Page 1

PUGLIA Linea A.2 – PROGETTARE Miglioramento dei programmi, dei progetti e della performance

ore 9.00-13.00 REPORT DEI LAVORI


PREMESSA .....................................................................................................3 PARAGRAFO 1 - Quali tecnologie abilitanti per la Puglia: gli scenari, gli stimoli e le riflessioni..................................................................................... 6 1.1 - Note introduttive .................................................................................. 6 1.2 – Gli interventi degli esperti................................................................... 8 1.3 - Il confronto in aula: il dibattito, le domande chiave e le conclusioni ... 10 ALLEGATI .................................................................................................... 12 Allegato I - Programma workshop .............................................................. 12 Allegato II - Elenco dei partecipanti ........................................................... 14 Allegato III – QR Code distribuiti ............................................................... 18

2


PREMESSA Il progetto Capacity SUD, finanziato dal Programma Operativo Nazionale "Governance e Azioni di Sistema" (PON GAS), ha la finalità di migliorare la capacità istituzionale delle amministrazioni delle Regioni dell’Obiettivo Convergenza supportandole nella programmazione di interventi che rispondano alle loro esigenze prioritarie e nel rafforzamento delle competenze necessarie per la loro efficace attuazione. La Capacità Istituzionale, Asse del Programma, oltre a fornire un supporto strategico per una gestione maggiormente efficiente dei Programmi Operativi, assume un rilievo fondamentale in prospettiva della programmazione comunitaria nel quadro di Europa 2020. La Linea A.2 di Capacity SUD, denominata PROGETTARE, propone attività di sviluppo delle capacità delle persone impegnate nelle Amministrazioni a progettare strategie della futura programmazione, interventi su politiche e servizi pubblici, azioni di miglioramento organizzativo e gestionale del ciclo delle politiche. Tali attività, nella Linea di Progetto, promuovono processi collaborativi, che includono nella progettazione diversi attori e si realizzano con metodologie partecipative. In particolare, PROGETTARE si articola in 2 azioni: sviluppo della cultura del PCM (Linea A.2.1 – Progettare le politiche) e Progetti mirati per il miglioramento del ciclo di programmazione e di gestione (Linea A.2.2 – Progettare lo sviluppo organizzativo). Formez PA nell’ambito della linea “Progettare le politiche ” ha organizzato, con la Regione Puglia, e precisamente con l’Area Politiche per lo Sviluppo economico, il Lavoro e l’Innovazione e il Servizio Ricerca Industriale e Innovazione, un incontro di approfondimento tematico, finalizzato al miglioramento di programmi, progetti e performance delle politiche regionali per l’Innovazione.

3


IL LABORATORIO “SMARTPUGLIA” Il Laboratorio SmartPuglia si rivolge, per quanto riguarda il target regionale, a tutti i Servizi dell’Area Politiche per lo sviluppo economico, lavoro e innovazione, in raccordo con il Servizio Programmazione sociale ed integrazione socio-sanitaria, con il Servizio Politiche di Benessere sociale e Pari Opportunità e con le Aree Mobilità e Qualità urbana e Politiche per la riqualificazione urbana, la tutela e la sicurezza ambientale e per l’attuazione delle opere pubbliche e organizza alcuni incontri allargati al sistema territoriale dell’Innovazione, col coinvolgimento attivo degli Stakeholder, attori strategici dell’innovazione e dello sviluppo, nella convinzione che l’ascolto e la condivisione con gli attori del territorio siano condizione dell’efficacia degli interventi di policy. Il workshop che si è tenuto presso la sede la sede centrale della Camera di Commercio (C.C.I.A.A.) di Bari (Corso Cavour n.2), il 23 luglio 2013 rappresenta la nuova tappa del percorso laboratoriale svolto finora, seguito e costruito dagli stessi partecipanti nel suo sviluppo attraverso le diverse fasi. In particolare, a partire dal coinvolgimento attivo nell’incontro di autovalutazione sulle politiche di innovazione della Regione Puglia tenutosi a febbraio scorso, questo stesso target ha contribuito - in termini di co-progettazione e potenziamento della comunità di pratica degli innovatori all’individuazione di indicazioni e prospettive utili per la scrittura della strategia regionale della Smart Specialization. Dopo il laboratorio tenutosi a maggio scorso all’interno del Festival dell’Innovazione 2013, finalizzato alla condivisione con i Distretti Tecnologici della proposta di far diventare leve strategiche della Smart Puglia i Programmi di Sviluppo Strategico dei Distretti Tecnologici e i segmenti di specializzazione che individuano, in questa sesta tappa organizzata in collaborazione con l’ARTI (l’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) si è puntato a realizzare una occasione di approfondimento e confronto finalizzato all’individuazione in maniera partecipata delle traiettorie strategiche regionali sul tema delle c.d. “Key Enabling Technologies (KETs)”. A queste sei tecnologie abilitanti individuate (Biotecnologie industriali, Nuovi materiali, Fotonica, Nanotecnologie, Micro e nano elettronica, Sistemi avanzati di produzione) la Commissione Europea ha attribuito un ruolo chiave quali fattori di crescita e di potenziamento della competitività delle imprese europee sui mercati mondiali, facendone uno dei cardini delle strategie di sviluppo tecnologico delineate nel programma Horizon 2020. In Italia, l’AIRI, Associazione italiana per la Ricerca Industriale, si è fatta promotrice di un gruppo di lavoro che ha prodotto un position paper contenente un’analisi dell’impatto di tali tecnologie a livello nazionale.

