Page 1

LA CARTA DEI SERVIZI DELLA FONDAZIONE PINAC Approvata con deliberazione di CDA n. 1 del 29 ottobre 2013 1. PREMESSA Fondazione PInAC, entro la cornice normativa che regola l’erogazione dei servizi pubblici, adotta la Carta dei servizi e dei diritti dell’utente. Il dovere di Fondazione PInAC di garantire adeguati servizi al pubblico si traduce in diritti del visitatore a fruire di tali servizi e del patrimonio culturale che attraverso Fondazione PInAC viene reso disponibile alla collettività. La Carta è quindi finalizzata ad individuare i servizi che Fondazione PInAC si impegna a erogare sulla base del proprio regolamento, delle norme vigenti e nel rispetto degli utenti. In tal senso, la carta costituisce lo strumento attraverso cui Fondazione PInAC comunica con gli utenti e si confronta con loro. Su proposta del CdA, in presenza di aggiornamenti della normativa sugli standard dei servizi museali, di nuove esigenze di servizio o per accogliere suggerimenti e osservazioni degli utenti, la carta è soggetta a revisione periodica. La Carta è resa pubblica attraverso il sito istituzionale ed è disponibile in forma cartacea presso la Reception della sala espositiva, ove ogni utente interessato potrà richiederne copia a pagamento. 2. PRESENTAZIONE DELLA FONDAZIONE PInAC Costituita come Pinacoteca Internazionale dell’età evolutiva nel 1974, istituita come Fondazione PInAC con delibera del Consiglio Comunale di Rezzato n.74 del 30.11. 2009 , registrata presso il notaio Luigi Zampaglione con atto n. 87549/26251 il 3 marzo 2010 al n. 1044 serie 1T, Fondazione PInAC spicca, nel panorama delle raccolte museali regionali, nazionali e internazionali, per l’assoluta unicità del contenuto quale la cultura visiva prodotta dall’infanzia nei diversi paesi del mondo. Partendo da questo presupposto e da una dotazione patrimoniale molto articolata (ad oggi 6200 opere provenienti da 65 Paesi del mondo) Fondazione PInAC è stata rimodellata e concepita come centro di studio valorizzazione, catalogazione, ricerca sul disegno infantile e si propone come centro per la creatività dell’espressione grafico pittorica plastica, con l’attenzione per i “pennelli elettronici” offerti dalle tecnologie digitali. 3. FINALITA’ E MISSIONE Fondazione PInAC assolve alla propria missione attraverso acquisizioni, donazioni, collaborazioni con Enti pubblici e privati, Università e Centri internazionali per la conservazione, documentazione, studio, esposizione e comunicazione della propria Raccolta museale, attraverso attività e iniziative culturali, formative, educative, informative promosse e/o realizzate (proposte di mostre temporanee, seminari e convegni, corsi di formazione e stage, visite guidate e laboratori, pubblicazioni e presentazioni); l’attività di ricerca scientifica. Fondazione PInAC persegue i propri obiettivi avendo come finalità principale quella di avvicinare il pubblico allo specifico tema della creatività infantile e della multiculturalità. Le attività e tutti i servizi didattici sono annualmente pubblicizzati attraverso diversi canali informativi analogici e digitali, diretti o mediati dalla Rete e sono articolati in diverse proposte che possono variare dalla semplice visita guidata ai laboratori più complessi e ad attività di sperimentazione.


