Page 1

ANNO XII

Numero 6

Dicembre 2013

BIMENSILE DELLE RESIDENZE GIUBILEO

L’occhiale “La solidarietà è la grande speranza del nostro futuro.”


Sommario Sommario Informazioni Utili Orari

pag. 1/2

Buon Compleanno Festeggiati di ottobre-novembre

pag. 4/5

Attività servizio – socio educativo Inaugurazione della mostra artistica

pag. 5

Concerti Concerto musicale con Lodino Pomeriggio musicale con il gruppo: “Canto libero”

pag.. 6 pag. 7

Eventi 100 anni della sig.ra Maria Michelotto

pag. 8

Una bella cosa 27 ottobre: Memorial messa Festa di san Martino

pag. 9 pag..10

L’angolo letterario Halloween Filastrocca: San Martin

pag. 11 pag. 14

Il mestolo mestolo d’argento Torta di patate americane

pag. 16


Inform Informazioni Utili ORARI BAR: BAR tutti i giorni. Mattino dalle ore 9.30 alle ore 11.45 Pomeriggio dalle ore 15.30 alle ore 18.15 PARRUCCHIERE Martedì, mercoledì, giovedì Dalle ore 14.00 alle ore 18.00 PODOLOGO Lunedì- mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 11.30 MEDICI Dr. Crea Dr. Travaglia

Dott.ssa Licursi

lun-sab mar-mer-ven giovedì lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

10.00-11:30 15.00-16.30 11.00- 12.30 15.30- 18.30 08.30-11.30 15.00- 18.00 10.30- 13.30 09.30-13.30 11.30 - 13.30 12:30- 14:30 15.30 - 17.00 10.30- 12.30 08.30-10.30 13.30-15.00

1


Dr. Malatesta

lunedì martedì mercoledì giovedì

venerdì sabato

08.00-12.00 12.00 - 15.00 08.00-11.00 14.00-17.00 12.00-15.00 08.00-10.00

N.B.

Al fine di evitare inutili e spiacevoli attese, si invitano i sigg. parenti che volessero contattare il medico del proprio congiunto , a compilare l’apposito modulo presso il centralino, ciò garantirà un celere e sicuro contatto con il medico. Dott. Malatesta

PSICOLOGA: D.ssa Minervini

dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00

S. MESSE Tutti i giorni Santa Messa:

8:00 17:00

Domenica Santa Messa:

10:30 17:00

Adorazione : ( mercoledì/ venerdì/domenica) 15:00 / 17:00

Santa messa al Giubileo (solo venerdì) 10:30

Buonhttp://www.oiconlus.it compleanno a…

Indirizzo del sito della Fondazione Opera Immacolata Concezione:

oppure: http://community.oiconlus.it

2


MESE DI OTTOBRE

Barin Rosina Bellon Luigi Boccardo Imelde Cecchinato Ada Damerini Angelina Danese Rina De Franceschi Mirella Gambarato Ermida Leggeri Maria Pavan Emilio Pischedda Maria laura Porro Luigi Rizzo Maria Maddalena Rosa Francesca Rossato Anna Maria Samburago Giovanna Sartori Severino Schiavi Lucia Trevisan Maria Lucia

09 26 08 22 10 06 30 15 22 31 06 11 09 05 04 14 18 08 31

3


MESE DI NOVEMBRE

Bertocco Santina Borille Agnese Bortolami Lina Cappellazzo Maria Gnutti Clelia Martinoli Ferruccio Michelotto Maria (100 ANNI) Nicosia Marina

01 02 07 06 10 21 14 11

4


Attività servizio socio – educativo Inaugurazione della “mostra artistica 2013” Il servizio socio-educativo della Residenza Pio XII è lieto di invitarVi alla “mostra artistica 2013” allestita al primo piano del nucleo E della struttura. La mostra, dove saranno esposti i lavori di sartoria e decoupage che i nostri ospiti hanno realizzato durante il corso dell’anno nei vari laboratori, resterà aperta fino al 23 di dicembre con il seguente orario: Lunedì e venerdì: Martedì e giovedì: Mercoledì:

10:00 – 12:00 e 15:00 – 16:00 10:00 – 12:00 e 15:00 – 17:00 10:00 – 12:00 e 15:00 – 17:30

