Page 93

Giorgio Rossolini

Su quali progetti state lavorando in questo momento? «Premesso che l’azienda lavora principalmente su commessa, una parte della specifica progettazione viene capitalizzata e conseguentemente attribuita a ricerca e sviluppo. Nello specifico, a livello budget, imputiamo circa il tre per cento del fatturato alla voce ricerca, ma in funzione di quanto detto, il valore reale è notevolmente più alto. Attualmente, stiamo lavorando su innovazioni tecnologiche in entrambe le linee di prodotto. Per quanto riguarda la linea “patate”, stiamo sviluppando concetti tecnologici innovativi sulle friggitrici al fine di preservare le caratteristiche dell’olio e conseguentemente la qualità del prodotto finito. Per la sterilizzazione, stiamo ampliando la gamma delle autoclavi rotative con tecnologia Src, recentemente brevettate e sviluppando concetti di automazione innovativi relativi all’isola di sterilizzazione». Quali prestazioni offrono le vostre macchine dal punto di vista del rispetto ambientale?

c

Per la linea “patate”, stiamo sviluppando concetti tecnologici innovativi sulle friggitrici al fine di preservare le caratteristiche dell’olio

«Nella progettazione delle nostre macchine, poniamo particolare attenzione a tutto ciò che ha un impatto ambientale. Siamo attenti alla riduzione dei consumi energetici, la qualità delle emissioni, lo spazio occupato, la semplicità, i tempi di sanificazione e manutenzione: per noi, la salvaguardia dell’ambiente è innanzitutto un dovere morale, che grazie a una rinnovata sensibilità sull’argomento si sta trasformando ora in un vantaggio». Quali sono le prospettive e gli obiettivi per il medio e lungo periodo? «Di questi tempi, considerando la velocità con cui mutano gli scenari, facciamo solo piani triennali, gli obiettivi che ci siamo dati sono: implementare la rete commerciale, focalizzandoci su alcuni paesi emergenti, aggiornare costantemente la gamma produttiva in termini di tracciabilità dei prodotti trattati e supervisione del ciclo produttivo, adeguandola alle nuove esigenze di mercato».

d

EMILIA-ROMAGNA 2013 • DOSSIER • 133

Dosser092013