Page 1

BIL A N CIO S OCIA L E 2017


LA FONDAZIONE ARTURO TOSCANINI OPERA CON IL SOSTEGNO DI:

PARTNER ISTITUZIONALE DELLA FONDAZIONE ARTURO TOSCANINI

PARTNER ISTITUZIONALE DELLA FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

SPONSOR UFFICIALE DELLA STAGIONE NUOVE ATMOSFERE

IMPRESA AMICA DELLA SCUOLA

SPONSOR EVENTI


F ONDAZI ONE ART U RO T OS CANINI B I L ANC I O SOCIALE 2017


Questa settima edizione del Bilancio Sociale è l’ultima che ho il privilegio di introdurre a tutti coloro che desiderano conoscere i risultati della nostra attività al servizio del tessuto musicale regionale e nazionale. Mentre queste note vengono redatte, i nostri Fondatori Originari – Regione Emilia-Romagna e Comune di Parma – stanno individuando il nuovo Presidente e i nuovi Consiglieri di Amministrazione che avvieranno un nuovo ciclo di vita della Fondazione, designando il nuovo Sovrintendente. Lascio il mio incarico dopo dodici anni di permanenza negli organi della Fondazione, gli ultimi cinque da Presidente. I saluti sono quindi d’obbligo, ma non è scontata l’intensità con la quale li formulo a chi insieme a me ha guidato l’istituzione con barra assai salda, restituendola alla vita musicale con rinnovata intensità produttiva, con crescente qualità artistica e con risultati economici sempre positivi. Tutto questo è avvenuto in anni molto difficili per il Paese e per le sue arti, ma, grazie alla costante attenzione della Regione Emilia-Romagna e del MiBACT, la Fondazione ha potuto contare su una solida base da cui partire e da cui sviluppare una nuova progettualità, una autorevole presenza, una rinnovata strategia. Ne è simbolo evidente la nostra nuova sede, inaugurata il 25 marzo 2017 nel 150° compleanno di Arturo Toscanini. Dal Centro di Produzione Musicale che costituisce oggi il nostro cuore pulsante si irraggia la nostra attività. Realizzato grazie ad un autonomo investimento pluriennale e fortemente sostenuto dal Comune di Parma, che voglio ringraziare per il costante e concreto supporto, esso dimostra il senso del futuro che ha guidato l’azione di governo della Fondazione. I molti bilanci chiusi positivamente, ultimo dei quali quello che troverete delineato in questo volume, sono lo specchio di un costante equilibrio tra dimensione economica, attenzione strategica al ruolo preminente che svolgiamo sul territorio e crescita artistica della nostra Filarmonica. Certo di consegnare ai nostri successori un organismo pronto a nuove sfide, voglio ringraziare i membri del Consiglio di Amministrazione, i Sindaci Revisori e tutto lo staff della Fondazione, a partire dai suoi vertici, Luigi Ferrari e Rosetta Cucchi, per quanto hanno saputo creare in questi anni, dimostrando che un’amministrazione ordinata e una continua crescita possono coesistere nella vita di un’orchestra che resta motivo di orgoglio e di vanto nella regione che è stata di Verdi e di Toscanini. Luciano Pasquini, presidente

La pubblicazione del Bilancio Sociale 2017 costituisce per me anche il commiato da un’istituzione in cui ho trascorso dodici anni di vita professionale. Voglio perciò ringraziare tutti coloro che hanno lavorato per far ritrovare durevole prestigio artistico e solido equilibrio economico a quella che è oggi la prin­cipale Orchestra regionale italiana, l’unica dotata di una Filarmonica capace di af­fron­tare per riconoscimento internazionale il grande repertorio sinfonico storico, moderno e contemporaneo. Il lavoro svolto non ha mai perduto in questi anni il concreto sostegno dello Stato, dei Soci Fondatori e di numerosi altri Partner. Grazie ad essi, gli indirizzi espressi con lungimiranza dagli Organi statutari di governo e di controllo, l’attenzione riservata a ogni scelta e dettaglio del lavoro artistico, tecnico e amministrativo e a ciascuna voce di entrata e di costo, e soprat­ tutto la passione e l’impegno quotidiano di chi lavora dentro e, spesso, fuori delle nostre mura, hanno creato uno strumento produttivo pari a po­chi altri nella vita musicale del Paese, come dicono i dati contenuti in questo volume. Realizzando 142 concerti, 38 recite d’opera e un prestigioso Concorso internazionale di direzione d’orchestra, in un anno segnato dal 150.o anniver­sario toscaninia­no, abbiamo consolidato una dimensione operativa di cui la nostra nuova e moderna sede è degno simbolo. I tanti ospiti già venuti a visitarla, impres­sionati sia dalla collocazione al centro di un vasto parco urbano, sia dagli ambienti e dalle dotazioni tecniche, non hanno però mancato mai di apprezzare, insieme all’edificio, anche l’eccezionalità del modello produt­tivo realizzato in questi anni. Tuttavia, nel momento in cui un ciclo importante si chiude, più che a un elenco di obiettivi raggiunti credo utile guardare alle prossime mete e alle nuove sfide che l’istituzione dovrà affrontare, consapevole di poter contare su fondamenta solide. Sono convinto che in questa prospettiva non verrà meno lo spirito che da sempre appartiene alle genti, alle terre e alle tradizioni dell’Emilia-Romagna: alludo alla capacità di costruire, di agire in modo articolato e solidale, di avvalersi del lascito del passato come base del proprio futuro. Quanto a me, considero un onore aver partecipato a dodici anni di vicende musicali profes­sio­nalmente ricche e umanamente intense. Ne auguro almeno altrettanti e altrettanto soddisfacenti a chi mi succederà, all’ombra del Maestro e grande Italiano di cui la nostra Fondazione porta il nome. Luigi Ferrari, sovrintendente

MIHAELA COSTEA, FRANCESCO LANZILLOTTA, AUDITORIUM CARIPLO, MILANO, 21.04.2017 ARTURO TOSCANINI, IN UN RITRATTO FOTOGRAFICO DEL 5 DICEMBRE 1932, CASA DELLA MUSICA, ARCHIVIO STORICO DEL TEATRO REGIO, FONDO M. HORSZOWSKI

7|


INDICE

I D EN TI TÀ S O CIA L E

10 10 12 20

La Fondazione Arturo Toscanini Gli anni recenti 150° Anniversario Toscaniniano La nuova sede

GOV E R N A N CE E S T R U T T U R A

24 Governance 24 Soci fondatori e assemblea 24 Presidente 24 Consiglio di Amministrazione 26 Collegio dei revisori contabili 26 Sovrintendente 26 Direttore artistico 28 Direttore principale 30 Partecipazioni

30 Il Consorzio Paganini 30 Aterconsorzio 31 Fondazione Orchestra Luigi Cherubini 32 I complessi orchestrali 32 Filarmonica Arturo Toscanini 34 Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna 35 Organico orchestrale stabile 36 Personale tecnico e amministrativo 38 Strategie ed esiti gestionali 40 Processo organizzativo 40 Il MOG e il codice etico 40 Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro 42 Amministrazione trasparente 44 Attività di formazione professionale 44 Corsi di formazione 44 Audizioni e concorsi


C R E A Z I ON E D E L VA L O R E S O CIA L E

C AL ENDARI O AT T I VI T À

48 48 52 53 54 66 67

88

Visione, missione, strategie Il valore sociale Gli stakeholders Le istituzioni concertistico-orchestrali L’attività sul territorio locale, regionale, nazionale L’attenzione dei media Sito web e social network

Cronologia 2017

RISOR SE

72 74 76 76 78

Risorse economiche e finanziarie Partner e Sostenitori Gli Amici della Filarmonica Arturo Toscanini Il 5 per mille Bilancio di esercizio 2017 SOPHIE GORDELADZE, MARKUS WERBA, ALPESH CHAUHAN, CORO DEL TEATRO MUNICIPALE DI PIACENZA, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA, 03.11.2017


I DENT I T À SOC IALE


L A F ON D A Z IO N E A R T U R O T O S CA N I NI

Gli Anni Recen t i A partire dal 2006, la Fondazione si è presentata ai suoi stakeholders con nuovi obiettivi, una nuova filosofia e una nuova strategia produttiva che mira da un lato a snellire le attività, avvalendosi di una più stretta collaborazione e coordinamento con i teatri e le altre forze musicali della regione, dall’altro a creare una maggiore complementarietà e osmosi tra la Filarmonica e l’Orchestra Regionale dell’EmiliaRomagna, rendendole di fatto articolazioni diverse di un medesimo e più versatile organismo sinfonico. La Filarmonica Arturo Toscanini è stata così destinata all’esecuzione del grande repertorio sinfonico con la presenza di grandi solisti e grandi direttori d’orchestra internazionali, dando preferenza ad artisti dell’ultima e penultima generazione, tra i quali spiccano i nomi di Vladimir Jurowski, Kazushi Ono, Tugan Sokhiev, Juraj Valčuha, James Conlon, Michele Mariotti, mentre l’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna viene dedicata alla promozione della cultura musicale del territorio, all’attività lirica regionale e a progetti specifici destinati alla formazione musicale delle giovani generazioni. Nel decennio trascorso l’inevitabile fluire del tempo ha consentito altresì di implementare una profonda trasformazione della componente stabile, rinnovata anagraficamente e potenziata artisticamente, sia attraverso la qualità dei singoli ingressi sia tramite la scelta di assumere prime parti a tempo indeterminato. La Fondazione, peraltro, è una delle istituzioni italiane più ambite da parte dei musicisti italiani ed europei, che ne

|12

apprezzano tanto la solidità economica e la correttezza amministrativa quanto le condizioni di lavoro offerte. La Fondazione si presenta oggi, dopo un periodo di costante crescita produttiva e artistica, con una dimensione operativa e una struttura organizzativa che permettono la realizzazione di un’attività costituita mediamente ogni anno da oltre 150 concerti sinfonici, da camera e rappresentazioni liriche. La Fondazione Toscanini, che è stata riconosciuta da Eurispes come una delle eccellenze musicali italiane, opera con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il Turismo, della Regione Emilia-Romagna e vede la partecipazione di importanti enti pubblici del territorio regionale Regione stessa e di numerosi soggetti privati, quali ad esempio le fondazioni bancarie, secondo le linee di sviluppo tracciate dalla più recente normativa nazionale in materia di ordinamento musicale. Nel corso degli ultimi nove anni la Fondazione Toscanini ha chiuso una serie di bilanci positivi proprio nel momento di generale e diffusa difficoltà ed ha completato il processo di ridefinizione dei propri compiti strategici sul territorio regionale e nazionale, diventando la prima e sinora unica istituzione concertistico-orchestrale ad aver creato al proprio interno una compagine filarmonica specificatamente dedicata all’esecuzione del grande repertorio sinfonico internazionale. Nello stesso tempo, essa ha significativamente aumentato la propria attività di supporto al territorio in campo operistico, a partire dal ruolo di partner artistico del Festival Verdi affidato dal Teatro Regio di Parma alla Filarmonica Toscanini, e decine

INAUGURAZIONE CENTRO DI PRODUZIONE MUSICALE ARTURO TOSCANINI, PARMA, 25.03.2017 CONCERTO COMMEMORATIVO DELLA MORTE DI ARTURO TOSCANINI, JURAI VALCUHA, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA, 16.01.2017 PREMIAZIONE 10° CONCORSO INTERNAZIONALE DI DIREZIONE D’ORCHESTRA ARTURO TOSCANINI, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA, 28.10.2017


di recite annuali tenute dall’Orchestra Regionale dell’EmiliaRomagna nei teatri di Modena, Piacenza, Reggio Emilia, Ferrara. I progetti di sviluppo per l’immediato futuro mantengono al primo posto l’obiettivo di rendere la musica sinfonica e lirica disponibile al maggior numero possibile di cittadini e la difesa degli standard qualitativi raggiunti, adattando le risorse disponibili a un equilibrio virtuoso tra costi e benefici che viene perseguito malgrado il costante calo di trasferimenti pubblici e privati che ha contraddistinto gli ultimi esercizi. Il trasferimento nella nuova sede, il Centro di Produzione Musicale “Arturo Toscanini”, e l’accresciuta funzionalità guadagnata tramite di esso consentiranno, nel breve e medio periodo, ricadute positive sulla Fondazione, che pure si è fatta direttamente carico di gran parte delle spese di riqualificazione dell’immobile. Resta chiaro che tale capacità di autoregolamentazione è destinata, in assenza di interventi che premino il merito, ad esaurirsi in un momento del prossimo futuro. Nondimeno, la Fondazione guarda con fiducia ad un prossimo ciclo, confidando che le condizioni circostanti ne riconoscano i criteri oggettivi e le capacità che, restano, per dimensioni e qualità, una risorsa importante per il suo territorio e per l’Italia in genere.

150° Anni versa rio Tosca nini a no il comitato In occasione delle Celebrazioni del 150° anniversario della nascita di Arturo Toscanini e per ricordare la figura di uno dei massimi direttori d’orchestra di ogni tempo, il Comune di Parma ha promosso, insieme alle principali istituzioni musicali del territorio nazionali ed internazionali e con il coordinamento della Fondazione Toscanini, un articolato programma di eventi, concerti, mostre, concorsi musicali e attività didattiche. A garantire la qualità delle proposte è stato istituito un Comitato esecutivo, denominato “Comitato nazionale per le celebrazioni del 150esimo anniversario della nascita di Arturo Toscanini” che ha consentito di dare vita a un programma non solo |14

celebrativo ma in grado di indagare, recuperare e divulgare con la massima evidenza possibile il lascito artistico e morale della figura del Maestro. A segnalare graficamente tutte le iniziative l’agenzia di pubblicità BAM è stata incaricata di creare un logo tratto da una caricatura disegnata dal tenore Enrico Caruso. Il profilo spigoloso e autorevole del Maestro è delineato da pochi tratti decisi su uno sfondo rosso vermiglio. Il colore, caldo ed elegante, vuole essere un omaggio alla passione per la musica e l’opera e attribuisce vigore ad una ricorrenza speciale. Il carattere impiegato è un Bodoni classico, la cui armonia inconfondibile acquista energia nuova grazie al contrasto cromatico con lo sfondo.

componenti del comitato Comune di Parma, Comune di Bologna, Comune di Busseto (PR), Comune di Cortemaggiore (PC),Comune di Milano, Comune di Verbania, Consolato generale degli Stati Uniti d’America di Milano, Regione EmiliaRomagna, Archivio di Stato di Milano, Complesso Monumentale della Pilotta, Biblioteca Palatina – sezione musicale, Fondazione Arturo Toscanini, Fondazione Cineteca di Bologna, Fondazione Teatro Regio di Parma Fondazione Teatro alla Scala, Fondazione Teatro Comunale di Bologna, New York Public Library, Società dei concerti di Parma, Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”, Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano, Istituto Nazionale Studi Verdiani, Liceo Musicale “Attilio Bertolucci” di Parma, Università degli Studi di Parma, Casa di Riposo “Giuseppe Verdi” di Milano.

le iniziative L’impegno a preservare il lascito artistico ed etico di Arturo Toscanini appartiene da sempre alla missione istituzionale della Fondazione Toscanini, unico ente musicale e culturale autorizzato dagli eredi a portare il nome del Maestro. Nel 2017, anno segnato da un duplice significativo anniversario toscaniniano, il 150° della nascita e il 60° della morte, l’impegno ha assunto la dimensione indispensabile a onorare pienamente il ricordo, ancora vivo e pulsante, di un uomo, prima ancora che di un artista, capace di segnare profondamente il secolo in cui è vissuto.

INAUGURAZIONE MOSTRA FOTOGRAFICA DOCUMENTARIA"ARTURO TOSCANINI, IN VIAGGIO CONTROVENTO", PORTICI DEL GRANO, PARMA, 24.03.2017


La grandezza ineguagliata dell’interprete e del musicista, assurto a simbolo della moderna direzione d’orchestra, si affianca alla dimensione morale e civile dell’uomo, disposto a pagare di persona il suo credo democratico in opposizione alla barbarie nazifascista, ma in seguito anche capace di rinunciare alla nomina a senatore a vita della Repubblica italiana per mantenere un profilo incontaminato di musicista dedito alla propria arte. La Fondazione Toscanini si è particolarmente contraddistinta nell’organizzare molteplici attività (concerti, concorso internazionale di direzione d’orchestra, mostre, progetti Educational, attività editoriali e multimediali) contribuendo in maniera fattiva ad arricchire il calendario di eventi che per un intero anno hanno reso omaggio al celebre direttore.

i concerti I programmi toscaniniani che hanno segnato il calendario delle Celebrazioni avevano trovato un ideale prologo nel “Concerto nazionale a ricordo della Giornata della Memoria”, tenuto il 27 gennaio 2016, presso la Sala Santa Cecilia dell’Auditorium di Roma, trasmesso in diretta televisiva su RAI5 e diretto da Yoel Levi, che aveva ricordato l’impegno di Arturo Toscanini a favore della libertà e della vita dei musicisti ebrei perseguitati, manifestato dal suo fondamentale contributo alla fondazione dell’Israel Philharmonic Orchestra, nel dicembre 1936. Di non minore impatto, nell’ambito della stagione sinfonica Nuove Atmosfere, il programma presentato nel tradizionale concerto del 16 gennaio 2017, come ogni anno dedicato dalla Filarmonica Arturo Toscanini al ricordo del Maestro nella data della sua morte e che, in questo caso, ha segnato anche l’apertura delle celebrazioni. I due poemi sinfonici più famosi di Ottorino Respighi, “Pini di Roma” e “Fontane di Roma”, molto amati e frequentemente diretti da Toscanini, che ne interpretò il carattere adeguandolo a un contesto più internazionale, sono stati esguiti dalla Filarmonica Toscanini sotto la direzione di Juraj Valčuha, brillante direttore slovacco. Il concerto è stato completato dal Terzo Concerto per piano-

forte e orchestra di Beethoven, interpretato dal giovane pianista bulgaro Sergej Bozhanov: Toscanini lo aveva inciso con Arthur Rubinstein e la NBC Symphony Orchestra nel 1944, in una delle edizioni più memorabili di questo capolavoro. Anche nella programmazione della rassegna estiva Stelle Vaganti, il 30 giugno all’Auditorium Paganini, si è voluta commemorare una ricorrenza non meno significativa: lo stesso giorno del 1886, a Rio de Janeiro, il giovane violoncellista diciannovenne, in tournée in Brasile con una compagnia d’opera, venne chiamato sul podio del Teatro in circostanze d’emergenza. Diresse Aida, a memoria, come avrebbe poi fatto sempre, ottenendo un successo memorabile. Il concerto della Filarmonica Arturo Toscanini, diretta da Alpesh Chauhan, è stato intitolato “In viaggio controvento”, alludendo alla carriera internazionale di un artista capace di segnare indelebilmente la storia dell’interpretazione musicale senza mai rinunciare alle proprie convinzioni.

il concorso “arturo toscanini” Consacrato alla scoperta di nuovi talenti e considerato uno dei più importanti a livello mondiale, il Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Arturo Toscanini”, fondato nel 1985, è giunto nel 2017 alla sua decima edizione che ha coinciso con il 150° anniversario della nascita di Arturo Toscanini. le mostre Arturo Toscanini, in viaggio controvento. La vita, la storia il talento, l’integrità civile, il “viaggio” umano di Arturo Toscanini sono stati narrati attraverso documenti, lettere, fotografie e video in una mostra fotografica e documentaria a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, della Casa della Musica e della Fondazione Toscanini, in un grande allestimento ospitato dai Portici del Grano, centro civile e simbolico di Parma, dal 24 marzo al 30 giugno 2017. La scelta del titolo nasce con l’intento di compendiare in un motto la sua intensa vita e la sua straordinaria carriera. Il viag-

EDU, TOSCANINI SEI UN MITO, JACOPO RIVANI, ORCHESTRA REGIONALE DELL'EMILIA - ROMAGNA, PIAZZALE DELLA ROSA, SASSUOLO, 17.09.2017 INAUGURAZIONE MOSTRA "BACI DA ARTURO. UNA CARTOLINA D'AUTORE PER TOSCANNI", PORTICI DEL GRANO, PARMA, 17.11.2017 INAUGURAZIONE MOSTRA "BACI DA ARTURO. UNA CARTOLINA D'AUTORE PER TOSCANNI", PORTICI DEL GRANO, PARMA, 17.11.2017 PRESENTAZIONE NUOVA EDIZIONE DEL LIBRO "ARTURO TOSCANINI, VITA IMMAGINI E RITRATTI", SALA CONSIGLIARE DEL COMUNE DI PARMA, 24.03.2017

17|


gio controvento evoca infatti l’immagine di chi fa fronte con coraggio a quanto si erge a ostacolo del suo cammino, dei suoi valori, dell’inesausta sete di libertà e di progresso di un’esistenza mai vissuta lungo la via più facile o secondo il pensiero più comune. Pur avendo raggiunto fama e ricchezza, il Maestro, contrariamente a molti, restò sempre un illuminato e generoso mecenate, un difensore dei deboli e dei perseguitati, un esempio di virtù civili e di amor di patria. La mostra ha raccontato quindi il suo “viaggio” esistenziale sotto un triplice profilo: dell’uomo, dell’artista e del mito. Attraverso le speranze e le tragedie del suo tempo, nello spazio fisico e poi etereo del pianeta, verso le profondità e gli aneliti di uno spirito capace di segnare indelebilmente la storia dell’interpretazione musicale. Un viaggio compiuto grazie al soffio di una vocazione unica e all’energia di un amore infinito per l’arte e la libertà. Baci da Arturo. Una cartolina d’autore per Toscanini. La mostra “Baci da Arturo. Una cartolina d’autore per Toscanini” è nata dalla collaborazione tra l’Assessorato alla Cultura e delle Politiche Giovanili del Comune di Parma con la Fondazione Toscanini e la Kreativehouse ed è stata realizzata anche grazie al sostegno di Fondazione Cariparma. Nove giovani artisti (Ale Giorgini, Riccardo Guasco, Gianluca Folì, Elisa Macellari, Martoz, Gloria Pizzilli, Francesco Poroli, Giovanna Giuliano, Simone Massoni) hanno dedicato ciascuno una tavola illustrata al Maestro, ricostruendo un viaggio tra le città più significative della sua storia personale, da Berlino a Rio de Janeiro, da Parigi a New York, da Milano a Bologna, passando naturalmente per Parma. Inaugurata il 17 novembre e aperta fino al 29 gennaio 2018 sotto i Portici del Grano, la mostra si è collegata idealmente alla precedente attraverso il tema del viaggio. Dalle illustrazioni è stato tratto un set di cartoline distribuite gratuitamente ai visitatori in diversi luoghi di Parma: la Casa Natale Arturo Toscanini, la Casa della Musica, la Fondazione Toscanini, l’Informagiovani del Comune di Parma. Durante il periodo di apertura della mostra, sono stati organizzati incontri con quattro dei nove illustratori.

