAI GRUPPI

Altopascio (LU) PROMUOVERE LA DONAZIONE Il Gruppo Fratres di Altopascio sta vivendo un ottimo periodo di crescita, infatti dal 2013 ha più che raddoppiato le proprie donazioni annuali portandole a quota 433. I Fratres di Altopascio vogliono evidenziare l’importanza della promozione sul territorio, che ha portato i suoi frutti anche sabato 22 e domenica 23 aprile, in occasione della Francigena in fiore. Infatti in queste splendide giornate di allegria e di festa, in collaborazione con i Gruppi Fratres di Spianate e Marginone, si sono iscritti ben 22 potenziali donatori!

Nella foto a destra nella Goccia l’assessore al Sociale Sorini Ilaria del Comune di Altopascio, la sinistra la Sindaca di Altopascio e donatrice Fratres, D’Ambrosio Sara mentre a destra il Presidente del Gruppo Fratres Fommei Giovanni

Castellana Grotte (BA) Domenica 26 marzo si è tenuta, presso la sala ricevimenti Dimora Mazzarò, la festa sociale per il 35° di fondazione di Cuore Aperto – Gruppo Donatori di Sangue Fratres di Castellana Grotte (Ba). Baciata dal sole, la giornata è trascorsa piacevolmente allietata dal buon cibo e dall’animazione artistica di alcuni soci donatori e amici di Cuore Aperto. Un sentito grazie va al Mago Fester, Pallonciccio, il Gruppo Teatrale “Amici Nostri”, ioPino DJ e Valeria Loseva, per aver allietato con la loro arte i commensali. Grazie di cuore a Donatella Salviola per aver condotto con professionalità e simpatia tutta la giornata. Preziosa la presenza del Consigliere Nazionale di Presidenza Fratres, Giovanni Paglionico, che ha portato il saluto di tutta la Fratres Nazionale, Regionale e Provinciale e in particolare del Presidente Nazionale Sergio Ballestracci che, nonostante sia stato impossibilitato a esserci, ha voluto far sentire la sua vicinanza con un collegamento telefonico. Un ringraziamento anche all’amministrazione comunale per la sua presenza nelle persone dell’ass.re Romanazzi e del sindaco Tricase. Grazie anche alla Grotte di Castellana srl e tutti gli sponsor per aver sostenuto la giornata. Un grande grazie ai collaboratori del consiglio direttivo per essere sempre al servizio dell’associazione e per contribuire incisivamente alla buona riuscita di tutte le attività associative. Il grazie più grande però va ai soci donatori e agli amici di Cuore Aperto per aver preso parte a questa grande festa che è stata un momento per condividere tutti insieme la grandissima gioia di aver segnato per 35 anni la vita

14


di Castellana e della Puglia intera nell’ambito della donazione del sangue. In detta giornata s’è provveduto inoltre a premiare con targhe ricordo e premiare i donatori più assidui del 2016 (n. 1 con 12, n.1 con 10, n. 3 con 8, n. 6 con 7, n. 1 con 6, e n.2 con 5 donazioni al proprio attivo) e le famiglie che al proprio interno che anno superato ad oggi le 100 donazioni (n. 1 con 146, n.1 con 129 e n.1 con 101 donazioni) alle quali è stato offerto da parte del Consiglio Provinciale Fratres, un orologio da polso e una targa ricordo dal gruppo. Un solco tracciato da una manciata di uomini coraggiosi che hanno osato sfidare la barbarie della compravendita del sangue, unendo il battito dei loro cuori all’unisono in uno slancio di generosità e amore verso il prossimo. Tanti altri cuori si sono aggiunti in questi 35 anni e tanti altri auspichiamo vorranno aggiungersene per far si che nei decenni a venire, questo grande Cuore Aperto possa continuare a battere sempre più forte per Castellana e per la Puglia.

