Page 148

TECNOLOGIE

Fra comunicazione visiva e cartotecnica P

Il settore della lavorazione della carta è stato diviso fra la crisi del mercato industriale e la crescita di prodotti per scuola e ufficio. Le risposte di Mauro Favretto alla crisi sono l’investimento in tecnologia e risorse umane Manlio Teodoro

La Plastigrafica Srl ha sede a Silea (TV) www.plastigrafica.it

178 • DOSSIER • VENETO 2012

er il settore cartotecnico gli ultimi anni non sono stati particolarmente brillanti. Tuttavia sono emerse dinamiche differenti, con aziende che hanno presentato performance soddisfacenti e altre che sono state penalizzate dall’incidenza del mercato di riferimento. La riduzione della produzione ha presentato tendenze in contrasto fra loro, se la domanda del mercato di consumo è cresciuta, c’è stato un calo della richiesta di prodotti cartotecnici da parte delle attività industriali. Queste, in linea con il trend nazionale, hanno rappresentato un freno per il settore. All’interno del mercato di consumo, invece, i prodotti per ufficio e scuola hanno registrato un trend di crescita. Ulteriore fattore di discrimine è stato il modo delle aziende cartotecniche di affrontare la crisi, come spiega Mauro Favretto, amministratore di Plastigrafica: «Gli ultimi anni sono stati estremamente difficili per noi e per tutte le aziende del settore. Tuttavia la nostra flessibilità e la capacità di gestire commesse con tempi di consegna brevissimi ci hanno permesso di incrementare il numero dei partner e il fatturato – benché questo negli ultimi anni abbia dovuto assorbire l’aumento dei costi delle materie prime». Inoltre, la crescita della società è stata supportata da un costante sviluppo tecnologico delle attrezzature e da una costante riqualificazione delle risorse umane. «Abbiamo sempre pensato che credendo nelle proprie capacità e non avendo paura di investire, le possibilità di crescita esistano anche in tempi di crisi. Per questo abbiamo continuato a rinnovare il nostro parco macchine anche in questi anni. Fra i nostri più recenti investimenti, quello più importante è stato l’acquisto di due plotter da taglio e incollaggio, che ci permettono di realizzare lavorazioni particolari e complesse – tuttavia la componente manuale e tradizionale è ancora fondamentale per l’esecuzione di alcuni tipi di prodotto che continuano a essere fortemente richiesti dal mercato. Negli ultimi

DossVeneto032012  

AGROALIMENTARE............................80 Mario Catania Sergio Marini Franco Manzato Alberto Valente MERCATI ESTERI.........................

Advertisement