|18

il progetto educational Toscanini sei un mito. Il Progetto Educational Toscanini sei un mito! ovvero un concerto-spettacolo con l’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna, diretta da Alessandro Nidi, e con la partecipazione dell’attore e regista Roberto Recchia, è stato realizzato dalla Fondazione Arturo Toscanini in coproduzione con HERAcomm, partner istituzionale della Filarmonica Toscanini e con la collaborazione della Casa della Musica del Comune di Parma. Lo spettacolo, ha voluto stimolare la curiosità degli ascoltatori verso una figura che, inevitabilmente, potrebbe apparire distante e nebulosa alle nuove generazioni esplorando l’odierno significato del “Mito” Toscanini. Il concerto, destinato al pubblico delle scuole, ha riscosso fin dalle prime rappresentazioni un grande successo anche nella versione “adulta” rappresentata al Festival della Filosofia di Sassuolo e nella rassegna estiva “Musica in Castello” presso la Corte Agresti di Traversetolo. Replicato otto volte nel corso del 2017 a seguito di numerose richieste, il concerto sarà riproposto nel 2018. Il programma prevede l’esecuzione di brani di autori cari a Toscanini: da Rossini a Verdi, da Beethoven a Brahms, da Wagner a Dvořák, senza tralasciare compositori a lui coevi come Sibelius e Gershwin. Con questo progetto Educational la Fondazione Toscanini ha voluto restituire al “Mitonon-mite” della personalità toscaniniana, nota per il carattere irascibile e impetuoso, l’umanità e lo spessore di un’autentica icona del nostro tempo. Alternanza scuola - lavoro. Sono stati attivati a Parma due percorsi di alternanza scuola - lavoro. Uno con il liceo classico “G. B. Romagnosi”, i cui allievi hanno studiato nell’anno scolastico 2016/2017 la figura del maestro e sono stati coinvolti nella realizzazione dei programmi di sala per i concerti organizzati per l’inaugurazione del Centro di Produzione Musicale “Arturo Toscanini”. L’altro con il Liceo Artistico “Paolo Toschi.” Presso il quale, nell’anno scolastico 2017/2018, l’iniziativa didattica intitolata “Toscanini lascia il segno” si è strettamente collegata alla citata mostra Baci da Arturo, una cartolina d’autore per Toscanini. Anche agli allievi del Liceo Toschi è stata


chiesta un’interpretazione creativa della figura del Maestro, collocata sullo sfondo del suo e del nostro tempo. Il risultato è confluito nella realizzazione di 20 opere grafiche, esposte dal 20 al 25 marzo 2018 presso il centro di produzione musicale della Fondazione Toscanini.

ca della whiteboard animation, a un filmato di grande impatto visivo che racconta in modo divertente, coinvolgente e inconsueto la vita di Toscanini. Il video ha fatto parte dell’allestimento della mostra Baci da Arturo. Una cartolina d’autore per Toscanini.

le attività editoriali e multimediali Arturo Toscanini. Vita, immagini, ritratti. La Fondazione Toscanini, in collaborazione con la Casa della Musica, ha voluto presentare al pubblico e agli appassionati una nuova edizione del volume documentario realizzato per le celebrazioni del 2007. Ripubblicato da STEP, il volume si è arricchito di tre nuovi interventi: ai testi originari di Gaspare Nello Vetro e di Gustavo Marchesi la nuova edizione aggiunge quelli di Marco Capra, Federica Biancheri e Giuseppe Martini. Marco Capra evidenzia come l’avvento dei nuovi mezzi di comunicazione abbia generato nel caso di Toscanini, e forse ben oltre le intenzioni dei comunicatori, la decisiva prevalenza della figura dell’interprete su quella del compositore, a dispetto del rispetto estremo sempre manifestato dal Maestro nei confronti degli autori da lui eseguiti. Il contributo di Federica Biancheri descrive l’importanza del fondo archivistico di uno degli amici più intimi di Toscanini, il pianista polacco Miecio Horszowski (1892-1993), donato nel 2010 dalla vedova all’Archivio Storico del Teatro Regio di Parma. Infine, Giuseppe Martini interviene sulla vicenda sentimentale che legò segretamente, per molti anni, Toscanini alla pianista Ada Mainardi, documentata da un vasto carteggio che aggiunge toni e sfumature insolite al profilo umano di una delle figure più simboliche del Novecento.

il sito e i social network delle celebrazioni Per veicolare la comunicazione di tutte le iniziative nazionali del Comitato, l’Ufficio promozione, sviluppo, editoria della Fondazione Toscanini ha realizzato e gestito il sito ufficiale delle celebrazioni: www.toscanini150.it. Il portale include: il calendario delle attività, gallery fotografica degli eventi svolti, informazioni e approfondimenti sulle iniziative dell’anno toscaniano. Accanto al sito è stata attivata una presenza on-line sui principali social network. In particolare sono nate le pagine Facebook, Instagram e il canale YouTube Toscanini150. Per ottimizzare la promozione e diffusione degli eventi e per permettere di raggiungere il maggior numero di utenti, si è attuata un’azione strategica di condivisione dei post, foto e video in stretta sinergia con le pagine social istituzionali dei membri del comitato delle celebrazioni.

Video di animazione Toscanini150. Tra i progetti multimediali promossi per celebrare la figura di Arturo Toscanini spicca la produzione di un video originale realizzato dall’agenzia di pubblicità Area Italia. I successi più significativi del Maestro sono stati trasformati in disegni a mano libera dall’illustratrice Lucia Conversi. Ogni illustrazione è stata ripresa nella fase di creazione della tavola per dare vita, attraverso un importante lavoro di montaggio e post produzione e utilizzando la tecni-

l'inaugurazione del cpm "arturo toscanini" Il 25 marzo 2017, è stato inaugurato ufficialmente il Centro di Produzione Musicale Arturo Toscanini, nuova sede della Fondazione che porta il nome del Maestro. Il Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, ha tagliato il nastro della nuova struttura insieme all’Assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna Massimo Mezzetti, al Presidente della Fondazione Toscanini Luciano Pasquini e all’Assessore alla Cultura del Comune, Laura Maria Ferraris. È stato così portato a compimento il processo avviato nel 2014 dal Sovrintendente Luigi Ferrari per giungere all’unificazione di tutti gli spazi produttivi e amministrativi in un’unica e moderna sede, così da consentire di semplificare e ottimizzare l’intensa attività della Fondazione. La disponibilità di una sede propria rende l’istituzione maggiormente capace di affrontare le sfide e le opportunità del panorama musicale regionale e nazionale, tanto nelle scelte 19|


strategiche artistiche e culturali quanto in quelle operative. L’edificio è infatti in grado di ospitare, accanto alla prevalente vocazione di struttura produttiva e amministrativa della Fondazione, anche una cospicua attività congressuale, quale naturale complemento degli spazi offerti dall’Auditorium Paganini. Il taglio del nastro è stato il momento culminante di un’intera giornata, preceduto dalla piantumazione di tre nespoli, alberi particolarmente cari al Maestro, e dal posizionamento, davanti all’ingresso del centro, della restaurata statua di Arturo Toscanini, opera dello scultore Maurizio Zaccardi, donata al Comune di Parma dagli eredi del cav. Ugo Falavigna che ne aveva promosso la realizzazione. Preceduti da un indirizzo augurale del Sovrintendente Luigi Ferrari, gli Archi della Filarmonica Toscanini hanno eseguito due tempi del concerto La Primavera di Antonio Vivaldi nella Sala Gavazzeni, il grande spazio di 400 metri quadri completamente rivestito di legno di rovere e ciliegio, destinato a spazio di prova della Filarmonica Toscanini. Gli appassionati filatelici e il pubblico hanno potuto acquista-

|20

re uno speciale annullo filatelico realizzato da Poste Italiane e Fondazione Toscanini per ricordare i 150 anni della nascita del grande Arturo, impresso sulle affrancature di tre cartoline commemorative tratte da fotografie dell’archivio della Contessa Emanuela di Castelbarco, nipote del Maestro. Al termine del brindisi, tenutosi nella Sala Delman, centinaia di persone hanno potuto visitare liberamente tutti gli spazi del Centro e dell’adiacente Auditorium e ascoltare lezioni - concerto tenute da allievi del Conservatorio Arrigo Boito (Omaggio a Bill Evans nella Sala Prove dell’Auditorium), da membri della Corale Verdi (nella Sala Grande dell’Auditorium con Il melodramma arioso, diretto da Andrea Chinaglia con i cantanti allievi del Conservatorio Boito), dall’Ensemble di Percussioni del Liceo Bertolucci diretto da Roger Catino (nella Sala Ipogea, con un ricco programma di musiche da film). I numerosissimi ospiti pomeridiani hanno invece potuto assistere alla prova aperta della Filarmonica Toscanini e della violinista Mihaela Costea, diretti da Francesco Lanzillotta nella Sala Gavazzeni.

YVES ABEL, TEATRO COMUNALE, LUCIANO PAVAROTTI, MODENA, 14.04.2017 ALESSANDRO CADARIO, PIAZZA MAGGIORE, BOLOGNA, 02.08.2017 FABRIZIO MARIA CARMINATI, TEATRO REGIO DI PARMA, 12.01.2017 DIEGO FASOLIS, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA, 07.04.2017


L A N UOV A S E DE

Nel Parco Eridania, vasto polmone verde a breve distanza dal centro storico di Parma, sorge il complesso formato dall'Auditorium Niccolò Paganini, realizzato su progetto di Renzo Piano e inaugurato nel 2001, e da due adiacenti edifici, uno dei quali ipogeo, denominati Centro di Produzione Musicale “Arturo Toscanini”. L’insieme sarà il fulcro del progetto del Comune di Parma volto a trasformare l’area in un vero e proprio Parco della Musica. Gli edifici del CPM Toscanini includono una sala ipogea da 365 posti, magazzini e spazi tecnici, un’area destinata ad uffici, due sale prova di grande e media dimensione, in grado di ospitare un’intensa attività congressuale, una sala conferenze modulabile, spazi di studio e di servizio, oltre all’intera struttura produttiva e amministrativa della Fondazione Toscanini.

|22

Le sale prova dell’orchestra sono state intitolate alla memoria di due importanti direttori musicali dell’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna: Gianandrea Gavazzeni e Vladimir Delman. Mentre gli spazi restanti recheranno i nomi di celebri musicisti parmigiani: il compositore Ferdinando Päer (Sala conferenze a pianterreno e atrio antistante), il compositore Ildebrando Pizzetti (Sala ipogea e atrio antistante), il direttore d’orchestra Cleofonte Campanini (atrio d’accesso alla Sala Pizzetti). Il Comune di Parma si è fatto carico del completamento impiantistico della Sala Pizzetti e della manutenzione della grande area di verde pubblico che circonda il complesso edificato. I lavori, avviati e in parte eseguiti nel 2017, avranno termine nel settembre 2018.

DA SX: MARCELLO ROBUSTELLI, MARIO FORLANI, ROSETTA CUCCHI, LAURA MARIA FERRARIS, MASSIMO MEZZETTI, FEDERICO PIZZAROTTI, LUIGI FERRARI, LUCIANO PASQUINI, MICHELE ALINOVI, CPM "ARTURO TOSCANINI" 25.03.2017 ARCHI DELLA FILARMONICA, CPM, SALA GAVAZZENI, PARMA, 25.03.2017


GOVERNANC E E ST RU T T U RA


GOV E R N A N CE

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Toscanini, principale organo di governo dell’istituzione, è in carica dal 27 giugno 2013. Il suo mandato, di durata quinquennale, avrà pertanto termine il 26 giugno 2018 e coincide con quello del Sovrintendente, il cui incarico cessa insieme a quello del Consiglio che lo ha nominato. Quadriennale è invece il mandato del Collegio dei Revisori Contabili, le cui designazioni sono state ratificate dall’Assemblea sociale il 28 ottobre 2014. Nel 2017 si sono tenute sette riunioni del Consiglio di Amministrazione e due Assemblee generali .

Soci fondatori e assemble a La Fondazione Arturo Toscanini è nata per volontà e iniziativa di soci fondatori originari: la Regione Emilia-Romagna, la Provincia di Parma e il Comune di Parma. I soci fondatori sono Comune di Lugo, Comune di Modena, Comune di Ravenna, Comune di Sassuolo, Fondazione Cariparma, Fondazione Monte Parma. L’Assemblea generale, che è formata dai rappresentati dei soci fondatori, ha il compito di approvare su proposta del CdA gli indirizzi generali e gli obiettivi per la programmazione culturale annuale della Fondazione. Approva inoltre il bilancio preventivo e consuntivo predisposto dal CdA, formulando alcune proposte e pareri sull’attività dell’ente.

|26

Presiden te Il presidente, nominato dalla Regione Emilia-Romagna nel rispetto delle proprie leggi, dura in carica cinque anni e può essere riconfermato. Spetta al presidente la legale rappresentanza della Fondazione. Egli convoca e presiede il Consiglio di Amministrazione e l’Assemblea, e cura l’esecuzione delle deliberazioni assunte. Esercita inoltre i poteri conferitigli dal Consiglio d’Amministrazione. Il nuovo presidente della Fondazione, entrato in carica il 27 giugno 2013, è Luciano Pasquini. Nato a San Giovanni in Persiceto (BO) il 25 settembre 1946, è stato dal 2001 al 2010 direttore generale centrale alle Risorse finanziarie e Patrimonio della Regione Emilia-Romagna e dal 1990 al 2000 direttore del Servizio Entrate e Patrimonio e, in precedenza, del Servizio Tributi del Comune di Bologna. Consigliere di Amministrazione della Fondazione Toscanini dal gennaio 2006 al giugno 2013, svolge attività di docenza alla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione (dal 1995) ed è stato consulente del Sole 24 ore in materia di tributi locali. Autore di diverse pubblicazioni, è stato docente all’Università di Bologna e all’Università Bocconi di Milano.

Consiglio di A mministr azione Dura in carica cinque anni con possibilità di essere riconfermato. Ha il compito di amministrare e gestire la Fondazione: propone e determina indirizzi generali, obiettivi e strumenti

CENTRO DI PRODUZIONE MUSICALE ARTURO TOSCANINI, SALA IPOGEA “ILDEBRANDO PIZZETTI, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA, 15.03.2017 LUCIANO PASQUINI AUDITORIUM PAGANINI VITTORIO GALLESE MAURIZIO ROI


attuativi necessari per la programmazione delle attività culturali e artistiche, stabilisce gli indirizzi di gestione economica e finanziaria, approva gli esercizi di bilancio. I suoi consiglieri vengono nominati dagli enti fondatori. Luciano Pasquini presidente Maurizio Roi Regione Emilia-Romagna consigliere Vittorio Gallese Comune e Provincia di Parma consigliere

Collegio dei rev isori con ta bili Nominato con mandato quadriennale dalla Regione, dal Ministero per i Beni e le Attività cultuali e dall’Assemblea dei fondatori, ha il compito di vigilare sull’osservanza della legge e dello statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione e in particolare sull’adeguatezza e sul funzionamento dell’assetto organizzativo, amministrativo e contabile adottato dalla società. Esercita inoltre le funzioni di controllo contabile. Alessandro Terenziani presidente Angelo Anedda membro effettivo Elisa Venturini membro effettivo

Sovrin tenden te Il Sovrintendente è individuato tra personalità dotate di specifica e comprovata esperienza nel settore dell’amministrazione delle istituzioni culturali. Assunto dalla Fondazione con contratto a termine, egli cessa comunque dalla carica unitamente al Consiglio che lo ha nominato. Il Sovrintendente vigila sull’andamento economico e finanziario, cura l’organizzazione generale della Fondazione sia riguardo la gestione dei rapporti interni che esterni; cura l’esecuzione delle deliberazioni assunte dal Consiglio di Amministrazione, coordina l’attività amministrativa, gestionale e artistica della Fondazione, nonché le iniziative di sviluppo produttivo e le strategie

|28

di marketing in ambito nazionale e internazionale; propone all’approvazione del Consiglio di Amministrazione gli schemi del preventivo e del bilancio d’esercizio, corredandoli con apposite relazioni, nonché i programmi di attività artistica e produttiva della Fondazione e il regolamento di organizzazione della Fondazione. Il sovrintendente esercita gli altri poteri conferiti dal Consiglio d’Amministrazione e partecipa senza diritto di voto alle riunioni del Consiglio di Amministrazione e dell’Assemblea. Luigi Ferrari è dal 2015 Sovrintendente della Fondazione Arturo Toscanini. Nato a Milano nel 1951, ha compiuto studi classici. Laureato in Architettura presso il Politecnico di Milano nel 1975 e diplomato in Composizione e in Analisi musicale al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano nel 1976, ha collaborato tra il 1971 e il 1980 con il Piccolo Teatro di Milano, il Teatro alla Scala, il Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale di Venezia. È stato direttore dell’attività musicale al Teatro Fraschini di Pavia (1981-85), direttore artistico del Teatro Comunale di Bologna (1987-91), direttore artistico del Rossini Opera Festival di Pesaro (1992-2000), consulente artistico de “I Teatri” di Reggio Emilia (1993-95), direttore artistico del Wexford Festival Opera (1995-2004), sovrintendente del Teatro Comunale di Bologna (1999-2002), consulente artistico del Teatro de la Maestranza di Siviglia (2002- 2004). Consulente della Fondazione Arturo Toscanini dal 2006, nel 2008 vi ha assunto l’incarico di segretario generale. Dal 2012 al 2014 è stato consulente per la gestione economica e il bilancio del Teatro Regio di Parma. Membro del Consiglio di Amministrazione del Piccolo Teatro di Milano (1985-93) e del Consiglio di Amministrazione dell’Associazione Teatri dell’Emilia-Romagna (2000-03), ha al suo attivo una vasta attività pubblicistica in campo teatrale e musicologico.

Diret tore a rt ist ico Al direttore artistico competono le funzioni di programmazione e coordinamento dell'attività produttiva della Fondazione, espletata dai responsabili delle relative strutture aziendali. Sotto tale profilo, egli propone alla presidenza, nell’ambito dei budget

LUIGI FERRARI CENTRO DI PRODUZIONE MUSICALE ARTURO TOSCANINI PALCOSCENICO, TEATRO COMUNALE LUCIANO PAVAROTTI, MODENA ROSETTA CUCCHI


assegnati, la programmazione delle attività artistiche, corredandole dei relativi progetti economici e calendari di produzione. Sovrintende al regolare svolgimento delle attività orchestrali e alla vita dei complessi, programmando e presiedendo audizioni e concorsi. Collabora inoltre con il sovrintendente, per quanto di propria competenza, nelle relazioni e nella comunicazione istituzionale rivolta agli enti fondatori e soci, alle pubbliche amministrazioni, ai sostenitori e a terzi in generale. Dal 2008 il direttore artistico della Fondazione Toscanini è Rosetta Cucchi. Nata a Pesaro, diplomata in pianoforte, Direttore Artistico, tra il 2001 ed il 2015, del Lugo Opera Festival, Associate Artistic Director del Wexford Festival Opera, in Irlanda, e regista di numerose produzioni operistiche. Dopo aver sviluppato un intensa attività concertistica, che l’ha vista collaborare fra gli altri, con Gary Bertini, Eduardo Mata, Georges Prětre, Mariella Devia, Eva Mei e Bruno Praticò (in istituzioni quali il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Sao Carlos di Lisbona, il Teatro Real di Madrid, il Teatro La Maestranza di Siviglia, Festival Rossini di Pesaro, nonché a Tokyo, Bologna, Bruxelles, New York), dal 1999 si dedica alla regia teatrale con produzioni in importanti teatri italiani ed esteri (Teatro Comunale di Bologna, Gran Teatro la Fenice di Venezia, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Comunale di Firenze, Wexford Festival Opera, Theater Lübeck, Teatro di St. Gallen, Boston Lyric Opera, Opera de Lima, Fondazione Gulbenkian di Lisbona e il Teatro La Maestranza di Siviglia) confermandosi oggi una delle maggiori registe italiane d’opera.

Direttore principale Nel corso del 2016 la Fondazione aveva compiuto un ulteriore investimento per accrescere ulteriormente la qualità artistica delle sue orchestre, nominando il ventiseienne direttore inglese di origini indiane Alpesh Chauhan quale successore di Francesco Lanzillotta a partire dalla stagione 2017/2018. Allievo e assistente di Andris Nelsons alla City of Birmingham Symphony Orchestra, Chauhan è direttore di grandissimo talento personale e di notevole profilo internazionale a dispetto della giovane età. Arrivato nel 2015 per una sostituzione dell’ultimo

|30

minuto, egli ha immediatamente conquistato orchestra, critica e pubblico, creandosi un’immagine di direttore proiettato con coraggio nel futuro ma profondamente immerso anche nel repertorio tradizionale. Chauhan ha assunto formalmente la carica Il 15 settembre 2017 ma per tutto l’anno i programmi che ha diretto sono stati tra i più seguiti ed applauditi rivelando una profonda capacità di scavo della partitura unita ad uno spirito innovativo nelle scelte musicali, che ha saputo alternare in egual misura capolavori del grande repertorio a proposte non abituali per il pubblico italiano. Il giovane direttore inglese ha velocemente raggiunto un vasto riconoscimento internazionale; tra i suoi maggiori successi in questi anni spiccano i due concerti ai BBC Proms, la produzione operistica di Turandot al Teatro Lirico di Cagliari, la registrazione di Ten Pieces Secondary film con la BBC Philharmonic e una stagione al Barbican Centre con la London Symphony Orchestra. Dal 2014 al 2016 è stato Assistant Conductor della City of Birmingham Symphony Orchestra. Apparendo regolarmente nei media, Chauhan è stato presentato come “Stella Nascente” su BBC Music Magazine e intervistato da BBC Radio 4, BBC World Service e dal Guardian. È stato “blogger ospite” per Gramophone Magazine, membro della giuria del BBC Young Musician of the Year 2016 ed è apparso in un ampio articolo sul Times. Chauhan è stato primo violoncello della CBSO Youth Orchestra, avendo l’opportunità di partecipare a masterclass di direzione d’orchestra, come parte della Youth Orchestra Academy 2007. Nel 2008 è stato ammesso al Royal Northern College of Music per studiare violoncello con Eduardo Vassallo prima di proseguire la frequenza del prestigioso Masters Conducting Course, sotto gli auspici di Clark Rundell e Mark Heron. Ha studiato con Stanislaw Skrowaczewski, partecipato a masterclass con Juanjo Mena e Vasily Petrenko, mentre Andris Nelsons e Edward Gardner sono stati suoi mentori.

