Page 1

Novembre 2011

ALTERNATIVA Newsletter dell’associazione Alleanza per Casoria

www.alleanzapercasoria.com Seguici anche su

e

Associazione Alleanza per Casoria Circolo Culturale Paolo Borsellino via T.Tasso 16 80020 Casoria(Na)

Continua Operazione Piccolo Cittadino

Tutto pronto per Operazione Befana

AmministrazioneCarfora:tutticontrotutti!

Foto comunità

Continuano le polemiche per la nomina dei dirigenti

Dirigenti del Comune di Casoria, ancora, tutti contro tutti. Intanto, a pagare  sempre il cittadino !! C o n t i n u a l’interminabile q u e r e l l e riguardante le nomine dei dirigenti comunali, fatte dal sindaco

della nostra citt nel mese di Giugno. N onosta nt e l a m a n i f e s t a illegittimit  delle nomine, fatte in spregio al recente disposto normativo, che non consente,se non in via residuale e a determ inate condizioni, il ricorso a figure professionali

In questo numero La ricreazione è finita! pag.2 Forum Della Gioventù pag.4 Ancora M.S.N.

pag.5

Al via il progetto divertimento sano

pag.6

diamo un nome alla Biblioteca

pag.6

esterne per ricoprire suddetti incarichi, continua il perpetrarsi del danno erariale a carico degli ignari cittadini, e in barba ai tanti disoccupati c h e , quotidianamente, affollano Piazza Cirillo, nella speranza che il loro sacrosanto diritto possa divenire realt. Ta l e a s s u r d o comportamento  stato, tra l’altro, oggetto di un atto di indirizzo presentato dal Grupp o Consiliare del PD, attraverso il quale si chiedeva la revoca dei provvedimenti di nomina dei dirigenti. Tale documento politico, finalizzato ad un rilancio della macchina comunale r i sp et t o s o d e ll e normative vigenti, appariva, tuttavia in n e t t a contrappo sizio ne con un precedente atto di indirizzo sottoscritto dalla Giunta comunale, e votato anche dagli stessi assessori del P a r t i t o Democratico. Orbene, una simile contraddizione imporrebbe le i m m e d i a t e dimissio ni degli

assessori in quota PD , Pasquale Tignola e Gagliardi, di fatto sfiduciati dal loro stesso gruppo politico. L’atto p olitico presentato dai consiglieri comunali del Partito Democratico r ap pr ese nta u n a vera e propria bocciatura, da parte degli stessi, dell’operato politico dei loro assessori di riferimento. Insomma, tutti contro tutti! La cosa grave  che, nelle more, questi benedetti dirigenti continuano a p e r c e p i r e regolarmente il loro super stipen dio, arrecando un danno economico alla collettivit di diverse centinaia di migliaia di euro. La nostra comunit nei prossimi giorni, anche a mezzo del consigliere comunale Del Prete, rappresenter l’incresciosa vicende agli organi preposti al controllo contabile d elle p u b b l i c h e amministrazioni. Resta il fatto che l’atto di indirizzo presentato dai consiglieri PD  stato continua a pag.2

Bravo Cristian! Proseguendo nel solco di una tradizione ormai consolidata, la nostra Comunità militante consegue l'ennesimo, significativo successo in ambito studentesco, con il giovanissimo Cristian Iorio, eletto all'Assemblea Plenaria della C o n s u l t a Provinciale degli Studenti, con 510 voti di preferenza, raccolti tra i suoi compagni di scuola del "Fermi" di Napoli. A soli sedici anni, il nostro Cristian sarà ch ia mato ad un compito arduo, che dovrà vedere la sua azione spinta lungo due direttrici fondamentali. In primo luogo, egli dovrà dare voce alle esigenze, che

n a s c o n o quotidianamente, degli studenti che non si sent ono rappresentati dalle tradizionali organizzazioni studentesche, funzionali agli apparati della sinistra politica e sindacale. In tal senso, va spiegata anche la scelta di correre sotto le insegne del M o v i m e n t o Studentesco nazionale, che si propone proprio di superare le vecchie logiche partitiche ed ideologiche, per rag giun ger e un a fascia sempre più ampia di studenti con un messaggio trasversale. In secondo luogo, sarà co mpito di Cristian Segue a pag.4


