Page 1

F

OTOGRAFANDO TORINO

Numero Sette - Luglio 2011

Magazine Evento del mese: Mostra fotografica collettiva del gruppo Eventi passati: FO.TOgrafando l’eclissi lunare 10 domande a... Daniele Alessio Approfondimenti: Due tecniche fotografiche: HDR e Stop motion La foto del mese: Maurizio De Conti

Spazio dedicato agli amici di FO.TO Cercate “Fotografando Torino Magazine” su Facebook

Appuntamenti e mostre di Luglio

fotografando torino magazine


NUMERO SETTE EDITORIALE

Siamo a Luglio. Questo è l’ultimo numero dell’anno “solare” di FO.TO che si chiude dopo circa otto mesi di fotografie, book, uscite, sorrisi e bei momenti. Tante cose sono successe e ora, con l’arrivo delle vacanze estive, ci dobbiamo lasciare. Questo mese vi parleremo delle ultime attività: quella passata, cioè l’eclissi lunare e quella in programma, cioè la mostra fotografica del II° Book “On air” - Il mondo delle favole. Negli approfondimenti abbiamo deciso di parlarvi delle tecniche dell’HDR e dello Stop motion. In questo numero, abbiamo sottoposto alle fatidiche “10 domande...” il fotografo del gruppo, Daniele Alessio. Continuano, come sempre, le rubriche e il calendario, aggiornato con gli eventi più interessanti del mese. Infine, la foto del mese è di Maurizio De Conti. Complimenti all’autore! Abbiamo deciso di lasciarvi con un compito: documentate le vostre vacanze, pochi scatti ma significativi. Cercate di farci rivivere le stesse emozioni che avete provato nel scattarle. Questo è il compito che vi lasciamo, dandoci appuntamento a Settembre. Per un nuovo anno pieno di fotografie.

Buona lettura e buone vacanze piene di luce!

Fotografando Torino

1


SOMMARIO In copertina: un’immagine estiva suggestiva

pag.6

Pagina 1: Editoriale di Fotografando Torino Evento del mese Pagina 4-5: Mostra fotografica collettiva Evento passato: Pagina 6-7: FO.TOgrafando l’eclissi lunare Pagina 8-9: 10 domande a... Daniele Alessio

L’eclissi lunare

pag.10 Approfondimenti: Pagina 10-12: HDR Pagina 13-14: Stop motion

HDR di Kristian Ramella

Pagina 15: La foto del mese: Maurizio De Conti Pagina 16: Appuntamenti e mostre

pag. 8 2

Daniele Alessio


Scopri il nuovo sito di fotografando torino:

www.wix.com/fotowalk/home 3


EVENTO DEL MESE

MOSTRA FOTOGRAFICA

96 foto riempiranno il Cortile con le foto di Alice nel Paese delle Meraviglie, Bianceneve e i Sette Nani, Cappuccetto Rosso e Cenerentola.

Il 12 luglio si chiuderà l’avventura di FO.TO. Non preoccupatevi: è solo per la pausa estiva, torneremo a Settembre più attivi di prima. Perché il 12 luglio? Perché si svolgerà la terza mostra fotografica del gruppo Fotografando Torino, ovvero quella riguardante il book fotografico “On air - Il mondo delle favole”. Svoltosi il 22 Maggio scorso, il book ha prodottto più di un migliaio di foto, tra tutti e dodici i fotografi impegnati sul set. Ringraziamo quindi i tredici amici tra modelle e modelli che si sono prestati, in una bellissima giornata primaverile, sotto un sole accecante, a circa 8 ore di book. Nonché Monica Cafiero e i suoi costumi teatrali che sono stati essenziali per la buona riuscita del book.

