Page 1

F O R T E V I L L A G E E S TAT E 2 0 1 6 • T E M P O L I B E R O • M O D A • B E L L E Z Z A • FA M I G L I A • R I S T O R A Z I O N E SEMESTRALE n. 1/2016 Poste Italiane SpA – Spedizione in Abbonamento Postale – 70% NE/PD


BENVENUTI

LETTERA DEL DIRETTORE

“ fortevillage.com

Finalmente ci siamo! Il piano di investimenti biennale da 30 milioni di euro è completato e per quest’estate il resort si presenta ai suoi ospiti sempre più bello, ospitale e competitivo. Oggi più che mai, il Forte Village non ha rivali nel settore del lusso: la prima conferma arriva proprio con il recente riconoscimento in qualità di World’s Leading Resort. È stato un altro inverno di duro lavoro, ma possiamo dirci soddisfatti: abbiamo preparato il terreno per i prossimi dieci anni di crescita. Anche se non si tratta certamente di un periodo roseo per l’economia mondiale, ci abbiamo creduto, spingendo sul pedale degli investimenti. Una sfida che si può dire già vinta, in quanto abbiamo chiuso il 2015 portando a casa un risultato record e ottenendo così la conferma che puntare sulla qualità è sempre la scelta giusta. All’interno di Uniq scoprirete le novità che abbiamo preparato per voi, a cominciare dal confort, con la ristrutturazione e l’ampliamento di tutte le camere e suite con splendido giardino privato per chi desidera abbinare la comodità del resort alla privacy. Spazio al buon cibo con i nuovi ristoranti e una sempre più numerosa e qualificata pattuglia di chef stellati, impegnati da quest’anno anche nella nuova Cooking Academy e nelle tante cooking class. Novità anche per chi ha cura del proprio corpo, con i nuovi e rivoluzionari servizi dedicati alla salute e al benessere della Acquaforte SPA. Chi ama lo sport potrà scegliere tra le tante accademie sportive che crescono di numero schierando, come sempre, campioni di altissimo livello. Per i più piccoli, infine, quest’anno tanti nuovi giochi e addirittura un’accademia di magia. Più intrattenimento con il Green Open Air Theater - una vera e propria arena verde in grado di ospitare fino a 5 mila persone, appena ultimata e con un calendario di spettacoli ed eventi internazionali. È sempre emozionante parlarne: sono certo che il lavoro portato avanti in questi due anni, con impegno e dedizione, dall’intero straordinario staff del Forte Village, sarà ripagato dalla sorpresa che doneremo a voi, nostri ospiti, che siete sempre la priorità in ogni nostra idea e creazione. Siamo riusciti a conciliare le tante novità con i ‘must’ dello stile del resort, in un mix di tradizione e innovazione che da sempre è la chiave del nostro successo. Dunque, vi invito a proseguire nella lettura del nostro magazine, dove troverete, come sempre, dettagli, proposte e interessanti interviste ai protagonisti dell’estate. Non mi resta che rivolgervi, con immenso piacere, il mio personale benvenuto nel regno della vacanza. Lorenzo Giannuzzi Amministratore Delegato e Direttore Generale

” 9


SOMMARIO

28

14

42

59

36

32

54 UNIQ PERIODICO SEMESTRALE

Redazione presso: Forte Village

Stampa: Puntoffset snc

Di proprietà di Progetto Esmeralda Srl

Santa Margherita di Pula (CA), S.S.: 195, Km 39,00

Viale Spagna 12 – 35020 Ponte San Nicolò – Padova

Santa Margherita di Pula (CA), S.S.: 195, Km 39,00

www.puntoffset.com Editore Lis srl

Direttore responsabile: Luciano Tancredi

10

Via dei da Prata 14, Treviso

Testata in corso di registrazione presso il tribunale di Padova.

fortevillage.com


INDICE

IN QUESTO NUMERO

Il Forte Village è pronto a deliziare i propri ospiti ed ad offrire loro il massimo in termini di lusso, relax, benessere durante tutto il periodo estivo 2016 A cura di Luciano Tancredi

14 FORTE VILLAGE: UNA NUOVA ERA Scoprite tutte le meravigliose novità che abbiamo preparto per voi! 18 GREEN ARENA Lo spettacolo dell’estate 2016 al Forte Village inizia in un nuovo scenario da sogno. 20 GSTAAD PALACE Il rifugio perfetto in montagna 24 GLI APPUNTAMENTI CON LE LEGGENDE DELLO SPORT Le più famose legende dello sport saranno i vostri allenatori nelle Forte Village Sport Academy 28 INTERVISTA A BRUNELLO CUCINELLI Alla corte del re del cashmere 31 GLI IMPERDIBILI La vetrina con una selezione degli accessori più fashion di quest’estate

51

32 SHOPPING MANIA Moda, gioielli o creazioni artigianali? Qualunque sia la vostra preferenza, le nostre nuove e raffinatissime proposte saranno pronte a soddisfare i vostri desideri 36 LORENZO AGIUS: LE STELLE NELL’OBIETTIVO UniQ intervista Lorenzo Agius 42 UN RITRATTO DI SEAN SCULLY UniQ intervista l’artista americano di origini irlandesi due volte candidato al “Premio Turner” 46 PASSIONE E LEZIONE TRA I FORNELLI Cooking academy: la novità che vi permette di apprendere tutti i passi per diventare un vero guru in cucina

48 LA CUCINA DELLE GRANDI STELLE La terrazza Forte Bay, affacciata sul lungomare, è lo scenario dell’esperienza gourmet offerta dagli chef stellati provenienti da tutto il mondo 51 LA TRADIZIONE INCONTRA L’INNOVAZIONE E IL TALENTO Emanuele Scarello, chef due stelle Michelin, tiene alta la bandiera del gusto e della creatività 53 OLTRE LO SPORT: UNA PERFORMANCE CHE HA DEL SOVRANNATURALE Challenge Forte Village porta il triathlon ad un altro livello 54 MOLTO PIU’ DI UNA SPA Sorprendenti novità: lussuosi trattamenti benessere presso la nostra straordinaria Acquaforte SPA 57 LOMONOSSOV Lo Standard D'oro per l'apprendimento 59 IL PIÙ BEL GIORNO Il Forte Village è la destinazione perfetta per ospitare il vostro matrimonio da sogno 60 UNA FANTASTICA ESTATE AL WONDERLAND Le avventure di Mario, la nostra mascotte dalle brillanti penne blu, continuano! 62 UN’ESTATE MAGICA Aggiungi un tocco di magia alle tue vacanze 65 DOVE I SOGNI DIVENTANO REALTA’ La Children’s Wonderland è lo spazio perfetto per i nostri piccoli ospiti 67 IL FORTE VILLAGE NEL MONDO Alla scoperta di tutti gli eventi cui il Forte Village ha partecipato nel corso dell'ultimo anno

48 24 fortevillage.com

Appuntamenti con le leggende dello sport

La Cucina delle grandi stelle

11


NOVITÀ

FORTE VILLAGE:

UNA NUOVA ERA

Dopo due anni di investimenti importanti e straordinario impegno, il 2016 vede l’ascesa del Forte Village a regno mondiale del lusso. Il pluripremiato resort si presenterà ai suoi ospiti nella forma più splendente, con moltissime novità su misura per soddisfare adulti e bambini. In una parola, sarà la vacanza perfetta. Confort, salute, benessere, sport, divertimento e gastronomia: tutto di eccellenza, tutto a conferma che il meglio è un’esclusiva del Forte Village.

14

fortevillage.com


NOVITÀ

idromassaggio per un trattamento “imperiale”. Completano l’ambiente, i salotti, gli angoli lettura e relax con affaccio diretto sul giardino. Tutte le ville hanno a disposizione una cucina funzionale e una sala da pranzo. I giardini privati, che proseguono ed esaltano la maestosità delle costruzioni, splendono nei riflessi di una straordinaria piscina. A rendere unico il soggiorno, un servizio dedicato di butler e chef personali. Per completare la panoramica del nuovo Forte Village, dopo la creazione dell’area che si affaccia sulla spiaggia, Forte Bay, ideata per vivere appieno il mare in ogni momento della giornata, arriva il restyling della piscina Oasis, cuore freschissimo del resort. Un nuovo progetto che esalta la bellezza sinuosa della nuova scenografia acquatica, punteggiata da isole-bar e giardini tropicali coloratissimi sul marmo bianco della piscina. Un’emozione indimenticabile a ogni tuffo. Una location perfetta per aperitivo e party al tramonto. Tra le novità 2016, brilla di luce propria la Summer Art promossa dalla Fondazione Mazzoleni, che per il decimo anno consecutivo presso il Forte Village, promuoverà l’arte attraverso le creazioni di trenta artisti italiani emergenti cui si affiancheranno tre grandi maestri dell'arte contemporanea mondiale: Fernandez Arman, Salvador Dalì e il genio americano dell’arte pop Andy Warhol. Una rassegna imperdibile che la Fondazione Mazzoleni offre agli ospiti del Forte Village, nella sala Baldacchino da quest'anno totalmente rinnovata, diventando un vero e proprio Luxury Store. Alle opere d'arte, infatti, verranno affiancati pezzi straordinari realizzati dalla storica vetreria Schiavon di Murano insieme a tanti complementi di moda e d'arredo, abilmente realizzati da maestri italiani. Passiamo al divertimento. La programmazione 2016 segna senza dubbio una svolta senza precedenti grazie all’eccezionale Green Open Air Theater, spazio da cinquemila posti, appena ultimato. La Forte Village Arena proporrà un calendario di spettacoli ed eventi, anche sportivi, di livello internazionale. Ogni appuntamento del

P

artiamo dal confort. Gli alberghi, le ville e le suite sono stati oggetto di un restyling radicale, che ha visto l’ampliamento degli spazi, delle comodità, dei servizi: in una parola del lusso. L’Hotel Bouganville e l'Hotel Le Palme, innanzitutto. Ogni bungalow è stato rinnovato nel design e nell’atmosfera, omaggio ai colori e ai profumi della macchia mediterranea. Il giardino e il patio privato di ogni bungalow offriranno tranquillità, relax e privacy per “depurarsi” dallo stress della vita quotidiana. Anche gli ospiti dell’Hotel Pineta godranno dell’energia di un nuovo look che, grazie alla

fortevillage.com

scelta del legno come materia prima, infonderà all’animo serenità e benessere. Chi desidera una vacanza di lusso “no limits”, in grado di unire libertà, grandi spazi e privacy, godendo di tutti i servizi del resort, non potrà che scegliere le ville, nuove, elegantissime, arredate nello stile del più sofisticato design, con grande giardino e piscina privata. A Villa Lavinia, la prima meravigliosa dimora di lusso del Forte, insieme a Villa Lidia, Chiara, a Sofia, Yasmine e Aurora, inaugurate la scorsa estate, si aggiungono quest’anno due nuovissime perle della collezione. Ognuna offre fantastiche camere da letto con letti king size, bagni sontuosi con doccia e vasca