Il monitoraggio delle presenze è costantemente garantito dalla registrazione dei dati che consentono un agevole ripartizione dei gruppi classe e del fine settimana. (visite didattiche, utenza libera, eventi culturali, laboratori ecc.). 3. PRINCIPI Fondazione PInAC garantisce il libero accesso degli utenti senza alcuna discriminazione o limitazione pregiudiziale. L’imparzialità e l’uniformità di comportamento sono alla base dell’attività degli addetti ai servizi e vengono costantemente assicurate. Fondazione PInAC garantisce l accesso anche agli utenti diversamente abili attraverso la presenza di strutture adeguate. Al fine di assicurare l’efficace utilizzo da parte dell’utente, i servizi vengono erogati nei limiti del rispetto delle regole e di buon funzionamento e a garanzia dei diritti di tutti gli utenti, ispirandosi al principio della massima disponibilità e collaborazione da parte del personale e al principio della semplificazione delle procedure. Gli utenti possono contare sulla competenza e la disponibilità del personale in relazione alle proprie esigenze, aspettative e richieste. A tal fine, i servizi sono improntati alla chiarezza e alla comprensibilità ed è costantemente ricercato un linguaggio facile e accessibile a tutti i tipi di pubblico. Il personale è tenuto a qualificarsi con il proprio nome nei rapporti con gli utenti, anche nel caso di comunicazioni telefoniche ed epistolari. I servizi sono erogati con continuità e regolarità, con le modalità e negli orari stabiliti. Eventuali cambiamenti o interruzioni nell’erogazione dei servizi vengono comunicati in modo chiaro e tempestivo, adottando tutte le misure necessarie a ridurre il disagio degli utenti. Fondazione PInAC incoraggia e promuove la partecipazione degli utenti, singoli o associati, al fine di favorire la loro collaborazione al miglioramento della qualità dei servizi, individuando i modi e forme attraverso cui essi possono esprimere e comunicare suggerimenti, osservazioni, richieste e reclami. Fondazione PInAC garantisce la conformità dei servizi erogati alla normativa vigente in materia di sicurezza e nel pieno rispetto delle disposizioni di legge per la tutela della privacy. I dati personali dell'utente vengono utilizzati esclusivamente per le finalità di carattere istituzionale e non vengono trattati da personale non autorizzato né ceduti o comunque comunicati e/o diffusi a terzi. 4. SERVIZI Fondazione PInAC adegua il proprio ordinamento e funzionamento agli standard e obiettivi di qualità previsti dalla Regione Lombardia. I servizi sono erogati da Fondazione PInAC secondo criteri di efficacia ed efficienza, adottando opportuni indicatori per valutarne la qualità. Fondazione PInAC eroga i seguenti servizi: -servizi di apertura e visita (4.1) -servizi didattico-educativi e laboratori (4.2) -servizi di accesso alla collezione e alle risorse documentarie (4.3)

-progetti culturali (4..4); -salvaguardia del territorio e dei beni culturali (4.5)