5


CONCERTI Concerto musicale con Lodino  Domenica 27 ottobre abbiamo pensato di offrire, ai nostri cari amici ospiti della residenza Pio XII, un pomeriggio musicale con il nostro cantante e amico Lodino. Le sue performance e la sua voce ormai non sono nuove in quanto nostro gradito ospite in altre occasioni. La scelta del repertorio, sempre molto azzeccata, ha coinvolto i tanti ospiti e familiari che hanno partecipato al concerto: musica di vario genere, brani musicali di cantati molto conosciuti e famosi. Non sono mancate, poi, canzoni popolari che hanno invogliato tutti a cantare e a ballare. E’ stato un pomeriggio di vero relax per gli ospiti che vivono nella residenza. Al termine Lodino ha salutato tutti gratificato dagli applausi e contento di essere stato, ancora una volta, presente nella nostra struttura.

6


Pomeriggio musicale con il gruppo: “Canto libero” Un nutrito gruppo di cantori è venuto a farci visita domenica 24 novembre. Tutti vestiti coordinati, eleganti eleganti ma soprattutto sorridenti; la gran parte di loro veniva da Piove di Sacco equipaggiati con una grande simpatia e voglia di trasmettere serenità ed allegria. Dopo averli averli ascoltati, applauditi eravamo tutti concordi nell’affermare: nell’affermare: “missione compiuta”! compiuta”! Il repertorio era proprio indovinato, ha soddisfatto i gusti ed ha trasmesso “il “il piacere del canto di un tempo” tempo” tanto che molti ospiti andavano dicendo: “la ricordo bene questa canzone è stata la colonna sonora del primo incontro con mio marito”, oppure “questa canzone la cantava sempre sempre mia madre in casa”, ed ancora “mio papà fischiettava questo motivetto quando faceva i suoi lavoretti”… Cosa dire poi del maestro Gianni che ha diretto con grande allegria le magnifiche voci soliste e l’affiatatissimo coro. coro.

7


Nel gruppo dominava la componente femminile, un po’ come fra i nostri ospiti, ma i pochi maschietti sono stati all’altezza del loro ruolo oltre ad essere anche un po’ coccolati perché come dice il detto: “pochi ma buoni”, ed è bene tenerli da conto! conto! E’ stata una bella occasione per stare insieme e scambiarci così gli auguri natalizi perché oramai il Natale è alle porte.

EVENTI 100 anni della sig.ra Maria Michelotto Il giorno 6 novembre, alle Residenze Giubileo, abbiamo festeggiato i compleanni degli ospiti che spengono una candelina in più in questo mese; tra loro c’è stato un compleanno speciale, quello della sig.ra Michelotto che ha compiuto 100 anni. Circondata dall’ affetto della famiglia e dal nostro, sono arrivati degli auguri speciali di una rappresentante istituzionale del comune di Padova, la consigliera: Cristina Tosi. Con la consegna di un coloratissimo mazzo di fiori sono state dette parole semplici ma che hanno toccato il cuore, la sig.ra Tosi ha parlato del bel rapporto che ha con la longevità vantando anch’essa in famiglia persone di ragguardevole età. Ogni festeggiato ha avuto gli auguri personali della sig.ra Cristina e le “impareggiabili” dediche musicali del apprezzatissimo Lodino, cantante e musicista che più volte ha allietato i nostri pomeriggi di festa. 8


La musica, l’atmosfera gioiosa sono state corredate dall’immancabile degustazione di deliziosi dolci, e quale migliore conclusione ….

Una bella cosa 27 ottobre: memorial messa Come da tradizione, anche quest’anno abbiamo dedicato una Santa Messa a tutti i cari estinti che si sono spenti nelle nostre Residenze. Nella chiesa Maria madre di Dio la celebrazione eucaristica è stata un’occasione per raccoglierci tutti insieme e dedicare un momento di sentita preghiera a quanti hanno lasciato questa terra ed hanno testimoniato con la loro vita tutta la complessità rappresentata dall’esistenza. Abbiamo voluto confermare 9


con la preghiera che i nostri genitori, nonni, mariti, mogli, fratelli, amici che ci hanno lasciato, rimarranno con noi per sempre, per quello che ci hanno trasmesso, donato, rappresentato, vissuto insieme a noi. Abbiamo reso grazie a Dio per averci donato la vita e per averci concesso di viverla pur nelle tribolazioni, nelle traversie ma anche nella gioia, nelle soddisfazioni della realizzazione di ogni particolare, perché unica, vita.



