Page 93

Per “processo” si intende la sequenza logica e temporale delle attività, tra loro interconnesse, che trasformano degli elementi in ingresso (input) in elementi in uscita (output). Per ogni attività sono utilizzate delle risorse che possono comprendere: personale, finanziamenti, apparecchiature, tecnologie, metodi, etc. Ora si possono elencare alcune definizioni che non vogliono essere un mero glossario, ma l’indicazione di alcuni presupposti per l’applicazione della Qualità nello Spettacolo. Organizzazione Qualsiasi cinema, teatro, impresa, agenzia, ente, o gruppo di soggetti, di qualsiasi dimensione, che sia in grado di strutturare le proprie risorse economiche, umane, tecnologiche per il raggiungimento di scopi determinati. Struttura organizzativa L’azienda derivata dalla strutturazione delle risorse. Gestione La capacità, intesa anche come empowerment, di coordinare e controllare i processi dell’azienda e condurli agli scopi determinati.

Sistema sala I concetti e i mezzi trasversali applicabili a: esercizi cinematografici, teatri, auditorium, circhi, palasport, strutture mobili, sale varie, allestimenti all’aperto, i cui gestori svolgano attività di offerta di spettacolo ad un pubblico pagante.

Prodotto-spettacolo Risultato di processi produttivi finalizzati a realizzare film, concerti, spettacoli, performance varie. Servizio-spettacolo Strutture e mezzi che un’organizzazione gestisce per vendere i prodotti suddetti ai clienti-spettatori e ad altri eventuali acquirenti. Prodotti-servizi dello spettacolo Le attività del comparto spettacolo nel loro significato funzionale complessivo (in quanto il

Qualityshow  
Qualityshow  

FERRARI Franco, QualityShow. Qualità gestionale e sistema-sala. Norme ISO e attività dello Spettacolo, FrancoAngeli, Milano, 2000.

Advertisement