Page 254

STRUTTURE PRIVATE

Una rete integrata per l’offerta sanitaria Il Veneto è stato un precursore nell’integrazione fra sanità privata e pubblica. Molto è ancora possibile fare per potenziare l’offerta delle strutture private, anche attraverso la presenza di più punti territoriali e l’assistenza domiciliare. La dottoressa Marina Lampreda fa il punto della situazione Manlio Teodoro

304 • DOSSIER • VENETO 2012

arlando di sanità pubblica e sanità privata, l’orientamento prevalente che si sta imponendo è quello di stimolare percorsi di collaborazione. Un rinnovamento del genere non può che avere per effetto l’erogazione di migliori servizi per i pazienti, attraverso un ampliamento dell’offerta di prestazioni e soprattutto attraverso una maggiore copertura del territorio. Il Veneto – che ha scelto di basarsi su alcuni assi strategici: integrazione della responsabilità e dei fattori produttivi, una rete integrata di offerta assistenziale pubblica e privata, la promozione della famiglia e della solidarietà organizzata – è stato un precursore e oggi fa da modello per le altre regioni. «La cosa fondamentale è che l’integrazione con il Sistema sanitario nazionale avvenga secondo le guide di una pianificazione regionale e locale. Una valutazione delle risorse e delle esigenze territoriali è fondamentale affinché il settore ospedaliero privato convenzionato contribuisca, ga-

P

DossVeneto032012  
DossVeneto032012  

AGROALIMENTARE............................80 Mario Catania Sergio Marini Franco Manzato Alberto Valente MERCATI ESTERI.........................

Advertisement