Issuu on Google+

Paris

...in poco pi첫 di 24 ore !

18-20 novembre 2012


Hotel Aida Marais - Paris

CuriositĂ ! la casa piĂš piccola


il canale “Saint Martin”


Basilca del Sacro Cuore - Montmartre


La Torre Eiffel

Respinta, criticata e poi finalmente amata, questa grande struttura in ferro, la cui punta sembra voler toccare le nuvole, è il simbolo di Parigi. La Torre Eiffel, costituita da ben 18.038 pezzi di metallo, è stata ultimata il 31 marzo 1889 e doveva essere smantellata dopo soli due anni, invece eccola ancora lì, fiera ed orgogliosa, nonostante tutte le pesanti umiliazioni che ha subito: c’è chi la definì “uno scheletro di torre”, chi “un lampadario assolutamente tragico” o ancora “un comignolo di plastica”. Però, mentre gli intellettuali la disdegnavano, ben 2 milioni di persone la visitavano, e attualmente con i suoi 6 milioni di visitatori l’anno, è il monumento più frequentato del mondo.


Place des Vosges

è una piazza di Parigi situata nel quartiere Marais. Caterina de’ Medici, dopo la morte del marito Enrico II, fece demolire nel 1563 l’antico Hotel des Tournelles, palazzo reale dal 1388, e realizzare come sua nuova residenza il Palazzo delle Tuileries, lasciando uno spazio libero in questo sito, che venne occupato dal 1604 da una fabbrica di tessuti in seta e abitazioni per operai. Pochi decenni dopo però Enrico IV di Francia decise di realizzare l’attuale piazza, la prima piazza reale di Parigi, facendovi costruire edifici identici sui quattro lati, uno dei primi esempi di pianificazione razionale urbana in Francia. La piazza venne inaugurata nel 1612 in occasione dello spettacolo equestre indetto per festeggiare le nozze di Luigi XIII con Anna d’Austria. Su ciascuno dei quattro lati, lunghi 140 metri, si affacciano nove caseggiati che formano una parete continua, con quattro finestre ciascuno, tre piani e un ampio solaio. Al piano terra si aprono dei porticati e nel mezzo della piazza è presente un giardino, una square, che prende il nome dal monumento equestre a Luigi XIII che si trova al suo interno. Ogni casa presenta fasce verticali e cornici di conci in pietra calcarea bianca alternate a fasce di mattoni, che creano una raffinata tricromia con l’ardesia blu dei tetti.


Centro Pompidou Nel 1969, l’allora Presidente della Repubblica Georges Pompidou decise di dar vita ad un importante centro culturale, nell’area chiamata “plateau Beaubourg”. Venne lanciato un concorso nazionale in cui risultò vincitore il progetto di Renzo Piano e Richards Rogers. Iniziato nell’aprile 1972, fu inaugurato il 31 gennaio 1977.


La cattedrale di Notre-Dame

Notre Dame de Paris, l’elegante e misteriosa signora di Parigi, è il centro della Francia, perché proprio davanti al suo ingresso si trova il Punto Zero, ovvero la stella di bronzo dalla quale vengono calcolate tutte le distanze stradali della Francia. Voluta dal Vescovo Sully per invidia nei confronti della Cattedrale di St. Denis, venne costruita rastrellando soldi in tutta Parigi. Trasformata in Tempio della Ragione dai rivoluzionari e sempre sul punto di essere demolita, si è sempre salvata grazie alla volontà di qualche parigino potente, Notre Dame ha vissuto momenti bui e di splendore, per essere definitivamente salvata dal fascino di un romanzo: Notre Dame de Paris di Hugo. Il romanzo, che ruota intorno alla cattedrale e ai suoi personaggi, ha restituito prestigio a questa cattedrale che custodisce alcune delle reliquie più importanti della cristianità, tra cui un chiodo della croce di Gesù e la corona di spine.


il Louvre


il canale “Saint Martin”

Il Canal Saint-Martin è un canale lungo 4,55 km (di cui 2 km al coperto), che corre interamente all’interno dei quartieri orientali di Parigi, collegando la Senna, attraverso il bacino dell’Arsenale, con il Bacino della Villette e più oltre con il Canal de l’Ourcq. La costruzione del canale iniziò nel 1805 ma l’inaugurazione avvenne solo nel 1825: le difficoltà principali nel portare a termine l’opera non furono di tipo ingegneristico, ma derivate dalla già fitta urbanizzazione della zona attraversata: basti pensare che la parte finale del canale verso l’Arsenal passa sotto le fondamenta della Bastiglia. Il canale - di poca portata - era originariamente destinato a rifornire la città di acqua potabile. Poi, essendo sorti lungo le sue rive insediamenti industriali (vetrerie, mulini, magazzini) fu destinato alla navigazione commerciale.


il cimitero Pere - Lachaise di Parigi


Giardini del Lussernburgo



Parigi