Page 133

Ester Schiaffonati



Con il “Giardino del Sole” vogliamo evocare il senso della vita, del trascorrere del tempo e del passaggio di esperienza dagli anziani ai bambini

seguito di esigenze particolari o a bisogni di temporaneità». Tra le peculiarità di Villa Verde c’è la grande attività sul territorio. «Siamo riusciti – prosegue Schiaffonati – a instaurare un importante network di relazioni con la comunità, le istituzioni e gli altri enti presenti nella provincia di Piacenza. Esemplificativo in questo senso è il progetto “A piccoli passi” che ha permesso di realizzare incontri e scambi tra i bambini del Nido d’Infanzia “Sole e Luna” e gli ospiti anziani della Casa Residenza “Villa Verde”. Questo progetto ha incentivato le capacità cognitive, affettive, relazionali e sociali di bambini e anziani; nei primi, abbiamo ottenuto il raggiungimento di valori educativi e negli anziani il raggiungimento della condi-



zione di benessere esistenziale. Per gli anziani si è notata un’attiva stimolazione del ricordo e per i bambini si è creata l’opportunità di una conoscenza diretta dell’anzianità. Questi obiettivi sono stati raggiunti attraverso tre attività di laboratorio: laboratorio d’impasto, laboratorio con il colore e laboratorio all’aperto. Quest’ultimo in particolare, articolato nelle due giornate conclusive, ha visto bambini e anziani insieme impegnati nella creazione del giardino aromatico e del giardino fiorito della Casa Residenza “Villa Verde”». Il giardino inaugurato il 7 giugno è stato chiamato “Giardino del Sole”. «In questo modo intendiamo evocarne il senso della vita, del trascorrere del tempo e del passaggio di espe-  EMILIA-ROMAGNA 2013 • DOSSIER • 201

Dosser092013  
Advertisement