4


In preparazione ai lavori della giornata, sono stati condivisi con i partecipanti iscritti al laboratorio i seguenti documenti di riferimento: 1. “Una strategia europea per le tecnologie abilitanti – Un ponte verso la crescita e l'occupazione”, documento della Commissione Europea (EC3, 2012) che sottolinea la “natura trasversale e importanza sistemica delle KETs” per il consolidamento e la modernizzazione della base industriale europea 2. “Le Key Enabling Technologies nelle tecnologie prioritarie per l’Industria nazionale” -Working document, 1ma edizione, Aprile 2013, rapporto che illustra i risultati del primo anno di attività del Gruppo di Lavoro, finalizzato a evidenziare il contributo delle sei KETs alle Tecnologie Prioritarie. Per il programma della giornata si veda ALLEGATO I, per l’elenco completo dei partecipanti si veda ALLEGATO II.

5


CAPITOLO 1 - Quali tecnologie abilitanti per la Puglia: gli scenari, gli stimoli e le riflessioni 1.1 - Note introduttive Adriana Agrimi, Regione Puglia - Le tracce della strategia Regionale In relazione al proprio ruolo, il compito delle politiche pubbliche sugli ambiti di Ricerca e Innovazione è creare i presupposti per le idee e le capacità imprenditoriali, in sinergia con la “capacità digitale” e la consapevolezza che l’Innovazione non si basa solo sullo sviluppo tecnologico ma anche sulla creatività. Da questo punto di vista la differenza con le politiche comunitarie è che con il programma Horizon 2020 le politiche regionali devono leggere il proprio territorio. La Regione Puglia ha puntato in questi anni sull’innovazione delle politiche: partiti con il supporto allo sviluppo del territorio, avviate partnership Pubblico privati, con Distretti Produttivi e Tecnologici al fine di intercettarne le traiettorie. Oggi ci soffermeremo in particolare sul documento della Commissione Europea che affronta le questioni legate alla c.d. “valley of death” che nel caso pugliese va affrontato in relazione al supporto alle start-up tecnologiche, alle imprese innovative, ai Living Labs, al Pre-Commercial Procurement, all’iniziativa Passpartout SmartPuglia di sostegno alla domanda di innovazione da parte delle PMI, attraverso l'acquisizione di servizi tecnologici qualificati finalizzati alla implementazione nelle imprese di processi innovativi a livello locale e internazionale. In tal senso, l’Innovazione è un processo culturale e sociale che chiama in causa tutti gli attori e costituisce un equilibrio delicato. La presente giornata rappresenta la sesta importante tappa del percorso in atto, finalizzato alla definizione della strategia di Smart Specialization dove la tecnologia rappresenta il mezzo - e non il fine - che aiuta a trovare le soluzioni, occorre un rafforzamento della capacità isituzionale, serve un percorso partecipativo che ci conduca verso la Puglia 2030. Ringrazio Elena Tropeano e il suo staff FormezPA e la Presidente ARTI per l’attenzione dedicata al tema delle Key Enabling Technologies, utile per le start-up e gli spin off, affinchè la Puglia possa riuscire a scrivere al meglio il suo futuro.