ALPESH CHAUHAN, TEATRO MUNICIPALE, PIACENZA, 04.11.2017


PA R T EC I P A Z IO N I

Il Consorzio Paga nini Al Consorzio Paganini, costituito paritariamente dalla Fondazione Arturo Toscanini e dalla Fondazione Teatro Regio, è affidata la gestione del complesso di edifici pubblici costruito alla fine degli anni Novanta, all’interno del parco ex-Eridania di Parma, e divenuto in un decennio perno dell’attività musicale e congressuale della città. Si tratta dell’Auditorium Paganini, attualmente in concessione alla Fondazione Teatro Regio, e del Centro di Produzione Musicale “Arturo Toscanini”, originariamente destinato a sede della Fondazione Toscanini e successivamente adattato a centro congressi, sia pure in una condizione di parziale abbandono. La sottoscrizione di un contratto d’affitto di lunga durata con il Comune di Parma (sino al 31.12.2033) ha consentito alla Fondazione Toscanini di accedere finalmente alla struttura del CPM, ampliata da pochi anni grazie alla realizzazione di una sala ipogea capace, una volta ristrutturata (i lavori termineranno nell’estate 2018), di 365 posti. La Fondazione Toscanini avrà così la possibilità di completare il proprio piano di sviluppo con efficaci ricadute sulla vivibilità del luogo, sull’economicità gestionale della Fondazione stessa e sulla piena valorizzazione dell’adiacente e collegato Auditorium Paganini, divenuto nel frattempo sede della stagione sinfonica “Nuove Atmosfere” della Filarmonica Arturo Toscanini. Il Consorzio Paganini è autonomamente governato da un’Assemblea in cui siedono i rappresentanti dei Soci, dispone di un proprio bilancio ed è gestito da un amministratore unico. Auditorium Paganini e CPM Toscanini

|32

costituiscono nel loro insieme l’apporto materiale conferito al Consorzio dalla Fondazione Toscanini e dal Teatro Regio, nonché il fulcro di quel futuro Parco della Musica la cui piena entrata in funzione costituirebbe, a Parma, un unicum per l’intera Italia settentrionale. COMPOSIZIONE SOCIALE 2017 Fondaz ione Arturo Toscanini (50%) Fondaz ione Teatro Regio di Parma (50%)

Aterconsorzio Questo organismo, nato per volontà di quattro istituzioni partecipate dalla Regione Emilia-Romagna (Fondazione Arturo Toscanini, Fondazione nazionale della Danza, ATER, Fondazione Aterformazione) cui si sono successivamente unite la Fondazione Teatro Regio di Parma (dal 2013) e la Fondazione Teatri di Piacenza (dal 2017), è il frutto di una condivisa armonizzazione e unificazione delle procedure gestionali e degli acquisti di beni e servizi. Esso permette inoltre un ottimale impiego di parte del personale tecnicoamministrativo delle singole istituzioni, le cui capacità in ogni specifico ambito sono messe al servizio di tutti i componenti del consorzio, evitando costose duplicazioni di competenze e


permettendo altresì una corretta e comune politica di salvaguardia occupazionale. L’odierna struttura consortile, di natura “aperta” e i suoi risultati sono stati osservati positivamente da diverse altre realtà, che stanno ora valutando il proprio ingresso nella compagine sociale. La particolare natura operativa del mondo dello spettacolo, che unisce molte singole specificità organizzative e gestionali e caratteristiche amministrative a numeri non paragonabili a settori produttivi quali l’industria o il commercio, rende oggi Aterconsorzio una preziosa banca di competenze professionali specializzate, frutto di un razionale impegno delle risorse umane dei consorziati. In un difficile momento economico, ove i finanziamenti sono messi a rischio dal calo delle disponibilità pubbliche e private, Aterconsorzio agisce secondo un’ottica di razionalizzazione dei costi per favorire un impegno ottimale delle risorse e significativi risparmi.

selezionati da una commissione costituita dalle prime parti di prestigiose orchestre europee e presieduta dallo stesso Muti. I musicisti restano in orchestra per un solo triennio, terminato il quale molti di loro hanno l’opportunità di trovare una propria collocazione nelle migliori orchestre. La Fondazione Cherubini è costituita dalle municipalità di Piacenza e Ravenna e dalle Fondazioni Arturo Toscanini e Ravenna Manifestazioni. COMPOSIZIONE SOCIALE 2017 Fondaz ione Arturo Toscanini (25%) Fondazione Ravenna Manifestazioni (25%) C omu n e d i Pia cen za (25%) C omu n e d i Ra ven n a (25%)

COMPOSIZIONE SOCIALE 2017 Fon dazion e Ar tu r o Toscanini (16,66%) ATER (16,66%) Fondazione Nazionale della Danza (16,66%) Fon dazion e Teatr o Re gio di Parma (16,66%) Fon dazion e Ater fo rmazione (16,66%) Fon dazion e Teatr i di Piace nza (16,66%)

Fonda zione Orche st r a Lu igi Cheru bin i Fondata da Riccardo Muti nel 2004, l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini ha assunto il nome di uno dei massimi compositori italiani attivo in ambito europeo per sottolineare la propria inclinazione a una visione europea della musica e della cultura. L’Orchestra divide la propria sede tra la città di Piacenza e il Ravenna Festival, dove ogni anno si rinnova l’intensa esperienza della residenza estiva. La Cherubini è formata da giovani strumentisti italiani tutti con meno di trent’anni,

33|


I C OM PL E S S I O R CH E S T R A L I

Fil a rmonica A rt uro Tosca nini La Filarmonica Arturo Toscanini, che ha la sua sede a Parma, nell’Auditorium Paganini disegnato da Renzo Piano, è il punto d’eccellenza dell’attività produttiva della Fondazione Arturo Toscanini, maturata sul piano artistico nella più che trentennale esperienza dell’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna e nell’antica tradizione musicale che affonda le proprie radici storiche nell’Orchestra Ducale riordinata a Parma da Niccolò Paganini nel 1835/36 e per i quarant’anni successivi ai vertici delle capacità esecutive nazionali. Oggi una delle più importanti orchestre sinfoniche italiane, la Filarmonica si è esibita sotto la guida di direttori del calibro di Charles Dutoit, Eliahu Inbal, Lawrence Foster, Rafael Fruhbeck de Burgos, Gianluigi Gelmetti, Michail Jurowski, Dmitrij Kitajenko, Yoel Levi, Lorin Maazel, Kurt Masur, Zubin Mehta, Georges Prêtre, Mstislav Rostropovich, Jeffrey Tate e Yuri Temirkanov. Consensi entusiastici di pubblico e critica hanno salutato debutti e ritorni nelle maggiori sale da concerti di tutto il mondo in città quali Washington, New York, Parigi, Madrid, Barcellona, Amburgo, Mosca, Lucerna, Budapest, Bucarest, Varsavia, Gerusalemme, Tel Aviv, Tokyo, Pechino. Tra i numerosi solisti di cui la Filarmonica Arturo Toscanini vanta la collaborazione vanno citati: Salvatore Accardo, Anna Caterina Antonacci, Ramin Bahrami, Stefano Bollani, Ian Bostridge, Mario Brunello, Stanislav Bunin, Lucio Dalla, Mariella Devia, Placido Domingo, Isabelle Faust, Paolo Fresu, Juan Diego Flórez, Sonia Ganassi, Natalia Gutman, Sharon

|34

Isbin, Steven Isserlis, Ton Koopman, Sergej Krylov, Ute Lemper, Andrea Lucchesini, Misha Maisky, Shlomo Mintz, Mike Patton, Ivo Pogorelich, Vladimir Spivakov, Uto Ughi, JeanYves Thibaudet, Maxim Vengerov, Krystian Zimmerman. La costante innovazione delle strategie musicali, associata al rigore dell’approccio artistico, ha indotto al recente ampliamento del repertorio, esteso dai capisaldi del XIX secolo verso le frontiere del XX, fino agli avamposti del presente. A questo passo è corrisposto l’invito rivolto ad una nuova rosa di direttori, tutti appartenenti alla giovane generazione ma già pienamente affermati a livello internazionale. Dal 2006 ad oggi si sono così avvicendati con vibranti successi sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini i nomi di Kazushi Ono, che ne è stato Direttore ospite Principale tra il 2012 e il 2015, Vladimir Jurowski, Carlo Rizzi, Tugan Sokhiev, Juraj Valčuha, Tomas Netopil, Rinaldo Alessandrini, Michele Mariotti, Wayne Marshall, Tan Dun, Asher Fisch, Stéphane Dèneve, Pietari Inkinen, Roberto Abbado, John Axelrod e James Conlon. Nel triennio 2014-2017 il Direttore Principale è stato Francesco Lanzillotta. Suo successore è il giovane direttore inglese Alpesh Chauhan che ha assunto l'incarico a partire da settembre 2017. Negli ultimi anni la Filarmonica Toscanini è stata in tournée in Cina, Svizzera, Germania, Austria. Dal 2007 è l’orchestra residente del Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra Arturo Toscanini e dal 2012 è partner artistico del Festival Verdi di Parma. Il 27 gennaio 2016, presso la Sala Santa Cecilia dell’Audito-

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA, 16.03.2016 ORCHESTRA REGIONALE DELL'EMILIA-ROMAGNA, ATRIO PIZZETTI, PARMA, 24.03.2018


rium di Roma e in diretta su RAI5, ha tenuto, diretta da Yoel Levi, il concerto nazionale a ricordo della Giornata della Memoria, onorando così il lascito civile e l’impegno politico di Arturo Toscanini a favore della libertà e dei musicisti ebrei perseguitati e contro ogni forma di tirannia. Nel 2017 la Filarmonica Arturo Toscanini è stata la principale protagonista musicale delle Celebrazioni che si sono tenute a Parma per il 150° anniversario della nascita di Arturo Toscanini.

Orchestr a Regiona le dell’Emili a-Rom agna L’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna è una delle più importanti orchestre regionali del nostro Paese, da più di trent’anni protagonista della vita musicale italiana. Fondata a Parma nel 1975 e riconosciuta dallo Stato Italiano come Istituzione Concertistico-Orchestrale di rilevanza nazionale nel 1977, assume nel 1982 il nome di “Orchestra Sinfonica dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini”, con il consenso degli eredi del grande direttore, nato nella stessa città ove il complesso ha sede sin dalla sua costituzione. L’intitolazione del complesso al ricordo del Maestro è passata, dal 2002, alla “Filarmonica Arturo Toscanini”, grande compagine cui l’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna partecipa come nucleo costitutivo permanente. Dal 1° settembre 2007 il Complesso ha quindi assunto l’attuale denominazione, rimarcando così, accanto alla propria natura istituzionale, il forte vincolo che lo collega alla tradizione e alla cultura musicale del territorio al cui servizio opera. Oggi considerata una delle più importanti orchestre regionali italiane, l’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna è impegnata in una prestigiosa ed ininterrotta attività sinfonica, nel cui corso storico si è avvalsa direzione musicale di Piero Bellugi (1980/81), Gunter Neuhold (1982/85), Vladimir Delman (1986/88), Hubert Soudant (1988/91), Gianandrea Gavazzeni (1992/96), Patrick Fournillier (1998/2000). Il Complesso opera inoltre a suppor|36

to delle attività liriche dei Teatri e dei Festival della Regione e partecipa alle produzioni d’opera direttamente allestite dalla Fondazione Toscanini con artisti quali Franco Zeffirelli, Pier Luigi Pizzi e Pier’Alli, molte delle quali (Aida, Traviata, Rigoletto, Nabucco, I Vespri siciliani) edite in DVD nelle maggiori collane nazionali ed internazionali. L'Orchestra Regionale dell'Emilia-Romagna è la protagonista di un'intensa attività di formazione del pubblico che si attua nel settore Educational. Ciascun progetto nasce da processo dinamico e interattivo che si realizza in produzioni di concerti tematici e in una modalità di relazione e comunicazione che prevede una forte interattività. I concerti-spettacolo ed i laboratori, prevedono quali destinatari le scuole, le famiglie ed il pubblico adulto ed hanno l'intento principale di far scoprire, analizzare e capire la musica per amarla, farla conoscere e farla vivere. Ampio è l’apprezzamento di cui godono i numerosi gruppi cameristici operanti al suo interno, tra i quali si segnalano l’Ensemble di Musica Contemporanea, il Gruppo d’Archi, l’Ensemble Teatro delle Note e l’Ensemble della Fondazione Toscanini. L’ORER è stata più volte ospite delle maggiori città europee, nordamericane ed asiatiche e vincitrice di due Premi Abbiati, nel 1982 e nel 1986. Lungo è il catalogo delle trasmissioni radiofoniche e televisive, anche in mondovisione, e delle registrazioni discografiche ed in DVD, realizzate per marchi quali Decca, TDK, Ricordi, Fonit Cetra, Ermitage ed Eca. Dal gennaio 2017 l’Orchestra si è trasferita nella sua nuova sede, il Centro di Produzione Musicale “Arturo Toscanini”, situato nel Parco Eridania, a pochi metri dall’Auditorium Paganini.


Orga nico orchestr a le sta bile V I OL I N I PR I M I

VIO L O NC EL L I

F AGOT T O E C ONT ROF AGOTTO

Mihaela Costea** Valentina Violante* Gianni Covezzi* Federica Vercalli Maurizio Daffunchio Mario Mauro Julia Geller Luca Talignani Daniele Ruzza Caterina Demetz

Diana Cahanescu* Pietro Nappi* Vincenzo Fossanova Filippo Zampa Fabio Gaddoni

Fabio Alasia

CO N T RAB B ASSI

Antonio Mercurio* Agide Bandini Claudio Saguatti Antonio Bonatti

V I OL I N I S EC ONDI

Viktoria Borissova* Laurentiu Vatavu* Jasenka Tomic Cellina Codaglio Claudia Piccinini Sabrina Fontana Camilla Mazzanti Alice Costamagna

C OR NI

Ettore Contavalli* Davide Bettani Fabrizio Villa Giuseppe Affilastro T ROMB E

Matteo Beschi* Marco Catelli

FLAUTO

T ROMB ONI

Sandu Nagy*

Carlo Gelmini* Gianmauro Prina Antonio Martelli

F L A U T O E OT T AVI NO

Andrea Oman* OBOE

Gian Piero Fortini*

T I MPANI E PERC U SSI ONI

Gianni Giangrasso* Francesco Migliarini*

V I OL E

Behrang Rassekhi* Carmen Condur Sara Screpis Diego Spagnoli Daniele Zironi Ilaria Negrotti

O B O E E C ORNO I NGL ESE

Massimo Parcianello CL A R INET T O

Daniele Titti*

* PRIME PARTI ** VIOLINO DI SPALLA

CL A R INET T O E CL A R INET T O BASSO

Miriam Caldarini FAGOTTO

Davide Fumagalli* 37|


PER S ON AL E T E CN ICO E A M M IN IS T R AT I VO

La qualità dei risultati dipende in gran parte dalle competenze e dalla professionalità del personale e dei collaboratori. Una particolare attenzione è rivolta alle politiche interne relative al personale e allo sviluppo del dialogo con le rappresentanze sindacali. La Fondazione Toscanini punta a condividere gli obbiettivi e le soluzioni anche per far fronte alle difficoltà finanziarie e ai mutamenti normativi prospettati per il settore. La razionalizzazione avviata a partire dal 2006 si è tradotta nell’adozione di un organigramma aziendali più efficiente e razionale, che vede come caratteristica dominante una maggiore verticalizzazione della struttura attraverso l’individuazione di figure apicali a cui è riconosciuta autonomia decisionale e conseguente responsabilità. La razionalizzazione del personale si è tradotta anche in una valorizzazione delle capacità professionali delle risorse esistenti e della loro messa a disposizione nel sistema territoriale regionale. Dal 2009, infatti, è operativo Aterconsorzio, voluto da quattro istituzioni a partecipazione regionale (Fondazione Arturo Toscanini, Fondazione Nazionale della Danza, Ater e Aterformazione, a cui si è aggiunta nel 2017 Fondazione Teatri di Piacenza), allo scopo di condividere alcuni importanti strumenti tecnico- operativi in ambito gestionale e amministrativo. Il Consorzio si prefigura come una banca di competenze professionali specializzate nel settore spettacolo, che produce un contenimento dei costi e un più razionale impiego delle risorse umane presso i consorziati. Nel 2017 il settore tecnico - amministrativo della Fondazione è composto da 27 dipendenti (cui si aggiunge 1 dirigente),

|38

22 assunzioni a tempo indeterminato e 6 assunzioni a tempo determinato. La Fondazione offre stesse opportunità lavorative a uomini e donne, il personale amministrativo in particolare risulta equamente diviso tra i due sessi. Per quanto riguarda la distribuzione anagrafica, il 13,75 % dei dipendenti ha un’età inferiore ai 35 anni, il 63.75 % compresa tra i 35 e i 55, il 22,50 % ha un età superiore ai 55 anni. Numero totale dei dipendenti Artistici, tecnici e amministrativi A tempo determinato A tempo indeterminato

80 6 74

Sesso Donne Uomini

33 47

Luogo di nascita Emilia-Romagna Italia Estero

35 71 9

Età Inferiore ai 35 anni Tra i 35 e i 55 anni Sopra i 55 anni

11 51 18


A F F A R I GE N ERA L I

SEGRET ER I A DI PROGRAMMAZI ONE ART I STICA

Responsabile: Dino Dall’Aglio Controllo e gestione progetti e convenzioni: Elisa Govoni Marketing, servizi generali, archivio storico: Luciana Dallari Impianti e CED: Paolo Comati

Segretario artistico: Andrea Pecchio Segreteria operativa: Cristina Federico

A M M I N I STR A Z IO N E

Responsabile: Melissa Uni Contabilità: Giuliana Zucchelli, Ivonne Gorreri PER S ON A L E

Responsabile: Sabrina Capecchi Contratti: Chiara Gennari Paghe: Elisabetta Valentini, Roberta Carra Controllo e pratiche: Carlotta Petracco RE L A Z I ON I I S T IT U Z IO N A L I, B IG L IE T T E R IA , UF F I C I O S T A M P A

Responsabile: Fulvio Zannoni Relazioni col pubblico: Emanuela Carrara Verdi

MANAGEMENT DEL L ’ ORC HEST RA

Management dell’orchestra: Giuliano Scalisi Ispettore d’orchestra e archivista: Roberto Carra Ispettore d’orchestra: Giulia Bassi PROMOZI ONE, DI ST RI B U ZI ONE, SVI L U PPO ED EDI T OR I A

Responsabile: Gianluigi Giacomoni Progetti Educational, sito internet e social network: Cecilia Taietti, Ilaria Ugolini AL L EST I MENT I , L OGI ST I C A, SERVI ZI T EC NI CI

Referente squadra tecnica: Fabrizio Gandolfi Tecnici: Cosimo Luppino, Andrea Uccelli, Gianluca Bergamini

39|


STR A T EGIE E D E S IT I G E S T IO N A L I

L’esercizio 2017 della Fondazione Arturo Toscanini, quinto del Consiglio di Amministrazione insediatosi il 27 giugno 2013, è stato segnato da due avvenimenti che contribuiranno a definire il percorso istituzionale e artistico dei prossimi anni. Innanzitutto, l’annualità ha coinciso con il 150° anniversario della nascita di Arturo Toscanini, ricorrenza a cui la Fondazione ha dedicato, oltre a parte delle proprie attività ordinarie (primo fra tutti il Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Arturo Toscanini”), un’ampia serie di iniziative artistiche, editoriali e commemorative direttamente sostenute. In secondo luogo, l’esercizio appena concluso è stato il primo interamente trascorso dalla Fondazione nella sua nuova e moderna sede produttiva, il Centro di Produzione Musicale Arturo Toscanini (CPM), entrato in funzione alla fine del 2016, dove è stato finalmente possibile unificare tutte le attività della Fondazione. All’edificio principale, costituito da due sale prove, una sala conferenze, archivi, uffici, magazzini, ristrutturato e riqualificato con un importante sforzo finanziario interamente sostenuto dalla Fondazione, si unirà entro l’autunno 2018 la comunicante Sala Pizzetti, capace di 365 posti e attualmente in corso di completamento tecnico a cura del Comune di Parma, proprietario degli immobili. La disponibilità di una sede propria ha reso la Fondazione maggiormente capace di affrontare le sfide e le opportunità del panorama musicale regionale e nazionale, tanto nelle scelte strategiche artistiche e culturali quanto in quelle operative di mercato. Va vista sotto questa luce anche la prosecuzione di attività del Consorzio Paganini, costituito paritariamente nel

|40

2015 da Fondazione Toscanini e Fondazione Teatro Regio di Parma per assicurare la gestione operativa del complesso immobiliare costituito dal CPM e dall’Auditorium Paganini. Nel suo terzo anno di attività, il Consorzio ha fatto nuovamente rilevare esiti positivi, chiudendo il bilancio in pareggio con un valore della produzione pari a circa 589 mila euro e un margine positivo di gestione di poco superiore a 30 mila euro. In merito alla gestione delle risorse, l’esercizio 2017 è stato contraddistinto dalla medesima attitudine prudenziale esplicata nei precedenti, proseguendo nella stringa positiva dei precedenti 8 anni e mantenendo inalterata la capacità produttiva, l’alto profilo artistico e una crescente diffusione territoriale dell’attività, in ambito tanto sinfonico quanto lirico. Malgrado l’esito favorevole del Bilancio, e l’analoga stima previsionale contenuta nel Budget 2018, la Fondazione avverte tuttavia la difficoltà di agire mantenendo l’equilibrio tra esigenze di un bilancio in moderata crescita e spinte produttive dettate da una capacità forte e da un’ormai indiscussa identità artistica e istituzionale. Non cessano infatti di manifestarsi all’interno del sistema musicale territoriale gli effetti di una crisi che ha ingenerato timori nei soggetti più deboli, stimolando scelte di chiusura che continuano a frenare la presenza della Fondazione in un tessuto che pure avrebbe ormai bisogno di maggiore attività e di una competizione priva di protezioni localistiche. Un investimento interamente dedicato allo sviluppo del complesso orchestrale va identificato nella designazione del 27enne direttore britannico Alpesh Chauhan a Direttore principale dell’orchestra a far data dal 15


settembre 2017. Il maestro Chauhan è uno straordinario talento naturale, scoperto proprio dalla Toscanini due anni orsono, e i suoi prossimi e futuri concerti sono ormai attesi come veri e propri eventi dagli spettatori e dalla critica specializzata. Nel 2017 la Fondazione ha inoltre continuato ad investire nella formazione del pubblico giovanile e nell’apertura alle fasce più deboli, così adempiendo a un dovere insito nella propria missione istituzionale. Da molti anni il prezzo dei biglietti non cresce, così mantenendo la stagione concertistica tra le meno costose della regione; sono inoltre garantite rilevanti riduzioni ad anziani, a giovani under30, a studenti, degli istituti musicali e di tutte le scuole del territorio. Grazie tutto ciò, la Fondazione Toscanini ha visto riconosciuti dalla Commissione Musica del Ministero i rilevanti risultati produttivi e artistici del 2017, ottenendo un altissimo punteggio indicizzato e il recupero del livello contributivo inopinatamente perdute nel biennio precedente. Nel concludere il proprio mandato, la Sovrintendenza e il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione sono quindi consapevoli, alla luce dell’attività già intrapresa nel 2018 e in assenza di eventi imprevedibili, di lasciare a chi li succederà una “macchina” aziendale sana ed efficiente. Tale condizione è frutto di un processo di crescita virtuosa della qualità artistica e gestionale che rende oggi la Fondazione Toscanini un modello nazionale, capace di dotarsi di obiettivi strategici pienamente all’altezza del compito che le è stato assegnato al servizio delle comunità e del territorio in cui sta con sempre maggior efficacia operando.

