Page 53

Roberto Catelli

c

Abbiamo evitato la corsa al ribasso e al risparmio tecnologico: può funzionare nell’immediato, ma a lungo andare porta al tracollo

ciclici, con conseguente riduzione del rischio di mercato d ampliamento della “customer base”. Da una prospettiva più operativa stiamo concretizzando una riduzione e razionalizzazione dei costi per ottimizzare i processi e ridurre il break-even della società, al fine di aumentare la competitività dei prodotti. Abbiamo volutamente evitato un’inutile e dannosa corsa al prezzo più basso e al risparmio tecnologico che può dare risultati nel breve periodo, ma a lungo andare mina la solidità aziendale portando ad un inevitabile

La Catelli Food Technology Spa ha sede a Parma www.cftfoodtechnology.com

d

tracollo. Dal punto di vista di prodotto e delle applicazioni, c’è una crescente attesa nel settore del riempimento in lattina. In questo senso, Cft ha acquisito importanti referenze di cui molte soprattutto sul mercato cinese, mercato sul quale stiamo continuando a investire per consolidare la nostra posizione nel medio lungo termine. La nostra strategia di diversificazione, in ogni caso, ha permesso un’elasticità e una versatilità che hanno consentito ad un’azienda storica di rimanere di proprietà italiana, caso quasi unico in un mercato sempre più globalizzato». Ma non si fermano qui gli aspetti rivalutati nel periodo di ristrutturazione. «L’intenzione dominante è stata quella di aumentare la risposta tecnologica alle esigenze di mercato. Ma alla base della nostra strategia non poteva che esserci un rinnovato dialogo con le imprese clienti, tale da migliorare la proposta produttiva. Abbiamo fatto sì che la crisi fosse uno stimolo al progresso e abbiamo rivolto il nostro interesse anche a nicchie UU EMILIA-ROMAGNA 2013 • DOSSIER • 81

Dosser092013  
Dosser092013  
Advertisement