6


Elena Tropeano, FormezPA – Il percorso partecipativo Nel dare il benvenuto ai partecipanti al percorso laboratoriale “SmartPuglia” partito a settembre 2012, si sottolinea come la modalità partecipativa di queste tappe abbia evidenziato quanto l’Innovazione passi attraverso l’apertura al cambiamento della PA. Il progetto Capacity Sud – Capacità istituzionale, asse delle politiche europee, affronta le questioni dell’ineludibilità del problema di costruire nuove capacità pubbliche anche attraverso il contributo di tutti gli attori interni ed esterni al cambiamento. In questo scenario delle quattro regioni dell’Obiettivo Convergenza, di cui la Puglia è leader, la nuova programmazione e il c.d. “documento Barca” danno enfasi al metodo di lavoro proposto. Quello che stiamo vivendo rappresenta un momento particolarmente favorevole per dare corpo a questa metodologia: l’obiettivo di Smart Spcialization è molto interessante ed è importante l’apertura ai Distretti Produttivi e tecnologici. Un ringraziamento va a chi sta contribuendo alle attività in essere del percorso e all’ARTI.

Eva Milella, ARTI - Introduzione ai lavori Un ringraziamento particolare è rivolto ai partecipanti, ai rappresentanti delle industrie, all’attivismo delle associazioni di categoria per la presenza in questa giornata dedicata alle Key Enabling Technologies nell’ambito della strategia che in Europa si sta consolidando e dei relativi movimenti in atto. Volutamente si è concordato un titolo di questa tappa senza punto di domanda, al fine di confrontarsi sul posizionamento della Puglia rispetto alle tecnologie abilitanti alla luce del quadro emergente dalle relazioni degli esperti sulle strategie, gli scenari (internazionale, europeo e italiano) in merito alle politiche adottate, ai dati e alle criticità esistenti. L’obiettivo della giornata non è solo l’ascolto degli interventi previsti, ma partecipare con spirito critico su quanto sta avvenendo sul territorio pugliese al fine di individuare quella massa critica in grado di superare i possibili ostacoli allo sviluppo auspicato.

7


1.2 – Gli interventi degli esperti La sessione laboratoriale si è aperta con le relazioni degli esperti europei e italiani - Gabriel Crean (Vice Chair High Level Group sulle Key Enabling Technologies della Commissione Europea e Vice Presidente per la Tecnologia & Direttore Europa di CEA Tech -Francia), Luigi Ambrosio (Direttore DSCTM CNR e Coordinatore del Working Group KETs Human Capital Skills and Technological Research Infrastructures) e Sesto Viticoli (Vice Presidente AIRI Associazione Italiana per la Ricerca Industriale) – a cui è seguita la discussione insieme alla dott.ssa Eva Milella, Presidente ARTI, con gli attori del sistema regionale dell’innovazione intervenuti (tra questi: soggetti istituzionali e del partenariato socioeconomico pubblico e privato, rappresentanti dei distretti produttivi, distretti tecnologici, reti di laboratori, spin off , start up, ecc.). Nella prima relazione intitolata “Key Enabling Technologies for competitive Italy and Europe” di cui è possibile visionare la versione integrale della presentazione utilizzata al seguente link, Gabriel Crean Vice Chair High Level Group sulle Key Enabling Technologies della Commissione Europea e Vice Presidente per la Tecnologia & Direttore Europa di CEA Tech (Francia) – ha delineato le prospettive globali delle tecnologie abilitanti. Partendo dall’inquadramento delle strategie smart – che sono tali solo se creano posti di lavoro – ha offerto una panoramica sugli scenari di competitività dell’Europa rispetto alla competizione globale del settore manifatturiero, reale settore strategico di sviluppo; si è soffermato in particolare sull’analisi degli ostacoli che costituiscono la c.d. “valley of death” e sulle possibili modalità di superamento della stessa. In seguito, ha spiegato il perché le KETs ricoprano un ruolo così importante in particolare nei prodotti avanzati e nell’intera catena produttiva, evidenziando in tal senso i diversi interventi della Commissione Europea nel favorire l’adozione della strategia europea sulle tecnologie abilitanti nelle strategie di ricerca e innovazione regionale.

