Issuu on Google+

Anno XXVI n. 14 SABATO 30 APRILE 2011

www.forzacosenza.it

SETTIMANALE SPORTIVO

Copia omaggio

DE ROSA: “DOBBIAMO VINCERE” Gigi De Rosa aveva un obiettivo ben preciso: constatare che il suo Cosenza fosse ancora vivo dopo il ko interno con l'Andria. "Ho avuto buone risposte, l'ho detto a partita conclusa sabato scorso. Mentalmente la sconfitta coi pugliesi non ha influito ed è già un fattore importante". Nella tabella dei rossoblù però dal De Simone si sarebbe dovuto tornare con tre punti. Ne è arrivato soltanto uno. "Ci siamo presentati con le intenzioni migliori e nella prima frazione di gioco avevo l'impressione che avremmo potuto colpire da un momento all'altro. Nella ripresa invece Essabr è calato col passare dei minuti e Degano non è una prima punta. Ci è mancato Biancolino che in rosa è l'unico attaccante vero". I Lupi avevano trovato il vantaggio con una zampata di

Scanga Francesco Concessionaria Ufficiale di Vendita Mercedes-Benz Rende (CS) - Contrada Lecco

Audi Q5 2.0 Tdi 170cv F.A.P. Quattro Anno 2009 65.000 Km   €  35900,00

Ford Kuga 2.0 Tdci 136 Cv Titanium Anno 2009 Km 35.000   € 24.500,00

Giacomini, poi un rigore assegnato generosamente ha rimesso il match sui binari della parità. "Non so se quel penalty in altre occasioni sarebbe stato concesso, ma ultimamente no-

IL TECNICO DEL COSENZA: "INUTILE GUARDARE IL CALENDARIO. BISOGNA BATTERE IL VIAREGGIO. POI SI VEDRÀ" to un atteggiamento degli arbitri un po' così. Non dobbiamo badarci, ma concentrarci semplicemente sul nostro lavoro. Una nota positiva è la difesa: nelle ultime giornate abbiamo incassato gol esclusivamente dal dischetto. L'atteggiamento è quello giusto". L'appuntamento con la vittoria è fissato per

domenica. "Col Viareggio metterò in campo due punte. Essabr e Biancolino? Probabile". Cosenza a trazione anteriore, pertanto. Soprattutto se dovesse essere confermata una retroguardia a tre con Giacomini e Matteini sulle fasce, più Stefano Fiore in cabina di regia. "Non serve guardare la classifica adesso. Prima di dare un'occhiata al calendario c'è da vincere la battaglia di domenica, poi si vedrà". Uno sguardo infine agli sviluppi societari. "Finché non ci sarà la certezza di un accordo parliamo di aria fritta. Restiamo nel campo delle ipotesi, quindi nessuna influenza sul gruppo. Se i calciatori sono ancora al San Vito dopo tutto quello che è successo durante l'anno significa che tengono a centrare la salvezza". for.cos.

DISPONIB ILITA' DI VAR ANNI DI IMMATRIC I COLORI E OLAZION E. PER EVENTUALI INFORMAZIONI CONTATTARE I NUMERI:

LE OCC ASIO DELL’US NI ATO

Tomasi Paolo 0984/831527 - Alessandro Cherubino 0984/831591 - Rosa Molinaro 0984/831560 - Gianluigi Bonanno 0984/831551

Mercedes Benz C 220 Cdi Avantgarde Autom. Anno 2007 95.000 Km € 24.900,00

Peugeot 1007 1.4 Hdi Sporty  Anno 2007 25.000 Km   € 8.900,00

Fiat Sedici 1.9 Mjt 4x4 Emotion Anno 2009 27.000 Km   € 15.900,00

Lancia Ypsilon 1.3 Mjt 16v Anno 2010 6.000 Km   € 11.300,00


2

SABATO 30 APRILE 2011

N U M E R I Diagnostica Echo doppler Fotoringiovanimento del viso - Epilazione definitiva Trattamento inestetismi cutanei e fibrolipomatosi degli arti con elettroporazione Chirurgia laser Varicole - Varici - Nevi - Angiomi - Fibromi - Tatuaggi Trattamento emorroidi col metodo Hal-Doppler

CENTRO S.I.P.I.C. del Dott. RENATO COSCARELLA

COSENZA Viale degli Alimena, 69 - Tel. 0984 25228

www.renatocoscarella.it PISCINA COMUNALE DI COSENZA Via Veterani dello Sport - 87100 Cosenza Tel. 0984.483115 - Fax 0984.506921 PISCINA COMUNALE DI LAMEZIA Località Chianta 88046 Lamezia Terme (CZ) Tel.&Fax 0968.4332297

