Page 1

ANNO XVI

Numero 3

GIUGNO 2017

BIMENSILE DELLE RESIDENZE GIUBILEO

L’occhiale “Limitare il dono in anticipo dicendo: arriverò fin lì, ma non oltre, significa non dare assolutamente nulla”

San Francesco d’Assisi


Sommario Informazioni Utili Orari

pag. 2/3

Buon Compleanno Festeggiati di aprile e maggio

pag. 4/5

Concerti e danze Concerto per pianoforte

pag. 6/7

Danze di primavera

pag. 7/8

AttivitĂ del servizio socio educativo Uscita presso il vivaio

pag. 8/9

Eventi Festa dei centenari

pag. 9/10

Chiusura del mese di maggio

pag. 10/11

Una bella cosa Maratona di S. Antonio

pag. 12

L’angolo letterario Maratona: storia e legenda

pag. 13/15

Il mestolo d’argento Torta morbida con le ciliegie

pag. 15/17

1


Informazioni Utili ORARI BAR: tutti i giorni Mattino dalle ore 9.30 alle ore 11.45 Pomeriggio dalle ore 15.30 alle ore 18.15 PARRUCCHIERE E BARBIERE Martedì, mercoledì, giovedì e venerdì Dalle ore 13.30 alle ore 18.00 PEDICURE Mercoledì dalle ore 9.00 – 12:00 alle ore 13.00 – 17:00

MEDICI Dr. Crea

Lunedì Mar/Mer. /Ven. Giov. /Sab.

9.30-12.3 0 14.30-17.30 10.00- 13.00

N.B. Al fine di evitare inutili e spiacevoli attese, si invitano i sigg. parenti che volessero contattare il medico del proprio congiunto , a compilare l’apposito modulo presso il centralino. Ciò garantirà un celere e sicuro contatto con il medico. Dott. crea

2


Dr. Malatesta

Lunedì Martedì/ Venerdì Mercoledì Giovedì Sabato

08.00-12.00 12.00 - 15.00 08.00 -11.00 14.00 -17.00 08.00-10.00

N.B. Al fine di evitare inutili e spiacevoli attese, si invitano i sigg. parenti che volessero contattare il medico del proprio congiunto, a compilare l’apposito modulo presso il centralino. Ciò garantirà un celere e sicuro contatto con il medico. Dott. Malatesta

Dr. Maraglino

lunedì Mart./ Merc./Ven. Giovedì Sabato

15.00-18.00 11.00 - 14.30 15.00- 17.30 08.00-10.00

PSICOLOGA: D.ssa Minervini

dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00

S. MESSE Tutti i giorni Santa Messa:

17:00

Domenica Santa Messa:

10:30 /17:30

Adorazione : ( merc/ ven/dom)

16:00

Santa messa al Giubileo (solo venerdì) 10:30

Buon compleanno a… Indirizzo del sito della Fondazione Opera Immacolata Concezione: http://www.oiconlus.it oppure http://community.oiconlus.it

3


COMPLEANNI DEL MESE DI

APRILE

Bano Adriana Barbieri Franco Beltrame Gianna Biasio Maria Buffa Elsa Calore Ada Camporese Jone Carraro Ada Ferro Maria Michielli Tiziano Milano Franceschina Piccolo Pasquina Pilotto Pasqua Redi Clara Vendramin Roberta Zannelato Mara

18 09 16 04 03 20 27 05 24 04 20 18 04 30 28 17

4


Compleanni del mese di

MAGGIO

Bettella Fernanda Bissacco Renato Bortolami Nereo Bosio Valerio Bussolin Cecilia Celio Pino Galiazzo Gastone Grismondi Gian Luigi Masiero Giuseppe Palma Enea Gastone Pavanello Lea Toniato Eridiana Uffici Irma Velludo Giuseppina Volpato Luciano

04 18 29 03 29 05 26 21 13 17 20 19 09 12 29 5


CONCERTI E DANZE Concerto per pianoforte Mercoledì 12 aprile, alle ore 16:00 alla Residenza Pio XII, la musicista ENY DA ROCHA ha offerto ai nostri ospiti un meraviglioso concerto per pianoforte, un pomeriggio di musica di alta qualità. Grazie al prezioso contributo di Ada Strada, sorella di un nostro ospite, che è riuscita letteralmente a fare arrivare da noi dal Brasile questa musicista di fama internazionale. Ci ha letteralmente ammaliato con le sue note e con la sua bravura, l’esibizione è stata impreziosita dalla sua profonda umanità, eleganza e generosità; un’artista con oltre 60 anni di carriera e che ha saputo trasmettere a noi tutti l’amore per la musica e il potere comunicativo senza mediazioni ne contaminazioni che essa può avere. Il programma è stato molto apprezzato e qui lo ricordiamo: Beethoven - Chiaro di luna (1’tempo). Morzat - Marcia turca. F. Chopin op. 66 Fantaisie impromptu. F. Liszt - Sogno d’amore. Pick Mangiagalli - La ronde de Harlequin. F. Mignone - Congada (Danza Brasiliana) Villa Lobos - Danza dell’indo bianco. 6


