Page 199

Umberto, Federico e Olivia Piccardo

Il dottor Umberto Piccardo della Astore Spa di Genova - www.astorespa.it

fronte o di un doppio fronte di ribalta con pedane mobili, che permettono una movimentazione più veloce della merce e un’ottimizzazione dello spazio, oltre che impianti sprinkler che garantiscono una maggior sicurezza allo stoccaggio delle merci. Siamo sempre presenti in loco con nostri collaboratori qualificati in grado di intervenire tempestivamente per venire incontro alle esigenze di ogni singola azienda. Per dare avvio a un processo di diversificazione, dal 2010, grazie agli incentivi del secondo conto energia, abbiamo iniziato a costruire impianti fo-

tovoltaici sui nostri magazzini, e oggi possiamo vantare la realizzazione di 13 impianti per una potenza complessiva di 2MW, avendo smaltito anche l’eternit presente sulle coperture di ogni singolo capannone». È così facendo che la Astore Spa ha potuto registrare nel corso del 2011 una crescita di fatturato del 30 per cento grazie alla parte energetica e, nel corso del 2012, un andamento positivo del proprio trend di crescita superiore al 10 per cento. «Seguendo quest’idea che stiamo sviluppando ormai da qualche anno,- precisa l’amministratore Umberto

Piccardo - vorremmo dedicarci anche allo studio e alla realizzazione di ulteriori impianti in differenti campi energetici». Oltre a questo nuovo interesse per le energie rinnovabili, la Astore Spa è sempre attenta alla qualità del prodotto, anche in merito alla sicurezza. «Per riuscire a distinguersi e raggiungere una buona posizione sul mercato – conclude Olivia Piccardo – è necessario eccellere nella qualità. Ecco perché già da vari anni adottiamo anche accorgimenti sismici nella progettazione e costruzione dei capannoni e magazzini; ci preoccupiamo di ottenere le migliori e più avanguardistiche certificazioni, anche quelle non obbligatorie ma che possono rappresentare un vantaggio per coloro che useranno i nostri fabbricati – è il caso della certificazione per lo stoccaggio di merce particolare». L’innovazione va a braccetto con la sicurezza garantendo all’impresa un importante feedback in termini di competitività e ampliamento dei mercati. LOMBARDIA 2012 • DOSSIER • 237

DLombardia122012  
Advertisement