DIVISIONE IMPIANTI SPORTIVI

PISCINA COMUNALE DI MALITO Contrada Cona - Malito (CS) Tel&Fax 0984.968888

www.cogeis.com - info@cogeis.com

CROCIERA NEL MEDITERRANEO a partire da euro 525,00 (tasse ed assicurazioni escluse)

ore 15

sabato 23 aprile

ore 15

domenica 1 maggio

ANDRIA - BENEVENTO ATLETICO ROMA - CAVESE FOGGIA - NOCERINA FOLIGNO - LUCCHESE GELA - TERNANA JUVE STABIA - TARANTO SIRACUSA - COSENZA VIAREGGIO - BARLETTA VIRTUS LANCIANO - PISA BARLETTA - GELA BENEVENTO - FOGGIA CAVESE - JUVE STABIA COSENZA - VIAREGGIO LUCCHESE - VIRTUS LANCIANO NOCERINA - FOLIGNO PISA - ANDRIA TARANTO - SIRACUSA TERNANA - ATLETICO ROMA

ore 15

domenica 8 maggio

PROSSIMO TURNO 33ª giornata

LE PARTITE DI DOMANI 32ª giornata

TURNO PRECEDENTE 31ª giornata

CENTRO PRENOTAZIONE CROCIERE RENDE - VIALE KENNEDY,1 TELEFONO 0984 46.46.85

ANDRIA - CAVESE ATLETICO ROMA - COSENZA FOGGIA - TARANTO FOLIGNO - BENEVENTO GELA - NOCERINA JUVE STABIA - LUCCHESE SIRACUSA - TERNANA VIAREGGIO - PISA VIRTUS LANCIANO - BARLETTA

1-1 6-0 0-1 1-0 0-0 0-3 1-1 1-1 1-1

concorso n. 41

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

SERIE B

RISULTATI COLONNA FINALI VINCENTE

CATANIA - CAGLIARI CHIEVO - LECCE FIORENTINA - UDINESE MILAN - BOLOGNA PARMA - PALERMO SAMPDORIA - BRESCIA SALERNITANA - COMO SORRENTO - GUBBIO BENEVENTO - FOGGIA PAVIA - HELLAS VERONA PERGOCREMA - CREMONESE PISA - ANDRIA BAT TERNANA - ATLETICO ROMA BARI - ROMA

CLASSIFICA I N 1^ DIVISIONE G I R O N E B PT NOCERINA BENEVENTO JUVE STABIA ATLETICO ROMA TARANTO FOGGIA (-3) VIRTUS LANCIANO SIRACUSA LUCCHESE BARLETTA PISA GELA TERNANA (-2) ANDRIA COSENZA (-6) VIAREGGIO FOLIGNO (-4) CAVESE (-6)

RISULTATI PARZIALI

del 1 maggio 2011

68 56 51 50 50 43 42 42 38 37 36 36 35 33 32 30 29 25 PLAYOFF

G E N E R A L E PARTITE RETI G V N P F S 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31

20 16 15 15 13 14 9 12 10 9 8 9 9 8 8 6 8 7

8 8 6 5 11 4 15 6 8 10 12 9 10 9 14 12 9 10

3 7 10 11 7 13 7 13 13 12 11 13 12 14 9 13 14 14

PLAYOUT

47 46 38 46 33 64 27 26 35 32 32 29 25 26 32 28 31 27

26 34 31 31 26 53 28 30 32 38 38 37 38 33 33 40 38 38

C MI +2 -6 -11 -12 -9 -15 -14 -17 -18 -18 -18 -20 -18 -22 -16 -23 -22 -22

A S A PARTITE RETI V N P F S

F

11 10 11 8 11 8 8 10 6 5 7 6 7 4 4 5 3 5

9 5 2 22 13 6 4 6 22 24 4 5 6 13 15 7 2 6 17 15 2 9 5 9 11 6 1 8 28 27 1 11 3 11 15 2 2 11 8 22 4 3 9 15 22 4 5 7 14 19 1 6 9 13 25 3 3 9 14 25 2 6 8 5 19 4 1 10 12 23 4 7 5 18 19 1 6 8 11 21 5 2 8 21 23 2 5 9 11 22

