Page 1

Anno XXVI n. 16 VENERDÌ 13 MAGGIO 2011

www.forzacosenza.it

SETTIMANALE SPORTIVO

Copia omaggio

AIUTATECI! "Sono il capitano Stefano Fiore e come tale mi sento in dovere di parlare a tutti i tifosi del Cosenza e a chi può salvare i colori rossoblù. Vi parlo con il cuore e vi chiedo ancora una volta di restare uniti e vicini alla squadra per ricostruire con dignità, orgoglio ed entusiasmo una nuova società forte e trasparente. Aiutateci". Poche parole in un video dai forti contenuti. E’ questo l'ultimo appello che il simbolo della città ha inteso lanciare. Il luogo scelto è stato il cinema Citrigno, location non causale che in passato segnò il rilancio del calcio cittadino dopo anni di appannamento. "Da bambino ricordo un San Vito pieno che trascinava la squadra alla vittoria, non chiedo questo, ci accontenteremo di molto meno - spiega il capitano -. I miei compagni da

ottobre vivono situazioni pazzesche subendo continue umiliazioni. E sono io, per primo, a sentirmi umiliato da cosentino. Provo vergogna e spero che la stessa vergogna possano pro-

A LANCIARE L’APPELLO È STEFANO FIORE, CAPITANO DEL COSENZA: “CHI PUÒ FARE QUALCOSA DIA UNA TAGLIO NETTO AL PASSATO" varla anche altre persone. Sono io che urlo nel video, ma dietro il mio grido c'è tutto lo spogliatoio. Assieme cercheremo di salvare il Cosenza sul campo lanciando il messaggio più bello che si potrebbe dare alla città. Ci proveremo senza passare dai playout, altrimenti conquisteremo negli spareggi il di-

ritto a restare in Prima divisione. Io sono il protagonista dello spot, ma l'idea è nata collettivamente. Dai miei amici, da Valerio Caparelli e dai ragazzi che lo hanno realizzato. Non esistono secondi fini, è solo per il bene del Cosenza e della società che rischia di sparire per la seconda volta in pochi anni". Le bordate lanciate dal capitano però non finiscono qui e rincara la dose rispondendo alle domande dei giornalisti presenti in sala. "Spero che qualcuno abbia la dignità e la forza di risollevarci da questa situazione. Ribadisco che provo vergogna, ma serve avere delle caratteristiche per poterla provare e credo che coloro i quali ci hanno messo in questa situazione non le abbiano.

> CONTINUA A PAGINA 3


2

VENERDÌ 13 MAGGIO 2011

N U M E R I Diagnostica Echo doppler Fotoringiovanimento del viso - Epilazione definitiva Trattamento inestetismi cutanei e fibrolipomatosi degli arti con elettroporazione Chirurgia laser Varicole - Varici - Nevi - Angiomi - Fibromi - Tatuaggi Trattamento emorroidi col metodo Hal-Doppler

CENTRO S.I.P.I.C. del Dott. RENATO COSCARELLA

COSENZA Viale degli Alimena, 69 - Tel. 0984 25228

www.renatocoscarella.it PISCINA COMUNALE DI COSENZA Via Veterani dello Sport - 87100 Cosenza Tel. 0984.483115 - Fax 0984.506921 PISCINA COMUNALE DI LAMEZIA Località Chianta 88046 Lamezia Terme (CZ) Tel.&Fax 0968.4332297

DIVISIONE IMPIANTI SPORTIVI

PISCINA COMUNALE DI MALITO Contrada Cona - Malito (CS) Tel&Fax 0984.968888

www.cogeis.com - info@cogeis.com

CROCIERA NEL MEDITERRANEO a partire da euro 525,00 (tasse ed assicurazioni escluse)

ore 15

domenica 8 maggio

ANDRIA - CAVESE ATLETICO ROMA - COSENZA FOGGIA - TARANTO FOLIGNO - BENEVENTO GELA - NOCERINA JUVE STABIA - LUCCHESE SIRACUSA - TERNANA VIAREGGIO - PISA VIRTUS LANCIANO - BARLETTA

ore 15

domenica 15 maggio

LE PARTITE DI DOMANI 34ª giornata

TURNO PRECEDENTE 33ª giornata

CENTRO PRENOTAZIONE CROCIERE RENDE - VIALE KENNEDY,1 TELEFONO 0984 46.46.85

BARLETTA - ATLETICO ROMA BENEVENTO - JUVE STABIA CAVESE - FOLIGNO COSENZA - FOGGIA LUCCHESE - SIRACUSA NOCERINA - VIRTUS LANCIANO PISA - GELA TARANTO - VIAREGGIO TERNANA - ANDRIA