Quindi, dopo “FO.TO in mostra” e “Lavori in corso: Giocoliamo”, il gruppo FO.TO si appresta a sbarcare al Cortile della Farmacia, presso il Museo Regionale di Scienze Naturali,

4

per la sua terza mostra fotografica. 96 foto riempiranno il Cortile con le foto di Alice nel Paese delle Meraviglie, Bianceneve e i Sette Nani, Cappuccetto Rosso e Cenerentola. Dalle ore 19,30, con il sottofondo di Dj Vespa e Dj Pippo De Masi, il primo attivissimo nelle serate mondane torinesi e il secondo, il dj delle serate dello storico locale Barrumba, chiuso ormai da qualche anno, sulla cui musica molti di noi trascorrevano le loro prime serate e sono cresciuti. Una serata ricca di sorprese, in una cornice spettacolare quale il Cortile della Farmacia, in via Giolitti 36, a Torino. Vi aspettiamo numerosi, per una serata in compagnia.


EVENTO DEL MESE

5


EVENTO PASSATO

fo.tografando l’ECLISSI LUNARE

Una eclissi simile, unica per colori ed immagini dovute alla particolare posizione ed angolazione, sarà visibile dall’Italia la prossima volta solo nel 2018.

Lo scorso 15 Giugno dall’Italia è stata visibile una spettacolare eclissi lunare che ha regalato suggestive ed uniche immagini agli appassionati di tutta Italia. Una eclissi simile, unica per colori ed immagini dovute alla particolare posizione ed angolazione, sarà visibile dall’Italia la prossima volta solo nel 2018. Purtroppo, noi del gruppo FO.TO, radunatici su una collina di Pecetto Torinese, non abbiamo potuto assistere all’evento a causa della consistenze presenza di nuvole. Pertanto, ci affidiamo alle foto che si possono trovare sul web.

6


EVENTO DEL MESE

7


10 DOMANDE A... Daniele Alessio

Scrivere di Daniele Alessio in terza persona creerà danni permanenti alla percezione di me stesso. Tu, editore, ritieniti responsabile per questo. Fatte le dovute precisazioni, che dire di quel “gran” bravo ragazzo di Daniele. E’ sempre stato definito un entusiasta, perché, quando decide di fare qualcosa, ci si butta dentro a capofitto e con tutte le sue forze (per me si tratta di sindrome da secchione). Ama la libertà, propria ed altrui, ama la bellezza, l’arte ma anche le fesserie. Odia le costrizioni, le regole insensate, tutto ciò che é grigio e piatto (non é una questione di cromia ma di percezione). Ama usare termini ricercati e desueti (desueto è un termine ricercato e desueto...). Odia parlare di sè. :)

****

1) Quando e come ti sei avvicinato alla fotografia? In verità la fotografia mi è “stata vicina” sempre, da quando ne ho memoria. Poi a giugno di 2 anni fa, complice un cambiamento importante nella mia vita, ho deciso di acquistare la mia prima reflex e da allora non me ne sono mai più separato!

3) Qual è il tuo artista preferito? LaChapelle, Erwitt, Avedon e tutti i più grandi ritrattisti. 4) Qual è la tua ottica preferita? Sicuramente l’85mm F1.8. E’ l’ottica da cui non mi separerei mai quando scatto i miei ritratti. Riesce a dare un effetto quasi etereo alle mie foto.

2) Chi è che ti ha ispirato? Più che chi direi cosa, ovvero la volontà di materializzare il mio sguardo sul mondo. Sono estremamente affascinato dall’arte ma non so creare, ed allora mi limito a descrivere quello che vedo tramite le mie foto.

5) Qual è il tuo soggetto preferito? Il mio soggetto preferito? Le persone ed i loro occhi.