3 4 1 3 2 3 4 4 5 5 6 6 4 8 7 6 7 5

1 1 4 5 2 5 4 2 4 5 2 4 4 4 4 5 6 5

25 24 25 29 24 36 16 18 20 18 19 15 20 14 14 17 10 16

13 10 16 16 15 26 13 8 10 19 13 12 19 10 14 19 15 16

U O R I PARTITE RETI V N P F S

2^ DIVISIONE

IL PUNTO AL CAMPIONATO La prima sentenza del campionato di LegaPro prima divisione girone B è la promozione della Nocerina in serie B; i campani, dopo aver dominato per quasi tutta la stagione, tagliano il traguardo con tre giornate d’anticipo. La rete di Pomante per la vittoria di Foggia, non è digerita dalla società pugliese, che in settimana il Giudice Sportivo punisce con un’ammenda di ventimila euro e diffida e soprattutto la squalifica fino al 31 dicembre al presidente rossonero, Casillo. Il Benevento torna da Andria con un punto importante per consolidare il secondo posto. Al giallorosso Evacuo risponde Paolucci. La Juve Stabia esce sconfitta tra le mura amiche proprio nello scontro diretto con il Taranto; le due squadre sono divise da un solo punto. Secco il 3-0 firmato da una doppietta di Girardi e da una rete di Coly. Al Flaminio di Roma, l’Atletico gioca a tennis contro il fanalino di coda Cavese: sei le reti realizzate da Padella (doppietta), Babù, Franchi-

ni, Mazzeo e Chiaretti. Dopo il terribile ko arrivano le dimissioni dell’allenatore Mario Melotti; nelle ultime tre gare sarà Franco Dellisanti a guidare gli aquilotti ad una difficilissima salvezza. In coda alla classifica vince solo il Foligno, che si sbarazza di una Lucchese ormai con la testa altrove; del difensore Giovannini la rete che permette alla squadra Umbra di allontanarsi dall’ultimo posto in classifica. Il Cosenza non riesce ad andare oltre l’1-1 a Siracusa: alla rete di Giacomini risponde dopo pochi minuti Mancino su calcio di rigore. Stesso risultato tra Viareggio e Barletta: in vantaggio la squadra toscana con un rigore di Bocalon, risponde il “solito” Innocenti, alla sua quindicesima rete stagionale. Lanciano e Pisa non si fanno male ed alla rete del rossonero Di Cecco risponde dopo soli due minuti Fanucchi. L’unico 00 della giornata in Sicilia, tra Gela e Ternana. Ernesto Pescatore


3

SABATO 30 APRILE 2011

N E W S

COSÌ NELL’ULTIMO TURNO Domenica 23 aprile 2011 – ore 15:00 Trentunesima giornata Siracusa – Stadio comunale “Nicola De Simone”

SIRACUSA COSENZA

1 1

SIRACUSA: Baiocco, Lucenti, Pasqualini, Spinelli, Moi, Ignoffo, Bongiovanni, Mancosu (69' Koffi), Cosa (79' Torregrossa), Mancino, Corapi (69' Giordano). A disposizione: Fornoni, Pepe, Capocchiano, Desideri. All. G. Ugolotti. COSENZA: Marino, Ungaro (88' Aquilanti), Giacomini, Thackray, Fernandez, Matteini (89' Gerace), Evola, Roselli, Essabr, Fiore S., Degano (80' Cotroneo). A disposizione: De Luca, Musca, Sommario, Viscardi. All. L. De Rosa. ARBITRO: Bruno Diego di Torino. ASSISTENTI: Pentangelo Giovanni di Nocera Inferiore (SA) e Fiorito Valentino di Salerno. MARCATORI: 34' Giacomini, 38' Mancino (rig.). NOTE: giornata di sole. Terreno di gioco in discrete condizioni. Spettatori 1.500 circa; assente la tifoseria cosentina. Siracusa in completo assurro; Cosenza in completo bianco. Ammoniti: 33’ Ignoffo, 63' Giacomini, 83' Cotroneo, 87' Moi, 92' Koffi. Assenti nel Cosenza Biancolino squalificato; Rizzo, Adriano Fiore, Scarlato e Martucci infortunati; Chianello, e Galeano per scelta tecnica; mister De Rosa ha convocato anche due giovani della “Berretti” e precisamente Giuseppe Piromallo e Carmine Maestri, entrambi classe ’93. Ex della partita Vincenzo Cosa e Fernando Horacio Spinelli. Calci d’angolo 4-2 (p.t. 2-1) per il Siracusa. Tempo recuperato: p.t. 1'; s.t. 3'.