4.1 Il servizi di apertura e visita Fondazione PInAC garantisce al pubblico un servizio di apertura e visita alle collezioni attraverso personale incaricato, secondo gli orari stabiliti. Nelle giornate festive -e nei giorni feriali a richiesta- sono previste visite guidate aperte alla cittadinanza. 4.2. I servizi didattico-educativi e i laboratori In sintonia con la mission educativa dell’istituzione, la priorità viene assegnata alla possibilità di accedere ai contenuti del Raccolta museale con diversi livelli di approfondimento. 4.2.1.Itinerari didattici rivolti alle scuole di ogni ordine e grado L’offerta, rivolta agli Istituti di ogni genere e grado, comprende la possibilità di accedere all’esposizione temporanea proposta periodicamente. Si offre l’opportunità di visita guidata condotta da personale specializzato. La visita è attuata con tecniche di animazione interattiva che prevedono il costante coinvolgimento dei visitatori. 4.2.2 Attività laboratoriali A completamento ed arricchimento dell’offerta formativa, in base alle disponibilità economiche previste dal bilancio annuale, viene realizzato un programma di proposte laboratoriali, come sviluppo della creatività, animazione ed educazione all’arte e alla convivenza interculturale. Rivolte alle scuole, a partire dal territorio di Rezzato, ma anche per quelle della Provincia e Regione, queste attività sono finalizzate al raggiungimento di più generali obiettivi di sviluppo della personalità attraverso esperienze individuali e collettive di manipolazione di materiali, attivazione dell’espressione artistica attraverso l’esercizio di tutte le tecniche espressive tradizionali ed elettroniche proposte dagli artisti collaboratori 4.3 Il servizio di accesso alle collezioni e alle risorse documentarie Fondazione PInAC mette a disposizione per motivi di studio le proprie collezioni e le proprie dotazioni costituite da raccolte librarie e documentarie e dell’archivio fotografico, al fine di favorire la realizzazione di programmi di ricerca, studio, analisi e approfondimenti con particolare riferimento al territorio di pertinenza. Il servizio, erogato nell’ambito delle fasce orarie di apertura del Raccolta museale al pubblico, per la sua peculiarità viene di volta in volta e preventivamente concordato con la Direzione e il personale del Raccolta museale, al fine di predisporre adeguatamente gli strumenti e la logistica necessari all’espletamento stesso del servizio. 4.4 Progetti culturali Per sviluppare lo studio, la classificazione e la catalogazione delle proprie collezioni Fondazione PInAC sottoscrive accordi di collaborazione con il MIUR, Istituzioni culturali nazionali e internazionali, Associazioni e Enti diversi, nonché con Dipartimenti Universitari con i quali può condividere e organizzare stages di raccolta dati per la costituzione archivi informatici consultabili, tesi di laurea, esperienze di formazione con valore di credito, corsi di formazione sui sistemi di analisi scientifica dei dati. 5. DIRITTI E DOVERI DEGLI UTENTI 5.1. Diritti degli utenti Tutti i cittadini possono accedere al Raccolta museale e usufruire dei suoi servizi secondo le modalità previste dal regolamento e riprese nella presente Carta. Gli utenti hanno diritto a: ricevere una chiara ed efficace informazione sulle offerte del Raccolta museale e sulle modalità di accesso ai servizi e alle iniziative;


comunicare con Fondazione PInAC attraverso tutti i mezzi messi a disposizione a questo scopo. Fondazione PInAC è dotato di un punto informazioni e prenotazioni. Con gli operatori è possibile comunicare per telefono, fax, posta elettronica. L’orario di apertura al pubblico è stabilito dalla Direzione nel rispetto degli standard vigenti, e viene adeguatamente pubblicizzato sia in Rete che con materiale a stampa. L’accesso al Raccolta museale è subordinata. Fondazione PInAC si riserva di stabilire, per alcuni servizi, il rimborso delle spese. Per garantire una regolare programmazione delle visite la prenotazione è obbligatoria nel caso di scolaresche e gruppi, sia quando è richiesto l’ausilio di una guida sia nei casi in cui tale servizio non sia richiesto. È anche obbligatoria la prenotazione per le attività e laboratori didattici. Le prenotazioni si possono effettuare durante gli orari di apertura della segreteria per telefono o tramite posta elettronica. Per comunicare osservazioni e suggerimenti o sporgere reclami è disponibile presso la Reception del Raccolta museale una scheda di rilevazione. La corrispondenza può essere inviata all’indirizzo: Fondazione PInAC via Disciplina 60 – 25086 Rezzato. Il Direttore e il personale tecnico, scientifico, amministrativo del Raccolta museale sono a disposizione del pubblico su appuntamento, da ottenere al numero telefonico: 030 2792086.