6) Quali effetti ha la fotografia nella tua vita, privata e non? Personalmente quando incontro qualcuno insoddisfatto per qualche motivo della propria vita, gli consiglio di avvicinarsi alla fotografia. Per me è diventata una compagna di viaggio da cui non potrei separarmi. E grazie alla fotografia ho conosciuto persone splendide, con una passione comune. 7) Quali sono i tuoi progetti fotografici futuri? Studiare, fotografare, migliorare il più possibile. 8) Dilemma eterno: Nikon o Canon? Dico Nikon! Esiste una macchina migliore della mia D700? 9) Che consiglio daresti a chi ama fotografare? Di imparare a fotografare! La fotografia è una dote innata, che non si insegna, ma che necessita di tecnica per essere espressa al meglio. 10) Fai un saluto alla rivista. Ehhh... ehm... ah sì, ho trovato: “Ciao Rivista!”. Daniele

8


10 DOMANDE A...

9


APPROFONDIMENTI

HDR: High dynamic range Per i fotografi si aprono nuove possibilità, basta guardare qualche piccola foto per capire le grandi potenzialità dell’HDR. Come fare

L’ HDR, acronimo di High Dynamic Range, è una tecnica utilizzata in computer grafica e in fotografia per consentire che i calcoli di illuminazione possano essere fatti in uno spazio più ampio (un high range appunto) e si possano rappresentare valori di illuminazione molto alti o molto bassi. Le tecniche HDR sono fondate sulla natura fisica della luce. Per i calcoli si utilizzano le stesse unità di misura della fotometria, dove, per esempio, al sole viene assegnato un valore di luminosità milioni di volte più grande di quello del monitor del personal computer. L’HDR dà la possibilità di immortalare una scena avendo poi il totale controllo sull’immagine finale; ad esempio è possibile esporre nuovamente la foto, correggendo o perfezionando il risultato finale. Per i fotografi si aprono nuove possibilità, basta guardare qualche piccola foto per capire le grandi potenzialità dell’HDR. La gestione di questa tecnica inventata da Paul Debevec e codificata in file da Gregory Ward si è affacciata alla ribalta con l’avvento di Photshop CS2 che permetteva di generare e gestire file in formato HDR da una serie di scatti multipli esposti in maniera diversa. Successivamente la comparsa di programmi come Photmatix ha reso l’HDR più vicino a tutti e la moda è dilagata soprattutto fra i fotoamatori. Raggiungere risultati professionali però non è assolutamente semplice perché l’HDR da si risultati strabilianti ma lascia dietro di se alcune tracce. Infine l’avvento della nuova generazione di computer permette tempi di lavorazione più umani che con file a 16 e 32 bit si allungano a dismisura.

Per iniziare a scattarre delle foto in Hdr occorre: - macchina fotografica digitale con possibilità di impostare una delle seguenti modalità di esposizione: - manuale - priorità di diaframmi - AEB Auto Exposure Bracketing - cavalletto - un programma in grado di sviluppare i file RAW della fotocamera - Photoshop CS2 - un programma per creare e gestire i file HDR come Photomatix o Easypano A questo punto imbracciata l’attrezzatura e montata un ottica grandangolare non ci resta che uscire, piazzare la nostra macchina sul cavalletto, in modo che non si muova e scattare delle fotografie (almeno 3) con esposizione differente oppure una soltanto ma corettamente esposta. Cercate, di fare delle inquadrature un po’ drammatiche che lascino spazio al cielo e che includano un po’ di verde. Prediligete le prime ore del mattino e il tardo pomeriggio.

Quindi se si vogliono foto con dettagli impensabili e con una separazione tonale e delle luci incredibile non ci resta che utilizzare l’HDR.

10


APPROFONDIMENTI HDR con Photoshop Dalla Versione CS2 in poi è possibile creare delle immagini HDR anche con Photoshop, i risultati non sono pero cosi convincenti come con Photomatix. (nota: i comandi sono in inglese poiché non dispongo della versione in italiano) Si inizia cliccando su “File” >> “Automate” >> “Merge to HDR…” dopodiché si seleziona la serie (3-5 immagini) di fotografie dello stesso oggetto fatta con diversa esposizione, e si clicca su OK (prima è consigliato selezionare l’opzione in fondo a sinistra per allineare le immagini). Photoshop elaborerà le foto creando un file HDR, dopodiché è necessario modificare il “Tone Mapping”, si deve quindi andare su “Image”(immagine) >> “Mode” >> e selezionare “8Bits/Channel”. Nella finestra che compare si seleziona “Local Adaption” e si configura a piacere. Buon lavoro!