CLASSIFICA MARCATORI 19 reti 16 reti 15 reti 14 reti 12 reti 11 reti 10 reti 9 reti

8 reti 7 reti

6 reti

5 reti

GIUDICE SPORTIVO

Sau e Insigne (6) (Foggia); Ciofani (6) (Atletico Roma); Innocenti (1) (6 Barletta, 9 Taranto); Marotta (Lucchese); Negro (Nocerina), Clemente (1) (Benevento); Corona (6) (Juve Stabia); Ciano C. (2) (Cavese), Castaldo (1) e Catania (1) (Nocerina), Carparelli (1) (Pisa); Evacuo (1) e Pintori (Benevento), Mancino (1) (Siracusa) e Tozzi Borsoi (3) (Ternana); Albadoro (Juve Stabia), Grassi (2) (Lucchese); Biancolino (Cosenza), Franchini (Atl. Roma) e Mazzeo (2) (3 Nicola Mancino - Siracusa Cosenza, 4 Atl. Roma); Bellomo (Barletta), Schetter (Cavese), Sciaudone (1) (Foligno), Marolda (Viareggio), Mosciaro (2) (Pisa) e Di Gennaro (1) (Virtus Lanciano); Del Core (2) (Andria Bat), Esposito (Atletico Roma), D’Anna (Benevento), Fiore S. (Cosenza), Agodirin (Foggia), Coresi (2), Giacomelli (Foligno), Docente (Gela), Fanucchi (Pisa), Bocalon (2) (Viareggio), Di Cecco e Turchi (Virtus Lanciano).

Comunicato Ufficiale n. 157/div del 26 aprile 2011 Lega Italiana Calcio Professionistico Gare del 23 aprile 2011 Quattordicesima giornata di ritorno Il Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito dal Rappresentante dell’A.I.A. Sig. Roberto Calabassi, nella seduta del 26 Aprile 2011 ha adottato le deliberazioni che di seguito integralmente si riportano: 1a divisione – girone B: Società: ammenda di € 20.000,00 al Foggia e diffida; € 4.000,00 alla Juve Stabia; € 3.000,00 alla Cavese; € 2.500,00 all’Andria Bat; € 1.500,00 alla Nocerina; € 1.200,00 al Viareggio. Dirigenti: inibizione a tutto il 31.12.2011 a Casillo Pasquale (Foggia); a tutto il 31.05 a Greco Vincenzo (Andria Bat). Allenatori: squalifica per una gara effettiva a Gaetano Auteri (Nocerina); ammonizione a Scienza Giuseppe (Viareggio) e Pagliari Giovanni (Foligno). Calciatori espulsi: squalifica per una gara effettiva per doppia ammonizione a Pierotti Luca (Andria Bat), Del Sorbo Antonio Libero (Cavese), Cristiani Alessio (Viareggio), Bigazzi Mirko (Gela), Nolè Angelo Raffaele (Ternana). Calciatori non espulsi: squalifica per una gara effettiva a Candrina Marco (Foggia). Squalifica per una gara effettiva per recidività in ammonizione (XI infr.) a Favasuli Francesco (Pisa), Moi Davide (Siracusa). Squalifica per una gara effettiva per recidività in ammonizione (VIII) infr. A Brighenti Nicolò (Viareggio). Squalifica per una gara effettiva per recidività in ammonizione (IV infr.) a Romagnoli Simone (Foggia), Marotta Alessandro (Lucchese), Prosperi Fabio (Taranto), Colussi Roberto, Turchi Manuel e Vastola Gaetano (Virtus Lanciano).

PLAY-OFF: TUTTE LE DATE ANCORA POCHI I VERDETTI EMESSI, MA DOPO LA NOCERINA ANCHE IL GUBBIO POTREBBE SEGUIRE I MOLOSSI IN B. I PLAYOUT INIZIANO IL 29 MAGGIO E SI CONCLUDERANNO SETTE GIORNI PIÙ TARDI Nelle scorse settimane abbiamo dato il benvenuto tra i prof a Perugia, Mantova e Cuneo, mentre sabato la Nocerina ha acquisito il sospirato pass per la serie cadetta e il Catanzaro ha salutato ufficialmente la Lega Pro, retrocedendo in Serie D. Una stagione intera iniziata il 22 agosto 2010 sta per volgere al termine, ma non è ancora conclusa. Ci sono ancora tantissimi verdetti da definire. A partire dalla Coppa Italia di Lega Pro che domani vedrà Juve Stabia e Carpi sfidarsi per la finalissima di ritorno (andata 3-1 per le Vespe di Castellammare). In campionato, invece, il Gubbio spera di seguire la Nocerina (giocherà il primo maggio contro l'antagonista Sorrento: se batte i rossoneri è Serie B), mentre Tritium, Latina, Carpi (o Carrarese) sono ad un passo dal grande sogno e tenteranno di chiudere in vetta la loro stagione e salire direttamente in Prima Divisione. Per tutte le altre ci saranno i playoff a determinare chi verrà promosso e i playout, in una sorta di "ultima spiaggia", per non retrocedere. Domenica 8 maggio stop ai campionati in Seconda Divisione, invece domenica 15 maggio si chiude la stagione in Prima Divisione. Successivamente, quindi, spazio a playout e playoff. Queste le date: - Le semifinali playoff e i playout si giocheranno, l'andata, domenica 29 maggio e il ritorno domenica il 5 giugno. - Le finali di andata e ritorno dei playoff il 12 e 19 giugno. REGOLAMENTO. Il comunicato uffi-