8


A seguire, Luigi Ambrosio - Direttore DSCTM CNR e Coordinatore del Working Group KETs Human Capital Skills and Technological Research Infrastructures – con il suo intervento "L'importanza delle tecnologie abilitanti per uno sviluppo integrato e sostenibile", di cui è possibile visionare la versione integrale della presentazione utilizzata al seguente link, ha illustrato alcuni punti di analisi: focalizzando quelle che sono le caratteristiche principali dei Distretti della Puglia e le possibili vie di integrazione delle Key Enabling Technologies; cercando di tracciare qualche piccola strategia che porti verso una concreta specializzazione al fine di essere realmente competitivi; fornendo spunti interessanti al dibattito in aula. Nella terza relazione della giornata Sesto Viticoli - Vice Presidente AIRI (Associazione italiana per la Ricerca Industriale) – dal titolo "Le KETs e le Tecnologie Prioritarie dell'Industria Italiana", di cui è possibile visionare la versione integrale della presentazione utilizzata al seguente link, è partito dall’illustrare il percorso in merito svolto dall’AIRI, promotrice di un gruppo di lavoro che ha prodotto un position paper (vedi sopra) contenente un’analisi dell’impatto di tali tecnologie a livello nazionale, finalizzato a evidenziare il contributo delle sei KETs alle Tecnologie Prioritarie. Facendo riferimento ai pilastri del programma Horizon2020 e alla strategia dell’UE, ha tracciato i diversi aspetti connessi alle possibili vie da percorrere ponendo l’accento sull’imprescindibilità di politiche strategiche di intervento ( e di fonti di finanziamento) pienamente integrate (regionali, nazionali europee) e concludendo il suo intervento con l’indicazione delle peculiarità della definizione sul livello locale della Smart Specialization Strategy: Sostenibile - Misurabile - Attendibile - Basata sui Risultati – Basata su Tempi definiti.

9


1.3 - Il confronto in aula: il dibattito, le domande chiave e le conclusioni L’attività di facilitazione svolta ha agevolato l’alimentazione del dialogo tra le parti intervenute in aula, supportando la moderazione dei lavori da parte della Presidente dell’ARTI e raccogliendo consistenti spunti di confronto. Più in dettaglio, al fine di stimolare il contributo dei partecipanti per il confronto e la valorizzazione del proprio punto di vista, di particolare interesse per le finalità della giornata, sono stati distribuiti con i materiali del workshop, due cartoncini riportanti due domande, le cui risposte fornite sono state poste e clusterizzate su delle bacheche. Di seguito le due domande proposte:

(1)

Qual è il settore tecnologico prioritario pugliese su cui puntare per l’applicazione delle KETs affinchè questo sia driver di crescita intelligente (c.d. "smart growth") del territorio?

(2)

Quali strumenti attuativi delle politiche di Ricerca e Innovazione regionali possono essere adottati per rafforzare gli investimenti delle imprese sulle tecnologie prioritarie al fine di massimizzare il vantaggio competitivo derivante dallo sviluppo e dall’utilizzo delle KETs?

La visualizzazione in tempo reale dei contenuti emersi dai diversi interventi, dalle risposte individuali e dai contributi del dibattito ha permesso di offrire una restituzione dei ragionamenti emersi dal confronto che diventano riflessioni collettive ed elementi interessanti di cui tener conto nelle decisioni future e nella stesura dei documenti strategici delle politiche di specializzazione intelligente. 10


Quanto emerso e dibattuto nel corso della sessione laboratoriale descrive un qualificato punto di partenza per il lavoro che la Regione Puglia, supportata dall’ARTI, ha da subito preso in carico al fine di attivare - sulla base di un’adeguata analisi dell’esistente - gruppi di lavoro specifici mirati all’individuazione di alcuni casi pilota su cui avviare, quanto prima, una sperimentazione sull’applicazione delle tecnologie abilitanti ai settori tecnologici prioritari che si individueranno, quale follow up specifico di questa giornata. Invece, dal punto di vista del percorso complessivo SmartPUGLIA, da settembre proseguirà il cammino di supporto alla capacity building regionale di carattere intersettoriale che si sta conducendo, secondo la road map di progetto condivisa.