41|


PR OC ES S O O R G A N IZ Z A T IVO

Il MOG e il codice et ico La Fondazione si è dotata di un codice etico e di un modello di organizzazione (MOG): un sistema strutturato e organico di prevenzione, dissuasione e controllo, così come prevede il d.lgs 231/2001. Il MOG è finalizzato a sviluppare nei soggetti che, direttamente o indirettamente, operano nell’ambito di attività sensibili (amministratori, dirigenti, dipendenti e collaboratori) la consapevolezza di poter commettere un reato e a escludere o delimitare la responsabilità amministrativa della Fondazione. Per adempiere a quanto previsto dal citato decreto, con delibera del Consiglio di Amministrazione del 22 luglio 2010, la Fondazione si è dotata di un proprio modello di organizzazione, gestione e controllo. Elementi essenziali del Modello organizzativo sono i seguenti: • mappatura delle attività a rischio; sistema di controlli e procedure; • definizione di specifici protocolli di comportamento; codice etico; sistema disciplinare; • istituzione di un organismo di vigilanza e definizione di procedure informative da e verso l’organismo stesso; • diffusione del modello organizzativo: informativa e formazione per dipendenti, dirigenti e collaboratori. La Fondazione ritiene che l’adozione di un modello, in linea con le prescrizioni del d.lgs 231/2001 unitamente alla contemporanea emanazione e adozione di un codice etico, costituisca, al di là delle prescrizioni di legge, un valido strumento di sensibilizzazione di tutti i soci, gli amministratori, i |42

dipendenti e i collaboratori e di tutti gli altri soggetti alla stessa cointeressati. Tutto ciò affinché i suddetti soggetti seguano, nell’espletamento delle proprie attività, comportamenti corretti e trasparenti in linea con i valori etico-sociali cui si ispira la Fondazione e tali comunque da prevenire il rischio di commissione dei reati previsti dal decreto.

Tu tel a dell a sa lu te e dell a sicurezz a nei luoghi di l avoro In conformità al d.lgs 81/2008, successivamente integrato dal d.lgs 106/2009, in materia di tutela e sicurezza nei luoghi di lavoro, la Fondazione ha nominato all’interno del proprio organigramma un dirigente responsabile della sicurezza che affianca, come previsto dalla norma, il Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), un professionista esterno designato dai datori di lavoro per gestire e coordinare le attività del Servizio di Prevenzione e Protezione (SPP), ovvero “l’insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori”. Al dirigente e al RSPP si aggiungono i preposti e il numeroso personale della Fondazione che ha regolarmente frequentato e superato i corsi di Primo Soccorso e Antincendio: pur essendo titolare di luoghi di lavoro definibili “a basso rischio”, la Fondazione Toscanini pone infatti particolare attenzione alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Ad esempio, sia la sede di lavoro del MIDORI, SPERANZA SCAPPUCCI, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA, 20.04.2017


personale amministrativo sia quella attualmente occupata dal personale artistico sono edifici di recente costruzione, costruiti con criteri antisismici e perfettamente rispondenti alle normative in vigore. Tutto il personale è sottoposto con regolarità alle visite del competente medico del lavoro e frequenta corsi di aggiornamento per il corretto adempimento delle proprie mansioni in termini di salute e sicurezza sul luogo di lavoro.

A mministr azione tr aspa ren te La Fondazione Arturo Toscanini considera la propria attività costantemente monitorata e seguita non solo dagli enti soci ma anche dal proprio pubblico, dagli appassionati e dai cittadini che contribuiscono, anche attraverso la tassazione, al reperimento dei fondi che essa impegna per la propria attività istituzionale e produttiva. In ossequio a tale visione e alle norme di legge più recenti, la Fondazione ha pertanto provveduto, in applicazione del D.Lgs. 14/03/2013 n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”, e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell’articolo 1, commi 49 e 50, della legge 6 novembre 2012, n. 190”, alla pubblicazione dei documenti relativi ai propri amministratori, dirigenti, consulenti e collaboratori. Dal 2015 è stato nominato il RPC e in attuazione della normativa di settore è stato predisposto ed approvato dal CDA della fondazione il PTPC (Piano Triennale prevenzione corruzione 2016/2018).

|44

ALPESH CHAUHAN, MUSEI DI SAN DOMENICO, FORLì, 29.07.2017 CONCERTO FUORI POSTO, ARCHI DELLA FILARMONICA, SALONE DEGLI SPORTELLI, PALAZZO DELLE POSTE, PARMA, 21.07.2017 DANIELE CALLEGARI, ANNA PIROZZI, VERONICA SIMEONI, ANTONIO POLI, RICCARDO ZANELLATO, CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA, FILARMONICA ARTURO TOSCANINI, TEATRO REGIO DI PARMA, 07.10.2017 EDU, ALESSANDRO NIDI, PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI, TORINO, 14.06.2017


A T T I V I TÀ DI F O R M A Z IO N E P R O F E S S I ONAL E

|46

Corsi di form azione

Audizioni e concorsi

Nel corso dell’esercizio 2017 la Fondazione ha promosso l’aggiornamento professionale di alcuni dipendenti attivando i seguenti corsi ed aggiornamenti: Percorso aggiornamento lavoro presso IPSOA di Reggio Emilia. Seminario “La nuova governance delle società partecipate dopo il Decreto correttivo al TU in materia di società pubbliche (D. Lgs. 100/2017)” organizzato da Promo P.A. Fondazione, Corso “Fondi Europei per cultura e creatività” presso Prodos Consulting srl.

La Fondazione Arturo Toscanini indice con regolarità audizioni rivolte a professori d’orchestra e cantanti lirici per eventuali impegni contrattuali a termine, connessi alle esigenze della programmazione artistica. Bandisce inoltre concorsi internazionali finalizzati ad assunzioni a tempo indeterminato, volti a integrare l’organico orchestrale. Nel 2017 hanno avuto luogo tre audizioni: contrabbasso di fila, viola di fila e violoncello di fila, e un concorso per secondo corno con obbligo del quarto e della fila.


C ON C OR SO S E CO N DO CO R N O con ob b l i g o de l q u a r t o c o r n o e d e l l a fila

5 febbraio 2017 81 domande pervenute 55 candidati presenti I fase 13 candidati ammessi II fase 7 candidati ammessi alla Finale 3 candidati idonei

AU DI ZI ONE VI OL A DI F I L A

27 maggio 2017 66 domande pervenute 37 candidati presenti I fase 12 candidati ammessi II fase 5 candidati idonei 4 candidati segnalati

AU DI ZI ONE VI OL ONC EL L O DI F I L A A UD I Z I ON E C O N T R A B B A S S O DI F IL A

26 maggio 2017 57 domande pervenute 29 candidati presenti I fase 16 candidati ammessi II fase 6 candidati idonei 4 candidati segnalati

9 dicembre 2017 56 domande pervenute 35 candidati presenti I fase 13 candidati ammessi II fase 6 candidati idonei 5 candidati segnalati

47|


C R EAZI ONE DEL VAL OR E SOC I ALE


V I SI ON E , M IS S IO N E , S T R A T E G IE

I fondatori, gli artisti, il personale e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione delle attività della Fondazione Toscanini hanno voluto contribuire alla formazione di un modello d’eccellenza che diffondesse e promuovesse la fruizione musicale all’interno della società e che esportasse le tradizioni musicali italiane nel mondo. La Fondazione Arturo Toscanini ha operato concretamente per rendere alla portata di tutti l’offerta musicale, puntando al rinnovamento del pubblico e al coinvolgimento dei più giovani grazie a specifici programmi e attuando contaminazioni musicali, che hanno visto coinvolti artisti contemporanei di livello internazionale. La missione della Fondazione Arturo Toscanini è definita nell’art. 2 del suo Statuto: • promuovere e realizzare iniziative culturali d’interesse generale, per favorire la libertà di espressione artistica, la valorizzazione e la diffusione dell’arte musicale, dello spettacolo, della cultura, dell’opera lirica, del balletto e dei concerti; • garantire il funzionamento, la gestione e l’amministrazione di uno o più complessi sinfonici e corali di alto livello qualitativo; • formare quadri artistici e tecnici e promuovere l’educazione musicale della collettività; • gestire direttamente i teatri affidati, conservandone e valorizzandone il patrimonio storico e culturale; • incentivare e promuovere la ricerca e la salvaguardia del patrimonio musicale e artistico; • instaurare rapporti di collaborazione con enti cultura-

|50

li, teatrali e musicali a carattere nazionale e internazionale, stipulare convenzioni e contratti con enti pubblici e soggetti privati.

Il va lore soci a le Per rendere più trasparente e comprensibile la propria rendicontazione, la Fondazione ha esplicitato in una tabella il processo che consente di identificare, in modo consequenziale e coerente, le politiche e gli interventi realizzati finalizzati al perseguimento della missione aziendale. Ogni attività risulta così dettata da una specifica strategia e comporta specifici risultati e effetti che ne determinano il valore sociale generato. Nel dettaglio gli elementi costitutivi della tabella che segue sono: • visione: indica la proiezione nello scenario futuro, rispecchia gli ideali, i valori e le aspirazioni di chi fissa gli obiettivi e incentiva l’azione; • missione: sottolinea le finalità cui la Fondazione tende; • linee strategiche: definiscono la strategia e gli obiettivi che consentono di perseguire la missione; • attività: ciò che viene ideato, programmato e realizzato in coerenza con quanto precedentemente definito; • risultati: derivano dall’attuazione delle attività e consentono di misurare il raggiungimento degli obiettivi strategici; • effetti: definiscono la ricaduta sociale che le scelte e le azioni hanno determinato sulla collettività.

CONCORSO INTERNAZIONALE DI COMPOSIZIONE " 2 AGOSTO", ALESSANDRO CADARIO, PIAZZA MAGGIORE, BOLOGNA, 02.08.2017 SOPHIE GORDELADZE, MARKUS WERBA, ALPESH CHAUHAN, CORO DEL TEATRO MUNICIPALE DI PIACENZA, TEATRO MUNICIPALE, PIACENZA, 04.11.2017


Visione

• la Fondazione Toscanini si propone come strumento per la diffusione e la valorizzazione della cultura musicale

Missione da statuto (art.2)

• diffusione, valorizzazione e promozione della cultura musicale • valorizzazione e gestione dei propri complessi artistici

Str ategie

At t i v i tà

Risu ltat i

Effet t i

Produzione

Educazione

• incrementare attività su territorio regionale, nazionale e internazionale • valorizzare i propri complessi artistici

• educare il pubblico all’ascolto • progettare eventi specifici per le diverse tipologie di pubblico • raggiungere nuovo pubblico

• concerti nell’ambito delle stagioni concertistiche dei teatri italiani • stagione concertistica a Parma • concerti dei solisti della Filarmonica • concerti da camera degli ensemble dell’ORER • produzioni liriche con i teatri della regione • concorsi

• progetti formativi rivolti a istituti scolastici e al pubblico adulto • progetti in collaborazione con Conservatorio Boito di Parma, con la Soprintendenza per i beni storici, artistici e etnoantropologici di Parma e Piacenza, con gli istituti scolastici del territorio • lezioni/conferenze sulla musica del Novecento • concerti crossover con artisti di diverso ambito (pop, jazz, teatro) • diverse stagioni per soddisfare la domanda • promozioni per i giovani

• incremento del pubblico • incremento attività • collaborazione con artisti di calibro internazionale • crescita della qualità artistica dei complessi

• incremento offerta formativa • nuovi canali di comunicazione tra orchestre e pubblico • inserimento dell’attività di formazione musicale nel POF degli istituti scolastici • contributo alla formazione musicale di alto livello e crescita professionale degli studenti del conservatorio • diffusione della cultura musicale

• posizionamento di eccellenza dell’ORER tra le ICO • educazione del pubblico • contributo all’inserimento degli allievi del conservatorio • riconoscimento nazionale e internazionale del e degli istituti musicali nel mondo del lavoro valore artistico della Filarmonica Toscanini • crescita culturale del tessuto sociale


Gest ione

Promozione

Rel azioni

• gestire attività artistiche, amministrative e tecniche legate alla Fondazione • offrire prodotti culturali di ampio raggio

• utilizzare nuovi mezzi di comunicazione • facilitare fruibilità degli eventi

• instaurare collaborazioni con partner artistici di rilevanza nazionale e internazionale • stipulare convenzioni e intese con enti pubblici e privati

• consulenza artistica, tecnica e amministrativa per altri enti di produzione musicale e teatrale • gestione degli spazi del CPM per altre attività di spettacolo, prove dei professori d’orchestra e convegnistica

• ufficio stampa • web marketing • promozioni particolari • discografia • registrazioni audio e video d’archivio • biglietteria online • presenza ai convegni fieristici di settore • fund raising • blog

• collaborazioni con comuni e istituzioni in regione e con i festival nazionali

• due stagioni concertistiche a Parma • gestione personale e attività amministrativa dell’Orchestra Cherubini • attività continuativa nei luoghi di produzione

• diffusione della produzione musicale • miglioramento dell’understanding del pubblico

• valorizzazione del patrimonio storico-artistico del territorio • valorizzazione e potenziamento delle attività musicali degli istituti scolastici • richiesta da parte di artisti provenienti da ambiti diversi per concerti crossover nella stagione estiva • raggiungimento di nuovo pubblico

• pareggio di bilancio • inserimento delle attività di spettacolo nel territorio

• valorizzazione dell’immagine della Fondazione • fidelizzazione del pubblico

• crescita dell’interesse per i percorsi interdisciplinari • sviluppo progetti legati al territorio • crescita dell’interesse per l’attività della Fondazione


GL I STA KE H O L DE R S

Il bilancio sociale si pone tra gli altri obiettivi quello di consolidare il grado di coinvolgimento di tutte le realtà che influenzano e sono influenzate dall’attività della Fondazione, stimolando il processo di ascolto e di dialogo e facilitando la comprensione del valore sociale creato dalla struttura. La Fondazione Toscanini ha intrapreso da diversi anni, un percorso si responsabilità sociale per rendere noto ai propri soci e ai propri stakeholders il valore economico e culturale delle proprie iniziative. Indichiamo come stakeholder tutti coloro che sono portatori di un interesse collegato all’attività della Fondazione, che direttamente o indirettamente ne sono condizionati, e che a loro volta la condizionano.

MASS MED IA

Come si evince dal grafico i fondi di dotazione sono stati allocati per macro aree d’intervento e trasformati in ricchezza ridistribuita nel territorio a favore dei diversi stakeholders. La rilevanza culturale della Fondazione Toscanini e la sua missione sociale nel campo musicale, viene riconosciuta dalle Istituzioni pubbliche e private che anche nel 2017 hanno sostenuto l’attività della Fondazione. La Regione Emilia-Romagna, gli enti locali aderenti (comuni e province) e i soggetti privati come le fondazioni bancarie, sono i soci che ogni anno sostengono l’attività della Fondazione Toscanini.

RISORSE UMANE PUBBLICO

S C U OLA / U NIVERSITÀ

ISTITUTI BANCARI F ONDAZIONE

A S SOC I A Z I ON I

ARTU RO T OSC ANINI

FORNITORI C OLLETTI V I TÀ / TERRITORIO

SOCI ENTI PUBBLICI FOND AZIONI BANCARIE

|54


Struttura sociale della Fondazione Arturo Toscanini R e g i o n e E m i l i a- R o m agn a ( 9 % )

C o mune di Sas s uo lo (9 %)

C o mu n e d i P a r m a ( 9% )

F o ndazio ne Cariparma (9 %)

Provincia di Parma (9%)

F o ndazio ne M o nt e P arma (9 %)

C o mu n e d i M ode n a ( 9 % ) C o mu n e d i R a v e n n a ( 9 % ) Fondazione Teatro Rossini Lugo (9 % )

Le ist i t uzioni concert ist ico-orchestr a li La Fondazione Arturo Toscanini è una delle 14 Istituzioni Concertistico- Orchestrali, denominate ICO, riconosciute dell’articolo 28 della legge del 14 agosto 1967 n. 800 e successivi provvedimenti. Le ICO attualmente operanti con il riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo sono:

BOLZANO

MILANO

PADOVA PARMA

Fondazione Orchestra Regionale delle Marche ANCONA Istituzione Concertistico Orchestrale della Provincia di Bari BARI Fondazione Orchestra Sinfonica Haydn di Bolzano e Trento BOLZANO Fondazione Orchestra Regionale Toscana FIRENZE Istituzione Sinfonica Abruzzese L’AQUILA Fondazione ICO Tito Schipa LECCE Fondazione I Pomeriggi Musicali MILANO Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi MILANO Fondazione Orchestra di Padova e del Veneto PADOVA Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana PALERMO Fondazione Arturo Toscanini PARMA Fondazione Ottavio Ziino Orchestra di Roma e del Lazio ROMA Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo SANREMO Associazione Orchestra della Magna Grecia TARANTO

SANREMO

ANCONA FIRENZE

L’AQUILA ROMA

BARI LECCE TARANTO

PALERMO

55|


L ’ A T T I V I T À S U L T E R R IT O R IO L O CA L E, R EGI ONAL E, NAZI ONAL E

i numeri Il programma d’attività del 2017 ha compreso 142 concerti (di cui 113 sinfonici – con organico superiore ai 35 elementi - e 29 da camera, o con organico comunque inferiore ai 35 elementi) che hanno visto la presenza di 55.157 spettatori paganti (in media, 388,42 a concerto) in 28 piazze di sei diverse regioni. Tre concerti si sono svolti all’estero. A questa mole produttiva – già di per sé indice dell’elevato posizionamento produttivo e artistico dei complessi della Fondazione – si sono ha aggiunte 38 recite liriche nei Teatri di tradizione della Regione. Queste ultime, non essendo oggetto di riconoscimento o sovvenzionamento nazionale, rappresentano un impegno specifico direttamente connesso all’importante ruolo di sostegno produttivo della vita musicale dell’Emilia-Romagna assegnato alla Fondazione Toscanini dalla legislazione regionale. i concerti L’attività concertistica rimane il cardine produttivo della Fondazione nelle sue diverse articolazioni: il grande sinfonismo di Nuove Atmosfere, la stagione della Filarmonica Toscanini all’Auditorium Paganini con 25 concerti su due turni e più di 1000 abbonati; la partecipazione al Festival Verdi; le conferenze musicali di Impariamo il Concerto, divenute rapidamente un appuntamento costante da 170 abbonati; i Concerti Aperitivo, che hanno trovato una nuova e felice collocazione alla Sala Gavazzeni del CPM Toscanini; i concerti del Educational, affollati dai ragazzi delle scuole di Parma e provincia; la costante

|56

presenza sul territorio regionale. Grande interesse e partecipazione si sono riscontrati anche nelle collaborazioni con altre Istituzioni culturali parmigiane (dal Conservatorio Boito al Teatro Due) e con le presenze nei luoghi insoliti toccati dalla rassegna Fuori Posto, come lo splendido salone liberty delle Poste Centrali di Parma. La Fondazione ha poi confermato, realizzando la IV edizione di Stelle Vaganti (rassegna estiva che tocca tutti i generi musicali) oppure Armonie Celesti (rassegna della domenica pomeriggio, ad ingresso gratuito, che si tiene nella primavera-estate presso la Basilica della Steccata e che presenta musica sacra o un repertorio particolarmente adatto alla sacralità del luogo) esempi significativi della curiosità e dell’apertura a tutti i generi musicali che contraddistingue la sua programmazione artistica.

nuove atmosfere Filo conduttore delle scelte artistiche del 2017 è stata la presenza e la fortuna dello strumento solista nell’era classica e romantica. Il pubblico ha potuto quindi ascoltare il pianoforte di Mozart, di Beethoven e di Čajkovskij; il violino di Brahms di Čajkovskij; il violoncello di Schumann. A far loro da corona, dal medesimo repertorio, sono state alcune sinfonie tra le maggiori di Schubert (Grande e Incompiuta), di Mahler (Quinta) e di Beethoven (Sesta, “Pastorale”), senza trascurare importanti pagine di Mendelssohn, Brahms, Bruckner, Mahler né, tra altri “classici” del Novecento, Britten, Bartók e Schönberg (rispettivamente con la Young Person’s Guide to the Orchestra, le Rapsodie per violino, il Pelleas und