15


restyling Pineta palinsesto sarà aperto al pubblico, riservando una zona super esclusiva agli ospiti del Forte. Ma prima della grande notte al Forte, vogliamo dedicare qualche ora di relax alla cura del corpo e al benessere della mente? Basta scoprire le novità della Acquaforte SPA. Gianpiero Ventrone, storico preparatore atletico della Juventus di Lippi, aspetta i nostri ospiti nel Performance Center, nuova palestra superattrezzata che si aggiunge a quella già esistente, anch’essa aggiornata con l’ultima generazione di macchinari Technogym®. Ventrone studierà un allenamento funzionale con obiettivi personalizzati da raggiungere in soli dieci giorni, il tutto certificato da esami eseguiti all’inizio e alla fine del percorso dal Forte Lab. La grande novità del reparto “Beauty” è l’arrivo del brand internazionale Sisley-Paris e dei suoi

straordinari prodotti, che completeranno i trattamenti di medicina estetica all’avanguardia studiati dalla dottoressa Amira Bodareva. Una bellissima sorpresa anche per l’inverno: le prime quattro vasche del percorso di talassoterapia verranno ricoperte da una struttura trasparente, che permetterà di vivere l’energia della SPA e la bellezza mediterranea dei suoi giardini anche nei mesi più freddi. Per chi desidera migliorare le prestazioni sportive, il Forte Village si arricchisce di nuove accademie e specialità. Per gli amanti del ciclismo torna, e si allunga da giugno a settembre, l’accademia del Tinkoff Team, la squadra più forte al mondo con campioni del calibro di Alberto Contador, Ivan Basso e Pavel Brutt. A un passo dalla piscina Oasis si apre invece l’Indoor Sport

winebar 16

Academy, dedicata ai campioni di Boxe, Killerspin Table-Tennis e Dance. Chi ama il pugilato e vuole scoprire i colpi segreti, avrà a disposizione ben otto settimane per incrociare i guantoni con il grande Frank Buglioni, numero 4 al mondo della classifica WBO. Nomi stellari anche per la Tennis Academy. Sui dodici campi del nostro Tennis Club infatti sarà possibile giocare con Ilie Năstase, ex numero uno al mondo, con altri straordinari campioni. Gli amanti del rugby e della sua pura energia, potranno scendere in campo e ascoltare i preziosi consigli degli ex nazionali inglesi Will Greenwood, Martin Johnson e Austin Healy. Ai fans del calcio il Forte riserva anche quest’anno l’ambitissima Chelsea Academy con fuoriclasse come Tore André Flo, Carlo Cudicini, Paulo Ferreira e Dennis Wise. E per gli appassionati di pallacanestro, il top: a dirigere la Basketball Academy sarà Ettore Messina, commissario tecnico della Nazionale Italiana dal 2015, tra gli allenatori più titolati di tutti i tempi e primo capo allenatore non americano nella storia dell’Nba. Sorpresa, infine, per gli appassionati di velocità con la PGK Academy di Go Kart tenuta dall’ex campione italiano ed europeo Paolo Gagliardini. Ultima chicca, l’arrivo dei nuovi go-kart con cambio sequenziale al volante. Un’estate di grandi novità anche per i bambini. Felicità assicurata per i piccoli ospiti che vivranno meravigliose avventure nella straordinaria Children’s Wonderland e nel suo esclusivo villaggio in miniatura, unico in Europa. Giochi di ruolo, divertimento e fantastici laboratori creativi. A noi gli occhi! Ecco così apparire la novità più scintillante della stagione: la Marvin’s

fortevillage.com


NOVITÀ

winter spa

nuova Forte Bay Magic Academy, prima scuola di magia al mondo in un resort. Protagonista, il famoso prestigiatore inglese Marvin Berglas, pronto a svelare i suoi segreti ai piccoli ospiti e, perché no, anche ai loro genitori. Ogni giorno, per quattro settimane, i ragazzi dagli undici anni in su apprenderanno un nuovo trucco e riceveranno il materiale per eseguirlo anche a casa. Come sempre il Forte Village dedica molta attenzione agli ospiti gourmet. Insieme allo sport, al benessere e al divertimento non poteva mancare un piccolo regno dedicato agli amanti della buona tavola. Novità strepitosa del 2016 è la Cooking Academy, serie di quattordici lezioni monografiche di due ore ciascuna, da fine giugno a fine agosto, per imparare a cucinare una ricetta o un intero menù. In cattedra gli chef del resort, che trasmetteranno le tecniche e la conoscenza

delle materie prime per realizzare i piatti principali della tradizione italiana. Inoltre, il Forte Village dedica un corso avanzato a chi desidera perfezionarsi a fianco degli chef stellati che durante l’estate faranno settimanalmente tappa al resort. Tra i nomi, Emanuele Scarello, Alfons Schuhbeck, Massimiliano Mascia, Alessandro Breda e Franck Reynaud. Infine, uno spazio “culinario” dedicato anche ai bambini e alle loro famiglie. “Cucina con papà” è il corso dedicato ai più piccoli e ai loro papà, per apprendere insieme le basi della cucina con semplicità e divertimento. Gli estimatori del buon vino segnino in agenda l’inaugurazione dell’elegante Wine Bar & Wine Shop, spazio esclusivo dove degustare i capolavori dell'enologia italiana e internazionale. Forte Village, gli ingredienti di un’estate indimenticabile crescono solo da noi.

Il giardino e il patio privato di ogni bungalow offriranno tranquillità, relax e privacy agli ospiti dell’Hotel Pineta

nuove ville

fortevillage.com

17


GREEN ARENA

GREEN ARENA Una vera e propria arena immersa nel verde per grandi eventi e spettacoli internazionali fino a 5.000 persone

T

utti in silenzio, si apre il sipario. Inizia lo spettacolo dell’estate 2016 al Forte Village in un nuovo scenario da sogno. La green Arena, un vero capolavoro architettonico e acustico dove realtà e immaginazione si incontrano, offre il suo palcoscenico per un intenso palinsesto di performance artistiche di altissimo livello. La struttura, appena ultimata, si estende su un’area di tredicimila metri quadrati, equivalente a due campi di calcio, da un lato incorniciata dal verde avvolgente della macchia mediterranea e dall’altro dalle montagne che si colorano di rosso con il sole al tramonto. L’Arena ha una capienza di 5 mila persone, tutte comodamente ospitate su un piano di 135 metri di lunghezza e 96 di larghezza. Protagonista della struttura il palco in teak da 800 metri quadrati, un curatissimo lounge bar, ideale per party ed eventi sotto le stelle. E poi il privé, i servizi e i camerini, fanno del Green Open Air Theater una struttura su misura per i grandi spettacoli, in grado di soddisfare anche le esigenze di

18

produzione più complesse. Uno stage che offre impianti audio e luci all’avanguardia e un’acustica sofisticatissima, con un allestimento all’aperto realizzato tenendo conto di un approfondito studio di fisica acustica. Comodo anche da raggiungere, a soli 130 metri dal Resort e con due grandi parcheggi capaci di contenere circa 1200 automobili per tutti gli ospiti esterni che raggiungeranno la struttura. La forma ellissoidale, poi, è un omaggio architettonico all’arena romana. Lo spazio è attraversato trasversalmente per creare due grandi quinte che abbracciano gli spettatori e definiscono le aree tra il grande palco e il lounge bar. Un progetto come sempre corredato da un tocco di innovazione, che ripropone in chiave moderna la divisione metrica delle arcate dei grandi anfiteatri romani, cadenzando visivamente il tramonto alle spalle. Lo spazio viene così delimitato, rispettando la preziosità dello scenario naturale e, soprattutto, valorizzando ed

offrendo un punto di vista del tutto privilegiato sulle montagne retrostanti, oasi incontaminata di verde mediterraneo. La green Arena si presenta così in tutta la sua imponenza, pronto ad essere scenario di un cartellone di eventi e spettacoli di rilievo internazionale per ogni genere di emozione. Dai concerti appassionanti, all’adrenalina delle performance sportive, dalla boxe al polo, passando per la magia del teatro e del balletto e, per concludere, con una stagione di opera frutto della collaborazione con le eccellenze del teatro lirico italiano. Una tappa imperdibile con un’ampia offerta studiata per garantire solo il meglio dell’intrattenimento, per chi ama lasciarsi travolgere dalla leggerezza di una danza, da una melodia d’altri tempi o dall’energia di una gara sportiva, nell’incanto di un paesaggio mozzafiato. In altre parole, il luogo ideale per terminare con un sorriso una giornata passata all’insegna dell’eccellenza del relax e del divertimento firmato Forte Village.

fortevillage.com


ESCLUSIVO

Storie di hôtellerie: un consiglio per indimenticabili soggiorni in montagna.

GSTAAD PALACE 20

fortevillage.com


ESCLUSIVO

S

i accendono le luci nella vallata, là dove si alza il profilo fiabesco del Palace di Gstaad, il più famoso indirizzo delle Alpi svizzere, emblema del lusso a cinque stelle. Ecco l’intramontabile fascino del Palace di Gstaad, gestito dalla stessa famiglia, gli Scherz, dal 1938 a oggi. La famiglia ha garantito negli anni continuità nell'offrire un servizio esclusivo: dal 1947 gli stessi, sono inoltre, proprietari dell’hotel. Inaugurato nel 1913, il Palace, offre ai suoi ospiti 100 camere arredate con gusto tra cui si annoverano 15 Junior Suite e la lussuosa e sofisticata Penthouse con le sue tre camere da letto. Propone inoltre una cucina gastronomica in cinque ristoranti diversi, intrattenimenti live in due bar ed il prestigioso night-club GreenGo, uno spazio SPA con piscina coperta e scoperta, un campo di squash e quattro campi da tennis scoperti. È peraltro proposta una ricca scelta di attività tra cui golf, heliski, mongolfiera e tante altre, nelle immediate vicinanze dell'hotel. Oggi, Andrea Scherz, General Manager del celebre Gstaad Palace e ultimo erede della famiglia, non smette di sorprendere i propri ospiti: la novità 2016 porta il nome Walig Hut ed è frutto della trasformazione di una tipica baita da alpeggio, rifugio di pastori e montanari, in un’esperienza esclusiva, autentica e quindi indimenticabile. A quindici minuti di macchina dal Palace, ecco

fortevillage.com

apparire appunto il Walig Hut, posizionato a un’altitudine di 1700 metri. Un vero angolo di paradiso alpino, dedicato ai ospiti dello Gstaad Palace, dove l’estate svizzera splende come in una favola. Il restauro ha rispettato perfettamente i volumi e i materiali, dal legno, ai mobili, pareti e pavimenti in lavagna. All’interno, una cucina con la sua vecchia stufa, una sala da pranzo che accoglie fino a quattordici ospiti, quindi una romantica camera da letto matrimoniale, tra velluti, cuori ricamati e pellicce di volpe. Accanto una cameretta per i bambini, e fuori – così era ed è la vita di montagna - il bagno, una magnifica terrazza e oltre la corona innevata delle Alpi. Ridotti al minimo i confort tecnologici, per meglio sincronizzare l’esperienza con il silenzio che in montagna regna sovrano. Questo è lusso? Sì: perché è silenzio, è vicinanza, è intimità, è spazio al cuore ancora perché tre volte al giorno appare sulla soglia della baita Maurizio Paglino, maître del ristorante Gildo’s, e oramai un’istituzione di alta cucina italiana del Palace, nonchè omaggio a Ermenegildo Bocchini, per oltre 40 anni maître di sala. Nel menù, colazione, pranzo e cena con fonduta di formaggio, Zuercher Geschnetzeltes e Rösti di patate, salumi tipici, e poi dolci, vini della tradizione

enologica elvetica e naturalmente champagne. Uno sguardo ai prati in fiore, un abbraccio davanti al camino e un’estate così è per la vita. Se poi si fa sentire il richiamo della mondanità, allora non c’è che scendere al Palace e ascoltare la storia dei suoi ospiti e “interpreti” più famosi, quando negli anni ’50 e ’60 Louis Armstrong, Ella Fitzgerald, Maurice Chavalier e Marlen Dietrich animavamo le famose cene di gala. Un passo e nel 1975 il Palace diventa il set cinematografico per Il ritorno della Pantera rosa, con Peter Seller, e qualche anno dopo splende nella pellicola di Maria Sole Tognazzi Io viaggio sola, con Margherita Buy. Ancora uno sguardo all’album delle firme? Dai re e dalle regine d’Europa alle regine e ai re dello schermo, e sono Audrey Hepburn, Sophia Loren, Brigitte Bardot, Sean Connery, Roger Moore, e poi i divi della canzone, da Johnny Hallyday a Yves Montand, per spingersi a Madonna, David Bowie, Paul McCartney e Michael Jackson. Quest’ultimo, ospite affezionatissimo di Liz Taylor e del suo chalet, si era così innamorato delle atmosfere sognanti del Palace da volerlo acquistare. Un’altra Neverland. Peccato, se avesse visto la Whig Up non avrebbe avuto dubbi. Per tornare al mondo delle fiabe bisogna spegnere la luce e accendere un cielo di stelle

21


SPORT

GLI APPUNTAMENTI CON LE

Leggende dello Sport

“Darei mille libri per correre veloce come te”, scriveva William Shakespeare. Velocità, prontezza, forza, e ancora fantastiche performance in ogni disciplina sportiva; ancora, gioco di squadra, amici, figli e genitori insieme, e tanto divertimento. Era questo il tesoro che il grande drammaturgo avrebbe scambiato per un’intera biblioteca? Forse. Forse per questo, anche per il 2016, il Forte Village ha dedicato moltissime energie allo sport e ai cultori delle sue più entusiasmanti specialità.