11


ALLEGATI Allegato I - Programma workshop PON GOVERNANCE E AZIONI DI SISTEMA ASSE E – Capacità Istituzionale – Obiettivo Specifico 5.1

PUGLIA Linea A.2 – PROGETTARE Miglioramento dei programmi, dei progetti e della performance Laboratorio “Smartpuglia”

"SMART PUGLIA: Verso la strategia di specializzazione intelligente 2014-2020" “Quali tecnologie abilitanti per la Puglia”

Sala Convegni - Sede Centrale della C.C.I.A.A. di Bari 23 luglio 2013 – ore 9.00 - 13.00 – La Regione Puglia organizza, in collaborazione con FORMEZ PA e ARTI (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) - nell’ambito del PON GAS “Capacity Sud” e della linea “Progettare” - un incontro di approfondimento tematico, finalizzato al miglioramento di programmi, progetti e performance delle politiche regionali per l’Innovazione. Nell’incontro in oggetto, nuova tappa del percorso partecipato, gli interventi degli esperti europei e italiani fungeranno da stimolo per avviare con gli attori del sistema regionale dell’innovazione una elaborazione partecipata del posizionamento della Puglia rispetto alle tecnologie abilitanti.

PROGRAMMA 9.00 – 9.30

Accoglienza e registrazione dei partecipanti

9.30 – 10.00

Introduzione alla giornata Elena Tropeano -Formez PA Adriana Agrimi - Regione Puglia

10.00 – 12.45

Sessione laboratoriale: introduce e modera i lavori Eva Milella, Presidente ARTI 12


- Gabriel Crean, Vice Chair High Level Group sulle Key Enabling Technologies della Commissione Europea e Vice Presidente per la Tecnologia & Direttore Europa di CEA Tech (Francia): “Key Enabling Technologies for competitive Italy and Europe” - Luigi Ambrosio, Direttore DSCTM CNR e Coordinatore del Working Group KETs Human Capital Skills and Technological Research Infrastructures:"L'importanza delle tecnologie abilitanti per uno sviluppo integrato e sostenibile" - Sesto Viticoli, Vice Presidente AIRI: "Le KETs e le Tecnologie Prioritarie dell'Industria Italiana" 12.45 – 13.00

Conclusioni: Loredana Capone, Assessore allo Sviluppo economico Regione Puglia

13


Allegato II - Elenco dei partecipanti N. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33

COGNOME

NOME

STRUTTURA D’APPARTENENZA

ABRESCIA AGOSTINIANO AGRIMI ALBANESE ALBINO ALTAMURA ALVISI ANACLERIO ANGARANO ANGIULLI AVELLIS AVITTO BABUDRI BARBIERI BARTOLI BASILE BASILE BISCEGLIA BITETTO BONASIA BONASIA BOZZO BRATTA BRUNETTI BRUNO BUONO CACUCCI CALACE CAPRIATI CAPUZZO CARDONE CAROFIGLIO CASTELLANO

PUGLIA ACCESSIBILE UNIV ERSITA’ DI BARI REGIONE PUGLIA REGIONE PUGLIA POLIBA INAIL ENEA ARTI SITAEL REGIONE PUGLIA INNOVAPUGLIA INGEGNERE UNIVERSITA’ DI BARI PLANETEK DAISY NET ELETTROTECNIC SUD SISTEMI REGIONE PUGLIA PROFIM SERVICE LIBERO PROFESSIONISTA SERVIZIO FORMAZIONE PROFESSIONALE

34 35 36 37 38

CAVALIERE CAVONE CHIARELLA CHIMIENTI CINQUEPALMI

ANDREA ANGELA ADRIANA GIUSEPPE VITO NICOLA MARCO FLEMMY MATTEO MARIA ANNUNZIATA GIOVANNA PAOLO FRANCESCO VINCENZO ONOFRIO FELICE PIETRO ANTONELLA CANDIDA GAETANO ENNIO NICOLA UMBERTO GIUSEPPE FRANCESCO GIOVANNI OLGA SABINO DONATO MICHELE SILVANO ANTONIO FABRIZIA UMBERTO ANTONIO LUCA CRISTIANO MARIANNA CATERINA MARIA ROSSANA

LA NUOVA ENERGIA UNIVERSITA’ LUM UNIVERSITA’ LUM INNOVAPUGLIA SISTEMI SOFTWAR INTEGRATI UNIVERSITA’ LUM UNIBA ADVISOR CNR ERASMUS MC CONFRARTIGIANATO PUGLIA SMILE INNOVAPUGLIA CNR REGIONE PUGLIA ARTI 14