5.2. Doveri degli utenti Gli utenti del Raccolta museale sono tenuti a osservare le norme di buona educazione e di corretto comportamento nei confronti degli altri utenti e del personale del Raccolta museale. Ogni comportamento in contrasto con tali regole e con i divieti indicati all’ingresso e con le indicazioni fornite dal personale possono essere anche motivo di allontanamento dalla struttura museale. L’utente che danneggiasse le opere o la struttura sarà chiamato al risarcimento dei danni. Nel Raccolta museale è inoltre vietato: -introdurre animali, ad eccezione di quelli utili per accompagnare le persone disabili, e qualunque oggetto che per le sue caratteristiche possa rappresentare un rischio per la sicurezza delle persone, del’ edificio, delle strutture; -effettuare riprese fotografiche e audiovisive non autorizzate -fumare in tutti i locali del Raccolta museale; -consumare cibi e bevande negli spazi espositivi. 6. TABELLA RIASSUNTIVA DEI SERVIZI Visite SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI visita possibilità di accesso a tutto il percorso in ampi orari di apertura al pubblico destinatari: senza restrizioni accesso: in base al tariffario approvato dalla Giunta ed esposto al pubblico visite da parte di gruppi visite organizzate al percorso, con guida o senza; prenotazione obbligatoria in alcuni casi (scolaresche e gruppi) destinatari: gruppi organizzati accesso: in base in base al tariffario approvato ed esposto al pubblico Educazione, didattica, formazione SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI A PAGAMENTO:


- attività laboratoriali svolte sia in sede, sia sul territorio, articolate e diversificate per destinatari: studenti ed insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado - formazione tirocini e tutoraggio, predisposizione dei progetti di attività destinatari: tirocinanti stage, accesso: con convenzione - assistenza tesi tutoraggio dei soggetti attraverso l’assistenza nella ricerca e la consulenza sulla redazione dell’elaborato destinatari: laureandi accesso: da concordare -formazione per insegnanti organizzazione e realizzazione di corsi di aggiornamento, anche a distanza destinatari: insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado accesso: da concordare a pagamento Accesso al patrimonio e alle risorse documentarie SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI consultazioni possibilità di accesso al patrimonio ammesso a consultazione, negli appositi spazi del Raccolta museale ; destinatari: su richiesta ma senza restrizioni accesso: gratuito prestiti prestito del materiale, archivistico, grafico e iconografico destinatari: Istituzioni ed Enti accesso: da concordare a pagamento prestito del materiale audiovisivo e bibliografico destinatari: senza restrizioni accesso: costo da concordare duplicazioni e riproduzioni (video, fotografiche, cinematografiche) del patrimonio nel rispetto della normativa sul diritto d autore destinatari: senza restrizioni accesso: da concordare a pagamento cessione dei diritti economici di sfruttamento sui materiali dei quali il Raccolta museale detiene il copyright destinatari: senza restrizioni accesso: da concordare a pagamento concessione dell’uso degli spazi museali per incontri, sala per esposizioni temporanee, comprese eventuali attrezzature, per attività di tipo culturale, in presenza di un operatore e/o di un tecnico del Raccolta museale destinatari: associazioni culturali accesso: da concordare a pagamento Consulenze


CONSULENZE SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI consulenza museale: elaborazione di progetti finalizzati completamento di allestimenti destinatari: senza restrizioni accesso: da concordare a pagamento

alla

realizzazione,

revisione,

consulenza metodologico-didattica: elaborazione di progetti, percorsi didattici e approfondimenti tematici destinatari: insegnanti e scuole di ogni ordine e grado, istituti di ricerca accesso: da concordare a pagamento consulenza editoriale: consulenza scientifica sui prodotti editoriali di soggetti terzi (lettura e relazione) destinatari: autori, curatori, editori accesso: da concordare a pagamento progettazione editoriale per conto terzi destinatari: autori, curatori, editori accesso: da concordare a pagamento cura redazionale per conto terzi destinatari: autori, curatori, editori accesso: da concordare a pagamento Progetti culturali SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI attività di ricerca per conto terzi nell’ ambito di progetti condivisi o non destinatari: senza restrizioni accesso: da concordare a pagamento organizzazione e realizzazione di incontri con autori e presentazione di volumi destinatari: senza restrizioni accesso: da concordare a pagamento organizzazione e realizzazione di conferenze destinatari: senza restrizioni accesso: gratuito organizzazione e realizzazione di convegni e seminari destinatari: senza restrizioni accesso: gratuito organizzazione e realizzazione di qualsiasi altro evento utile alla divulgazione del patrimonio culturale, compresi intrattenimenti ludici destinatari: senza restrizioni accesso: secondo i casi, a pagamento progettazione e realizzazione di esposizioni temporanee e permanenti interne destinatari: senza restrizioni accesso: secondo i casi Promozione e comunicazione SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI


Ralizzazione di prodotti editoriali di varia tipologia e supporto ( cataloghi, quaderni, atti, video, banche dati): comprende la redazione, la revisione e la cura redazionale destinatari: senza restrizioni accesso: a pagamento distribuzione dei prodotti editoriali destinatari: senza restrizioni accesso: a pagamento distribuzione di oggettistica, poster, cd-rom, video, gadget ecc destinatari: senza restrizioni accesso: a pagamento comunicazione in rete aggiornamento web destinatari: senza restrizioni accesso: gratuito Per ulteriori informazioni sui servizi, l’utente può rivolgersi all’indirizzo della Fondazione PInAC, via Disiciplina 60 – Rezzato e all’indirizzo di posta elettronica pinacoteca@comune.rezzato.bs.it 7. STANDARD DI QUALI TA’ Fondazione PInAC specifica gli standard di qualità perseguiti, in attuazione di quanto prescritto dal Decreto Ministeriale del 10 maggio 2001 Al fine di consentire la verifica della qualità dei servizi erogati la Carta fissa i valori standard di riferimento garantiti oltre agli indicatori, ossia i valori che Fondazione PInAC s’è impegnata a realizzare Status giuridico DIMENSIONE INDICATORE STANDARD - Possesso di un Regolamento - Carta dei servizi adottata, diffusa in modo adeguato, presente alla Reception e sul sito e aggiornata periodicamente Programmazione e risorse finanziarie DIMENSIONE INDICATORE STANDARD programmazione e controllo - strumenti di programmazione delle attività, approvazione dei documenti termini di previsione e rendicontazione

programmatici nei

Strutture e sicurezza DIMENSIONE INDICATORE STANDARD sicurezza antifurto, antincendio, regolarmente verificati dispositivi per la sicurezza degli ambienti (sale espositive e depositi) rispetto delle normative di base; presenza della segnaletica di sicurezza, confortevolezza: pulizia bisettimanale illuminazione postazioni con luce adeguata nella sala espositiva e nella sala laboratorio riscaldamento -spazi espositivi con temperatura minima invernale di 20° C -sala laboratoriocon temperatura minima invernale di 20° C accessibilità utenti in genere idoneità accesso esterno (sulla via) utenti disabili possibilità di accesso dei disabili; Organizzazione e risorse umane


