Page 1

PIANO DI EMERGENZA

Come fare un piano di emergenza

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

A cosa serve un piano di emergenza

• Prevenire gli incendi. • Tutelare l’incolumità dei lavoratori. • Consentire una rapida e corretta gestione delle emergenze.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Fattori da considerare nella predisposizione del piano • Caratteristiche dei luoghi, con particolare riferimento alle vie di uscita. • Sistemi d’allarme presenti e loro collocazione. • Numero di persone presenti e loro ubicazione.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Fattori da considerare nella predisposizione del piano • Lavoratori esposti a rischi particolari (disabili, visitatori, appaltatori ecc.). • Numero di incaricati preposti al controllo dell’attuazione del piano e all’assistenza durante l’evacuazione. • Livello di preparazione e di addestramento del personale.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Inoltre... • ... nella predisposizione di un piano di emergenza bisogna valutare i seguenti fattori: – antincendio; – pronto soccorso.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Antincendio

• Per prevenire il verificarsi di un incendio è necessario: – istruire i lavoratori sulle procedure da seguire in caso di incendio; – ridurre al minimo la probabilità che un incendio si verifichi.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Misure preventive • Fondamentali misure preventive sono: – manutenzione degli impianti; – adeguamento degli impianti alle norme vigenti; – rifacimento degli impianti obsoleti; – controllo accurato sull’osservanza dei divieti e delle disposizioni di sicurezza (es. divieto di fumare, di usare fiamme libere ecc.).

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Organizzazione del piano di emergenza per il servizio antincendio

Disposizioni fondamentali

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Sensibilizzazione e formazione del personale • Si realizza attraverso: – corsi di formazione in funzione delle mansioni svolte, distinguendo preferibilmente in due gruppi, in quanto per i lavoratori esposti a rischi particolari sono necessari corsi specifici legati al tipo di attività; – corsi periodici di aggiornamento.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Informazione degli utenti • Tutti coloro che possono essere coinvolti in un piano di emergenza devono conoscere le procedure ad esso connesse. Ciò è possibile tramite l’affissione di cartelli che indicano il comportamento da tenere in caso di emergenza.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Cartellonistica di sicurezza • Detti cartelli devono segnalare: – invito alla calma; – misure di protezione da adottare; – norme di comportamento; – piantina di ogni singolo piano (1:100) e dell’intero edificio (1:200).

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

La piantina deve indicare: • uscite di sicurezza e porte di uscita all’esterno contraddistinte per colore; • vie di uscita e scale di emergenza contraddistinte anch’esse per colore;

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

• itinerari di evacuazione e relativi punti pericolosi; • collocazione dei mezzi estinguenti numerati, delle attrezzature antincendio e del pulsante di allarme.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Percorsi di emergenza • I percorsi di emergenza devono essere adeguatamente segnalati e illuminati con un impianto elettrico normale e di sicurezza, in conformità al D.P.R. 524/1982; • devono inoltre essere tenuti sgombri da materiale;

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Percorsi di emergenza • le porte devono essere dotate di congegni di facile apertura a spinta (maniglione antipanico).

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Compartimentazione degli ambienti a rischio • I locali e gli ambienti di lavoro che presentano un elevato rischio di incendio per la presenza di materiale infiammabile ovvero per le attività che vi vengono svolte, devono essere facilmente isolabili per evitare la diffusione di un eventuale incendio.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

• In casi di particolare rischio è obbligatorio l’utilizzo di porte tagliafuoco con chiusura automatica, collegate a un rivelatore di fumo o gas.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Mezzi e attrezzature di intervento

Le principali attrezzature antincendio sono: • mezzi di estinzione portatili, ossia estintori adeguati all’ambiente da proteggere;

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Mezzi e attrezzature di intervento

• idranti e/o naspi antincendio correttamente corredati e in grado di operare su tutta la superficie da proteggere;