39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64

CIRILLO CIULLO COLANGIULI COLETTA COLUCCI CONVERSANO CREANZA CRUDELE D’ADDABBO D’ONGHIA DALIA DE LEO DE LEO DE PASCALE DE PASQUALE DEL GIUDICE DEL VECCHIO DELL’ERBA DI CEGLIE DI CHIO DI CIANO DI COMITE DI PACE DI PEDE DONGIOVANNI DONZELLA

65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75

ERRIQUEZ FAVALE FAVIA FERROCINO FIORE FONTANA FONTANA FORNARO FRANCONE FUSCO GADALETA CALDAROLA GENCHI GERMANO GIANNINI

76 77 78

MICHELE GIANLUCA VITTORIO ANTONIO ANGELO RAFFAELE PIETRO GIUSEPPE RUGGIERO PAOLO GIANFRANCO MIMMO ALBERTO FRANCESCA OLGA MARIA PATRIZIA PASQUALE MASSIMO MARIA VITTORIA ERNESTO MARCO FRANCESCO LUIGI FRANCESCO NICOLA MARCELO DORIANO GIUSEPPE ANTONIO PIETRO DANIELE ANNARITA LUDOVICO SERGIO ORONZO FABIOLA CATERINA CARLO

TASK FORCE AREE VASTE REGIONE PUGLIA CETMA CONFINDUSTRIA BARI E BAT CRA DITNE SCARL CONFINDUSTRIA PUGLIA ARTI INNOVAPUGLIA SPA ARTI ARTI NUOVA GOLDEN MARMI PI GRECO CNR CNR D.A.R.E CONFIDUSTRIA PUGLIA UNIVERSITA’ DEL SALENTO CENTRO LASER REGIONE PUGLIA INGEGNERE INNOVAPUGLIA EUROPEN COMMISSION EXPRIVIA

GIOVANNA CLAUDIA CINZIA

REGIONE PUGLIA REGIONE PUGLIA IC-CNR

SIT SRL I&T FRIGERIO TENDE DA SOLE UNIVERSITA’ LUM UNIVERSITA’ DI BARI CONSORZIO EMMANUEL ONLUS ARTI CORRIERE DEL MEZZOGIORNO FARMALABOR SRL CONFINDUSTRIA TARANTO CNR ARTI

15


79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105

GIANNOCCARO GRASSO GRATTAGLIANO GRISORIO IANIGRO LAERA LAONIGRO LAPEDOPA LAPORTA LASTILLA LATORRE LATRONICO LECCI LIDDI LOBELLO LOGROSCINO LOSURDO MAIORANO MANCHISI MANNI MANZARI MARASTONI MARTIO MASELLI MASSARI MATARRESE MATERA

UNIVERSITA’ DI FOGGIA INNOVAPUGLIA SPA CONSULENTE ARTI CONSORZIO NAZIONALE DELLE RICERCHE STRANAMENTE MUSIC DISTRETTO INFORMATICA INGEGNERE REGIONE PUGLIA UNIBA ARTI OPENWORK CMCC ARTI PUGLIA SVILUPPO SPA UNIBA ARTI CNR TERA SRL CONSORZIO CETMA CONSULENTE ARTI MAIULLARI SRL LIM SRL UNIVERSITA’ LUM DTA SCARL ENEA

MELE MELONE

GIACOMO GAETANO FRANCESCA MARIA JENNFER MASSIMO GIUSEPPE FELICIANA ONOFRIO VALENTINA MICHELE ROCCO SALVATORE RITA CATERINA ALFREDO GIANCARLO STEFANIA VINCENZO MARCO ORAZIO GIUSEPPE STEFANO TERESA DOMENICO FRANCESCO MANUELA ANTONIO DOMENICO NICOLA GIOVANNI

106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119

MILELLA

EVA

ARTI

MOLFETTA MOLINARI MONTELEONE MONTERISI MONTILLO NETTI NICOLARDI OSTRO PALUMBO PANARESE PANETTA

STEFANIA FRANCESCO MASSIMO ANNAMARIA PIETRO PIETRO PALMA GIRONE FILOMENA DANIELA PIETRO

DABIMUS

DLA CONSORZIO OPTEL

UNIVERSITA’ DI FOGGIA ARTI MONTILLO MARMI PENSIERO MULTIPLO ARTI LIBERO PROFESSIONALE LIBERO PROFESSIONISTA FIDIA SPA D.A.BI.MUS. 16


