Page 18

norme divergenti solo nel caso in cui non siano disponibili appropriate norme ISO per la diretta applicazione. In sintesi, le norme ISO sono guidate dalle forze del mercato e sono sviluppate sulla base del consenso internazionale tra gli esperti del settore che ha espresso la richiesta di una particolare norma. Dal momento che si tratta di norme volontarie, esse vengono utilizzate nella misura in cui vengano ritenute utili. (Tratto da “ISO in breve”, copyright ISO) Cos’è UNI – Sistema Qualità Italia Iso è rappresentata in Italia da UNI, Ente Nazionale Italiano di Unificazione, via Battistotti Sassi 11, 20133 Milano. La politica europea sulla normazione e certificazione dell’ultimo decennio è stata il motore della crescita qualitativa delle aziende europee. Con la risoluzione del maggio ’85, conosciuta come “nuovo approccio”, e con quella del dicembre ’89 “Approccio globale alla Certificazione e alle Prove”, l’Unione Europea si è proposta di raggiungere due obiettivi: creare un grande mercato comune di 350 milioni di persone in cui sia garantita la libera circolazione di prodotti ovviamente conformi alle direttive europee e quindi sicuri; aumentare il livello qualitativo delle imprese europee, divulgando la cultura della qualità mediante l’applicazione delle norme UNI EN ISO 9000. In Italia si è cominciato ad affrontare questi problemi in modo costruttivo nella seconda metà degli anni ’80, e in quel periodo gli enti di normazione italiani UNI e CEI hanno dato vita a strutture in grado di rispondere alle direttive comunitarie. Queste strutture, pur essendo organismi di diritto senza scopo di lucro, hanno nei propri organi di governo un’importante e fattiva presenza di rappresentanti del settore pubblico: ministeri, università, enti di ricerca scientifica, etc. E’ importante sottolineare che questo stretto collegamento tra il privato e il pubblico, conferisce a questi organismi trasparenza e autorevolezza nei confronti degli analoghi organismi stranieri. Confrontando la situazione italiana della certificazione alle ISO 9000 con le altre realtà europee e internazionali, si può notare che l’Italia si colloca mediamente ai livelli più alti della graduatoria ed è completamente in linea con la situazione europea, a parte la posizione della Gran Bretagna la cui attività di certificazione è iniziata con alcuni anni di anticipo rispetto agli altri paesi. Il Sistema Qualità che si è creato in Italia in questi ultimi anni si può schematizzare in tre diversi livelli: il livello di riferimento, che promulga norme tecniche essenziali per la certificazione, e che garantisce, mediante l’accreditamento, le attività di prova e certificazione. Appartengono a questo livello i Ministeri coinvolti in questa attività, il CNR, gli organismi di Normazione UNI e CEI,

Qualityshow  
Qualityshow  

FERRARI Franco, QualityShow. Qualità gestionale e sistema-sala. Norme ISO e attività dello Spettacolo, FrancoAngeli, Milano, 2000.

Advertisement