Page 124

SISTEMA PORTUALE

Lo scalo partenopeo guarda al futuro Partiranno i lavori per la darsena di levante, l’atteso intervento che incrementerà il traffico merci. Per il presidente dell’Autorità portuale, Luciano Dassatti, c’è in cantiere un grande progetto che, se ben condotto, porterà a Napoli finanziamenti per 335 milioni di euro Paola Maruzzi

Autorità portuale di Napoli è intenzionata a fare ordine sui prossimi passi da compiere per incrementare il volume dei traffici: l’obiettivo, raggiungibile con la realizzazione della darsena di levante, è arrivare a 1 milione di teus. Luciano Dassatti, presidente dell’Autority, va dritto al punto: «La fortuna di un porto viene fatta dalle merci e non dalle piattaforme, come accaduto a Gioia Tauro che ha avuto un primo periodo di splendore, ma oggi ha perso una buona percentuale dei traffici». Il comitato portuale ha così sintetizzato e formalizzato un dettagliato piano d’azione «in modo da arrivare pronti a Bruxelles e chiedere finanziamenti per 335 milioni di euro». A chi pensasse che il progetto sia troppo ambizioso, Dassatti risponde che «non è un “libro dei sogni”, ma è frutto di un tavolo tecnico, nato esaminando le richieste degli operatori, i primi a volere un potenziamento».

L’

196 • DOSSIER • CAMPANIA 2011

Il 27 settembre c’è stata la riunione del comitato portuale per discutere di questo “grande progetto”. Cosa è emerso? «Ci siamo dati venti punti che sintetizzano le esigenze e le criticità, valutandole sul breve, sul medio e sul lungo termine. Queste linee guida vanno a integrare il piano operativo triennale dell’anno scorso e sono state già tenute in considerazione nel bilancio di quest’anno, approvato entro il 31 ottobre. Inoltre ne terrà conto anche il piano regolatore. La ricerca è durata circa un anno: ci siamo interrogati sulle urgenze da affrontare per avere uno sviluppo del porto e abbiamo concluso che questo non deve essere indirizzato alla portata straordinaria, da 10 milioni di teus, delle piattaforme logistiche, bensì essere proporzionato alle effettive esigenze della merce». A breve termine su cosa bisogna stringere? «Sulla darsena di levante che

porterà a un milione i teus, contro gli attuali 530mila contenitori l’anno. Nei prossimi mesi è prevista la posa del cantiere. Chi si è aggiudicato la gara ha proposto un dimezzamento dei tempi, così tra un anno e mezzo avremo la nuova piattaforma,

Luciano Dassatti, presidente dell’Autorità portuale di Napoli

Dossier Campania 10 2011  
Dossier Campania 10 2011  

dossier campania

Advertisement