Page 4

Come AGIS abbiamo deciso di partire dalle sale e da una Carta dello Spettatore che costituisca il primo passo nel terreno della qualità: quello che nel linguaggio specifico della qualità si chiama carta dei servizi e che riguarda il personale e l’organizzazione a diretto contatto col pubblico. E’ un primo passo, senz’altro importante, ma che già allude ad un altro: penso, infatti, che da una parte la carta assumerà il senso di un accreditamento professionale, cioè di una attribuzione di garanzia da parte delle categorie nei confronti dei propri associati attraverso il marchio AGIS-QUALITA’, e dall’altra che per le strutture più grandi ma non solo per esse, questa possa essere l’occasione per iniziare a riflettere sull’insieme della propria organizzazione interna. Da ciò l’utilità di uno studio come questo di Ferrari, una sorta di manuale per chi voglia iniziare a verificare nel concreto l’utilità di un percorso complessivo che, sul medio-lungo periodo, possa concludersi con una vera e propria certificazione, e che al contempo ha il pregio di considerare la qualità gestionale una dotazione di norme, certo, ma non una gabbia, quanto un indirizzo metodologico che tenga nel dovuto conto lo specifico culturale del settore. Con questo testo e con la Carta dello Spettatore consegniamo a chi può essere interessato una prima conclusione del nostro percorso intrapreso da carbonari e concluso fuori dalle catacombe. Ma il cammino è appena iniziato e la sfida per mantenere e rilanciare il ruolo dello spettacolo, del cinema, del teatro, della musica, nella nostra società continua: sul piano delle idee e della creatività artistica c’è da augurarsi che agli autori non venga mai a mancare né il talento né l’ispirazione. Per tutto il resto, per la prosa del lavoro quotidiano di gestione e organizzazione, si può e si deve fare molto di più. Giorgio Van Straten Presidente AGIS (Associazione Generale Italiana dello Spettacolo)

Qualityshow  
Qualityshow  

FERRARI Franco, QualityShow. Qualità gestionale e sistema-sala. Norme ISO e attività dello Spettacolo, FrancoAngeli, Milano, 2000.

Advertisement