Page 5

0. Introduzione La Qualità è la capacità di un sistema organizzativo di ottemperare ai “requisiti”, cioè alle esigenze e alle aspettative, delle “parti interessate”, cioè dei soggetti e degli individui coinvolti nelle prestazioni e negli esiti di una organizzazione.

Questo studio è partito da un quesito: attività come quelle dello Spettacolo, che si basano sulla creatività artistica, possono assumere una logica “clientocentrica”, cioè orientata prioritariamente alla soddisfazione, e quindi al consenso, dello spettatore? In altri termini: poiché le attività dello Spettacolo esistono soltanto nel momento in cui si confrontano con il loro pubblico, è giusto che si adeguino all’attuale globalizzazione del “mercato del consumatore”, in cui la domanda tende a condizionare l’offerta? O meglio: se è legittimo che lo Spettacolo cerchi di influenzare il gusto dello spettatore, di indirizzarne le scelte con mezzi promozionali e formativi, in quale misura deve rapportare (o addirittura sacrificare) lo scopo dello sviluppo culturale al rispetto dei comportamenti individuali e collettivi legati alla gestione del tempo libero? Tali quesiti rimandano alle due professionalità centrali per ogni tipo di spettacolo: il produttore (anche nell’accezione di realizzatore) e il gestore (anche nell’accezione di promotore). In alcune situazioni le due funzioni devono convivere (p.es.: teatri stabili, enti lirici, circhi), in altre sono separate (p.es.: cinema, spettacoli di giro, musica leggera); sempre hanno problemi diversi, spesso conflittuali. E’ evidente che il cinema e la musica leggera sono in grado di rispondere, per loro natura, ad un mercato dominato dal lucro e dal consumismo totale, dalla dittatura della quantità; è altrettanto evidente che il teatro è fisiologicamente “per pochi” e ogni suo tentativo di massificarsi, anche se imposto dai tempi, è destinato ad essere controproducente. L’obiettivo della ricerca qui effettuata è stato di applicare i quesiti suddetti al “sistema sala”, una definizione che si è assunta per riassumere, con ovvia genericità:

Qualityshow  
Qualityshow  

FERRARI Franco, QualityShow. Qualità gestionale e sistema-sala. Norme ISO e attività dello Spettacolo, FrancoAngeli, Milano, 2000.

Advertisement