1-0 4-1 0-0 2-2 2-1 4-1 2-2 1-1 0-0

concorso n. 45

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

SERIE B

RISULTATI COLONNA FINALI VINCENTE

BARI - LECCE CATANIA - ROMA CESENA - BRESCIA CHIEVO - UDINESE PARMA - JUVENTUS SAMPDORIA - PALERMO GROSSETO - REGGINA SALERNITANA - GUBBIO BARLETTA - ATLETICO ROMA PAVIA - REGGIANA PERGOCREMA - HELLAS VERONA CAVESE - FOLIGNO TERNANA - ANDRIA BAT NAPOLI - INTER

CLASSIFICA I N 1^ DIVISIONE G I R O N E B PT NOCERINA BENEVENTO ATLETICO ROMA JUVE STABIA TARANTO FOGGIA (-3) SIRACUSA VIRTUS LANCIANO LUCCHESE PISA GELA BARLETTA ANDRIA TERNANA (-2) COSENZA (-6) VIAREGGIO FOLIGNO (-4) CAVESE (-6)

RISULTATI PARZIALI

del 15 maggio 2011

71 60 56 54 52 44 44 43 41 40 40 39 36 36 35 31 30 28 PLAYOFF

G E N E R A L E PARTITE RETI G V N P F S 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33 33

21 17 17 16 13 14 12 9 11 9 10 9 9 9 9 6 8 8

8 9 5 6 13 5 8 16 8 13 10 12 9 11 14 13 10 10

4 7 11 11 7 14 13 8 14 11 13 12 15 13 10 14 15 15

PLAYOUT

51 52 52 42 35 67 30 27 38 35 31 32 28 28 35 30 34 29

29 39 33 34 28 57 34 30 36 40 38 38 35 42 38 43 43 39

C MI +1 -6 -11 -12 -10 -17 -18 -16 -19 -18 -20 -19 -23 -20 -17 -25 -24 -23

A S A PARTITE RETI V N P F S

F

12 11 9 12 11 8 10 8 7 8 7 5 5 7 5 5 3 6

9 5 3 23 15 6 5 6 24 26 8 2 6 19 16 4 5 7 13 17 2 10 5 9 11 6 1 9 31 31 2 3 11 10 24 1 11 4 11 17 4 3 10 16 26 1 7 9 14 26 3 4 9 14 25 4 6 7 14 19 4 1 11 13 25 2 7 8 7 21 4 7 6 19 23 1 6 9 12 23 5 2 9 22 26 2 5 10 11 23

3 4 3 1 3 4 5 5 5 6 6 6 8 4 7 7 8 5

1 1 5 4 2 5 2 4 4 2 4 5 4 5 4 5 6 5

28 28 33 29 26 36 20 16 22 21 17 18 15 21 16 18 12 18

14 13 17 17 17 26 10 13 10 14 13 19 10 21 15 20 17 16

U O R I PARTITE RETI V N P F S

2^ DIVISIONE

DE ROSA: “FUORI DAI PLAY-OUT AL 25%” IL TECNICO ROSSOBLÙ SPIEGA CHE MANTENERE LA CATEGORIA SENZA PASSARE DAGLI SPAREGGI SARÀ IMPRESA MOLTO ARDUA In settimana il tecnico Gigi De Rosa si è fermato a parlare con i cronisti analizzando la brutta gara disputata dai suoi ragazzi contro i laziali. "Abbiamo sbagliato completamente atteggiamento. Non siamo praticamente scesi in campo contro un avversario forte che ad inizio stagione è stato costruito per lottare nelle zone alte di classifica. Sapevamo della forza dei capitolini ma i ragazzi hanno sbagliato approccio alla gara". Dopo la sconfitta patita al Flaminio di Roma la situazione del Cosenza si è ulteriormente complicata e vincere l'ultima gara potrebbe non bastare. "Le possibilità di salvezza si sono ridotte al 25%. Se le cose non dovessero andare tutte nel verso giusto significherebbe che dovremo andare a giocare i play-