DIMENSIONE INDICATORE STANDARD direttore individuato con atto formale il responsabile della direzione funzioni fondamentali: direzione; conservazione; didattica; custodia garantite tutte le funzioni fondamentali professionalità titoli di studio, esperienza per tutti i ruoli, rispetto dei requisiti previsti dai profili professionali. Gestione e cura delle collezioni DIMENSIONE INDICATORE STANDARD - conservazione monitoraggio sulle condizioni di conservazione, riscontri inventariali sugli ammanchi. - ordinamento e catalogazione: presenza di inventari e cataloghi redazione secondo modalità verificate Servizi al pubblico SERVIZIO INDICATORE STANDARD accessibilità ampio orario di apertura al pubblico 25 ore settimanali di apertura, compreso o il sabato o la domenica, accoglienza massima visibilità, chiarezza e completezza della segnaletica esterna ed interna; facilità di accesso al punto informazioni e prenotazioni Cartelli e stendardo con il nome completo del Raccolta museale egli orari di apertura esposti all’esterno; pianta di orientamento esposta all’ ingresso; segnalazione dei vari servizi (bagni, montacarichi); presenza costante di un operatore, in orario di apertura, al punto informazioni e prenotazioni (raggiungibile anche via telefono ) sussidi e altri prodotti editoriali (cataloghi, opuscoli ecc.); identificazione di ciascuna opera esposta - completezza dell’ apparato didascalico; - visita guidata accessibilità del servizio prenotazioni; - professionalità della guida - punto prenotazioni raggiungibile anche via telefono, negli orari di apertura; - disponibilità di guide in possesso della necessaria competenza, anche in collaborazione con l’ associazionismo culturale locale -didattica pianificazione delle attività redazione annuale del piano delle attività educativodidattiche; - realizzazione di attività da parte di soggetti specializzati (prenotazione obbligatoria) - consultazione messa a disposizione di strumenti necessari alla consultazione del patrimonio, consultazione su appuntamento negli orari di apertura dei servizi relativi; - prestito del materiale archivistico, grafico e iconografico (da concordare) - tempestività del servizio presenza: in giornata o secondo concertazione; telefonica/epistolare: 1-15 giorni lavorativi o secondo concertazione eventi culturali programmazione di eventi culturali Informazione e comunicazione comunicato stampa per eventi specifici tempestiva al pubblico, divulgazione mediante il sito della Fondazione PInAC, i social network , la trasmissione dei file alla redazione del periodico semestrale del Comune di Rezzato; aggiornamento tempestivo delle news e a cadenza trimestrale delle altre pagine del sito 8. PARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI DIFESA DEI DIRITTI Al fine di valutare la qualità del servizio reso, la conformità agli standard, il grado di


soddisfazione dell'utenza e la possibilità di ulteriori miglioramenti, Fondazione PInAC svolge, anche con il coinvolgimento degli utenti, periodiche verifiche sulla qualità e l'efficacia complessiva dei servizi prestati valutando il tasso di gradimento delle proposte, il grado di soddisfazione delle aspettative dell'utenza, i dati quantitativi sull'utilizzo delle strutture. Fondazione PInAC rileva l'apprezzamento e la soddisfazione o i reclami degli utenti e raccolti presso la Reception o i suggerimenti giunti via posta elettronica e social network I reclami possono essere orali, scritti, telefonici o trasmessi tramite fax o posta elettronica. Devono contenere generalità, indirizzo e recapito del proponente e debbono essere rivolti al Direttore. Su richiesta, Fondazione PInAC garantisce una risposta entro un massimo di 30 giorni lavorativi. L'insieme dei reclami sarà oggetto di un rapporto annuale del Direttore da sottoporre al CdA della Fondazione PInAC, che esaminerà anche le proposte di modifica della presente Carta. Grazie alle risultanze delle analisi in questione (affluenza del pubblico; questionari; reclami e suggerimenti), Fondazione PInAC provvede ad una corretta informazione sulle politiche attuate e sulla ricaduta sociale di tali politiche (Bilancio sociale). ANALISI DI IMPATTO SOCIALE INDICATORE STANDARD monitoraggio tramite la rilevazione oggettiva (registro dei visitatori) del numero dei visitatori rilevazione gradimento dei servizi, con riferimento agli standard (reclami; questionari) esame dei reclami pervenuti, con risposta inviata entro 30 giorni lavorativi (se richiesta); distribuzione di questionari e interviste; analisi delle risultanze Il processo partecipativo e di confronto realizzato da Fondazione PInAC è finalizzato a ridurre gli scostamenti rispetto agli standard prefissati e a prevenire ogni possibile disservizio, grazie ad un atteggiamento collaborativo e propositivo da parte degli utenti. Per rafforzare e dare concretezza ai diritti dei cittadini, Fondazione PInAC si riserva di disporre forme ulteriori e meccanismi di tutela attivabili in caso di mancato rispetto dei principi contenuti nella presente Carta.

La carta dei servizi della fondazione pinac  
Advertisement