ALTERNATIVA

Pag.2

La ricreazione è finita C’è poco da piagnucolare. Le residue, ma non certo esigue, sp era nz e c he il nostro Paese possa proiettarsi in un futuro meno incerto, sono legate alla disponibilit, oltre che alla capacit, di tagliare i ponti con u n ’ i d e a “maternalista” dello Stato, nel cui grembo tutti p o ssan o tr o v ar e rifugio, e il cui seno sia una fonte inesauribile, alla quale allattare. Mamma, oggi,  stanca; ed il nostro popolo deve abituarsi all’idea che  tempo di uscire dalla minorit. La cronaca di queste pesantissime giornate ci suggeriscono che un’impresa del

genere si rivela tutt’altro che semplice. La piazza degli indignati rappresenta un e s e m p i o illuminante, in tal senso. Annebbiate da un livore e da un risentimento indistinti e indiscriminati, le intelligenze che, in quei giorni, si sono messe al servizio della causa, non sono riuscite ad articolare proposte concrete, se non un nostalgico e superficiale r ic h iam o a d u n passato di vacche grasse (meglio, di balene bianche grasse), nel quale “il benessere era un diritto”. Di fronte a questo stato di cose,  tempo che gli oper ator i de lla politica, a tutti i

Segue dalla prima Amministrazione Carfora...

Bocciato in aula consiliare grazie alla fuga dalla stessa di alcuni consiglieri di minoranza che, anziché sostenere la revoca dei dirigenti in questione, hanno p r e f e r i t o , inspiegabilmente, abbandonare l’aula. A votare a favore delle nomine sono rimasti , oltre ai consiglieri PD, i consiglieri di minoranza Del Prete, Iodice, Mosca e P o l i z i o ,

consapevoli della necessit di ripristinare, come da noi pi volte chiesto, la piena legittimit dei vertici comunali. Non sarebbe stato pi giusto destinare queste centinaia di migliaia di euro allo s v i l u p p o dell’economia cittad ina e, ne l c o n t e m p o valorizzare in economia valide risorse umane,

livelli, prendano il coraggio a due mani, e si facciano carico della responsabilit di prendere d e c i s i o n i impopolari, o anche solo legittimarle con l a l o r o testimonianza nel quotidiano. C hiunq ue faccia politica deve indirizzare tutti gli sforzi nel senso di un recupero di le g it ti mi t  e d i credibilit, che non pu passare soltanto attraverso una demagogica campagna contro i f am ig e r ati c os ti della politica. Un onore vol e poco onorevole, o incapace, resta tale anche con lo s t i p e n d i o dimezzato; anzi, forse si creano le precondizioni perché egli affini a l c u n e s u e caratteristiche, poco lodevoli… La battaglia va condotta sul piano culturale. Neg li ann i ’ 90 , all’indomani delle b u f e r e c h e travolsero l’Italia, ci fecero credere che il compito della p r e s e n t i nell'organico comunale? A voi tutti il compito di giudicare; a noi semplicemente quello di informare affinch  la citt  sappia !! Avv.to Luca Scancariello Componente Assemblea Regionale ANCI Campania.

politica fosse limitato alla risoluzion e dei p r o b l e m i , dequalificando c h iu n q u e se n e occupasse a qualcosa di molto vicino ad un amministratore di condominio. Conseguentemente, caddero tutte quelle b a r r i e r e convenzionali, che proteggevano quanti rivestissero cariche istituzion ali. La perdita di rispetto, assolutamente giustificata, per gli individui, travolse inevitabilmente anche le funzioni. A noi militanti oggi tocca il compito di spiegare che il gioco non funziona proprio come ci hanno fatto credere, e che la politica esercita una funzione molto pi nobile, che non quella di tecnica per risolvere i problemi di individui e gruppi. Una funzione che, al contrario, trascende tutti noi, le nostre esistenze, i nostri pur rispettabili problemi. La

politica non deve garantire le nostre piccole sicurezze borghesi. Compito della politica  quello di elaborare modelli di societ, e tentare di realizzarli. E anche il p o p o l o , i n democrazia, riveste un ruolo molto pi interessante, che non quello di fustigatore della cosiddetta casta, o di tiratore di orecchie e di giacchette: il popolo ha il compito di scegliere quale proposta di modello di societ  ritiene debba essere praticata. Non dobbiamo avere paura di compiere questo passo. E non dobbiamo avere paura di compiere tutti gli altri. Non dobbiamo avere paura di ribadire con forza che il futuro dei nostri giovani impone un sacrificio degli adulti, con un riequilibrio dei diritti tra insiders e outsiders, tra ipergarantiti e nienteaffatto-garantiti. Non dobbiamo avere paura di fare presente che la legge del merito pu sortire