Un doveroso ringraziameto va alla signora Ada e alla splendida Eny da Rocha con l’auspicio di poterla rivedere e riascoltare.

Danze di primavera Davvero piacevole è stato lo spettacolo proposto lunedì 2 maggio presso la nostra struttura dall’associazione UPEL (Università Per la Terza Età) di Padova formato da un gruppo di signore che volontariamente hanno deciso di rimettersi in gioco proponendo danze popolari e folkloristiche di tutto il mondo. Le danzatrici, già più volte ospiti presso la nostra Redidenza, ci hanno offerto uno spettacolo molto suggestivo e colorato portandoci virtualmente per il mondo attraverso musiche antiche provenienti da varie nazioni. I costumi molto variopinti e le coreografie ben curate hanno reso il tutto ancora più gustoso divertendo 7


i tanti ospiti presenti per lo spettacolo. Ogni danza, come sempre, è stata preceduta da una piccola spiegazione cosicché il tutto è diventato ancora più attraente e singolare. Come sempre un grazie va a Sonia che è l’anima del gruppo e a tutte le ballerine per l’esibizione proposta. La promessa è quella di riaverle di nuovo tra noi… speriamo presto.

Attività del servizio socio educativo Uscita presso il vivaio Martedì 11 aprile un gruppo di ospiti della struttura assieme agli educatori

del

Servizio

Socio

Educativo,

accompagnati

da

Giacomina la prima operatrice dei nuclei C e D, il prof. Curti e l’amico Mariano siamo usciti per andare a comprare le piante e l’occorrente per abbellire i nostri due orti. Con i mesi di aprile e di maggio infatti il sole si fa più caldo e finalmente è possibile far ripartire i nostri due magnifici orti che si trovano all’interno dei giardini della Residenza Giubileo. Ortaggi, piante aromatiche, fiori … abbiamo comprato proprio tutto. Un grazie va al nostro amico e

8


collaboratore Mariano che con passione e operosità contribuisce nella buona riuscita di questo laboratorio e al prof. Curti che ogni lunedì ci permette di approfondire la conoscenza delle piante e dei fiori attraverso le “lezioni di botanica”.

Eventi Festa dei centenari Anche quest’anno, mercoledì 10 maggio, si è tenuta alla Civitas Vitae la tradizionale festa del Club Over 100, riservata ai nostri ospiti che hanno raggiunto il lusinghiero traguardo dei 100 anni. L’evento è stato aperto a tutti e si è svolto a partire dalle 15.30 sino alle 18:00 nel palazzetto del “Parco della vita e delle esperienze”. La giornata ci ha regalato un gradevolissimo sole e come nelle scorse edizioni c’è stata tantissima affluenza. Alla Residenza

Pio

XII

abbiamo

avuto

due

rappresentanti

ultracentenarie formidabili: la signora Giordari Mafalda e la signora Canesso Lidia; ad oggi ci sono trentaquattro tesserati attivi con un’età media di circa 102 anni. Dieci anni di Club, dieci anni di Eventi, oltre 200 centenari e supercentenari che hanno condiviso con noi la loro storia, la loro vita. Ecco il “cerchio della vita”, il continuum di storia tra anziani e giovani, nonni e nipoti, adulti e adolescenti, centenari e bambini; la realtà di vita tra generazioni, la coesione di persone, di attività, di proposte, di esperienze, di cura, di assistenza e di innovazione. Il segno di appartenenza a questo Club speciale è la tessera dei centenari, voluta dal professor Angelo Ferro, fin dalla prima edizione; dalla 9


fondazione del club le tessere sono state 224 e la numero uno era intestata alla signora Ada Favero, ospite della residenza pio XII, classe 1902. Questo evento è stato festeggiato perché per noi ha importanti significati: è un segno di testimonianza, di valore della memoria, di rispetto; gli anziani sono i depositari del nostro sapere, pensando che è da questa considerazione per la longevità che si può partire a misurare il grado di civiltà di una società.

