Page 186

EDILIZIA

Tenere il passo di un mercato in evoluzione Per l’industria edile lombarda, indebolita dai colpi della recessione, le risorse liberate dalla regionalizzazione del patto di stabilità possono rivelarsi una prima tappa di rilancio. «Un buon inizio, ma non la soluzione» avverte Luigi Colombo Giacomo Govoni

n giro d’affari in ribasso del 4,6 per cento nel 2011 e un valore complessivo di settore sceso di un quarto negli ultimi 5 anni. Sono segnali di forte affanno quelli che il sistema delle costruzioni lombardo lancia all’intera economia regionale. Non così drammatici da scalfirne il primato di principale piazza immobiliare d’Italia, ma abbastanza per salutare con sollievo il via libera alla regionalizzazione del patto di stabilità, formalizzata un paio mesi fa. «Questa iniziativa – osserva Luigi Colombo, presidente di Ance Lombardia – costituisce senz’altro una boccata d’ossigeno per quanti operano nel mercato dei lavori pubblici e che a fronte di ritardi indecenti nei paga-

U

224 • DOSSIER • LOMBARDIA 2012

menti, sono ormai sull’orlo del fallimento. Non la considero la soluzione a tutti i mali, ma è certamente un inizio». Quali nuove prospettive offre questo provvedimento ai costruttori lombardi? «Nell’ambito della regionalizzazione del patto di stabilità interno, che quest’anno ha liberato risorse per 210 milioni di euro, la Regione Lombardia, con una delibera della fine di ottobre, ha provveduto a ripartire definitivamente gli spazi di spesa tra i Comuni lombardi. Con tale

provvedimento gli enti locali beneficeranno, sulla base delle disponibilità finanziarie della Regione, di un plafond - integrato con ulteriori somme rese disponibili sulla base di una revisione di spesa del governo - che dovrebbe velocizzare i pagamenti delle pubbliche amministrazioni immettendo liquidità nel sistema economico lombardo». Nella dinamica ristagnante degli ultimi anni, come s’inserisce questa fase del comparto edile lombardo? «In questi ultimi anni abbiamo

DLombardia122012  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you