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Mezzi e attrezzature di intervento • impianti di spegnimento automatico ad acqua (Sprinkler) o ad anidride carbonica (CO2) installati in ambienti particolari (CED, autorimesse, archivi ecc.); • dispositivi di protezione individuale.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Mezzi e attrezzature di intervento

• Il numero e il tipo di attrezzature antincendio devono essere scelte in base a: – tipo di attività lavorativa; – dimensioni dell’azienda.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Mezzi e attrezzature di intervento

• Tutte le apparecchiature antincendio devono essere costantemente verificate perché siano sempre in perfette condizioni e pronte all’uso.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Manutenzione

• È obbligatorio stipulare un contratto di manutenzione che preveda una verifica: – semestrale, per gli estintori; – annuale, per gli impianti Sprinkler.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Segnalazione dei sistemi d’allarme

• Ogni tipo di apparecchio estinguente (estintore, idrante ecc.) deve essere segnalato con opportuna cartellonistica, allo scopo di rendere facile e immediata la sua individuazione in caso di emergenza.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Il piano d’emergenza: procedure da adottare Un piano d’emergenza è efficace quando: • è di facile applicazione, rapidamente attuabile e valido per ogni possibile evento, purché sia compatibile con il tipo di attività; • ha sempre la stessa logica di funzionamento, anche per eventi di natura diversa;

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Il piano d’emergenza: procedure da adottare • allerta solo le persone previste per il tipo di emergenza che si verifica; • individua chiaramente i compiti e responsabilità per ogni singolo addetto;

www.frareg.com

i

livelli

di


PIANO DI EMERGENZA

Il piano d’emergenza: procedure da adottare • prevede l’intervento degli addetti in tutti i casi (dal falso allarme all’evacuazione del fabbricato); • è basato su chiare istruzioni scritte e include tutte le indicazioni sopra elencate.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

• Per i luoghi di lavoro facenti capo a titolari diversi e ubicati nello stesso edificio, il piano deve essere elaborato in collaborazione tra tutti gli occupanti.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Il piano d’emergenza: procedure da adottare • Per i luoghi di lavoro di maggiori dimensioni o complessi, il piano deve contenere una planimetria comprensiva di: – caratteristiche plano-volumetriche del luogo di lavoro;

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Il piano d’emergenza: procedure da adottare – ubicazione dell’interruttore generale dell’alimentazione elettrica (valvole di intercettazione delle adduzioni idriche, di gas e di fluidi combustibili); – attrezzature e impianti di spegnimento; – ubicazione degli allarmi e della centrale di controllo.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Simulazione d’emergenza • È importante effettuare una simulazione di emergenza sia per verificare la validità della procedura creata sia per sensibilizzare i lavoratori. • Tale simulazione, previo avviso ai lavoratori per evitare situazioni di panico, deve essere fatta più volte per raggiungere un adeguato livello di automatismo.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Designazione incaricati Un piano di emergenza deve prevedere: • un responsabile e i relativi sostituti che subentrano in caso di assenza; • una squadra di intervento antincendio costituita da volontari, che possibilmente facciano parte del personale addetto ai servizi di manutenzione;

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Designazione incaricati • 2/3 volontari del piano; • 2/4 vigili del fuoco aziendali addetti anche al controllo delle attrezzature antincendio; di questi, due devono essere sempre presenti e uno deve prendere servizio presso la centrale di controllo.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Designazione incaricati • In relazione alle dimensioni dell’azienda è obbligatorio nominare le diverse figure che si occupano della gestione delle emergenze.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Ricorda! • Se l’azienda è a rischio, possono essere inseriti nel piano di emergenza: – un impianto di rivelazione incendi esteso a tutti i locali del fabbricato; – un orologio marcatempo che si attiva automaticamente con l’arrivo del segnale d’allarme;

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Ricorda! – una centrale di controllo in grado di individuare il luogo dell’incendio e di collegarsi automaticamente con un luogo sempre presidiato anche nelle ore di chiusura dell’attività; – un impianto altoparlante con funzionamento distinto e azionabile per ciascun piano.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Schema di funzionamento del piano Se l’attività lavorativa è in corso: • il segnale d’allarme arriva alla centrale di controllo (portineria o centralino), poiché è scattato a seguito dei rivelatori o per azionamento manuale di un pulsante d’allarme;