Chiusura del mese di maggio L’ultima domenica di maggio è dedicata da sempre alla chiusura del mese dedicato alla nostra Madre Celeste. Domenica 28 maggio abbiamo voluto ricordare questa importante ricorrenza con una processione presso il parco della vita e delle esperienze seguita subito dopo dalla celebrazione della Santa Messa. Gli ospiti delle Residenze del Civitas Vitae, familiari e volontari tutti, si sono 10


riuniti per un momento di preghiera e di devozione per renderLe omaggio. Il ritrovo per tutti è stato alle ore 15:30 presso la chiesa

Maria Madre di Dio per poi partire in processione lungo le vie del parco invogliati anche dalle ottime condizioni climatiche. Nel tragitto gli ospiti delle residenze accompagnati dai sacerdoti, dalle

suore,

dai

volontari

del

V.A.d.A.

e

dagli

amici

dell’U.N.I.T.A.L.S.I. hanno recitato il santo rosario. Dopo la processione abbiamo partecipato alla Santa Messa celebrata da Mons. Costa. La giornata si è conclusa con la cena nel salone con alcuni rappresentanti delle due Residenze del S. Chiara e del Pio XII, assieme a tutti gli amici volontari V.A.d.A. e le sorelle e barellieri dell’associazione U.N.I.T.A.L.S.I. sempre presenti a questa bella iniziativa. Un grazie va a tutti i partecipanti con la promessa di ritrovarci l’anno prossimo per un altro momento di preghiera e di condivisione.

11


Una bella cosa Maratona di S. Antonio Pronti partenza … via!! Domenica 23 aprile 2017 guidata dalla bandiera bianca con il simbolo dell’OIC sorretta dal nostro direttore generale Dott. Toso, un gruppo di ospiti come rappresentanti della residenza Pio XII, familiari, volontari V.A.d.A., educatori delle vari sedi dell’OIC, abbiamo percorso la stracittadina di un km passando per via Sanmicheli, ponte corvo, fino ad arrivare alla Basilica di S. Antonio dove c’era il traguardo. E’ stata una domenica molto bella, piena di sole, all’insegna dello sport, del benessere e dello stare assieme. Dopo una breve sosta presso un bar nelle vicinanze della Basilica ci siamo avviati per il ritorno. La giornata si è conclusa con un buon pranzo presso la nostra residenza dove hanno partecipato tutti gli ospiti che hanno aderito alla maratona con i loro accompagnatori. Come ogni esperienza è risultata unica ... Vedremo di non mancare neanche il prossimo anno. 12


L’angolo letterario Maratona: storia e leggenda Maratona è una località nel sud della Grecia che dà il nome alla gara olimpica di corsa su strada più lunga. Solo la marcia prevede infatti una distanza maggiore (50 km) della maratona (42,195 km). Per capire il perché della nascita di questa specialità dell’atletica occorre tornare al 490 a.C., data della battaglia che oppose gli Ateniesi ai Persiani, nella piana di Maratona appunto, a poco più di 40 km da Atene. Nella storia raccontata da Erodoto, compare la figura di Filippide, di professione emerodromo, ovvero l’emissario di generali e politici che trasmetteva i messaggi semplicemente… correndo da un punto all’altro della Grecia. Gli emerodromi dovevano essere molto allenati, perché in grado di percorrere circa 100 km in poco meno di otto ore su terreni aspri e selvaggi. In quella occasione Filippide non percorse solo il tratto da Maratona ad Atene per annunciare la vittoria degli Ateniesi sui Persiani, come forse tutti ricordano; infatti, pochi giorni prima aveva fatto, sempre di corsa, il tratto Atene-Sparta e ritorno (500 km) in poco meno di 48 ore, per cercare aiuto presso gli Spartani, prima che la battaglia iniziasse. La leggenda dice anche che Filippide, al termine dell’ultima corsa Maratona-Atene, morì per il grande sforzo fisico.