out". Quella circostanza al momento è il pericolo peggiore che i tifosi possano correre, ma il tecnico palesa realismo anche in questa occasione. "A quel punto affronteremo due gare difficilissime e dovremo dare in campo ancora di più di quello che stiamo dando adesso per riuscire ad ottenere la salvezza". PREZZI RIDOTTI. In occasione della sfida contro il Foggia, la società rossoblù ha deciso di abbassare il prezzo dei tagliandi chiudendo i settori di curva ed aprendo solo le due tribune numerate. Come contro la Nocerina, insomma, il tifo dei supporter silani si potrebbe convogliare nella Tribuna Rao. Ad ogni modo, questo il comunicato integrale del club con i relativi prezzi dei tagliandi: "Il Cosenza Calcio

1914, in vista dell'incontro valido per la 34a giornata di Lega Pro di domenica 15 maggio 2011, comunica che sono in vendita i biglietti d'ingresso per l'incontro di calcio Cosenza-Foggia. Fermo restando la disponibilità di posti e l'accesso previsto esclusivamente per i soggetti accreditati nel settore riservato ad invalidi e diversamente abili (Tribuna A), i biglietti d'ingresso saranno emessi per i seguenti settori:Tribuna Est (RAO) € 8,00; Tribuna Ovest (Rossa Nord/Sud) € 15,00; Tribuna Blu Centrale (VIP) € 30,00. La dirigenza ha inteso attuare i suddetti prezzi al fine di consentire un maggiore afflusso di tifosi allo stadio San Vito, certa di ritrovare il sostegno dei propri beniamini per l'ultima partita di campionato. Il tagliando d'in-

gresso si potrà acquistare presso le seguenti prevendite: Red Blue Store, posto all'interno dello stadio San Vito di Cosenza; Bar Tabacchi Bruni, sito in via Sergio Cosmai a Cosenza; agenzia Inprimafila, sita in Via Alimena a Cosenza; All in Point, sito in via Piave a Cosenza. Anche per questa occasione, la società Cosenza Calcio 1914 ricorda ai tifosi che è possibile ritirare le Tessere del Tifoso e che queste vengono consegnate esclusivamente presso la sede della società (Viale Magna Grecia – stadio San Vito). Gli abbonati possono ritirare le tessere dietro restituzione delle tessere provvisorie, mentre tutti gli altri possono ritirarle dietro esibizione di un documento d'identità valido". ant.gre.


3

VENERDÌ 13 MAGGIO 2011

N E W S

COSÌ NELL’ULTIMO TURNO Domenica 8 maggio 2011 – ore 15:00 Trentatreesima giornata Roma – Stadio comunale “Flaminio”

ATLETICO ROMA COSENZA

4 1

ATLETICO ROMA: Ambrosi, Balzano, Mazzarani, Baronio (74' Romondini), Diaw, Padella, De Oliveira, Miglietta, Ciofani (46' Chiaretti), Franceschini, Mazzeo (62' Tombesi). A disposizione: Previti, Pelagias, Caputo, Franchini. All. R. Chiappara. COSENZA: Marino, Ungaro, Giacomini (57' Martucci), Thackray, Fernandez, Matteini, Degano (57' Essabr), Roselli, Biancolino, Fiore S., Evola (72' Fiore A.). A disposizione: De Luca, Scarnato, Musca, Aquilanti. All. L. De Rosa. ARBITRO: Gallo Michele di Barcellona Pozzo di Gotto (ME). ASSISTENTI: Valeriani Filippo di Ravenna e Fazio Salvatore di Messina. MARCATORI:5' Ciofani, 8' Franceschini, 25' Mazzeo, 38' Biancolino, 53' Fernandez (aut.). NOTE: giornata di sole. Terreno di gioco in perfette condizioni. Atletico Roma in completo blu; Cosenza in maglia bianca con pantaloncini rosso davanti e blu dietro. Spettatori 700 circa, di cui almeno 400 tifosi cosentini giunti con quattro pullman offerti gratuitamente dall’amministrazione provinciale di Cosenza. Espulso al 50' De Oliveira per doppia ammonizione, la prima al 29'. Ammoniti: 22' Degano per fallo di mano, 29' Giacomini per scorrettezze, 53' Matteini per proteste. Al 5' Mazzeo ha colpito il palo; sulla ribattuta ha segnato Ciofani. Al 22' annullata una rete a Degano per fallo di mano. Assenti nell’Atletico Roma Esposito ed Angeletti infortunati. Cosenza privo di Cotroneo, Rizzo e Scarlato infortunati; per scelta tecnica Galeano, Sommario e Viscardi. Ex della partita il portiere Stefano Ambrosi e l’attaccante Fabio Mazzeo. Calci d’angolo 8-5 per l’Atletico Roma. Tempo recuperato: p.t. 3'; s.t. 4'.