ciale n.146/DIV della Lega Pro definisce le modalità di svolgimento delle gare dei Playout in Prima Divisione di Lega Pro per la stagione sportiva 2010-2011 validi per la retrocessione in Seconda Divisione. Nel dettaglio, oltre alle classiche regole, non compare però il riferimento ai gol segnati in trasferta. In questo caso il Cosenza potrebbe essere avvantaggiato qualora dopo la fine del campionato si ritrovasse appaiato alla Ternana. La doppia sfida con gli umbri è finita in parità (0-0 al Liberati ed 1-1 al San Vito) e per decretare la squadra peggio classificata si andrebbe a prendere in considerazione la differenza reti riguardante l'intero campionato. In questo caso la formazione di Gigi De Rosa ad oggi sarebbe avanti... Ecco però tutto il regolamento: A) Formazione delle classifiche finali di girone al fine di individuare le squadre che acquisiscono il titolo sportivo per richiedere direttamente l'ammissione al campionato di Serie B, quelle che retrocedono direttamente in Seconda Divisione e quelle che debbono disputare i Play-off ed i Play-out, viene determinata come segue: 1. In caso di parità di punteggio fra due o più squadre, si procede alla compilazione di una graduatoria (c.d. "classifica avulsa") fra le squadre interessate, tenendo conto dell'ordine: a) dei punti conseguiti negli incontri diretti;

Direttore Responsabile FEDERICO BRIA Direzione, Redazione e amministrazione: Via G. Barrio (pal. Filice) COSENZA Tel. 0984.462190

b) a parità di punti, della differenza tra le reti segnate e quelle subite negli stessi incontri; c) della differenza fra reti segnate e subite negli incontri diretti fra le squadre interessate; d) della differenza tra reti segnate e subite nell'intero campionato; e) del maggior numero di reti segnate nell'intero campionato; f ) del minor numero di reti subite nell'intero campionato; g) del maggior numero di vittorie realizzate nell'intero campionato; h) del minor numero di sconfitte subite nell'intero campionato; i) del maggior numero di vittorie esterne nell'intero campionato; l) del minor numero di sconfitte interne nell'intero campionato. B) Retrocessione in Seconda Divisione. Le squadre classificate al 16°, 17° e 18° posto di ogni singolo girone retrocedono al Campionato di Seconda Divisione. L'individuazione delle suddette squadre avviene con le seguenti modalità: 1. la squadra classificata al 18° posto in ogni singolo girone retrocede automaticamente al Campionato di Seconda Divisione; 2. la determinazione delle altre due squadre (17° e 16° posto), per ogni singolo girone, che debbono retrocedere al Campionato di 2^ Divisione, avviene dopo la disputa di Play-out tra le squadre classificatesi al 17°, 16°, 15° e 14° posto, secondo la seguente formula:

www.forzacosenza.it Reg. Trib. Cosenza n. 434/1986 Foto e statistiche: Ernesto Pescatore

Per la tua pubblicità TEL. 0984.462190 CELL. 337.872482 Grafica e impaginazione www.melaodesign.com

a) la squadra quattordicesima classificata disputa una gara di andata ed una gara di ritorno con la squadra diciassettesima classificata; la gara di andata viene disputata sul campo della squadra diciassettesima classificata; b) la squadra quindicesima classificata disputa una gara di andata ed una gara di ritorno con la squadra sedicesima classificata; la gara di andata viene disputata sul campo della squadra sedicesima classificata; c) a conclusione delle due gare di cui ai punti a) e b), in caso di parità di punteggio, dopo le gare di ritorno, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; in caso di ulteriore parità viene considerata vincente la squadra in migliore posizione di classifica al termine del Campionato; d) le squadre che risultano perdenti nelle gare di cui ai punti a) e b) verranno classificate, rispettando l'ordine acquisito nella graduatoria al termine del campionato al sedicesimo e diciassettesimo posto e, conseguentemente, retrocedono al Campionato di Seconda Divisione. C) Date e orari delle partite. Le partite dei Play Out della Prima Divisione di Lega Pro si svolgeranno secondo il seguente calendario (inizio ore 16): Gare di Andata: 29 Maggio 2011; Gare di Ritorno: 5 Giugno 2011. f.c. Stampa LA GRAFICA COMMERCIALE di MARIO TOCCI Via De Cardona, 18-20-32/A Tel. 0984.394140 - COSENZA martocci@tin.it - www.mariotocci.com