Foto di Kristian Ramella

11


APPROFONDIMENTI

12


APPROFONDIMENTI

STOP MOTION

Oggi, grazie anche alla disponibilità di fotocamere digitali, sono molti gli amatori di questa tecnica, come documentato anche dall’enorme numero di video presenti su youtube.

COSA SERVE PER REALIZZARE UN FILMATO IN STOP MOTION?

Lo Stop-motion è una particolare tecnica di animazione che abbraccia in egual misura la fotografia, l’utilizzo del computer e la creatività di chi la mette in atto. Si tratta di realizzare dei filmati mettendo in sequenza una serie di fotogrammi catturati singolarmente con una fotocamera, una webcam o uno scanner; a differenza di un filmato realizzato con una videocamera, lo stop-motion permette di creare situazioni nuove e che superano la realtà visiva, come far volare le persone o far muovere e parlare dei pupazzi di gomma.

La prima cosa da avere è naturalmente un’idea. Nelle fasi iniziali è inutile cercare di emulare Tim Burton o lavorare con la plastilina per ricreare i famosi “Wallace & Gromit“; piuttosto prendete inspirazione da altri video presi su youtube e iniziate a ricreare un animazione semplice, come far muovere un oggetto (una scarpa ad esempio). Mentre pensate al vostro soggetto, tenete a mente che andrete a scattare circa 10 fotografie per ogni secondo di filmato che realizzerete per ottenere un’animazione abbastanza fluida (se volete invece un’animazione in regola con i principi cinematografici dovete scattare 24 fotografie per ogni secondo di animazione).

Esempi notevoli dell’utilizzo di questa tecnica si hanno fin dai primi esordi del cinema, col film king kong degli anni ’30 (il gorilla è stato animato frame-per-frame) e nel cinema moderno con i capolavori di Tim Burton quali “Nightmare before Christmas” e “La sposa cadavere“.

Secondo: procuratevi una fotocamera digitale. Siccome queste immagini non saranno destinate alla stampa, non è necessario che siano al massimo della risoluzione, potete quindi settare la qualità degli scatti in modo da salvare il maggior numero di foto sulla vostra memory card. Infatti a seconda della lunghezza del vostro filmato, avrete bisogno di scaricare le immagini sul vostro pc e formattare la card diverse volte prima che il filmato sia completato.

Oggi, grazie anche alla disponibilità di fotocamere digitali, sono molti gli amatori di questa tecnica, come documentato anche dall’enorme numero di video presenti su youtube. Iniziamo quindi a capire in cosa consiste lo stop motion.

Terza ed ultima fase: procuratevi un software per montare tutte le immagini; se utilizzate il PC allora potete affidarvi alla versatilità e semplicità di utilizzo di MonkeyJam; se invece siete utilizzatori Mac potete scegliere fra i classici Apple iMovie o QuickTime Pro oppure FrameThief.

13


APPROFONDIMENTI Fase 1: Catturate i fotogrammi della vostra animazione Diciamo che volete realizzare un filmato in cui una scarpa si muove da sola per la stanza. Iniziate piazzando la scarpa in un punto e scattate la prima fotografia; spostate l’oggetto e continuate a scattare fotografie tenendo a mente due particolari fondamentali: Maggiore sarà lo spostamento dell’oggetto fra uno scatto e l’altro, maggiore sarà la velocità che tale oggetto avrà nel filmato finale, per cui se in 10 fotogrammi la scarpa si sposta di 2 metri, una volta riprodotto il filmato in stopmotion, tale distanza sarà percorsa in appena 1 secondo. Inoltre è utile, almeno nelle prime fasi dell’apprendimento di tale tecnica, utilizzare un cavalletto e scattare le fotografie in successione dallo stesso punto di ripresa; questo serve soprattutto per evitare che il filmato finale risulti tremolante per il continuo cambio di posizione della fotocamera. Scattate fin quando la scarpa non ha raggiunto il punto finale del suo percorso. Naturalmente potete manipolare l’animazione in modo creativo, facendo ruotare, o saltare il vostro soggetto (imparerete ad utilizzare attrezzature come strutture in fil di ferro o nastro biadesivo per posizionare il vostro oggetto in alcune posizioni particolari).