24

fortevillage.com


“ P

artiamo dalle Academy dedicate a boxing e ping pong, ospitate nell’Indoor Sport Academy Center, nuovissimo spazio polifunzionale di 1.000 mq, aperto accanto alla piscina Oasis. A indossare i guantoni sarà Frank Buglioni, pugile professionista inglese, ma di origine campane, numero quattro al mondo nella classifica WBO della categoria Middleweight. Per otto settimane la Boxing Academy offrirà sessioni di allenamento specifiche per bambini, ragazzi e adulti. Un’occasione imperdibile per avvicinarsi al pugilato, dalle basi ai colpi vincenti, e scoprire il fascino di una delle più antiche discipline sportive. Energia, euforia e massima professionalità anche per il ping pong, nello spirito vincente del Team Killerspin, società americana leader nel settore del tennis da tavolo. La Killerspin TableTennis Academy del Forte Village è aperta a tutti, dai quattro anni in su e prevede lezioni teoriche e pratiche con la guida dei più famosi campioni. Stelle vincenti anche nelle classiche Academy, che ormai da anni hanno conquistato il cuore sportivo dei nostri ospiti. Partiamo dal calcio? I vostri figli hanno voglia di scendere in campo insieme agli allenatori del mitico Chelsea Football Club e magari apprendere i segreti del pallone da Tore André Flo e da Paulo Ferreira? L’urlo di gioia è arrivato fino a qui. Solo qualche nota biografica. L’ex bomber norvegese, ribattezzato “Flonaldo”, ha partecipato con la sua Nazionale ai Mondiali del 1998 in Francia e agli Europei del 2000 in Belgio e Paesi Bassi, mentre con il Chelsea ha conquistato una Coppa delle Coppe e una Supercoppa Uefa. L’ex terzino portoghese, invece, ha meritato un secondo posto agli Europei 2004 e il quarto ai Mondiali 2006, vincendo con il club inglese tre campionati, una Champions League e una Europa League. Amanti del tennis? Solo al Forte vivrete la fantastica emozione di giocare su uno dei dodici campi del nostro Tennis Club insieme a un mito del ranking mondiale come Ilie Năstase. Un profilo del campione rumeno? Nel suo palmares tornei importantissimi e tra questi: 57 titoli di singolo, 51 in doppio, 2 prove nel Grande Slam e quattro edizioni del Master. Qualche notizia in più sullo stile di questo campione “a tutto campo”? Basta leggere il suo romanzo poliziesco Killer in campo, (Mondadori – per le altre edizioni UNIQ il titolo originale è Tie-Break). Accanto a lui, sulla cattedra della Tennis Academy, saliranno anche: Karel Novacek, Paul Haarhius, Dominik Hrbaty, Magnus Larsson. Nella sua carriera Jonas ha conquistato 6 tornei di singolo e 56 di doppio con gli storici partner Todd Woodbridge, Maks Mirny e Kevin Ullyet. Se invece preferite “il gioco duro”, iscrivetevi

fortevillage.com

SPORT

” subito alla fantastica Rugby Academy. Piccolo aneddoto: perché si chiama rugby? Perché questo sport è stato inventato nel 1823 proprio nella cittadina inglese di Rugby, nel Warwickshire, dallo studente William Webb Ellis, come ricorda il monumento che gli è stato dedicato davanti al college della città, teatro della prima sfida con la palla ovale. Chi meglio di tre ex nazionali inglesi, dunque, potrà allenare ed educare al rispetto dell’avversario le giovani leve del Forte? I nomi? Will Greenwood, cresciuto in Italia - il padre giocava nel Rugby Roma - poi di nuovo in patria insieme ai londinesi dell’Harlequin. Accanto a lui, Martin Johnson, seconda linea dei Leicester Tigers, e dal 2008 al 2011 commissario tecnico della Nazionale inglese. E infine, Austin Healy, vincitore con il Leicester di quattro titoli Premiership, due Heineken Cup e due Coppe Anglo-Gallesi. Un gigante anche per gli appassionati di basket. A dirigere la Basketball Academy sarà Ettore Messina, commissario tecnico della Nazionale Italiana dal 2015, tra i coach più titolati di tutti i tempi e primo non americano a ricoprire il ruolo di capo allenatore nella storia dell’NBA. Al suo attivo – come si legge nel volume autobiografico Basket, uomini e altri pianeti (ADD Editore) – Messina vanta una lunghissima carriera in Italia, alla Virtus Bologna e alla Benetton Treviso, in Russia alla

guida del CSKA Mosca, in Spagna al Real Madrid e negli Stati Uniti con i Los Angeles Lakers e i San Antonio Spurs. Al vertice della Nazionale Italiana ha vinto l’oro ai Giochi del Mediterraneo del 1993 e l’argento agli Europei del 1997. Un’accelerata di entusiasmo anche per gli appassionati di motori e velocità. Nel circuito go-kart del Forte Village, lungo mezzo chilometro, arriva la PGK Academy, diretta da Paolo Gagliardini, ex campione italiano ed europeo classe 125. Gli allievi, anche giovanissimi e ai “primi giri”, seguiranno un programma di lezioni teoriche e pratiche. Chi invece è già esperto, potrà migliorare il suo stile di guida affiancando i piloti e i tecnici più preparati. Inoltre, l’estate 2016 vedrà l’arrivo dei kart con cambio sequenziale al volante. Ancora una novità? In seguito al grande successo del progetto pilota, Tinkoff Academy e il Forte Village estendono la sinergia con un’offerta unica per tutta la stagione estiva 2016. A partire dal 28 maggio al 4 giugno e poi, continuativamente, dal 18 giugno al 16 settembre, la Bike Academy by Tinkoff mette a disposizione degli ospiti soggiornanti nel resort completamente rinnovato, dei pacchetti flessibili articolati in uno, tre o cinque giorni di allenamento. Uno sprint in più grazie alle due ruote del celebre team e il Forte Village premierà la voglia di sport di tutti i suoi ospiti.

25


INTERVISTA

Credo nella qualità e nella bellezza. Penso che non possa esserci qualità senza umanità.

IL RE DEL CASHMERE

Brunello Cucinelli Intervista di Luciano Tancredi

B

runello Cucinelli più che un uomo è un brand globale, per la qualità del prodotto, per la sua filosofia – e soprattutto per l’etica - di vita e di lavoro. Conosciuto in tutto il mondo, il “re del cachemire” dal 1978 ad oggi ha creato un’azienda che fattura quasi mezzo miliardo di dollari, quotata in borsa, simbolo dell’artigianato e dello stile Made in Italy, che dal piccolo borgo trecentesco di Solomeo, in Umbria, esporta i propri prodotti in oltre sessanta Paesi del mondo. Dignità del lavoro e profitto con dignità sono le sue parole d’ordine. Il 20 per cento degli utili aziendali sono destinati a migliorare gli ambienti in cui l’azienda opera; la bellezza agisce sempre da stimolo per la creatività. La Fondazione Brunello e Federica Cucinelli si occupa di arte e cultura, ma anche di progetti sul

28

territorio. La scuola dei Mestieri di Solomeo vuole formare giovani menti non solo da un punto di vista puramente pratico, ma aperti alla vita e alla società. I salari dei suoi lavoratori sono del 20 per cento superiori alla media del settore, i dipendenti hanno il divieto assoluto di lavorare, e anche solo di inviare e ricevere mail di lavoro, dopo le 17:30. L’etica di Brunello Cucinelli, ama raccontare l’imprenditore sessantatreenne, viene dalle lacrime del padre, operaio, umiliato nella fabbrica nella quale lavorava. E’ lì che nacque la sua battaglia, anche da imprenditore, per la dignità del lavoro, dei “suoi” lavoratori. Un impegno che sei anni fa gli è valso la laurea honoris causa in filosofia ed etica dei rapporti umani dell’Università di Perugia.

fortevillage.com


INTERVISTA Cucinelli, perché proprio il cachemire? Veniamo da una cultura del tessile; la nostra stimata regione è culla di molte industrie manifatturiere legate ai tessuti e alla maglieria; siamo cresciuti circondati dalla maglieria. In questo settore il cashmere mi sembrava una fibra altamente “specializzata”, in qualche modo speciale. Il cashmere ha da sempre avuto il valore di eterno che io spesso paragono ad un libro: una maglia in cashmere difficilmente si butta, piuttosto si tramanda di padre in figlio. Inoltre, nei primi Anni Ottanta, era ancora appannaggio per lo più del guardaroba maschile, nelle nuances naturali, pertanto con un ampio margine di sviluppo e crescita. Abbiamo pensato di tingerlo in diversi colori ed adattarlo al guardaroba femminile e, questa intuizione, ci ha dato ragione. Qual è la sua filosofia di business? Nella mia vita ho sempre coltivato un sogno: quello del lavoro utile per un obiettivo importante. Sentivo che il “profitto d’azienda”, da solo, non bastava e che un fine più alto doveva essere ricercato. Ho capito che, a fianco del bene economico, si pone il bene dell’uomo: il primo è nullo se privo del secondo”. Ho pensato di dare all’impresa un senso che superasse gli utili del momento e che fosse investito per migliorare la vita di chi lavora, per valorizzare e recuperare le bellezze del mondo. Quali sono i suoi modelli di riferimento? Dai 15 ai 25 anni ho passato molto del mio tempo al bar del mio paese in cui la discussione, la “polemos” sui grandi temi e valori della vita mi ha dato grandi spunti. Inoltre i maestri del passato da san Francesco, a san Benedetto, Kant, Marco Aurelio, Socrate, Seneca, sono stati per me grande fonte di ispirazione. Solo riconoscendo, infatti, la natura spirituale della realtà umana è possibile assegnare all’uomo, nel mondo, il suo giusto ruolo e capirne la vera dimensione. Il lavoro, inteso così come espressione del valore umano, diviene anch’esso partecipe di spiritualità. Ritengo che ognuno di noi, con il proprio comportamento, interagisca con l’ambiente, e anch’io, per la mia parte, mi sento responsabile delle bellezze del mondo. Il suo motto è “la bellezza salverà il mondo”. Perché? Credo nella qualità e nella bellezza. Penso che non possa esserci qualità senza umanità. Possiamo affermare con orgoglio di vivere e lavorare in uno dei posti più belli del mondo, nel cuore di una regione dove la qualità della vita e la qualità degli uomini rendono possibile una filosofia e un prodotto unici che nascono dalla continua ricerca e innovazione, unite al culto della tradizione. Un lifestyle che racconta il modo italiano di vivere e di lavorare, la sua fierezza, tolleranza, dedizione, spiritualità e misticità. Una storia che affonda le sue radici nell’eredità del grande artigianato, porta con sé il profumo di antichi borghi e i saperi degli artigiani, l’arte e la cultura del nostro Paese aperta allo spirito di rinnovamento, alla ricerca, alla creatività, alla contemporaneità. Per far questo servono mani sapienti ma anche il cuore di persone generose, orgogliose della propria origine e attaccate alla propria terra.

fortevillage.com

Cosa ha fatto e cosa fa per i suoi dipendenti? Sono convinto che l’ambiente sereno e la bellezza dei luoghi esaltino la creatività umana e sviluppino una comunità dove chi opera segue una scala di valori condivisa; il restauro del borgo prima, la costruzione dell’azienda e dei parchi attorno ad essa hanno fatto del borgo trecentesco di Solomeo la sede dell’impresa. Qui l’ambiente è integrato con la natura ed il paesaggio in cui regna un’armonia profonda. Chi lavora con noi, indipendentemente dal ruolo, partecipa alla vita dell’azienda: ciascuno sa che la propria opera è un tassello indispensabile alla crescita comune; la nostra ‘qualità integrale’ è il frutto della qualità interiore di ognuno.

specifico l’essere azienda italiana è ancora una grande prerogativa; viaggio 3 mesi all’anno ed in tutto il mondo sono affascinati dai nostri manufatti, dalla nostra creatività, dal nostro gusto. Per quanto riguarda il lusso in Italia, sono abituato a non giudicare l’operato di chi governa. Platone scrive: rispetta le leggi più dei tuoi genitori. Io voglio rispettare le leggi del mio paese. È stato un momento difficile per l’Italia, ma ci stiamo affacciando verso una nuova primavera, un nuovo “rinascimento di valori” in cui stiamo tornando ad avere rispetto per il lavoro degli altri e ci stiamo riavvicinando a quegli ideali che hanno da sempre sostenuto l’umanità: la bella politica, la religione - o spiritualità - e la famiglia.

Con la quotazione in borsa la sua azienda ha conservato i suoi tratti distintivi? Ho sempre immaginato che un'impresa debba avere progetti a 3 mesi per le trimestrali, a 3 anni, ma anche a 3 secoli; la quotazione ci ha consentito di poter avere dei progetti maggiormente proiettati verso il futuro, e di poter pensare che l’azienda possa vivere più a lungo, ma non ci ha cambiati nel nostro modo di concepire l’azienda. Volevamo cercare nuovi soci, custodi di quest'impresa per il prossimo secolo. I grandi pensatori dell'umanità mi hanno portato a sentirmi custode di quest'impresa e non proprietario. A tutti gli investitori sin dal principio abbiamo detto di cercare in questa impresa “profitti garbati” che non arrecassero danno all’umanità.