WIM MERTENS, CARLO GUAITOLI, TEATRO REGIO, PARMA, 18.11.2017


Melisande op. 5 nella versione per orchestra da camera di Cliff Conlot). Infine, i due poemi sinfonici dedicati da Respighi ai Pini e alle Fontane di Roma sono stati eseguiti dalla Filarmonica Toscanini nel concerto del 16 gennaio, in apertura delle celebrazioni per il 150.o anniversario della nascita di Arturo Toscanini. Sotto il profilo delle presenze artistiche l’anno è stato caratterizzato dal ritorno di grandi interpreti molto amati dal pubblico, come i direttori d’orchestra Yoel Levi, Gianluigi Gelmetti, Stefan Anton Reck, Juraj Valčuha, Michele Mariotti, Lawrence Foster, e dalla presenza di numerosi solisti di valore internazionale, molti dei quali al debutto con la Filarmonica: le violiniste Anna Tifu e Midori, il violoncellista Enrico Dindo, i pianisti Michele Campanella, Sergej Bozhanov, Ruben Micieli e i direttori Diego Fasolis e Speranza Scappucci, astro nascente della direzione al femminile. Il calendario stagionale ha inoltre previsto due ospitalità: l’Orchestra Regionale Toscana, con un programma interamente dedicato a Mendelssohn, e l’Orchestra Verdi di Milano diretta da Jader Bignamini col violino solista di Giovanni Andrea Zanon in un programma classico dedicato a Schubert e Beethoven. Splendida è stata l’apertura della stagione 2017/2018, con il monumentale Requiem Tedesco di Brahms affidato alla bacchetta di Alpesh Chauhan, seguito da due concerti dedicati l’uno a Berlioz, Bernstein e Mussorgskij (con la presenza eccezionale del pianista Krystian Zimerman) e l’altro a Korngold (Concerto per violino) e Wagner (Wesendonck-Lieder). La stagione, solidamente articolata sul grande repertorio sinfonico e solistico, ha puntato a un ulteriore incremento di partecipazione e consenso del pubblico: evidente valore aggiunto della rassegna, grazie alle cifre toccate dagli spettatori in sala. Visibile è stato anche lo sforzo volto ad assicurare all’orchestra i migliori giovani talenti del panorama internazionale, nella consapevolezza che la qualità esecutiva rimane la vera misura della bontà del lavoro compiuto dalla Fondazione.

|58

la lirica Le orchestre della Fondazione Toscanini vantano una rilevante e tradizionale attività in ambito lirico: nella regione cha vanta ben sei teatri di tradizione, ciascuno con una significativa programmazione operistica, la loro presenza in cartellone è, sin dalle origini, il segno tradizionale di un investimento strategico della Fondazione particolarmente sentito e apprezzato dal territorio dell’Emilia-Romagna, dove l’opera e la sua tradizione culturale sono da sempre radicate dell’intimo sentire degli abitanti. Tale ruolo si concretizza in assenza di un qualsivoglia riconoscimento ministeriale delle sue rilevanti dimensioni: sono 38 le recite liriche eseguite nel 2017, un numero che da molti anni supera i risultati di diverse fondazioni lirico-sinfoniche e che esprime concretamente l’impegno a sostegno delle stagioni liriche dei Teatri di Tradizione di Parma, Modena, Piacenza, Reggio Emilia e Ferrara rivelando una determinante, sia in termini numerica che qualitativi, per il funzionamento del sistema. Si tratta di dati che, in termini di ore/lavoro e di oneri contributivi, non hanno alcuna influenza sugli stanziamenti nazionali (e, anzi, penalizzano la Fondazione in quanto essa non effettua attività sinfonica) ma che risalgono al ruolo originario di qualificata entità di supporto al cartellone operistico emiliano-romagnolo che viene svolto sin dalla metà degli anni Settanta, segno di un sentito radicamento territoriale e di una volontà strategica dei soci pubblici che viene perseguita con attenzione e equilibrio. Nel corso dell’esercizio di riferimento, tale attività può essere sintetizzata come segue: G. Donizetti, Anna Bolena: produzione al Teatro Regio di Parma. A. Catalani, La Wally: produzione del Teatro Municipale di Piacenza e repliche al Teatro Comunale di Modena; al Teatro Municipale Valli di Reggio Emilia. V. Bellini, I Puritani: produzione del Teatro Comunale di Modena, repliche al Teatro Municipale di Piacenza, al Teatro Municipale Valli; L. Nono, Prometeo. Tragedia dell’ascolto, eseguito al Teatro Farnese produzione del Teatro Regio di Parma. G. Verdi, Jérusalem e Falstaff per il Festival Verdi 2017 al Teatro Regio di Parma.

EDU, ELIO, ROBERTO POLASTRI, PIERINO E IL LUPO, TEATRO DELLA REGINA, CATTOLICA, 11.01.2017 EDU, ALESSANDRO NIDI, ROBERTO RECCHIA, TOSCANINI SEI UN MITOCORTE AGRESTI, TRAVERSETOLO, 15.07.2017 EDU, TOSCANINI SEI UN MITO, TEATRO DUE, PARMA, 09.05.2017 EDU, ALESSANDRO NIDI, TU CHIAMALE SE VUOI EMOZIONI, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA,15.11.2017


l’estate A partire dall’estate, la Fondazione ha proposto ad alcune realtà locali un modello di presenza continuativa, basato anche su presenze a condizioni di assoluto favore, così da radicare la presenza dei Complessi orchestrali in un numero più elevato di luoghi. Entro tale cornice, durante l’estate si è puntato su progetti e programmi agili e accattivanti, in grado di aver più repliche e quindi di realizzare quelle economie di scala capaci di ridurre il costo dei singoli concerti. Importante in tal senso è stato anche il legame con il circuito multidisciplinare dell’Emilia-Romagna gestito da ATER e con la fitta rete dei Festival e delle rassegne che permeano il territorio regionale. Alla presenza estiva sul territorio, alimentata dalla sensibilità crossover che ha condotto alla recente collaborazione con alcuni protagonisti della musica popolare italiana ed internazionale, si sono aggiunte le ormai consolidate presenze al Concorso Internazionale di Voci Verdiane di Busseto, giunto alla 55esima edizione, al Festival Note d’Estate di Sassuolo, al Festival della Filosofia di Modena, all’Emilia-Romagna Festival. La novità della programmazione 2017 è stata la collaborazione con un’altra delle maggiori istituzioni teatrali cittadine, la Fondazione Teatro Due, nell’ambito dell’iniziativa che ha illustrato alla città non solo la comune produzione, il Sogno di una mezza estate di Shakespeare con le musiche di scena di Mendelssohn, ma anche le rispettive stagioni estive, che sono state per la prima volta coordinate in una cornice comune. Fulcro della programmazione 2017 è stata, Stelle Vaganti, la stagione estiva crossover all’Auditorium Paganini. I concerti proposti hanno esplorato ciascuno un particolare segmento della musica, permettendo agli ascoltatori di mettere insieme un viaggio nei generi che compongono il vasto spettro della musica dei nostri giorni. Si è trattato nel complesso di concerti di alto profilo artistico e di esecuzioni che hanno permesso alla Filarmonica Toscanini di affrontare un repertorio alternativo a quello classico, che restava solo nel concerto inaugurale. La stagione è stata aperta dal concerto della Filarmonica Toscanini diretto da Alpesh Chauhan, nel giorno anniversario del debutto sul podio di Arturo Toscanini, il 30 giugno 1886. |60

Il concerto aveva in programma musiche di Verdi, Rossini e Beethoven, dei quali proprio Arturo Toscanini fu interprete straordinario. Nel secondo appuntamento, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo diretta da Roberto Molinelli, ha presentato i grandi successi del Festival di Sanremo, arrangiati in veste sinfonica. Dopo la musica leggera, Stelle vaganti ha ospitato la musica da film, il genere forse più caratteristico del Novecento. In collaborazione con la Cineteca di Bologna, la Filarmonica Toscanini diretta da Timothy Brock, ha eseguito dal vivo le colonne sonore di due delle opere cinematografiche più famose di Buster Keaton (Sherlock Jr e One Week), proiettate sullo schermo del Paganini nella versione restaurata. L’ultimo concerto è stato affidato, al talento di Vinicio Capossela, con cui la Filarmonica Toscanini ha esplorato il mondo della canzone d’autore. La programmazione estiva ha poi visto la presenza di due importanti concerti all’estero, il primo a Lugano (diretto da Pietro Rizzo) ed il secondo a Wiesbaden (diretto da Speranza Scappucci) e una lunga serie di importanti appuntamenti in luoghi monumentali e artistici della regione (la Rocca Sforzesca di Imola, la Chiesa di San Domenico a Forlì, il Labirinto della Masone a Fontanellato, la Reggia Ducale di Colorno, la Piazza Verdi di Busseto e il Castello di Castelnuovo Fogliani). Degna conclusione è stato il ritorno della Filarmonica al Concorso di Composizione “Due Agosto” di Bologna dopo un’assenza di molti anni, che ha permesso di recuperare il prestigioso appuntamento di Piazza Maggiore, tradizionale concerto conclusivo della stagione estiva.

il concorso "arturo toscanini" Il Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Arturo Toscanini”, fondato nel 1985, è giunto nel 2017 alla sua decima edizione. Il Concorso, si fregia dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e del Patrocinio del Presidente della Regione Emilia-Romagna e del Sindaco di Parma, ed è dal 1987 membro della prestigiosa Federazione Mondiale dei Concorsi Internazionali di Musica di Ginevra. Promosso e organizza-

FALSTAFF, TEATRO REGIO, PARMA, 01.10.2017

I PURITANI, TEATRO MUNICIPALE, PIACENZA, 24.03.2017


to sin dalla nascita dalla Fondazione Toscanini, il Concorso è considerato uno dei più importanti Concorsi mondiali dedicato alla scoperta di nuovi talenti nel campo della direzione d’orchestra ed è giustamente conosciuto per la severità del giudizio che presiede alle varie fasi della selezione ma anche per le importanti opportunità che offre, incluso il valore del montepremi che esso distribuisce ai vincitori del premi in palio. Tra i direttori usciti dal Concorso vi sono i nomi di Kazushi Ono, Carlo Rizzi, Gyorgy Gyorivanyi Rath, Stefan Anton Reck, Stanislav Kochanovsky e Kirill Petrenko, designato quest’anno alla guida dei Berliner Philharmoniker. L’edizione 2017 ha coinciso come detto con il 150.o anniversario della nascita di Arturo Toscanini. Le eliminatorie si sono tenute dal 29 maggio al 1 giugno 2017 mentre le semifinali e finali hanno avuto luogo tra il 22 ed il 28 ottobre. Sede del Concorso è stato l’Auditorium Niccolò Paganini, con la Filarmonica Arturo Toscanini nell’ormai tradizionale ruolo di orchestra residente. Ben 159 sono stati i candidati di 34 diverse nazionalità che hanno presentato domanda. Tra essi la Giuria Internazionale presieduta da Gianluigi Gelmetti ne ha scelti 12. Il Primo Premio non è stato assegnato. L’italiano Vincenzo Milletarì e il sudcoreano Cha Woong hanno vinto ciascuno un secondo Premio di 10.000 euro, l’americano Yuga Cohler ha vinto il Premio dell’Orchestra di 5.000 euro e l’irlandese Ciarán Mc Auley la Menzione Speciale della Giuria. Milletarì si è anche meritato il Premio Speciale del Pubblico di € 5.000. La prossima edizione è prevista per il 2020.

il progetto educational Nell’anno dei 150 anni di Arturo Toscanini, il progetto Educational ha presentato le mille sfaccettature del Maestro attraverso numerose attività di formazione e di divulgazione. Toscanini sei un mito, nuova produzione Educational, racconta con musica, video e parole, la storia del grande direttore d’orchestra, stimolando la curiosità verso una figura che sarebbe apparsa, ai più giovani, distante e nebulosa. È stata ideata un’il-

lustrazione ad hoc, realizzata dalla giovane illustratrice Giulia Ripa, che è stata utilizzata sia come immagine di presentazione dello spettacolo, sia come copertina per la brochure Educational. La formazione del pubblico, senza distinzione d’età, è un processo strategico, dinamico e interattivo che si realizza attraverso la creazione di nuove modalità di relazione e comunicazione con il pubblico. Scoprire, analizzare e capire la musica per amarla, farla conoscere e vivere. Sono questi gli obiettivi che la Fondazione Toscanini persegue attraverso il progetto Educational e proprio per questi motivi è stato scelto di presentare la figura di Arturo Toscanini anche attraverso altri linguaggi di comunicazione. Sono nati: una mostra una fotografica e documentaria Arturo Toscanini in viaggio controvento e una mostra di illustrazione Baci da Arturo, una cartolina d’autore per Arturo Toscanini, un video Toscanini 150 dove l’illustrazione incontra la grafica e l’animazione, momenti di approfondimento con gli illustratori, incontri nelle scuole, due percorsi di alternanza scuola lavoro. Ogni progetto Educational costituisce un piccolo, autonomo ecosistema musicale: in ogni contesto in cui interviene segna la traccia per progetti che continuano a svilupparsi anche negli anni successivi. Ne è un esempio il progetto crossover Pierino e il Lupo. Realizzato in collaborazione con il circuito regionale multidisciplinare ATER, nel 2017 è stato presentato, dopo il debutto a Parma nel 2016, in quattro teatri della Regione Emilia-Romagna (Cattolica, Casalecchio, Castelfranco Emilia, Mirandola) e durante l’estate alla Palazzina di Caccia di Stupinigi e nel Piazzale della Rosa di Sassuolo. Il capolavoro musicale di Prokof ’ev interpretato dall’istrionico Elio (frontman di Elio e Le Storie Tese) è stata un’occasione per grandi e bambini di avvicinarsi in maniera divertente alla musica classica. Anche nel 2017 sono stati presentati, a grande richiesta, alcuni concerti in repertorio come Tu chiamale se vuoi emozioni e Facciamola a pezzi che hanno visto coinvolti Istituti scolastici della regione Emilia-Romagna e numerose associazioni culturali e sono stati riproposti incontri di formazione realizzati grazie

VINICIO CAPOSSELA, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA, 20.07.2017 SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE, NORIS BORGOGELLI, ARENA SHAKESPEARE, PARMA, 22.06.2017 TRIO JAZZ CONSERVATORIO ARRIGO BOITO, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA, 30.06.2017 IL CINEMA DI BUSTER KEATON, TIMOTHY BROCK, AUDITORIUM PAGANINI, 14.07.2017

63|


alla collaborazione con direttori d’orchestra, giornalisti e musicologi, rivolti a ragazzi delle scuole secondarie superiori e ad adulti. Il progetto L’ORER incontra i giovani talenti, alla sua ottava edizione, ha riconfermato la stretta collaborazione con il Conservatorio A. Boito di Parma in un percorso musicale professionalizzante, coinvolgendo i migliori allievi come protagonisti di due concerti con l’Orchestra Regionale dell’Emilia -Romagna. La brochure (a. s 2016/2017 e a. s. 2017/2018) è stata rinnovata nel formato, nella grafica e nel materiale utilizzato e nel formato digitale ha avuto una distribuzione capillare negli Istituti scolastici italiani. L’azienda Cedacri Group ha creduto nuovamente nell’innovatività delle idee del progetto Educational, divenendo vera e propria “imprese amica della scuola”. Educational anche nel 2017 si è dunque riconfermato come un vero e proprio marchio di qualità rivolto all’audience development nella sua totalità.

|64

festival verdi 2017 La storica funzione di sostegno al cartellone lirico dei sei Teatri di Tradizione dell’Emilia-Romagna, che l’orchestra regionale svolge, con le varie denominazioni che si sono succedute negli anni, sin dal 1973, trova il suo punto artistico più elevato nel partenariato artistico in essere con il Festival Verdi di Parma, iniziato nel 2012 e proseguito negli anni successivi grazie al successo via via riscosso. Partecipare come orchestra residente ad uno dei più importanti festival musicali italiani, dedicato al più insigne operista della storia della musica, che, come Arturo Toscanini, è figlio di questa terra, rappresenta per la Filarmonica Arturo Toscanini motivo di legittimo orgoglio ma anche l’occasione per poter proseguire anche nel Festival un rapporto con il Teatro Regio che durava sin dalla creazione dell’orchestra dell’Emilia-Romagna e che è il primo, storico motivo della sua presenza a Parma. Interrotto alcuni anni or sono per motivi non artistici ed oggi recuperato, esso costituisce un momento artistico di grande visibilità internazionale, cui la Filarmonica Toscanini garantisce un apporto concreto e una presenza qualitativamente elevata, concretizzatisi nel 2017 nell'esecuzione delle opere Falstaff e Jérusalem (cinque recite ciascuna) e nel grande concerto sinfonico - corale diretto da Daniele Callegari, il Requiem di Verdi presentato per due volte ad un pubblico nel quale era fortissima la componente straniera.

CONCERTO APERITIVO, ENSEMBLE A' SONAR, RIDOTTO DEL TEATRO REGIO, PARMA, 12.03.2017 CONCERTO APERITIVO, QUARTETTO SGARABOTTO, SALA GAVAZZENI, PARMA, 26.11.2017


I risultati prodotti: Stagione sinfonica Nuove Atmosfere: Nella stagione 2017/18 gli abbonati ai tre turni principali sono passati da 1007 a 1074, con un incremento del 6,65%, senza contare il più che positivo riscontro avuto dal Concorso Toscanini (195 abbonati) e dal ciclo Impariamo il concerto (184 abbonati). Le presenze, a stagione non ancora conclusa, viaggiano su una media di 695 spettatori per il turno Verde (+ 9,2% sulla stagione precedente), di 520 per il turno Rosso (+16,8%) e di 390 per il Turno Tutti per Uno (+8%). Progetti Educational: gli spettacoli distribuiti nel corso dell’anno hanno visto la vendita di tutti i posti disponibili su prenotazione alcuni mesi prima dell’effettuazione dei concerti stessi. Stagioni liriche: nei teatri di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia. Festival Verdi 2017: 2 concerti al Teatro Regio di Parma e produzioni liriche di Jérusalem e Falstaff Festival ed eventi estivi Stelle Vaganti (Parma) Note d’Estate (Sassuolo) Emilia-Romagna Festival (Imola e Forlì) Concorso Internazionale di Composizione “2 Agosto” (Bologna) Festival della Filosofia 2017 (Sassuolo) Notturni in Musica alla Corte della Duchessa (Colorno) Concerti al Festival Musica in Castello (Alseno e Traversetolo) Rheingau Musik Festival (Wiesbaden) Barezzi Festival 2017 (Parma)

MIHAELA COSTEA, LAWRENCE FOSTER, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA, 24.11.2017

conclusioni Nell’insieme, l’attività dei complessi orchestrali della Fondazione Arturo Toscanini si è mantenuta nel 2017 in linea con gli obiettivi strategici previsti e con quanto annunciato in sede di progettazione triennale. All’elevata qualità artistica e alla forte capacità di intercettare le esigenze di pubblici diversi tra loro, si sono aggiunte la solidità e l’importanza numerica della dimensione produttiva, conformi al ruolo di un’Istituzione dotata degli strumenti artistici e gestionali necessari ad adempiere alla propria missione statutaria di efficace ambasciatrice della tradizione musicale emilianoromagnola in Italia e nel contesto internazionale. La progettualità artistica e l’azione strategica e amministrativa del trascorso quinquennio hanno completamente innovato il posizionamento dell’istituzione, migliorando la qualità artistica dell’orchestra attraverso il suo attento ringiovanimento, incrementando l’investimento sui giovani musicisti, diversificando e ampliando il repertorio con progetti innovativi, recuperando e consolidando la collaborazione con gli enti musicali del territorio, soprattutto i Teatri di Tradizione della regione e quelli inseriti in reti e circuiti regionali di offerta culturale diffusa, acquisendo infine in via definitiva una nuova sede operativa, interamente ristrutturata con fondi propri, così da trovarsi ora pronta a un ulteriore balzo in avanti, forte di una lunga serie di bilanci positivi e di risultati manifesti e dell’atteso riconoscimento nazionale della dimensione virtuosa non meno che dell’ eccellenza artistica della propria attività.