effetti benefici solo se viene applicata retroattivamente, travolgendo cio le s i t u a z i o n i consolidate, i diritti acquisiti. Non d o bb ia m o av er e paura di dire che  necessario mettersi in discussione; che qualcuno deve pagare i costi sociali d i q u e s t o riequilibrio, e che i candidati ideali sono quelli che fino ad oggi hanno reso il nostro il paese di Bengodi. Che l’egualitarismo  stato il vero cancro del nostro Paese; c h e u n a Costituzione, nata gi vecchia, quando diventa ancora pi obsoleta va rimessa in discussione. Basta totem. Basta d o g m i . A l crepuscolo degli dei, g l i i d o l i v an n o abbattuti! Dott. Giuseppe Notaro Presidente Circolo Territoriale “G. Meloni” di Azione GiovaniGiovane Italia di Casoria Componente Esecutivo Provinciale Giovane Italia


Pag.3

ALTERNATIVA


Pag.4

ALTERNATIVA

Segue dalla prima Bravo Crstian!

Permettere la più a m p i a cono scenza di q u e s t o o rg a n i sm o , la C o n s u l t a provinciale, che troppo poco viene considerato, pur essendo investito

di numerose ed importanti funzioni. At tr a v er so u n r u o l o d a protagonista all'interno degli organi di governo della Consulta,

che sicuramente sarà in grado di ritagliarsi, Cristian dovrà puntare al m a s s i m o coinvolgimento, nella vita della Consulta, dei tanti studenti che ne i g n o r a n o f i n a n c h e

l'esistenza. Al nostro giovane amico, vanno le più sincere congratulazioni, e gli augu ri più sentiti da parte di tutta la Comunità! P.Avv. Daniele Mancinelli Pres.te Alleanza Per Casoria

Torna Martedì 15 Novembre l'appuntamento con “Operazione piccolo cittadino”,un'iniziativa varata da Alleanza per Casoria, in collaborazione con giovane Italia“Giorgia Meloni” che si propone di diffondere presso le giovanissime generazioniuna sempre crescente consapevolezza rispetto ai temi legati al vivere civile. Questasettimana, i volontari dell'associazione intratterranno, a partire dalle 17.30 presso lasede di via Tasso 16, i piccoli amici sul tema della corretta alimentazione. L'interesseche i piccoli sapranno mostrare sarà premiato con una buona pizza offerta dai titolaridella pizzeria “Carducci” in via Carducci, 19

Approvato documento programmatico 2012 Con il voto all’unanimit del 4 novembre scorso, l’Assemblea Plenaria del Forum della Giovent della Citt di Casoria ha licenziato il d o c u m e n t o programmatico per il 2012, figlio dell’ottimo lavoro di collaborazione e condivisione di idee, da parte di tutti i componenti, elettivi e di diritto. Attraverso di esso, il Forum ha inteso darsi delle priorit in ordine alle tematiche di sua competenza, ed ha tracciato il percorso in vista della c o n c r e t a realizzazione degli obiettivi, che intende perseguire in coerenza con le aree di interesse fissate dallo Statuto. Con l’approvazione del documento programmatico, pu dirsi conclusa la prima fase del

p erc or so ch e il neon ato For um dovr  compiere. Insieme con tutti i componenti, ai quali vanno i pi sentiti ringraziamenti a nome mio e della Giunta per il lavoro svolto, si  stabilito di procedere innanzitutto ad un’opera, che sia il pi capillare possibile, di diffusione sul territorio cittadino della cultura delle politiche giovanili, declinate in chiave moderna. In tal senso, and ran no iniziative quali il v a r o d i u n “InfoDay”, una g i o r n a t a informativa, che assuma uno spiccato carattere di informalit; e l’inten zio ne di bandire un concorso di idee per la scelto del nostro logo. Particolare attenzione  stata riservata a temi