13


Da Filippide alla maratona moderna La misura della maratona moderna ricalca all’incirca la distanza tra il ponte di Maratona e lo stadio Panathinaiko (noto anche come il Kallimarmaron ovvero “dei bei marmi”; lo stadio infatti è costruito interamente con marmo pentelico, proveniente dall’omonimo monte che si trova a nord-est di Atene). Nel corso dei secoli si hanno notizie sporadiche di prova di corsa su lunga distanza, come quella sostenuta nel XVIII secolo da Foster Powell, che corse in lungo e in largo per l’Inghilterra coprendo a tappe più di 600 km, alla veneranda età di sessant’anni! Nel secolo successivo divennero popolari alcune manifestazioni di corsa, in Inghilterra e negli Stati Uniti, moderni precursori di quella che oggi chiamiamo corsa a tappe: in una settimana si percorrevano circa 900 km. Ma per arrivare alla vera maratona, come è intesa modernamente, dalla data della battaglia (circa il 10 agosto 490 a.C.) occorre fare un salto nella storia fino al 1896, anno della prima Olimpiade moderna, in cui fu inserita la prova di corsa di circa 40 km; in onore di Filippide e della famosa battaglia, fu chiamata maratona. Questa idea fu suggerita da Michel Bréal and Pierre de Coubertin, e fu accettata e sponsorizzata dalla Grecia con molto orgoglio. I greci fecero le cose molto professionalmente, indicendo anche i trial per selezionare la squadra; il miglior tempo ottenuto fu di 3h11′27″, un tempo che oggi definiremmo da amatore… Alla prima maratona olimpica (10 aprile 1896) parteciparono 17 atleti uomini; l’unico italiano, Carlo Airoldi, fu squalificato prima di partire e non ammesso alla gara (era andato da Milano ad Atene a piedi….) perché accusato di essere un professionista, semplicemente perché aveva già corso più volte gare di 50 km. Degli altri partecipanti, infatti, nessuno aveva mai percorso più volte una distanza così lunga, anzi per la maggior parte di loro era la prima volta in assoluto. Vinse la gara 14


un atleta greco, Spiridon Louis, 23 anni , con il tempo di 2h58′50″. Dopo sette minuti giunse il secondo, un altro greco, Vasilakos, seguito da un terzo, Belokas, e quindi dall’ungherese Kellner. Spiridon Louis fu acclamato dagli 80.000 spettatori dello stadio e divenne una leggenda dell’atletica, anche se non continuò a correre; rifiutò le offerte di danaro e fama e tornò nel suo villaggio con la corona di olivo e la medaglia d’argento (le medaglie d’oro non esistevano ancora) riservate ai vincitori delle prime edizioni delle Olimpiadi moderne.

Il mestolo d’argento Torta morbida con le ciliegie

Maggio tempo di ciliegie, cosa c’è di meglio di una bella Torta morbida con le ciliegie per gustare questo frutto di stagione? Questa 15


ricetta, oltre ad essere veloce e facile da fare, è di un buono pazzesco, una torta morbidissima, soffice e profumata. Tempo di preparazione Tempo di cottura Porzioni

5 minuti 45 minuti 8 persone

Ingredienti             

200 g di farina 00 180 g di zucchero 2 uova intere 1 tuorlo 140 g di burro morbido o 100 ml di olio di semi 10 g di lievito per dolci 1 pizzico di sale 1 buccia grattugiata di limone 450 g di ciliegie Per la decorazione 10 ciliegie 1/2 limone succo 1 cucchiaio di zucchero

Ricetta e preparazione Lavate e asciugate bene le ciliegie, con l'aiuto di un coltello snocciolatele e tenetele da parte. In una ciotola o nella planetaria mescolate farina, lievito, zucchero, pizzico di sale, uova leggermente sbattute ed infine il burro morbido a pomata, lavorate il composto fino ad avere un impasto cremoso e sostenuto. 16


Stendete l'impasto con una spatola in uno stampo da 22-24 cm precedentemente imburrato e infarinato, mettete sopra le ciliegie snocciolate cospargete la superficie con poco zucchero. Infornate in forno preriscaldato a 180° per 45 minuti, fate sempre la prova stecchino prima di sfornare, deve uscire asciutto. Decorazione. In un pentolino mettete una decina di ciliegie intere a cui avrete tagliato il picciolo di pochi cm, unite il succo di limone e lo zucchero, fate cuore per 2-3 minuti. Spegnete la fiamma, fate raffreddare le ciliegie e poi usatele per decorare la torta. NOTE Le ciliegie se sono mature in cottura tenderanno a scendere nell'impasto e a formare una deliziosa cremina, una volta sformata la girate ed il sotto della torta diventerà il sopra; se invece sono più sode rimarranno belle in vista. Potete usare lo stesso impasto base per fare una crostata morbida. Stendete l'impasto in uno stampo dal diametro di 24-26 cm sopra mettete tante cucchiaiate di marmellata e infornate. La marmellata in cottura tenderà a scendere nell'impasto, non vi preoccupate perché una volta sformata la capovolgete e la base diventerà il sopra della vostra torta. Potete anche fare questa torta usando il classico stampo da muffin e avrete delle mini tortine morbidissime.

Buon appetito! 17

Aprile maggio 2017  
Aprile maggio 2017  
Advertisement