67|


L’at tenzione dei medi a I dati relativi all’attenzione dei media nei confronti della Fondazione Toscanini e delle sue orchestre registrano un positivo incremento, passando da 2786 a 3088 uscite stampa, con un aumento del 10,8% rispetto all’anno precedente. Il risultato, apparentemente ridotto nelle dimensioni, diviene oltremodo significativo se si pensa che esso migliora ulteriormente il costante trend positivo iniziato nel 2012 e proseguito sino ad oggi. I dati seguenti escludono testate radiofoniche e televisive, che non sono regolarmente monitorate, e le citazioni della stampa estera. Particolarmente significativi gli apporti derivanti dal Concorso internazionale di Direzione d’Orchestra Arturo Toscanini e dalla complessiva attività per le Celebrazioni Toscaniniane 2017 in occasione del 150° anniversario della nascita del Maestro. 2016 2786 1694 1092

w e b (61, 37% )

stampa c a r t a cea (38,63%)

Analizzando il dettaglio della presenza sulla carta stampata, cala la presenza sulla stampa quotidiana, che scende al 76,9% del totale (-3,3% rispetto al 2016). La stampa settimanale sale all’12,5% (era 10,1%), la stampa mensile si mantiene stabile al 7,3%. Altre testate sono appena il 3,3% del totale. settimanali (12, 5%)

totale uscite stampa stampa locale/regionale/web totale uscite stampa cartacea (375 stampa nazionale/ 717 stampa regionale)

quotidiani (76, 9% )

totale uscite stampa stampa locale/regionale/web totale uscite stampa cartacea (493 stampa nazionale/ 700 su quella regionale)

Molto ampio e variegato resta l’elenco delle testate generaliste e specializzate che hanno seguito l’attività della Toscanini nel corso del 2017, specchio della duttilità delle due compagini orchestrali capai di spaziare, nei programmi e nelle collaborazioni, dalla grande musica sinfonica al pop e ai progetti crossover, dalla musica contemporanea ai progetti per i ragazzi, dalla lirica al jazz. Alla molteplicità di generi corrisponde infatti l’attenzione di testate di diversa tipologia: testate generaliste, periodici specializzati in musica classica, testate dedicate al mondo della lirica, ma anche pubblicazioni sulla musica rock e pop di stampo turistico e divulgativo.

mensili (7, 3%) a l t r e t es t a t e (3, 3%)

2017 3088 1895 1193

Sostanzialmente omogenea rispetto al passato è la distribuzione delle notizie tra stampa cartacea e mondo del web, con un leggero e naturale rafforzamento di quest’ultimo (+0.75% rispetto all’anno precedente), come indicato nel grafico seguente.

|68


Si to web e soci a l net work Completamente riorganizzato nei contenuti e nella veste grafica nell’ottobre del 2015, nel 2017 il sito www.fondazionetoscanini.it ha visto proseguire la crescita del numero dei visitatori e del numero di nuovi utenti registrando rispettivamente un incremento del + 10% e del + 8% rispetto il 2016. L’aggiornamento giornaliero del calendario, pubblicazioni di articoli, comunicati stampa, interviste, guide all’ascolto, rimangono le principali modalità utilizzate per presentare e promuovere i concerti e le iniziative organizzate della Fondazione Toscanini. L’obiettivo che si vuole perseguire resta quello di fornire all’utente non solo utili informazioni ma anche un prodotto editoriale ricco di contenuti e approfondimenti (grazie anche alla possibilità di consultare e scaricare i materiali in versione digitale) sia per soddisfare le esigenze degli appassionati del settore sia per incuriosire il nuovo pubblico. In occasione del 150° anniversario della nascita di Arturo Toscanini nel portale è stata creata una sezione dedicata, che ha permesso di raccogliere in maniera organica gli articoli e le iniziative organizzate per le celebrazioni dell’anno toscaniniano grazie all’introduzione del hashtag #Toscanini150, utilizzato anche nella condivisione dei post sui canali social. Il successo di questo lavoro, lo si evince anche dai dati che riguardano le visualizzazioni di pagina: nel 2017 ha avuto un incremento del +12% rispetto al 2016. La durata di visualizzazione di 2 minuti e 58 secondi e rispecchia le attese (ogni utente visualizza in media un contenuto più un approfondimento o due contenuti). Resta ottimo il dato che riguarda la bassa frequenza media di rimbalzo, che nel 2017 è pari al 55,71%. Questo dato misura l’interesse degli utenti per agli argomenti trattati: significa che su 100 persone che atterrano su una pagina, 46 rimangono con un tempo di lettura molto prolungato, mentre 55 se ne vanno prima dei 30 secondi iniziali che sono comunque un discreto lasso di tempo. Le pagine più visitate nel 2017 sono state, oltre alla home, che presenta in evidenza le notizie e gli approfondimenti più rile-

vanti, il calendario dei concerti, la sezione Lavora con noi, la pagina dedicata al Decimo Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra Arturo Toscanini, la sezione dedicata ai luoghi in particolare all’Auditorium Paganini, la pagina Arturo Toscanini, storia di un genio. Tra i concerti che hanno avuto maggiori visualizzazioni si segnala quello con Vinicio Capossela del 19 e 20 luglio e quello con Wim Mertens del 18 novembre. Sessioni

Aprile 2017

Luglio 2017

Ottobre 2017

Particolarmente rilevante, nel 2017, l’aumento degli accessi al sito attraverso dispositivi mobili come smarphone e tablet: tra vecchi e nuovi utenti si registra un numero di accessi aumentato del 22% rispetto all’anno precedente, dato che decreta il successo del sito responsive che incentiva sui diversi device una funzionale e fruibile web experience. Si conferma in definitiva vincente la scelta adottata dalla Fondazione Toscanini di creare un sito non solo vetrina di attività ma anche di contenuti, confermandosi il canale privilegiato per la comunicazione e promozione, premiato dal trend in generale aumento del traffico agli accessi al portale. La presenza on-line avviata dalla Fondazione Toscanini integra sinergicamente il sito web istituzionale ai principali Social Media (Facebook, Instagram, Twitter e Youtube), con l’intento creare una sorta di ecosistema in cui ogni elemento concorre a strutturare modalità di comunicazione multilivello e multidestinatario, con possibilità di interazione e di coinvolgimento ad ampio raggio. Per ogni pagina social è demandato uno specifico ruolo, sia rispetto al tipo di contenuto, sia rispetto al tono della comunicazione e, in definitiva, ai target.

69|


Facebook rimane in definitiva il social dominante per quanto concerne la diffusione e condivisione delle informazioni tra il pubblico: aggiornamenti sugli eventi ed iniziative organizzate dalla Fondazione, fotografie e video dei concerti, condivisione di notizie e articoli provenienti dal sito sono state le principali azioni adottate in maniera strategica sulla fan page che hanno favorito il raggiungimento di nuovi interlocutori fidelizzando al contempo il pubblico esistente. La decisione di lavorare in questa direzione è stata sostenuta anche dall’apprezzamento degli utenti per la pagina che nel 2017 ha superato il traguardo dei 6000 mi piace.

|70

Twitter permette costanti aggiornamenti con gli artisti ospiti e il mondo internazionale della musica classica mentre YouTube favorisce la condivisione e diffusione anche virale dei momenti artistici più significativi dei complessi orchestrali e cameristici della Fondazione Toscanini in ciascuna delle declinazioni di programmazione (Sinfonica, Lirica, Crossover, Educational). In linea con le tendenze dei social media, nel 2017 sono state implementate le attività su Instagram. Oltre alla condivisione foto e video di direttori e solisti o scatti in suggestivi luoghi in cui l’orchestra è stata ospite, grazie all’introduzione delle stories (brevi filmati disponibili per 24 ore) è stato possibile, far vivere ai followers un’esperienza immersiva e ravvicinata di alcuni istanti di concerti, prove e del “dietro le quinte” degli eventi organizzati dalla Fondazione, agevolando così una maggiore interazione con il pubblico e accorciando le distanze spazio temporali. .

VIKTORIA BORISSOVA, ANTONIO MERCURIO, ALPESH CHAUHAN, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA, 7.12.2017


RI SOR SE


R I S OR S E E CO N O M ICH E E F IN A N Z IAR I E

I risultati produttivi conseguiti dalla Fondazione Toscanini nel corso del 2017 hanno consentito di mantenere sostanzialmente invariati gli apporti dei suoi tradizionali sostenitori istituzionali (primo fra tutti lo Stato, attraverso il Fondo Unico dello Spettacolo assegnato al Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo) e dei propri Fondatori, in primis la Regione Emilia-Romagna. Quest’ultima ha mantenuto inalterato il contributo annuale – erogato in applicazione della L.R. 27/1995 - ammontante 3,5 milioni di euro. Il MiBACT ha invece incrementato il contributo annuale a 2,056 milioni di euro, con un aumento di 134 mila euro rispetto all’esercizio precedente. Va tuttavia rilevato che, alla data di redazione del presente bilancio, la documentazione consuntiva dell’attività svolta nel 2017 è in corso di valutazione presso la Commissione Musica del Ministero, che dovrà pronunciarsi in merito alle variazioni al programma artistico intervenute in corso d’anno. I contributi istituzionali da Enti pubblici e privati, invariati rispetto al 2016, sono stati pari a 166.769 euro. Si è anche registrato un aumento delle entrate proprie pari a 131 mila euro (+ 5,85%) rispetto al 2016. Buono è l’incremento dei ricavi delle vendite: 115 mila euro per l’attività sinfonica, 94 mila euro per l’attività lirica e 6 mila euro, per sponsorizzazioni, mentre sono diminuiti i ricavi per l’attività di biglietteria per 55 mila euro (la variazione deriva da una diversa articolazione contrattuale delle entrate, più che da cali di botteghino) e i contributi da privati su attività per 20 mila euro.

|74

Ripartizione percentuale delle entrate 2016 Contributo Regione Emilia-Romagna e Soci (46,84 %) Contributo dello stato (24,55 %) Entrate proprie (28,61 %)

Ripartizione percentuale delle entrate 2017 Contributo Regione Emilia-Romagna e Soci (45,30 %) Contributo dello stato (25,41 %) Entrate proprie (29,29 %)

SESTO QUATRINI, TEATRO MUNICIPALE, PIACENZA, 31.12.2017 PROMETEO.TRAGEDIA DELL'ASCOLTO, TEATRO FARNESE, PARMA, 25.05.2017


PA R T N ER E S O S T E N IT O R I

Dopo il proficuo avvio del 2013, per la quinta stagione consecutiva, Ce.P.I.M, Centro Padano Interscambio Merci, ha rinnovato la collaborazione con la Fondazione Arturo Toscanini divenendone Partner Istituzionale e garantendo la copertura dei costi per progetti culturali e la realizzazione di molti degli stessi; nel 2017, nell’ambito delle celebrazioni toscaniniane, CeP.I.M. ha inoltre erogato il Premio dell’Orchestra ‘Paolo Vero’ al terzo classificato del Concorso Internazionale di Direzione d'Orchestra "Arturo Toscanini". Chiesi Farmaceutici SpA, leader di settore a livello internazionale, già da molti anni sponsor del concerto inaugurale della Stagione Nuove Atmosfere o del concerto commemorativo della morte del Maestro Toscanini, è da quattro anni anche sponsor ufficiale dell’intera stagione sinfonica della Filarmonica Toscanini, che ha potuto così ampliare l’offerta musicale in città con l’istituzione del secondo turno. Un’importante acquisizione si è avuta con l’intervento del Gruppo HERAcomm, che, nel 2015 è diventato il Partner Istituzionale della Filarmonica Arturo Toscanini, svolgendo un ruolo attivo nelle iniziative di comunicazione e promozione dei concerti della stessa e di tutte le attività della Fondazione sul territorio regionale. Nel 2017, in occasione del 150esimo anniversario delle nascita di Toscanini, è stato anche coproduttore dello spettacolo Toscanini sei un mito e sostenitore con il “‘Premio del pubblico” della decima edizione del Concorso di Direzione d’Orchestra intitolato al Maestro. Consolidare la relazione col territorio è per HERAcomm

|76

un obiettivo importante che, come nella partnership con la Fondazione Toscanini, individua un valore aggiunto che corrisponde a una spinta per un sempre più elevato livello qualitativo della propria offerta. Particolare attenzione viene rivolta alle nuove generazioni, con riferimento a progetti di valorizzazione dei giovani. In questa prospettiva Cedacri, l'azienda leader nei servizi di outsourcing per il settore bancario, istituzioni finanziarie e concessionarie esattoriali sul territorio, ha rinnovato per il terzo anno, con lo slogan “Impresa amica della scuola”, il suo sostegno ai progetti Educational. In questa prospettiva, le molteplici attività della Fondazione consentono importanti iniziative di co-marketing. In particolar modo la Banca Mediolanum, uffici finanziari di Parma, che oltre a sponsorizzare alcune rassegne musicali, da due anni offre alla città il concerto di Natale, e nel 2017 ha devoluto il “Secondo premio” al secondo classificato del 10ecimo Concorso Internazionale di Direzione d'Orchestra “Arturo Toscanini”. Anche nel 2017 la Fondazione si è impegnata nel consolidamento dei rapporti con persone fisiche, aziende o associazioni interessate a sostenerla con specifiche donazioni, come ad esempio, Consorzio del Lambrusco di Modena, LBA Associazione professionale tra commercialisti ed avvocati, Dallara Automobili (che da due anni offre il biglietto agli spettatori del concerto della rassegna Fuori Posto al Salone degli Sportelli presso le Poste Centrali), Assicoop Emilia Nord, Unipol SAI Assicurazioni. Sono state inoltre attivate azioni mirate sui social, per segnalare in rete il prezioso contributo dato dai

ALPESH CHAHUAN, FILARMONICA ARTURO TOSCANINI, ROCCA SFORZESCA, IMOLA, 25.07.2017


partner, mentre gli sponsor tecnici, Carebo Autohub e Crosconsulting, hanno messo a disposizione le proprie competenze tecnico-professionali e i propri servizi, contribuendo alla miglior riuscita delle attività della Fondazione.

Gli A mici dell a Fil a rmonica Art uro Tosca nini Gli Amici della Filarmonica Arturo Toscanini costituiscono il legame diretto tra l’orchestra e il suo pubblico più appassionato. Con lo slogan “Un’orchestra per amica” è stata promossa una campagna di sensibilizzazione rivolta a chi desidera condividere le molteplici iniziative della Filarmonica, partecipare attivamente alla vita musicale dell’orchestra, seguirne da vicino i passi, i progetti, la crescita. Quattro sono le forme di sostegno alle quali corrispondono diversi contributi, per entrare a far parte della grande famiglia dell’Associazione: Amico Junior (per giovani fino a 26 anni), Amico, Amico Benemerito e Amico Sostenitore. La Fondazione Arturo Toscanini si propone così di sviluppare un nucleo di sostenitori, persone fisiche e società che desiderano sostenere le attività istituzionali della Filarmonica Arturo Toscanini.

Il 5x10 0 0 La Fondazione Arturo Toscanini anche nel 2017 è stata iscritta dall’Agenzia delle entrate negli elenchi dei beneficiari ammessi alla destinazione della quota del 5 per mille dell’Irpef afferente ai redditi 2016. Grazie alle firme poste nell’apposito riquadro sul modello di dichiarazione e al codice della Fondazione (92059760345), viene destinata alla Toscanini una quota a sostegno delle attività musicali e culturali proposte dalla Fondazione.

|78


CONTRIBUTORI

AMICI SOSTENITORI E BENEMERITI

Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Regione Emilia- Romagna Provincia di Parma Comune di Parma Fondazione Cariparma Fondazione Monteparma

Dallara Automobili Consorzio del Lambrusco di Modena LBA Associazione Professionale tra commercialisti e avvocati Assicoop Emilia Nord Unipol SAI Assicurazioni

PARTNER

CEPIM Centro Padano Interscambio Merci s.p.a. Partner istituzionale della Fondazione Arturo Toscanini HERAcomm Partner istituzionale della Filarmonica Arturo Toscanini SPONSOR

Chiesi farmaceutici S.p.A Cedacri group Banca Mediolanum SPONSOR TECNICI

Peugeot Davighi F.lli Crosconsulting

ENTI CONVENZIONATI

Aci – Automobile Club D’Italia Associazione Mogli Medici Italiani Ciramus – Circolo Amici Della Musica Club dei 27 Cral Amps Cral Assicoop Emilia Nord Cral Barilla Spa Cral Bormioli Rocco Spa Cral Cariparma Cral Cedacri Spa Cral Ocme Srl Cral Parmalat Spa Cral Università degli Studi di Parma Fai – Fondo Ambiente Italiano Dallara Spa Intercral Verdissime.com

COLLABORAZIONI ISTITUZIONALI

Fondazione Teatro Regio, Parma Fondazione Teatro Due, Parma Musei del Comune di Parma Casa della Musica, Parma Complesso Monumentale della Pilotta, Parma Università degli Studi di Parma Conservatorio Arrigo Boito, Parma Liceo Musicale Attilio Bertolucci, Parma Liceo Classico Giandomenico Romagnosi, Parma Liceo Artistico Paolo Toschi, Parma Istituto Comprensivo Arturo Toscanini, Parma Ordine Costantiniano di San Giorgio Labirinto della Masone, Fontanellato (PR) Cisita - Sviluppo e Risorse per l’azienda, Parma 79|


B I L A N C I O DI E S E R CIZ IO 2 0 1 7

Il bilancio 2017 registra, nel conto economico, un incremento del valore della produzione, che sale da 7.828.402 euro nel 2016 a 8.093.974 euro nel 2017 e un correlato incremento sia dei costi di produzione, che salgono da 7.473.417 euro nel 2016 a 7.867.620 euro nel 2017, sia degli oneri finanziari, che salgono da 33.865 euro nel 2016 a 46.334 euro nel 2017. Il risultato prima delle imposte diminuisce la positività, passando da 321.120 euro nel 2016 a 180.020 euro nel 2017. Il risultato d’esercizio chiude con un’utile al netto delle imposte di 61.474 euro, contro l’utile di 24.518 euro dello scorso esercizio e con un patrimonio netto di 767.340 euro contro 705.868 euro del 2016. Le imposte correnti, differite e anticipate ammontano a 118.546 euro contro 296.602 euro dello scorso esercizio.

Stato Patrimoni a le At t i vo Immobilizzazioni immateriali

2.436.769

2.000.795

759.690

691.068

40.364

41.956

3.237.093

2.733.819

14.196

0

2.268.413

2.971.952

7.332

7.332

358.538

662.707

Attivo circolante

2.648.479

3.641.991

Ratei e riscontri

67.833

52.536

5.953.405

6.428.346

Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni finanziarie Immobilizzazioni Rimanenze Crediti Attività finanziarie che non costituiscono immobil.ni Disponibilità liquide

TOTALE ATTIVO

|80

2017 2016


Stato Patrimoni a le Passi vo Patrimonio netto Fondi per rischi e oneri Tfr Debiti Ratei e Riscontri TOTALE PASSIVO

Con to Economico

2017 2016

2017 2016 767.340

705.868

1.107.736

1.157.978

922.878

907.331

2.937.803

3.525.420

217.648

131.749

5.953.405

6.428.346

Valore della produzione

8.093.974

7.828.402

Costi della produzione

7.867.620

7.473.417

Differenza tra valore e costi della produzione

226.354

354.985

Proventi e (oneri) finanziari

-46.334

-33.865

0

0

Risultato ante imposte

180.020

321.120

Imposte

118.546

296.602

61.474

24.518

Rettifiche di valore di attivitĂ

Risultato netto dell'esercizio

81|


BILANCIO DI ESERCIZIO 2017* S TATO P AT RI M O NI ALE ATTIVO (in euro)

AL 31/ 12/ 2017

AL 31/1 2 /2 0 1 6

Tota li

Tota li

B . I M M OB IL IZ Z A Z IO N I B.I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

B.I.3 diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell’ingegno B.I.4 Concessioni, licenze, marchi e diritti simili B.I.6 Immobilizzazioni in corso e acconti B.I.7 Altre immobilizzazioni immateriali

2.171.437 1.569.255

TOTALE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

2.436.769

2.149 396 263.183

300.684

130.460 2.000.795

B.II IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI

B.II.1 terreni e fabbricati 463.375 474.925 B.II.2 Impianti e macchinario 782 B.II.3 Attrezzature industriali e commerciali 30.746 28.261 B.II.4 Altri beni materiali 265.569 187.100 TOTALE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI

759.690

691.068

B.III IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

B.III.1 Partecipazioni in B.III.1 d.bis altre imprese 40.090 40.090 TOTALE PARTECIPAZIONI

40.090

40.090

B.III.2 Crediti B.III.2 d.bis Crediti verso altri esigibili entro l’esercizio successivo 544 1.866 TOTALE CREDITI TOTALE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE TOTA L E I M M O B IL IZ Z A Z IO N I ( B ) |82

* LE VOCI OMESSE IN RELAZIONE AL FORMATO INTEGRALE DEL BILANCIO SI INTENDONO DI VALORE PARI A ZERO

544

1.866

40.634

41.956

3.237.093 2.733.819


AL 31/ 12/ 2017

Tota li

AL 31/ 12/ 2 0 1 6

Tota li

C. A TT I V O C I R CO L A N T E C.I RIMANENZE

C.I.1

Materie prime, sussidiarie e di consumo

TOTALE RIMANENZE

14.196

14.196

C.II CREDITI

C.II.1 C.II.5.bis C.II.5.ter C.II.5.quater

Crediti verso clienti esigibili entro l’esercizio successivo Crediti tributari esigibili entro l’esercizio successivo Imposte anticipate Crediti verso altri esigibili entro l’esercizio successivo

TOTALE CREDITI

597.558

494.774

424.118 687.676 413.281 486.848 833.456 1.302.654 2.268.413

2.971.952

C.III ATTIVITÀ FINANZIARIE CHE NON COSTITUISCONO IMMOBILIZZAZIONI

C.III.4 Altre partecipazioni

7.332 7.332

TOTALE ATTIVITÀ FINANZIARIE CHE NON COSTITUISCONO IMMOBILIZZAZIONI

7.332

7.332

C.IV DISPONIBILITÀ LIQUIDE

C.IV.1 Depositi bancari e postali C.IV.3 Denaro e valori in cassa

354.843 661.180

TOTALE DISPONIBILITÀ LIQUIDE

358.538

662.707

2.648.479

3.641.991

TOTA L E A TT I V O CIR CO L A N T E ( C) D . R A TEI E R I SC O N T I

TOTALE ATTIVO

3.695 1.527

67.833 52.536

5.953.405 6.428.346

83|


S TATO P AT RI M O NI ALE PASSIVO (in euro)

AL 31/ 12/ 2017 AL 31/1 2 /2 0 1 6

Tota li

Tota li

A . PA T R I MO N IO N E T T O A.I Capitale

Varie altre riserve A.IX Utile (perdita) dell’esercizio

635.438

610.920

70.428 70.430 61.474 24.518

T OTA L E P A T R IM O N IO N E T T O ( A )

767.340

705.868

B . F ON D I P E R R IS CH I E O N E R I

B.4 Altri fondi

1.107.736 1.157.978

T OTA L E F O N DI P E R R IS CH I E O N E R I (B)

1.107.736 1.157.978

C . TR A T T A M E N T O DI F IN E R A P P O R T O DI L AVOR O SU B ORDI NAT O

922.878

907.331

D . D EB I T I

D.4 Debiti verso banche D.4.a Esigibili entro l’esercizio successivo D.4.b Esigibili oltre l’esercizio successivo D.6 Acconti esigibili entro l’esercizio successivo D.7 Debiti verso fornitori esigibili entro l’esercizio successivo D.12 Debiti tributari esigibili entro l’esercizio successivo D.13 Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale D.14 Altri debiti esigibili entro l’esercizio successivo

1.061.422 1.413.130

T OTA L E D E B IT I ( D)

2.937.803

3.525.420

217.648

131.749

E. R A TEI E R IS CO N T I P A S S IVI

TOTALE PASSIVO

|84

365.221 354.035 696.201 1.059.095 245.931

222.646

809.979

1.060.463

144.214 132.550 228.244 203.064 448.013 493.567

5.953.405 6.428.346


CO N TO E CO NO M I C O (in euro)

AL 31/ 12/ 2017

AL 31/ 12/ 2 0 1 6

Tota li

Tota li

A . V A L OR E D EL L A P R O DU Z IO N E

A.1 Ricavi delle vendite e delle prestazioni A.5 Altri ricavi e proventi Contributi in conto esercizio Altri

1.785.695

1.645.141

5.723.027

5.588.506

TOTALE ALTRI RICAVI E PROVENTI

6.308.279

TO TA L E V A L OR E DE L L A P R O DU Z IO N E ( A )

8.093.974 7.828.402

585.252 594.755 6.183.261

B. C OS T I D E L L A P R O DU Z IO N E

B.6 Costi per materie prime sussidiarie, di consumo e di merci B.7 Costi per servizi B.8 Costi per godimento di beni di terzi B.9 Costi per il personale B.9.a Salari e stipendi B.9.b Oneri sociali B.9.c Trattamento di fine rapporto B.9.e Altri costi per il personale TOTALE COSTI PER IL PERSONALE

B.10 Ammortamenti e svalutazioni B.10.a Ammortamento delle immobilizzazioni immateriali B.10.b Ammortamento delle immobilizzazioni materiali B.10.d Svalutazioni dei crediti compresi nell’attivo circolante e delle disponibilità liquide

100.388 24.768 1.532.579 1.374.788 198.383 316.106 3.994.507 3.985.147 1.143.290

1.070.156

238.963

237.021

283.818

119.659

5.660.578

5.411.983

182.553

135.423

92.058

85.818

16.242 4.728

TOTALE AMMORTAMENTI E SVALUTAZIONI

290.853

B.11 Variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci B.13 Altri accantonamenti B.14 Oneri diversi di gestione

14.196-

225.969

40.000 99.035

79.803

7.867.620

7.473.417

TO TA L E C OS T I DE L L A P R O DU Z IO N E ( B )

DIFFERENZA TRA VALORE E COSTI DELLA PRODUZIONE (A-B)

226.354

354.985

85| 85|


AL 31/ 12/ 2017

AL 31/1 2 /2 0 1 6

Tota li

Tota li

C . PR OV E N T I E O N E R I F IN A N Z IA R I

C.16 Altri proventi finanziari C.16.d Proventi diversi dai precedenti: da altri C.17 Interessi e altri oneri finanziari C.17.d Interessi e altri oneri finanziari verso altri C.17bis Utili e perdite su cambi

2.148 1.835 48.475

35.678

7- 22

T OTA L E P R O VE N T I E D O N E R I F IN A NZI AR I (15+ 16- 17+ - 17 B I S)

46.334-

33.865-

R I S UL TA T O P R IM A DE L L E IM P O S T E ( A- B+ - C + - D)

180.020

321.120

20. I M PO S T E S U L R E DDIT O DE L L ’E S ERC I ZI O, C ORRENT I , DI F F ER I T E E ANT I C I PAT E

Imposte correnti Imposte differite e anticipate

44.979 31.715 73.567 264.887

T OTA L E D E L L E IM P O S T E S U L R E DDIT O DEL L ’ ESERC I ZI O, C OR R EN T I, DIF F E R IT E E A N T ICIP A T E

21. UTILE (PERDITA) DELL’ESERCIZIO

|86

118. 546

2 9 6 .6 0 2

61.474

24.518

ENRICO DINDO, FILARMONICA ARTURO TOSCANINI, AUDITORIUM PAGANINI, PARMA, 03.02.2017


C AL ENDAR I O DEL L E AT T I VI T À


C R ON OL O G IA 2 0 1 7

Il calendario che segue documenta la programmazione della Fondazione Arturo Toscanini, delle sue compagini sinfoniche, cameristiche e delle ospitalità dal 1 gennaio al 31 dicembre 2017. Si tratta di 178 eventi suddivisi in 142 concerti (sinfonici, cameristici, crossover, Educational, prove aperte) e 38 recite liriche.