120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160

PAPPALEPORE PEPE PERILLO PERLINO PERRUCCI PERRUZZINI PIERUCCI PINTO POTRANDOLFO PROSPERI RANIERI RANIERI RENNA RICCO RIGGIO ROMANO SACCHETTI SANTILIO SAVIANO SCAMARCIO SCHENA SCIAMATICO SEBASTIANO SESTITO SICILIANO SPADAFINA STORELLI SURICO TANESE TANZI TANZI TASSELLI TONDI TORELLI TORSI VASANELLI VULPIO VULPIO WEIGL ZACCHINO ZUPA

MARIELLA ANTONIO MARCO ELDA PIETRO MAURIZIO INES GIOVANNA PIERPAOLO MAURIZIO TINA ANTONIO ANDREA MARIO MARIATERESA ALDO ANTONIO GUIDO MICHELE GAETANO F.PAOLO ANGELA GIOVANNI GABRIELLA PIETRO PAOLA GAETANO FRANCESCO MARIA CRISTINA FELICIA CHIARA LEONARDO FRANCESCA RICCARDO LUISA LORENZO ALESSANDRO ANTONIO STEFANIA VALENTINA PAOLO

PLANETEK ITALIA DARE PUGLIA ENGINSOFT CNR CONSULENTE ICCOM CNR ARTI CRC POLITECNICO BARI UNIVERSITA’ DI FOGGIA TFA AREA VASTA INFN LIBERO PROFESSIONISTA MEDIS UNIVERSITA’ LUM UNIVERSITA’ DEL SALENTO TERA SRL CONFINDUSTRIA BARI-BAT CNR MEDIS SCARL UNIVERSITA’ DI BARI PROFIM SERVICE DISTRETTO IT CONFINDUSTRIA BARI- BAT IMM –CNR ARTI INNOVAPUGLIA SPA INNOVAPUGLIA MEDIS IMPR. INDIVIDUALE GALSEB LIBERO PROFESSIONISTA ARTI SINTESI SPA UNIVERSITA’ DI BARI DMITECN

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BARI FIND SRL CONSULENTE 17


Allegato III – QR Code distribuiti

PON GOVERNANCE E AZIONI DI SISTEMA ASSE E – Capacità Istituzionale – Obiettivo Specifico 5.1

PUGLIA Linea A.2 – PROGETTARE Miglioramento dei programmi, dei progetti e della performance

Laboratorio Smart Puglia Il documento narrativo del percorso dei workshop svolti a Bari il 6 dicembre 2012, il 22 gennaio 2013, il 19 febbraio 2013. Un cammino partecipato attuato con l’Area Politiche per lo sviluppo economico, Lavoro e Innovazione e con il Servizio Ricerca e Innovazione della Regione Puglia. http://capacitaistituzionale.formez.it/content/report-fase-laboratorio-smart-puglia

“Verso la strategia di specializzazione intelligente 2014 - 2020” Quali aree di specializzazione per la Puglia 2020: le proposte dei Distretti Tecnologici Pugliesi. Il report dell’incontro realizzato a Bari il 23 maggio 2013 presso la sede centrale della C.C.I.A.A. http://capacitaistituzionale.formez.it/content/materiali-laboratorio-quali-areespecializzazione-puglia-2020-proposte-dei-distretti

18


PUGLIA Linea A.2 – PROGETTARE Miglioramento dei programmi, dei progetti e della performance Riferimenti STAFF DI LINEA Elena Tropeano Donatella Spiga

Responsabile di Linea Staff di progetto

070 67956202 070 67956246

TASK FORCE REGIONALE Rosa Carlone Task Force Regione Puglia Fedele Congedo Task Force Regione Puglia Andrea Gelao Task Force Regione Puglia Nicola Recchia Task Force Regione Puglia Ornella Cirilli Task Force Regione Puglia

etropeano@formez.it dspiga@formez.it rosacarlone68@gmail.com fedelecongedo@gmail.com andrea.gelao@conetica.it nic.recchia@gmail.com ornella.cirilli@hotmail.it

19

Report LAB Smartpuglia KET 23.07.13  

Report dell'attività del Laboratorio Smartpuglia titolata "Quali tecnologie abilitanti per la Puglia” realizzata il 23 luglio 2013 a Bari da...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you