Issuu on Google+

aprile - giugno 2013

Fondazione informa Supplemento a “Il Melograno” a cura della Fondazione Rocca dei Bentivoglio tel. 051 83 64 05 e-mail: fondazione@roccadeibentivoglio.it - web: www.roccadeibentivoglio.it

Errare humanum est, perseverare autem diabolicum (Prov. lat.) a cura del Presidente Giovanni Battista Parente

L

a locuzione latina tradotta letteralmente, significa “commettere errori è umano, ma perseverare è diabolico”. La frase è entrata nel linguaggio comune, come aforisma con il quale si cerca d’attenuare una colpa, un errore, purché sporadico e non ripetuto. Il concetto viene espresso già da Cicerone (Filippiche XII. 5): Cuiusvis hominis est errare: nullius nisi insipientis, in errore perseverare (“è cosa comune l’errare; è solo dell’ignorante perseverare nell’errore”), e in modo più sfumato si trova in Livio (Storie, VIII, 35): Venia dignus est humanus error (“ogni errore umano merita perdono”). In seguito, dopo l’avvento del cristianesimo, sant’Agostino d’Ippona nei suoi Sermones (164, 14) afferma: Humanum fuit errare, diabolicum est per animositatem in errore manere (“cadere nell’errore è stato proprio dell’uomo, ma è diabolico insistere nell’errore per superbia”) ed ecco che dall’ignoranza di Cicerone siamo arrivati alla diabolicità e alla superbia di Sant’Agostino (probabilmente per Agostino l’errore nel passato dell’uomo è il paganesimo, superbia e diabolicità stanno nel rifiuto del cristianesimo). Ma perché tutto questo sfoggio di latino? Perché anche noi, in Fondazione,

commettiamo errori o almeno ci accusano di farlo? Perché chiudiamo il bilancio del 2012 con ca. 7.000,00 euro di perdita? Per questo e per altri motivi. Se la possibilità di sbagliare fa parte della natura umana: non ci possiamo sottrarre. Se dopo aver sbagliato non si vuole ammettere l’errore: questo fa parte della superbia. Se, infine, commesso l’errore si persevera in esso: questo fa parte dell’ignoranza o della diabolicità a seconda della visione del mondo di ciascuno. Il nostro errore è credere fermamente nella promozione della cultura. Lo ammettiamo e nel farlo rivendichiamo la nostra diabolicità o la nostra ignoranza perché vogliamo fortemente perseverare. Per far questo organizziamo, promuoviamo e realizziamo eventi culturali di vario tipo: mostre, convegni, attività didattiche etc. Promuoviamo il Museo A. Crespellani e le sue raccolte di reperti, la Mediateca, il Centro Studi T. Casini e la Scuola di Musica G. Fiorini o l’Archivio Storico di Bazzano e i suoi giacimenti documentali. Siamo sostenuti in primis dal comune di Bazzano e da alcuni privati che contribuiscono finanziariamente all’attività della Fondazione, poi vengono le sponsorizzazioni, la raccolta

pubblicitaria, gli incassi da attività commerciale (Museo e Scuola di Musica) le offerte libere. Ammettiamo anche che non tutto riesce egualmente bene. Non sempre l’affluenza del pubblico premia tutte le nostre iniziative, anzi in alcuni casi è talmente scarsa che parrebbe decisamente bocciarle senza possibilità di appello. È un errore da non ripetere? Se fossimo schiavi dello share come le televisioni commerciali parrebbe così, ma poiché non giudichiamo solo con il metro della partecipazione insisteremo, magari migliorando gli aspetti di comunicazione perché non accada ancora di sentirsi dire che era una bella iniziativa ma che non se ne era saputo nulla. Volantini, manifesti, Fondazione informa, newsletter, www.roccadeibentivoglio.it e Facebook e Twitter non bastano? Penseremo a qualcos’altro! La cultura (spesso accompagnata da un aggettivo per definirla meglio) è un bene prezioso, che non può soggiacere solamente alle leggi del mercato — domanda e offerta —, ed il cui prezzo non può essere determinato solo da questo parametro. Essa deve (continua a pag. II...)

Un momento dell'evento teatrale collettivo "Mercuzio non vuole morire" - Compagnia della Fortezza di Volterra - dir. A.Punzo. Promosso dal Teatro delle Ariette nell'ambito della rassegna "Passaggio a sud ovest N°1 - Pensieri di cultura teatrale. 18-19 maggio 2013"


II

Fondazione informa

(segue da pag. I...)

Errare humanum est, perseverare autem diabolicum (Prov. lat.)

a cura del Presidente Giovanni Battista Parente

essere sostenuta, in maniera analoga a quanto avviene per l’istruzione. Se è lo Stato in prima persona che deve provvedervi questo non è sufficiente, perché la cultura ha un valore che deve essere riconosciuto, non può essere elargita solo gratuitamente, un piccolo “prezzo” deve essere pagato anche dai fruitori qualche volta. Ma può anche essere sostenuta da donazioni private, deducibili fiscalmente o da altre forme previste dalla legge, come la destinazione del 5xMILLE delle proprie imposte. Ebbene in conclusione sono a chiederVi, se non avete ancora pensato a chi destinarlo e anche in caso contrario, di indicare nell’apposito riquadro il codice fiscale della Fondazione Rocca dei Bentivoglio 0 2 7 6 3 5 8 1 2 0 0 per sostenerne le attività culturali destinando ad essa il vostro 5xMILLE. In fondo ci piace essere diabolici e perseverare nell’errore di ritenere la Cultura un bene prezioso per tutti.

Dona il tuo 5 per mille alla Fondazione Rocca dei Bentivoglio

sosterrai le attività culturali del Comune di Bazzano, ed in particolare del Museo Archeologico "A. Crespellani" della Scuola di Musica "G. Fiorini" della Mediateca Intercomunale dell'Archivio Storico Comunale del Centro Studi Tommaso Casini. Puoi farlo inserendo nell'apposita sezione il nostro codice fiscale

02763581200

. d e I I XXV

corti, ch

La rassegna Corti, Chiese e Cortili, ideata dall’Associazione Musicale l’Arte dei Suoni, è promossa dal Distretto Culturale di Casalecchio di Reno e dalle Amministrazioni Comunali di Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monte San Pietro, Monteveglio, Sasso Marconi, Savigno e Zola Predosa; è realizzata dalla Fondazione Rocca dei Bentivoglio con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura - Provincia di Bologna, nell’ambito di “In7”, eventi culturali nei sette distretti della provincia di Bologna.

Venerdì 14 giugno, ore 21.00 ORATORIO DI S. FRANCESCO IN CONFORTINO, CRESPELLANO “Harmonie da camera” Doppie ance concertanti Wenth, Beethoven, Triebensee Beethoboen Trio con strumenti storici del tardo settecento: Andrea Mion, oboe; Michele Antonello, oboe; Paolo Faldi, corno inglese Sabato 15 giugno, ore 21.00 CHIESA DI SAN MARTINO IN CASOLA, MONTE SAN PIETRO “Espressione e spettacolarità della tecnica pianistica” Beethoven, Liszt, Shchedrin Recital del pianista Matteo Santolamazza, I° premio XVI° conc. internazionale Luigi Nono (TO) Domenica 16 giugno, ore 21.00 ROCCA DEI BENTIVOGLIO, BAZZANO “Fiato non sprecato” Wind Bo Orchestra, dir. Daniele Faziani In collaborazione col Conservatorio G. B. Martini di Bologna Venerdì 21 giugno, ore 21.00 ANTICO BORGO DI OLIVETO, MONTEVEGLIO “Suoni nella sera” Poesia ed efficacia delle serenate Mutinae Plectri, dir. Cecilia Vaccari Sabato 22 giugno, ore 20.30 PARCO DI VILLA PUTTE, SASSO MARCONI “Sentori d’Europa” Folate di musica colta e popolare dalla Russia alla Spagna Fisa & Bas duo: Giacomo Rotatori, fisarmonica; Roberto Bartoli, contrabbasso. Al termine, passeggiata da Villa Putte a Fontana nella prima notte d’estate, in collaborazione con A Passo di Musica

Domenica 23 giugno, ore 21.00 CHIESA ABBAZIALE DEI SS. NICOLÒ E AGATA, ZOLA PREDOSA “Anime del ‘900” Colte, sacre e popolari Castelnuovo-Tedesco, Ghedini, Vacchi, Scattolin Coro Euridice, dir. Pier Paolo Scattolin e Maurizio Guernieri; Walter Zanetti, chitarra. Ore 19.45 Visita guidata a cura di Daniele Fabbri, in collaborazione con Associazione Culturale Zeula Lunedì 24 giugno, ore 18.00 CHIESA DI MONTE SAN GIOVANNI, MONTE SAN PIETRO “Gaudeamus omnes” Musiche dai mottetti e dagli oratori dei frati di Agostino Cappella Musicale di San Giacomo Maggiore, Bologna; Marco Ghirotti, organo Cipri sec. XVIXVII; concertatore Roberto Cascio. In collaborazione con “Itinerari organistici della Provincia di Bologna” Domenica 30 giugno, ore 18.00 SAGRATO DELLA CHIESA DI AMOLA, MONTE SAN PIETRO “Solenni e duttili” Antologia per quintetto di ottoni Wacky Brass Quintet Venerdì 5 luglio, ore 21.00 PALAZZO ISOLANI, MONTEBUDELLO, MONTEVEGLIO “Aventures sans piano” Sorprese nei ritmi, suoni e fraseggi del jazz Flavio Boltro-Mauro Negri Italian Quartet Sabato 6 luglio, ore 21.00 ABBAZIA DI MONTEVEGLIO, MONTEVEGLIO “Pietre miliari” Bach, Schubert, Chopin, Brahms, Schumann Recital del pianista Massimo Guidetti


III

Fondazione informa

chiese e cortili INFO:Tel. 051.83.64.26 -Cell. 331.910.70.37 w w w.rocc a d e i b e nt i vog l i o. i t cortichiesecortili@roccadeibentivoglio.it pagina Facebook: Corti, Chiese e Cortili seguici su Twitter: @FRBentivoglio - #CortiChieseeCortili2013

Domenica 7 luglio, ore 21.00 VILLA TURRINI ROSSI NICOLAJ, CALCARA, CRESPELLANO “L’aria nel sacco” Bazzano Castle Pipe Band; special guests: Fabio Melis, launeddas e didgeridoo; Marco Tadolini, zampogne; Alberto Massi, cornamusa scozzese Ore 19.45 Visita guidata alla villa, a cura di Silvia Rubini Venerdì 12 luglio, ore 21.00 CENTRO CA’ LA GHIRONDA, ZOLA PREDOSA “Vertici espressivi” Schubert, Brahms, Janacek, Debussi Paolo Ghidoni, violino; Marco Tezza, pianoforte Ore 19.45 Visita accompagnata a Ca’ La Ghironda Modern Art Museum Ingresso € 7,00 Domenica 14 luglio, ore 21.00 PIAZZA XV AGOSTO, SAVIGNO “Percussioni classiche e contaminate” In ricordo di Pietro e Giuseppe Pietrantonio Paolo Castelluccia, Antonio Greco, Erica e Giampaolo Salbego, percussioni; ospiti: altri musicisti amici di Pietro e Giuseppe Domenica 21 luglio, ore 6.00 CHIESA DELL’ABBAZIA, MONTEVEGLIO “Aurora Surgit” Spiritualità e affetti nel ‘600 veneziano Cavalli, Grandi, Monteverdi, Legrenzi I musici di Santa Pelagia (TO): Teresa Nesci, soprano; Gianluigi Ghiringhelli, controtenore; Nicola Brovelli, violoncello barocco; Maurizio Fornero, clavicembalo In collaborazione con “Parco Regionale dell’Abbazia di Monteveglio”. A seguire colazione e percorso multisensoriale nel borgo e nel parco

musica colta, sacra e popolare 24 maggio - 21 settembre 2013

Venerdì 26 luglio, ore 21.00 CA’ VECCHIA, PRAGATTO ALTO, CRESPELLANO “Radici nella Puglia” Suggestioni di una polifonia etnica e di ricerca Quartetto vocale Faraualla; Pippo D’Ambrosio, Cesare Pastanella, percussioni Nel parco di sculture di Giuliano Giuliani Sabato 3 agosto, ore 21.00 ROCCA DEI BENTIVOGLIO, BAZZANO “Rolling & Beatles night” Tributo alle due mitiche band mezzo secolo dopo Let it Beat group & Voodo lounge band Ingresso € 7,00 Domenica 4 agosto, ore 21.00 VILLAGGIO SENZA BARRIERE PASTOR ANGELICUS, BORTOLANI, SAVIGNO “Meglio soli e ben accompagnati” Dialogare e alternarsi nel jazz Massimo Tagliata, fisarmonica; Andrea Ferrario Quartet Venerdì 30 agosto, ore 21.00 VILLA EDVIGE GARAGNANI, ZOLA PREDOSA “Tamburello cuore pulsante” Tradizioni e modernità intorno alla pizzica tarantata Canzoniere Grecanico Salentino Ingresso € 7,00 Sabato 31 agosto, ore 18.00 SAGRATO DELL’ORATORIO DI S. EGIDIO, STIORE, MONTEVEGLIO “Tra le righe e le pieghe” Suoni colti, folklore e cinema nella musica per fisarmonica Quartetto Utopia: Gressi Sterpin, fisarmonica; Giampiero Strada, fisarmonica; David Sarnelli, bajan-organetto diatonico; Marco Fabbri, fisarmonica-bandoneòn

Sabato 7 settembre, ore 18.00 ANTICO BORGO DI PALAZZO DE’ ROSSI, SASSO MARCONI “Secondo a nessuno” La musica di Secondo Casadei Claudio Carboni, sax; Michele Marini, clarinetto; Maurizio Geri, voce e chitarra; Daniele Donadelli, fisarmonica Al termine, visita guidata al borgo cinquecentesco in collaborazione con A Passo di Musica Domenica 8 settembre, ore 21.00 PIAZZA GARIBALDI, BAZZANO “Anime Eclettiche” Blues, soul, funky Soul Stirring Sound Venerdì 13 settembre, ore 21.00 VILLA SAPORI-LAZZARI, CRESPELLANO “Altri suoni” L’acqua, i cristalli e i crini Da Bach a Morricone Gianfranco Grisi, cristallarmonio; Pierantonio Cazzulani, violino; Christian Serazzi, viola; Massimo Repellini, violoncello. Ingresso € 7,00 Sabato 21 settembre, ore 18.00 BADIA, MONTE SAN PIETRO “Suoni del Mediterraneo” Viaggio di musica e danza dal Marocco alla Grecia Daramad: Fabio Tricomi, oud, daf, darbuka, zarb; Igor Niego, riqq, daf, naj (flauto); Alessandra Caruso, bendir, darbuka, daf; Maria Martinez Peñalba; coreografa e danzatrice A conclusione del convegno sulla musica di tradizione orale “Dall’Appennino al Mediterraneo” Ingresso € 7,00


VI

Fondazione informa

VIBRAZIONI

Scuola Intercomunale di Musica Giuseppe Fiorini e dintorni A cura del Direttore Teresio Testa

R

icchissimo e impegnativo il finalone di questo anno scolastico per la Scuola Intercomunale di Musica G. Fiorini, che ha visto una ragguardevole quantità di occasioni nelle quali si sono cimentati di fronte al pubblico tantissimi musicisti in erba piccoli e grandi. Si tratta dei saggi finali dei numerosi corsi di pianoforte, violino, clarinetto e sax, chitarra classica e moderna, Basso, batteria e percussione, canto, flauto traverso, oltre alle varie forme di musica di insieme come l’Orchestra Arcobaleno (con gli ensemble di fiati, archi e chitarre), il Coro di voci bianche Cantichenecchi, la Bazzano Castel Pipe Band, e ad altre varie formazioni più piccole, ma non meno preziose. Questi appuntamenti hanno fatto vibrare le varie sezioni della Scuola in collaborazione con le diverse Amministrazioni Comunali: il 17, 18 e 19 maggio a Castello di Serravalle in collaborazione col Corpo Bandistico R. Zanoli, il 25 a Savigno, il 31 maggio e il I° giugno a Crespellano, la domenica 2 giugno a Monteveglio dove il Coro Cantichenechhi ha incontrato il coro di voci bianche dell’Euridice di Bologna e quello dei bimbi di Mikrokosmos; e poi il 3 e 5 giugno due sere di saggi Bazzanesi presso la Rocca dei Bentivoglio, l’Orchestra Arcobaleno che ha incontrato martedì 4 l’ensemble di chitarre di Mirandola confermando la solidarietà nei confronti di quelle sfortunate popolazioni, e infine il saggio finale della nostra Scuola Media ad Indirizzo Musicale il 6 giugno

sempre in Rocca, a conferma della antica e sempre viva collaborazione con l’Istituto Comprensivo Bazzano Monteveglio. Se si tien conto che la XXVII edizione della rassegna Corti, Chiese e Cortili si è aperta il 24 maggio a Castello di Serravalle, proseguendo poi il 25 a Bazzano dove la Schola Cantorum ha incontrato cori di Modena e di Massa Lombarda, che nella stessa rassegna si trovano l’Orchestra Arcobaleno il 4 giugno e la Bazzano Castle Pipe Bamd il 7 luglio nella splendida Villa Nicolai di Calcara, che all'Abbazia di Monteveglio ci sarà il 7 giugno un delizioso concerto di musica medioevale per il 7° centenario della nascita di Boccaccio, si può ben ammettere che la promozione della cultura

musicale nella Valle del Samoggia sia vivace e fruttuosa, fondata sul sinergico impegno di famiglie, ragazzi, Istituzioni del territorio e l’mpegno ammirevole della Fondazione Rocca dei Bentivoglio. Già dal primo giugno sarà possibile, sul sito www.roccadeibentivoglio.it, iscriversi per la nuova avventura dell’anno scolastico 2013-2014 con la possibilità di scegliere anche nuovi corsi come quello di violoncello, di oboe o di fisarmonica. Una auspicabile convenzione fra la Fondazione Rocca dei Bentivoglio e le attuali Amministrazioni Comunali della Valle del Samoggia potrebbe certamente dare sostegno sicuro alla Scuola Fiorini e agevolarne il transito nel futuro Comune di Valsamoggia.

Due immagini del primo concerto della XXVII rassegna Corti, Chiese e Cortili il 24 maggio a Castello di Serravalle. Un "Omaggio alla musica inglese e a Britten nel centenario della nascita", con Monica Paolini, alla chitarra e il soprano Barbara Vignudelli

rimani aggiornato su tutti gli appuntamenti di Bazzano e dintorni hai più possibilità

  

sul web, all'indirizzo www.roccadeibentivoglio.it su Facebook: metti un "mi piace" sulla pagina Fondazione Rocca dei Bentivoglio su Twitter: @FRBentivoglio


Fondazione Informa. n.2 a.2013