Festa di San Martino  Dice un detto: “la festa di san Martino ci fa sentire l’inverno più vicino”; forse per questo è memoria scaldare il palato con castagne, vino e dolci. Come ormai tradizione vuole, infatti, anche quest’anno, abbiamo festeggiato la festa di san Martino con uno splendido pomeriggio di musica accompagnato dall’ormai tradizionale dolce di patate americane e gherigli di noci che i nostri cuochi del “Civitas Vitae” hanno preparato per noi. Il dolce, che riscuote sempre un grande successo, ha ricevuto molti apprezzamenti dai nostri ospiti tanto da non rimanerne neanche un pezzetto. Il pomeriggio è stato animato dalla straordinaria vitalità del volontario V.A.d.A. Ato che per l’occasione ha preparato un vasto repertorio di musica di vario genere invitando noi tutti a cantare. Non sono mancati momenti di lettura e di riflessione ricordando, attraverso racconti, questa particolare giornata dedicata a questo famoso Santo di nome Martino, che, la leggenda narra, trovandosi nelle vicinanze della porta della città di Amiens, in Gallia, vedendo un povero 10


mendicante seminudo e tutto infreddolito, decise di impulso di dividere il suo mantello in due condividendolo con il povero uomo. Un gesto davvero generoso, tanto da essere stato premiato dal buon Dio con un giorno di sole .. proprio per questo si dice che il giorno di san Martino è anche “l’estate di san Martino” a ricordo di una segno di grande magnanimità. Il pomeriggio ha riscosso un grande successo; gli ospiti e i familiari, che hanno partecipato, si sono molto divertiti, cantando e accompagnando a suon di battiti di mani la musica proposta. Una festa molto bella … da non dimenticare!!

L’angolo letterario Halloween Halloween è una festività che si celebra la notte del 31 ottobre, principalmente negli Stati Uniti e rimanda a tradizioni antiche della cultura celtica e anglosassone. Oggi è diffusa anche in altri Paesi del mondo e le sue caratteristiche sono molto varie: si passa dalle sfilate in costume ai giochi dei bambini, che girano di casa in casa chiedendo dolcetto o scherzetto. Fare dolcetto o scherzetto è un'usanza di Halloween. I bambini vanno travestiti di casa in casa chiedendo dolciumi e caramelle o qualche spicciolo con la domanda "Dolcetto o scherzetto?". La parola "scherzetto" è la traduzione dell'inglese "trick", una sorta di minaccia di fare danni ai padroni di casa o alla loro proprietà se non viene dato alcun dolcetto ("treat"). "Trick or treat" (dolcetto o scherzetto) in realtà significa anche "sacrificio o maledizione". La pratica del travestirsi risale al Medioevo e si rifà alla pratica 11


tardomedioevale dell'elemosina, quando la gente povera andava porta a porta ad Ognissanti (il 1º novembre) e riceveva cibo in cambio di preghiere per i loro morti il giorno della Commemorazione dei defunti (il 2 novembre). Questa usanza nacque in Irlanda e Gran Bretagna, sebbene pratiche simili per le anime dei morti sono state ritrovate anche in Sud Italia. Shakespeare menziona la pratica nella sua commedia “I due gentiluomini di Verona” (1593), quando Speed accusa il suo maestro di "lagnarsi come un mendicante ad Hallowmas [Halloween]. La storia di Halloween risale a tempi remoti, ovvero in quel periodo dove la Francia, l’Inghilterra, l’Irlanda e la Scozia, facevano parte della cultura celtica, successivamente l’Europa cadde sotto il potere di Roma. Lo storico Nicholas Rogers, ricercando le origini di Halloween, nota che mentre "alcuni studiosi hanno rintracciato le sue origini nella festa romana dedicata a Pomona - dea dei frutti e dei semi - o nella festa dei morti chiamata Parentalia, Halloween viene più tipicamente collegata alla festa celtica di Samhain". Il nome della festività, mantenuto storicamente dai Gaeli e dai Celti nell'arcipelago britannico, deriva dall'antico irlandese e significa approssimativamente "fine dell'estate". L'idea che Halloween derivi dal Samhain fu diffusa da due studiosi di fine Ottocento, Rhŷs e Frazer: in questa teoria, secondo il calendario celtico in uso 2000 anni fa tra i popoli dell’Inghilterra, dell’Irlanda e della Francia settentrionale, l’anno nuovo iniziava il 1º novembre. Questo giorno coincideva con la fine della stagione calda, celebrata la notte del 31 ottobre con la festa di Samhain. Per un popolo essenzialmente agricolo come i Celti, l’arrivo dell’inverno era associato all’idea della morte e si credeva che gli spiriti esercitassero il loro potere sui raccolti dell’anno nuovo. La festa di Halloween sarebbe dunque legata al mondo della natura, per 12


