Page 13

• I parchi piemontesi hanno un discreto potenziale turistico reale e percepito, ma che se accostati ad attrazioni di natura antropica (culturali) assumono un ruolo di complemento dell’offerta. • Le AP creano un buon grado d’affezione da parte dei visitatori ( con motivazione sitospecifica) • Ogni singola area deve valutare le proprie specificità al fine di “catturare” specifici segmenti di mercato [ molteplici spunti: Portale dell’ecoturismo regionale? Collaborazione con operatori specializzati privati? Ecc…] •Valorizzazione degli Enti di Gestione quali enti di livello meso-territoriale di cruciale importanza per tutte le politiche basate su approcci bottom up, una per tutte l’approccio LEADER del PSR e la partecipazione ai GAL.

ParchiBellaImpresa - Torino, 28 marzo 2013

06-Marco Adamo_ IRES Piemonte  
Advertisement