E del Made in Italy? Il mondo intero è affascinato dai nostri prodotti ad altissima artigianalità e manualità. Non penso solo alla moda ma al settore alimentare, a quello agricolo, alle automobili, alla cultura e al nostro modo di vivere. A rafforzare questo concetto, un significativo aneddoto: tempo fa è venuto a trovarmi in azienda un importante uomo d’affari cinese. Alla fine della giornata, dopo essere stati a cena insieme, mi ha chiesto di mandare a Pechino nella sua impresa, per un determinato periodo, alcuni dei nostri ragazzi per insegnare loro come facciamo l’aperitivo, come prepariamo la tavola per una cena, che vini abbiniamo alle varie pietanze. Insomma, sono affascinati da questo “lifestyle”, italiano.

Cosa c’è, e quanto lavoro c’è stato, dietro il suo marchio? Qual è il segreto della qualità dei suoi prodotti? Il lavoro di ogni giorno delle sapienti mani artigiane, la dedizione ad un prodotto di altissima qualità, artigianalità e speriamo creatività.

I suoi cachemire sono in vendita all’interno del Forte Village. Due eccellenze italiane che si accostano nel nome del lusso. Come dicevo prima, il valore dell’Italianità non passa solo dalla moda, ma anche da tanti altri settori, tra cui l’ospitalità, nei quali abbiamo un valore aggiunto. La bellezza della nostra terra, il valore della natura e la combinazione con una gestione eccellente: sono queste le carte vincenti su cui dovremo puntare.

Qual è lo stato di salute del mercato del lusso? Credo che per i prodotti di altissima qualità, vi siano delle prospettive molto interessanti. Nello

29


32


IMPERDIBILI QUEST’ESTATE

Forte Village Pochette

Forte Village Memory Book Forte Village USB

Forte Village Tazza

IMPERDIBILI QUEST’ESTATE

La Martina per Forte Village Felpa

Gli accessori più fashion dell’estate in vendita al Forte Village

Cappello Panama

La Martina per Forte Village Polo

Kimana per Forte Village Bikini

Vitamin Orologio

La Martina per Forte Village Costume

La Martina per Forte Village Bermuda

Forte Village Shopper fortevillage.com

31


SHOPPING

“ ” D

a molti anni spira un vento di novità in Piazza Maria Luigia, regno dello shopping di lusso del nostro resort. E anche quest’estate gli amanti dell’alta moda troveranno, accanto alle migliori firme del Made in Italy, nuove e raffinatissime proposte per essere al passo con le ultime tendenze della moda e dello stile. Prima importante novità, l’ingresso scintillante di Damiani, prestigiosa griffe italiana e leader nel mercato dei gioielli e degli orologi di alta gamma. Un brand con una lunga storia alle spalle. Nato nel 1924, il Gruppo Damiani ha fatto della creatività, del design e dell’incredibile raffinatezza dei suoi maestri orafi gli elementi guida di una tradizione che ha conquistato il mondo. Un successo lungo quasi un secolo che ha trasformato la famiglia Damiani nell’ambasciatrice della migliore gioielleria italiana, come ricordano le splendide campagne pubblicitarie, realizzate insieme ai nomi più famosi del cinema: da Sofia Loren a Isabella Rossellini, a Brad Pitt, Nastassja Kinski, Milla Jovovich, Jennifer Aniston, Gwyneth Paltrow e Sharon Stone. Nello spazio espositivo del resort saranno presenti anche le creazioni di

32

SHOPPING MANIA

Amore a prima vista, terapia, ricercatezza o una vera e propria coccola? Qualunque sia la vostra motivazione, le nostre boutique hanno una risposta per tutti voi.

Rocca e Venini, brand del Gruppo dedicati rispettivamente agli orologi di lusso e al vetro di Murano. Nel campo della moda, alla “sfilata” delle più celebri griffe si aggiunge Versace, vero mito dello stile italiano. Creata nel 1978 da Gianni Versace, la maison è ora affidata a Santo, nelle vesti di presidente, e a Donatella, direttrice creativa che interpreta con fedeltà, invenzione e vulcanica sensibilità la filosofia del marchio. Uno sguardo alle clienti affezionate, muse e testimonial internazionali dello stile Versace? Lady Diana, Madonna,

Lady Gaga, Beyoncè, Jennifer Lopez, Demi Moore, Britney Spears, Halle Berry, Kate Moss e Gisele Bündchen e naturalmente le più eleganti signore del Forte. Accanto a Versace, sulla passerella di Piazza Maria Luigia, splendono le maison più famose dell’eleganza italiana, parliamo di Gucci, Zegna, Loro Piana, Cucinelli, La Perla, Fendi, Valentino, Missoni, Dolce & Gabbana, di cui i nostri ospiti possono apprezzare le ultimissime collezioni, sia per l’estate che per il prossimo inverno. Un occhio di riguardo anche alla boutique di Massimo Bonini,

fortevillage.com


SHOPPING

salutata sulle pagine di Vogue Italia come uno degli showroom multibrand più interessanti, con marchi new trand di riferimento come Fausto Pugliesi, Giamba, Giambattista Valli, Gedebe, N°21, Les Petits Joueurs. Non poteva mancare, naturalmente, quel tocco di Sardegna in più che caratterizza da sempre lo stile del resort. In primo piano, i negozi dedicati ai prodotti dell’artigianato sardo, dalle ceramiche ai tappeti, dai tessuti ai ricami di pregio. Quest’anno, dunque, lo shopping del Forte Village è ancora più frizzante e irresistibile

fortevillage.com

nella scelta di firme italiane, internazionali e raffinati artigiani locali, che rinsaldano il legame con la nostra meravigliosa isola. Per gli ospiti che desiderano avere una accezione più personalizzata, abbiamo creato un servizio di Style Advisors, pronti ad accogliere ogni richiesta e studiare con professionalità ogni “capitolo” del guardaroba, per valorizzare al meglio i punti forti del look, in perfetto equilibrio tra personalità ed eleganza. Dove immaginare, se non al Forte Village, uno shopping più creativo e appagante di questo?

33


UNIQ N. 1DEF_22_italiano_UNIQ 26/05/16 10:12 Pagina 36

INTERVISTA

LORENZO AGIUS: le stelle nell’obiettivo Intervista di Luciano Tancredi

36

fortevillage.com


INTERVISTA

Le fotografie di Lorenzo Agius catturano per l’eternità un istante della storia del cinema. I suoi ritratti unici di stelle hollywoodiane, icone della moda e campioni dello sport diventano cartelloni pubblicitari e dominano le copertine delle riviste più importanti. In venticinque anni da ritrattista, i suoi lavori sono diventati emblema degli anni novanta, da Ewan McGregor ritratto sul poster di Trainspotting, a Liam Gallagher e Patsy Kensit, avvolti dalla bandiera inglese. Grazie ai suoi ritratti unici di Tom Cruise, Jack Nicholson, Edward Norton, Beyoncé, Madonna, Rachel Weisz, Helen Hunt, Kevin Spacey, Helen Mirren e molti altri, Agius si è guadagnato una mostra permanente alla National Portrait Gallery di Londra.

S

ignor Agius, ci potrebbe dire qualcosa sulla sua vita prima di Trainspotting, la campagna che segnò la svolta nella sua carriera? Chi erano le sue fonti d’ispirazione? Ero agli inizi della mia carriera di fotografo quando lavorai alla campagna pubblicitaria di Trainspotting. Faticavo ad arrivare a fine mese ma amavo la fotografia. Ho studiato arti figurative e ritrattistica per molti anni, all’inizio aspiravo a diventare un artista figurativo. Però, dopo alcuni anni, ho capito che la mia vera passione era la fotografia. Gli anni passati come assistente di grandi fotografi hanno confermato

fortevillage.com

questa passione. La compagnia cinematografica Working Title Company mi chiese se fossi interessato a scattare le foto per il poster di questo nuovo film, diretto dal regista emergente Danny Boyle. Era un film a basso costo, senza attori famosi. La compagnia cinematografica mi lasciò fare ciò che volevo e io scelsi di scattare le foto in quel modo. Richard Avedon mi ha ispirato molto, specialmente le mie idee e il modo in cui fotografo gli attori: il mio obiettivo era scattare immagini forti, realistiche, efficaci e iconiche. A parte la tecnica, quali altri elementi rendono una fotografia un’opera d’arte? La tecnica può rendere una fotografia arte. Tuttavia, come un dipinto, si tratta un insieme di aspetti, come la luce, la composizione, catturare un momento… E tanti altri aspetti che è difficile spiegare. L’arte suscita molte emozioni: questo è anche ciò che fa una grande fotografia. Quali fotografi e artisti l’hanno influenzata di più? I miei idoli fotografici includono Henri Lartigue, Horst P. Horst, Richard Avedon, Helmet Newton, Herbert List, Herb Ritts. E la lista continua. Amo anche i pittori Edward Hopper, Pablo Picasso e molti altri artisti di

vari periodi: moderni, surrealisti, impressionisti e preraffaeliti. Lavorare nell’ambito del cinema significa catturare l’essenza di una storia in uno scatto. Con questo in mente, quale delle sue fotografie crede che lo esprima al meglio? Credo che tutte le immagini di Trainspotting lo facciano al meglio, perché catturano la personalità dei personaggi del film. Quando ho fotografato il poster di Mamma Mia, volevo creare un’atmosfera da festa di matrimonio, quindi ho comprato tanto champagne e fatto sì che tutti fossero un po’ brilli. Questo li ha aiutati a rilassarsi e divertirsi! Quando lavora ad un ritratto, cerca di raccontare la storia del suo soggetto? C’è uno studio personale o una ricerca che precede il servizio fotografico? A volte faccio ricerca sui miei soggetti, per scoprire un po’ di più su di loro, anche se la maggior parte delle volte preferisco aspettare e vedere che umore avranno al loro arrivo. È sempre meglio non avere preconcetti sulle persone che vengono fotografate e conoscerle di persona. La conversazione è il modo migliore. A volte, se hanno dei problemi, assegno loro qualcosa da fare di specifico. Capita poi delle volte che io abbia in mente cosa vorrei convincerli a fare.

37


INTERVISTA

Lei è considerato uno dei maggiori fotografi di ritratti delle stelle. Con quale celebrità le è piaciuto di più lavorare? Ce ne sono così tante! É stato un vero piacere fotografare Jack Nicholson, Robert Downey Jr., Tom Cruise e anche Madonna è stata molto disponibile. Ogni servizio fotografico ha una sua storia dietro le quinte.

per le vacanze. Roma, Firenze e la Toscana in generale sono incredibili. Le persone, l’arte, l’architettura, la storia, il cibo e il vino sono così interessanti: i migliori secondo me. La mia famiglia è di Malta culturalmente molto simile all'Italia.

Nella sua esperienza, quali soggetti sono più vanitosi? Uomini o donne? Direi che le donne sono più preoccupate del loro aspetto ma gli uomini possono essere molto attenti all’immagine, a come appaiono. Le donne sembrano essere più sotto pressione perché devono sempre apparire belle.

Immaginiamo che un professionista internazionale come lei viva una vita frenetica. Come le piace passare il tempo libero? Cosa fa per rilassarsi? Ho una casa a Ibiza, dove cerco di andare il più spesso possibile. Amo l’energia e tutto il resto: dal cibo al vino, dalla musica alle spiagge. Le persone sono molto semplici e lo stile di vita è rilassato. È un’ottima pausa per me.

La sua foto del grande calciatore italiano Francesco Totti e della sua famiglia è finita sulla copertina di Vanity Fair. Qual è la sua relazione con l’Italia? Che luoghi ha visitato? Amo moltissimo l’Italia e ci sono venuto numerose volte per servizi fotografici e anche per mio diletto. È la mia destinazione preferita

Lei è diventato un’influenza importante per la nuova generazione di fotografi. Crede che ci sia spazio per l’innovazione? Come vede il futuro di questa professione? Credo che l’arte e la fotografia siano libri aperti dai quali ci sia sempre tanto da scoprire e valorizzare dal passato. La bellezza è negli

38

Ogni scatto ha una storia tutta sua da raccontare

occhi di chi guarda, e molti la trovano nelle cose più strane. L’aspetto tecnico della fotografia è cambiato così tanto nel corso degli anni e l’ha resa più facile e accessibile alle masse. Oggi gli smartphone sono lo strumento migliore per fare foto e questo migliorerà di sicuro col tempo. Lei sta lavorando ad un libro al momento. Ci può dire qualcosa a riguardo? Si tratta del mio primo libro e vuole rappresentare una raccolta sul lavoro degli ultimi 25 anni.Una collezione di memorie, storie e fotografie.