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Schema di funzionamento del piano • la centrale di controllo individua il luogo di provenienza dell’allarme grazie a un quadro sinottico (piano e luogo d’allarme); • l’operatore che riceve l’allarme informa tramite radiotelefono i vigili del fuoco aziendali che si recano sul luogo con radiotelefono ed estintore;

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Schema di funzionamento del piano

• il responsabile della centrale di controllo informa il responsabile della sicurezza che si reca sul luogo.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Schema di funzionamento del piano Se l’attività lavorativa è chiusa: • La centrale, una volta scattato l’allarme, allerta contemporaneamente: – il custode; – il responsabile della sicurezza o un suo sostituto; – altri enti di controllo.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Pronto soccorso

• Il piano di emergenza per il pronto soccorso organizza i necessari rapporti con i servizi pubblici competenti in materia di pronto soccorso, nel caso in cui si verifichi un infortunio.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Organizzazione del piano di emergenza per il servizio di pronto soccorso

Disposizioni fondamentali

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Organizzazione del trasporto • È importante individuare strutture ospedaliere di riferimento per specifiche tipologie di infortuni (es. lesioni agli occhi, amputazioni ecc.). • È altresì necessario informare l’ospedale prescelto, con particolare riferimento ai reparti di rianimazione e anestesia sui rischi derivanti dall’esposizione.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Organizzazione del trasporto • Se un luogo è difficilmente raggiungibile dai mezzi pubblici di soccorso deve esistere un mezzo apposito che consenta il trasporto dei soccorritori al luogo dell’incidente.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Designazione incaricati • Deve essere definito un numero adeguato di lavoratori incaricati del servizio di pronto soccorso, tenendo conto delle dimensioni dell’azienda e dei rischi specifici. • I lavoratori devono essere formati sul tipo di pericoli presenti e su come operare se si verifica un infortunio.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Compiti degli incaricati • I lavoratori incaricati devono essere distribuiti all’interno dei diversi turni di lavoro. • Devono essere fornite ai lavoratori attrezzature idonee. • Deve essere scelta una persona per contattare le strutture di soccorso esterne.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Compiti degli incaricati

• Uno dei soccorritori deve recarsi all’ospedale con l’infortunato per fornire dettagli sull’accaduto.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Attenzione! • Se un lavoratore è solo nell’unità produttiva: – deve esistere un sistema di segnalazione grazie al quale l’infortunio di un lavoratore possa essere rilevato dai colleghi (es. allarme attivato automaticamente dall’evento traumatico o azionato da un congegno indossato dal lavoratore).

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Attenzione! • Se un lavoratore è solo nell’azienda: – deve esistere un sistema di segnalazione grazie al quale l’infortunio del lavoratore possa essere rilevato da enti di soccorso esterni (es. telesoccorso).

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Disposizioni finali

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

• Il piano di emergenza di un’azienda deve essere accessibile in ogni momento ai Vigili del Fuoco locali, in quanto in esso vi sono tutte le planimetrie dell’edificio, con evidenziati i locali a rischio specifico e il posizionamento delle attrezzature di sicurezza.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

• Il documento deve essere revisionato ogni volta che vengano effettuate variazioni tecniche e organizzative che possono influenzare il piano di emergenza; questo vale anche per le variazioni migliorative che possono evidenziarsi durante le simulazioni di evacuazione.

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Numeri di emergenza • Principali numeri telefonici di emergenza – Vigili del Fuoco: 115 – Pronto soccorso ambulanza: 118 – Carabinieri pronto intervento: 112 – Polizia: 113

www.frareg.com


PIANO DI EMERGENZA

Ricorda! • È importante mantenere rapporti con gli organi della protezione civile competenti in tema di: – salvataggio; – lotta antincendio; – gestione delle emergenze.

www.frareg.com

piano_emergenza  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you