Page 85

Damiano Contini

Il caseificio Contini ha sede a Castell’Arquato (PC) info@caseificiocontini.191.it

losamente salvaguardato in azienda. «Siamo presenti su queste terre dall’inizio del Novecento. Nel nostro caseificio, che fa parte del comprensorio di produzione di Grana Padano Dop, oltre al formaggio, facciamo anche burro e ricotta, prodotti che proponiamo nel nostro spaccio, adiacente al caseificio, e nei mercati e le fiere della provincia. La raccolta del latte per la produzione avviene giornalmente fra gli allevatori delle nostre colline, che ben si addicono alla produzione di un grana di qualità. In più stagioniamo altri prodotti, come i saporiti salumi locali: il salame piacentino, la coppa e la pancetta. Tutti rispettosi della migliore tradizione della norcineria locale». La crisi del settore alimentare non ha impedito a Contini di registrare un andamento positivo. «L’andamento del nostro business è stato buono. Siamo riusciti a mantenere, anche se con difficoltà, il buon livello di vendite dell’anno precedente, pure in un contesto critico. Probabilmente il motivo si deve ricercare nella piccola realtà artigianale che rappresentiamo. In virtù di questa puntiamo da sempre sulla qualità del prodotto e sulla convenienza, quindi sul rapporto qualità prezzo. La strategia che adottiamo non è molto cambiata, anzi: contiamo di acquistare sempre più clienti nella vendita al minuto, la stessa politica usata sin dall’inizio dal bisnonno». La vendita del grana di Contini si sviluppa principalmente nel Nord Italia, in particolare in Emilia-Romagna, Lombardia e Piemonte.

c

Il legame con il territorio è fondamentale per la buona riuscita del nostro grana, così come delle altre eccellenze gastronomiche locali

d

Ma non mancano i turisti, provenienti da tutta Europa, attratti dalle specialità enogastronomiche che raccontano la cultura del posto e ne permettono una “visita” ancora più profonda. Per quanto riguarda la sicurezza alimentare, Contini segue personalmente le fasi più delicate, mirando a un risultato impeccabile. «Giornalmente – spiega – eseguiamo analisi dell’acidità del latte e verifichiamo l’assenza di sostanze inibenti. Operiamo analisi quindicinali complete tramite un laboratorio che segue il nostro caseificio. Inoltre, mensilmente riceviamo prelievi da parte del Consorzio Grana Padano, che avvengono ovviamente senza preavviso, e verifiche da parte dell’Asl di competenza». EMILIA-ROMAGNA 2013 • DOSSIER • 125

Dosser092013  
Advertisement