CLASSIFICA MARCATORI 20 reti Sau (Foggia); 19 reti Insigne (6) (Foggia); 17 reti Ciofani (6) (Atletico Roma); 15 reti Innocenti (1) (6 Barletta, 9 Taranto); 14 reti Clemente (2) (Benevento) e Marotta (Lucchese); 12 reti Evacuo (1) (Benevento), Corona (6) (Juve Stabia) Negro (Nocerina) e Mancino (1) (Siracusa); 11 reti Ciano C. (2) (Cavese) e Tozzi Borsoi (3) (Ternana); 10 reti Castaldo (1) e Catania (1) (Nocerina), Carparelli (1) (Pisa); 9 reti Mazzeo (2) (3 Cosenza, 6 Atl. Roma), Mattia Minesso (Andria Bat) Pintori (Benevento), Grassi (3) (Lucchese); 8 reti Biancolino (Cosenza), Albadoro (Juve Stabia); 7 reti Franchini (Atl. Roma), Coresi (3) e Sciaudone (1) (Foligno) e Fanucchi (1) (Pisa); 6 reti Bellomo (Barletta), D’Anna (Benevento), Schetter (Cavese), Mbakogu (Juve Stabia), Marolda (Viareggio), Mosciaro (2) (Pisa) e Di Gennaro (1) (Virtus Lanciano).

> SEGUE DALLA PRIMA Continuano infatti ad insultarsi senza assumersi le responsabilità di quello che hanno fatto. Chi ha sbagliato lo ha fatto non solo nell'operare, ma anche nel dopo. Se posso interessarmi anche di questioni dirigenziali? - continua - Sto andando al di là dello sport per amore di chi mi sta vicino, ma non voglio pensare ad altri discorsi. La realtà che ci rappresenta è lontana dal mio modo di essere. Sono persone con le quali non voglio avere niente a che fare: ci hanno preso in giro, pertanto non meritevoli di nessun contatto. Il desiderio di fare qualcosa per il Cosenza è forte, ma non ci sono i presupposti umani per poter intervenire. Ascoltare certe parole e certe persone offendono l'intelligenza di chi li ascolta. Basta sentire cosa dicono per comprendere la loro pochezza. Io esprimo in maniera educata il mio pensiero e lo faccio ad alta voce. Solo operando in maniera seria e corretta si può chiedere alla città di rispondere. Nel mio appello non mi rivolgo a nessuno in particolare, ma a chiunque possa fare qualcosa. Ai tifosi in primis, non a caso lo spot è stato girato in un San Vito vuoto. Il messaggio è di sensibilizzare un po'

GIUDICE SPORTIVO

tutti nella cosentinità più profonda cercando di far venire fuori l'orgoglio. E' deprimente vedere come siamo è caduti in basso e come in poco tempo si possa distruggere un giocattolo che, magari a piccoli passi, dall'inferno della Serie D ci avevano riportato tra i professionisti. Però lì ci vuole competenza, ci vuole professionalità perché più si va in alto e più c'è bisogno di gente all'altezza. Non si può trascurare il settore giovanile perché per una realtà come Cosenza è l'unica risorsa". A chiudere l'affondo finale. "Uno degli obiettivi dello spot è proprio creare una nuova società forte e trasparente. Ovvero senza la gente che è stata artefice della situazione attuale. Non voglio essere giudice, ma è la realtà. Non serve a nulla nemmeno fare i nomi dei colpevoli, ma la gente deve sapere e capire che le uniche persone vere che stanno facendo qualcosa per il 1914 sono i calciatori che da ottobre vengono umiliati e buttati fuori di casa perché non hanno i soldi per pagare l'affitto. Chi può fare qualcosa, pertanto, lo faccia tagliando in modo netto con il passato e ridandoci dignità". for.cos.

Direttore Responsabile FEDERICO BRIA Direzione, Redazione e amministrazione: Via G. Barrio (pal. Filice) COSENZA Tel. 0984.462190

Comunicato Ufficiale n. 166/div del 10 maggio 2011 Lega Italiana Calcio Professionistico Gare dell’8 maggio 2011 Sedicesima giornata di ritorno Il Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito dal Rappresentante dell’A.I.A. Sig. Roberto Calabassi, nella seduta del 9 Maggio 2011 ha adottato le deliberazioni che di seguito integralmente si riportano: 1a divisione – girone B: Società: ammenda di € 2.500,00 al Foggia; € 1.000,00 al Barletta; € 1.000,00 al Viareggio. Allenatori: squalifica per una gara effettiva a Braglia Piero (Juve Stabia), perché in stato di squalifica posizionato in tribuna impartiva disposizioni tecniche al suo sostituto in panchina. Calciatori espulsi: squalifica per una gara effettiva per doppia ammonizione a De Oliveira Anderson Rodney (Atletico Roma), per condotta non regolamentare e per condotta ostruzionistica. Calciatori non espulsi: squalifica per una gara effettiva per recidività in ammonizione (XI infr.) a Burrai Salvatore (Foggia), Artistico Mario (Virtus Lanciano); squalifica per una gara effettiva per recidività in ammonizione (VIII infr.) a Del Core Umberto (Andria Bat); squalifica per una gara effettiva per recidività in ammonizione (IV infr.) a Pinsoglio Carlo (Viareggio), Torta Andrea (Foggia), Bigazzi Mirko (Gela).

DI MARZIO: “DE CARO NON CI RIPENSI” L'EX ALLENATORE E DS DEL COSENZA VA CONTROCORRENTE: "L'ERRORE È STATO DARE CONTO A GENTE PICCOLA, INSIGNIFICANTE CHE MERITA DI LAVORARE TRA I DILETTANTI" Di Marzio- Cosenza, binomio indissolubile. Ora che la situazione è tes a Gianni Di Marzio ci tiene a dire la sua sul Cosenza. "Si, perché Cosenza per me è e rimarrà la mia seconda casa" dice in esclusiva ai microfoni di cosenzachannel.it. L'abbandono di De Caro ha scosso e non poco Di Marzio che spiega. "Perdere un'occasione simile è da folli. Un imprenditore della serietà di De Caro difficilmente lo si trova nel mondo del calcio. Se ha fatto bene a mollare tutto? Di getto mi viene da dire di si. Anzi, ti dirò di più. Dico a De C aro di non ripens arci e che è assurdo che una persona della sua levatura venga messa in discussione da gente piccola che il sottoscritto non ha mai tenuto in considerazione. Qualcuno, in maniera scorretta, ha voluto denigrare la sua persona cercando di mettergli i bastioni tra le ruote. Gente con la quale il sottoscritto non avrà mai più niente a che fare. Gente piccola, insignificante che non merita altro che lavorare tra i dilettanti". Mai un riferimento preciso da parte di Di Marzio che sottolinea. "Cosenza ha avuto grandi personaggi al comando. Mi viene in mente Carrattelli, Serra per non parlare di Pagliuso. www.forzacosenza.it Reg. Trib. Cosenza n. 434/1986 Foto e statistiche: Ernesto Pescatore

Quest'ultimo a causa del Cosenza calcio ha avuto dei problemi non indifferenti. Il ritorno in società è stato un errore. Bisognava aspettare ancora un po'. E invece è stato fatto tutto troppo di fretta e c'è stata gente che non li ha fatto neppure respirare. Pagliuso ha commesso di sicuro degli errori ma badate bene a quanto dico: non è stato lui a volere certi contratti. Stipendi assurdi e del tutto ingiustificabili. Fate un'indagine su quanto guadagnano i giocatori e i direttori sportivi e tutto lo staff in B e poi ditemi se è possibile fare cer ti ingaggi. Un'assurdità inaudita per una realtà come Cosenza. E non sono l'unico a pensarlo. Credo che il 70-80% della gente di Cosenza la pensa come me o io come loro". Infine Di Marzio conclude con una curiosità. "Quando mi hanno chiamato da Cosenza per dare una mano ho preferito evitare perché intorno al Cosenza ci sono persone che non vogliono il bene della squadra ed alle quali si da troppa impor tanza. Personaggi che Cosenza non la meritano ma che a Cosenza sembravano aver trovato la loro dimensione visto che, purtroppo, c'è chi continua a dargli credito". gian.del.

Per la tua pubblicità TEL. 0984.462190 CELL. 337.872482 Grafica e impaginazione www.melaodesign.com

Stampa LA GRAFICA COMMERCIALE di MARIO TOCCI Via De Cardona, 18-20-32/A Tel. 0984.394140 - COSENZA martocci@tin.it - www.mariotocci.com


4

VENERDÌ 13 MAGGIO 2011

C O S E N Z A

v s

F O G G I A

I PRECEDENTI… CON ZEMAN

ZEMAN-COSENZA 6-5 QUATTORDICI VOLTE IL COSENZA HA AFFRONTATO IL TECNICO BOEMO

Domani arriva a Cosenza il Foggia, sfida che si è ripetuta nella lunga storia delle due squadre ben 51 volte. Arriva a Cosenza anche un allenatore che ha fatto parlare tanto di se: il boemo Zdenek Zeman. La squadra silana lo incontrerà per la quindicesima volta in partite di campionato: i precedenti sono favorevoli al tecnico rossonero, con sei vittorie e tre pareggi; il Cosenza è riuscito a batterlo solo in cinque occasioni. Licata, Foggia, Messina e Salernitana le squadre incrociate dal 1985 alla gara di andata in puglia. La squadra silana e Zeman si incontrano per la prima volta nel campionato di serie C1 1985-86: il Licata vince in casa 2-0, il Cosenza si riscatta al ritorno con un secco 3-0. Il Foggia incontra il Cosenza sette volte con in panchina Zeman: la sfida è in parità con tre vittorie per parte ed un pareggio. In due occasioni la partita ha avuto un finale tennistico: nel 1987 il Cosenza ha battuto il Foggia per 5-0, e nel 1990 i satanelli hanno risposto con la stessa moneta. Un solo incontro è terminato 0-0: con la Salernitana nel campionato 2002-2003 al “San Vito”. Ernesto Pescatore

ZEMAN Zdenek In campionato 03.11.85 Licata - Cosenza 09.03.86 Cosenza - Licata 23.11.86 Foggia - Cosenza 12.04.87 Cosenza - Foggia 06.11.88 Messina - Cosenza 02.04.89 Cosenza - Messina 26.11.89 Foggia - Cosenza 29.04.90 Cosenza - Foggia 09.09.90 Foggia - Cosenza 27.01.91 Cosenza - Foggia 14.10.01 Salernitana - Cosenza 17.03.02 Cosenza - Salernitana 22.12.02 Cosenza - Salernitana 12.12.11 Foggia – Cosenza In Coppa Italia 24.11.10 Cosenza - Foggia

Zeman al San Vito

2-0 3-0 1-0 5-0 1-1 2-1 2-0 2-0 5-0 1-1 2-1 2-3 0-0 1-2

2-0


5

VENERDÌ 13 MAGGIO 2011

N E W S

LEGA PRO: DA ORA NIENTE SCONTI DAL PROSSIMO CAMPIONATO NORME ANCORA PIÙ SEVERE PER LE SOCIETÀ CHE NON RISPETTERANNO I PARAMETRI PREVISTI. GIRO DI VITE ANCHE SULL'IMPIANTISTICA, NON SONO PREVISTE DEROGHE Si è tenuto l'incontro tra l'Istituto Credito Sportivo e i club del Centro-Nord della Lega Pro, presso la sede del comitato regionale lombardo della Lega Nazionale Dilettanti. Erano presenti il presidente dell'Istituto Credito Sportivo, Andrea Cardinaletti e i vertici della Lega Pro, il presidente Mario Macalli, i vicepresidenti Salvatore Lombardo e Archimede

Pitrolo ed il direttore generale, Francesco Ghirelli. La riunione ha avuto lo scopo di illustrare la convenzione stipulata dai due enti, che prevede anche la possibilità di finanziamento di interventi finalizzati al reperimento di risorse per l'attività mediante anticipazioni relative ai crediti vantati nei confronti di altri club a seguito di campagne di trasferimento di giocatori. "Le nuove

L’ULTIMO ASSALTO PER EVITARE IL BARATRO Cosenza, Stadio comunale “San Vito” Domenica 15 maggio 2011 – ore 15:00 COSENZA FOGGIA MARINO 1 THACKRAY 2 GIACOMINI 3 ROSELLI 4 FERNANDEZ 5 UNGARO 6 MATTEINI 7 AQUILANTI 8 BIANCOLINO 9 © FIORE S. 10 FIORE A. 11

IVANOV CACCETTA ROMAGNOLI © VARGA REGINI KONE BURRAI LARIBI FARIAS SAU INSIGNE

ALLENATORE LUIGI DE ROSA ZDENEK ZEMAN Novanta minuti basteranno a salvarsi o bisognerà passare dalla lotteria dei play-out. Sarà Cosenza-Foggia a dirlo. I silani dopo il patatrac di Roma sono costretti a vincere. E battere il Foggia potrebbe non bastare per evitare i play-out. Mentre andiamo in stampa si è tenuto il ricorso al Tnas per il punto di penalizzazione che, se venisse ridato, potrebbe di sicuro agevolare ulteriormente il compito di Fiore e compagni. Ah proposito di Fiore. Commovente il suo messaggio che si spera innanzitutto faccia breccia nel cuori dei tifosi cosentini e soprattutto dia il là per far si che qualche imprenditore possa prendere a cuore la causa del Cosenza calcio. Ma ritorniamo alla gara. De Rosa si affiderà presumibilmente agli uomini delle ultime settimane. Per quanto riguarda il Foggia da segnalare il ritorno del Zeman al San Vito con i satanelli che dovranno fare a meno dello squalificato Trota.

norme di iscrizione per il 20112012 - ha dichiarato Francesco Ghirelli, direttore generale della Lega Pro - non prevedono deroghe per l'impiantistica sportiva. Solo per l'impianto di illuminazione è prevista la presentazione di un progetto (garanzia Comune) di

adeguamento da realizzare entro sei mesi (società di Prima e Seconda Divisione), entro la stagione sportiva (club neopromossi dall'Interregionale). La convenzione con ICS è puntuale. Le società si adoperino per adeguarsi, anche a fronte del fatto che ogni penalizzazione determinerà l'azzeramento dei contributi federali previsti. La riforma è fatto concreto".

BERRETTI: CHIUSURA COL BOTTO I LUPACCHIOTTI RIBALTANO IL RISULTATO CON RETI MAESTRI SU RIGORE, SANTORO E GRISOLIA. IL TECNICO GERMANO HA SCELTO DI SCHIERARE CINQUE ELEMENTI DEGLI ALLIEVI PENSANDO AL FUTURO L'ultimo atto del campionato Berretti proponeva un derby dal sapore modesto per il nulla che le contendenti hanno da chiedere ad un campionato nato con ben altre aspettative, per le tante assenze importanti, per il dimesso clima da fine stagione che si respira al "Razza" di Vibo. Se non fosse che un derby è sempre un derby. Una partita comunque importante. A prescindere. Il risultato finale, 3-1 per i Lupacchiotti, pemia il Cosenza che con Franzese, Gerace e Grisolia chiude in bellezza. CRONACA. Germano pesca grosso tra gli allievi aggregandone sette alla truppa, ben cinque sono titolari e all'esordio (Viteritti, Stamato, Canale, Mandarano e De Cicco). Facile intuire che c'è piu di uno sguardo rivolto al futuro. La Vibonese risponde con le stesse armi della linea verde. La partita è apertissima e già nei primi tre minuti si registrano due palle gol: prima i locali si rendono pericolosi con un fendente dal limite di Amante deviato con bravura da Muto, poi i lupi rispondono con una bellissima azione corale che porta Viteritti al cross. Franzese non è lesto a correggere in rete la spizzata intelligente di Canale. Al 12' la par-

tita si sblocca. Lancio dalle retrovie di Repole, la difesa cosentina sonnecchia e Amante fredda Muto con una volè imprendibile. Il gol ha un effetto vitalizzante per una partita già bella di per sé. Squadre sbottonate, spazi ampi e ripetuti capovolgimenti di fronte la rendono godibilissima. Merito anche di due allenatori che fanno a gara nel contendersi il primato nella proposizione dell atteggiamento tattico piu spavaldo e offensivo. Altra palla gol al minuto 17: Franzese e bravo a difendere palla e ad innescare Maestri. Il pallonetto del 10 bruzio è largo di qualche centimetro. La vivace mezza punta di Germano sembra in giornata e tiene banco nei successivi 15' (nei quali si palesa una evidente superiorità del Cosenza) con giocate di fino che mettono a dura prova la difesa locale. Il gol dei lupacchiotti è nell'aria e giunge al 39'. Fallo di mani in area di Gervasi e conseguente calcio di rigore. Esecuzione perfetta di Maestri al quale l'aria respirata ultimamente nella prima squadra sembra aver dato non una, ma due marce in più. All'inizio del secondo tempo mister Germano manda in campo il sesto esordiente, un esordiente

speciale: se il talento e quello del papà che lo ha mandato in campo, Paco, ha un bel patrimonio da spendere. Buone le sue giocate a sinistra che producono tanta roba nella spinta, crescente, a tratti irresistibile del Cosenza. In 10' si accavallano le palle gol. Al 49' bolide di Viteritti da 25 metri e grande risposta di Lo Bianco. Al 52' Canale perde l'attimo a tu per tu col portiere, al 56' Franzese sfiora al volo l'incrocio dei pali. La partita ha preso ormai una precisa piega: i ragazzi di Germano mostrano muscoli e idee chiare, giocano bene e passano al 60' con l'uomo appena entrato. Santoro fa valere in area la sua freschezza con una conclusione angolatissima. Passano 2 minuti e Grisolia (un altro degli Allievi!) su assist dello stesso Santoro, punisce ancora Lo Bianco con un magnifico colpo da biliardo. Il campionato finisce con una bella vittoria per i lupacchiotti e soprattutto con ottime indicazioni per il futuro, quella di oggi era una squadra praticamente di allievi, tutti bravissimi, sotto le ali di una chioccia (classe '93) oggi semplicemente superlativo e per l ennesima volta migliore in campo: Maglione.


6

VENERDÌ 13 MAGGIO 2011

F O T O S T O R I A

ATL. ROMA VS COSENZA LE IMMAGINI DELL’ULTIMO MATCH ROSSOBLU click di Ernesto Pescatore

ini presenti al I tifosi cosent

ma Flaminio di Ro

Dopo p ochi m in di Fran uti arriva il ra ceschin d i ed è 2 doppio -0

zeo La rete di Maz

per il 3-0

Ambro si a terr aeB a centr iancolino si a ocamp vvia o

one e sgridata Per Matteini ammonizi

Pronti v ia e

Mazzeo colpisc e il palo

di un giocatore Marino respinge un tiro dell'Atletico

Marino evita

un pas sivo piu ̀ pesan te

ttuto da un difensore Un tiro di Ungaro è riba romano

Un tiro di Essabr si perde di poco

a lato

è lesto Sulla ribattuta Ciofani ad insaccare l'1-0

La rete annulla ta a De gano

tiere Ambrosi ed è 3-1 Biancolino infila l'ex por

to in rete schini è devia Il tiro di France per il definitivo 4-1 da Fernandez

Il tabell one de l Flamin io è un

incubo


Forza Cosenza n. 16  

Forza Cosenza settimanale Sportivo RossoBlu

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you