quali il lavoro, la formazione, l’accesso ai diritti e il superamento del digital divide, con la proposta di istituire aree wi-fi sul territorio, magari in prossimit  degli s p a z i d i aggregazione giovanile. In merito a questi ultimi, intend iamo rappresentare con forza, presso l’Istituzione locale,

l’esigenza di crearne d e i n u o v i , nell’ambito dei quali poter incubare un sentimento, tutto nuovo, di identit locale, favorendo peraltro una crescita sana dei giovani. Con grande lungimiranza, poi, i membri del Forum hanno ritenuta meritevole di ap pro vazio ne la proposta di c o n t i n u a r e

l’importante lavoro, iniziato dalla p a s s a t a Amministrazione nel campo delle politiche giovanili strettamente intese, rilanciando l’idea del Piano Locale Giovani e del nuovo regolamento per la d isc ip lin a d eg li incentivi alle attivit socio-culturali delle associazioni g i o v a n i l i propriamente dette. La vera sfida, tuttavia, in vista della quale andranno attivate al massimo le sinergie con i decisori politici locali,  quella relativa alla riforma dello Statuto del Forum, che dovr passare in C o n s i g l i o Comunale. Il d o cu m e n to c o s  articolato sar trasmesso alla Giunta Municipale per la presa d’atto, richiesta dallo

statuto del Forum attualmente in vigore. Il mio auspicio  quello chel’Amministrazio ne comunale continui a mostrare la sensibilit e la disponibilit  , che f in o a d or a h a accordato al Forum, licenziando con la m a s s i m a sollecitudine possibile un atto, che si rileva propedeutico ed imprescindibile per una legittimit ed operativit piene del Forum. Dott. Pasquale Lucchese Coordinatore Forum Della Gioventù Casoria Vice Presidente A.G. G.I. Casoria Delegato regionale Opes Campania


Pag.5

ALTERNATIVA

M.S.N.Ennesimo successo! Per M.S.N. Napoli ancora un risultato di rilievo: Yuri Mario Di Napoli eletto alla Consulta Provinciale degli S t u d e n t i pr e s s o l’ISIS “Serra”. Militante facente rife rim e nto a l la nostra area, Yuri a quasi 15 anni ottiene un grande risultato, frutto di impegno e devozione. Per la nostra comunità, dopo la mia elezione, questa è u n ’a l t r a g r a n d e notizia, sintomo del lavoro svolto quotidianamente in ambito scolastico e n o n s o l o .

Un’ulteriore conferma che M . S . N . s a raccogliere consenso attorno a se, lavorando nel migliore dei modi anche laddove la situazione non è facile. I prossimi due anni ci vedranno impegnati in questa nuova avventura, sicuri che mai mancherà il nostro impegno. La voreremo per ripagare la fiducia dei nostri compagni d i s c u o l a , dimostreremo che la nostra elezione non è avvenuta per m e r a

rappresentanza, ma per far diventare azione quelle che sono le nostre idee. Avanti tutta ! Cristian Iorio Cons. Forum Della Gioventù Casoria Cons.Consulta Prov. degli studenti

Offriamo assistenza alla compilazione dei moduli del censimento ISTAT

www.alleanzapercasoria.com Info@allenzapercasoria.com Tel/fax 0815404666-3899684804


Pag.6

ALTERNATIVA

Diamo un nome alla Biblioteca!

Ebbene si !!! Quello stesso p resid io d a n o i fortemente voluto, da noi aperto con tanto sudore (giungemmo persino a scaricare i libri dal camioncino che li aveva trasportati), oggi cerca u n nom e. Un’ occasione importante, che ci offre il destro per alcune riflessioni, sulle critiche che ci sono state vomitate add osso all’atto dell’inaugurazione della solo oggi tanto amata biblioteca. “Non ci sono i libri”,

url qualcuno ( cosa falsa e meschina, considerato che sin dall’inizio una buona dotazione libraria e di buona qualit riempiva gli scaffali della stessa). Altri addirittura si preoccuparono ricordare che , di certo, la Biblioteca non avrebbe creato posti di lavoro !!! Altri ancora urlarono allo scandalo, in quanto era nostra intenzione dedicare la struttura ai giudici Falcone e Borsellino. Ad avviso di tanti, era una denominazione

Divertimento sano G io v ed  1 0 novembre alle ore 10.00 presso la Sala convegni dell’ISIS “Andrea Torrente” di Casoria, ha preso vita il primo appuntamento con “Divertimento sano”, un progetto varato da “Alleanza per Casoria” nell’amb ito d el Piano territoriale per le Politiche Giovanili della Regione Campania e dei Comuni di Casavatore, Casoria e Arzano. La finalit del progetto  quella di

diffondere presso i giovani dei Comuni di Casoria, Casavatore e Arzano, compresi nella fascia d’et 15-30 anni, u n a c u lt u r a d el “divertimento sano” ,sensibi lizza ndo all’utilizzo responsabile delle sostanze alcoliche e al rifiuto delle s o s t a n z e stupefacenti. Nel co rso d ella mattinata, gli studenti hanno potuto non solo a c q u i s i r e fondamentali

troppo riconducibile al nostro ambiente; in tanti, compreso qualche neo assessore e neo consigliere, o b i e tt av an o ch e entrambi non erano di Casoria ! Ob ie zio n i sen z a alcun pregio, a meno che non vogliamo considerare la loro n o t e v o l e strumentalit! Insomma, al di l della bella e folta partecipazione popolare, allegra e spontanea di centinaia di persone accorse per l’inaugurazione della biblioteca la Casoria politica, q u e l l a “intellettuale”, forse troppo radical chic , non fece altro che lamentare e criticare il nostro operato. Oggi tutti si r i c r e d o n o , d’improvviso e come per incanto la biblioteca serve, funziona ed ad essa va subito dato un n o m e ! L’ a s s e s s o r a t o informazioni circa le conseguenze nocive, anche in termini di sicurezza sulle strade, dell’abuso di alcolici e sostanze stup efacenti, ma hanno avuto anche l’opportunit di i n t e r a g i r e , nell’ambito del workshop, con una counselor, esperta di dipendenze e disagio g i o v a n i l e . P.Avv. Daniele Mancinelli Pres.te Alleanza Per Casoria

competente propone inizialmente, pubblicizzando anche la proposta, di i n d i r e u n a consultazione popolare che d e te r m i n a ss e l a denominazione da attribuirle. Poi, la strategia c a m b i a improvvisamente e venerd 28 Ottobre, nel corso di manifestazione pubblica a tema, l’ass es sore co mp eten te annuncia che l’amministrazione comunale ha deciso la biblioteca sar dedicata alla memoria di Monsignor Mauro Piscopo, uomo da tutti noi amato e stimato e sul cui servizio alla collettivit crediamo nessun possa aver da r i d i r e . Senza voler entrare, dunque, nel merito della scelta fatta, va r i m a r c a t o l’atteggiamento di una classe politica che, essendo

all’opposizione, s o t t r a t t o a l l a accus la precedente cittadinanza tutta, amministrazione di ma in particolare alle c e n t r o d e s t r a d i giovani generazioni, seguire una linea ai giudici Falcone e “liberticida”, nella Borsellino avrebbe purerappresentare potuto m i s u r a i n c u iA questo n’barca un inequivocabile ribadiva la necessit so nculano! che il nome della s e g n a l e d i Bib lioteca fosse d i s c o n t i n u i t  e scelto dai decisori c a m b i a m e n t o . politici, delegati dal Resta il fatto che la pop olo; per po i t a n t o c r i t i c a t a comportarsi proprio Biblioteca, da noi in tal senso, dopo fortemente voluta ed a v e r p e r a l t r o inau gur ata, o gg i c o n s t a t a t o riesce ad esser l ’i m p r a ti ca b i li t  sempre pi  quel della proposta di luogo di confronto e aff id are ad u na d i a g g r e g a z io n e c o n s u l t a z i o n e sociale, quale lo p o po la re q ue sto a b b i a m o compito. Una i m m a g i n a t o ! duplice figuraccia, Dott. Pasquale Lucchese i n s o m m a ! Coordinatore Bench é rispettosi Forum Della Gioventù della scelta fatta e Casoria c o n sa p e v o l i d e i Vice Presidente A.G. meriti indiscussi del G.I. Casoria p r e l a t o , n o i Delegato regionale ribadiamo la nostra Opes Campania convinzione che, in una citt dove un amministrazione di centro sinistra veniva sciolta per camorra, dedicare uno spazio, inopinatamente e sca nd al osa me nte

ALTERNATIVA  

NEWSLETTER