Page 89

risultati, e trasformarli in informazioni. Queste informazioni contribuiscono al miglioramento, cioè all’aumento dell’efficacia e dell’efficienza unito alla corretta gestione dell’economicità. Per questo fine il sistema deve adottare azione correttive per eliminare le non conformità, ma trasformarle progressivamente in azione preventive, e quindi in tendenziale assenza di difettosità.

dato non numerico, e soprattutto il concetto di misurazione come fase conclusiva del percorso realizzativo che lo fa ricominciare. Ancora meno diffusa la volontà di dare una uniformità e una reale trasparenza ai dati, su cui innestare un benchmarking inteso come mezzo di miglioramento. Purtroppo una reale attività di bench genera la diffidenza sia degli imprenditori (per esempio gli esercenti cinematografici) che vogliono tenersi il loro know-how, sia degli enti pubblici, spesso chiusi nella convinzione che la loro situazione operativa è imparagonabile.

2.2.2. Terminologia La Qualità è il rapporto fra il livello di servizio percepito e il livello di servizio atteso. La definizione sia della terminologia generale di un settore di attività, sia di quella specifica della Qualità, cui fare riferimento per l’implementazione di un sistema, serve a parlare un linguaggio comune, a superare la tendenza alla autoreferenzialità che molte aziende culturali mantengono, e non contrasta con l’espressione delle peculiarità tipiche di ogni struttura organizzative, anzi le esalta contestualizzandole.

Qualityshow  
Qualityshow  

FERRARI Franco, QualityShow. Qualità gestionale e sistema-sala. Norme ISO e attività dello Spettacolo, FrancoAngeli, Milano, 2000.

Advertisement