Ridotto del Teatro Regio, Parma Concerti aperitivo 2016/2017 Trio Ely mos Sandu Nagy, flauto Pietro Corna, oboe Claudio Cirelli, pianoforte Musiche: T. Lalliet, P. A. Genin, H. F. Griebel, W. Pop, J. Demersseman, F. C. Berth

1 gennaio

Teatro Nuovo, Salsomaggiore Terme Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Concerto di Capodanno Roberto Polastri, direttore Musiche: W. A Mozart, P. I. Čajkovskij, G. Rossini, J. Strauss jr 1 gennaio

Teatro Ballarin, Lendinara Ensemble Te atro delle Note Mauro Mario, Maurizio Daffunchio, Julia Geller, Federica Vercalli, violini Sabrina Fontana, Sara Screpis, viole Fabio Gaddoni, violoncello Claudio Saguatti, contrabbasso Sandu Nagy, flauto Musiche: J. Strauss, G. Rossini, F. Massenet, M. Ravel, C. Gounod, J. Brahms, E. Elgar, V. Monti

|90

8 gennaio

10 gennaio

Teatro Regio, Parma Stagione lirica 2016/2017, prova generale pubblica Anna Bolena Distribuzione artistica come nella recita del 12 gennaio 11 gennaio

Teatro della Regina, Cattolica Educational 2016/2017 Pierino e il Lupo Orchestra Regionale dell’Emilia – Romagna Roberto Polastri, direttore Musiche: G. Rossini, S. Prokof’ev 12 gennaio

Teatro Regio, Parma

ALPESH CHAUHAN, LABIRINTO DELLA MASONE, FONTANELLATO, 26.07.2017 MICHELE MARIOTTI, YOLANDA AUYANET, SONIA GANASSI, ANTONIO SIRAGUSA, MICHELE PERTUSI, TEATRO MUNICIPALE, PIACENZA, 12.05.2017


Stagione Lirica 2016/2017 Anna Bolena Musica Gaetano Donizetti Fabrizio Maria Carminati, direttore Alfonso Antoniozzi, regia Orchestra Regionale dell’Emilia –Romagna Coro del Teatro Regio di Parma Martino Faggiani, maestro del coro Nuovo allestimento: Teatro Regio di Parma Coproduzione: Teatro Carlo Felice di Genova

Educational 2016/2017 Teatro Laura Betti, Casalecchio Pierino e il Lupo Distribuzione artistica come nel concerto dell’11 gennaio 20 gennaio

Teatro Regio, Parma Stagione Lirica 2016/2017 Anna Bolena

14 gennaio

Distribuzione artistica come nella recita del 12 gennaio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017, prova aperta Fil a rmonica A rt uro Tosca nini

21 gennaio

Distribuzione artistica come nel concerto del 15 gennaio

Educational 2016/2017 Teatro Dadà, Castelfranco Emilia Pierino e il Lupo

15 gennaio

Distribuzione artistica come nel concerto dell’11 gennaio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Juraj Valčuha, direttore Evgeni Bozhanov, pianoforte Musiche: L. v. Beethoven, O. Respighi

22 gennaio

Teatro Regio, Parma Stagione Lirica 2016/2017 Anna Bolena Distribuzione artistica come nella recita del 12 gennaio

16 gennaio

22 gennaio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Concerto commemorativo della morte di Arturo Toscanini Fil a rmonica A rt uro Tosca nini

Ridotto del Teatro Regio, Parma Concerti aperitivo 2016/2017 Trio A rchè Behrang Rassekhi, viola Daniele Titti, clarinetto Davide Carmarino, pianoforte

Distribuzione artistica come nel concerto del 15 gennaio 17 gennaio

Musiche: W. A. Mozart, R. Schumann

Teatro Regio, Parma Stagione Lirica 2016/2017 Anna Bolena

26 gennaio

Distribuzione artistica come nella recita del 12 gennaio |92

19 gennaio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017, prova aperta


Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 27 gennaio 27 gennaio

Teatro Rossini, Lugo Stagione concertistica 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Francesco Lanzillotta, direttore Ruben Micieli, pianoforte Musiche: P. I. Čajkovskij, B. Britten, B. Bartók 28 gennaio

Teatro Municipale, Piacenza Stagione concertistica 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 27 gennaio 29 gennaio

Auditorium Paganini, Parma Stagione concertistica 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini

4 febbraio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 3 febbraio 7 febbraio

Sala Gavazzeni, CPM “Arturo Toscanini”, Parma Tosca nini sei un mi to, prova aperta Distribuzione artistica come nel concerto del 16 febbraio 12 febbraio

Ridotto del Teatro Regio, Parma Concerti aperitivo 2016/2017 Ensemble Ellissi Elena Bakanova, soprano Daniele Ruzza, violino Carmen Condur, viola Diana Cahanescu, violoncello Raffaele Mascolo, pianoforte

Distribuzione artistica come nel concerto del 27 gennaio

Musiche: C. Saint-Saëns, G. Braga, R. Schumann, L. v. Beethoven

2 febbraio

15 febbraio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017, prova aperta Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 3 febbraio 3 febbraio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Francesco Lanzillotta, direttore Enrico Dindo, violoncello Musiche: R. Schumann, A. Schönberg

Teatro Municipale, Piacenza Stagione lirica 2016/2017, prova generale pubblica Wa lly Distribuzione artistica come nella recita del 17 febbraio 16 febbraio

Auditorium Toscanini, Parma Educational 2016/2017 Tosca nini sei un mi to Orchestra Regionale dell’Emilia – Romagna Alessandro Nidi, direttore Roberto Recchia, attore e regista 93|


Musiche: A. Dvořák, L. v. Beethoven, E. Grieg, G. Rossini, G. Verdi, G. Gershwin, J. Brahms

Musiche: M. De Falla, M. Ravel, L. Berio 22 febbraio

17 febbraio

Teatro Municipale, Piacenza Stagione lirica 2016/2017 Wa lly Musica Alfredo Catalani Libretto Luigi Illica Francesco Ivan Ciampa, direttore Nicola Berloffa, regia Orchestra Regionale dell’Emilia – Romagna Coro del Teatro Municipale di Piacenza Corrado Casati, maestro del coro Coproduzione: Fondazione Teatri di Piacenza, Fondazione Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, Teatro del Giglio di Lucca 19 febbraio

Teatro Municipale, Piacenza Stagione lirica 2016/2017 Wa lly Distribuzione artistica come nella recita del 17 febbraio 19 febbraio

Ridotto del Teatro Regio, Parma Concerti aperitivo 2016/2017 Ensemble dell a Fil a rmonica Art uro Tosca nini Giambattista Giocoli, direttore Cristina Zavalloni, mezzosoprano Sandu Nagy, flauto Daniele Titti, clarinetto Viktoria Borissova, Camilla Mazzanti, violini Behrang Rassekhi, viola Pietro Nappi, violoncello Elena Meozzi, arpa Francesco Migliarini, Nicolò Tomasello, percussioni |94

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017, prova aperta Fil a rmonica Art uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 23 febbraio 23 febbraio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Alpesh Chauhan, direttore Olli Mustonen, pianoforte Musiche: Z. Kodály, W. A. Mozart, J. Sibelius 24 febbraio

Teatro Comunale Luciano Pavarotti, Modena Stagione Lirica 2016/2017 Wa lly Distribuzione artistica come nella recita del 17 febbraio 25 febbraio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 23 febbraio 26 febbraio

Ridotto del Teatro Regio, Parma Concerti aperitivo 2016/2017 I percussionist i dell a Fil a rmonica Art uro Tosca nini Francesco Migliarini, Igor Caiazza, Andrea Carattino, Tommaso Ferrieri Caputi, Matteo Flori, percussioni Musica: S. Reich


26 febbraio

Teatro Comunale Luciano Pavarotti, Modena Stagione Lirica 2016/2017 Wa lly Distribuzione artistica come nella recita del 17 febbraio 1 marzo

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Orchestr a dell a Tosca na Dietrich Paredes, direttore Saleem Abboud Ashkar, pianoforte Musiche: F. Mendelssohn, L. van Beethoven

Mihaela Costea, violino Musiche: J. Corigliano, L. v. Beethoven 12 marzo

Ridotto del Teatro Regio, Parma Concerti aperitivo 2016/2017 ENSEM BLE ‘A SONA R Daniele Ruzza, Alice Costamagna, Camilla Mazzanti, Mario Mauro, violini Ilaria Negrotti, Diego Spagnoli, viole Vincenzo Fossanova, violoncello Antonio Mercurio, contrabbasso Ivano Zanenghi, liuto Lorenzo Feder, clavicembalo Musiche: A. Vivaldi, J. S. Bach

3 marzo

Teatro Municipale Valli, Reggio Emilia Stagione Lirica 2016/2017 Wa lly Distribuzione artistica come nella recita del 17 febbraio

14 marzo

Teatro Comunale Luciano Pavarotti, Modena Stagione lirica 2016/2017, prova generale pubblica I Puri ta ni Distribuzione artistica come nella recita del 16 marzo

5 marzo

Teatro Municipale Valli, Reggio Emilia Stagione Lirica 2016/2017 Wa lly Distribuzione artistica come nella recita del 17 febbraio 7 marzo

Sala Gavazzeni, CPM “Arturo Toscanini”, Parma Fil a rmonica A rt uro Tosca nini, prova aperta Distribuzione artistica come nel concerto dell'8 marzo 8 marzo

Teatro Verdi, Firenze Stagione Concertistica 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Francesco Lanzillotta, direttore

15 marzo

Teatro Rossini, Lugo Stagione Concertistica 2016/2017 Archi dell a Fil a rmonica Art uro Tosca nini Mihaela Costea, violino concertatore Musiche: A. Vivaldi, W. A. Mozart 16 marzo

Teatro Comunale Luciano Pavarotti, Modena Stagione lirica 2016/2017 I Puri ta ni Musica Vincenzo Bellini Libretto Carlo Pepoli Jordi Bernacer, direttore 95|


Francesco Esposito, regia e costumi Orchestra Regionale dell’Emilia – Romagna Coro del Teatro Comunale di Modena Stefano Colò, maestro del coro Nuovo allestimento: Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena Coproduzione: Fondazione Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena, Fondazione Teatri di Piacenza, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia

Distribuzione artistica come nella recita del 16 marzo 22 marzo

Auditorium Levi Montalcini, Mirandola Educational 2016/2017 Pierino e il Lupo Distribuzione artistica come nella recita dell’11 gennaio 23 marzo

17 marzo

Auditorium Toscanini, Parma Educational 2016/2017 Tu chi a m a le se v uoi emozioni Orchestra Regionale dell’Emilia – Romagna Alessandro Nidi, direttore Musiche: B. Hermann, M. Oldfield, A. Pärt, N. Piovani, G. Mahler, D. Šostakovič, J. Sibelius, G. Puccini, F. De Gregori, Jovanotti, J. Strauss jr, J. Strauss sr, G. Rossini 18 marzo

Auditorium Toscanini, Parma Educational 2016/2017 Tosca nini sei un mi to Distribuzione artistica come nella recita del 16 febbraio 19 marzo

Teatro Comunale Luciano Pavarotti, Modena Stagione lirica 2016/2017 I Puri ta ni Distribuzione artistica come nella recita del 16 marzo 21 marzo

Teatro Comunale Luciano Pavarotti, Modena Stagione lirica 2016/2017

|96

I Puri ta ni

Sala dei Concerti, Casa della Musica, Parma Educational 2016/2017 Tosca nini sei un mi to Distribuzione artistica come nel concerto del 16 febbraio 23 marzo

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Orchestr a Sinfonica di Mil a no Giuseppe Verdi Jader Bignamini, direttore Giovanni Andrea Zanon, violino Musiche: L. V. Beethoven, F. Schubert 24 marzo

Teatro Municipale, Piacenza Stagione lirica 2016/2017 I Puri ta ni Distribuzione artistica come nella recita del 16 marzo 26 marzo

Ridotto del Teatro Regio, Parma Concerti aperitivo 2016/2017 String & Song Ensemble Julia Geller, Jasenka Tomic, violini

CONCERTO FUORI POSTO, CORTILE D'ONORE DELLA CASA DELLA MUSICA, PARMA, 9.07.2017 CONCERTO FUORI POSTO, GALLERIA NAZIONALE, PARMA, 01.12.2017

CONCERTO FUORI POSTO, CASA DEL SUONO, PARMA, 7.12.2017 CONCERTO FUORI POSTO, TEATRO FARNESE, PARMA, 12.11.2017


Diana Cahanescu, violoncello Davide Burani, arpa Musiche: M. Glinka, E. Elgar, R. Glière, C. Saint-Saëns, G. Ligeti 26 marzo

Teatro Municipale, Piacenza Stagione lirica 2016/2017 I Puri ta ni Distribuzione artistica come nella recita del 16 marzo 28 marzo

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/ 2017, prova aperta Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 29 marzo 29 marzo

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/ 2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Francesco Lanzillotta, direttore Mihaela Costea, violino Musiche: B. Bartόk, L. V. Beethoven 30 marzo

Teatro Valli, Reggio Emilia Stagione lirica 2016/2017 I Puri ta ni Distribuzione artistica come nella recita del 16 marzo 31 marzo

Teatro Bonifazio Asioli, Correggio Educational 2016/2017 Pierino e il Lupo Distribuzione artistica come nel concerto dell'11 gennaio

|98

2 aprile

Teatro Valli, Reggio Emilia Stagione lirica 2016/2017 I Puri ta ni Distribuzione artistica come nella recita del 16 marzo 6 aprile

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017, prova aperta Fil a rmonica Art uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 7 aprile 7 aprile

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Diego Fasolis, direttore Musiche: G. F. Händel 8 aprile

Teatro Municipale, Piacenza Stagione Concertistica 2016/2017 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 7 aprile 9 aprile

Ridotto del Teatro Regio, Parma Concerti aperitivo 2016/2017 Qua rtet to coll’a rco Alice Costamagna, Camilla Mazzanti, violini Vincenzo Fossanova, violoncello Antonio Mercurio, contrabbasso Musiche: G. Rossini 9 aprile

Auditorium Paganini, Parma


Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 7 aprile 13 aprile

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017, prova aperta Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 14 aprile 14 aprile

Teatro Comunale Luciano Pavarotti, Modena Stagione Concertistica 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Yves Abel, direttore Musiche: R. Schumann, G. Bizet, C. Franck 15 aprile

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 14 aprile 19 aprile

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017, prova aperta Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 20 aprile 20 aprile

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Speranza Scappucci, direttore Midori, violino Musiche: P. I. ÄŒajkovskij, L. v. Beethoven

21 aprile

Auditorium Cariplo, Milano Stagione Sinfonica 2016/2017 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Francesco Lanzillotta, direttore Mihaela Costea, violino Musiche: J. Corigliano, L. van Beethoven 22 aprile

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 20 aprile 23 aprile

Ridotto del Teatro Regio, Parma Concerti aperitivo 2016/2017 Ensemble dell a Fil a rmonica Art uro Tosca nini Francesco Lanzillotta, direttore e trascrittore Anna Maria Chiuri, mezzosoprano Viktoria Borissova, Gianni Covezzi, violini Gian Paolo Guatteri, viola Pietro Nappi, violoncello Claudio Saguatti, contrabbasso Sandu Nagy, flauto Pietro Corna, oboe Miriam Caldarini, clarinetto Fabio Alasia, fagotto Fabrizio Villa, corno Elena Meozzi, arpa Musiche: G. Mahler, F. P. Tosti Testi: G. D’Annunzio 23 aprile

Basilica della Steccata, Parma


Armonie Celesti Trio They – Mori – Ci a nchi Carla They, arpa Silvia Mori, oboe Maria Simona Cianchi, soprano Musiche: G. Caccini A. Stradella, F. Durante, G. F. Händel J. Pachelbel, W. A. Mozart, F. P. Tosti, P. Mascagni, G. Puccini

Ferdinando Sestito, Antonio Braidi, violoncelli Musiche: G. P. Telemann, J. Haydn, I. Raimondi, A. Rolla 4 maggio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017, prova aperta Fil a rmonica Art uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 5 maggio

23 aprile

Auditorium Cariplo, Milano Stagione Sinfonica 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 21 aprile 28 aprile

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017, prova aperta Fil a rmonica A rt uro Tosca nini

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Alpesh Chauhan, direttore Massimo Mercelli, flauto Miriam Caldarini, clarinetto Musiche: S. Gubaidulina, A. Bruckner

Distribuzione artistica come nel concerto del 29 aprile

6 maggio

29 aprile

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica Art uro Tosca nini

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Alpesh Chauhan, direttore Daniele Titti, clarinetto

Distribuzione artistica come nel concerto del 5 maggio 9 maggio

Musiche: I. Stravinskij, W. A. Mozart

Teatro Due, Parma Educational 2016/2017 Tosca nini sei un mi to

30 aprile

Distribuzione artistica come nel concerto del 16 febbraio

Basilica della Steccata, Parma Armonie Celesti A lliev i del l a bor atorio suono verdi a no Giovanni Pedrazzoli, Aki Takahashi, Enrico Gramigna, Valentina Cristiani, violini Giulia Arnaboldi, Marco Calderara, viole

|100

5 maggio

11 maggio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017, prova aperta Fil a rmonica Art uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 12 maggio


12 maggio

26 maggio

Teatro Municipale, Piacenza Stagione Concertistica 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Michele Mariotti, direttore Yolanda Auyanet, soprano Sonia Ganassi, mezzosoprano Antonino Siragusa, tenore Michele Pertusi, basso Coro del Teatro Municipale di Piacenza Corrado Casati, maestro del coro

Teatro Farnese, Parma Stagione lirica 2016/2017 Prometeo. Tr agedi a dell’ascolto Musica Luigi Nono Testi a cura di Massimo Cacciari Marco Angius, direttore Filarmonica Arturo Toscanini Ensemble Prometeo Coro del Teatro Regio di Parma Martino Faggiani, maestro del coro

Musiche: G. Rossini 27 maggio 13 maggio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini

Teatro Farnese, Parma Stagione lirica 2016/2017 Prometeo. Tr agedi a dell’ascolto Distribuzione artistica come nella recita del 26 maggio

Distribuzione artistica come nel concerto del 12 maggio 28 maggio

Distribuzione artistica come nel concerto del 12 maggio

Basilica della Steccata, Parma Armonie Celesti Duo Bur a ni – Verca lli Davide Burani, arpa Federica Vercalli, violino

24 maggio

Musiche: J. B. Krumpholtz, H. Renié, M. Tournier, J. Thomas, L. M. Tedeschi

14 maggio

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2016/2017 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini

Teatro Farnese, Parma Stagione lirica 2016/2017, prova antegenerale pubblica Prometeo. Tr agedi a dell’ascolto

28 maggio

Distribuzione artistica come nella recita del 26 maggio

Teatro Farnese, Parma Stagione lirica 2016/2017 Prometeo. Tr agedi a dell’ascolto

25 maggio

Distribuzione artistica come nella recita del 26 maggio

Teatro Farnese, Parma Stagione lirica 2016/2017, prova generale pubblica Prometeo. Tr agedi a dell’ascolto