quanto lo spiritismo apparisse contrario ai principi del Cristianesimo che si stava diffondendo nel nord Europa. Nell’840, la festa di Ognissanti fu ufficialmente istituita il 1º novembre mentre era papa Gregorio IV: Frazer ipotizzò che ciò fosse stato fatto per creare una continuità cristiana con la festa di Samhain allo scopo di scalzarla dalla cultura popolare; a conferma di ciò, osservò che, in precedenza, Ognissanti veniva già festeggiato in Inghilterra, il 1º novembre. Questa tesi ha avuto amplissima diffusione. Tuttavia lo storico Hutton l'ha messa in discussione, osservando che non ci sono prove che le tradizioni che caratterizzavano Halloween risalissero a prima del Medioevo, e osservando come Ognissanti venisse celebrato da vari secoli (prima di essere festa di precetto), in date discordanti nei vari paesi: la più diffusa era il 13 maggio, in Irlanda (paese di cultura celtica) era il 20 aprile, mentre il 1º novembre era una data diffusa in Inghilterra e Germania (paesi di cultura germanica). Dopo che il protestantesimo ebbe interrotto la tradizione di Ognissanti, in ambito anglosassone si continuò a celebrare Halloween come festa laica; in particolare negli USA, a partire dalla metà dell'Ottocento, tale festa si diffuse (specialmente a causa dell'immigrazione irlandese) fino a diventare, nel secolo scorso, una delle principali festività statunitensi. Negli ultimi anni, comunque, la festività di Halloween ha preso un carattere molto più consumistico e moderno. Festeggiamenti che durano interi weekend sono ormai tipici in tutti gli stati di influenza anglofona. Così quindi in Stati Uniti, Irlanda, Australia e Regno unito, Halloween viene festeggiato come una "festa del costume", dove party in maschera e festeggiamenti tematici superano il tipico valore tradizionale del "dolcetto o scherzetto", per dar vita ad una nuova tradizione di divertimento, tipica di una gioventù cresciuta. 13


Filastrocca: San Martin Come in uso in altre parti d'Italia anche a Venezia per San Martino, che si festeggia l’11 di novembre, si fa festa con i prodotti di stagione come vino e marroni. Questa tradizionale ricorrenza di inizio novembre, rammenta la leggenda di Martino, ufficiale romano del 316 d.C., che, vedendo un povero uomo sul giaciglio di una strada, ricoperto di soli stracci, decise di dividere parte del suo mantello con lui; in laguna questa festa è ancor oggi ricordata soprattutto grazie ai bambini che girano con pentoloni e campanacci per i negozi chiedendo qualcosa in dono e cantando, oltre al ritornello di “S. Martino campanaro”, anche filastrocche più complesse come questa …..

14


San Martin xe andĂ in soffitta a trovar ea so novissa. novissa. So novissa ha ghe gera San Martin xe cascĂ  par tera! E col nostro sachetin ve canteremo el San Martin!!!

15


Il mestolo d’argento

Torta di patate americane Ingredienti: 750g patate americane 90g burro 140g zucchero di canna 3 uova 1 cucchiaio di farina Mezzo cucchiaio di lievito 1 stecca di vaniglia Mezzo bicchierino di rum 30ml latte caldo

16


Preparazione Pulire e lessare le patate, passarle al setaccio e metterle in una terrina. Unire le uova, il burro e lo zucchero. Aggiungere il latte precedentemente riscaldato con la stecca di vaniglia, la farina e il rum. Versare il tutto in uno stampo rivestito con carta da forno e cuocere a 180째 fino quando prende colore. Una volta freddo cospargere con zucchero a velo o di canna.

Buon appetito!

17

Occhiale ottobre novembre 2013  
Occhiale ottobre novembre 2013  

bimestrale ottobre novembre 2013 residenza Giubileo

Advertisement