4

SABATO 30 APRILE 2011

C O S E N Z A

v s

V I A R E G G I O

I ROSSOBLÙ HANNO UN CALENDARIO CHE SULLA CARTA POTREBBE FAVORIRE GIGI DE ROSA A PATTO CHE FACCIANO BOTTINO PIENO COL VIAREGGIO

COSENZA, SALVEZZA POSSIBILE L’UNICA SALVEZZA PASSA DAL SAN VITO Cosenza, Stadio comunale “San Vito” Domenica 1 maggio 2011 – ore 15:00 COSENZA VIAREGGIO MARINO 1 COTRONEO 2 THACKRAY 3 ROSELLI 4 SCARLATO 5 FERNANDEZ 6 GIACOMINI 7 © FIORE S. 8 BIANCOLINO 9 DEGANO 10 MATTEINI 11

PINSOGLIO TAORMINA FIALE MASSONI MALACARNE CASTIGLIA PIZZA KRAS BOCALON CRISTIANI MAROLDA ©

ALLENATORE LUIGI DE ROSA GIUSEPPE SCIENZA In settimana Biancolino e compagni hanno deciso di disertare il rettangolo verde per discutere al chiuso dello spogliatoio della situazione dirigenziale che ancora non ha trovato sbocco. Nonostante le notizie che trapelano dai vari incontri fra i futuri dirigenti sembrano autorizzare un cauto ottimismo, i calciatori hanno scelto di "spingere" sull'acceleratore per sollecitare la conclusione dei lavori. La squadra, che aveva intenzione di trasferirsi a casa dell'influenzato Stefano Fiore per approfondire l'argomento, ha poi avuto un colloquio con il coordinatore dell'area tecnica Luca Bruni. E' stato una lunga chiacchierata che ha visto il gruppo esprimere le proprie perplessità sulla situazione che si è venuta a creare negli ultimi giorni chiedendo anche il perché di alcuni rinvii. Bruni, però, ha risposto con concretezza a tutte le domande dei giocatori facendo in modo che il campanello d'allarme rientrasse subito senza ulteriori strascichi. La squadra tornata così ad allenarsi regolarmente. Per quanto concerne la squadra anti-Viareggio ci saranno po-

che novità. Sicuro il rientro di Biancolino. VIAREGGIO. Il rammarico potrebbe essere quello di non poter affrontare la decisiva partita di Cosenza senza la miglior formazione possibile, dato che in Calabria mancheranno gli squalificati Brighenti e Cristiani. Ha molto da pensare quindi il tecnico del Viareggio, Giuseppe Scienza, considerato che anche Bertolucci non è al meglio, dopo un infortunio che lo ha costretto a saltare le sfide contro Lucchese e Barletta. Ad inizio settimana sembrava addirittura che per la trasferta di Cosenza, Scienza potesse schierare una difesa a 5, con l'inserimento di De Paola al centro a fianco di Massoni e Fiale, con Malacarne e Martina larghi. Ma questa ipotesi ha perso quota con il passare dei giorni, per lasciare spazio ad un più realistico 44-2, che prevede l'inserimento di Taormina e di uno tra Luppi e Calamai sugli esterni, mentre in attacco carte ancora mescolate, con i vari Bocalon, D'Antoni, D'Onofrio e Marolda pronti a giocarsi i due posti disponibili. for.cos.

Prima della giornata numero 32 di campionato per il Cosenza la strada che conduce alla salvezza diretta appare più che in salita. Il cammino presenta diversi ostacoli ed alcuni provengono addirittura da altri campi. Con un filotto di tre vittorie tuttavia non ci sarebbe bisogno nemmeno di fare dei calcoli, ma i rossoblù in stagione non hanno mai messo di fila tre perle. Si sono sempre fermati a due e nell'ultima occasione utile hanno addirittura resuscitato l'Andria che sembrava spacciata a prescindere. Da qui alla fine sarà un susseguirsi di scontri diretti che non mancheranno di regalare emozioni. Il Barletta affronterà il Gela fra le mura amiche, poi andrà a Lanciano e chiuderà la stagione con l'Atletico Roma. Non serve un indovino per profetizzare una facile e comoda salvezza. Un po' più complicato il cammino del Pisa che ospiterà all'Arena Garibaldi Andria e Gela con in mezzo il derby di Viareggio. Battendo subito i pugliesi i giochi sarebbero quasi fatti. Il Gela ha la fortuna di poter gareggiare con la Nocerina al cospetto dei propri tifosi alla penultima di campionato dove i tre punti potrebbero essere assicurati. Nelle due trasferte a Barletta e Pisa basterebbero uno o due pareggi. La Ternana non può fallire domenica con l'Atletico Roma. Battendo i capitolini si metterebbe a riparo da brutte sorprese. Il viaggio a Siracusa (ai Lupi non ha regalato nulla) verrebbe affrontato con serenità così come il match con