4 giugno

Distribuzione artistica come nella recita del 26 maggio

Basilica della Steccata, Parma Armonie Celesti 101|


Duo Ca h a nescu - Ta nnoi a Diana Cahanescu e Massimo Tannoia, violoncello Musiche: J. Offenbach, F. Dotzauer, F. A. Kummer, S. Lee 6 giugno

Teatro Nuovo, Salsomaggiore Educational 2016/2017 Tu chi a m a le se v uoi emozioni Distribuzione artistica come nel concerto del 17 marzo 9 giugno

Auditorium Paganini, Parma Educational 2016/2017, prova aperta Orer incon tr a i giova ni ta len t i Distribuzione artistica come nel concerto del 10 giugno e dell'11 giugno 10 giugno

Auditorium Paganini, Parma Educational 2016/2017 Orer incon tr a i giova ni ta len t i Orchestra Regionale dell’Emilia - Romagna Andrea Chinaglia, direttore Dārta Tisenkopfa, arpa Qi Ling, soprano Dario Zanconi pianoforte Musiche: E. Altavilla, A. Hovhanessm, W. A. Mozart, G. Verdi, S. Prokof’ev

Tommaso Binini, flauto Eleonora Volpato, arpa Laura Zapatero Carreiro, pianoforte Chun Ho Yan, pianoforte Musiche: M. Ravel, W. A. Mozart 14 giugno

Palazzina di Caccia, Stupinigi Torino Educational 2016/2017 Pierino e il Lupo Filarmonica Arturo Toscanini Alessandro Nidi, direttore Elio, voce Musiche: G. Rossini, S. Prokof’ev 16 giugno

Sala Gavazzeni, CPM “Arturo Toscanini” Fil a rmonica Art uro Tosca nini, prova aperta Distribuzione artistica come nel concerto del 17 giugno 17 giugno

Auditorium Stelio Molo, Lugano Fil a rmonica Art uro Tosca nini Pietro Rizzo, direttore Corrado Giuffredi, clarinetto Giuliana Castellani, mezzosoprano Musiche: W. A. Mozart 18 giugno

11 giugno

Auditorium Paganini, Parma Educational 2016/2017 Orer incon tr a i giova ni ta len t i Orchestra Regionale dell’Emilia - Romagna Andrea Chinaglia, direttore

Basilica della Steccata, Parma Armonie Celesti Trio Ruzz a - Pepini - Na ppi Daniele Ruzza, violino Costanza Pepini, viola Pietro Nappi, violoncello Musiche: J. S. Bach

MASCIA FOSCHI, ALESSANDRO NIDI, ORCHESTRA REGIONALE DELL'EMILIA - ROMAGNA, TEATRO NUOVO, SALSOMAGGIORE, 27.09.2017 CONCERTO DI CAPODANNO, ROBERTO POLASTRI, TEATRO NUOVO, SALSOMAGGIORE, 01.01.2017

103|


21 giugno

Cortile d’onore, Casa della Musica, Parma Superba è la notte Ugo Pagli a i & Qua rtet to Sa xofolli a Ugo Pagliai, attore Fabrizio Benevelli sax soprano Giovanni Contri, sax contralto Marco Ferri, sax tenore Alessandro Creola, sax baritono Musiche: A. Vivaldi, G. Verdi, G. Gershwin, L. Bernstein, G. Puccini, G. Rossini 22 giugno

Arena Shakespeare, Parma Sogno di una not te di mezz a estate Musica F. Mendelssohn- Bartholdy Testo W. Shakespeare Luca Fontana, traduzione italiana Walter Le Moli, direzione teatrale Noris Borgogelli, direttore Elena Bakanova, soprano Aurora Faggioli, mezzosoprano Filarmonica Arturo Toscanini Ensemble attori Fondazione Teatro Due Coro Ars Canto Gabrielle Corsaro, maestro del Coro Produzione Fondazione Arturo Toscanini, Fondazione Teatro Due

Note d’Estate Educational 2016/2017 Pierino e il Lupo Distribuzione artistica come nel concerto del 14 giugno 30 giugno

Auditorium Paganini, Parma Stelle Vaganti In v i aggio con troven to Filarmonica Arturo Toscanini Alpesh Chauhan, direttore Musiche: G. Rossini, G. Verdi, L. van Beethoven 5 luglio

Sala Gavazzeni, CPM “Arturo Toscanini”, Parma Oper a Ga l a , prova aperta Distribuzione artistica come nel concerto del 7 luglio 7 luglio

Friedrich-von-Thiersch, Wiesbaden Rheingau Musik Festival 2017 Oper a Ga l a Filarmonica Arturo Toscanini Speranza Scappucci, direttore Olga Peretyatko, soprano Lawrence Browlee, tenore Musiche: V. Bellini, G. Bizet, G. Donizetti 8 luglio

23 giugno

Arena Shakespeare, Parma Sogno di una not te di mezz a estate Distribuzione artistica come nella recita del 22 giugno 27 giugno

Piazzale della Rosa, Sassuolo

|104

Auditorium Paganini, Parma Stelle Vaganti I gr a ndi successi di Sa nremo Orchestra sinfonica di Sanremo Roberto Molinelli, direttore Monia Russo, Carmen Alessandrello, vocalist Musiche: autori vari


9 luglio

Cortile d’onore della Casa della Musica, Parma Ensemble A m a dé Alice Costamagna, violino Federico Mazzucco, violino/viola Behrang Rassekhi, viola Pietro Nappi, violoncello Simona Carrara, corno

Stefano Nanni, direttore e arrangiatore Musiche: V. Capossela 20 luglio

Auditorium Paganini, Parma Stelle Vaganti Vinicio Ca possel a Distribuzione artistica come nel concerto del 19 luglio

Musiche: W. A. Mozart 21 luglio 11 luglio

Piazzale della Rosa, Sassuolo Note d’Estate Sogno di una not te di mezz a estate Distribuzione artistica come nella recita del 22 giugno 14 luglio

Auditorium Paganini, Parma Stelle Vaganti Il cinem a di Buster K e aton Filarmonica Arturo Toscanini Timothy Brock, direttore Musiche: T. Brock 15 luglio

Corte Agresti, Traversetolo Musica in Castello Educational 2016/2017 Tosca nini sei un mi to

Salone degli Sportelli, Palazzo delle Poste, Parma Fuori Posto: musica in posti insoliti

Archi dell a Fil a rmonica Art uro Tosca nini Mihaela Costea, violino concertatore Musiche: K. Jenkins, W. A. Mozart, J. S. Bach, B. Britten 23 luglio

Cortile d’onore della Casa della Musica, Parma Superba è la notte Concerto poet ico per A meli a Rosselli/ sui te fr a nça ise Lello Narcisi, flauto Davide Burani, arpa Adriano Engelbrecht, voce recitante Musiche: F. J. Naderman- J. L. Tulou, C. Saint-Saens, H. Busser, M. Ravel, M. Tournier,
M. Delmas, J. Ibert,
M. Berthomieu, B. Galais

Distribuzione artistica come nel concerto del 16 febbraio

24 luglio

19 luglio

Distribuzione artistica come nel concerto del 25 luglio

Piazzale della Rosa, Sassuolo Note d’Estate Vinicio Ca possel a Filarmonica Arturo Toscanini

Sala Gavazzeni, CPM “Arturo Toscanini”, Parma Fil a rmonica Art uro Tosca nini, prova aperta

25 luglio

Rocca Sforzesca, Imola Emilia Romagna Festival 105|


Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Alpesh Chauhan, direttore Musiche: W. A. Mozart, G. Rossini, G. Verdi, L. v. Beethoven 26 luglio

Labirinto della Masone, Fontanellato Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 25 luglio 27 luglio

Reggia di Colorno, Colorno Notturni in musica alla corte della duchessa Cl assica men te Distribuzione artistica come nel concerto del 25 luglio 28 luglio

Villa Sforza Fogliani, Alseno Musica in Castello Cl assica men te Distribuzione artistica come nel concerto del 25 luglio 29 luglio

Musei San Domenico, Forlì Emilia Romagna Festival Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 25 luglio 2 agosto

Piazza Maggiore, Bologna Concorso In ternaziona le di composizione “2 Agosto” Filarmonica Arturo Toscanini Alessandro Cadario, direttore Badria Razem, voce Ivano Battiston, fisarmonica Alessandro Castelli, trombone Enzo Filippetti, sassofono |106

Tommaso Colafiglio, chitarra elettrica Francesco La Capra, basso elettrico Francesco Rondinone, batteria Musiche: F. Torri, B. Zambon, J. Aliboni, L. Fiorentini, P. Cognetti, M. A. Sharifi, A. Zarrelli 2 settembre

Teatro Sociale, Bellinzona Cen t ’a nni di pa ne Archi della Filarmonica Mihaela Costea, violino concertatore Musiche: A. Vivaldi, J. S. Bach 17 settembre

Piazzale della Rosa, Sassuolo Festival della Filosofia Educational 2016/2017 Tosca nini sei un mi to Distribuzione artistica come nel concerto del 16 febbraio 20 settembre

Teatro Regio, Parma Festival Verdi, prova antegenerale pubblica Jérusa lem Distribuzione artistica come nella recita del 28 settembre 25 settembre

Teatro Regio, Parma Fa lsta ff, prova antegenerale pubblica Distribuzione artistica come nella recita del 1 ottobre 26 settembre

Teatro Regio, Parma Festival Verdi, prova generale pubblica Jérusa lem Distribuzione artistica come nella recita del 28 settembre


27 settembre

Teatro Nuovo, Salsomaggiore In v ict us - correndo con troven to Orchestra Regionale dell’Emilia - Romagna Alessandro Nidi, direttore e arrangiatore Marco Caronna, regista, voce recitante Mascia Foschi, voce solista Neri Marcorè, voce fuori campo Musiche: C. B. De Hollanda, F. De Gregori, P. Conte, S. Crow, F. De Andrè 28 settembre

Teatro Regio, Parma Festival Verdi Jérusa lem Musica Giuseppe Verdi Libretto Temistocle Solera Daniele Callegari, direttore Hugo de Hana, regia, scene e costumi Filarmonica Arturo Toscanini Coro del Teatro Regio di Parma Martino Faggiani, maestro del coro Nuovo allestimento: Teatro Regio di Parma 29 settembre

Teatro Regio, Parma Festival Verdi, generale pubblica Fa lsta ff Distribuzione artistica come nella recita del 1 ottobre 1 ottobre

Teatro Regio, Parma Festival Verdi Fa lsta ff Musica Giuseppe Verdi Libretto Arrigo Boito

Riccardo Frizza, direttore Jacopo Spirei, regia Filarmonica Arturo Toscanini Coro del Teatro Regio di Parma Martino Faggiani, maestro del coro Nuovo allestimento: Teatro Regio di Parma 5 ottobre

Teatro Regio, Parma Festival Verdi Fa lsta ff Distribuzione artistica come nella recita del 1 ottobre 7 ottobre

Teatro Regio, Parma Festival Verdi Messa da requiem Filarmonica Arturo Toscanini Coro del Teatro Regio di Parma Daniele Callegari, direttore Martino Faggiani, maestro del coro Anna Pirozzi, soprano Veronica Simeoni, mezzosoprano Antonio Poli, tenore Riccardo Zanellato, basso Musica G. Verdi 8 ottobre

Teatro Regio, Parma Festival Verdi Jérusa lem Distribuzione artistica come nella recita del 28 settembre 11 ottobre

Sala Gavazzeni, CPM “Arturo Toscanini”, Parma Archi dell a Fil a rmonica Art uro Tosca nini 107|


Mihaela Costea, violino solista Viktoria Borissova, violino concertatore

Musiche: L. V. Beethoven

Musiche: W.A. Mozart, A. Vivaldi

19 ottobre

11 ottobre

Teatro Regio, Parma Festival Verdi Messa da requiem

Rocca Meli Lupi, Soragna Vi va Verdi Paola Sanguinetti, soprano Stefano Maffizzoni, flauto Davide Burani, arpa

Distribuzione artistica come nel concerto del 7 ottobre 20 ottobre

Musiche: G. Verdi

Teatro Regio, Parma Festival Verdi Jérusa lem

12 ottobre

Distribuzione artistica come nella recita del 28 settembre

Teatro Regio, Parma Festival Verdi Jérusa lem

22 ottobre

Distribuzione artistica come nella recita del 28 settembre

Teatro Regio, Parma Festival Verdi Fa lsta ff

15 ottobre

Distribuzione artistica come nella recita del 1 ottobre

Teatro Regio, Parma Festival Verdi Fa lsta ff

25 ottobre

Distribuzione artistica come nella recita del 1 ottobre 17 ottobre

Sala Gavazzeni, CPM “Arturo Toscanini”, Parma Le cre at ure di Prometeo, prova aperta

|108

Auditorium Paganini, Parma 10° Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Arturo Toscanini”, prima semifinale Fil a rmonica Art uro Tosca nini

Distribuzione artistica come nel concerto del 18 ottobre

Ciarán McAuley, direttore Pietro Nappi, violoncello Giovanna Jacobellis, soprano

18 ottobre

Musiche: I. Stravinskij, A. Dvořák, G. Puccini, L. v. Beethoven

Teatro Masini, Faenza ERF & TeatroMasiniMusica Le cre at ure di Prometeo Filarmonica Arturo Toscanini Jacopo Rivani, direttore

***

Vincenzo Milleterì, direttore Mihaela Costea, violino Giovanna Jacobellis, soprano Musiche: I. Stravinskij, A. Dvořák, L. v. Beethoven, J. Brahms

ALPESH CHAUHAN, REGGIA DI COLORNO, COLORNO, 27.07.2017

ALPESH CHAUHAN, VILLA SFORZA FOGLIANI, ALSENO, 28.07.2017


26 ottobre

Auditorium Paganini, Parma 10° Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Arturo Toscanini”, seconda semifinale Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Yuga Cohler, direttore Dario Zanconi, pianoforte Jumg Jae Hong, baritono Musiche: I. Stravinskij, D. Oaks, S. Prokof’ev, G. Puccini, L. v. Beethoven ***

Cha Woong, direttore Behrang Rassekhi, viola Zhao Chun, soprano Musiche: I. Stravinskij, D. Oaks, B. Bartók G. Puccini, A. Dvořák 28 ottobre

Auditorium Paganini, Parma 10° Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Arturo Toscanini”, finale Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Vincenzo Milletarì, direttore Cha Woong, direttore Musiche: G. Verdi, P. I. Čajkovskij 2 novembre

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2017/2018, prova aperta Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 3 novembre 3 novembre

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2017/2018 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini |110

Alpesh Chauhan, direttore Markus Werba, baritono Sophie Gordeladze, soprano Coro del Teatro Municipale di Piacenza Corrado Casati, maestro del coro Musiche: B. Britten, J. Brahms 4 novembre

Teatro Municipale, Piacenza Stagione concertistica 2017/2018 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 3 novembre 5 novembre

Sala Gavazzeni, CPM “Arturo Toscanini”, Parma Concerti aperitivo 2017/2018 Duo Ca h a nescu – Na ppi Musiche: J. Offenbach, A. Vivaldi, S. Lee, G. F. Händel, F. Kummer, F. Dotzauer, J. B. Barrière 10 novembre

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2017/2018 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Grzegorz Nowak, direttore Krystian Zimerman, pianoforte Musiche: H. Berlioz, L. van Beethoven, M. Musorgskij 11 novembre

Teatro Comunale Luciano Pavarotti, Modena Stagione concertistica 2017/2018 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 10 novembre 12 novembre

Teatro Farnese, Parma Autunno in Pilotta L’età aure a del Ba rocco


Alice Costamagna, Federico Mazzucco, violini Musiche: G. P. Telemann, J.S. Bach, A. Vivaldi 13 novembre

Teatro Auditorium Manzoni, Bologna Musica Insieme 2017/2018 Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 10 novembre 15 novembre

Auditorium Paganini, Parma Educational 2017/2018 t u chi a m a le se v uoi emozioni Distribuzione artistica come nel concerto del 17 marzo 15 novembre

Casa del Suono, Parma Fuori Posto: musica in luoghi insoliti/ “Esplorazioni sonore” Qua rtet to coll’A rco Alice Costamagna, Camilla Mazzanti, violini Vincenzo Fossanova, violoncello Antonio Mercurio, contrabbasso Musiche: G. Rossini 18 novembre

Teatro Regio, Parma Barezzi Festival 2017 Wim mertens e l a Fil a rmonica Art uro Tosca nini Carlo Guaitoli, direttore Wim Mertens, pianoforte Musiche: W. Mertens 23 novembre

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2017/2018, prova aperta Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 24 novembre

24 novembre

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2017/2018 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Lawrence Foster, direttore Mihaela Costea, violino Stephanie Friede, soprano Musiche: J. Strauss, E. W. Korngold, R. Wagner 25 novembre

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2017/2018 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 24 novembre 26 novembre

Sala Gavazzeni, CPM “Arturo Toscanini”, Parma Concerti aperitivo 2017/2018 Qua rtet to Sga r a bot to Valentina Violante, violino Mario Mauro, violino/viola Ilaria Negrotti, viola Pietro Nappi, violoncello Ettore Contavalli, corno Daniele Titti, clarinetto Musiche: W. A. Mozart

29 novembre

Sala Gavazzeni, CPM “Arturo Toscanini”, Parma Facci a mol a a Pezzi, prova aperta Distribuzione artistica come nel concerto del 2 dicembre 30 novembre

Sala Concerti, Casa della Musica, Parma Educational 2017/2018 Tosca nini sei un mi to Distribuzione artistica come nel concerto del 16 febbraio

111|


1 dicembre

6 dicembre

Sala dei Teatini, Piacenza Educational 2017/2018 Tosca nini sei un mi to

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2017/2018, prova aperta Fil a rmonica Art uro Tosca nini

Distribuzione artistica come nel concerto del 16 febbraio

Distribuzione artistica come nel concerto del 7 dicembre

1 dicembre

7 dicembre

Galleria Nazionale, Parma Autunno in Pilotta Musiche da l Mondo Alice Costamagna, violino Claudio Saguatti, contrabbasso Carla They, arpa

Casa del Suono, Parma Fuori Posto: musica in luoghi insoliti/ “Esplorazioni sonore” K a iros String Duo Mario Mauro, violino Claudio Saguatti, contrabbasso

Musiche: C. W. Gluck, O. Carolan, C. Saint-Saëns, N. Rimskji Korsakoff, A. Piazzolla, J. Ibert, I. Albéniz, F. Lehar, G. Gershwin 2 dicembre

Auditorium Toscanini, Parma Educational 2017/2018 Facci a mol a a Pezzi Orchestra Regionale dell’Emilia – Romagna Alessandro Nidi, direttore Roberto Recchia, attore e regista Musiche: J.S. Bach, A. Dvořák, W.A. Mozart, L. v. Beethoven, R. Riley, J. Kander, C. Cage, G. Gershwin, F. de André, G. Rossini, F. H. Haydn, I. Stravinskij 3 dicembre

Sala Gavazzeni, CPM “Arturo Toscanini”, Parma Concerti aperitivo 2017/2018 Ensemble A ‘Sona r Daniele Ruzza, violino solista Sandu Nagy, flauto solista Lorenzo Feder, clavicembalo solista Musiche: J. S. Bach

Musiche: J. Hendrix, G. F. Händel, A. Piazzolla 7 dicembre

Auditorium Paganini, Parma Nuove Atmosfere 2017/2018 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Alpesh Chauhan, direttore Viktoria Borissova, violino Antonio Mercurio, contrabbasso Musiche: C. M. von Weber, G. Bottesini, P. I. Čajkovskij 10 dicembre

Ridotto del Teatro Regio, Parma Histoire du soldat Ensemble della Filarmonica Arturo Toscanini Michelangelo Mazza, direttore Sergio Basile, voce recitante Mihaela Costea, violino Antonio Mercurio, contrabbasso Daniele Titti, clarinetto Davide Fumagalli, fagotto Matteo Beschi, cornetta Carlo Gelmini, trombone Francesco Migliarini, percussioni Musiche: I. Stravinskij

|112


10 dicembre

Teatro Rossini, Pesaro Ensemble A ‘Sona r Distribuzione artistica come nel concerto del 3 dicembre

Gian Piero Fortini, oboe Miriam Caldarini, clarinetto Marco Catelli, tromba Sebastiano Nidi, percussioni Musiche: R. de Angelis, R. Rascel, F. Nebbia, F. Battiato, G. Pio, E. Jannacci, N. Svampa, L. Patruno

13 dicembre

Auditorium Paganini, Parma Fil a rmonica A rt uro Tosca nini, prova aperta Distribuzione artistica come nel concerto del 19 dicembre

15 dicembre Auditorium Paganini, Parma Concerto Mediolanum, prova aperta Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 16 dicembre 16 dicembre

Auditorium Paganini, Parma Concerto Mediolanum Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Nicoletta Conti, direttore Musiche: G. Rossini, L. V. Beethoven, N. Rota, G. F. Händel, P.Mascagni, J. Brahms, D. Šostakovič

17 dicembre

Sala Gavazzeni, CPM “Arturo Toscanini”, Parma Concerti aperitivo 2017/2018 Ensemble dell a Fil a rmonica A rt uro Tosca nini Alessandro Nidi, direttore Roberto Recchia, voce recitante Viktoria Borissova, Julia Geller, violini Behrang Rassekhi, viola Vincenzo Fossanova, violoncello Antonio Bonatti, contrabbasso Andrea Oman, flauto

19 dicembre

Duomo di Como, Como Concerto di Natale Fil a rmonica Art uro Tosca nini Alessandro Cadario, direttore Francesca Provvisionato, mezzosoprano Musiche: L. van Beethoven, G. Rossini, F. Schubert 21dicembre

Teatro Rossini, Lugo Stagione concertistica 2017/2018 Fil a rmonica Art uro Tosca nini Distribuzione artistica come nel concerto del 16 dicembre 31 dicembre

Teatro Municipale, Piacenza Stagione concertistica 2017/2018 Sa n Silvestro a Te atro Filarmonica Arturo Toscanini Sesto Quatrini, direttore Musiche: G. Rossini, J. Offenbach, J. Massenet, F. Von Suppé, J. Strauss jr, C. Saint-Saëns

113|


Profile for Fondazione Arturo Toscanini

Bilancio sociale 2017  

Un Bilancio non solo economico, ma anche sociale e culturale delle attività della Fondazione Arturo Toscanini, anno 2017

Bilancio sociale 2017  

Un Bilancio non solo economico, ma anche sociale e culturale delle attività della Fondazione Arturo Toscanini, anno 2017

Advertisement