Le fotografie di Lorenzo Agius sono esposte all’Alon Zakaim Fine Art Gallery. 5-7 Dover St. Londra W1S 4DL

fortevillage.com


INTERVISTA

UniQ intervista l’artista americano nato in Irlanda e due volte candidato al “Premio Turner”, Sean Scully

I

n che modo le sue origini irlandesi hanno influenzato la sua vita e le sue opere? È una domanda interessante, dato che la maggior parte dei grandi artisti irlandesi, come James Joyce, Becket, Yeats e Francis Bacon sono tutti, in qualche modo, anglo-irlandesi come me. Le mie sensazioni di malinconia e misticismo vengono decisamente dall’Irlanda. Ma il mio rigore è nato in Inghilterra, dove sono cresciuto. Cosa l'ha portata alla pittura astratta? Ero un pittore figurativo, nello stile espressionista. Ma volevo fare arte che fosse globale e riguardasse le strutture che costituiscono il nostro mondo e costituiranno il mondo del futuro. All’inizio degli anni 70, a Newcastle, dipingevo quadri di sistemi simultanei sovrapposti che assomigliavano a dipinti di computer, prima che i computer esistessero. Quindi fin dall’inizio guardavo al futuro. Quando ha discusso dei suoi anni formativi in una recente intervista con The Guardian, ha nominato Malevič:, cosa l’ha spinta ad ammirare i lavori di questo maestro russo? Amo i dipinti di Malevič e anche di Rozanova, suo amico, perché sono elementari. Ovviamente arrivano a noi direttamente dalla pittura delle icone russe, che è sia severa sia spirituale. Nei dipinti più celebri del patrimonio artistico russo sono rappresentate delle figure in un contesto geometrico astratto: questa espressione artistica rappresenta un trait d'union tra la corrente sacra umanistica e quelle più severa della corrente orientale e islamica. Inoltre, Malevič non dipinge né spazio né trompe-l'œil: crea un quadrato astratto, scultoreo e diretto. Infine, rende più accessibili le sue opere accompagnandole con dei bellissimi testi.

42

Pittura su tela o murale? Quale preferisce e perché? Non sono specializzato nella pittura murale sebbene ne abbia fatti quattro per Santa Cecilia. Si è trattato di un'eccezione. Non ho mai fatto e mai farò, decorazioni di nessuna portata, per affrescare sedi aziendali. In generale prediligo la pittura ad olio su supporti di lino o di metallo. E spesso i dipinti piccoli sono emozionanti quanto quelli grandi. Sono enfatici nella loro volontà e impulso, ma la complessità del colore, mischiata alla disobbedienza organica del materiale, fa da contrasto alla semplicità del disegno. Questo non era presente nei miei primi lavori. Si è parlato molto della sua recente mostra al Monastero di Montserrat. Potrebbe raccontarci di questa esperienza? Ho dipinto Montserrat per l’amicizia che mi lega con un monaco intellettuale del monastero, Padre la Plana, intenditore d'arte. Mi ha chiesto di farlo e, dato che ho uno

fortevillage.com


INTERVISTA

Un ritratto di

SEAN SCULLY studio a Barcellona, è stato semplice per me visitare Santa Cecilia di tanto in tanto: ciò ha permesso al progetto di crescere in maniera naturale. Mia madre era una cantante, e siccome Santa Cecilia è la santa della musica, e i miei lavori sono fondamentalmente ritmici, mi sembrava perfetto. Inoltre, io e Liliane passeggiavamo spesso sulla Montagna di Montserrat, quando arrivammo a Barcellona per la prima volta. Mentre aggiungevo opere alla chiesa, il progetto è diventato molto più interessante. Ho iniziato con un enorme opera in metallo, con inserti dipinti, che cercavano di rappresentare l’ascensione e la musicalità. Poi ho aggiunto una specie di paesaggio, dato che la relazione tra Montserrat e il mondo naturale è così importante. Ho aggiunto DORIC NYX, che è un dipinto di austerità e tragedia. Alla fine, ho fatto dei piccoli affreschi, che hanno una franchezza intima e connettono la chiesa al passato e alla tradizione degli affreschi. Sono pazzo per questi affreschi: sono dipinti

fortevillage.com

direttamente sul gesso bagnato, come la cappella Sistina di Michelangelo. Sono un tutt'uno con la stessa Chiesa: lo trovo un aspetto bellissimo. Anche se è una tecnica cervellotica, che può facilmente andare male, visto che tutte le condizioni di temperatura e umidità devono essere perfette. Il procedimento va ripetuto più volte, ma alla fine dei conti, tutta questa fatica si dimentica facilmente all'idea che saranno sempre lì e da nessun'altra parte. La religione ha influenzato la sua arte? All’inizio, ho avuto un’educazione religiosa, anche se frammentaria. Ma il senso della tristezza umana è molto evidente nei miei dipinti, credo. Nel complesso sono molto interessato a tutte le religioni, anche le più particolari, come quella che prevedeva la venerazione del Sole un tempo diffusa in Irlanda. Il mio interesse per le religioni è probabilmente dovuto alle mie prime esperienze con la religione, sebbene non possa provarlo.

Le sue opere al Monastero di Santa Cecilia sono state paragonate a quelle di Matisse e Rothko: come la fa sentire questo? Ci sono tre cappelle contemporanee: una di queste è mia e, naturalmente, ho visitato sia quella di Matisse sia quella di Rothko. Non voglio esprimere nessun giudizio in merito: posso solo dire che si tratta di un progetto nel complesso molto articolato e ciascuna di esse offre qualcosa di positivo a mondo. Sappiamo che visita spesso Venezia: quali altre città italiane sono fonte d'ispirazione? Anche io come tanti altri, amo Venezia. Più in generale sono stato in tutta Italia: amo i colori dei dipinti del Quattrocento. Ho portato mia moglie ad Assisi per il suo trentacinquesimo compleanno. Eravamo in un hotel che si affacciava sulla valle e ho notato che la luce in Italia è ferma. Chi è il suo pittore italiano preferito? È una domanda molto difficile. Ho scritto di Cimabue, Morandi e uno dei miei dipinti preferiti è di Caravaggio: si tratta di San Matteo e l'angelo, a Roma, in cui quest'ultimo visita San Matteo e gli da indicazioni su cosa scrivere. Questo è quello che succede a me nello studio. Ma alla fine, sceglierei Cimabue. I suoi affreschi della crocifissione ad Assisi sono una battaglia straordinaria tra emozione e rigidità. Mi tocca personalmente, dato che nelle mie opere emozione e struttura sono in costante competizione.

43


COOKING ACADEMY

Passione e lezione tra i Fornelli Passione, motivazione e costanza. Una vera e propria disciplina insomma. Ecco i tratti salienti di una accademia che vi darà modo di apprendere tutti i passaggi per diventare dei veri e propri punti di riferimento in cucina.

46

O

gni stagione, la stessa bellissima domanda: “Perché i vostri chef non ci insegnano a cucinare?”. Possiamo dire che la richiesta non ci sorprende, anzi ci entusiasma, visto l’interesse sempre crescente per l’arte culinaria, oggi tema di trasmissioni di grande successo. Ma, ammettiamolo, imparare direttamente al fianco degli chef del più famoso resort al mondo è un’esperienza completamente diversa, appagante e indimenticabile. Nell’estate del Forte Village non poteva quindi mancare uno spazio dedicato agli amanti di ricette e fornelli. Quest’anno nasce la Cooking Academy, serie di corsi di cucina in programma da fine giugno a fine agosto, per un totale di 14 lezioni di due ore ciascuna. In cattedra, come richiesto dai nostri ospiti, gli chef del Resort, che insegneranno tecniche, metodi e conoscenza delle materie prime per realizzare i piatti più famosi della tradizione italiana. Dalla pizza alla salsa di pomodoro, dalla lasagna fatta in casa alle paste farcite, passando per il risotto e toccando l’Oriente, con lezioni dedicate alle principali preparazioni del sushi, per arrivare ad una sfumatura glamour: in programma, infatti, corsi per pic-nic e lunch box, ultime tendenze della pasticceria, dal cupcake al muffin, senza dimenticare l’alimentazione dei bambini. Una lezione speciale sarà riservata alla cucina vegana, per chi segue un’alimentazione alternativa e rigorosamente biologica, senza rinunciare al gusto e alla fantasia. Bisognerà rimboccarsi le maniche, perché non si tratterà di semplici lezioni teoriche, ma di vere e proprie performance pratiche che metteranno i partecipanti alla prova, utilizzando le postazioni assegnate, dotate di fuochi e di tutte le attrezzature necessarie come la cucina di

un vero chef. Con gli ingredienti di qualità messi a disposizione, i partecipanti potranno esprimere il loro talento preparando e interpretando le ricette proposte, rubando trucchi e segreti da chi ha fatto dell’amore per la cucina uno stile di vita e un esempio di professionalità di alto livello. Come in ogni accademia che si rispetti, ogni ‘studente’ lavorerà con il proprio grembiule e, a conclusione dell’esperienza, riceverà una raccolta di ricette apprese durante il corso e gli insegnamenti dello chef docente. Per chi invece ha già una certa confidenza con mestoli, dosi e aromi, il Forte Village ha pensato a una serie di Cooking Class avanzate, per chi desidera perfezionarsi a fianco degli chef stellati che durante l’estate faranno settimanalmente tappa al Forte Village. Tra questi, i massimi interpreti della cucina italiana e internazionale, come Emanuele Scarello, Alfons Schuhbeck, Massimiliano Mascia, Alessandro Breda e Franck Reynaud. Si potranno così “replicare” i loro piatti gourmet più celebri. Un’opportunità unica per chi vuole attingere direttamente alle fonti più influenti della filosofia gastronomica contemporanea. Infine, anche uno spazio dedicato ai bambini del resort e alle loro famiglie. “Cucina con Papà” è il corso pensato per i più piccoli, i quali apprenderanno le basi della cucina con semplicità e divertimento, affiancati in postazione dai loro papà. La Cooking Academy è un’iniziativa dedicata a chi desidera coltivare sapori e gusti della tradizione, cercando nuovi strumenti di interpretazione e godendo del piacere di condividere a tavola sapienza, relax e confort del Forte Village. Per maggiori informazioni visita www.fortevillageresort.com/it/ristoranti-bar/scuola-di-cucina/

fortevillage.com


COOKING

47


IL CALENDARIO GOURMET

LA CUCINA DELLE

Grandi Stelle Ristorante Il Piccolo Principe Viareggio

GIUSEPPE MANCINO 2 Michelin

27 - 28 - 29 Giugno

Ristorante Berton, Milano

ANDREA BERTON 1 Michelin

30 Giugno - 01 - 02 Luglio

Antica Osteria Cera, Lughetto di Lupia, Venezia

LIONELLO CERA

2 Michelin

Stoke Park Buckinghamshire Inghilterra

CHRIS WHEELER

Dopo un lungo percorso accademico, nel 2005 Giuseppe Mancino diventa chef del Grand Hotel Principe di Piemonte. In poco tempo ottiene riconoscimenti internazionali, e tra questi la presenza nelle guide “Gambero Rosso” e “Espresso”, quindi la stella Michelin nel 2008. La sua cucina unisce creatività e classicismo, reinventando piatti tipici nel rispetto dei sapori tradizionali.

Attuale e immediata, così è la cucina di Andrea Berton, che ama creare piatti moderni che valorizzino gli ingredienti semplici e della tradizione. Inizia con Gualtiero Marchesi nel 1989, prosegue nelle migliori cucine del mondo, tra cui quella di Alain Ducasse. Nel 2012 apre Dry e Pisacco, a dicembre 2013 apre il Ristorante Berton nel quartiere più futurista di Milano e riceve la prima stella Michelin dopo neanche un anno.

03 - 04 - 05 – 06 Luglio

07 - 08 - 09 – 10 Luglio

Quarant’anni fa erano i “cicchetti” di pesce fritto, accompagnati dalla classica “ombra” di vino. Oggi la famiglia Cera, fedele alla regola della semplicità e della bontà delle materie prime, ha creato un percorso gastronomico di prestigio, che valorizza e attualizza la grande tradizione veneta.

Enfant prodige della cucina britannica, guida dal 2003 la cucina del ristorante Humphry’s, cuore pulsante di Stoke Park, uno tra i più esclusivi country club inglesi. Da tredici anni Chris Wheeler ne ha decretato il successo internazionale.

