Page 1


... E POI?

... e poi perchè oltre l’università mi sono divertita a vivere la mia passione anche senza professori... seguendo workshop o semplicemente seguendo le mie mani guidate dalla mia testa... a volte... guidate dal mio stomaco.. altre volte... infondo l’università ci da le basi ma quello che succede dopo dipende solo da noi...

P.S.

in questa sezione c’è anche quello che ho combinato durante lo stage a Paris.... perchè sono partita per l’università... ma sono rimasta per me....


... E POI? workshop e concorsi


Workshop Boisbouchet Poietiers 08/2006 con John Otis il tema di questo workshop era i 4 sensi e gli elementi naturali... sicuramente una tematica dalla quale sono passati molti designer... ma da qualche parte si dovrà pur cominciare... il risultato di questa settimana è stata la creazione di un allestimento all’interno di un granaio dove sono state costruiti tre spazi nella quale era possibile, attraverso un senso, percepire uno degli elementi naturali: la terra e l’olfatto, uno spazio scuro dentro la quale si trova un percorso che passa attraverso differenti essenze della terra appese in aria, un immersione in profumi escludendo la vista per acuire il senso dell’olfatto... il fuoco e l’udito, uno spazio circondato da stoffa rossa nella quale un percorso su legni secchi faceva pensare al crepitio del fuoco... l’acqua e il tatto, uno spazio immerso da stoffa bianca all’interno della si trovava un contenitore dalla quale gocciolava dell’acqua su di una pitra con una mano dipinta sopra... l’aria e l’olfatto, anche qui una stoffa bianca crea un luogo dove 3 contenitori sono appesi in aria dentro la quale si trovano diversi miscugli di aqua e sapone per giocare con le bolle, create dall’aria, che una volta scoppiate, creano un profumo...


Creazione senza movente Belgio 01/2008

Una lampada creata con diversi oggetti che facevano disordine nella mia stanza belga: sacchetti di ZARA lucine di un albero di natale pezzi di modellini di vari esami L’insieme di questi oggetti hanno reso possibile la crezione di una lampada che dipinge temporaneante i muri di una stanza... piuttosto che illuminarli.


specchio del mio guardaroba

Questo progetto è stato fatto per un concorso proposto dalla fondazione aldo morelato: “il mobile significante”. l’idea è quella di dare una nuova valenza all’oggeto specchio; partendo dunque da una forma leggendaria della cornice, si è passato alla ricerca di nuove funzionalità per un oggetto tradizionale quale lo specchio


PREMIO “CITTA’ DI CEREA - SCUOLA APPIO SPAGNOLO”, Al progetto “SPECCHIO DELLE MIE BRAME” di Meana Francesca, per aver reso compatibile una forma leggendaria della cornice di antichi specchi con complesso di funzioni altamente tecnologiche, attraverso l’interattività tra il corpo fisico e l’immagine virtuale. La giuria Ugo La Pietra Silvana Annicchiarico Maurizio Duranti Ettore Mocchetti Maurizio Morgantini Alberto Prina Giorgio Morelato Cerea, 12 giugno 2008


pensa ai tuoi vestiti

indovina il profumo


ti connette con i tuoi amici


ti allena


Workshop Poisbouchet Poietiers 08/2008 con Fabio Novembre questo xorkshop organizzato dalvitra museum con la coolaorazione di fabio Novembre ha avuto come tema quella dell’adozione di un albero. l’intervento poteva essere di qualsiasi natura ma per il tema scelto io mi sono spinta verso una realizzazione più artistica... l’albero è stato scelto in base alla localizzazione, esso infatti si trova in un giardino “segreto” dietro ad una vecchia porcilaia, esso è centrale rispetto agli altri arbusti che invece sono situati più sul perimetro dello spazio; il mio intervento su di esso ha voluto essere più che altro un gesto di affetto verso un albero: un regalo, un gioiello per differenziarlo da tutti gli altri.


... E POI? stage chez AESTHETE


colaborazione grafica sul web site per il lancio del profumo “deBaschmakov” by The Different Company. Un sito la cui grafica si basa sull’idea di un carnet di viaggio... un viaggio attraverso la russia alla riscoperta delle radici del suo ideatore, attraverso immagini e odori che hanno portato alla creazione di questo nuovo e insolito profumo.

http://debachmakov-leparfum.com/


Creazione vetrine della boutique The Different Company per il lancio e la pubblicizzazione del profumo de Bachmakov. I concept sono stati realizzati in collaborazione con l’art director di TDC Thierry de Baschmakoff; una volta stabilito il concept per ogni vetrina mi sono occupata personalmente della realizzazione dei singoli oggetti che compongono lo scenario e che affiancano e presentano il flacone di profumo.


Stand AESTHETE in occasione della fiera Make Up in Paris. In occasione della prima edizione di Make Up in Paris lo studio AESTHETE ha avuto a disposizione uno spazio in una stanza dalle pareti nere e dai mobili trasparenti, il mio compito è stato quello di trovare un modo di esporre gli oggetti progettati dallo studio; ho dunque progettato delle cornici dotate di luci led che illuminassero gli oggetti contenuti in esse.


Maquette in scala 1:1 di un paio di sneakers.


Packshot di packaging e flaconi progettati dallo studio AESTHETE.


... e poi?  

project done without the help of the university

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you