l'Andria, sotto agli umbri anche negli scontri diretti. Qualora però la formazione di Ambrosi rendesse la vita difficile alle Fere, inizierebbero i guai. L'Andria a Pisa non parte con i favori del pronostico, cosa che invece avrà sette giorni dopo con la Cavese. Il match del Liberati poi però potrebbe servire a poco qualora i rossoverdi facciano quattro punti. Il Cosenza è padrone del proprio destino. Deve innanzitutto battere il Viareggio, poi fare la partita della vita a Roma e infine beffare di nuovo Zeman. Con nove punti la salvezza sarebbe certa, con sette dipenderà molto da cosa faranno le dirette concorrenti, ma molto probabilmente potrebbero non bastare per evitare i playout. Ai Lupi in quel caso servirebbe un risultato a sorpresa sugli altri campi, uno di quelli che nessuno immaginerebbe per intenderci. Comunque sia, la formazione di Gigi De Rosa ha il modo, conquistando subito sei punti, di mandare a carte quarant'otto i calcoli delle avversarie per l'ultima giornata dove se ne vedrebbero delle belle. Il Viareggio, superato il derby col Pisa, andrà a Taranto in uno stadio infuocato. Il Foligno invece ha l'occasione per fare bene: con Nocerina, Benevento e Cavese potrebbe conquistare un buon piazzamento. La Cavese, infine, ha poche speranze di evitare la retrocessione diretta ed è già matematicamente nei playout. Ecco la tabella che riassume le ultime tre giornate. g.d.


5

SABATO 30 APRILE 2011

N E W S IL PROGETTO PER LA NUOVA SOCIETÀ VA AVANTI E A BREVE POTREBBERO ESSERCI NOVITÀ

COSENZA LAVORI IN CORSO A quanto pare Carnevale e De Caro hanno tutte le intenzioni di continuare a battere un percorso comune per scongiurare la fine del calcio cittadino. I due imprenditori sono sulla stessa lunghezza d'onda e, anche da soli, sarebbero comunque in grado di reggere le sorti del sodalizio di Viale Magna Grecia. Tuttavia non sarà così per un paio di ragioni. La prima arriva dalle dichiarazioni rilasciate da Franco Salerno sul Quotidiano della Calabria che

sgombrano il campo da possibili congetture. "Il progetto esposto da De Caro è serio - ha detto l'imprenditore di Roggiano -. Con De Rose pertanto siamo pronti a sostenerlo". Il sì comporterebbe anche lo sblocco della fidejussione che porta la loro firma a campionato finito. La seconda motivazione invece è frutto del lavoro che Funari e Bruni continuano a svolgere quotidianamente e con la massima professionalità. Nei giorni scorsi hanno cenato

assieme a De Caro e gli hanno esposto soluzioni alternative qualora tutti coloro che sono usciti sorridenti e in sintonia dall'hotel San Francesco cambiassero umore. Carnevale, che in passato ha salvato il Cosenza dal baratro e che adesso non esiterebbe a farlo nuovamente, ha avuto dei contatti con l'imprenditore Aiello, già main sponsor del club. Dal marchio di fabbrica che campeggia da due stagioni sulle maglie rossoblù si potrebbe passare ad

un impegno più concreto, figurando anche nell'organigramma dirigenziale. La garanzia che serve è quella di un'inversione di tendenza sulla gestione della società rispetto agli ultimi anni e l'entourage dei Lupi sembra proprio che ne abbia tutte le intenzioni. Slegato da qualsiasi argomentazione c'è il discorso legato ai calciatori, su cui si poggia grossa parte dell'operazione in corso. E' stato chiesto loro di rinunciare al 50% dei contratti, ma la propo-

sta non sembra aver fatto breccia nella totalità dello spogliatoio. Nei prossimi giorni è molto probabile che si formuli una controproposta e che si inizi a trattare. Da parte degli atleti c'è la volontà di andare in contro ai nuovi dirigenti, ma non a qualsiasi prezzo: non sarebbe affatto giusto, specialmente se dal rettangolo verde dovesse arrivare quella salvezza che senza penalizzazioni sarebbe già cosa fatta. ant.gre.

