Page 90

TECNOLOGIE

Packaging, l’innovazione paga L’imballaggio flessibile è un settore in discreta salute, soprattutto per chi esporta. L’importante è investire nella ricerca tecnologica. L’analisi di Mario Maggioni Olivia Carli

industria dell’imballaggio flessibile gode di un discreto andamento, con una crescita intorno al 4 per cento. La contrazione dei consumi sul territorio nazionale è più che compensata dal mercato europeo ed extraeuropeo, valvola di sfogo della forte capacità produttiva italiana. È in questo quadro che si inserisce la scelta di Icr Spa di Origgio (VA), fornitore di cilindri incisi per la stampa rotocalco: «All’inizio dell’anno abbiamo siglato un’alleanza strategica con Janoschka, azienda multinazionale leader nel settore grafico con sede centrale in Germania. Si tratta di una collaborazione nata per condividere tematiche tecniche-produttive e per soddisfare le esigenze dei clienti internazionali e delle multinazionali presenti in Italia» spiega Mario Maggioni, presidente di Icr. Già, perché in questo comparto una delle sfide maggiori è la ricerca dell’eccellenza. Come? Investendo nello sviluppo. «Noi prestiamo grande attenzione all’evoluzione tecnologica e manteniamo tutto il complesso produttivo costantemente aggiornato. Lo scorso anno abbiamo anche compiuto un importante investimento installando la linea AutoCon per la produzione completamente automatica di cilindri rotocalco». Questa linea permette l’esecuzione di tutte le fasi di lavorazione del cilindro: preparazione delle superfici d’acciaio, ramatura, lisciatura, incisione, cromatura finale. E si è pronti per la prova

L’

Gli stabilimenti della Icr Spa si trovano a Origgio (VA) www.icr.it

108 • DOSSIER • LOMBARDIA 2012

stampa. Un’altra tecnologia di cui Icr va fiera è l’incisione autotipica elettrolitica. Dieci anni fa, dall’esposizione analogica è passata al digitale e cioè all’esposizione diretta dell’immagine sul cilindro (Ctc). «Adesso disponiamo di due linee produttive che utilizzano questa tecnologia e che permettono di incidere sia cilindri tradizionali che cilindri speciali per le applicazioni più svariate, con e senza retinatura e con profondità molto elevate». Sulla base di un’esperienza di oltre 35 anni, l’azienda ha messo a punto una nuova metodologia di lavoro per rendere più alta la qualità delle immagini stampate: il Color Management System (Cms), che, attraverso la standardizzazione di ogni fase di lavorazione, garantisce l’ottima corrispondenza tra la prova fotografica e il risultato di stampa in rotativa. «Abbiamo lavorato molto per mettere a punto questo sistema e lo manteniamo costantemente ottimizzato grazie alla stretta collaborazione tra il reparto fotografico e i reparti produttivi. Grazie al Cms, siamo in grado di monitorare completamente il processo produttivo,

DLombardia122012  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you