Ristorante La Primula, San Quirino, Pordenone

Ristorante Crom’Exquis, Parigi, Francia

Ristorante Casa Vicina, Torino

Ristorante Saporè, Verona

PIERRE MENEAU

CLAUDIO VICINA

RENATO BOSCO

ANDREA CANTON 1 Michelin

1 Michelin

11 - 12 - 13 – 14 Luglio

15 - 16 - 17 – 18 Luglio

19 - 20 - 21 – 22 Luglio

23 - 24 - 25 – 26 Luglio

Allievo di Gualtiero Marchesi, Andrea Canton ha portato il ristorante della sua famiglia – la stessa lo guida dal 1873 – all’apice del successo e a raggiungere una stella Michelin. Nei suoi menù, l’alta tradizione friulana, abbinata a sorpresa anche ai sapori del mare.

Immerso nel mondo dell’alta cucina fin da ragazzo, Pierre Meneau, figlio del celebre Marc Meneau, apre a 25 anni, nel 2012, il suo primo ristorante, il Crom’Exquis. Lo stile è classico e audace. Da una parte i piatti storici di Auguste Escoffier, dall’altra una mise en scéne stimolante, nel rispetto della stagionalità dei prodotti.

Classe 1967, piemontese, Claudio Vicina ha respirato l’aria di una famiglia che dal 1902 si dedica alla ristorazione. Ad ampliare l’orizzonte, importanti esperienze internazionali. A riportarlo in Italia, l’amore per le materie prime, come raccontano i menù del Ristorante Casa Vicina e dal 2007 la collaborazione con Eataly.

Renato Bosco, classe 1967, alias “Pizzaricercatore”, inizia la sua incredibile carriera professionale per caso, se ne innamora perdutamente, e nel 2013 raggiunge il massimo riconoscimento offerto dalla guida Gambero Rosso delle pizzerie d’Italia, nella categoria “Pizza Gourmet”.

48

fortevillage.com


IL CALENDARIO GOURMET Ristorante Überfahrt, Rottach-Egern

CHRISTIAN JÜRGENS 3 Michelin

Christian Jürgens, executive chef del rinomato ristorante Überfahrt in Baviera, insignito più volte del riconoscimento “Migliore Chef” dalla guida Gault & Millau, venta 3 stelle Michelin. La sua cucina s’ispira alla bellezza della valle del Tegernsee e ai suoi piatti tipici, e tra questi merita un applauso la “riedizione” del famoso "Tegernsee Kiesel”.

” Ristorante Caffè dell’oro, Firenze

Le Baudelaire, Parigi

Ristorante Gellius, Oderzo, Treviso

PETER BRUNEL

PIERRE RIGOTHIER

ALESSANDRO BREDA

1 Michelin

27 - 28 - 29 – 30 Luglio

1 Michelin

31 Luglio - 01 - 02 – 03 Agosto

È stato il più giovane chef italiano a ricevere a soli 28 anni la stella Michelin. Oggi è l’Executive Chef della Lungarno Collection, gruppo di hotel di proprietà Ferragamo. Per la storica famiglia fiorentina Peter Brunel firma il menù del ristorante gourmet Borgo San Jacopo.

Il suo è un percorso classico, da L’Espadon a Le Laurent. Quindi cinque anni in Inghilterra e, dopo, il ritorno nella capitale francese a capo del ristorante Le Baudelaire, nell’Hotel Le Burgundy. Pierre Rigothier, una stella Michelin, lavora solo con materie prime di stagione, scelte tra i migliori produttori francesi. Risultato, una cucina colta e freschissima.

ROBERTO CARCANGIU

Ristorante San Domenico, Imola

13 Agosto

MASSIMILIANO MASCIA

2 Michelin Riconosciuto a livello internazionale come uno dei migliori chef italiani, Roberto Carcangiu diventa R&D Cooking Director a soli 35 anni. “La Cucina del Buon Senso” è la sua filosofia di vita. Alla base di ogni piatto, lo sforzo di ottimizzare procedimenti e prodotti per ottenere, grazie anche alle tecnologie più avanzate, creazioni di notevole personalità.

fortevillage.com

20 – 21 Giugno

1 Michelin

Hostellerie Pas de L’Ours, Crans-Montana, Svizzera

FRANCK REYNAUD 1 Michelin

04 - 05 - 06 – 07 Agosto

08 - 09 – 10 Agosto

La sua cucina è un omaggio al passato e all’innovazione. Nella splendida scenografia archeologica del suo ristorante. Alessandro Breda, classe 1967, una stella Michelin, unisce la bontà dei migliori prodotti tipici a una continua ricerca di nuove tecniche e abbinamenti.

Nel 1994 fonda insieme alla moglie Séverine l’Hostellerie du Pas de L’Ours, a Crans-Montana. Un anno dopo ottiene 14 punti da G&M e nel 1998 una stella Michelin. Quindi nel 2001 il ristorante di Frank Reynaud entra nelle “Grandes Table Suisses”. Nel 2007 il punteggio G&M sale a 17 punti.

Rist. Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano

Ristorante ‘L Birichin, Torino

FABIO PISANI & ALESSANDRO NEGRINI 2 Michelin

21 - 22 - 23 – 24 Agosto

25 - 26 - 27 – 28 Agosto

Rappresenta la nuova generazione del San Domenico, leggendario ristorante di Imola, due stelle Michelin. Dopo il diploma Massimiliano Mascia, in cucina da quando ha 14 anni, alterna esperienze italiane e internazionali, dal Ristorante Vissani all’Osteria Fiamma di New York, fino al Plaza Athenée di Alain Ducasse.

Hanno raccolto la lezione e lo stile della famosa insegna milanese, gestita per oltre cinquant’anni da Aimo e Nadia Moroni. Oggi, insieme a Stefania, figlia degli storici proprietari, Fabio Pisani e Alessandro Negrini propongono i grandi piatti della tradizione italiana, arricchendola di nuovi segni.

NICOLA BATAVIA 29 - 30 - 31 Agosto, 01 Settembre Dalla biografia “internazionale”, con esperienze di altissimo livello in Inghilterra, Cina, Corea, Tailandia, Marocco e Qatar, Nicola Batavia, classe 1966, una stella Michelin, unisce la tradizione piemontese alle suggestioni di lunghi viaggi. Il ristorante ‘L Birichin è un salotto piacevole e rilassato, che riassume la curiosità per il mondo.

49


GOURMET

L A T R A D I Z I O N E I N C O N T R A L’ I N N OVA Z I O N E E I L TA L E N TO D I

CHEF SCARELLO

Emanuele Scarello porta alta la bandiera del gusto e della creatività dell’immenso panorama gastronomico italiano illuminato da due stelle Michelin

E

manuele Scarello è la punta di diamante di una pattuglia di giovani chef italiani che sta portando la nostra cucina verso traguardi d’eccellenza. Innovazione, tradizione, contaminazione e, non ultimi, talento e fantasia, sono gli ingredienti con cui Scarello condisce le sue travolgenti invenzioni, che gli hanno permesso di conquistare – finora – due stelle Michelin e molti altri riconoscimenti. “Provengo da una famiglia che si occupa di ospitalità dal 1887 - spiega lo chef - in una città come Udine, crocevia al centro dell’Europa, a 40 km dalla Slovenia e a 60 km dall’Austria. L’incontro tra i sapori è inevitabile: dai gusti del mare della tradizione veneziana, a quelli dei boschi della cucina austroungarica. C’è da aggiungere poi che, prima di tornare ‘a casa’, ho conosciuto cucine e maestri nazionali e internazionali, lavorando in Francia, Spagna, Inghilterra, Austria e Stati Uniti. Ho applicato l’insegnamento di mia madre Ivonne e della mia famiglia: “guardare fuori per confrontarsi. È così che si cresce”. Una lunga strada che, nonostante la giovane età, ha condotto Emanuele dal suo regno, il Ristorante Agli Amici, fino in Sardegna al Forte Village. “Un colpo di fulmine - lo definisce Scarello - nato quattro anni fa, quando arrivai al Forte per le serate dedicate agli chef stellati. Due cose mi

fortevillage.com

hanno entusiasmato subito. Da un lato lo staff, che viaggia a mille per soddisfare l’ospite, sempre al centro dell’attenzione come piace a me. Dall’altro, l’executive chef Paolo Simioni, che ogni giorno si dedica alla cura dell’orto del Resort e riceve i contadini locali per rifornirsi d’ingredienti freschi come fosse un piccolo ristorante, nonostante i grandi numeri cui il Forte Village è abituato”. Una scintilla scoccata da entrambe le parti. Emanuele, infatti, è adesso uno degli chef di punta dell’estate al Forte Village. E l’incontro di stili e tradizioni torna ancora una volta nella sua proposta. “Ho portato con me in Friuli la ‘fregola’ sarda, che propongo con alici di lampara affumicate da me, in una zuppa di senape e mandarini. Mentre qui in Sardegna offriamo la fetta di prosciutto San Daniele, tagliata all’arrivo dell’ospite come benvenuto”. Con una clientela sofisticata e internazionale come quella del Forte Village, il successo è stato immediato e clamoroso. “La mia cucina qui è apprezzata perché schietta, sincera e innovativa, e al tempo stesso mantiene un forte legame con il territorio. Voglio che ogni ospite del Forte Village possa gustare un pezzo d’Italia, attraverso ricette che uniscono le basi solide della tradizione all’interpretazione contemporanea”. E l’Italia ringrazia uno dei suoi ambasciatori

nel mondo, membro dei Jeunes Restaurateurs d’Europe fin dal 1999 e presidente della sezione italiana degli stessi dal 2009 al 2012. Un’Italia, dal punto di vista gastronomico, in ottima salute. “Sì, è vero, ed è anche perché la mia generazione forte di cuochi – conclude Scarello - è molto unita e affiatata. Che sia davvero così lo potete vedere anche al Forte Village: quando siamo in gruppo per le notti dei grandi chef, finito il servizio, ci ritroviamo sempre a fare le ore piccole tra chiacchiere e risate, come vecchi amici. Una volta eravamo rivali. Ora siamo colleghi, e l’unione ci porta tutti sempre più in alto”. Essenza, pulizia, gusti genuini, semplici. Le parole d’ordine della cucina di Emanuele Scarello sono dedicate agli ospiti gourmet del Forte Village. E anche questo sarà un colpo di fulmine.

51


TRIATHLON

LE A R U AT T: N R N A O VR SP O S O L EL D RE A T L O E H H C NCE A M R O F R PE UNA

N

ovanta chilometri in bicicletta, 1900 metri a nuoto nel mare cristallino del sud, e poco più di 21 chilometri di corsa che da Santa Margherita di Pula, passando per Domus De Maria, fino a Teulada attraversano una delle zone più belle dell’isola. Sono le tre sfide che affrontano gli atleti del Challenge Forte Village – Sardinia, competizione che giungerà quest’anno alla quarta edizione, confermandosi nella rosa delle migliori nel panorama internazionale di settore. Un evento diventato ormai un appuntamento fisso per professionisti e appassionati di uno sport tanto duro quanto gratificante, in cui mente e corpo dell’atleta s’impegnano insieme a superare ogni limite di resistenza. Una gara sportiva conosciuta come una delle più avvincenti al mondo, per l’alto livello di tecnica e preparazione richieste. “Il successo del nostro triathlon – spiega Andrea Mentasti, Race Director – risiede da un lato nella perfetta organizzazione che assicura la massima sicurezza in ogni frazione di gara e, dall'altra, nella bellezza della location, e parliamo di mare trasparente, spiagge di sabbia bianca, strade ondulate nella macchia mediterranea e paesaggi a perdita d’occhio. Senza dimenticare naturalmente l’accoglienza straordinaria del Forte Village, World’s Leading Resort. Cosa si può volere di più?”.