MATTEINI “PRONTO A RESTARE” "HO 28 ANNI E NON MI SENTO UN GIOCATORE FINITO. PUNTO IN ALTO MA SE QUI DOVESSE INIZIARE UN CICLO IMPORTANTE, SAREI FELICE DI FARNE PARTE"

Non è mai banale Davide Matteini, uno degli uomini in più di una squadra che fra mille problemi sta costruendo un vero e proprio miracolo chiamato salvezza. Il calciatore livornese, in esclusiva ai microfoni di Cosenzachannel.it, ha voluto fare a trecentosessanta gradi il punto sulla situazione. Partendo proprio dal terreno di gioco e dagli incontri che restano da qui al termine del torneo di Prima divisione. "Stiamo attraversando un buon momento e i successi ottenuti ne sono la dimostrazione anche se non ci voleva il passo falso contro l’Andria. Abbiamo fatto gruppo perché abbiamo capito che c'erano le caratteristiche per centrare la salvezza. Il Cosenza è come una

grande famiglia e quando in ogni gruppo ci sono delle difficoltà, è importante stringersi e non gettare alle ortiche il lavoro fatto in precedenza. Noi ci siamo riusciti, con l'aiuto anche dei nuovi innesti, ed abbiamo una voglia matta di arrivare all'ultima giornata con la salvezza in pugno". Poi il discorso si sposta inevitabilmente sulle vicende societarie e sull'incontro con Giuseppe Carnevale. "Non voglio parlare di quello che ci siamo detti perché non è nel mio stile. Voglio invece dire che questa squadra ha necessità di imprenditori come lui. Il lavoro del dottor Funari è da elogiare perché sta facendo il possibile per risolvere la situazione ma è chiaro che servono liqui-

dità e soggetti pronti ad investire per salvare questa squadra". Non le manda a dire Matteini che riflette sul suo futuro e sulle prossime mosse del club rossoblù. "Sono venuto qui per rilanciare la mia carriera. Non mi sento un giocatore finito, ho ventotto anni e il mio sogno è tornare in serie A. Ho detto chiaramente che se ci dovesse essere però un progetto serio sarei ben contento di restare qui a Cosenza. C'è un ottima intelaiatura e se dovessero cambiare le cose si verrebbero a creare tutti i presupposti per far bene con questa maglia. Se qualcosa dovesse muoversi, così come ci auguriamo non avrei problemi a far parte di questo gruppo”. FRA.PAL.


6

SABATO 30 APRILE 2011

N E W S

GIACOMINI “CREDO NELLA SALVEZZA” Giacomini dopo un periodo di appannamento dovuto in larga parte ad un fastidioso problema di verruche che ne ha condizionato alcune prestazioni, è tornato su buoni livelli. Lui e Matteini sono fra i migliori laterali presenti in Prima divisione e che non lottino per la promozione, ma solo per evitare i playout, è un caso bello e buono. Il Cosenza li ingaggiò per altri obiettivi, ma il convento al momento passa questo. Giacomini non è lontano dal proporre nuovamente le prepotenti galoppate che ad inizio stagione avevano attirato su di lui gli occhi del Genoa. I campi asciutti e una condizione fisica accettabile sono i giusti presupposti per vederlo cavalcare su e giù sulla fascia. "In situazioni come queste c'entra poco la condizione - spiega dalle colonne della Gazzetta del Sud - Ognuno di noi è chiamato a dare il massimo fino alla fine del torneo, insomma c'è da stringere i denti e lottare strenuamente. Non abbiamo altra scelta". Nella gara di Siracusa aveva portato in vantaggio i rossoblù con un tapin velenoso. Lo 0-1 è stato però solo un'illusione. Gli aretusei dopo qualche giro d'orologio infatti hanno trovato il pari con Mancino che ha sfruttato al meglio un tiro dagli undici metri. "Siamo stati sfortunati - continua Ad ogni modo il rigore concesso dall'arbitro ai siciliani mi è parso molto dubbio. Guai ad abbatterci, il cammino è arduo e ci attenderanno tre finali. Rammarico per non aver vinto? No, sinceramente no. Ce n'è di più per la sconfitta maturata con l'Andria: i pugliesi non hanno mai tirato in porta e perdere contro una squadra così fa davvero male». In ultimo si affronta la questione societaria. I messaggi che arrivano non sono negativi. il che è già tanto di questi tempi. "Nel corso della stagione non mi sono mai sbilanciato su questo argomento - chiude Giacomini - ma una piazza come Cosenza non merita di fallire, sarebbe un vero sacrilegio". tdf



Forza Cosenza