Il Consiglio Direttivo di Cuore Aperto

Letojanni (ME) DIARIO DI UNA TALASSEMICA 15 luglio - Oggi al Trasfusionale c’era l’infermiere carino. È stato con me tutto il tempo della trasfusione e, di tanto in tanto, mi accarezzava i capelli! Che bello. Mi ha promesso che ci sarà anche la prossima volta, però la dottoressa non ha fissato l’appuntamento. Dice che in estate c’è carenza di sangue e non si possono programmare le trasfusioni con largo anticipo.. avevo dimenticato questo aspetto dell’estate.. 30 luglio h. 11:30 - Che caldo! Sono in camera con il condizionatore a palla: le mie amiche sono a mare, ma mia madre non mi manda.. dice che sono pallida e non posso stare al sole.. - h. 16:30 - Mamma ha telefonato al trasfusionale per fissare il prossimo appuntamento, ma non hanno sangue.. mancano 5 giorni e sono molto giù.. 31 luglio - “Signora, riprovi domani”. Per fortuna oggi c’è un po’ di vento, così ne approfitto per fare una piccola passeggiata. 1 agosto - Ho sentito la mia mamma piangere.. Immagino che anche oggi sia andata male. Dalla mia cameretta guardo gli altri bambini correre e giocare fuori. Come sono fortunati… 2 agosto h. 10:30 - Oggi papà ha telefonato al trasfusionale, ma non è cambiato nulla. I banchi frigo sono completamente a secco. Il primario gli ha suggerito di contattare altri ospedali.. eppure io sono AB+! Qualsiasi sacca di qualsiasi gruppo mi andrebbe bene.. non capisco..sono triste e anche stanca. Mi capita spesso di sognare una GRANDE fabbrica di sangue! Come sarebbe bello se esistesse davvero.. così i miei genitori non sarebbero più così tristi. - h. 17:00 – Sono felicissima! Dopo una giornata passata al telefono papà ha trovato un centro trasfusionale con ben DUE sacche di sangue a disposizione! L’infermiere gli ha spiegato che proprio oggi una delle Associazioni di Volontariato ha consegnato 15 sacche di sangue! Menomale che ci sono loro! Ammiro questi signori che si donano con così tanto impegno.. il 4 agosto alle 8 di mattina sarò in ospedale e...speriamo che non ci siano intoppi. Il medico ha detto comunque di richiamare domani per conferma. 3 agosto - Tutto ok, domani sveglia alle 6 e alle 6:30 si parte! L’ospedale è a 150 km di distanza, papà ha preso un giorno di ferie per accompagnarmi.. 4 agosto h. 8:45 - Ancora niente, uffa - h. 12:00 - Ho due notizie: una bella e una brutta! La bella è che finalmente ho fatto la trasfusione, la brutta è che ne ho potuta fare soltanto una.. Stanotte c’è stato un incidente qui vicino: 2 feriti hanno perso un sacco di sangue ed è stato necessario soccorrerli. E poi oggi eravamo parecchi qui ad avere bisogno di una trasfusione! C’era anche un bimbo di 2 anni, tesoro mio.. il medico che l’ha preparato alla trasfusione ha indossato un naso rosso e la parrucca verde per non farlo piangere.. chissà se anche io da piccola piangevo prima di ogni trasfusione. Ora però l’ago non mi fa più paura, anzi: è mio amico! Tuttavia, ammetto che mi piacerebbe svegliarmi un giorno e sapere di non avere più bisogno di sangue.. aspetterei di compiere 18 anni solo per regalarlo a chi ne ha bisogno... Non restare indifferente.. il bisogno di sangue non va in vacanza. Dona il sangue.. salva una vita!

15


Anche la Redazione vuole partecipare ai lettori ed ai loro

Trimestrale a cura della Consociazione Nazionale dei Gruppi Donatori di Sangue Fratres delle Misericordie d’Italia registrato al Tribunale di Firenze il 24.02.94 al n. 4367 Direttore di Redazione:

Giovanni Cinquini Direttore Responsabile:

Giulio Tarro Impaginazione, immagini e revisione testi:

Christian Basagni Giulia Fredianelli Comitato di Redazione:

Come pubblicare un articolo Vi ricordiamo che ogni richiesta di pubblicazione articolo sul Trimestrale “Fratres”, come ogni parere e/o suggerimento, dovrà essere inviata a mezzo posta elettronica al nuovo indirizzo rivista@fratres.it oppure all’indirizzo info@fratres.org indicando, in quest’ultimo caso, come Oggetto del messaggio“ARTICOLO PER RIVISTA”. Ricordiamo che è possibile anche effettuare l’invio a mezzo posta cartacea, con allegato supporto informatico, all’indirizzo della Consociazione Nazionale Fratres - Via Benedetto Dei, 74/76 - 50127 FIRENZE scrivendo sulla busta “CONTIENE ARTICOLO PER RIVISTA”. Precisiamo che la lunghezza massima di ogni articolo è di circa 9.000 battute (spazi inclusi) puntualizzando che le foto in formato elettronico saranno pubblicate solo se di dimensione e risoluzione atte alla stampa ed in numero proporzionale alla dimensione della parte testuale. In caso di impossibilità a produrre immagini rispondenti ai summenzionati requisiti, è possibile comunque inviare fotografie stampate su supporto cartaceo per la successiva scansione a nostra cura. Nel contempo vi preghiamo di prendere nota che eventuali richieste difformi da quanto sopraindicato saranno prese in considerazione con tempi e metodologie di pubblicazione a totale discrezione della Redazione.

Sergio Ballestracci, Vincenzo Manzo, Giancarlo Bozzi, Michele Liguori, Luigi Mangione, Giovanni Paglionico, Filippo Seminara, Don Paolo Luciano, Michele Santodirocco, Valeria Turelli, Giuseppe Marraffa, Antonino Pane, Giuseppe Festa, Flora Coscetti Hanno collaborato a questo numero:

Carlo Caponi, Consiglio Provinciale Fratres di Arezzo, Commissione Regionale Giovani Fratres della Sicilia, ed i Gruppi Fratres di: San Romano (PI), Altopascio (LU), Castellana Grotte (BA) , Letojanni (ME) Redazione & Amministrazione:

Via Benedetto Dei, 74/76 - 50127 Firenze Tel. 055 0139179 - Fax 055 0139184 www.fratres.org - info@fratres.org Codice Fiscale: 94019700486

Rivista FRATRES n° 2 del 2017  

Versione digitale in bassa risoluzione della rivista FRATRES n° 2 del 2017

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you