fortevillage.com

Una manifestazione lunga una settimana, dedicata alla passione per lo sport e per il vivere sano anche al di fuori della sfida, con un palinsesto completo e curato nei particolari. Gli atleti, infatti, sono impegnati nel pre e post gara con prove del percorso e allenamenti specifici, nel più esclusivo confort di una struttura e di un contesto paesaggistico unici al mondo. Di assoluta rilevanza anche la gara Sprint, per uomini e donne, e il Duathlon, dedicato specificamente ai bambini. Agli accompagnatori non impegnati nelle competizioni, il Forte Village riserva un’ampia scelta di attività e momenti di piacevolissimo relax. Intorno alle gare, si sviluppano una serie di manifestazioni collaterali che completano l’attrattiva del Challenge Forte Village: da una vera e propria esposizione dedicata al mondo del triathlon - dove conoscere le migliori aziende specializzate, a un programma di intrattenimento per tutti, che si conclude con il tradizionale party di premiazione. Da ormai tre edizioni, il Forte Village Triathlon è entrato a far parte del Challenge, circuito internazionale di 44 gare di media e lunga distanza, nelle quali rientrano le competizioni più celebri e ambite, come la “mitica” Challenge Roth in Germania. Ed è proprio l’appuntamento in Sardegna a concludere la stagione europea in pieno stile da “gran finale”. Il successo di pubblico e partecipazione, in continua crescita, è

stimolato anche da un montepremi di notevole rilievo per ogni competizione, dai punti riservati ai professionisti e dai premi offerti ai non professionisti. Il Forte Village è già in fermento per i preparativi. La prossima edizione è prevista per il 30 ottobre, momento durante il quale la Sardegna veste i colori tiepidi dell’ultima estate mantenendo un clima mite e piacevole che crea le condizioni ideali per gli atleti che parteciperanno alla manifestazione sportiva. Un appuntamento da segnare nel calendario, anche per chi vorrà approfittare delle lunghe vacanze autunnali - per gli inglesi sono le Autumn mid-term, dal 21 al 31 ottobre 2016; per gli italiani si tratta del ponte del 1 novembre per unire allo sport qualche giorno di relax insieme alla famiglia, tra i profumi e gli scorci di una terra meravigliosa. Registrazione online su www.fortevillagetriathlon.com/it/iscrizioni

53


SPA

MOLTO PIÙ CHE UNA SPA Acquaforte SPA, la dimensione perfetta per la ricerca del benessere completo

“ I

l Forte Village è un luogo meraviglioso, unico al mondo, per prendervi cura della vostra bellezza e del vostro benessere psicofisico. Rilassare, energizzare, riequilibrare: queste le specialità del resort e della sua straordinaria Acquaforte SPA, che ogni anno vi accoglie con sorprendenti novità. La forma perfetta per il 2016? Quella che scoprirete nello splendido Performance Center, diretto da Giampiero Ventrone, storico preparatore atletico della Juventus, che insieme a Marcello Lippi ha portato la squadra torinese ai successi italiani ed europei degli Anni Novanta. La nuova palestra, che si affianca alla struttura originale e ha una vista mozzafiato su Baia delle Palme e il magnifico giardino del Forte Village, è suddivisa in tre aeree: corpo libero, fitness e allungamento o stretching - con tecniche Mezieres, Gyrotonic, Pilates e Crossfit. All’interno di ogni aerea Giampiero Ventrone studierà per voi l’allenamento migliore per raggiungere in soli dieci giorni risultati concreti, come dimostreranno gli esami - dalle prove di sforzo al calcolo della massa magra e grassa - effettuati presso il Forte Lab. A completare l’efficacia degli allenamenti e del “ritmo sportivo”, in entrambe le palestre, sono i macchinari di ultima generazione Technogym®, da trent’anni eccellenza italiana del fitness. Entriamo ora nel regno del benessere. Per la prima volta al Forte Lab, quest’anno sarà possibile effettuare un check-up completo di tutti gli esami che spesso durante l’inverno, sommersi dagli impegni di lavoro, non abbiamo il tempo di eseguire. Test necessari per il controllo della salute e per vivere pienamente i benefici dei programmi detox, benessere ed estetici della SPA Acquaforte, così come l’energia delle nostre Sport Academy. Un servizio di altissimo livello che valorizza ancora di

54

più la professionalità medica della nostra SPA e della sua equipe. Non è un caso, dunque, se abbiamo rinnovato anche quest’anno la preziosa collaborazione con il prof. Pier Francesco Parra, luminare di fama internazionale, che vanta tra i suoi pazienti campioni di calibro internazionale dello scenario tennistico. Al Dottor Laser – così viene salutato nel mondo – e ai suoi metodi all’avanguardia, i nostri ospiti potranno affidare la cura di ogni patologia legata alla schiena, sapendo di poter raggiungere risultati straordinari anche grazie all’azione congiunta dello straordinario percorso di talassoterapia del resort. Dove altro poter galleggiare come nello spazio, scaricando il peso del corpo, rilassandosi e ricaricando ogni muscolo grazie ai sali minerali, se non nelle nostre sei vasche di acqua di mare, ognuna diversa per densità salina e temperatura? E potevamo offrirvi questo paradiso solo d’estate? Assolutamente no. Infatti – strepitosa novità per l’inverno 2016 – ricopriremo le prime quattro vasche del percorso, i camminamenti e i giardini con una struttura trasparente che vi permetterà di vivere e prolungare i benefici di Acquaforte SPA, e della spettacolare natura del Forte Village, anche nei mesi più freddi. Nuove tendenze anche nei trattamenti estetici. Per il 2016 Acquaforte SPA ha firmato l’accordo con il brand internazionale di cosmetica selettiva SisleyParis, celebre casa cosmetica francese, creata da Hubert e Isabelle d’Ornano, e apprezzata in tutto il mondo per le sue scoperte tecnologiche e per la stretta collaborazione con le migliori equipe scientifiche universitarie. Saranno questi prodotti, quindi, a contribuire alla validità e all’efficacia dei protocolli studiati dalla dottoressa Amira Bodareva per la nostra SPA.

” Amanti del benessere, avete preso appunti? L’estate 2016 è imperdibile e al team di Acquaforte SPA non manca nulla. Ancora poche settimane e potrete rinascere al sole caldo del Forte Village, nel corpo e nell’anima. Bye bye, stress. PER PRENOTARE O per avere più informazioni visita fortevillageresort.com/it/thalasso-spa chiama +39 070 921 8033 o email holiday@fortevillage.com

fortevillage.com


SPA

fortevillage.com

55


PERCORSO DI FORMAZIONE

STANDARD D’ECCELLENZA L

a parola “standard” si intende di solito come norma, esempio, modello. Ci sono confini precisi che definiscono un determinato criterio, quindi cosa sia permesso e cosa non lo sia. Nelle scuole della Lomonossov-holding si intende come “standard” qualcosa che determina la particolarità, l’unicità, lo stile dell’istituzione. Se parliamo di questo fenomeno in maniera generica, allora si tratterà delle priorità intorno ad un idea comune sullo sviluppo intellettuale. Proprio per realizzare quest’ idea e’ stata formata la prima scuola di Lomonossov. Il perno della scuola e’ la Tecnologia d’autore “Intelletto”, inserita in modo organico nel programma d’istruzione. E’ questo il primo tratto distintivo della “Lomonossovka” da altre scuole private e statali. In tutte le scuole di Lomonossov esiste un unico stile d’insegnamento, di sviluppo, di educazione, di comunicazione, di alimentazione e, infine, del modo di vivere. Ciò rappresenta un atteggiamento coscienzioso della squadra nella creazione dell’ immagine particolare. Il secondo sostegno e’ il nome di M.V. Lomonossov; e’ la stella che indica il cammino dell’istruzione nel Lomonossov-holding. Intorno al nome del Leonardo da Vinci russo e’ stata creata una comunità “Lomonossov”. Certamente società e comunità oggi si creano con molta facilità e velocità in Internet: però sono leggere, effimere e per questo motivo si sciolgono facilmente. La comunità “Lomonossov” riunisce alunni, professori, genitori, amministrazione, “licenziati” grazie alle idee comuni, progetti, esperienza, realizzazioni, scoperte. Nelle scuole

fortevillage.com

“Lomonossov” regna un’atmosfera speciale che tutti gli ospiti sentono. Vera amicizia, comunicazione viva e positiva, fiducia, conversazioni interessanti tra ragazzi e adulti durante i viaggi d’istruzione, i vari progetti e le feste; tutto questo e’ lo standard della comunità “Lomonossov”. Il terzo sostegno dello standard “Lomonossov” e’ la legge filosofica dell’unità di forma e sostanza. Gli alunni della scuola “Lomonossov”parlano, pensano e si presentano bene. Per professori ed allievi sono state modellate e create delle divise e ognuno sceglie quella che gli dona maggiormente; un vero sogno per alunni e genitori! Per la bellezza del pensiero e del linguaggio lo stile delle scuole “Lomonossov” e’ ritenuto di alto livello. Tutto questo si realizza in modo naturale e facile come respirare. Gli alunni leggono libri e li discutono tra di loro. Qui si usa così. In oltre si legge non solo in russo, ma anche in altre lingue. C’e’ da aggiungere che nel programma sono incluse lezioni bilingue di fisica, chimica, matematica, informatica ed altre materie; perciò gli allievi della “Lomonossovka” possono studiare sia a Mosca che all’estero. Lo standard “Lomonossov” definisce chiaramente come sia necessario pianificare effettivamente ed in modo piacevole la propria vita e renderla di successo. Gli adulti dei giorni d'oggi vivono spesso assecondando l'intuito, spesso sotto stress per via del ricco flusso di informazioni tipico del XXI secolo. Gli studenti della scuola Lomonossov sono allenati ai continui meccanismi di scelta

durante tutte le lezioni cui prendono parte. Si esercitano ad effettuare scelte continue, assumendosi la responsabilità delle proprie azioni, istruendosi per arricchirsi come persone. Così, per gli allievi di ogni classe, gli specialisti della scuola - professori, coordinatori, psicologi, amministrazione insieme ad allievi e genitori costruiscono una traiettoria di sviluppo specifica. La maggior parte degli adulti e’ incapace di pianificare il proprio successo, basandosi su tenacia nel lavoro, qualità sempre più in disuso nella società moderna. Gli alunni della scuola “Lomonossov” imparano già dalla scuola a comportarsi nella vita; si rendono conto di che cosa succede, che cosa vogliono raggiungere e come ottenerlo. Sviluppo continuo: questo e’ lo stile specifico di tutte le scuole “Lomonossov”. Al temine del percorso formativo, seguendo lo standard “Lomonossov”, ogni alunno acquista una propriaidentità e condotta quale cittadino formato e consapevole. Nello scrigno della holding “Lomonossov” ci sono molti progressi ed esperienze, che vengono sparsi generosamente dagli specialisti in Russia ed all’Estero: forum, seminari e tavole rotonde. Gli specialisti delle scuole “Lomonossov” confrontano il proprio modello d’istruzione con i modelli della scuola del futuro che gli autori della riforma dell’istruzione oggi progettano.

57


Felicità

MATRIMONIO

Realizziamo desideri di

Dall’organizzazione dell’evento, ad un break prima del grande giorno ed infine a tutti i dettagli della cerimonia. E perchè no: destinazione luna di miele

A

vete sognato la fiaba del vostro matrimonio, l’abito stupendo, la cerimonia, il ricevimento, e poi quel lunghissimo abbraccio in una suite che prosegue nel mare e accarezza le luci dell’alba. Avete sognato di avere accanto a voi un amico che vi ascolti e vi aiuti a realizzare ogni desiderio, nella libertà più assoluta? Se ora volete aprire gli occhi, scoprirete di avere accanto a voi il Forte Village, la sua bellezza, la sua fantasia, la sua perfetta organizzazione da World’s Leading Resort. Partiamo dalla cornice spettacolare che per prima accoglierà gli sposi: provate a immaginare il vostro “sì” tra i colori e i profumi di un meraviglioso giardino di 47 ettari, o nella spiaggia dal fascino paradisiaco, sotto un arco di fiori, o ancora nella straordinaria scenografia dell’antica città di Nora, a pochi minuti dal resort. E provate a immaginare accanto a voi le migliori stylist, i truccatori e i parrucchieri dell’alta moda, e poi i grandi chef, anche stellati Michelin, per studiare il menù del vostro cocktail e della vostra cena, per pochi intimi o per mille invitati, scegliendo tra i sapori dell’alta cucina italiana, oppure orientale, o ancora un tributo alla tradizione sarda, seduti a tavola nei colori di un’elegante

fortevillage.com

mise en place, o nel relax di un raffinato buffet, tra i riflessi di una spettacolare piscina. Provate a immaginare anche il vostro “ingresso in scena”, magari a bordo di uno yacht e, lo sposo che vi attende in riva al mare. E visto che ci siete, immaginate di sciogliere le tensioni dei preparativi e dell’attesa, abbandonandovi alla dolcezza di un massaggio nella Acquaforte SPA, famosa in tutto il mondo per il suo rivoluzionario percorso di talassoterapia. Potrebbe essere una buona idea rifugiarsi in questo spazio anche dopo la cerimonia. Dopo, appunto. Ammettiamolo, dispiace lasciare il giardino delle delizie che ha appena salutato il vostro si. Al Forte Village i sogni non finiscono mai e dopo la cerimonia, congedati gli ospiti, sarà meraviglioso ritrovarsi in una suite che fiorisce sul mare e sotto la luna e le stelle chiude i suoi petali per proteggere l vostro amore. Piccola cronaca di un risveglio perfetto? Il sole che inonda di felicità il cuore, colazione in terrazza e passeggiata su una delle spiagge più belle del Mediterraneo. Che cos’è il Forte Village? È un modo per annunciare al mondo il vostro amore. E viverlo per sempre.

