Page 182

RINNOVABILI

❯❯ ferimento. Attualmente si rivolgono a noi sia le piccole e medie imprese, per le quali realizziamo impianti fino a 1 megawatt, sia i privati, per i quali siamo cercando di accumulare un book di clienti che raggiunga i 20-30 kilowatt. In questo momento i privati e gli artigiani stanno sfruttando molto le possibilità offerte dal fotovoltaico, anche grazie alla possibilità di eliminare l’amianto dai tetti». Che dati di bilancio ha registrato Siser nell’ultimo biennio? G.B. «Nel 2010, in linea con il settore, siamo andati molto bene. Nel 2011, a causa del blocco degli incentivi, abbiamo trovato delle difficoltà nel primo semestre dell’anno. Tuttavia, poi, il secondo semestre, è stato migliore rispetto allo stesso periodo del 2010. Quindi complessivamente abbiamo mantenuto lo stesso fatturato per entrambi gli anni, dato che prospettiamo avrà un andamento simile durante il 2012». Al di là della flessione dovuta al quarto conto energia,

La sostituzione delle coperture in amianto con pannelli coibentanti garantisce un risparmio energetico per le aziende, fino al 15-20 per cento

quali sono le maggiori criticità del mercato? G.B. «Quello che riscontriamo maggiormente, come problematica di fondo, è l’impossibilità di accedere al credito da parte dei nostri clienti. Noi non forniamo servizi finanziari e dobbiamo registrare una diffusa difficoltà nel reperire credito bancario, fondamentale in questi casi. Chi investe nel fotovoltaico fa un investimento a lungo termine: è come un’obbligazione che paga il 10 per cento annuo per vent’anni. Però, poiché per rientrare dell’investimento ini-

ziale occorrono dai sei a dieci anni, è difficile che questo venga interamente finanziato con capitale privato». Quali sono le prospettive future del vostro business? G.B. «La nostra società sta cercando di aprirsi al mercato estero, in particolare a quello statunitense, che è un mercato in fortissima crescita – è nella stessa situazione in cui si trovava l’Europa fino a circa sette anni fa. Questa ricerca di nuovi sbocchi ha la sua ragione nel fatto che stimiamo che il mercato italiano del fotovoltaico, per quanto riguarda le installazioni ex novo, continuerà a darci possibilità di crescita per ancora due anni al massimo. Siser, fin dalla sua fondazione, si è però anche specializzata nella manutenzione e nello smaltimento degli impianti esistenti. Questa attività nei prossimi anni diventerà importantissima e prevediamo che potrebbe diventare il nostro business prevalente».

DossVeneto032012  
DossVeneto032012  

AGROALIMENTARE............................80 Mario Catania Sergio Marini Franco Manzato Alberto Valente MERCATI ESTERI.........................

Advertisement