Page 107

Edoardo Cosenza



Con il Piano casa si demolirà nelle aree a rischio Vesuvio o di dissesto idrogeologico per ricostruire in zone sicure

Nella pagina a fianco, Edoardo Cosenza, assessore ai Lavori pubblici, protezione civile e difesa suolo della Regione Campania



più, la Regione Campania, sensibile alla tematica della trasparenza e legalità, è stata tra i soci fondatori di Itaca, a cui nel tempo poi si sono associate anche le altre Regioni». Nuove misure anche per il

rilascio dei provvedimenti di autorizzazione sismica dimostra lo sforzo della giunta per velocizzare le pratiche. Come proseguirà il lavoro in questa direzione? «Grazie all’attivazione di una

short list e al riparto dei carichi di lavoro tra gli uffici delle varie province, si sopperirà in un tempo ragionevole ai ritardi del passato. In particolare, per quanto riguarda il Genio civile di Caserta, dove si sono accumulate nel corso del tempo circa 900 pratiche, la doppia azione rappresentata dal supporto istruttorio garantito da 33 esperti in ingegneria sismica esterni alla pubblica amministrazione e del Genio di Avellino, Ariano Irpino e Salerno, garantiranno entro sei mesi il ritorno alla normalità. Da subito saranno smaltite almeno 80 pratiche al mese grazie alla “solidarietà” delle altre strutture regionali, mentre le restanti istanze saranno valutate dagli ingegneri esterni». Quali potrebbero essere le occasioni di rilancio dell’edilizia in regione? «Sicuramente lo sblocco del Piano casa, perché consente di attuare aumenti di volume e, in base ad un articolo approvato su mio impulso, di demolire nelle aree a rischio Vesuvio o di dissesto idrogeologico per ricostruire in zone sicure, grazie alla cosiddetta moneta urbanistica, ossia alla possibilità di ampliare le volumetrie del bene. Ma non dobbiamo trascurare le importanti opportunità offerte dai Grandi progetti europei approvati recentemente dalla giunta regionale e dall’Unione europea per oltre 1 miliardo di euro». CAMPANIA 2011 • DOSSIER • 169

Dossier Campania 10 2011  

dossier campania

Dossier Campania 10 2011  

dossier campania

Advertisement