59


UNA FANTASTICA ESTATE AL MARIO’S VILLAGE

60

fortevillage.com


QUALCOSA DI MAGICO

UN’ESTATE MAGICA AL FORTE VILLAGE RESORT Lezioni di meraviglia con Marvin Berglas

A

spiranti maghi, questa è la vostra occasione! Marvin Berglas, il più importante prestigiatore del Regno Unito, già insignito del premio “ The Magic Circles Maskelyne Awards”, sarà ospite quest’estate al Forte Village Resort per un’accademia unica, interamente, dedicata alla magia. Marvin, figlio d’arte - suo padre è il famoso David Berglas mago, mentalista ed anche attore con registi del calibro di Stanley Kubrick, George Lucas, Tim Burton - dopo aver calcato i palcoscenici di tutto il mondo lasciando a bocca aperta anche i pubblici più esigenti, sarà eccezionalmente ospite del Forte Village di Santa

62

Margherita di Pula per dare a tutti l’occasione di avvicinarsi alla magia. I giochi di prestigio sono pura illusione, frutto di un’arte antica e complicata in grado di regalare a chi osserva attimi unici ed irripetibili e a chi li pratica un’aura di intrigante mistero. Solo i veri maghi sono in grado di svelare i propri trucchi con semplicità e Berglas, il creatore del Marvin's Magic, il più noto brand del mondo dell’illusione e della nuova fantastica applicazione IMagic, è certo il migliore. Apprendere i trucchi e gestire una corretta manipolazione degli oggetti normalmente richiede molto tempo e tanta pratica ma la

scuola di magia Marvin’s Magic Academy al Forte Village, grazie al suo metodo unico, è stata pensata proprio per arrivare a stupire con i giochi più sorprendenti in breve tempo. Un corso articolato nel corso di una settimana dove sono previste 5 sessioni della durata di un’ora ciascuna e con cadenza giornaliera. Grazie anche al prezioso kit magico di Marvin, grandi e piccini si trasformeranno in veri e propri prestigiatori: manipolazione delle carte, trucchi con le monete, nulla sarà più complicato ed il successo sarà assicurato. Per tutti gli aspiranti Houdini, non c’è trucco e non c’è inganno, quest’estate la vera Hogwarts sarà al Forte Village!

fortevillage.com


QUALCOSA DI MAGICO

TA ZZ E SOTTO -SO P R A Una sfida di magia con 3 tazze con cui potrai sorprendere i tuoi amici!

Segreto: Posiziona le tazze sul tavolo come mostra la figura 1 e sfida i tuoi amici nel ruotarle tutte nello stesso verso con 3 mosse muovendone 2 contemporaneamente

Prima mossa: gira le tazze 2 e 3 Seconda mossa: ruota le tazze 1 e 3 Terza mossa: gira le tazze 2 e 3

Complimenti adesso tutte le tazze sono state ruotate!

Ora invita i tuoi amici a provare, ma questa volta imposta le tazze come nella figura 3! Non preoccuparti di ciò che faranno, non saranno in grado di ruotarle tutte e 3!!

fortevillage.com

63


PICCOLI OSPITI

Luogo dei sogni, la fantastica Children’s Wonderland

I SOGNI DIVENTANO REALTÁ La Children’s Wonderland è lo spazio che tutti noi da bambini abbiamo immaginato come scenario perfetto per delle incredibili avventure. Ecco perché lo abbiamo pensato e realizzato così per i nostri piccoli ospiti

L

e energie dei bambini non finiscono mai. Sono piccoli vulcani, piccoli delfini, lo sanno bene i genitori. E lo sa bene il Forte Village, che anche quest’anno offrirà ai suoi piccoli e amatissimi ospiti le attività più divertenti e stimolanti. Luogo dei sogni, la fantastica Children’s Wonderland. I piccoli ospiti non dimenticheranno molto facilmente le avventure sulla locomotiva scoppiettante più amata del mondo: il Trenino ThomasTM, infatti, accoglierà i bambini all’ingresso di quest’oasi di felicità. L’estate 2016 splende tra le scintille della pista Hot WheelsTM, vero circuito di Formula 1, dedicato alla voglia di sfida e di velocità dei piccoli campioni. Possiamo dimenticare il divertentissimo Mario’s Village, che rende omaggio alla nostra mascotte, il pappagallo Mario, ma soprattutto alla voglia dei bambini di “giocare ai grandi”? Per loro, un villaggio in miniatura con tanto di piazza – sprizza anche una fontana – sulla quale si affacciano il municipio, la stazione dei vigili del fuoco, il ristorante, la libreria, il supermercato, il salone di bellezza, il benzinaio e il cinema, tutti ambienti piacevolissimi, di dieci metri quadri l’uno, nei quali i bambini potranno divertirsi a interpretare ogni ruolo, indossando le diverse divise e sviluppando così la loro socialità.

fortevillage.com

Sorprese anche per le piccole ospiti, che sognano di trascorrere le vacanze insieme a BarbieTM. Nella Children’s Wonderland la regina di bellezza, ammirata per lo stile e il fantastico guardaroba, aspetta le sue fans al BarbieTM Activity Centre. Voglia di creare una nuova collezione? Nella BarbieTM Fashion Academy le giovanissime stiliste potranno creare gioielli, vestiti e magliette a tema, seguendo i suggerimenti della loro bambola preferita, vera esperta dei look più trendy. Sempre nel BarbieTM Activity Centre le nostre piccole star

potranno partecipare agli incontri “Pomeriggio al cinema con BarbieTM”, quindi ballare al ritmo delle colonne sonore e scoprire la storia di BarbieTM, leggendo i suoi libri di avventura. Novità anche per i “baby”. Per loro, una nursery meravigliosa, ideata nella massima sicurezza di materiali e design dalla Fisher Price®, storico marchio di giochi dal 1930. Bambini, e genitori, siete pronti? Quest’anno al Forte Village troverete il massimo per una vacanza da favola. Iniziate a sorridere, perché collezionerete emozioni fantastiche.

65


EVENTI

FORTE VILLAGE

NEL MONDO PFA Awards london Si rinnova l'appuntamento annuale all'evento Professional Footballers Association Player of the year awards: tra i premi più ambiti un soggiorno al Forte Village.

Ramsay & Cracco Metti uno scorcio di Sardegna a Milano, uno dei resort più famosi al mondo, il Forte Village, due celebri chef, Gordon Ramsay e Carlo Cracco, per la prima volta ai fornelli insieme.. Ecco gli “ingredienti” di una serata unica organizzata dal Forte Village.

Wedding Awards Promossa dal Magazine "Wedding" la premiazione annuale di “Wedding Awards 2015” ha avuto luogo a Mosca e il parterre di esperti ha consegnato il premio "Best Hotel in Europe for Wedding Ceremonies" al Forte Village.

World Travel Awards Dopo aver ospitato a settembre il gala degli “European Travel Awards”, il Forte Village si aggiudica, alla cerimonia conclusiva del 2015,  l’esclusivo premio “World’s Leading Resort”.

Opening Giardinia Zurich Nell'immenso giardino che ha accolto l'Opening Giardina Zurich non poteva proprio mancare il Forte Village: con i suoi 50 ettari di verde rappresenta, infatti, uno dei giardini più fioriti del Sud Sardegna.

Un tripudio di stelle per una Cena a Quattro Mani Chef Schuhbeck, il re delle spezie che vanta 1* Michelin, ospita a Monaco Chef Emanuele Scarello, 2* Michelin, rappresentante della più alta espressione della cucina italiana.

Museum of Modern Ukrainian "Fil rouge" tra Mystetskyi Arsenal Museum of Modern Ukrainian Art e il Forte Village Resort, la partecipazione all'evento annuale a sfondo benefico del Club of Friends of Art Arsenal.

IMEX All’evento più importante per il settore Corporate non poteva mancare il Forte Village, da sempre scelto per i migliori eventi aziendali di rilievo internazionale.

Mercedes Benz Faashion Show Kazakistan Mercedes-Benz Fashion anche in Kazakistan: quale occasione migliore per presentare la nuovissima collezione di Athena Clothing, che trae ispirazione dalla famosa mascotte del Resort.

Forte Village Gourmet Festival Kyiv Odessa Il Forte Village Gourmet Festival  è stato un trionfo che si è svolto ad Odessa, Kiev. Erano presenti partners esclusivi come Bvlgari, Argiolas, Harper`s Bazar e gli Chef del Forte Village che hanno deliziato gli ospiti dell’evento portando i sapori della Sardegna.

Damiani Gala-Dinner Il gala-dinner Damiani, un’anteprima mondiale della nuova collezione si è tenuto il 19 febbraio del 2016 nella residenza privata Volkhonka a Mosca. Hanno partecipato all’evento esclusivo diversi membri dell'alta società moscovita e di tutta la Russia.

Birthday Party Forbes Magazine Il Forte Village, unitamente agli altri esclusivi sponsor e partner, promuove la "Coppa Forbes Kazakistan" che celebra il 4° compleanno di attività del Magazine nel paese.

66

fortevillage.com


EVENTI

FORTE VILLAGE

NEL MONDO PFA Awards london Si rinnova l'appuntamento annuale all'evento Professional Footballers Association Player of the year awards: tra i premi più ambiti un soggiorno al Forte Village.

Ramsay & Cracco Metti uno scorcio di Sardegna a Milano, uno dei resort più famosi al mondo, il Forte Village, due celebri chef, Gordon Ramsay e Carlo Cracco, per la prima volta ai fornelli insieme.. Ecco gli “ingredienti” di una serata unica organizzata dal Forte Village.

Wedding Awards Promossa dal Magazine "Wedding" la premiazione annuale di “Wedding Awards 2015” ha avuto luogo a Mosca e il parterre di esperti ha consegnato il premio "Best Hotel in Europe for Wedding Ceremonies" al Forte Village.

World Travel Awards Dopo aver ospitato a settembre il gala degli “European Travel Awards”, il Forte Village si aggiudica, alla cerimonia conclusiva del 2015,  l’esclusivo premio “World’s Leading Resort”.

Opening Giardinia Zurich Nell'immenso giardino che ha accolto l'Opening Giardina Zurich non poteva proprio mancare il Forte Village: con i suoi 50 ettari di verde rappresenta, infatti, uno dei giardini più fioriti del Sud Sardegna.

Un tripudio di stelle per una Cena a Quattro Mani Chef Schuhbeck, il re delle spezie che vanta 1* Michelin, ospita a Monaco Chef Emanuele Scarello, 2* Michelin, rappresentante della più alta espressione della cucina italiana.

Museum of Modern Ukrainian "Fil rouge" tra Mystetskyi Arsenal Museum of Modern Ukrainian Art e il Forte Village Resort, la partecipazione all'evento annuale a sfondo benefico del Club of Friends of Art Arsenal.

IMEX All’evento più importante per il settore Corporate non poteva mancare il Forte Village, da sempre scelto per i migliori eventi aziendali di rilievo internazionale.

Mercedes Benz Faashion Show Kazakistan Mercedes-Benz Fashion anche in Kazakistan: quale occasione migliore per presentare la nuovissima collezione di Athena Clothing, che trae ispirazione dalla famosa mascotte del Resort.

Forte Village Gourmet Festival Kyiv Odessa Il Forte Village Gourmet Festival  è stato un trionfo che si è svolto ad Odessa, Kiev. Erano presenti partners esclusivi come Bvlgari, Argiolas, Harper`s Bazar e gli Chef del Forte Village che hanno deliziato gli ospiti dell’evento portando i sapori della Sardegna.

Damiani Gala-Dinner Il gala-dinner Damiani, un’anteprima mondiale della nuova collezione si è tenuto il 19 febbraio del 2016 nella residenza privata Volkhonka a Mosca. Hanno partecipato all’evento esclusivo diversi membri dell'alta società moscovita e di tutta la Russia.

Birthday Party Forbes Magazine Il Forte Village, unitamente agli altri esclusivi sponsor e partner, promuove la "Coppa Forbes Kazakistan" che celebra il 4° compleanno di attività del Magazine nel paese.

66

fortevillage.com


Profile for Forte Village

Forte village resort uniq estate 2016 ita  

Forte village resort uniq estate 2016 ita  

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded