Page 85

Sezione 3: I settori di intervento

Arte e attività culturali

operano nel campo artistico-culturale, con l’obiettivo di accompagnarle in percorsi di miglioramento organizzativo e di efficacia gestionale. Gli organi di gestione delle imprese concorrenti dovevano essere composti da giovani tra i 18 e i 34 anni. Al Conservatorio di Musica Pollini di Padova è stato assegnato un contributo per una borsa di ricerca per il ruolo di coordinatore del Laboratorio SAMPL (60.000 euro), sviluppato in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Padova e con il sostegno della Fondazione per essere luogo di incontro dei risultati della ricerca nell’ambito dell’informatica musicale e della produzione artistica contemporanea. Il laboratorio costituisce un punto di riferimento nel contesto internazionale e opera in collaborazione con l’Ateneo e con altre analoghe strutture europee. Per quanto concerne le programmazioni culturali di altri soggetti istituzionali, la Fondazione ha rinnovato il sostegno alle seguenti manifestazioni culturali: “RetEventi” della Provincia di Padova (150.000 euro), “Tra Ville e Giardini” della Provincia di Rovigo (100.000 euro), le manifestazioni “Universi Diversi”, “Padova Carrarese” e “RAM” del Comune di Padova, alle quali quest’anno è stata legata la rassegna primaverile “Padova Photo-Graphia 2013” (complessivi 370.000 euro), e la mostra “Venetkens” sui Veneti antichi, realizzata presso Palazzo della Ragione dal 6 aprile al 17 novembre 2013 dal Comune di Padova in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto (200.000 euro), oltre alle manifestazioni culturali realizzate dal Comune di Rovigo (150.000 euro). Hanno beneficiato del sostegno della Fondazione anche l’Ente Rovigo Festival, che ha promosso la XXVI edizione del Festival musicale “Deltablues” (90.000 euro), l’associazione Amici della Musica di Padova per la realizzazione di due concerti tenuti dai pianisti Richard Goode e Michele Campanella nell’ambito della rassegna “Un pianoforte per Padova” (20.000 euro), l’associazione culturale Minelliana di Rovigo per le attività culturali svolte nel 2013 (20.000 euro) e la Fondazione March di Padova per la II edizione di “Detour”, festival cinematografico internazionale dedicato al tema del viaggio (20.000 euro). Infine, nel 2013 la Fondazione ha confermato gli annuali sostegni a favore delle associazioni culturali (FAI, Associazione Culturale Padova e il Suo Territorio, Ente Nazionale Francesco Petrarca, Associazione Amici dell’Orchestra di Padova e del Veneto, Associazione Istituto della Commedia dell’Arte Internazionale - ICAI) ospitate nella Casa della Rampa Carrarese a Padova, immobile di proprietà di Auxilia Spa, società strumentale della Fondazione, destinato a divenire un centro culturale a servizio della città di Padova (57.000 euro).

PROGETTI E INTERVENTI SOSTENUTI PER PERSEGUIRE L’OBIETTIVO “PROMUOVERE UNA PROGRAMMAZIONE ARTISTICO-CULTURALE CHE SAPPIA INCENTIVARE LA DIFFUSIONE DELLA CONOSCENZA E OFFRIRE ALLA COMUNITÀ MAGGIORI OCCASIONI DI ARRICCHIMENTO CULTURALE” La Fondazione ha promosso e realizzato direttamente, per mezzo della sua società strumentale Auxilia Spa, i seguenti eventi espositivi: • dal 23 febbraio al 23 giugno 2013 a Palazzo Roverella a Rovigo si è tenuta la mostra “Il successo italiano a Parigi negli anni dell’impressionismo: la Maison Goupil” (531.738 euro). Con quasi 40.000 visitatori, la mostra ha toccato il secondo record di visite nei 7 anni di eventi espositivi nel palazzo rodigino. L’esposizione si è pregiata di numerose collaborazioni internazionali ed è stata richiesta dal Musée des Beaux Arts di Bordeaux in Francia, città dove ha sede il Museo Goupil e dove è stata replicata dal 23 ottobre 2013 al 2 febbraio 2014 [A Progetti approfonditi 2013]. • La Fondazione ha promosso l’estensione dell’apertura di Palazzo Roverella a Rovigo anche durante l’estate (40.000 euro). Vi sono conservate gran parte delle opere della collezione della Pinacoteca dell’Accademia dei Concordi e del Seminario Vescovile. L’iniziativa, durata dal 9 luglio al 29 settembre, è stata arricchita da laboratori didattici, visite guidate tematiche, aperture serali e visite guidate curate da giovani “ciceroni”. L’iniziativa ha registrato circa un migliaio visitatori e sono stati oltre 300 i bambini che hanno partecipato ai laboratori creativi. • Per valorizzare le opere d’arte appartenenti alla Pinacoteca dell’Accademia dei Concordi e del Seminario Vescovile, è stata proposta, sempre a Palazzo Roverella, la mostra “I Mai Visti” (118.500 euro) che ha esposto dipinti di grande pregio appartenenti alla collezione, molti dei quali, soprattutto quelli risalenti al Novecento, non erano mai stati mostrati prima. Sono state messe a punto visite guidate per le scuole, visite guidate per i singoli visitatori e laboratori ludico-creativi per i bambini e le famiglie durante i weekend. I visitatori sono stati complessivamente 4.300.

75

Bilancio Sociale 2013  
Bilancio Sociale 2013  

Documento di rendicontazione economica, sociale e ambientale della Fondazione

Advertisement