Fase 2: Scaricate le vostre fotografie sul computer Una volta catturate le immagini vi basterà creare una nuova cartella per il progetto e scaricare tutte le vostre fotografie. Questo processo varia di fotocamera in fotocamera e di computer in computer.

14

Fase 3: Montate le vostre fotografie – PC Se utilizzate il PC allora vi consigliamo di usare il software MonkeyJam; l’applicazione è gratuita e pesa soltanto 1.3 MB. Ci permette di utilizzare le fotografie scattate con una fotocamera, utilizzare delle scansioni o catturare on-the-fly dalla nostra web cam. Iniziare e semplice: cliccate sulla voce di menu “File > New xps”; si aprirà una finestra dove indicherete al software dove posizionare le immagini dell’animazione e il colore del livello (lasciate invariato per animazioni semplici). Una volta iniziato un nuovo progetto potete scegliere se importare le immagini scattate con la vostra fotocamera tramite il comando “File > Import > Images” oppure se utilizzare la webcam tramite il menu “Tools > Capture > video” (o cliccando sull’icona della videocamera in alto). Se avete scelto di importare le vostre immagini da un cartella, noterete che il software le disporrà nella timeline in ordine alfabetico, per cui fate attenzione al nome delle immagini e se necessario rinominatele (potete rinominare tutte le immagini contemporaneamente utilizzando il “bridge” di Adobe Photoshop). Potete salvare il vostro progetto o esportare il filmato in formato .avi pronto per essere caricato su youtube. Buon divertimento!


LA FOTO DEL MESE

Maurizio De Conti

(La foto è stata scelta tra quelle inviate al gruppo di Fotografando Torino su Flickr)

15


CALENDARIO: APPUNTAMENTI E MOSTRE

Appuntamenti Martedì 12 luglio, mostra fotografica del gruppo FO.TO “Cenerentola nel Paese dei Sette Nani Rossi” ore 19.30 Cortile della Farmacia - via Giolitti 36, Torino Per informazioni: Stefano 3397971355 **** Fino al 10 luglio, mostra fotografica di Roland Ellison “Inside/Outside” c/o Mirafiori Galerie - Mirafiori Motor Village, piazza Cattaneo 9, Torino Per informazioni: www.mirafiorimotorvillage.it **** Fino al 25 settembre, mostra fotografica “Magnum sul set. Il cinema visto dai grandi fotografi” c/o Museo Nazionale del Cinema - Mole Antonelliana, via Montebello 22, Torino Per informazioni: www.museocinema.it **** Fino al 9 ottobre, mostra fotografica “Torino. Una città che cambia. Fotografie 1880-1930” c/o Borgo Medievale - parco del Valentino, Torino Per informazioni: tel. 0114431701-02

16


Seguici su: Fotografando Torino: http://www.facebook.com/pages/FOtografando-TOrino/179994222014627 Fotografando Torino Magazine: http://www.facebook.com/pages/Fotografando-Torino-Magazine/142178925854560 www.flickr.com/groups/fotowalk www.twitter.com/fototorino http://flavors.me/fo_to www.youtube.com/user/fotowalk www.wix.com/fotowalk/bio http://fotowalk.tumblr.com

FO.TO: Fotografando Torino Mensile a cura degli amici del progetto fotografico. Potete inviare i vostri articoli a: fotografandotorino@hotmail.it. Numero Sette – Mese di Luglio 2011 Questo mensile non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Finito di editare il 23 giugno 2011.

Profile for Fotografando Torino

Numero Sette  

Numero Sette - Mese di Luglio

Numero Sette  

Numero Sette - Mese di Luglio

Profile for fotowalk
Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded